La banda del dio Mammona

Forum di discussione sulla politica italiana, i partiti e le istituzioni.
Holubice
Connesso: No

Re: La banda del dio Mammona

Messaggio da leggere da Holubice »

Michelangelo ha scritto: 18 apr 2020, 13:20
Denigrare l'Italia e sottovalutarla pedissequamente, è una brutta abitudine. Come dicevo, gli altri popoli osannano la loro nazione, pur non avendo valido motivo( noi lo abbiamo il valido motivo: per la nostra Storia, per l'eccellenza produttiva, la Genialità e per la "Bellezza") e fanno sempre e solo i loro interessi. Il nostro atteggiamento verso la nostra nazione è invece umile e ipercritico.
Sono i nostri rappresentanti politici che sputtanano pedissequamente e vanificano il valore dell'Italia e del suo popolo. Comunemente detti Traditori della Patria. Non il contrario.
L'equazione che hai sentenziato ( cittadini cialtroni = governanti cialtroni) a mio modo di vedere è errata. Andrebbe invertita.
A un buon Padre educatore(Stato, Governo), seguirà un figlio( cittadino) diligente.
Secondo il mio modesto punto di vista, hai una visione "idealizzata" dello Stato.
Il mio parere è questo: Lo Stato e la società in generale, per come è stata concepita ( sino ad oggi), non MIRA a generare progresso, benessere, ordine, disciplina....e sopratutto felicità.
Nei confronti del popolo, opera in codesta maniera: destabilizzazione, vessazione, insicurezza, incertezza, frenesia. Sennò non potrebbe manovrarlo ( il popolo) a proprio piacimento.
Ergo, siamo dei soldatini che eseguiamo come degli automi ciò che lo Stato e la Società ci ordina; lo facciamo ( chi più chi meno), pur consapevoli che le loro imposizioni sono in maggioranza inique o illogiche. (Poi, è indubbio che ci sia anche chi ci marcia in tutto ciò. Il disonesto seriale )

In altre parole, lo Stato, a mio parere, dovrebbe avere la capacità di farsi stimare, NON di farsi odiare come ha sempre fatto. Come si suol dire, ad una azione corrisponde poi una reazione proporzionata: Se, oltre ad una burocrazia, di per sé, asfissiante, lo Stato impone una tassazione di un 50% o 70% , si genera una evasione "fisiologica" - lotta per la sopravvivenza( per chi non è benestante ovviamente); se intensifichi la caccia all'evasore con punizioni esemplari, il risultato sarà, tendenzialmente il seguente: chiusura dell'attività = un disoccupato in più per strada.
Per cui ,a mio modesto parere, una tassazione umana e ragionevole del 15-20%, potrebbe essere agevolmente pagata( per intero) da tutti e un salario dignitoso e proporzionato al carovita, scongiurerebbero tali fenomeni ( illegalità).
E, generando- a sua volta- la tanto sognata e osteggiata felicità dei cittadini. L'incubo più angosciante dello Stato: vedere il proprio popolo...FELICE! :mrgreen:



L'equazione che hai sentenziato ( cittadini cialtroni = governanti cialtroni) a mio modo di vedere è errata. Andrebbe invertita
La vuoi invertita?... Te la inverto...

governanti cialtroni = cittadini cialtroni

... è cambiato qualcosa...? Perdonami... mon c'è bisogno di chiamare Cartesio per notare la comicità della tua uscita... :mrgreen:


Ti dico io come la sta... Noi vogliamo sempre uno Stato efficiente e serio, ma non quando si tratta di buttarci giù all'istante il mezzanino, o il garage che abbiamo costruito abusivamente, magari nel greto del fiume: lì vogliamo il condono, perché eravamo costretti... Vogliamo una scuola meritocratica: salvo poi, quando ci scappa fuori un figlio mediocre e deficiente, pretendere che comunque ci arrivi fino all'ultimo grado degli studi, e che noi si riesca a piazzare in qualche ufficietto del ca$$o, in qualche ente pubblico del ca$$o in cui nessuno ha mai capito (l'ente) a che ci sta a fare. La scuola deve sempre essere seria e inflessibile, ma con i figli degli altri. Idem lo Stato, che deve fermare il dilagante malcostume, ma sempre quello praticato dagli altri...

Immagine


Aliena vitia in oculis habemus a tergo nostra sunt

(Proverbio Romano)
Connesso
Avatar utente
Valerio
Connesso: Sì
Messaggi: 6191
Iscritto il: 8 giu 2019, 20:31
Località: Messina
Ha Assegnato: 3700 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2845 Mi Piace

Re: La banda del dio Mammona

Messaggio da leggere da Valerio »

Michelangelo ha scritto: 18 apr 2020, 11:20
Valerio ha scritto: 18 apr 2020, 9:14 Non esistono reti chiuse, per definizione. Quindi non esistono reti sicure.

Se la Cina potrà inserirsi nelle nostre, altrettanto potrà fare l'America. Trump sta giocando una partita strana, pericolosa per tutti. È lui (ma anche Obama) che ha fatto di tutto per allontanare l'Europa dalla Russia, come ora fa con la Cina.

Nel frattempo impone sanzioni che danneggiano più gli alleati, come l'Italia, che i paesi ai quali sono dirette. La nostra Economia che si stava riprendendo con le esportazioni in Russia, ha subito una forte penalizzazione. Mi chiedo: sono ancora nostri alleati?

Dall'altra parte l'Europa, Francia in testa, ha sempre fatto di tutto per danneggiare i nostri affari, vedi Libia, gas russo, via della seta. Ad essa si è poi aggiunta anche la Germania, che non vuole la nostra ripresa, e questo è palese.

La Cina vuole fare affari. Noi pure. Ma perché i Bilderberg, che sappiamo ostili a noi, si intromettono nei nostri rapporti con la Cina? Temono la nostra concorrenza? Ma fino a ieri erano un tutt'uno con Wall Street, cosa sono oggi?

È un gioco molto strano, ma giocato su di un tavolo foderato con la nostra pelle.

Trump attacca diplomaticamente la Cina e minaccia noi per i nostri rapporti con essa, come ha già fatto con la Russia.

Il Governo non capisce niente e si muove eterodiretto. Alla fine noi resteremo isolati dal mondo e spiazzati. E come meravigliarsi con Di Maio a dirigere la Farnesina?

Che casino!
Saresti più favorevole all'apertura alla Cina? Non so, io credo che sarebbe il classico "dalla padella alla brace". Ho il forte sospetto che la Cina ci rigirerebbe come un calzino molto più degli USA, dietro la sua apparente "mitezza". Poi, ingenuamente, mi illudo che Trump stia davvero tentando( maldestramente) - tra una azione opportunistica e l'altra - di buttare giù il deep state! Chissà ( sognare non costa niente :grin: ).
A differenza dei cordiali, sorridenti ed eleganti Obama e la Clinton, che ci vanno a nozze col deep state.
Dovendo scegliere tra un alleato alternativo agli USA, io opterei per la Russia( se proprio è imprescindibile avere un TUTORE)
E' impossibile capirci qualcosa di geopolitica. Vediamo e sappiamo solo una piccola porzione sulle dinamiche e sui movimenti.
L'Italia... come sempre, ha davanti a sé sempre e solo vicoli ciechi.
Forse non ricordi quante ne ho dette sulla Cina che con quattro spiccioli si comprava l'Africa. Noi non abbiamo bisogno di tutori. Abbiamo bisogno di un governo vero.

Anch' io ho più propensione per la Russia, e non voglio andare "contro" gli USA. Ma nessuno mi deve condizionare nel fare affari con tutti. Chi lo fa non può essere alleato, ma cerca di essere solo un padrone che vuole fare dell'Italia una sua colonia.
Sovranità al Cittadino.
Non abbiamo un pianeta B
In onore dei pennuti heyokani: Non ereditiamo la terra dai nostri antenati, la prendiamo in prestito dai nostri figli.
Connesso
Avatar utente
Valerio
Connesso: Sì
Messaggi: 6191
Iscritto il: 8 giu 2019, 20:31
Località: Messina
Ha Assegnato: 3700 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2845 Mi Piace

Re: La banda del dio Mammona

Messaggio da leggere da Valerio »

Holubice ha scritto: 18 apr 2020, 13:39
Michelangelo ha scritto: 18 apr 2020, 13:20
Denigrare l'Italia e sottovalutarla pedissequamente, è una brutta abitudine. Come dicevo, gli altri popoli osannano la loro nazione, pur non avendo valido motivo( noi lo abbiamo il valido motivo: per la nostra Storia, per l'eccellenza produttiva, la Genialità e per la "Bellezza") e fanno sempre e solo i loro interessi. Il nostro atteggiamento verso la nostra nazione è invece umile e ipercritico.
Sono i nostri rappresentanti politici che sputtanano pedissequamente e vanificano il valore dell'Italia e del suo popolo. Comunemente detti Traditori della Patria. Non il contrario.
L'equazione che hai sentenziato ( cittadini cialtroni = governanti cialtroni) a mio modo di vedere è errata. Andrebbe invertita.
A un buon Padre educatore(Stato, Governo), seguirà un figlio( cittadino) diligente.
Secondo il mio modesto punto di vista, hai una visione "idealizzata" dello Stato.
Il mio parere è questo: Lo Stato e la società in generale, per come è stata concepita ( sino ad oggi), non MIRA a generare progresso, benessere, ordine, disciplina....e sopratutto felicità.
Nei confronti del popolo, opera in codesta maniera: destabilizzazione, vessazione, insicurezza, incertezza, frenesia. Sennò non potrebbe manovrarlo ( il popolo) a proprio piacimento.
Ergo, siamo dei soldatini che eseguiamo come degli automi ciò che lo Stato e la Società ci ordina; lo facciamo ( chi più chi meno), pur consapevoli che le loro imposizioni sono in maggioranza inique o illogiche. (Poi, è indubbio che ci sia anche chi ci marcia in tutto ciò. Il disonesto seriale )

In altre parole, lo Stato, a mio parere, dovrebbe avere la capacità di farsi stimare, NON di farsi odiare come ha sempre fatto. Come si suol dire, ad una azione corrisponde poi una reazione proporzionata: Se, oltre ad una burocrazia, di per sé, asfissiante, lo Stato impone una tassazione di un 50% o 70% , si genera una evasione "fisiologica" - lotta per la sopravvivenza( per chi non è benestante ovviamente); se intensifichi la caccia all'evasore con punizioni esemplari, il risultato sarà, tendenzialmente il seguente: chiusura dell'attività = un disoccupato in più per strada.
Per cui ,a mio modesto parere, una tassazione umana e ragionevole del 15-20%, potrebbe essere agevolmente pagata( per intero) da tutti e un salario dignitoso e proporzionato al carovita, scongiurerebbero tali fenomeni ( illegalità).
E, generando- a sua volta- la tanto sognata e osteggiata felicità dei cittadini. L'incubo più angosciante dello Stato: vedere il proprio popolo...FELICE! :mrgreen:



L'equazione che hai sentenziato ( cittadini cialtroni = governanti cialtroni) a mio modo di vedere è errata. Andrebbe invertita
La vuoi invertita?... Te la inverto...

governanti cialtroni = cittadini cialtroni

... è cambiato qualcosa...? Perdonami... mon c'è bisogno di chiamare Cartesio per notare la comicità della tua uscita... :mrgreen:


Ti dico io come la sta... Noi vogliamo sempre uno Stato efficiente e serio, ma non quando si tratta di buttarci giù all'istante il mezzanino, o il garage che abbiamo costruito abusivamente, magari nel greto del fiume: lì vogliamo il condono, perché eravamo costretti... Vogliamo una scuola meritocratica: salvo poi, quando ci scappa fuori un figlio mediocre e deficiente, pretendere che comunque ci arrivi fino all'ultimo grado degli studi, e che noi si riesca a piazzare in qualche ufficietto del ca$$o, in qualche ente pubblico del ca$$o in cui nessuno ha mai capito (l'ente) a che ci sta a fare. La scuola deve sempre essere seria e inflessibile, ma con i figli degli altri. Idem lo Stato, che deve fermare il dilagante malcostume, ma sempre quello praticato dagli altri...

Immagine


Aliena vitia in oculis habemus a tergo nostra sunt

(Proverbio Romano)
Io direi governanti cialtroni + PA inefficace + pubblica Istruzione allo sbando => cittadini cialtroni

Poi ci sono altri addendi minori che non cambiano il risultato.
Sovranità al Cittadino.
Non abbiamo un pianeta B
In onore dei pennuti heyokani: Non ereditiamo la terra dai nostri antenati, la prendiamo in prestito dai nostri figli.
Connesso
Avatar utente
Michelangelo
Connesso: Sì
Messaggi: 2263
Iscritto il: 23 giu 2019, 15:00
Ha Assegnato: 3457 Mi Piace
Ha Ricevuto: 1444 Mi Piace

Re: La banda del dio Mammona

Messaggio da leggere da Michelangelo »

Holubice ha scritto: 18 apr 2020, 13:39 [
L'equazione che hai sentenziato ( cittadini cialtroni = governanti cialtroni) a mio modo di vedere è errata. Andrebbe invertita
La vuoi invertita?... Te la inverto...

governanti cialtroni = cittadini cialtroni

... è cambiato qualcosa...? Perdonami... mon c'è bisogno di chiamare Cartesio per notare la comicità della tua uscita... :mrgreen:


Ti dico io come la sta... Noi vogliamo sempre uno Stato efficiente e serio, ma non quando si tratta di buttarci giù all'istante il mezzanino, o il garage che abbiamo costruito abusivamente, magari nel greto del fiume: lì vogliamo il condono, perché eravamo costretti... Vogliamo una scuola meritocratica: salvo poi, quando ci scappa fuori un figlio mediocre e deficiente, pretendere che comunque ci arrivi fino all'ultimo grado degli studi, e che noi si riesca a piazzare in qualche ufficietto del ca$$o, in qualche ente pubblico del ca$$o in cui nessuno ha mai capito (l'ente) a che ci sta a fare. La scuola deve sempre essere seria e inflessibile, ma con i figli degli altri. Idem lo Stato, che deve fermare il dilagante malcostume, ma sempre quello praticato dagli altri...

Immagine


Aliena vitia in oculis habemus a tergo nostra sunt

(Proverbio Romano)
La differenza è sostanziale...ma puoi tranquillamente seguitare a riderci sopra, con Cartesio sotto braccio! :mrgreen: E che problema c'è?
“Un popolo che dimentica i fasti del patriottismo è un popolo in decadenza. Il passato segna i doveri dell’avvenire.”
Francesco Crispi
Connesso
Avatar utente
Michelangelo
Connesso: Sì
Messaggi: 2263
Iscritto il: 23 giu 2019, 15:00
Ha Assegnato: 3457 Mi Piace
Ha Ricevuto: 1444 Mi Piace

Re: La banda del dio Mammona

Messaggio da leggere da Michelangelo »

Valerio ha scritto: 18 apr 2020, 14:02
Forse non ricordi quante ne ho dette sulla Cina che con quattro spiccioli si comprava l'Africa. Noi non abbiamo bisogno di tutori. Abbiamo bisogno di un governo vero.

Anch' io ho più propensione per la Russia, e non voglio andare "contro" gli USA. Ma nessuno mi deve condizionare nel fare affari con tutti. Chi lo fa non può essere alleato, ma cerca di essere solo un padrone che vuole fare dell'Italia una sua colonia.
Concordo Smiling
“Un popolo che dimentica i fasti del patriottismo è un popolo in decadenza. Il passato segna i doveri dell’avvenire.”
Francesco Crispi
Holubice
Connesso: No

Re: La banda del dio Mammona

Messaggio da leggere da Holubice »

Valerio ha scritto: 18 apr 2020, 14:02 Forse non ricordi quante ne ho dette sulla Cina che con quattro spiccioli si comprava l'Africa. Noi non abbiamo bisogno di tutori. Abbiamo bisogno di un governo vero.
Anch' io ho più propensione per la Russia, e non voglio andare "contro" gli USA. Ma nessuno mi deve condizionare nel fare affari con tutti. Chi lo fa non può essere alleato, ma cerca di essere solo un padrone che vuole fare dell'Italia una sua colonia.
I vari dittatori vendono, sì, alla Cina per 4 spiccioli. Ma lo fanno perché, fino a ieri erano stati costretti a vendere a noi per solo 2 spiccioli. Conduci delle ricerche più dettagliate di dove finiscano i diamanti del Congo, come l'uranio del Ciad, e quanto poco (o niente) rimanga alla popolazioni locali. All'Africa non dobbiamo dare. All'Africa dobbiamo smettere di togliere...

Detto questo, non c'è nulla di nuova sotto il Sole...

Diplomazia delle cannoniere

Immagine

"Per diplomazia delle cannoniere si intende un'attività di politica estera che implichi dimostrazioni di potenza militare implicando o sottintendendo una minaccia di guerra, se non si dovesse venire ad un accordo.[1]
Un esempio in tal senso è stata ritenuta la politica del grosso bastone di Theodore Roosevelt.[2]
L'espressione sarebbe nata nel colonialismo imperialista, in cui le potenze europee intimidirono altri stati nello stringere accordi commerciali o altri trattati mediante la dimostrazione della propria superiorità militare, generalmente inviando una nave militare o flotta di navi militari al largo del paese che si voleva obbligare a stringere un trattato. Un esempio famoso e controverso di diplomazia delle cannoniere fu il caso Don Pacifico nel 1850, in cui il segretario di Stato per gli affari esteri Lord Palmerston inviò uno squadrone della Royal Navy a imporre un blocco navale al Pireo, il porto di Atene, come rappresaglia ai danni subiti dal suddito britannico David Pacifico ad Atene e il fallimento del governo di re Otto di Grecia nel compensarli.
Portaerei classe Nimitz, le più potenti navi capitali correntemente in servizio
Quando gli Stati Uniti divennero una potenza militare nella prima decade del XX secolo, la versione Roosveltiana della diplomazia delle cannoniere, la politica del grosso bastone, venne parzialmente superata dalla diplomazia del dollaro: rimpiazzando il grosso bastone con la "carota succosa" degli investimenti privati statunitensi. Comunque, durante la sua presidenza, Woodrow Wilson ricorse alla convenzionale diplomazia delle cannoniere, per esempio durante l'occupazione statunitense di Veracruz durante la rivoluzione messicana nel 1914.
E-3 AWACS, aereo di sorveglianza spesso usato in forme moderne di diplomazia delle cannoniere
Dopo la guerra fredda la diplomazia delle cannoniere ha continuato a basarsi principalmente sull'uso di forze navali, grazie alla sopraffacente potenza militare della United States Navy. I governi statunitensi hanno frequentemente cambiato la posizione delle principali flotte per influenzare l'opinione in capitali straniere. "
(CONTINUA NEL LINK)


Riassumendo, l'uomo bianco ha una cattiva stampa presso i popoli neri ed asiatici. Ed è tutta meritata. Io non ho mai letto una riga sui libri di storia riguardo a questi fatti, né i giornali (che da sempre leggo copiosi) mi hanno mia descritto realmente come stessero le cose. Solo la lettura di saggi e autori contro corrente, o la visione di organi di stampa dei nostri 'nemici' che trasmettono in inglese, mi ha aperto gli occhi sulle nostre malefatte. Utilissimo, in questo, è la visione di Russia Today (RT), oppure di Al Jazira English.

Di quanto davvero libere e aperte siano le nostre democrazie ne abbiamo avuto prova con il divieto contro Russia Today e Al Jazeara, da parte del Governo USA, a trasmettere liberamente nei 1.000 (ripeto 1.000) canali via cavo. C'è posto per tutti, meno per quei due intrusi fastidiosi...


Mascherine ...


:?:
Avatar utente
nerorosso
Connesso: No
Messaggi: 5850
Iscritto il: 8 giu 2019, 17:34
Ha Assegnato: 3553 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2822 Mi Piace

Re: La banda del dio Mammona

Messaggio da leggere da nerorosso »

Holubice ha scritto: 18 apr 2020, 15:28
Valerio ha scritto: 18 apr 2020, 14:02 Forse non ricordi quante ne ho dette sulla Cina che con quattro spiccioli si comprava l'Africa. Noi non abbiamo bisogno di tutori. Abbiamo bisogno di un governo vero.
Anch' io ho più propensione per la Russia, e non voglio andare "contro" gli USA. Ma nessuno mi deve condizionare nel fare affari con tutti. Chi lo fa non può essere alleato, ma cerca di essere solo un padrone che vuole fare dell'Italia una sua colonia.
I vari dittatori vendono, sì, alla Cina per 4 spiccioli. Ma lo fanno perché, fino a ieri erano stati costretti a vendere a noi per solo 2 spiccioli. Conduci delle ricerche più dettagliate di dove finiscano i diamanti del Congo, come l'uranio del Ciad, e quanto poco (o niente) rimanga alla popolazioni locali. All'Africa non dobbiamo dare. All'Africa dobbiamo smettere di togliere...

Detto questo, non c'è nulla di nuova sotto il Sole...

Diplomazia delle cannoniere

Immagine

"Per diplomazia delle cannoniere si intende un'attività di politica estera che implichi dimostrazioni di potenza militare implicando o sottintendendo una minaccia di guerra, se non si dovesse venire ad un accordo.[1]
Un esempio in tal senso è stata ritenuta la politica del grosso bastone di Theodore Roosevelt.[2]
L'espressione sarebbe nata nel colonialismo imperialista, in cui le potenze europee intimidirono altri stati nello stringere accordi commerciali o altri trattati mediante la dimostrazione della propria superiorità militare, generalmente inviando una nave militare o flotta di navi militari al largo del paese che si voleva obbligare a stringere un trattato. Un esempio famoso e controverso di diplomazia delle cannoniere fu il caso Don Pacifico nel 1850, in cui il segretario di Stato per gli affari esteri Lord Palmerston inviò uno squadrone della Royal Navy a imporre un blocco navale al Pireo, il porto di Atene, come rappresaglia ai danni subiti dal suddito britannico David Pacifico ad Atene e il fallimento del governo di re Otto di Grecia nel compensarli.
Portaerei classe Nimitz, le più potenti navi capitali correntemente in servizio
Quando gli Stati Uniti divennero una potenza militare nella prima decade del XX secolo, la versione Roosveltiana della diplomazia delle cannoniere, la politica del grosso bastone, venne parzialmente superata dalla diplomazia del dollaro: rimpiazzando il grosso bastone con la "carota succosa" degli investimenti privati statunitensi. Comunque, durante la sua presidenza, Woodrow Wilson ricorse alla convenzionale diplomazia delle cannoniere, per esempio durante l'occupazione statunitense di Veracruz durante la rivoluzione messicana nel 1914.
E-3 AWACS, aereo di sorveglianza spesso usato in forme moderne di diplomazia delle cannoniere
Dopo la guerra fredda la diplomazia delle cannoniere ha continuato a basarsi principalmente sull'uso di forze navali, grazie alla sopraffacente potenza militare della United States Navy. I governi statunitensi hanno frequentemente cambiato la posizione delle principali flotte per influenzare l'opinione in capitali straniere. "
(CONTINUA NEL LINK)


Riassumendo, l'uomo bianco ha una cattiva stampa presso i popoli neri ed asiatici. Ed è tutta meritata. Io non ho mai letto una riga sui libri di storia riguardo a questi fatti, né i giornali (che da sempre leggo copiosi) mi hanno mia descritto realmente come stessero le cose. Solo la lettura di saggi e autori contro corrente, o la visione di organi di stampa dei nostri 'nemici' che trasmettono in inglese, mi ha aperto gli occhi sulle nostre malefatte. Utilissimo, in questo, è la visione di Russia Today (RT), oppure di Al Jazira English.

Di quanto davvero libere e aperte siano le nostre democrazie ne abbiamo avuto prova con il divieto contro Russia Today e Al Jazeara, da parte del Governo USA, a trasmettere liberamente nei 1.000 (ripeto 1.000) canali via cavo. C'è posto per tutti, meno per quei due intrusi fastidiosi...


Mascherine ...


:?:
Proprio questo è il punto. Quantomeno si dovrebbe compare a prezzi onesti e non imponendo "patti leonini".

Sul resto quoto.
SLAVA ROSSIJA!!! 🇷🇺
Connesso
Avatar utente
Valerio
Connesso: Sì
Messaggi: 6191
Iscritto il: 8 giu 2019, 20:31
Località: Messina
Ha Assegnato: 3700 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2845 Mi Piace

Re: La banda del dio Mammona

Messaggio da leggere da Valerio »

Holubice ha scritto: 18 apr 2020, 15:28 I vari dittatori vendono, sì, alla Cina per 4 spiccioli. Ma lo fanno perché, fino a ieri erano stati costretti a vendere a noi per solo 2 spiccioli. Conduci delle ricerche più dettagliate di dove finiscano i diamanti del Congo, come l'uranio del Ciad, e quanto poco (o niente) rimanga alla popolazioni locali. All'Africa non dobbiamo dare. All'Africa dobbiamo smettere di togliere...
Forse tu non lo sai, ma io ci sono nato in Africa. E ti assicuro che noi italiani non abbiamo tolto proprio niente, anzi!
Sovranità al Cittadino.
Non abbiamo un pianeta B
In onore dei pennuti heyokani: Non ereditiamo la terra dai nostri antenati, la prendiamo in prestito dai nostri figli.
Holubice
Connesso: No

Re: La banda del dio Mammona

Messaggio da leggere da Holubice »

Valerio ha scritto: 18 apr 2020, 16:08
Forse tu non lo sai, ma io ci sono nato in Africa. E ti assicuro che noi italiani non abbiamo tolto proprio niente, anzi!
Il buon Gheddafi, magari esagerando, sosteneva che le truppe italiane, per aver ragione della resistenza libica alla loro invasione, uccisero qualcosa come 1/4 della popolazione del Paese. E' un po' come se da noi ci invadessero i Cinesi e, per ridurci alla ragione, uccidessero 24 milioni di Italiani.

Non conosco in dettagli la questione libica, e dubito che dei siti scritti in italiano possano riportare l'esatta portata dei massacri. Ma quello che è stato fatto in Etiopia, oramai, è un fatto storico acclarato, ed ammesso dagli stessi generali italiani...

Crimini di guerra italiani

Immagine

"Per la conduzione della guerra coloniale in Etiopia, furono segretamente sbarcati in Eritrea 270 tonnellate di aggressivi chimici per l'impiego ravvicinato, 1 000 tonnellate di bombe caricate ad iprite per l'aeronautica e 60 000 granate caricate ad arsine per l'artiglieria.[33] La prima autorizzazione al loro uso fu espressa da Mussolini al generale Graziani, comandante sul fronte somalo-etiope, il 27 ottobre 1935: “come ultima ratio per sopraffare resistenza nemico o in caso di contrattacco”[34]. In tale occasione, peraltro, il loro uso non fu ritenuto necessario.

Il 28 novembre assunse il comando generale dell'offensiva in Etiopia il maresciallo Pietro Badoglio. Quest'ultimo, investito da una forte controffensiva etiopica, nella notte tra il 14 e il 15 dicembre, richiese espressamente a Roma l'autorizzazione ad utilizzare gli aggressivi chimici.[35] I documenti pubblicati dimostrano che Mussolini in persona autorizzò espressamente Badoglio all'uso dei gas tra il 28 dicembre 1935 e il 5 gennaio 1936 e tra il 19 gennaio e il 10 aprile.[34][36] Un'ulteriore autorizzazione fu successivamente data per la repressione dei ribelli. Il Maresciallo tuttavia, aveva già iniziato autonomamente l'uso delle armi chimiche sin dal 22 dicembre 1935 e non l'aveva interrotta nemmeno tra il 5 e il 19 gennaio 1936.[37] Tra le suddette date furono lanciati sul fronte nord duemila quintali di bombe, per una parte rilevante caricate a gas, tra cui l'iprite che provoca leucopenia.

Contravvenendo al Protocollo di Ginevra del 17 giugno 1925, sottoscritto anche dall'Italia per cui entrava in vigore il 3 aprile 1928,[38] all'aviazione italiana fu quindi ordinato di utilizzare su larga scala il gas, che, irrorato dagli aerei in volo a bassa quota, sia sui soldati che sui civili, venne usato con la precisa finalità di terrorizzare la popolazione abissina e piegarne ogni resistenza.[senza fonte] "
(CONTINUA NEL LINK)


Ci sono questi documenti storici che stroncano sul nascere qualsiasi revisionismo storico...



"...prenderemo il Negus, gliene farem veder..."

ImmagineImmagineImmagine
Avatar utente
nerorosso
Connesso: No
Messaggi: 5850
Iscritto il: 8 giu 2019, 17:34
Ha Assegnato: 3553 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2822 Mi Piace

Re: La banda del dio Mammona

Messaggio da leggere da nerorosso »

Aggiungo l'epilogo

https://youtu.be/JcEn6ee6Zsc

Mirabile la frase "la dittatura è un sistema per opprimere i popoli, la democrazia è un sistema per cui i popoli si opprimono da soli"…
😉
SLAVA ROSSIJA!!! 🇷🇺
Connesso
Avatar utente
Valerio
Connesso: Sì
Messaggi: 6191
Iscritto il: 8 giu 2019, 20:31
Località: Messina
Ha Assegnato: 3700 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2845 Mi Piace

Re: La banda del dio Mammona

Messaggio da leggere da Valerio »

Holubice , quelle immagini le conosco. Sono la risposta delle truppe coloniali italiane alle razzie ed al brigantaggio.

Quanto all'impiego dei gas, era un'arma usata già nella prima guerra mondiale, che le nostre truppe avevano già sperimentato come vittime.

Poi, naturalmente, le vittime esagerano. Pensa che mi ricordo ancora le nostre truppe di guarnigione. Ma io sono nato nel '52, ed ormai i nativi avevano capito che per quanto male in arnese, I nostri soldati non scherzavano nella repressione, peraltro legittima.

E noi italiani siamo ricordati per essere stati i più miti, figurati!

Naturalmente io sono contro questo Colonialismo di conquista, avendolo conosciuto. Ma l'Africa, oggi, ha bisogno di un neocolonialismo solidale, che promuova la crescita di quelle nazioni, invece di continuare lo sfruttamento come fanno i francesi o la vendita di armi.

PS. Mio nonno materno aveva solide relazioni sociali con i Ras, ottimi rapporti di rispettosa e reciproca amicizia, mai venuti meno. Se ne andò da Addis Abeba a causa degli inglesi, non certo degli etiopi.
Sovranità al Cittadino.
Non abbiamo un pianeta B
In onore dei pennuti heyokani: Non ereditiamo la terra dai nostri antenati, la prendiamo in prestito dai nostri figli.
Avatar utente
heyoka
Connesso: No
Messaggi: 8335
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
Ha Assegnato: 4372 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2701 Mi Piace

Re: La banda del dio Mammona

Messaggio da leggere da heyoka »

Volevo chiedere ad Hobulice se è vero che Montanelli in Africa si era comperato una tredicenne!
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Holubice
Connesso: No

Re: La banda del dio Mammona

Messaggio da leggere da Holubice »

Valerio ha scritto: 19 apr 2020, 14:52 ...
PS. Mio nonno materno aveva solide relazioni sociali con i Ras, ottimi rapporti di rispettosa e reciproca amicizia, mai venuti meno. Se ne andò da Addis Abeba a causa degli inglesi, non certo degli etiopi.

Un classico caso di scambio della fame con la sete...




Immagine
Holubice
Connesso: No

Re: La banda del dio Mammona

Messaggio da leggere da Holubice »

heyoka ha scritto: 20 apr 2020, 18:30 Volevo chiedere ad Hobulice se è vero che Montanelli in Africa si era comperato una tredicenne!

E' falso. Era ima quattordicenne...

Immagine


"Se dici sempre la Verità non avrai mai bisogno di ricordarti nulla"

(Confucio)





P.S.
Ti consiglio di comperare questo libero. Montanelli, come molti altri suoi colleghi, ha dato il meglio di sè, quando aveva intorno ai 90 anni, e sentiva molto vicina la 'terra pe' 'l cece'...

Immagine




Immagine
Avatar utente
heyoka
Connesso: No
Messaggi: 8335
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
Ha Assegnato: 4372 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2701 Mi Piace

Re: La banda del dio Mammona

Messaggio da leggere da heyoka »

Holubice ha scritto: 21 apr 2020, 2:10
heyoka ha scritto: 20 apr 2020, 18:30 Volevo chiedere ad Hobulice se è vero che Montanelli in Africa si era comperato una tredicenne!

E' falso. Era ima quattordicenne...

Immagine


"Se dici sempre la Verità non avrai mai bisogno di ricordarti nulla"

(Confucio)





P.S.
Ti consiglio di comperare questo libero. Montanelli, come molti altri suoi colleghi, ha dato il meglio di sè, quando aveva intorno ai 90 anni, e sentiva molto vicina la 'terra pe' 'l cece'...

Immagine




Immagine
Grazie.
Ti confesso che Montanelli è stato uno dei rari giornalisti che ho sempre seguito con simpatia e stima.
Ma il tuo post, conferma che il mio approccio SEMPRE DUBBIOSO sulle verità rivelate dai media, è un OTTIMO antivirus per non comportarmi da Trotone. E se qualcuno mi parla MALE di un mio nemico o avversario politico, per natura, non parto in QUARTA, come fai tu, nella sua condanna. ma cerco sempre di verificare se la notizia denigratoria ha fondamento.
Specie se l' intestatario della probabile calunnia. è persona NON in linea, con il potere costituito.
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Rispondi