Sapienza, scienza, intelletto.

Moderatori: heyoka, Ovidio

Avatar utente
Ovidio
Connesso: No
Messaggi: 3554
Iscritto il: 25 set 2020, 17:08
Ha Assegnato: 352 Mi Piace
Ha Ricevuto: 862 Mi Piace

Sapienza, scienza, intelletto.

Messaggio da leggere da Ovidio »

La scienza è uno strumento acquisito con la pratica che si deve applicare se si vogliono raggiungere determinati obbiettivi.

La scienza ha carattere universale. Non si atterra su Marte se non si segue la scienza.

La sapienza è uno strumento acquisito con la pratica che si applica là dove la scienza non dà indicazioni certe.

La sapienza ha carattere particolare. In politica c'è chi sostene la sinistra, chi la destra.

L'intelletto è uno strumento innato che ci accompagna sin dalla nascita e ci consente di acquisire scienza e spienza.

Chi ci dona l'intelletto? Può essere generato da materia inerte, priva del pensiero?

Non credo che la teoria evoluzionistica allo stato attuale possa darci risposte al riguardo, tanto più che un oggetto inerte non ha bisogno di intelletto per aumentare le sue capacità di sopravvivenza.

La vita sotto il profilo della pura sopravvivenza è un passo di molto in dietro rispetto alla materia inanimata. I corpi celesti sopravviveranno a tutti noi. Cosa abbiamo guadagnato rispetto a loro col pensiero? Forse solo amare, soffrire. Ma questo non ci da maggiore possibiltà di sopravvivenza, al contrario!
Tenere sempre a mente la „regola d‘oro“
Avatar utente
carletto3
Connesso: No
Messaggi: 8090
Iscritto il: 25 giu 2019, 2:20
Ha Assegnato: 436 Mi Piace
Ha Ricevuto: 3215 Mi Piace

Re: Sapienza, scienza, intelletto.

Messaggio da leggere da carletto3 »

Ovidio ha scritto: 19 feb 2021, 15:48 La scienza è uno strumento acquisito con la pratica che si deve applicare se si vogliono raggiungere determinati obbiettivi.

La scienza ha carattere universale. Non si atterra su Marte se non si segue la scienza.

La sapienza è uno strumento acquisito con la pratica che si applica là dove la scienza non dà indicazioni certe.

La sapienza ha carattere particolare. In politica c'è chi sostene la sinistra, chi la destra.

L'intelletto è uno strumento innato che ci accompagna sin dalla nascita e ci consente di acquisire scienza e spienza.

Chi ci dona l'intelletto? Può essere generato da materia inerte, priva del pensiero?

Non credo che la teoria evoluzionistica allo stato attuale possa darci risposte al riguardo, tanto più che un oggetto inerte non ha bisogno di intelletto per aumentare le sue capacità di sopravvivenza.

La vita sotto il profilo della pura sopravvivenza è un passo di molto in dietro rispetto alla materia inanimata. I corpi celesti sopravviveranno a tutti noi. Cosa abbiamo guadagnato rispetto a loro col pensiero? Forse solo amare, soffrire. Ma questo non ci da maggiore possibiltà di sopravvivenza, al contrario!
Non è ne' un passo indietro ne' un passo avanti (anche se sembrerebbe)
Cambia solo un parametro ,il tempo.....tutto muta,tutto si trasforma.(Legge di Lavoisier)..è solo questione di tempo che è determinato dalla velocita' o il contrario...dipende da come si osservano le cose.(Einstein)
Bye
La realta' è solo un'allucinazione dovuta a carenza di alcol (...un saggio)
"Gli è tutto sbagliato....gli è tutto da rifa'"
Holubice
Connesso: No

Re: Sapienza, scienza, intelletto.

Messaggio da leggere da Holubice »

Ovidio ha scritto: 19 feb 2021, 15:48 ...
Chi ci dona l'intelletto? Può essere generato da materia inerte, priva del pensiero?
Non credo che la teoria evoluzionistica allo stato attuale possa darci risposte al riguardo, tanto più che un oggetto inerte non ha bisogno di intelletto per aumentare le sue capacità di sopravvivenza.
La vita sotto il profilo della pura sopravvivenza è un passo di molto in dietro rispetto alla materia inanimata. I corpi celesti sopravviveranno a tutti noi. Cosa abbiamo guadagnato rispetto a loro col pensiero? Forse solo amare, soffrire. Ma questo non ci da maggiore possibiltà di sopravvivenza, al contrario!
Io penso che tu sia un ricercatore anomalo...



... ho letto tempo fa questo libro, in cui Piergiorgio Oddifreddi racconta i suoi incontri con una lunga lista di personalità scientifiche, molte delle quali vincitrici del Nobel. Quasi a tutti, il Nostro chiese la propria opinione circa la fede, e tutti si dichiarano atei, o quanto meno agnostici freddini. Solo uno di essi, anche esso un Nobel, gli confessò di essere molto credente, e di pregare non appena ne aveva il tempo: questa cosa lasciò l'autore di stucco, gli fece una sacco di domande di come vivesse, contemporaneamente, il suo ruolo di ricercatore dell'ignoto, e di uomo che accetta 'fondamentalmente' un essere che svela tutto, e da risposte a tutto, d'ufficio. Il capitolo dedicato a costui era tre volte più 'grasso' di tutti gli altri.

Tu come hai metabolizzato questa cosa...?


Immagine
Avatar utente
Ovidio
Connesso: No
Messaggi: 3554
Iscritto il: 25 set 2020, 17:08
Ha Assegnato: 352 Mi Piace
Ha Ricevuto: 862 Mi Piace

Re: Sapienza, scienza, intelletto.

Messaggio da leggere da Ovidio »

Holubice ha scritto: 19 feb 2021, 19:25
Ovidio ha scritto: 19 feb 2021, 15:48 ...
Chi ci dona l'intelletto? Può essere generato da materia inerte, priva del pensiero?
Non credo che la teoria evoluzionistica allo stato attuale possa darci risposte al riguardo, tanto più che un oggetto inerte non ha bisogno di intelletto per aumentare le sue capacità di sopravvivenza.
La vita sotto il profilo della pura sopravvivenza è un passo di molto in dietro rispetto alla materia inanimata. I corpi celesti sopravviveranno a tutti noi. Cosa abbiamo guadagnato rispetto a loro col pensiero? Forse solo amare, soffrire. Ma questo non ci da maggiore possibiltà di sopravvivenza, al contrario!
Io penso che tu sia un ricercatore anomalo...



... ho letto tempo fa questo libro, in cui Piergiorgio Oddifreddi racconta i suoi incontri con una lunga lista di personalità scientifiche, molte delle quali vincitrici del Nobel. Quasi a tutti, il Nostro chiese la propria opinione circa la fede, e tutti si dichiarano atei, o quanto meno agnostici freddini. Solo uno di essi, anche esso un Nobel, gli confessò di essere molto credente, e di pregare non appena ne aveva il tempo: questa cosa lasciò l'autore di stucco, gli fece una sacco di domande di come vivesse, contemporaneamente, il suo ruolo di ricercatore dell'ignoto, e di uomo che accetta 'fondamentalmente' un essere che svela tutto, e da risposte a tutto, d'ufficio. Il capitolo dedicato a costui era tre volte più 'grasso' di tutti gli altri.

Tu come hai metabolizzato questa cosa...?


Immagine
Mi pare di averlo già detto, per tre motivi
1- ogni effetto ha una causa, e il caso non può essere la causa dell'universo.
2- siamo limitati, e lo saremo sempre! Ma ci deve essere qualcosa oltre il nostro limite.
3- percepisco il divino che è in me. Quella voce che mi dice cosa è giusto, cosa no.

1- nessuno scienziato potrà mai rispondere al perchè le leggi fisiche
2- nesuno scienziato potrà mai dire cosa c'è nei buchi neri, cos'è il vuoto, cosa c'è al di la del confine dell'universo
3- le mie pecezioni non sono condivisibili, perchè ... mie! Ma la maggior parte dell'umnità passata e presente le condivide al punto da sotterrare i morti, erigere chiese, pregare.
Tenere sempre a mente la „regola d‘oro“
Holubice
Connesso: No

Re: Sapienza, scienza, intelletto.

Messaggio da leggere da Holubice »

Ovidio ha scritto: 19 feb 2021, 19:58
Mi pare di averlo già detto, per tre motivi
1- ogni effetto ha una causa, e il caso non può essere la causa dell'universo.
2- siamo limitati, e lo saremo sempre! Ma ci deve essere qualcosa oltre il nostro limite.
3- percepisco il divino che è in me. Quella voce che mi dice cosa è giusto, cosa no.

1- nessuno scienziato potrà mai rispondere al perchè le leggi fisiche
2- nesuno scienziato potrà mai dire cosa c'è nei buchi neri, cos'è il vuoto, cosa c'è al di la del confine dell'universo
3- le mie pecezioni non sono condivisibili, perchè ... mie! Ma la maggior parte dell'umnità passata e presente le condivide al punto da sotterrare i morti, erigere chiese, pregare.
Io stavo facendo (come al solito) l'avvocato del diavolo...



Tu sai che con me, su queste cose, sfondi una porta aperta. Anche io ho sempre pensato che la famosa teoria del Bing Beng, ovvero il famoso chicco d'uva che, un attimo prima dell'esplosione di tutta la materia dell'Universo, conteneva tutto concentrato dentro a se stesso sia solo uno spostare il problema: ed prima che esplodesse, dove ca$$o stava sto' chicco...?

Immagine
Holubice
Connesso: No

Re: Sapienza, scienza, intelletto.

Messaggio da leggere da Holubice »

Il perché non lo so...





Immagine
Connesso
Avatar utente
heyoka
Connesso: Sì
Messaggi: 7837
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
Ha Assegnato: 4086 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2475 Mi Piace

Re: Sapienza, scienza, intelletto.

Messaggio da leggere da heyoka »

Anche io ho sempre pensato che la famosa teoria del Bing Beng, ovvero il famoso chicco d'uva che, un attimo prima dell'esplosione di tutta la materia dell'Universo, conteneva tutto concentrato dentro a se stesso sia solo uno spostare il problema: ed prima che esplodesse, dove ca$$o stava sto' chicco...?
Magari è tutto un alternarsi di implodere fino a diventare un chicco d' uva e poi esplodere fino ai CONFINI del tutto.
Pensa a quanto tempo ha per PENSARE per trovare un qualche gioco per divertirsi un pò.
Al confronto i giochi sofisticati che noi uomini ci siamo inventati sono niente al confronto del MACRO gioco che il GRANDE PENSIERO è riuscito a creare in Miliardi di anni noiosi del suo esplodere ed implodere nell' Universo.
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Connesso
Avatar utente
heyoka
Connesso: Sì
Messaggi: 7837
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
Ha Assegnato: 4086 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2475 Mi Piace

Re: Sapienza, scienza, intelletto.

Messaggio da leggere da heyoka »

Da aggiungere che anche NOI umani, nel nostro Micro, siamo stati concentrati all' interno di un spermatozoo, siamo, pian piano esplosi fino a pesare 70/80 kg. Per poi alla fine ritornare ad essere un pugno di polvere.
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Connesso
Avatar utente
heyoka
Connesso: Sì
Messaggi: 7837
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
Ha Assegnato: 4086 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2475 Mi Piace

Re: Sapienza, scienza, intelletto.

Messaggio da leggere da heyoka »

heyoka ha scritto: 20 feb 2021, 9:00 Da aggiungere che anche NOI umani, nel nostro Micro, siamo stati concentrati all' interno di un spermatozoo, siamo, pian piano esplosi fino a pesare 70/80 kg. Per poi alla fine ritornare ad essere un pugno di polvere.
Cacchio questo mio PENSIERO me lo ero dimenticato.
A volte mi stupisco, per come mi passano per la testa, certi PENSIERI.
Spero non siano dovuti al caso o al caos.

PS. Chiedo ad Alfa, se non sia il caso di recuperare l' amico Holubice.
Ovidio è sparito di suo, Holubice me li avete bannato, Shamash non ho ancora capito perché se ne stia fuori, Carletto non si fa più vedere da queste parti ed io son rimasto quasi solo a PENSARE.
Non vorrei che la testa mi scoppiasse come un Bing bang.
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Avatar utente
Ovidio
Connesso: No
Messaggi: 3554
Iscritto il: 25 set 2020, 17:08
Ha Assegnato: 352 Mi Piace
Ha Ricevuto: 862 Mi Piace

Re: Sapienza, scienza, intelletto.

Messaggio da leggere da Ovidio »

heyoka ha scritto: 18 dic 2021, 7:40
heyoka ha scritto: 20 feb 2021, 9:00 Da aggiungere che anche NOI umani, nel nostro Micro, siamo stati concentrati all' interno di un spermatozoo, siamo, pian piano esplosi fino a pesare 70/80 kg. Per poi alla fine ritornare ad essere un pugno di polvere.
Cacchio questo mio PENSIERO me lo ero dimenticato.
A volte mi stupisco, per come mi passano per la testa, certi PENSIERI.
Spero non siano dovuti al caso o al caos.

PS. Chiedo ad Alfa, se non sia il caso di recuperare l' amico Holubice.
Ovidio è sparito di suo, Holubice me li avete bannato, Shamash non ho ancora capito perché se ne stia fuori, Carletto non si fa più vedere da queste parti ed io son rimasto quasi solo a PENSARE.
Non vorrei che la testa mi scoppiasse come un Bing bang.
Ciao heyoka. La risposta te la dai tu stesso alla base di ogni tuo post: "la vita è come un ponte, ... ecc."

Se è come un ponte, serve per transitare. Si sa da dove, ma non si sa a dove.

È inutile costruirvici sopra qualcosa da ritenere duraturo, ma avere la consapevolezza che tutto è effimero..

Comunque è un bellissimo pensiero che terrò sempre presente.
Tenere sempre a mente la „regola d‘oro“
Connesso
Avatar utente
heyoka
Connesso: Sì
Messaggi: 7837
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
Ha Assegnato: 4086 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2475 Mi Piace

Re: Sapienza, scienza, intelletto.

Messaggio da leggere da heyoka »

Holubice ha scritto: 19 feb 2021, 19:25
Ovidio ha scritto: 19 feb 2021, 15:48 ...
Chi ci dona l'intelletto? Può essere generato da materia inerte, priva del pensiero?
Non credo che la teoria evoluzionistica allo stato attuale possa darci risposte al riguardo, tanto più che un oggetto inerte non ha bisogno di intelletto per aumentare le sue capacità di sopravvivenza.
La vita sotto il profilo della pura sopravvivenza è un passo di molto in dietro rispetto alla materia inanimata. I corpi celesti sopravviveranno a tutti noi. Cosa abbiamo guadagnato rispetto a loro col pensiero? Forse solo amare, soffrire. Ma questo non ci da maggiore possibiltà di sopravvivenza, al contrario!
Io penso che tu sia un ricercatore anomalo...



... ho letto tempo fa questo libro, in cui Piergiorgio Oddifreddi racconta i suoi incontri con una lunga lista di personalità scientifiche, molte delle quali vincitrici del Nobel. Quasi a tutti, il Nostro chiese la propria opinione circa la fede, e tutti si dichiarano atei, o quanto meno agnostici freddini. Solo uno di essi, anche esso un Nobel, gli confessò di essere molto credente, e di pregare non appena ne aveva il tempo: questa cosa lasciò l'autore di stucco, gli fece una sacco di domande di come vivesse, contemporaneamente, il suo ruolo di ricercatore dell'ignoto, e di uomo che accetta 'fondamentalmente' un essere che svela tutto, e da risposte a tutto, d'ufficio. Il capitolo dedicato a costui era tre volte più 'grasso' di tutti gli altri.

Tu come hai metabolizzato questa cosa...?


Immagine
Io credo che l' OTTIMO Holubice, bannato purtroppo da Alfa, di nascosto stia ancora aspettando la tua risposta, caro Ovidio.
Risposta che interessa molto anche a me.
Nel frattempo spero che anche Alfa e i suoi moderatori, facciano un atto di perdono nei confronti di Holubice e gli chiedano IN GINOCCHO di rientrare nel forum.
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Avatar utente
Ovidio
Connesso: No
Messaggi: 3554
Iscritto il: 25 set 2020, 17:08
Ha Assegnato: 352 Mi Piace
Ha Ricevuto: 862 Mi Piace

Re: Sapienza, scienza, intelletto.

Messaggio da leggere da Ovidio »

heyoka ha scritto: 20 dic 2021, 9:41
Holubice ha scritto: 19 feb 2021, 19:25

Io penso che tu sia un ricercatore anomalo...



... ho letto tempo fa questo libro, in cui Piergiorgio Oddifreddi racconta i suoi incontri con una lunga lista di personalità scientifiche, molte delle quali vincitrici del Nobel. Quasi a tutti, il Nostro chiese la propria opinione circa la fede, e tutti si dichiarano atei, o quanto meno agnostici freddini. Solo uno di essi, anche esso un Nobel, gli confessò di essere molto credente, e di pregare non appena ne aveva il tempo: questa cosa lasciò l'autore di stucco, gli fece una sacco di domande di come vivesse, contemporaneamente, il suo ruolo di ricercatore dell'ignoto, e di uomo che accetta 'fondamentalmente' un essere che svela tutto, e da risposte a tutto, d'ufficio. Il capitolo dedicato a costui era tre volte più 'grasso' di tutti gli altri.

Tu come hai metabolizzato questa cosa...?


Immagine
Io credo che l' OTTIMO Holubice, bannato purtroppo da Alfa, di nascosto stia ancora aspettando la tua risposta, caro Ovidio.
Risposta che interessa molto anche a me.
Nel frattempo spero che anche Alfa e i suoi moderatori, facciano un atto di perdono nei confronti di Holubice e gli chiedano IN GINOCCHO di rientrare nel forum.
I premi nobel sono persone che pongono la razionalità alla base di ogni loro opinione.

Ma in campo religioso non è la razioniolità che deve guidarci, ma la nostra intima voce che ci dice sempre cosa è giusto e cosa è sbagliato.

Dal punto di vista puramente razionale, per la pace nel mondo ci si sarebbe dovuti augurare la vittoria dei tedeschi nella seconda guerra mondiale.
Tenere sempre a mente la „regola d‘oro“
Rispondi