La farsa del 2 giugno

Forum di discussione sulla politica italiana, i partiti e le istituzioni.
Connesso
Avatar utente
CaneSciolto
Connesso: Sì
Messaggi: 2630
Iscritto il: 9 giu 2019, 9:13
Località: Roma
Ha Assegnato: 286 Mi Piace
Ha Ricevuto: 1531 Mi Piace

La farsa del 2 giugno

Messaggio da leggere da CaneSciolto »

La farsa della 2 giugno...
Il nuovo dictador e la sua ciurmaglia, dopo averci privato delle libertà inviolabili, costituzionalmente garantite, traghettandoci rapidamente verso una condizione generale di povertà, si macchia di un' ulteriore onta: l' addio alla parata del 2 giugno, motivata dal covid 19.
Siamo al cospetto del Governo più antimilitarista della storia d' Italia; la sua filosofia è che le forze armate altro non sono che un' anticaglia fascista che perpetra la violenza di Stato e per tale motivo devono essere soppiantate , con prudenza ma regolarità, ampliando l' organico e le mansioni della Protezione civile. La visione di Giuseppi e compagni è tipica degli eunuchi e dei " perdenti totali" , per dirla alla Donald Trump .
È perspicuo che ancor una volta il virus è l' alibi per questi criminali per dare corpo alla proprie scellerate scelte politiche.
Nella giornata in cui è ridicolo e patetico festeggiare la Repubblica, dal momento che siamo oppressi dalla peggiore dittatura che la nostra storia ricorderà, mentre Sergio Mattarella si sforza solo ora di rendere omaggio alle vittime di Codogno, gli italiani farebbero bene a onorare la memoria di Umberto II, per il suo grande patriottismo .
Egli, difatti, dopo una notte agitata trascorsa al
Quirinale, non presto' attenzione ai consigli di coloro che sollevarono i fondati sospetti di brogli, e la questione del non voto dei prigionieri di guerra, piuttosto si adoperò per sciogliere i militari dal giuramento di fedeltà e imboccò la strada dell'aeroporto di Ciampino e dell'esilio a vita. Ebbe così il grande merito di essere riuscito ad evitare agli italiani una guerra civile ben più sanguinosa di quella non ancora del tutto conclusasi, con Togliatti e Nenni che non aspettavano altro. Di seguito Il referendum istitutivo della Repubblica che nacque da un decreto in cui è apposta la sua firma.
A voi le valutazioni circa una data che ha rappresentato un vero e proprio spartiacque per la storia del nostro Paese...
Avatar utente
Alfa
Connesso: No
Messaggi: 6117
Iscritto il: 8 giu 2019, 16:35
Località: Toscana
Ha Assegnato: 1210 Mi Piace
Ha Ricevuto: 3959 Mi Piace
Contatta:

Re: La farsa del 2 giugno

Messaggio da leggere da Alfa »

CaneSciolto ha scritto: 2 giu 2020, 14:58 La farsa della 2 giugno...
Il nuovo dictador e la sua ciurmaglia, dopo averci privato delle libertà inviolabili, costituzionalmente garantite, traghettandoci rapidamente verso una condizione generale di povertà, si macchia di un' ulteriore onta: l' addio alla parata del 2 giugno, motivata dal covid 19.
Siamo al cospetto del Governo più antimilitarista della storia d' Italia; la sua filosofia è che le forze armate altro non sono che un' anticaglia fascista che perpetra la violenza di Stato e per tale motivo devono essere soppiantate , con prudenza ma regolarità, ampliando l' organico e le mansioni della Protezione civile. La visione di Giuseppi e compagni è tipica degli eunuchi e dei " perdenti totali" , per dirla alla Donald Trump .
È perspicuo che ancor una volta il virus è l' alibi per questi criminali per dare corpo alla proprie scellerate scelte politiche.
Nella giornata in cui è ridicolo e patetico festeggiare la Repubblica, dal momento che siamo oppressi dalla peggiore dittatura che la nostra storia ricorderà, mentre Sergio Mattarella si sforza solo ora di rendere omaggio alle vittime di Codogno, gli italiani farebbero bene a onorare la memoria di Umberto II, per il suo grande patriottismo .
Egli, difatti, dopo una notte agitata trascorsa al
Quirinale, non presto' attenzione ai consigli di coloro che sollevarono i fondati sospetti di brogli, e la questione del non voto dei prigionieri di guerra, piuttosto si adoperò per sciogliere i militari dal giuramento di fedeltà e imboccò la strada dell'aeroporto di Ciampino e dell'esilio a vita. Ebbe così il grande merito di essere riuscito ad evitare agli italiani una guerra civile ben più sanguinosa di quella non ancora del tutto conclusasi, con Togliatti e Nenni che non aspettavano altro. Di seguito Il referendum istitutivo della Repubblica che nacque da un decreto in cui è apposta la sua firma.
A voi le valutazioni circa una data che ha rappresentato un vero e proprio spartiacque per la storia del nostro Paese...
LADRI E IMBROGLIONI (come sempre) CHE FESTEGGIANO.
Non voglio difendere la monerchia, per carità, ma questi signori dovrebbero ricordare anche i brogli sul referendum che ci sono stati come storia racconta.
Ci sono state valanghe di denunce per i trucchi usati dai repubblicani.
https://m.ilgiornale.it/news/cronache/s ... 41751.html
Rosanna
Connesso: No

Re: La farsa del 2 giugno

Messaggio da leggere da Rosanna »

CaneSciolto ha scritto: 2 giu 2020, 14:58 La farsa della 2 giugno...
Il nuovo dictador e la sua ciurmaglia, dopo averci privato delle libertà inviolabili, costituzionalmente garantite, traghettandoci rapidamente verso una condizione generale di povertà, si macchia di un' ulteriore onta: l' addio alla parata del 2 giugno, motivata dal covid 19.
Siamo al cospetto del Governo più antimilitarista della storia d' Italia; la sua filosofia è che le forze armate altro non sono che un' anticaglia fascista che perpetra la violenza di Stato e per tale motivo devono essere soppiantate , con prudenza ma regolarità, ampliando l' organico e le mansioni della Protezione civile. La visione di Giuseppi e compagni è tipica degli eunuchi e dei " perdenti totali" , per dirla alla Donald Trump .
È perspicuo che ancor una volta il virus è l' alibi per questi criminali per dare corpo alla proprie scellerate scelte politiche.
Nella giornata in cui è ridicolo e patetico festeggiare la Repubblica, dal momento che siamo oppressi dalla peggiore dittatura che la nostra storia ricorderà, mentre Sergio Mattarella si sforza solo ora di rendere omaggio alle vittime di Codogno, gli italiani farebbero bene a onorare la memoria di Umberto II, per il suo grande patriottismo .
Egli, difatti, dopo una notte agitata trascorsa al
Quirinale, non presto' attenzione ai consigli di coloro che sollevarono i fondati sospetti di brogli, e la questione del non voto dei prigionieri di guerra, piuttosto si adoperò per sciogliere i militari dal giuramento di fedeltà e imboccò la strada dell'aeroporto di Ciampino e dell'esilio a vita. Ebbe così il grande merito di essere riuscito ad evitare agli italiani una guerra civile ben più sanguinosa di quella non ancora del tutto conclusasi, con Togliatti e Nenni che non aspettavano altro. Di seguito Il referendum istitutivo della Repubblica che nacque da un decreto in cui è apposta la sua firma.
A voi le valutazioni circa una data che ha rappresentato un vero e proprio spartiacque per la storia del nostro Paese...
Ma non ha provato un minimo di vergogna il sig Mattarella?
Avatar utente
preem palver
Connesso: No
Messaggi: 14
Iscritto il: 12 mag 2020, 12:25
Ha Ricevuto: 8 Mi Piace

Re: La farsa del 2 giugno

Messaggio da leggere da preem palver »

veramente i brogli sono un'ipotesi avanzata da alcuni monarchici, ma mai dimostrata. anzi.
ciascuno di noi è libero di appoggiare o opporsi al governo in carica, ma la repubblica dovrebbe unire tutti gli italiani. spiace che non sia così.
Ci sono imbecilli superficiali e imbecilli profondi.
Connesso
Avatar utente
nerorosso
Connesso: Sì
Messaggi: 5849
Iscritto il: 8 giu 2019, 17:34
Ha Assegnato: 3545 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2822 Mi Piace

Re: La farsa del 2 giugno

Messaggio da leggere da nerorosso »

preem palver ha scritto: 2 giu 2020, 23:08 veramente i brogli sono un'ipotesi avanzata da alcuni monarchici, ma mai dimostrata. anzi.
ciascuno di noi è libero di appoggiare o opporsi al governo in carica, ma la repubblica dovrebbe unire tutti gli italiani. spiace che non sia così.
La "nobiltà" è un'anticaglia, una vestigia del passato che non ha più ragione di essere.

La forma costitutiva delle odierne nazioni non può che essere repubblicana.
In qualunque forma si declini la "repubblica"…
SLAVA ROSSIJA!!! 🇷🇺
Connesso
Avatar utente
Valerio
Connesso: Sì
Messaggi: 6141
Iscritto il: 8 giu 2019, 20:31
Località: Messina
Ha Assegnato: 3664 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2822 Mi Piace

Re: La farsa del 2 giugno

Messaggio da leggere da Valerio »

nerorosso ha scritto: 3 giu 2020, 0:06
preem palver ha scritto: 2 giu 2020, 23:08 veramente i brogli sono un'ipotesi avanzata da alcuni monarchici, ma mai dimostrata. anzi.
ciascuno di noi è libero di appoggiare o opporsi al governo in carica, ma la repubblica dovrebbe unire tutti gli italiani. spiace che non sia così.
La "nobiltà" è un'anticaglia, una vestigia del passato che non ha più ragione di essere.

La forma costitutiva delle odierne nazioni non può che essere repubblicana.
In qualunque forma si declini la "repubblica"…
Errorissimo!!!

La nobiltà feudale è tutt'ora in atto, e si chiama Casta. La differenza è che non si sottomette più ad un unico signore feudale, neppure occulto, come potrebbe sembrare, ma agisce fuori da ogni regola o schema democratico, per trarre profitti e mantenere le sue prerogative di Casta.

Signori delle finanze, della politica, della magistratura, della pubblica amministrazione e, last but not least, dell'enorme business della Droga.

Ed in questo scenario i cittadini, anche quelli più evoluti, come professionisti, imprenditori ed artigiani, avendo demolito ogni classe intermedia, scivolano tutti verso la servitù della gleba. Termine che raccoglie tutti quelli che non in grado di affermare i propri diritti o di espatriare, devono accettare l'umiliazione di obbedire a tutte le disposizioni della Casta e vivere con le briciole che questa elargisce loro.
Sovranità al Cittadino.
Non abbiamo un pianeta B
In onore dei pennuti heyokani: Non ereditiamo la terra dai nostri antenati, la prendiamo in prestito dai nostri figli.
Connesso
Avatar utente
nerorosso
Connesso: Sì
Messaggi: 5849
Iscritto il: 8 giu 2019, 17:34
Ha Assegnato: 3545 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2822 Mi Piace

Re: La farsa del 2 giugno

Messaggio da leggere da nerorosso »

Valerio ha scritto: 3 giu 2020, 7:54
nerorosso ha scritto: 3 giu 2020, 0:06
preem palver ha scritto: 2 giu 2020, 23:08 veramente i brogli sono un'ipotesi avanzata da alcuni monarchici, ma mai dimostrata. anzi.
ciascuno di noi è libero di appoggiare o opporsi al governo in carica, ma la repubblica dovrebbe unire tutti gli italiani. spiace che non sia così.
La "nobiltà" è un'anticaglia, una vestigia del passato che non ha più ragione di essere.

La forma costitutiva delle odierne nazioni non può che essere repubblicana.
In qualunque forma si declini la "repubblica"…
Errorissimo!!!

La nobiltà feudale è tutt'ora in atto, e si chiama Casta. La differenza è che non si sottomette più ad un unico signore feudale, neppure occulto, come potrebbe sembrare, ma agisce fuori da ogni regola o schema democratico, per trarre profitti e mantenere le sue prerogative di Casta.

Signori delle finanze, della politica, della magistratura, della pubblica amministrazione e, last but not least, dell'enorme business della Droga.

Ed in questo scenario i cittadini, anche quelli più evoluti, come professionisti, imprenditori ed artigiani, avendo demolito ogni classe intermedia, scivolano tutti verso la servitù della gleba. Termine che raccoglie tutti quelli che non in grado di affermare i propri diritti o di espatriare, devono accettare l'umiliazione di obbedire a tutte le disposizioni della Casta e vivere con le briciole che questa elargisce loro.
In questo senso è sicuramente vero quanto dici.
Quindi converrai con me che l'unica soluzione è il comunismo che azzera tutta questa gente, o almeno il socialismo che attenua di molto certe differenze… ;)
SLAVA ROSSIJA!!! 🇷🇺
Connesso
Avatar utente
Valerio
Connesso: Sì
Messaggi: 6141
Iscritto il: 8 giu 2019, 20:31
Località: Messina
Ha Assegnato: 3664 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2822 Mi Piace

Re: La farsa del 2 giugno

Messaggio da leggere da Valerio »

nerorosso ha scritto: 3 giu 2020, 18:53
Valerio ha scritto: 3 giu 2020, 7:54
nerorosso ha scritto: 3 giu 2020, 0:06
preem palver ha scritto: 2 giu 2020, 23:08 veramente i brogli sono un'ipotesi avanzata da alcuni monarchici, ma mai dimostrata. anzi.
ciascuno di noi è libero di appoggiare o opporsi al governo in carica, ma la repubblica dovrebbe unire tutti gli italiani. spiace che non sia così.
La "nobiltà" è un'anticaglia, una vestigia del passato che non ha più ragione di essere.

La forma costitutiva delle odierne nazioni non può che essere repubblicana.
In qualunque forma si declini la "repubblica"…
Errorissimo!!!

La nobiltà feudale è tutt'ora in atto, e si chiama Casta. La differenza è che non si sottomette più ad un unico signore feudale, neppure occulto, come potrebbe sembrare, ma agisce fuori da ogni regola o schema democratico, per trarre profitti e mantenere le sue prerogative di Casta.

Signori delle finanze, della politica, della magistratura, della pubblica amministrazione e, last but not least, dell'enorme business della Droga.

Ed in questo scenario i cittadini, anche quelli più evoluti, come professionisti, imprenditori ed artigiani, avendo demolito ogni classe intermedia, scivolano tutti verso la servitù della gleba. Termine che raccoglie tutti quelli che non in grado di affermare i propri diritti o di espatriare, devono accettare l'umiliazione di obbedire a tutte le disposizioni della Casta e vivere con le briciole che questa elargisce loro.
In questo senso è sicuramente vero quanto dici.
Quindi converrai con me che l'unica soluzione è il comunismo che azzera tutta questa gente, o almeno il socialismo che attenua di molto certe differenze… ;)
Il comunismo certamente no, ma un socialismo etico, quello della Destra Sociale, a due livelli, uno protetto fino a mettiamo 50.000 euro ed uno libero per chi supera.

Il guaio del comunismo è proprio quello di ammazzare lo spirito imprenditoriale, con la sua "invidia istituzionale" che non permette ai migliori di realizzare lauti profitti con lo sfruttamento delle capacità imprenditoriali del privato, piuttosto che i finanziamenti dello Stato.

Ma bisognerebbe fare arretrare moltissimo lo Stato, con la sua invadenza burosaurica.
Sovranità al Cittadino.
Non abbiamo un pianeta B
In onore dei pennuti heyokani: Non ereditiamo la terra dai nostri antenati, la prendiamo in prestito dai nostri figli.
Avatar utente
Gasiot2
Connesso: No
Messaggi: 697
Iscritto il: 8 giu 2019, 22:01
Ha Assegnato: 219 Mi Piace
Ha Ricevuto: 222 Mi Piace

Re: La farsa del 2 giugno

Messaggio da leggere da Gasiot2 »

nerorosso ha scritto: 3 giu 2020, 18:53
Valerio ha scritto: 3 giu 2020, 7:54
nerorosso ha scritto: 3 giu 2020, 0:06
preem palver ha scritto: 2 giu 2020, 23:08 veramente i brogli sono un'ipotesi avanzata da alcuni monarchici, ma mai dimostrata. anzi.
ciascuno di noi è libero di appoggiare o opporsi al governo in carica, ma la repubblica dovrebbe unire tutti gli italiani. spiace che non sia così.
La "nobiltà" è un'anticaglia, una vestigia del passato che non ha più ragione di essere.

La forma costitutiva delle odierne nazioni non può che essere repubblicana.
In qualunque forma si declini la "repubblica"…
Errorissimo!!!

La nobiltà feudale è tutt'ora in atto, e si chiama Casta. La differenza è che non si sottomette più ad un unico signore feudale, neppure occulto, come potrebbe sembrare, ma agisce fuori da ogni regola o schema democratico, per trarre profitti e mantenere le sue prerogative di Casta.

Signori delle finanze, della politica, della magistratura, della pubblica amministrazione e, last but not least, dell'enorme business della Droga.

Ed in questo scenario i cittadini, anche quelli più evoluti, come professionisti, imprenditori ed artigiani, avendo demolito ogni classe intermedia, scivolano tutti verso la servitù della gleba. Termine che raccoglie tutti quelli che non in grado di affermare i propri diritti o di espatriare, devono accettare l'umiliazione di obbedire a tutte le disposizioni della Casta e vivere con le briciole che questa elargisce loro.
In questo senso è sicuramente vero quanto dici.
Quindi converrai con me che l'unica soluzione è il comunismo che azzera tutta questa gente, o almeno il socialismo che attenua di molto certe differenze… ;)
In teoria ...si
Ma in pratica , da quelle parti li ... La casta privilegiata è quella dei dirigenti di partito
“Se un uomo è uno stupido, non lo emancipi dalla sua stupidità col mandarlo all'università. Semplicemente lo trasformi in uno stupido addestrato, dieci volte più pericoloso.”
DESMOND BAGLEY
Connesso
Avatar utente
serge
Connesso: Sì
Messaggi: 6633
Iscritto il: 9 giu 2019, 8:58
Ha Assegnato: 6642 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2343 Mi Piace

Re: La farsa del 2 giugno

Messaggio da leggere da serge »

nerorosso ha scritto: 3 giu 2020, 18:53
Valerio ha scritto: 3 giu 2020, 7:54
nerorosso ha scritto: 3 giu 2020, 0:06
preem palver ha scritto: 2 giu 2020, 23:08 veramente i brogli sono un'ipotesi avanzata da alcuni monarchici, ma mai dimostrata. anzi.
ciascuno di noi è libero di appoggiare o opporsi al governo in carica, ma la repubblica dovrebbe unire tutti gli italiani. spiace che non sia così.
La "nobiltà" è un'anticaglia, una vestigia del passato che non ha più ragione di essere.

La forma costitutiva delle odierne nazioni non può che essere repubblicana.
In qualunque forma si declini la "repubblica"…
Errorissimo!!!

La nobiltà feudale è tutt'ora in atto, e si chiama Casta. La differenza è che non si sottomette più ad un unico signore feudale, neppure occulto, come potrebbe sembrare, ma agisce fuori da ogni regola o schema democratico, per trarre profitti e mantenere le sue prerogative di Casta.

Signori delle finanze, della politica, della magistratura, della pubblica amministrazione e, last but not least, dell'enorme business della Droga.

Ed in questo scenario i cittadini, anche quelli più evoluti, come professionisti, imprenditori ed artigiani, avendo demolito ogni classe intermedia, scivolano tutti verso la servitù della gleba. Termine che raccoglie tutti quelli che non in grado di affermare i propri diritti o di espatriare, devono accettare l'umiliazione di obbedire a tutte le disposizioni della Casta e vivere con le briciole che questa elargisce loro.
In questo senso è sicuramente vero quanto dici.
Quindi converrai con me che l'unica soluzione è il comunismo che azzera tutta questa gente, o almeno il socialismo che attenua di molto certe differenze… ;)
Caro amico,non offenderti,ma credi davvero in quel che scrivi?
ciao
Bye
Un autentico cretino, difficile a trovarsi in questi tempi in cui i cretini si camuffano da intelligenti. (Andrea Camilleri)
Connesso
Avatar utente
nerorosso
Connesso: Sì
Messaggi: 5849
Iscritto il: 8 giu 2019, 17:34
Ha Assegnato: 3545 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2822 Mi Piace

Re: La farsa del 2 giugno

Messaggio da leggere da nerorosso »

serge ha scritto: 4 giu 2020, 11:44
nerorosso ha scritto: 3 giu 2020, 18:53
Valerio ha scritto: 3 giu 2020, 7:54
nerorosso ha scritto: 3 giu 2020, 0:06

La "nobiltà" è un'anticaglia, una vestigia del passato che non ha più ragione di essere.

La forma costitutiva delle odierne nazioni non può che essere repubblicana.
In qualunque forma si declini la "repubblica"…
Errorissimo!!!

La nobiltà feudale è tutt'ora in atto, e si chiama Casta. La differenza è che non si sottomette più ad un unico signore feudale, neppure occulto, come potrebbe sembrare, ma agisce fuori da ogni regola o schema democratico, per trarre profitti e mantenere le sue prerogative di Casta.

Signori delle finanze, della politica, della magistratura, della pubblica amministrazione e, last but not least, dell'enorme business della Droga.

Ed in questo scenario i cittadini, anche quelli più evoluti, come professionisti, imprenditori ed artigiani, avendo demolito ogni classe intermedia, scivolano tutti verso la servitù della gleba. Termine che raccoglie tutti quelli che non in grado di affermare i propri diritti o di espatriare, devono accettare l'umiliazione di obbedire a tutte le disposizioni della Casta e vivere con le briciole che questa elargisce loro.
In questo senso è sicuramente vero quanto dici.
Quindi converrai con me che l'unica soluzione è il comunismo che azzera tutta questa gente, o almeno il socialismo che attenua di molto certe differenze… ;)
Caro amico,non offenderti,ma credi davvero in quel che scrivi?
ciao
Bye
Certo che si. Sono serissimo. Il sistema liberal-capitalista ha mostrato tutti i suoi limiti.
SLAVA ROSSIJA!!! 🇷🇺
Connesso
Avatar utente
serge
Connesso: Sì
Messaggi: 6633
Iscritto il: 9 giu 2019, 8:58
Ha Assegnato: 6642 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2343 Mi Piace

Re: La farsa del 2 giugno

Messaggio da leggere da serge »

nerorosso ha scritto: 4 giu 2020, 14:32
serge ha scritto: 4 giu 2020, 11:44
nerorosso ha scritto: 3 giu 2020, 18:53
Valerio ha scritto: 3 giu 2020, 7:54

Errorissimo!!!

La nobiltà feudale è tutt'ora in atto, e si chiama Casta. La differenza è che non si sottomette più ad un unico signore feudale, neppure occulto, come potrebbe sembrare, ma agisce fuori da ogni regola o schema democratico, per trarre profitti e mantenere le sue prerogative di Casta.

Signori delle finanze, della politica, della magistratura, della pubblica amministrazione e, last but not least, dell'enorme business della Droga.

Ed in questo scenario i cittadini, anche quelli più evoluti, come professionisti, imprenditori ed artigiani, avendo demolito ogni classe intermedia, scivolano tutti verso la servitù della gleba. Termine che raccoglie tutti quelli che non in grado di affermare i propri diritti o di espatriare, devono accettare l'umiliazione di obbedire a tutte le disposizioni della Casta e vivere con le briciole che questa elargisce loro.
In questo senso è sicuramente vero quanto dici.
Quindi converrai con me che l'unica soluzione è il comunismo che azzera tutta questa gente, o almeno il socialismo che attenua di molto certe differenze… ;)
Caro amico,non offenderti,ma credi davvero in quel che scrivi?
ciao
Bye
Certo che si. Sono serissimo. Il sistema liberal-capitalista ha mostrato tutti i suoi limiti.
Lungi da me fare polemica,ma non è che il comunismo reale sia stato da meno....In teoria (quasi) tutti i sistemi sono validi: in realtà poi......
ciao
Bye
Un autentico cretino, difficile a trovarsi in questi tempi in cui i cretini si camuffano da intelligenti. (Andrea Camilleri)
Rispondi