Le sigarette sì, la chiesa no...

Forum di discussione sulla politica italiana, i partiti e le istituzioni.
Avatar utente
Valerio
Connesso: No
Messaggi: 6103
Iscritto il: 8 giu 2019, 20:31
Località: Messina
Ha Assegnato: 3639 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2813 Mi Piace

Re: Le sigarette sì, la chiesa no...

Messaggio da leggere da Valerio »

carletto3 ha scritto: 30 apr 2020, 17:58
heyoka ha scritto: 30 apr 2020, 16:32 Non ho vissuto ai tempi di Alessandro VI, o almeno non ho ricordi, quindi mi astengo nel dare le mie valutazioni.
Io sono figlio del mio tempo e secondo me, il miglior Papa del mio tempo (da Giovanni XIII a Francesco), il migliore è stato Benedetto e di gran lunga il peggiore è questo che abbiamo adesso.
Troppo devoto fi Santa Marta per poter fare il Papa.
Infatti è adorato più dagli atei che dai credenti.

Ps. Sia chiaro che la mia, è una valutazione da NON Cattolico.
Adorato dagli atei?
Heyoka che ti sei fumato stasera?
Bada che fumare la paglia non è la stessa cosa che fumare il tabacco o la Maria Joanna......ti fa proprio male""""
BangHead BangHead
Soprattutto se è paglia di lettiera! Beer4
Sovranità al Cittadino.
Non abbiamo un pianeta B
In onore dei pennuti heyokani: Non ereditiamo la terra dai nostri antenati, la prendiamo in prestito dai nostri figli.
Rosanna
Connesso: No

Re: Le sigarette sì, la chiesa no...

Messaggio da leggere da Rosanna »

serge ha scritto: 14 apr 2020, 11:14 Credevo,sbagliando,che il nostro fosse un forum politico ......
Bye
😂😂😂
Holubice
Connesso: No

Re: Le sigarette sì, la chiesa no...

Messaggio da leggere da Holubice »

Ohhh,
Finalmente i Vescovi fanno il loro mestiere...

Coronavirus, le chiese restano chiuse: anche il cardinal Ruini attacca il Governo

Immagine

Sulla decisione del governo di mantenere chiuse le chiese al culto non mancano le reazioni. Il cardinale Camillo Ruini in un’intervista sul quotidiano “La Verità” spiega: “Pur nella doverosa preoccupazione per la tutela della salute dei cittadini, il Governo ha ecceduto non tenendo abbastanza conto della libertà di culto e dell’autonomia tra Chiesa e Stato”.

Il porporato – già vescovo ausiliare di Reggo Emilia-Guastalla, poi segretario e presidente della CEI e vicario del Papa per la diocesi di Roma – prosegue: “Infatti, una volta assicurato il rispetto delle prescrizioni sanitarie, il governo non può decidere sulla vita interna della comunità cristiana”. Afferma il cardinale che era giusto protestare pubblicamente.

Posizione molto critica sulle decisioni assunte dal Governo, anche per Ucid l’unione cristiana imprenditori e dirigenti, rappresentata anche a livello provinciale, che in una nota scrive “partecipare a una celebrazione liturgica non può essere considerata alla stessa stregua di un qualsiasi incontro di persone con diversi obiettivi e interessi. Vivere liberamente la propria fede è un diritto fondamentale che chi crede”.


Non di solo pane
vivrà l'uomo... Ma di ogni parola che esce dalla bocca di %io... Questa, mi pare, è la prima frase che, in assoluto, Gesù pronunciò all'inizio del suo ministro, ovvero quando ebbe a che fare, faccia a faccia, con il demonio...

Immagine


https://www.fanpage.it/attualita/chiese ... le-ceneri/

https://www.money.it/Messe-e-coronaviru ... a-dice-CEI

https://www.avvenire.it/chiesa/pagine/c ... ai-vescovi
Rispondi