Virus inglese

Forum di discussione sulla politica italiana, i partiti e le istituzioni.
Connesso
Avatar utente
serge
Connesso: Sì
Messaggi: 6594
Iscritto il: 9 giu 2019, 8:58
Ha Assegnato: 6608 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2330 Mi Piace

Virus inglese

Messaggio da leggere da serge »

Pare che anche il roboante Primo Ministro sia stato colpito dal virus che flagella il mondo intero. Naturalmente gode della mia solidarietà umana,però...
Bye
Quando i ricchi si fanno la guerra tra loro, sono i poveri a morire.(Jean-Paul Sartre)
Connesso
Avatar utente
heyoka
Connesso: Sì
Messaggi: 8179
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
Ha Assegnato: 4262 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2630 Mi Piace

Re: Virus inglese

Messaggio da leggere da heyoka »

serge ha scritto: 27 mar 2020, 16:39 Pare che anche il roboante Primo Ministro sia stato colpito dal virus che flagella il mondo intero. Naturalmente gode della mia solidarietà umana,però...
Bye
Nel 1970, in italia sono stati colpiti dal virus almeno 15 MILIONI di italiani, dei quali 5000 morti. Anche allora la stragrande maggioranza erano anziani che Madre Natura avrebbe chiamato comunque quanto prima nello spogliatoio.
Io avevo 23 anni, tu qualche anno in più mi pare, ma NESSUNO di noi se ne è più ricordato. Le fabbriche, gli uffici e le pizzerie son rimaste aperte e la nostra economia neanche se ne è accorta.
Allora la FARMACOCRAZIA era ancora a divenire e abbiamo salvato Capra e Cavoli,
Stavolta mi sa che ci siamo giocato sia la capra che i Cavoli.
E c' è ancora qualche TROTA che si prosta adorante al Demone Scienza!
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Avatar utente
giampieros
Connesso: No
Messaggi: 735
Iscritto il: 17 giu 2019, 20:07
Ha Assegnato: 302 Mi Piace
Ha Ricevuto: 386 Mi Piace

Re: Virus inglese

Messaggio da leggere da giampieros »

heyoka ha scritto: 27 mar 2020, 16:56
serge ha scritto: 27 mar 2020, 16:39 Pare che anche il roboante Primo Ministro sia stato colpito dal virus che flagella il mondo intero. Naturalmente gode della mia solidarietà umana,però...
Bye
Nel 1970, in italia sono stati colpiti dal virus almeno 15 MILIONI di italiani, dei quali 5000 morti. Anche allora la stragrande maggioranza erano anziani che Madre Natura avrebbe chiamato comunque quanto prima nello spogliatoio.
Io avevo 23 anni, tu qualche anno in più mi pare, ma NESSUNO di noi se ne è più ricordato. Le fabbriche, gli uffici e le pizzerie son rimaste aperte e la nostra economia neanche se ne è accorta.
Allora la FARMACOCRAZIA era ancora a divenire e abbiamo salvato Capra e Cavoli,
Stavolta mi sa che ci siamo giocato sia la capra che i Cavoli.
E c' è ancora qualche TROTA che si prosta adorante al Demone Scienza!
Hai detto giusto: 5000 morti su 15 milioni di contagiati. Lo 0,33 per mille, ossia un morto ogni 3000 contagiati. Con questa pandemia i nostri numeri sono 1 morto ogni 10 contagiati. Se i contagi fossero 15 milioni, avremmo un milione e mezzo di morti: tanti quanto la prima e la seconda guerra mondiale più la spagnola messe insieme. Confrontare l'asiatica o quel che era del 1970 con il coronavirus del 2020, è paragonare due cose lontanissime tra loro e che non c'entrano una mazza l'una con l'altra. In comune hanno solo il nome Pandemia, null'altro.
Poi tu insisti sul fatto che muoiono solo i vecchi ridotti ormai a vita vegetativa. Questo è quello che ci dicono, come ci dicevano che le mascherina, ah, ah, non servivano ad un cavolo; come ci dicevano che è una normale influenza; come ci dicevano che il contagio avviene solo da umano ad umano e mai attraverso superfici infette; come ci dicevano che potevamo andare tranquillamente a mangiare nei ristoranti cinesi e che se non ci andavamo era perchè eravamo razzisti, fascisti, xenofobi, leghisti ed anche figli di bagascia.
Adesso, tu che non sei un "trotone" ti sarai sicuramente accorto che fra tutti i numeri, i grafici, le tabelle (il tutto un po' sgangherato per la verità),
non ci dicono mai l'età media dei morti. Mai visto un grafico che ci mostri il numero dei morti per fascia di età. Sarà un caso? O sarà che non è del tutto vero che muoiono solo i vecchi rincoglioniti? E' decisamente strano che tu anti-trotone D.O.C. non ti sia accorto di questo buco di informazione. Ultime due cose:
1- La "farmacocrazia" esisteva eccome nel 1970! Solo che tu ed io non ce ne rendevamo conto perché scoppiavamo di salute! Cinquant'anni dopo non è più così... e solo ora ci accorgiamo che esiste la farmacocrazia.
2- Mi spieghi bene da dove deriva il tuo astio verso la scienza? Almeno, m'è parso sia un "astio"...se non lo fosse, mi spieghi che cos'é? Sai perché sono curioso? Perché penso tu abbia della scienza un'idea sbagliata.
Connesso
Avatar utente
heyoka
Connesso: Sì
Messaggi: 8179
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
Ha Assegnato: 4262 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2630 Mi Piace

Re: Virus inglese

Messaggio da leggere da heyoka »

Hai detto giusto: 5000 morti su 15 milioni di contagiati. Lo 0,33 per mille, ossia un morto ogni 3000 contagiati. Con questa pandemia i nostri numeri sono 1 morto ogni 10 contagiati. Se i contagi fossero 15 milioni, avremmo un milione e mezzo di morti: tanti quanto la prima e la seconda guerra mondiale più la spagnola messe insieme. Confrontare l'asiatica o quel che era del 1970 con il coronavirus del 2020, è paragonare due cose lontanissime tra loro e che non c'entrano una mazza l'una con l'altra. In comune hanno solo il nome Pandemia, null'altro.
Poi tu insisti sul fatto che muoiono solo i vecchi ridotti ormai a vita vegetativa. Questo è quello che ci dicono, come ci dicevano che le mascherina, ah, ah, non servivano ad un cavolo; come ci dicevano che è una normale influenza; come ci dicevano che il contagio avviene solo da umano ad umano e mai attraverso superfici infette; come ci dicevano che potevamo andare tranquillamente a mangiare nei ristoranti cinesi e che se non ci andavamo era perchè eravamo razzisti, fascisti, xenofobi, leghisti ed anche figli di bagascia.
Adesso, tu che non sei un "trotone" ti sarai sicuramente accorto che fra tutti i numeri, i grafici, le tabelle (il tutto un po' sgangherato per la verità),
non ci dicono mai l'età media dei morti. Mai visto un grafico che ci mostri il numero dei morti per fascia di età. Sarà un caso? O sarà che non è del tutto vero che muoiono solo i vecchi rincoglioniti? E' decisamente strano che tu anti-trotone D.O.C. non ti sia accorto di questo buco di informazione. Ultime due cose:
1- La "farmacocrazia" esisteva eccome nel 1970! Solo che tu ed io non ce ne rendevamo conto perché scoppiavamo di salute! Cinquant'anni dopo non è più così... e solo ora ci accorgiamo che esiste la farmacocrazia.
2- Mi spieghi bene da dove deriva il tuo astio verso la scienza? Almeno, m'è parso sia un "astio"...se non lo fosse, mi spieghi che cos'é? Sai perché sono curioso? Perché penso tu abbia della scienza un'idea sbagliata.
Chi ti dice che i contagiati dal corona in italia non siano 20 Milioni o addirittura 30 Milioni?
Molti di noi forse lo hanno preso e manco se ne sono accorti.
Pensa che io sono un Portatore SANO di Epatite B, perciò immune. Mi ha infettato mia madre alla nascita eppure l' ho saputo solo a 24 anni, dopo che nel frattempo forse ho impestato qualcuno, essendo stato un donatore di sangue.
Le notizie non sono chiare, perciò io mi tengo il DUBBIO su tutto.
Ieri sentivo che i bambini al di sotto dei 10 anni possono prendere il virus ma a loro non fa Niente, se non Immunizzarli. GRATIS.
Una notizia del genere, secondo te, farebbe piacere ai mercati che stanno scommettendo Miliardi di Miliardi nelle multinazionali del farmaco?
Metti che si sparga la voce, che gli Uomini sani, come è sempre stato in NATURA, possono vivere senza la paranoia di TROPPI vaccini.
Mettiamo adesso in conto l' altra ipotesi che va per la maggiore.
Quella che il virus sia stato costruito in laboratorio.
La Scienza può chiamarsi fuori da questa HITLERIANA responsabilità?
Io non ho astio verso la Scienza ma PAURA che non sappia trovare il modo di gestire le sue scoperte.
Tutto sommato, alla fine, io allora mi fido di più di Madre Natura che ha governato con le sue leggi per migliaia di anni questo Condominio senza aver fatto tanti disastri ma Miliardi di capolavori.
La legge della Natura è quella della immunità del gregge.
Una legge che ha le sue controindicazioni, come tutti i Farmaci del mondo.
Ma quel tipo di vaccino è GRATIS e ai mercanti questo non piace.
Il Grande Andreotti disse che A PENSAR MALE E' PECCATO, MA A VOLTE......
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Avatar utente
Shamash
Connesso: No
Messaggi: 1973
Iscritto il: 9 giu 2019, 16:37
Ha Assegnato: 1074 Mi Piace
Ha Ricevuto: 1361 Mi Piace

Re: Virus inglese

Messaggio da leggere da Shamash »

heyoka ha scritto: 27 mar 2020, 16:56 Allora la FARMACOCRAZIA era ancora a divenire e abbiamo salvato Capra e Cavoli,
Stavolta mi sa che ci siamo giocato sia la capra che i Cavoli.
E c' è ancora qualche TROTA che si prosta adorante al Demone Scienza!
Vedi, caro heyoka, il problema non è la scienza (anzi, ben venga che ci sia stato il progresso scientifico!) ma gli interessi economici che, con la scienza, non hanno nulla a che vedere.
La "" a cui fai riferimento è l'esempio migliore di questo concetto. Le case farmaceutiche perseguono unicamente interessi economici, visto che producono e vendono un prodotto e, come qualunque altra azienda, devono fatturare e fare utili, altrimenti chiudono.
Quando questo avviene per altri settori, ciò non fa particolarmente scalpore. Quando invece c'è di mezzo la salute e la vita umana, le cose cambiano.
Ecco dunque che vedono la luce farmaci "redditizi", ossia che possano essere venduti in gran quantità e/o a prezzi esorbitanti, mentre si evitano come la peste quelli che sarebbero d'ausilio per malattie rare, oppure semplicemente non redditizi.
Al di là di queste mere speculazioni societarie, economicamente giustificate, ciò che infastidisce è l'enorme campagna mediatica proposta (a partire dall'OMS e via via attraverso molti medici che assecondano tali interessi, così come i media) affinché il popolo, generalmente ignorante, creda fermamente che le scelte delle case farmaceutiche non siano dettate unicamente da tali interessi d'impresa, bensì dalla scienza, dai suoi limiti e dal dovere categorico di seguire precisi protocolli imposti.
Fortunatamente non tutti i medici si piegano a questo squallore, anzi. Molti specialisti, veri scienziati, indagano e scoprono innumerevoli altre vie, sperimentano e utilizzano anche farmaci "non redditizi" per salvare vite umane. La scienza è libera e nulla o nessuno dovrebbero incatenarla.
In sintesi, c'è chi si spende per salvare le persone e chi invece il portafoglio.
«Siate il meglio di qualunque cosa siate» [Martin Luther King]
«Dove regna la saggezza, non vi è alcun conflitto tra pensiero e sentimento» [Carl Gustav Jung]
Avatar utente
Alfa
Connesso: No
Messaggi: 6102
Iscritto il: 8 giu 2019, 16:35
Località: Toscana
Ha Assegnato: 1206 Mi Piace
Ha Ricevuto: 3947 Mi Piace
Contatta:

Re: Virus inglese

Messaggio da leggere da Alfa »

serge ha scritto: 27 mar 2020, 16:39 Pare che anche il roboante Primo Ministro sia stato colpito dal virus che flagella il mondo intero. Naturalmente gode della mia solidarietà umana,però...
Bye
Per me è una finta come quella di Zingaretti, quando non sanno come uscirne dalle cazzate sparate, si inventano il contagio.
Connesso
Avatar utente
Sayon
Connesso: Sì
Messaggi: 11390
Iscritto il: 9 giu 2019, 7:58
Ha Assegnato: 3561 Mi Piace
Ha Ricevuto: 4632 Mi Piace

Re: Virus inglese

Messaggio da leggere da Sayon »

Alfa ha scritto: 28 mar 2020, 0:30
serge ha scritto: 27 mar 2020, 16:39 Pare che anche il roboante Primo Ministro sia stato colpito dal virus che flagella il mondo intero. Naturalmente gode della mia solidarietà umana,però...
Bye
Per me è una finta come quella di Zingaretti, quando non sanno come uscirne dalle cazzate sparate, si inventano il contagio.
SE c'e' UNA (1) persona al mondo che non avrebbe voluto prendersi il viris questi e' Boris Johnson che ora paghera' con il suo proprio corpo l' angoscia di averlo preso, e di aver persino pensato all' "immunita' di gregge', un metodo inumano che avrebbe ucciso qualche milione di persone . E' quasi certo che questo spaccone sara' obbligato a chiedere AIUTO all' America (dove Trump, altro arrogante, sta facendo una figura di MRDA) e forse alla vecchia Europa, se vorra sopravvivere. Eppure si continua a non capire: l' illusione che uno sa solo ce la farebbe in tutto, dura solo qualche propaganda elettorale. Chiedete alle nordiche Lombardia e Veneto come se la sarebbero cavate da sole senza appartenere a un paese, che pur facendo piuttosto male, le sta aiutando con finanza, aiuti e soccorsi proveniente da Russi, Cubani e Cinesi a tirarsi fuori dalla crisi..
Avatar utente
carletto3
Connesso: No
Messaggi: 8090
Iscritto il: 25 giu 2019, 2:20
Ha Assegnato: 436 Mi Piace
Ha Ricevuto: 3215 Mi Piace

Re: Virus inglese

Messaggio da leggere da carletto3 »

serge ha scritto: 27 mar 2020, 16:39 Pare che anche il roboante Primo Ministro sia stato colpito dal virus che flagella il mondo intero. Naturalmente gode della mia solidarietà umana,però...
Bye
Si chiama "legge del contrappasso".....niente di speciale...se lo sarebbe dovuto aspettare..
La realta' è solo un'allucinazione dovuta a carenza di alcol (...un saggio)
"Gli è tutto sbagliato....gli è tutto da rifa'"
Avatar utente
carletto3
Connesso: No
Messaggi: 8090
Iscritto il: 25 giu 2019, 2:20
Ha Assegnato: 436 Mi Piace
Ha Ricevuto: 3215 Mi Piace

Re: Virus inglese

Messaggio da leggere da carletto3 »

Shamash ha scritto: 27 mar 2020, 19:33
heyoka ha scritto: 27 mar 2020, 16:56 Allora la FARMACOCRAZIA era ancora a divenire e abbiamo salvato Capra e Cavoli,
Stavolta mi sa che ci siamo giocato sia la capra che i Cavoli.
E c' è ancora qualche TROTA che si prosta adorante al Demone Scienza!
Vedi, caro heyoka, il problema non è la scienza (anzi, ben venga che ci sia stato il progresso scientifico!) ma gli interessi economici che, con la scienza, non hanno nulla a che vedere.
La "" a cui fai riferimento è l'esempio migliore di questo concetto. Le case farmaceutiche perseguono unicamente interessi economici, visto che producono e vendono un prodotto e, come qualunque altra azienda, devono fatturare e fare utili, altrimenti chiudono.
Quando questo avviene per altri settori, ciò non fa particolarmente scalpore. Quando invece c'è di mezzo la salute e la vita umana, le cose cambiano.
Ecco dunque che vedono la luce farmaci "redditizi", ossia che possano essere venduti in gran quantità e/o a prezzi esorbitanti, mentre si evitano come la peste quelli che sarebbero d'ausilio per malattie rare, oppure semplicemente non redditizi.
Al di là di queste mere speculazioni societarie, economicamente giustificate, ciò che infastidisce è l'enorme campagna mediatica proposta (a partire dall'OMS e via via attraverso molti medici che assecondano tali interessi, così come i media) affinché il popolo, generalmente ignorante, creda fermamente che le scelte delle case farmaceutiche non siano dettate unicamente da tali interessi d'impresa, bensì dalla scienza, dai suoi limiti e dal dovere categorico di seguire precisi protocolli imposti.
Fortunatamente non tutti i medici si piegano a questo squallore, anzi. Molti specialisti, veri scienziati, indagano e scoprono innumerevoli altre vie, sperimentano e utilizzano anche farmaci "non redditizi" per salvare vite umane. La scienza è libera e nulla o nessuno dovrebbero incatenarla.
In sintesi, c'è chi si spende per salvare le persone e chi invece il portafoglio.
Giustissimo tutto cio' che hai scritto.
Pero' vorrei aggiungere qualcosa,ampliando cio' che dici in fondo al tuo post.
Come giustamente è',l'industria farmaceutica non è un ente di beneficenza a fondo perduto...se non raccoglie il frutto delle sue ricerche non potrebbe farne altre in futuro,è condizione sine qua non che debba produrre utili,quindi sviluppare farmaci ad alto costo per patologie diffuse.D'altra parte la ricerca farmacologica ha costi incredibilmente alti....quindi tutto si tiene.
La soluzione quindi,se vogliamo farmaci anche per patologie gravissime ma rare, è una sola secondo me:la ricerca deve essere a fondo perduto,quindi solo uno Stato puo' farla nelle sue universita' e nelle cliniche universitarie.Ma anche così i costi degli insuccessi e delle ricerche sarebbero elevatissimi.La soluzione ideale sarebbe una sola,ma osteggiata fortemente dalle sinistre ideologizzate,quella di una ricerca mista...pubblica privata.Qua la cosa si fa complessa,perche' sì l'industria potrebbe finanziare parte delle ricerche universitarie ma ne vorrebbe anche il controllo per cio' che le interessa poi sfruttare commercialmente.Ma con una oculata gestione da parte del coordinatore delle ricerche si potrebbe soddisfare sia la ricerca a scopo commerciale con quella puramente scientifica .Cioe' in altre parole una serie di ricerche che vadano in parallelo....finanziate sia dal pubblico ,sia dal privato,ammortizzandone i costi e soddisfacendo così ambedue le esigenze.
Ma le anime candide non ci stanno,dicendo che il pubblico non deve mescolarsi con il privato....che sarebbe una speculazione del privato,un'ibridizzazione della purezza della scienza.....e così tutto continua come sempre...lo Stato non fa ricerca perche' non puo' per i costi e il privato fa solo i suoi interessi...risultato:che di patologie rare le persone muoino continuamente.
Sic transit gloria mundi....
Non so se sono riuscito a rendere l'idea ,ma è complesso spiegarlo e spero di averlo fatto in modo comprensibile.
Cio' che ho scritto avviene regolarmente in USA,dove sistematicamente escono nuove molecole che possono curare anche alcune malattie rare....ma li' le industrie farmaceutiche collaborano finanziariamente ai vari dipartimenti farmacologici delle universita' per le ricerche mirate contribuendo per i propri interessi ma anche quelli della ricerca pura.Uno stesso macchinario diagnostico,o i reagenti e le attrezzature possono servire sia a soddisfare la ricerca privata sia la pubblica,ma il costo delle ricerche sarebbe dimezzato e le attrezzature rimangono in dotazione i dipartimenti universitari che potrebbero in futuro servire ad altre ricerche.
Bye
La realta' è solo un'allucinazione dovuta a carenza di alcol (...un saggio)
"Gli è tutto sbagliato....gli è tutto da rifa'"
Connesso
Avatar utente
heyoka
Connesso: Sì
Messaggi: 8179
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
Ha Assegnato: 4262 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2630 Mi Piace

Re: Virus inglese

Messaggio da leggere da heyoka »

SE c'e' UNA (1) persona al mondo che non avrebbe voluto prendersi il viris questi e' Boris Johnson che ora paghera' con il suo proprio corpo l' angoscia di averlo preso, e di aver persino pensato all' "immunita' di gregge', un metodo inumano che avrebbe ucciso qualche milione di persone
Nemmeno io vorrei prendermi il virus, sempre che non lo abbia già preso.
È normale ed umano.
Ma noi ragioniamo da uomini e la immunità di gregge, come hai detto giustamente, è inumana. Non ho mai detto il contrario.
Ho sempre detto che è una legge Divina o Naturale.
Si tratta di capire, Serge, se nel lungo periodo e guardando al famoso ed inflazionato BENE COMUNE e non a quello del singolo, ha più controindicazioni il vaccino ( sempre che lo trovino) della Scienza o quello che la Natura ci da GRATIS.
E non guardo solo al venale aspetto economico ma a quello ben più importante per tutte le specie viventi, che Darwin aveva studiato con merito.
Senza tralasciare, quello che io sospetto.
Se la Natura è INTELLIGENTE, come sono convinto nel profondo, e si è messa in testa che, per il BENE della razza umana e di tutto il condominio nel suo insieme, è BENE che il virus faccia una drastica diminuzione della popolazione mondiale, me lo dici quanto è stata Kolliona la Scienza e la Politica a scatenargli una guerra contro, che oltre che a perderla in vite MORTALI umane, metterà in ginocchio tutta la economia?
Nella Bibbia trovi scritto che un buon Generale prima di ingaggiare una guerra deve capire se ha mezzi e truppe adeguate per vincerla.
Se comprende che il suo presunto avversario è di gran lunga più forte gli conviene mandare i suoi migliori ambasciatori e trattare per farselo amico.
Una volta avevamo le Madonne e i Papi.
Ma oggi mia nonna direbbe che non ci sono più le Madonne di una volta e i Papi son diventati dei don Abbondio.
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Avatar utente
carletto3
Connesso: No
Messaggi: 8090
Iscritto il: 25 giu 2019, 2:20
Ha Assegnato: 436 Mi Piace
Ha Ricevuto: 3215 Mi Piace

Re: Virus inglese

Messaggio da leggere da carletto3 »

heyoka ha scritto: 28 mar 2020, 7:40
SE c'e' UNA (1) persona al mondo che non avrebbe voluto prendersi il viris questi e' Boris Johnson che ora paghera' con il suo proprio corpo l' angoscia di averlo preso, e di aver persino pensato all' "immunita' di gregge', un metodo inumano che avrebbe ucciso qualche milione di persone
Nemmeno io vorrei prendermi il virus, sempre che non lo abbia già preso.
È normale ed umano.
Ma noi ragioniamo da uomini e la immunità di gregge, come hai detto giustamente, è inumana. Non ho mai detto il contrario.
Ho sempre detto che è una legge Divina o Naturale.
Si tratta di capire, Serge, se nel lungo periodo e guardando al famoso ed inflazionato BENE COMUNE e non a quello del singolo, ha più controindicazioni il vaccino ( sempre che lo trovino) della Scienza o quello che la Natura ci da GRATIS.
E non guardo solo al venale aspetto economico ma a quello ben più importante per tutte le specie viventi, che Darwin aveva studiato con merito.
Senza tralasciare, quello che io sospetto.
Se la Natura è INTELLIGENTE, come sono convinto nel profondo, e si è messa in testa che, per il BENE della razza umana e di tutto il condominio nel suo insieme, è BENE che il virus faccia una drastica diminuzione della popolazione mondiale, me lo dici quanto è stata Kolliona la Scienza e la Politica a scatenargli una guerra contro, che oltre che a perderla in vite MORTALI umane, metterà in ginocchio tutta la economia?
Nella Bibbia trovi scritto che un buon Generale prima di ingaggiare una guerra deve capire se ha mezzi e truppe adeguate per vincerla.
Se comprende che il suo presunto avversario è di gran lunga più forte gli conviene mandare i suoi migliori ambasciatori e trattare per farselo amico.
Una volta avevamo le Madonne e i Papi.
Ma oggi mia nonna direbbe che non ci sono più le Madonne di una volta e i Papi son diventati dei don Abbondio.
Questa volta posso anche essere d'accordo con te....in linea generale,nello specifico direi che l'intelligenza che vorresti concedere alla Natura,proprio non c'è...pereche' se fosse Intelligente non avrebbe lasciato vivere la razza umana.E' l'unico essere sulla terra che si comporta esattamente come un Virus... per se stessa e per la flora e fauna che la popolano....e pure per la sua atmosfera,terreno e acqua.
Detto questo non sono d'accordo come gia' ho scritto in altro post che l'immunita' di gregge sia il toccasana... la ottieni solo in una decina d'anni e mai assoluta per i virus.La virulenza la puoi solo attenuare non farla scomparire con quella....nel frattempo sarebbe una vera ecatombe annuale...Il vaccino,al massimo lo ottieni in un anno...non fa scomparire la mortalita' ma ne attenua il numero anche lui conme l'immunita' di gregge.
La realta' è solo un'allucinazione dovuta a carenza di alcol (...un saggio)
"Gli è tutto sbagliato....gli è tutto da rifa'"
Avatar utente
Shamash
Connesso: No
Messaggi: 1973
Iscritto il: 9 giu 2019, 16:37
Ha Assegnato: 1074 Mi Piace
Ha Ricevuto: 1361 Mi Piace

Re: Virus inglese

Messaggio da leggere da Shamash »

carletto3 ha scritto: 28 mar 2020, 4:53 Cioe' in altre parole una serie di ricerche che vadano in parallelo....finanziate sia dal pubblico ,sia dal privato,ammortizzandone i costi e soddisfacendo così ambedue le esigenze.
Tutto corretto, il problema sono le persone, presenti anche nel settore pubblico, che possono avere interessi privati (oltre a idee politiche contrastanti, incompetenza ecc.). Da un lato vi è la scienza, che dovrebbe essere libera e finanziata dagli Stati in modo svincolato da qualsiasi costrizione, dall'altro gli interessi economici delle aziende produttrici. Purtroppo mancano soldi (o vengono spesi molto male) e gli interessi prevalgono sempre sul bene supremo del progresso scientifico. Con coordinatori giusti, slegati da interessi privati, politici preparati e capaci, ma soprattutto spinti dalla volontà di indirizzare le risorse in modo da favorire l'interesse comune si potrebbe fare un grosso salto di qualità. Aggiungerei anche l'indottrinamento che molti dovranno subire, affinché poi nella pratica clinica spingano o favoriscano solo ciò che i protocolli impongono, creando una spirale senza fine...
«Siate il meglio di qualunque cosa siate» [Martin Luther King]
«Dove regna la saggezza, non vi è alcun conflitto tra pensiero e sentimento» [Carl Gustav Jung]
Connesso
Avatar utente
Valerio
Connesso: Sì
Messaggi: 6105
Iscritto il: 8 giu 2019, 20:31
Località: Messina
Ha Assegnato: 3641 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2813 Mi Piace

Re: Virus inglese

Messaggio da leggere da Valerio »

heyoka, a più riprese canti le lodi dell'eugenetica naturale.

Capisco la tua genuina propensione darwiniana, ma come fai a decretare che questa legge di natura sia divina e non luciferina?

Io non credo che al Padre interessi mantenerci in buona salute, quanto educarci alla Sua ineguagliabile legge dell'Amore, che tutti salva e consola.
Sovranità al Cittadino.
Non abbiamo un pianeta B
In onore dei pennuti heyokani: Non ereditiamo la terra dai nostri antenati, la prendiamo in prestito dai nostri figli.
Rispondi