Ragioniamo della condizione attuale...

Forum di discussione sulla politica italiana, i partiti e le istituzioni.
Avatar utente
sabinosarno1
Connesso: No
Messaggi: 1508
Iscritto il: 10 giu 2019, 21:19
Ha Assegnato: 4 Mi Piace
Ha Ricevuto: 852 Mi Piace

Ragioniamo della condizione attuale...

Messaggio da leggere da sabinosarno1 »

...che è una schifezza di condizione! Allora, ci sono un centinaio di miliardi da gestire. Tanti ce ne vogliono, per dare alla gente la possibilità di sopravvivere in attesa del sereno, e aiutare le aziende acché non abbiano a perire definitivamente.
Bisogna distribuirli, attribuirli, senza sprechi, con intelligenza, lungimiranza, non lasciandosi condizionare dai Mercati, e non comunque ignorandoli. Occorre essere seri, decisi, con la UE, rimanendo tranquilli, non lasciarsi irretire da quei grandissimi cornuti dei Paesi del Nord, che pensano ai cazzi loro!
Conte, pace all' anima sua, non è in grado. Urge un governo di collaborazione, chiamandolo "gabinetto di guerra", "unità di governo", "governo di crisi", come cazzo si voglia, non importa, va bene tutto, ma buona volontà di tutti, no furbizie, liti, e, per ridare decoro al ruolo di Premier, magari un "Drago"!
Connesso
Avatar utente
Sayon
Connesso: Sì
Messaggi: 11618
Iscritto il: 9 giu 2019, 7:58
Ha Assegnato: 3684 Mi Piace
Ha Ricevuto: 4716 Mi Piace

Re: Ragioniamo della condizione attuale...

Messaggio da leggere da Sayon »

sabinosarno1 ha scritto: 25 mar 2020, 14:52 ...che è una schifezza di condizione! Allora, ci sono un centinaio di miliardi da gestire. Tanti ce ne vogliono, per dare alla gente la possibilità di sopravvivere in attesa del sereno, e aiutare le aziende acché non abbiano a perire definitivamente.
Bisogna distribuirli, attribuirli, senza sprechi, con intelligenza, lungimiranza, non lasciandosi condizionare dai Mercati, e non comunque ignorandoli. Occorre essere seri, decisi, con la UE, rimanendo tranquilli, non lasciarsi irretire da quei grandissimi cornuti dei Paesi del Nord, che pensano ai cazzi loro!
Conte, pace all' anima sua, non è in grado. Urge un governo di collaborazione, chiamandolo "gabinetto di guerra", "unità di governo", "governo di crisi", come cazzo si voglia, non importa, va bene tutto, ma buona volontà di tutti, no furbizie, liti, e, per ridare decoro al ruolo di Premier, magari un "Drago"!
La soluzione c'e'. Non appena passata la crisi, ci si organizza a creare coalizioni di destra e di sinistra piu efficaci (via i ministri ignoranti, via i caporioni senza cervello, via i grilli dalla testa) e alla fine si va all'elezioni con idee chiare. Il Paese con un buon governo e una opposizione intelligente si riprendera', perche i nostri imprenditori sono bravi e capaci. Hai parlato di un governo di "collaborazione". Certo, per andare avanti ci vuole governo di ampio respiro, mantenendo fuori gli esaltati di destra e di sinistra e proponendo un capo governo capace di coordinare e capire. La destra credo sia recuperabile se la Lega e Meloni assumeranno toni e leaderships simili al passato, la sinistra anche soprattutto se apparisse un Renzi, meno somigliante al Renzi che conosciamo. Occorre anche ottimismo. L' Italia ce la puo' fare anche con un governo mediocre, ma non fazioso. L' importante e che lascino lavorare agli imprenditori e piccole imprese.
Avatar utente
carletto3
Connesso: No
Messaggi: 8090
Iscritto il: 25 giu 2019, 2:20
Ha Assegnato: 436 Mi Piace
Ha Ricevuto: 3215 Mi Piace

Re: Ragioniamo della condizione attuale...

Messaggio da leggere da carletto3 »

sabinosarno1 ha scritto: 25 mar 2020, 14:52 ...che è una schifezza di condizione! Allora, ci sono un centinaio di miliardi da gestire. Tanti ce ne vogliono, per dare alla gente la possibilità di sopravvivere in attesa del sereno, e aiutare le aziende acché non abbiano a perire definitivamente.
Bisogna distribuirli, attribuirli, senza sprechi, con intelligenza, lungimiranza, non lasciandosi condizionare dai Mercati, e non comunque ignorandoli. Occorre essere seri, decisi, con la UE, rimanendo tranquilli, non lasciarsi irretire da quei grandissimi cornuti dei Paesi del Nord, che pensano ai cazzi loro!
Conte, pace all' anima sua, non è in grado. Urge un governo di collaborazione, chiamandolo "gabinetto di guerra", "unità di governo", "governo di crisi", come cazzo si voglia, non importa, va bene tutto, ma buona volontà di tutti, no furbizie, liti, e, per ridare decoro al ruolo di Premier, magari un "Drago"!
Ogni tanto ti darei un bacione affettuoso.Parole sagge e di Buonsenso.
PS:se togli quel "Drago" in fondo al post.
La realta' è solo un'allucinazione dovuta a carenza di alcol (...un saggio)
"Gli è tutto sbagliato....gli è tutto da rifa'"
Rispondi