A proposito della prescrizione

Forum di discussione sulla politica italiana, i partiti e le istituzioni.
Connesso
Avatar utente
serge
Connesso: Sì
Messaggi: 6397
Iscritto il: 9 giu 2019, 8:58
Ha Assegnato: 6452 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2269 Mi Piace

A proposito della prescrizione

Messaggio da leggere da serge »

In Italia siamo famosi per dare soluzioni facili a problemi difficili. I processi sono troppo lunghi? Perdinci,eliminiamo la prescrizione! In tal modo,dal loro rinvio a giudizio,gli innocenti dovranno aspettare chissà quando per essere assolti,mentre i rei continueranno a vivere in pace finché qualche tribunale (dico giusto?) deciderà di processarli ed eventualmente,condannarli. A mio modesto parere,prima di eliminare la prescrizione - che può anche essere una cosa buona – bisogna far sì che i processi abbiano luogo in tempi “accettabili”, vale a dire al massimo entro due-tre anni dal rinvio a giudizio dell'imputato... Come? Non è certo compito mio proporre soluzioni: abbiamo fior di “esperti”(sic) preposti a farlo.....
Bye
“Non so con quali armi si combatterà la Terza guerra mondiale, ma la Quarta sì: con bastoni e pietre.”(Albert Einstein)
Avatar utente
Gasiot2
Connesso: No
Messaggi: 697
Iscritto il: 8 giu 2019, 22:01
Ha Assegnato: 219 Mi Piace
Ha Ricevuto: 222 Mi Piace

Re: A proposito della prescrizione

Messaggio da leggere da Gasiot2 »

Abbiamo la più alta percentuale di avvocati pro capite e mi vuoi mettere in crisi una intera categoria di lavoratori ?
“Se un uomo è uno stupido, non lo emancipi dalla sua stupidità col mandarlo all'università. Semplicemente lo trasformi in uno stupido addestrato, dieci volte più pericoloso.”
DESMOND BAGLEY
Avatar utente
cuneoman
Connesso: No
Messaggi: 879
Iscritto il: 16 ago 2019, 23:39

Re: A proposito della prescrizione

Messaggio da leggere da cuneoman »

Nei processi esistono i processati e le vittime.
In Italia i processi durano una vita perchè abbiamo troppi processi e perchè si cerca di farli durare il più a lungo possibile per arrivare a un niente di fatto. Berlusconi fece una legge per "abbreviare i processi", ovvero farli morire. Questo sicuramente aiuta i delinquenti e non le vittime che hanno subito il torto che non avranno giustizia e dovranno anche pagare le spese processuali.

Il concetto di prescrizione servirebbe a non essere processato per cose successe 40 anni prima di cui non si ha più memoria certa e neanche le carte per dimostrare la propria innocenza. Così è in tutti i paesi europei tranne la Grecia.

Da noi chi è colpevole ed è ricco può allungare i processi fino alla loro morte, così anche se colpevole non farà un giorno di carcere, Andreotti per mafia ad esempio.

Le riforme da fare erano 2, primo togliere il traguardo della impunità.
Secondo demotivare la gente a fare ricorso, anche qui siamo quasi gli unici in Europa che se fai ricorso non rischi che la pena venga alzata. Quindi tutti fanno ricorso, dal marocchino che non vuole essere espatriato al violentatore che rischia 10 anni di galera. Se fosse colpevole, tutto registrato in un video magari, rischierebbe di vedersi raddoppiare la pena per andare in Appello? E di nuovo un altro aumento andando in cassazione?

I processi durano tanto perchè ce ne sono tanti, è come dover fare una casa, se la inizi e la finisci ci metti un anno, se ne fai 10 insieme, un giorno ognuna, ci metterai 10 anni per vederne almeno una completata.

Ricordiamoci che ci sono anche le vittime che devono trovare giustizia

https://www.lastampa.it/alessandria/201 ... 1.34657484
Condannato a 12 anni per stupro, in appello assolto per prescrizione
il magistrato piemontese avverte fin da ora che «questo non è solo un problema nostro[di Torino]». I 130 mila fascicoli pendenti del 2003 in tutte le Corti d’appello d’Italia sono diventati 286 mila nel 2016. «Occorre - sottolinea - una riforma dell’intero sistema. Ed è il legislatore che deve metterci mano
I vari governi hanno sempre lucrato nel rallentare i processi, fare leggi contrastanti e poco chiare, togliendo fondi e personale. La mafia ringrazia, e a farne le spese sono le vittime e gli innocenti che devono aspettare anni per essere assolti. L'abolizione della prescrizione è un primo passo per evitare la corsa a un nulla di fatto, puntando anche sui patteggiamenti prima di iniziare i processi per chi sa di essere colpevole e punta a una riduzione di pena. Come avviene negli USA e in quasi tutta Europa
Avatar utente
Sayon
Connesso: No
Messaggi: 11205
Iscritto il: 9 giu 2019, 7:58
Ha Assegnato: 3483 Mi Piace
Ha Ricevuto: 4544 Mi Piace

Re: A proposito della prescrizione

Messaggio da leggere da Sayon »

cuneoman ha scritto: 15 gen 2020, 12:15 Nei processi esistono i processati e le vittime.
In Italia i processi durano una vita perchè abbiamo troppi processi e perchè si cerca di farli durare il più a lungo possibile per arrivare a un niente di fatto. Berlusconi fece una legge per "abbreviare i processi", ovvero farli morire. Questo sicuramente aiuta i delinquenti e non le vittime che hanno subito il torto che non avranno giustizia e dovranno anche pagare le spese processuali.

Il concetto di prescrizione servirebbe a non essere processato per cose successe 40 anni prima di cui non si ha più memoria certa e neanche le carte per dimostrare la propria innocenza. Così è in tutti i paesi europei tranne la Grecia.

Da noi chi è colpevole ed è ricco può allungare i processi fino alla loro morte, così anche se colpevole non farà un giorno di carcere, Andreotti per mafia ad esempio.

Le riforme da fare erano 2, primo togliere il traguardo della impunità.
Secondo demotivare la gente a fare ricorso, anche qui siamo quasi gli unici in Europa che se fai ricorso non rischi che la pena venga alzata. Quindi tutti fanno ricorso, dal marocchino che non vuole essere espatriato al violentatore che rischia 10 anni di galera. Se fosse colpevole, tutto registrato in un video magari, rischierebbe di vedersi raddoppiare la pena per andare in Appello? E di nuovo un altro aumento andando in cassazione?

I processi durano tanto perchè ce ne sono tanti, è come dover fare una casa, se la inizi e la finisci ci metti un anno, se ne fai 10 insieme, un giorno ognuna, ci metterai 10 anni per vederne almeno una completata.

Ricordiamoci che ci sono anche le vittime che devono trovare giustizia

https://www.lastampa.it/alessandria/201 ... 1.34657484
Condannato a 12 anni per stupro, in appello assolto per prescrizione
il magistrato piemontese avverte fin da ora che «questo non è solo un problema nostro[di Torino]». I 130 mila fascicoli pendenti del 2003 in tutte le Corti d’appello d’Italia sono diventati 286 mila nel 2016. «Occorre - sottolinea - una riforma dell’intero sistema. Ed è il legislatore che deve metterci mano
I vari governi hanno sempre lucrato nel rallentare i processi, fare leggi contrastanti e poco chiare, togliendo fondi e personale. La mafia ringrazia, e a farne le spese sono le vittime e gli innocenti che devono aspettare anni per essere assolti. L'abolizione della prescrizione è un primo passo per evitare la corsa a un nulla di fatto, puntando anche sui patteggiamenti prima di iniziare i processi per chi sa di essere colpevole e punta a una riduzione di pena. Come avviene negli USA e in quasi tutta Europa
Se si seguisse la logica, la prescrizione sarebbe indispensabile in quanto ogni persona ha il diritto di essere giudicata innocente a meno che non sia stata condannata. Essendo questo non auspicabile soprattutto per delitti e reati di mafia, e' evidente che serve una riforma della giustizia che OBBLIGHI ad una risoluzione rapida dei processi. I metodi esistono. Ad esempio il ricorso obbligatorio a un ombudsman (giudice isolato scelto dalle sue parti), uso di corti popolari simili a quelle americane per piccoli reati, eliminazione di uno dei livelli di giustizia, instaurazione di un Ordine di controllo NON eletto dai magistrati stessi, radiazione -anche retroattivo - dei magistrati che fanno "dormire" i loro casi soprattutto di mafia. La riforma della giustizia dovrebbe essere IMPOSTA dal PdR visto che lui ha l'autorita' per richiederla. E quindi il prossimo passo e' l'elezione di un PdR integerrimo non scelto per il suo orientamento politico di sinistra, gli unici che vogliono conservare lo status quo.
Avatar utente
cuneoman
Connesso: No
Messaggi: 879
Iscritto il: 16 ago 2019, 23:39

Re: A proposito della prescrizione

Messaggio da leggere da cuneoman »

E' vero, il problema è che i vecchi partiti non hanno mai VOLUTO rendere efficiente la giustizia con i metodo, anche gratuiti, che dicevo io o che dici tu. Gli unici scontri tra magistratura e politica riguardanti alle leggi erano quelle di uno Stato che voleva tutti liberi, anche i colpevoli, e dalla magistratura che si ribellava ma accettava le leggi loro malgrado, come da Costituzione.

Un esempio tra tutti l'indulto. Che depenalizzava sì 3 anni di colpe DIMOSTRATE, ma allo stesso tempo obbligava a fare i processi, compresi quelli che avevano pene inferiori ai 3 anni!!! Quindi regalava la libertà ai colpevoli, 3+4=7 anni di sentenze definitive senza carcere, ma senza alleggerire i tribunali da questi processi. Se non è favorire i delinquenti questo e affossare la giustizia che cos'è?

E poi quando si cercano sistemi alternativi 'come l'abolizione della prescrizione, l'uso delle intercettazioni tra i privati, mandare in galera i grandi evasori fiscali, mettere gli infiltrati provocatori per scoprire le mazzette, vediamo come i vecchi partiti cercano di migliorare l'Italia e la giustizia o da che parte stanno!!
Avatar utente
carletto3
Connesso: No
Messaggi: 8090
Iscritto il: 25 giu 2019, 2:20
Ha Assegnato: 436 Mi Piace
Ha Ricevuto: 3215 Mi Piace

Re: A proposito della prescrizione

Messaggio da leggere da carletto3 »

Ma a nessuno di voi è venuto in mente che forse sia colpa principalmente dei giudici e dei magistrati?
Basta che un avvocaticchio di periferia chieda un rinvio per il motivo piu' stupido ecco che il giudice rimanda a data lunghissima,i magistrati inquirenti ci mettono del loro facendo indagini carenti di prove (tanto le prove si formano in giudizio)..metti poi che un magistrato si innamori di un caso ed ecco che questo caso fa perdere anni di approfondimenti,indagini ecc... indagini che poi spesso risultano lacunose,piene di contraddizioni,di mancanze e fatte con metodi pressappochistici,tali da poter essere smontati in quattro balletti da un avvocato esperto.Ma il magistrato inquirente ,offeso nell'onore professionale,ricomincia da capo a indagare e passano anche anni e anni....ma pur di trovare qualcosa il tempo non conta. e l'indagato nel frattempo se innocente muore di crepacuore......
Non parliamo poi dei magistrati in fregola di notorieta'..... allora sì che i tempi diventano mostruosi,sia per il caso dell'indagato sia per i processi a bassa notiziabilita'...che passano in cavalleria.
Quello che manca è un coordinatore capo nelle procure che decida in prima persona quali procedimenti debbano iniziare, portati avanti,quali possono aspettare,quali approfondire e quali da inviare a giudizio.....secondo il sistema anglosassone.
Qua mi pare che ogni magistrato inquirente fa quello che vuole o piace.....e si pagano pure profumatamente...
Ma va bene così......tanto non devono rispondere a nessuno...
La realta' è solo un'allucinazione dovuta a carenza di alcol (...un saggio)
"Gli è tutto sbagliato....gli è tutto da rifa'"
Connesso
Avatar utente
RedWine
Connesso: Sì
Messaggi: 4895
Iscritto il: 9 giu 2019, 14:54
Ha Assegnato: 1125 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2706 Mi Piace

Re: A proposito della prescrizione

Messaggio da leggere da RedWine »

carletto3 ha scritto: 16 gen 2020, 7:45 Ma a nessuno di voi è venuto in mente che forse sia colpa principalmente dei giudici e dei magistrati?
.......
Qua mi pare che ogni magistrato inquirente fa quello che vuole o piace.....e si pagano pure profumatamente...
Ma va bene così......tanto non devono rispondere a nessuno...
Smiling Smiling
"Non avrete nulla e sarete felici". e se non fossi felice? "non ti preoccupare, ti cureremo"
Davos agenda 2030.
Connesso
Avatar utente
serge
Connesso: Sì
Messaggi: 6397
Iscritto il: 9 giu 2019, 8:58
Ha Assegnato: 6452 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2269 Mi Piace

Re: A proposito della prescrizione

Messaggio da leggere da serge »

carletto3 ha scritto: 16 gen 2020, 7:45 Ma a nessuno di voi è venuto in mente che forse sia colpa principalmente dei giudici e dei magistrati?
Basta che un avvocaticchio di periferia chieda un rinvio per il motivo piu' stupido ecco che il giudice rimanda a data lunghissima,i magistrati inquirenti ci mettono del loro facendo indagini carenti di prove (tanto le prove si formano in giudizio)..metti poi che un magistrato si innamori di un caso ed ecco che questo caso fa perdere anni di approfondimenti,indagini ecc... indagini che poi spesso risultano lacunose,piene di contraddizioni,di mancanze e fatte con metodi pressappochistici,tali da poter essere smontati in quattro balletti da un avvocato esperto.Ma il magistrato inquirente ,offeso nell'onore professionale,ricomincia da capo a indagare e passano anche anni e anni....ma pur di trovare qualcosa il tempo non conta. e l'indagato nel frattempo se innocente muore di crepacuore......
Non parliamo poi dei magistrati in fregola di notorieta'..... allora sì che i tempi diventano mostruosi,sia per il caso dell'indagato sia per i processi a bassa notiziabilita'...che passano in cavalleria.
Quello che manca è un coordinatore capo nelle procure che decida in prima persona quali procedimenti debbano iniziare, portati avanti,quali possono aspettare,quali approfondire e quali da inviare a giudizio.....secondo il sistema anglosassone.
Qua mi pare che ogni magistrato inquirente fa quello che vuole o piace.....e si pagano pure profumatamente...
Ma va bene così......tanto non devono rispondere a nessuno...
Caro amico,hai centrato il problema.Il che,a mio avvisa,conferma che PRIMA di abolire la prescrizione bisogna intervenire sulla durata dei processi.
Smiling
“Non so con quali armi si combatterà la Terza guerra mondiale, ma la Quarta sì: con bastoni e pietre.”(Albert Einstein)
Connesso
Avatar utente
serge
Connesso: Sì
Messaggi: 6397
Iscritto il: 9 giu 2019, 8:58
Ha Assegnato: 6452 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2269 Mi Piace

Re: A proposito della prescrizione

Messaggio da leggere da serge »

cuneoman ha scritto: 15 gen 2020, 12:15
Nei processi esistono i processati e le vittime.
In Italia i processi durano una vita perchè abbiamo troppi processi e perchè si cerca di farli durare il più a lungo possibile per arrivare a un niente di fatto. Berlusconi fece una legge per "abbreviare i processi", ovvero farli morire. Questo sicuramente aiuta i delinquenti e non le vittime che hanno subito il torto che non avranno giustizia e dovranno anche pagare le spese processuali.
L'attuale legislatura lo permette? voliamo provvedere in merito?
I
l concetto di prescrizione servirebbe a non essere processato per cose successe 40 anni prima di cui non si ha più memoria certa e neanche le carte per dimostrare la propria innocenza. Così è in tutti i paesi europei tranne la Grecia.
Sbaglio,o la prescrizione dovrebbe impedire che,come dici,il processo abbia luogo dopo un'infinità?.
Da noi chi è colpevole ed è ricco può allungare i processi fino alla loro morte, così anche se colpevole non farà un giorno di carcere, Andreotti per mafia ad esempio
.
I "ricchi" rispettano le leggi in vigore? Se sì,dov'è il problema? Forse il fatto che non sono poveri?
Le riforme da fare erano 2, primo togliere il traguardo della impunità.
Secondo demotivare la gente a fare ricorso, anche qui siamo quasi gli unici in Europa che se fai ricorso non rischi che la pena venga alzata. Quindi tutti fanno ricorso, dal marocchino che non vuole essere espatriato al violentatore che rischia 10 anni di galera. Se fosse colpevole, tutto registrato in un video magari, rischierebbe di vedersi raddoppiare la pena per andare in Appello? E di nuovo un altro aumento andando in cassazione?
Smiling
I processi durano tanto perchè ce ne sono tanti, è come dover fare una casa, se la inizi e la finisci ci metti un anno, se ne fai 10 insieme, un giorno ognuna, ci metterai 10 anni per vederne almeno una completata.
Perché non ci attrezziamo affinché i processi abbiano una durata accettabile. Forse eliminando la prescrizione'?
Ricordiamoci che ci sono anche le vittime che devono trovare giustizia

Certamente non tenendole con il fiato sospeso all'infinito.....
https://www.lastampa.it/alessandria/201 ... 1.34657484
Condannato a 12 anni per stupro, in appello assolto per prescrizione
il magistrato piemontese avverte fin da ora che «questo non è solo un problema nostro[di Torino]». I 130 mila fascicoli pendenti del 2003 in tutte le Corti d’appello d’Italia sono diventati 286 mila nel 2016. «
Occorre - sottolinea - una riforma dell’intero sistema.
Ed è il legislatore che deve metterci mano
Smiling
I vari governi hanno sempre lucrato nel rallentare i processi, fare leggi contrastanti e poco chiare, togliendo fondi e personale. La mafia ringrazia, e a farne le spese sono
le vittime e gli innocenti che devono aspettare anni per essere assolti
. L'abolizione della prescrizione è un primo passo per evitare la corsa a un nulla di fatto, puntando anche sui patteggiamenti prima di iniziare i processi per chi sa di essere colpevole e punta a una riduzione di pena. Come avviene negli USA e in quasi tutta Europa
Eliminando la prescrizione?
Bye
“Non so con quali armi si combatterà la Terza guerra mondiale, ma la Quarta sì: con bastoni e pietre.”(Albert Einstein)
Avatar utente
cuneoman
Connesso: No
Messaggi: 879
Iscritto il: 16 ago 2019, 23:39

Re: A proposito della prescrizione

Messaggio da leggere da cuneoman »

[ perchè si cerca di farli durare il più a lungo possibile per arrivare a un niente di fatto.
L'attuale legislatura lo permette? vogliamo provvedere in merito?
Il concetto è quello di togliere l'obiettivo della prescrizione, ovvero essere colpevole, anche dimostrato, ma non essere condannato. Questo è il primo passo ovviamente non basta, difatti Bonafede sta facendo anche un'altra manovra che doveva essere approvata entro il primo gennaio ma cambiato il governo cambiano le condizioni. La Lega era molto "garantista" e "liberista", ora c'è il PD e deve essere concordata con loro, altrimenti chi la vota? E non è che a loro una giustizia veloce ed efficace piaccia tanto, basta vedere le vecchie manovre e i commenti attuali.
Il blocco della prescrizione, il pericolo di aumento della pena e incentivi al patteggiamento (che già esistono)
dovrebbero dimezzare i processi in pochi anni. Se sai di avere torto accetta di pagare subito (soldi e carcere) o rischi in cassazione di ritrovarti una pena esemplare! Se sai di avere ragione allora andrai fino alla cassazione se serve per dimostrare la tua innocenza!! Come succede in quasi tutti i paesi occidentali


I
l concetto di prescrizione servirebbe a non essere processato per cose successe 40 anni prima di cui non si ha più memoria certa e neanche le carte per dimostrare la propria innocenza. Così è in tutti i paesi europei tranne la Grecia.
Sbaglio,o la prescrizione dovrebbe impedire che,come dici,il processo abbia luogo dopo un'infinità?.
Specifico meglio, come succede in Europa e USA: Se 40 anni fa hai evaso il fisco e io te lo contesto adesso, allora è giusta la prescrizione perchè avrai buttato gli estratti conto, 740, i testimoni non si ricorderanno dell'accaduto.
Se tu hai frodato il fisco ieri, io oggi te lo contesto, tu ti cerchi tutti i documenti e prove per discolparti, la prescrizione non serve per il significato precedente. Serve per non essere appeso a un filo o etichettato come evasore per 20 anni, ma questo è un caso diverso. E se sei colpevole sai che non basta tirarla alla lunga per non pagare per i tuoi reati. E se sei innocente (lo scopo della legge) non avrai più tutti i colpevoli o i "marocchini" che non pagano la multa a intasare i processi e quindi avrai giustizia molto più in fretta!
Inoltre fino a dicembre la prescrizione partiva dal compiere il reato (come in UE) e non si interrompeva dopo, quindi con una prescrizione ad esempio di 10 anni, non è che avevi avuto 10 anni di processo, ma magari 6 per beccarti, 2 per indagini varie e altri 2 per l'inizio del processo, quindi non cero una tortura italiana, ma solo il cavillo migliore per uscirne illesi.

Da noi chi è colpevole ed è ricco può allungare i processi fino alla loro morte, così anche se colpevole non farà un giorno di carcere, Andreotti per mafia ad esempio
.
I "ricchi" rispettano le leggi in vigore? Se sì,dov'è il problema? Forse il fatto che non sono poveri?
Ci sono 2 categorie principali che giovano del sistema prescrizione, i ricchi che possono permettersi decenni di avvocati e sudute in tribunale e i poverissimi (extracomunitari?) che hanno l'avvocato di ufficio pagato da noi e che tanto una multa da 1.000 € o da 10.000 € non cambia, non possono pagare nessuna delle due!! Poi nel caso dei ricchi c'è un altro guadagno, se evadi 10.000 € forse ti conviene patteggiare e pagare, se evadi 1 milione di euro ti conviene pagare solo gli avvocati e puntare alla prescrizione!!

Le riforme da fare erano 2, primo togliere il traguardo della impunità.
Secondo demotivare la gente a fare ricorso, anche qui siamo quasi gli unici in Europa che se fai ricorso non rischi che la pena venga alzata. Quindi tutti fanno ricorso, dal marocchino che non vuole essere espatriato al violentatore che rischia 10 anni di galera. Se fosse colpevole, tutto registrato in un video magari, rischierebbe di vedersi raddoppiare la pena per andare in Appello? E di nuovo un altro aumento andando in cassazione?
Smiling
Questa la sanno tutti quelli che seguono Davigo, Travaglio e M5S. Se non farà parte delle prossime
I processi durano tanto perchè ce ne sono tanti, è come dover fare una casa, se la inizi e la finisci ci metti un anno, se ne fai 10 insieme, un giorno ognuna, ci metterai 10 anni per vederne almeno una completata.
Perché non ci attrezziamo affinché i processi abbiano una durata accettabile. Forse eliminando la prescrizione'?
Ho già risposto, sì!! Bisogna eliminare il numero di processi, in Italia ne abbiamo tanti quanti Gran Bretagna, Spagna e Francia messi insieme!! Quindi vanno bene i metodi elencati e mettere dei disincentivi per le cause inutili, ad esempio quelle condominiali (buona parte) e quelle per diffamazione che in realtà sono per intimidazione. Qui in Italia al massimo ti paghi le spese degli avvocati e quelle processuali, in America esiste l'oltraggio alla corte o una contro denuncia dove fare causa senza motivo può diventare molto costoso!! In Italia una causa per diffamazione costa circa 30.000 euro (leggendo la biografia di Sgarbi che ne ha parecchie), per uno che ci vive di gossip, scandali e trasmissioni in Tv è tutta pubblicità gratis a basso costo e se ne frega!!

Ricordiamoci che ci sono anche le vittime che devono trovare giustizia

Certamente non tenendole con il fiato sospeso all'infinito.....
Certo, anche lasciare impunito il colpevole acclarato dopo decenni di processi non è piacevole o giusto. Vedi casi come Eternit per dirne una!
I vari governi hanno sempre lucrato nel rallentare i processi, fare leggi contrastanti e poco chiare, togliendo fondi e personale. La mafia ringrazia, e a farne le spese sono
le vittime e gli innocenti che devono aspettare anni per essere assolti
. L'abolizione della prescrizione è un primo passo per evitare la corsa a un nulla di fatto, puntando anche sui patteggiamenti prima di iniziare i processi per chi sa di essere colpevole e punta a una riduzione di pena. Come avviene negli USA e in quasi tutta Europa
[/quote]
Eliminando la prescrizione?
Bye

Il punto è tutto lì, se togliamo la meta della prescrizione e il fatto che non costi nulla fare processi inutili e tirarli avanti per decenni avremo risolto il problema, se facciamo i processi tanto per fare e lo scopo è farli morire a metà del percorso la mafia e i politici corrotti ringraziano. Questo non è mai stato uno scontro voluto dalla magistratura che gode nel vedere il loro lavoro interrotto senza poter aver dato una sentenza/soluzione, è uno scontro tra chi vive sul far ammazzare i processi (i delinquenti) e una magistratura che deve far rispettare le lungaggini burocratiche volute dallo Stato.
Ne dico un'altra, se un carabiniere fa un arresto e poi viene citato come testimone, deve obbligatoriamente presentarsi in tribunale anche solo per dire che conferma quanto ha scritto 10 anni prima e che ora non si ricorda più molto, perchè solo il verbale non è valevole. Contiamo quanti arresti fanno i carabinieri in certe città in 10 anni e capiamo quanto p stupida questa cosa, e quanto tempo e soldi costa allo Stato e al processo!!
Non vorrei dire un'esattezza, ma i giudici non possono leggere e acquisire il verbale fino a quella udienza, per non farsi una idea preconcetta..... E questo vale per ogni testimone chiamato in causa, anche se non aggiunge altro a ciò che è presente nel verbale....
Gli attuali processi sono fatti per durare, se la seconda riforma Bonafede includerà queste cose allora sarà una buona legge per risolvere i problemi, altrimenti sarà la solita demagogia politica

[/quote]
Rispondi