Bimba di 6 mesi muore in culla a Sondrio, alle urla della madre commenti razzisti: "Taci, scimmia"

Forum di discussione sulla politica italiana, i partiti e le istituzioni.
Connesso
Avatar utente
nerorosso
Connesso: Sì
Messaggi: 5854
Iscritto il: 8 giu 2019, 17:34
Ha Assegnato: 3558 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2823 Mi Piace

Re: Bimba di 6 mesi muore in culla a Sondrio, alle urla della madre commenti razzisti: "Taci, scimmia"

Messaggio da leggere da nerorosso »

Mah…

A parte il fatto che mi sembra umanamente impossibile, almeno in un paese civile, e ritengo l'Italia ancora un paese civile, che ci si possa sbizzarrire in simili espressioni nei confronti di una madre che ha appena perso il suo bambino.
Se questo è accaduto è sicuramente da perseguire, ma se la fonte da cui proviene la notizia è in qualche modo assimilabile alle piddine sardine, potrebbe anche essere un tentativo di "creare il caso", cosa che se non erro in termini giuridici diventa il reato di "procurato allarme".

A parte questo, a me di fronte a un caso disperato l'"humana pietas" impone almeno, per quel che è nelle mie possibilità, di consolare la persona interessata, non di infierire.

Oggi tra l'altro ho saputo che M, metto la sola iniziale per rispetto, mia collega marocchina che incontro tutti i giorni, era in pena per un suo fratello più giovane, al quale a 44 anni è stata diagnosticata una sclerosi multipla che secondo i medici non gli lascera' più di 6 mesi di vita. Che cosa si può umanamente fare nei confronti di casi simili se non tentare di umanamente consolare?
Poi io da agnostico forse non sono la persona più adatta per questi casi, visto che M si autoconsola con il fatto che "è la volontà di Dio", ma laicamente ho cercato comunque di essere "consolante"…

PS
non sempre nei PS è presente un posto fisso di polizia, dove lavora mia moglie ad esempio non c'è.
Se succede qualcosa devono fare il 112...

Ed è cosa che succede quasi tutte le notti.
SLAVA ROSSIJA!!! 🇷🇺
Connesso
Avatar utente
heyoka
Connesso: Sì
Messaggi: 8355
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
Ha Assegnato: 4386 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2709 Mi Piace

Re: Bimba di 6 mesi muore in culla a Sondrio, alle urla della madre commenti razzisti: "Taci, scimmia"

Messaggio da leggere da heyoka »

Pensavo che la tesi fosse che è impossibile che in Italia qualcuno possa dare della scimmia a una africana,
Eppure è la scienza a dirlo!
Sempre che, in questi ultimi tempi, il politicamente corretto abbia ERETICIZZATO Darwin.
E senza dimenticare che nel Vangelo tanto caro ( ma spesso a SPROPOSITO) a Bergoglio, non sia stata cancellata quella frase RAZZISTA e XENOFOBA che Gesù a rivolto ad una povera extracomunitaria ( rispetto ai Figli di Israele), definendola un CANE che non aveva il diritto di mangiare il Pane destinato ai Figli di Israele.
Se ci pensi BENE, Cuneoman, il motto PRIMA GLI ITALIANI, lo ha coniato Gesù riferendosi agli Israeliti.
Questo per dire che se anche Gesù si è lasciato andare a qualche frase RAZZISTA, da buoni Cristiani dovremmo essere più tolleranti verso qualche nostro fratello cui scappa una frase poco onorevole, magari in un momento di rabbia sconsiderata.
Stiamo di fronte ad un eventuale Peccato UMANO, Cuneoman.
E pur sempre un Peccato Umano, anche quello della CALUNNIA, specie se fatta per demonizzare un avversario politico o religioso.
Come sembra delinearsi nel caso di Sondrio.
Ma qui mi tocca ritirare in ballo il Vangelo di Gesù che SEMPRE ha difeso i peccatori.
Con qualche riserva di quelli fatti dai Farisei che usavano la calunnia o l' inganno per mettere in cattiva luce i loro avversari politici.
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Avatar utente
giampieros
Connesso: No
Messaggi: 735
Iscritto il: 17 giu 2019, 20:07
Ha Assegnato: 302 Mi Piace
Ha Ricevuto: 386 Mi Piace

Re: Bimba di 6 mesi muore in culla a Sondrio, alle urla della madre commenti razzisti: "Taci, scimmia"

Messaggio da leggere da giampieros »

Ripartiamo dall'inizio.
La giovane signora nigeriana, accortasi che la figlia di 6 mesi non respirava più, è scesa in strada disperata cercando aiuto. Immediatamente un'auto guidata da una donna presumibilmente non nigeriana ma valtellinese (credo sia rimasta anonima), si è fermata, ha fatto salire mamma e figlia e le ha accompagnate al pronto soccorso. E' successo esattamente il contrario di quanto succederebbe in una società fondamentalmente razzista. Al pronto soccorso medici e paramedici si sono immediatamente attivati nel tentativo disperato di salvare la piccola. Purtroppo è stato tutto vano e la bimba se n'è andata.
Anche qui fortunatamente, di razzismo nemmeno l'ombra. Anzi, direi proprio il contrario.
Alla notizia della morte della figlioletta, la mamma disperata s'è buttata a terra urlando e battendo la testa sul pavimento.
Reazione comprensibile anche se da noi solitamente si reagisce in maniera meno appariscente. Naturalmente è un dettaglio e nessuno di noi può sapere come reagirebbe di fronte ad un dolore immenso come la perdita di una bambina (speriamo di non saperlo mai!). Fin qui non è notizia da scrivere sui giornali con titoli cubitali e dibatterne per giorni.
Adesso arriva il nocciolo. Qualcuno sostiene che qualche italiano/a abbia fatto commenti che più che razzisti a me personalmente sembrano odiosi, beceri ed anche stupidi. Sembra che sia i carabinieri che il personale sanitario non abbiano sentito niente. Adesso scusate, io non lo so, chi è che per primo ha denunciato il fatto? La famiglia nigeriana? Qualcuno che ha assistito ai presunti odiosi insulti razzisti? A chi l'ha denunciato? Ai carabinieri? Alla direzione dell'ospedale? A qualche giornale? O come ho letto qui sopra è stato denunciato in piazza ad una manifestazione delle sardine? Se fosse così, chi ha sentito queste brutte frasi, ma brutte proprio, invece che andare in piazza sarebbe dovuto andare in un comando di polizia o
in una caserma dei carabinieri.
L'idea che mi son fatto io? Che magari qualcuno quelle brutte parole l'ha dette, probabilmente sottovoce, visto che carabinieri e sanitari non hanno sentito. La signora nigeriana però non c'entra niente a meno che non sia stata proprio lei a denunciare insulti che non ci sono mai stati... responsabilità morale, mica altro. Adesso... ma che cosa vogliamo fare a quelle persone che hanno mormorato "tanto questi sfornano un figlio all'anno" o "scimmia invasata" o simili idiozie (sempre che queste frasi siano effettivamente state dette). Vogliamo sbatterli in galera? Ma cerchiamo di essere equilibrati! Personalmente non ho problemi a chiedere scusa alla mamma e a dichiarare che mi dissocio con forza da qualunque insulto razzista le fosse stato rivolto. Fine.
Avatar utente
Gasiot2
Connesso: No
Messaggi: 697
Iscritto il: 8 giu 2019, 22:01
Ha Assegnato: 219 Mi Piace
Ha Ricevuto: 222 Mi Piace

Re: Bimba di 6 mesi muore in culla a Sondrio, alle urla della madre commenti razzisti: "Taci, scimmia"

Messaggio da leggere da Gasiot2 »

giampieros ha scritto: 21 dic 2019, 12:06 Ripartiamo dall'inizio.
La giovane signora nigeriana, accortasi che la figlia di 6 mesi non respirava più, è scesa in strada disperata cercando aiuto. Immediatamente un'auto guidata da una donna presumibilmente non nigeriana ma valtellinese (credo sia rimasta anonima), si è fermata, ha fatto salire mamma e figlia e le ha accompagnate al pronto soccorso. E' successo esattamente il contrario di quanto succederebbe in una società fondamentalmente razzista. Al pronto soccorso medici e paramedici si sono immediatamente attivati nel tentativo disperato di salvare la piccola. Purtroppo è stato tutto vano e la bimba se n'è andata.
Anche qui fortunatamente, di razzismo nemmeno l'ombra. Anzi, direi proprio il contrario.
Alla notizia della morte della figlioletta, la mamma disperata s'è buttata a terra urlando e battendo la testa sul pavimento.
Reazione comprensibile anche se da noi solitamente si reagisce in maniera meno appariscente. Naturalmente è un dettaglio e nessuno di noi può sapere come reagirebbe di fronte ad un dolore immenso come la perdita di una bambina (speriamo di non saperlo mai!). Fin qui non è notizia da scrivere sui giornali con titoli cubitali e dibatterne per giorni.
Adesso arriva il nocciolo. Qualcuno sostiene che qualche italiano/a abbia fatto commenti che più che razzisti a me personalmente sembrano odiosi, beceri ed anche stupidi. Sembra che sia i carabinieri che il personale sanitario non abbiano sentito niente. Adesso scusate, io non lo so, chi è che per primo ha denunciato il fatto? La famiglia nigeriana? Qualcuno che ha assistito ai presunti odiosi insulti razzisti? A chi l'ha denunciato? Ai carabinieri? Alla direzione dell'ospedale? A qualche giornale? O come ho letto qui sopra è stato denunciato in piazza ad una manifestazione delle sardine? Se fosse così, chi ha sentito queste brutte frasi, ma brutte proprio, invece che andare in piazza sarebbe dovuto andare in un comando di polizia o
in una caserma dei carabinieri.
L'idea che mi son fatto io? Che magari qualcuno quelle brutte parole l'ha dette, probabilmente sottovoce, visto che carabinieri e sanitari non hanno sentito. La signora nigeriana però non c'entra niente a meno che non sia stata proprio lei a denunciare insulti che non ci sono mai stati... responsabilità morale, mica altro. Adesso... ma che cosa vogliamo fare a quelle persone che hanno mormorato "tanto questi sfornano un figlio all'anno" o "scimmia invasata" o simili idiozie (sempre che queste frasi siano effettivamente state dette). Vogliamo sbatterli in galera? Ma cerchiamo di essere equilibrati! Personalmente non ho problemi a chiedere scusa alla mamma e a dichiarare che mi dissocio con forza da qualunque insulto razzista le fosse stato rivolto. Fine.
Condivido
Considero questa denuncia come un maldestro tentativo di antirazzismo andato a male
“Se un uomo è uno stupido, non lo emancipi dalla sua stupidità col mandarlo all'università. Semplicemente lo trasformi in uno stupido addestrato, dieci volte più pericoloso.”
DESMOND BAGLEY
Connesso
Avatar utente
heyoka
Connesso: Sì
Messaggi: 8355
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
Ha Assegnato: 4386 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2709 Mi Piace

Re: Bimba di 6 mesi muore in culla a Sondrio, alle urla della madre commenti razzisti: "Taci, scimmia"

Messaggio da leggere da heyoka »

Condivido al100% il post di Giampieros e quello di Gasiot.
Credo che entrambi siano persone che simpatizzano per Salvini, come me.
Allora mi chiedo dove sta il Male ASSOLUTO, qualora possa esistere?
Stando al Vangelo dei Cristiani, io non ho alcun dubbio che se esiste il MALE assoluto, questo è da individuare nelle
MALE LINGUE degli anti Salvini, che arrivano ad architettarr questo genere di FAKE, magari nei raduni delle Sardine, pur di tentare di portare voti alle loro
DIABOLICHE PARANOIE.
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Avatar utente
cuneoman
Connesso: No
Messaggi: 879
Iscritto il: 16 ago 2019, 23:39

Re: Bimba di 6 mesi muore in culla a Sondrio, alle urla della madre commenti razzisti: "Taci, scimmia"

Messaggio da leggere da cuneoman »

nerorosso ha scritto: 19 dic 2019, 20:50 Mah…

A parte il fatto che mi sembra umanamente impossibile, almeno in un paese civile, e ritengo l'Italia ancora un paese civile, che ci si possa sbizzarrire in simili espressioni nei confronti di una madre che ha appena perso il suo bambino.
Se questo è accaduto è sicuramente da perseguire, ma se la fonte da cui proviene la notizia è in qualche modo assimilabile alle piddine sardine, potrebbe anche essere un tentativo di "creare il caso", cosa che se non erro in termini giuridici diventa il reato di "procurato allarme".
Io invece riparto da qui, e continuo a dire che non nego che chi ha sentito le ingiurie, c'è nome e cognome, abbia ragione o si sia voluta fare pubblicità, è un assessore e quindi sono voti...

Ma mi soffermo sul mi sembra umanamente impossibile che in parte condivido. Poi però mi vengono in mente i Calderoli, i Bibbiano, quelli che ridevano per le vittime del terremoto a l'Aquila, quelli che a Milano operavano persone sane solo per lucrarci sopra, quelli che non hanno chiuso il ponte a Genova nonostante da 7 anni si sapeva fosse a rischio.... E allora mi chiedo, sì, è umanamente impossibile, questo non esclude che sia successo. E qui le indagini ci diranno cos'è successo...
Connesso
Avatar utente
Sayon
Connesso: Sì
Messaggi: 11690
Iscritto il: 9 giu 2019, 7:58
Ha Assegnato: 3704 Mi Piace
Ha Ricevuto: 4746 Mi Piace

Re: Bimba di 6 mesi muore in culla a Sondrio, alle urla della madre commenti razzisti: "Taci, scimmia"

Messaggio da leggere da Sayon »

cuneoman ha scritto: 21 dic 2019, 19:00
nerorosso ha scritto: 19 dic 2019, 20:50 Mah…

A parte il fatto che mi sembra umanamente impossibile, almeno in un paese civile, e ritengo l'Italia ancora un paese civile, che ci si possa sbizzarrire in simili espressioni nei confronti di una madre che ha appena perso il suo bambino.
Se questo è accaduto è sicuramente da perseguire, ma se la fonte da cui proviene la notizia è in qualche modo assimilabile alle piddine sardine, potrebbe anche essere un tentativo di "creare il caso", cosa che se non erro in termini giuridici diventa il reato di "procurato allarme".
Io invece riparto da qui, e continuo a dire che non nego che chi ha sentito le ingiurie, c'è nome e cognome, abbia ragione o si sia voluta fare pubblicità, è un assessore e quindi sono voti...

Ma mi soffermo sul mi sembra umanamente impossibile che in parte condivido. Poi però mi vengono in mente i Calderoli, i Bibbiano, quelli che ridevano per le vittime del terremoto a l'Aquila, quelli che a Milano operavano persone sane solo per lucrarci sopra, quelli che non hanno chiuso il ponte a Genova nonostante da 7 anni si sapeva fosse a rischio.... E allora mi chiedo, sì, è umanamente impossibile, questo non esclude che sia successo. E qui le indagini ci diranno cos'è successo...
SE c'e' qualcuno che ha offeso la donna cosi' atrocemente, merita un multa salata e una decina di giorni in carcere. Ci si puo' lamentare in generale della immigrazione, ma non offendere una persona in maniera cosi' disumana. La "scimmia" in mia opinione, e' chi ha pronunciato quella frase. Visto che non la si puo' mettere in uno zoo, qualche giorno in carcere insegnerebbe qualcosa a lui e agli aspiranti razzisti.
Avatar utente
cuneoman
Connesso: No
Messaggi: 879
Iscritto il: 16 ago 2019, 23:39

Re: Bimba di 6 mesi muore in culla a Sondrio, alle urla della madre commenti razzisti: "Taci, scimmia"

Messaggio da leggere da cuneoman »

http://www.rainews.it/dl/rainews/artico ... de016.html
Ad assicurarlo all'Adnkronos sono gli stessi militari. Nessuno ha gridato frasi razziste all'indirizzo della donna e la donna non può aver reagito a questi insulti perché non c'è stata interazione tra chi aspettava di essere curato e lei. Al comando per ora non è stata neanche presentata alcuna denuncia per episodi di razzismo. Certo i militari non possono escludere commenti tra i pazienti nella sala d'attesa che permette due accessi: o si va ai reparti o si va alle salette mediche che sono separate e non a vista. Ma dalla sala d'aspetto in quella zona non è giunto assolutamente nessun commento.
Aggiungo un elemento che forse non si è capito:
Non è che come è stato scritto sopra qualcuno ha inveito contro la donna disperata, ma come si legge in questo articolo la vicenda è nata prima della morte del figlio e proseguita dopo, dovrebbe (tutto da verificare, sempre che sia vero) essere capitato in sala di attesa da chi si è visto prendere il posto o solo arrivare la madre, non sapendo nulla della gravità prima e poi continuando dopo aver conosciuto l'accaduto. E probabilmente erano state battutine dette non in faccia alla madre ma alle spalle.

Questo spiega benissimo come sia possibile che sia accaduto, come i carabinieri e medici non be sapessero nulla e non esclude ne conferma l'accaduto.
Ora se noi fossimo in un pronto soccorso da 2 ore e ci vedessimo una nigeriana passarci davanti, è così impensabile che qualcuno già predisposto faccia battute simili? La gravità sarebbe ben maggiore se fossero continuate anche dopo aver saputo della morte del bimbo e sopratutto frasi di un simile squallore e bassezza personale. Sempre che questo venisse confermato.... Intento prima di giudicare sarebbe meglio informarsi meglio e aspettare l'evolversi degli eventi. Per il rispetto della madre mi sembra il minimo, altrimenti ci metteremmo sullo stesso piano di chi ha (eventualmente) insultato in ospedale :geek:
Connesso
Avatar utente
heyoka
Connesso: Sì
Messaggi: 8355
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
Ha Assegnato: 4386 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2709 Mi Piace

Re: Bimba di 6 mesi muore in culla a Sondrio, alle urla della madre commenti razzisti: "Taci, scimmia"

Messaggio da leggere da heyoka »

Bravo Cuneoman.
Stavo per iscriverti nel mio elenco personale dei TROTONI del forum.
Con questo ultimo post, ti sei riscattato un po.
Stammi in campana perché sei borderline.
🤔😂
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Avatar utente
giampieros
Connesso: No
Messaggi: 735
Iscritto il: 17 giu 2019, 20:07
Ha Assegnato: 302 Mi Piace
Ha Ricevuto: 386 Mi Piace

Re: Bimba di 6 mesi muore in culla a Sondrio, alle urla della madre commenti razzisti: "Taci, scimmia"

Messaggio da leggere da giampieros »

cuneoman ha scritto: 22 dic 2019, 0:49 http://www.rainews.it/dl/rainews/artico ... de016.html
Ad assicurarlo all'Adnkronos sono gli stessi militari. Nessuno ha gridato frasi razziste all'indirizzo della donna e la donna non può aver reagito a questi insulti perché non c'è stata interazione tra chi aspettava di essere curato e lei. Al comando per ora non è stata neanche presentata alcuna denuncia per episodi di razzismo. Certo i militari non possono escludere commenti tra i pazienti nella sala d'attesa che permette due accessi: o si va ai reparti o si va alle salette mediche che sono separate e non a vista. Ma dalla sala d'aspetto in quella zona non è giunto assolutamente nessun commento.
Aggiungo un elemento che forse non si è capito:
Non è che come è stato scritto sopra qualcuno ha inveito contro la donna disperata, ma come si legge in questo articolo la vicenda è nata prima della morte del figlio e proseguita dopo, dovrebbe (tutto da verificare, sempre che sia vero) essere capitato in sala di attesa da chi si è visto prendere il posto o solo arrivare la madre, non sapendo nulla della gravità prima e poi continuando dopo aver conosciuto l'accaduto. E probabilmente erano state battutine dette non in faccia alla madre ma alle spalle.

Questo spiega benissimo come sia possibile che sia accaduto, come i carabinieri e medici non be sapessero nulla e non esclude ne conferma l'accaduto.
Ora se noi fossimo in un pronto soccorso da 2 ore e ci vedessimo una nigeriana passarci davanti, è così impensabile che qualcuno già predisposto faccia battute simili? La gravità sarebbe ben maggiore se fossero continuate anche dopo aver saputo della morte del bimbo e sopratutto frasi di un simile squallore e bassezza personale. Sempre che questo venisse confermato.... Intento prima di giudicare sarebbe meglio informarsi meglio e aspettare l'evolversi degli eventi. Per il rispetto della madre mi sembra il minimo, altrimenti ci metteremmo sullo stesso piano di chi ha (eventualmente) insultato in ospedale :geek:
Scusate eh... se in casi del genere, invece di fare indagini, istruire processi, emettere sentenze, ricorsi appelli prescrizioni... (ricordo che il reato di ingiuria art. 594 è stato abrogato con Legge N.7 del 15 gennaio 2016...rimane però la sua aggravante di "a fondo razzista". Mah... avrò capito male! L'aggravante di una azione che non costituisce più reato! Sicuramente non ho capito un c...!) un giudice di pace dotato di buonsenso chiamasse davanti a sè l'insultatore e l'insultato e dicesse:"Guardi signore, non le contesto nessun reato, lei però ha insultato una donna che aveva appena perso una figlia di 6 mesi. Immagino che abbia detto le cose che ha detto senza pensare all'enormità dell'offesa. Così, sopra pensiero. Se lo ritiene giusto ed ha capito il suo errore e magari riesce ad immedesimarsi in una mamma che ha appena perduto una figlia, può scusarsi con la signora-.
Io sono sicuro che nel 99% dei casi, l'insultatore chiederebbe scusa, abbraccerebbe la signora, andrebbe a portare due fiori sulla tomba della piccola e diventerebbe un paladino dell'antirazzismo. In fin dei conti stiamo parlando di persone perbene, che non hanno mai commesso reati, che non farebbero male ad una mosce e che non rappresentano un pericolo per la società. Dargli 1000 euro di multa e 10 giorni di carcere come suggerisce Sayon, è il modo giusto per diffondere rabbia, odio e razzismo.
Connesso
Avatar utente
Sayon
Connesso: Sì
Messaggi: 11690
Iscritto il: 9 giu 2019, 7:58
Ha Assegnato: 3704 Mi Piace
Ha Ricevuto: 4746 Mi Piace

Re: Bimba di 6 mesi muore in culla a Sondrio, alle urla della madre commenti razzisti: "Taci, scimmia"

Messaggio da leggere da Sayon »

giampieros ha scritto: 23 dic 2019, 15:00
cuneoman ha scritto: 22 dic 2019, 0:49 http://www.rainews.it/dl/rainews/artico ... de016.html
Ad assicurarlo all'Adnkronos sono gli stessi militari. Nessuno ha gridato frasi razziste all'indirizzo della donna e la donna non può aver reagito a questi insulti perché non c'è stata interazione tra chi aspettava di essere curato e lei. Al comando per ora non è stata neanche presentata alcuna denuncia per episodi di razzismo. Certo i militari non possono escludere commenti tra i pazienti nella sala d'attesa che permette due accessi: o si va ai reparti o si va alle salette mediche che sono separate e non a vista. Ma dalla sala d'aspetto in quella zona non è giunto assolutamente nessun commento.
Aggiungo un elemento che forse non si è capito:
Non è che come è stato scritto sopra qualcuno ha inveito contro la donna disperata, ma come si legge in questo articolo la vicenda è nata prima della morte del figlio e proseguita dopo, dovrebbe (tutto da verificare, sempre che sia vero) essere capitato in sala di attesa da chi si è visto prendere il posto o solo arrivare la madre, non sapendo nulla della gravità prima e poi continuando dopo aver conosciuto l'accaduto. E probabilmente erano state battutine dette non in faccia alla madre ma alle spalle.

Questo spiega benissimo come sia possibile che sia accaduto, come i carabinieri e medici non be sapessero nulla e non esclude ne conferma l'accaduto.
Ora se noi fossimo in un pronto soccorso da 2 ore e ci vedessimo una nigeriana passarci davanti, è così impensabile che qualcuno già predisposto faccia battute simili? La gravità sarebbe ben maggiore se fossero continuate anche dopo aver saputo della morte del bimbo e sopratutto frasi di un simile squallore e bassezza personale. Sempre che questo venisse confermato.... Intento prima di giudicare sarebbe meglio informarsi meglio e aspettare l'evolversi degli eventi. Per il rispetto della madre mi sembra il minimo, altrimenti ci metteremmo sullo stesso piano di chi ha (eventualmente) insultato in ospedale :geek:
Scusate eh... se in casi del genere, invece di fare indagini, istruire processi, emettere sentenze, ricorsi appelli prescrizioni... (ricordo che il reato di ingiuria art. 594 è stato abrogato con Legge N.7 del 15 gennaio 2016...rimane però la sua aggravante di "a fondo razzista". Mah... avrò capito male! L'aggravante di una azione che non costituisce più reato! Sicuramente non ho capito un c...!) un giudice di pace dotato di buonsenso chiamasse davanti a sè l'insultatore e l'insultato e dicesse:"Guardi signore, non le contesto nessun reato, lei però ha insultato una donna che aveva appena perso una figlia di 6 mesi. Immagino che abbia detto le cose che ha detto senza pensare all'enormità dell'offesa. Così, sopra pensiero. Se lo ritiene giusto ed ha capito il suo errore e magari riesce ad immedesimarsi in una mamma che ha appena perduto una figlia, può scusarsi con la signora-.
Io sono sicuro che nel 99% dei casi, l'insultatore chiederebbe scusa, abbraccerebbe la signora, andrebbe a portare due fiori sulla tomba della piccola e diventerebbe un paladino dell'antirazzismo. In fin dei conti stiamo parlando di persone perbene, che non hanno mai commesso reati, che non farebbero male ad una mosce e che non rappresentano un pericolo per la società. Dargli 1000 euro di multa e 10 giorni di carcere come suggerisce Sayon, è il modo giusto per diffondere rabbia, odio e razzismo.
Negli USA dei giornalisti bianchi fecero un esperimento. Si dipinsero la faccia di nero ma continuarono le loro attivita' di sempre. E cosi scoprirono che il razzismo esiste, e' feroce, subdolo e si manifesta in forme diverse. E se si diventa discriminati a causa del colore della pelle, si "soffre' moltissimo.
Nel caso specifico o il tutto e' falso (hanno chiesto alla donna nera?) o e' tutto vero. Nel primo caso occorrerebbe chiedere a chi lo ha denunciato almeno che dica i particolari e completare l' indagine, Ma se e' vero, perche' essere clementi? Le persone che non "fanno male a una mosca" hanno al contrario commesso una aggressione fisica e psicologica verso una persona che stava gia' subendo una perdita. Vigliacchi cosi non hanno alcuna educazione o rispetto e vanno rieducati in maniera esemplare proprio per dare un esempio. La reazione da parte dei familiari della donna potrebbe anche essere giustificata e violenta. Riflettete sulle parole di Cuneoman concernente Calderoli e lo stesso Salvini (nei confronti dei meridionali) . Purtroppo il razzismo STUPIDO in Italia e' ben radicato, Io, ad esempio, sono un veemente razzista nei loro confronti: considero chiunque offenda una persona inferiore di status, ricchezza, salute, fisico come uno Str...zo da trattare in maniera brutale proprio per fargli capire cosa significa essere considerato inferiore.
Rispondi