La spigolatrice

Forum di discussione sulla politica italiana, i partiti e le istituzioni.
Connesso
Avatar utente
nerorosso
Connesso: Sì
Messaggi: 5636
Iscritto il: 8 giu 2019, 17:34
Ha Assegnato: 3307 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2739 Mi Piace

Re: La spigolatrice

Messaggio da leggere da nerorosso »

carletto3 ha scritto: 29 set 2021, 18:26
nerorosso ha scritto: 29 set 2021, 15:47
serge ha scritto: 29 set 2021, 9:54

Pare proprio di si.....
Bye
Anche se però l'autore, interpellato in merito, sostiene di aver preventivamente mostrato i suoi bozzetti alla giunta, o comunque all'ente incaricato…

(Ho letto stamattina, non ho voglia di cercare il link...)
Smpre prima della fusione definitiva un artista presenta il bozzetto....questo da' l'indicazione della mente bacata di chi l'ha approvato....
Non è colpa dello scultore...
Eh......eh......eh...
Io però dopo aver ben letto il post di Rosanna, oggi come ieri concordo con lei.
SLAVA ROSSIJA!!! 🇷🇺
Avatar utente
carletto3
Connesso: No
Messaggi: 8090
Iscritto il: 25 giu 2019, 2:20
Ha Assegnato: 436 Mi Piace
Ha Ricevuto: 3215 Mi Piace

Re: La spigolatrice

Messaggio da leggere da carletto3 »

nerorosso ha scritto: 29 set 2021, 19:02
carletto3 ha scritto: 29 set 2021, 18:26
nerorosso ha scritto: 29 set 2021, 15:47

Anche se però l'autore, interpellato in merito, sostiene di aver preventivamente mostrato i suoi bozzetti alla giunta, o comunque all'ente incaricato…

(Ho letto stamattina, non ho voglia di cercare il link...)
Smpre prima della fusione definitiva un artista presenta il bozzetto....questo da' l'indicazione della mente bacata di chi l'ha approvato....
Non è colpa dello scultore...
Eh......eh......eh...
Io però dopo aver ben letto il post di Rosanna, oggi come ieri concordo con lei.
MI spiace dissentire...ma spesso accade nelle rappresentazioni artistiche e in cio' che l'artista cerca di evocare.Se la statua avesse voluto evocare le caratteristiche che vengono descritte dal critico allora avrebbe dovuto essere nuda o almeno parzialmente coperta...e non ci sarebbe stato nulla di osceno nella sua nudita'...ma l'ammiccare delle forme volutamente provocanti e la veste la rendono oscena secondo me...ed è una impressione che non ho mai avuto davanti a statue di nudo o seminudo dei classici.
Ora considerando che è una mia impressione appena vista, per me rimane una statua di una oscenita' voluta e cercata....ma è una mia impressione e considerando che per me poche cose sono oscene, ragionaci un po' su... (citando Zaia).
Ma è e rimane una sensazione tutta mia e personale....come del resto è per ogni forma d'arte....semplicemente e sempre soggettiva!!!!!
Amen!!!
La realta' è solo un'allucinazione dovuta a carenza di alcol (...un saggio)
"Gli è tutto sbagliato....gli è tutto da rifa'"
Connesso
Avatar utente
RedWine
Connesso: Sì
Messaggi: 4270
Iscritto il: 9 giu 2019, 14:54
Ha Assegnato: 1051 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2493 Mi Piace

Re: La spigolatrice

Messaggio da leggere da RedWine »

carletto3 ha scritto: 29 set 2021, 19:23
nerorosso ha scritto: 29 set 2021, 19:02
carletto3 ha scritto: 29 set 2021, 18:26

Smpre prima della fusione definitiva un artista presenta il bozzetto....questo da' l'indicazione della mente bacata di chi l'ha approvato....
Non è colpa dello scultore...
Eh......eh......eh...
Io però dopo aver ben letto il post di Rosanna, oggi come ieri concordo con lei.
MI spiace dissentire...ma spesso accade nelle rappresentazioni artistiche e in cio' che l'artista cerca di evocare.Se la statua avesse voluto evocare le caratteristiche che vengono descritte dal critico allora avrebbe dovuto essere nuda o almeno parzialmente coperta...e non ci sarebbe stato nulla di osceno nella sua nudita'...ma l'ammiccare delle forme volutamente provocanti e la veste la rendono oscena secondo me...ed è una impressione che non ho mai avuto davanti a statue di nudo o seminudo dei classici.
Ora considerando che è una mia impressione appena vista, per me rimane una statua di una oscenita' voluta e cercata....ma è una mia impressione e considerando che per me poche cose sono oscene, ragionaci un po' su... (citando Zaia).
Ma è e rimane una sensazione tutta mia e personale....come del resto è per ogni forma d'arte....semplicemente e sempre soggettiva!!!!!
Amen!!!
forse oscena è una parola un po forte, diciamo che suggerisco di riciclarla e riposizionarla come omaggio al nostro grande regista Tinto Brass ridenominandola "la contadinotta vogliosa", ci starebbe molto piu a suo agio che nelle vesti di eroina del risorgimento italiano.
allego la foto da cui ha tratto ispirazione l'artista https://www.pinterest.it/pin/502784745881331066/
"Non avrete nulla e sarete felici". e se non fossi felice? "non ti preoccupare, ti cureremo"
Davos agenda 2030.
Avatar utente
carletto3
Connesso: No
Messaggi: 8090
Iscritto il: 25 giu 2019, 2:20
Ha Assegnato: 436 Mi Piace
Ha Ricevuto: 3215 Mi Piace

Re: La spigolatrice

Messaggio da leggere da carletto3 »

RedWine ha scritto: 29 set 2021, 20:01
carletto3 ha scritto: 29 set 2021, 19:23
nerorosso ha scritto: 29 set 2021, 19:02

Io però dopo aver ben letto il post di Rosanna, oggi come ieri concordo con lei.
MI spiace dissentire...ma spesso accade nelle rappresentazioni artistiche e in cio' che l'artista cerca di evocare.Se la statua avesse voluto evocare le caratteristiche che vengono descritte dal critico allora avrebbe dovuto essere nuda o almeno parzialmente coperta...e non ci sarebbe stato nulla di osceno nella sua nudita'...ma l'ammiccare delle forme volutamente provocanti e la veste la rendono oscena secondo me...ed è una impressione che non ho mai avuto davanti a statue di nudo o seminudo dei classici.
Ora considerando che è una mia impressione appena vista, per me rimane una statua di una oscenita' voluta e cercata....ma è una mia impressione e considerando che per me poche cose sono oscene, ragionaci un po' su... (citando Zaia).
Ma è e rimane una sensazione tutta mia e personale....come del resto è per ogni forma d'arte....semplicemente e sempre soggettiva!!!!!
Amen!!!
forse oscena è una parola un po forte, diciamo che suggerisco di riciclarla e riposizionarla come omaggio al nostro grande regista Tinto Brass ridenominandola "la contadinotta vogliosa", ci starebbe molto piu a suo agio che nelle vesti di eroina del risorgimento italiano.
allego la foto da cui ha tratto ispirazione l'artista https://www.pinterest.it/pin/502784745881331066/
Appunto....!!!!
La realta' è solo un'allucinazione dovuta a carenza di alcol (...un saggio)
"Gli è tutto sbagliato....gli è tutto da rifa'"
Connesso
Avatar utente
Leno Lazzari
Connesso: Sì
Messaggi: 14654
Iscritto il: 10 giu 2019, 21:36
Località: Fiano Romano (RM)
Ha Assegnato: 9520 Mi Piace
Ha Ricevuto: 3716 Mi Piace

Re: La spigolatrice

Messaggio da leggere da Leno Lazzari »

Allora, cari amici, mio nonno (scultore della scuola di Francesco Jerace) lasciò l'Italia nel '27 perchè non ne voleva sapere di adeguarsi, pur di emergere, al concetto fascista dell'arte . E lasciò la sua Roma incazzato come una bestia (ebbe più di qualche scontro anche fisico) per un principio sacrosanto, e cioé l'arte é libertà di pensiero . Quando questo pensiero viene "normato" il risultato lo si vede subito a Roma allo Stadio dei MARMI (E NON SOLO) . Le pose, gli atteggiamenti, le espressioni sembrano fatte, e LO ERANO anche se non letteralmente, fatte con lo stampo . E quelle statue, pur per certi aspetti "notevoli", sono la negazione della libertà di cu' l'arte dovrebbe essere espressione .

Se poi le sgallettate della politica, Cirinnà, Boldrini e quant'altre, si sentono offese per un bel culo allora per quanto mi riguarda possono tranquillamente e allegramente andarsene a fare in culo (loro e chi le veste la mattina), e pure di corsa perché il loro atteggiamento é esattamente lo stesso del fascismo dei "bei vecchi tempi" .

Immagine

QUESTA era l'idea dell'arte ai tempi se volevi emergere come artitsta ! ! !

https://www.google.it/search?q=64+statu ... wXEDW15nwM
La politica è l’arte d’impedire agli avversari di fare la loro

.........ma andare oltre no ?
Connesso
Avatar utente
RedWine
Connesso: Sì
Messaggi: 4270
Iscritto il: 9 giu 2019, 14:54
Ha Assegnato: 1051 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2493 Mi Piace

Re: La spigolatrice

Messaggio da leggere da RedWine »

Leno Lazzari ha scritto: 29 set 2021, 20:56 Allora, cari amici, mio nonno (scultore della scuola di Francesco Jerace) lasciò l'Italia nel '27 perchè non ne voleva sapere di adeguarsi, pur di emergere, al concetto fascista dell'arte . E lasciò la sua Roma incazzato come una bestia (ebbe più di qualche scontro anche fisico) per un principio sacrosanto, e cioé l'arte é libertà di pensiero . Quando questo pensiero viene "normato" il risultato lo si vede subito a Roma allo Stadio dei MARMI (E NON SOLO) . Le pose, gli atteggiamenti, le espressioni sembrano fatte, e LO ERANO anche se non letteralmente, fatte con lo stampo . E quelle statue, pur per certi aspetti "notevoli", sono la negazione della libertà di cu' l'arte dovrebbe essere espressione .
certamente Leno. l'artista ha la libertà di concepire e realizzare la suo opera come crede.
se si limitasse a imitare lo stile e i soggetti altrui sarebbe un manierista, magari bravo, ma certamente non sarebbe mai considerato un maestro.
tuttavia, non tutte le ciambelle riescono con il buco, chiunque puo sbagliare un'opera, e, dato che si tratta di un'opera pubblica, chiunque può dire la sua opinione in merito.
a Busto Arsizio esiste un monumento ai partigiani, è un'opera imponente certamente non priva di valore artistico, ma ha un difetto, vista da una certa prospettiva si vedono tre culi in fila. in breve la piazza dove era stata posta venne denominata "piazza tre culi", l'effetto non era certamente voluto ne desiderato, e forse per celebrare la lotta partigiana sarebbe stato il caso di valutare meglio l'opera.
https://travel-n-love.blogspot.com/2013 ... sizio.html
"Non avrete nulla e sarete felici". e se non fossi felice? "non ti preoccupare, ti cureremo"
Davos agenda 2030.
Connesso
Avatar utente
Leno Lazzari
Connesso: Sì
Messaggi: 14654
Iscritto il: 10 giu 2019, 21:36
Località: Fiano Romano (RM)
Ha Assegnato: 9520 Mi Piace
Ha Ricevuto: 3716 Mi Piace

Re: La spigolatrice

Messaggio da leggere da Leno Lazzari »

RedWine ha scritto: 29 set 2021, 22:19
Leno Lazzari ha scritto: 29 set 2021, 20:56 Allora, cari amici, mio nonno (scultore della scuola di Francesco Jerace) lasciò l'Italia nel '27 perchè non ne voleva sapere di adeguarsi, pur di emergere, al concetto fascista dell'arte . E lasciò la sua Roma incazzato come una bestia (ebbe più di qualche scontro anche fisico) per un principio sacrosanto, e cioé l'arte é libertà di pensiero . Quando questo pensiero viene "normato" il risultato lo si vede subito a Roma allo Stadio dei MARMI (E NON SOLO) . Le pose, gli atteggiamenti, le espressioni sembrano fatte, e LO ERANO anche se non letteralmente, fatte con lo stampo . E quelle statue, pur per certi aspetti "notevoli", sono la negazione della libertà di cu' l'arte dovrebbe essere espressione .
certamente Leno. l'artista ha la libertà di concepire e realizzare la suo opera come crede.
se si limitasse a imitare lo stile e i soggetti altrui sarebbe un manierista, magari bravo, ma certamente non sarebbe mai considerato un maestro.
tuttavia, non tutte le ciambelle riescono con il buco, chiunque puo sbagliare un'opera, e, dato che si tratta di un'opera pubblica, chiunque può dire la sua opinione in merito.
a Busto Arsizio esiste un monumento ai partigiani, è un'opera imponente certamente non priva di valore artistico, ma ha un difetto, vista da una certa prospettiva si vedono tre culi in fila. in breve la piazza dove era stata posta venne denominata "piazza tre culi", l'effetto non era certamente voluto ne desiderato, e forse per celebrare la lotta partigiana sarebbe stato il caso di valutare meglio l'opera.
https://travel-n-love.blogspot.com/2013 ... sizio.html
Bhe.........si potrebbe anche dire che l'arte non vuole limiti . :lol:
La politica è l’arte d’impedire agli avversari di fare la loro

.........ma andare oltre no ?
Connesso
Avatar utente
nerorosso
Connesso: Sì
Messaggi: 5636
Iscritto il: 8 giu 2019, 17:34
Ha Assegnato: 3307 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2739 Mi Piace

Re: La spigolatrice

Messaggio da leggere da nerorosso »

Leno Lazzari ha scritto: 29 set 2021, 20:56 Allora, cari amici, mio nonno (scultore della scuola di Francesco Jerace) lasciò l'Italia nel '27 perchè non ne voleva sapere di adeguarsi, pur di emergere, al concetto fascista dell'arte . E lasciò la sua Roma incazzato come una bestia (ebbe più di qualche scontro anche fisico) per un principio sacrosanto, e cioé l'arte é libertà di pensiero . Quando questo pensiero viene "normato" il risultato lo si vede subito a Roma allo Stadio dei MARMI (E NON SOLO) . Le pose, gli atteggiamenti, le espressioni sembrano fatte, e LO ERANO anche se non letteralmente, fatte con lo stampo . E quelle statue, pur per certi aspetti "notevoli", sono la negazione della libertà di cu' l'arte dovrebbe essere espressione .

Se poi le sgallettate della politica, Cirinnà, Boldrini e quant'altre, si sentono offese per un bel culo allora per quanto mi riguarda possono tranquillamente e allegramente andarsene a fare in culo (loro e chi le veste la mattina), e pure di corsa perché il loro atteggiamento é esattamente lo stesso del fascismo dei "bei vecchi tempi" .

Immagine

QUESTA era l'idea dell'arte ai tempi se volevi emergere come artitsta ! ! !

https://www.google.it/search?q=64+statu ... wXEDW15nwM
Beh, non era brutta come arte. Non sono un esperto, quindi non so se potesse classificarsi come "neoclassiciamo" o "realismo socialista", comunque siamo in quel genere.
Non mi pare per niente brutto…
SLAVA ROSSIJA!!! 🇷🇺
Connesso
Avatar utente
CaneSciolto
Connesso: Sì
Messaggi: 2522
Iscritto il: 9 giu 2019, 9:13
Località: Roma
Ha Assegnato: 276 Mi Piace
Ha Ricevuto: 1485 Mi Piace

Re: La spigolatrice

Messaggio da leggere da CaneSciolto »

...lo hanno fatto per i clandestini, ci si faranno le seghe e non stupreranno piu'!! FuckYou
Connesso
Avatar utente
Leno Lazzari
Connesso: Sì
Messaggi: 14654
Iscritto il: 10 giu 2019, 21:36
Località: Fiano Romano (RM)
Ha Assegnato: 9520 Mi Piace
Ha Ricevuto: 3716 Mi Piace

Re: La spigolatrice

Messaggio da leggere da Leno Lazzari »

nerorosso ha scritto: 30 set 2021, 0:30
Leno Lazzari ha scritto: 29 set 2021, 20:56 Allora, cari amici, mio nonno (scultore della scuola di Francesco Jerace) lasciò l'Italia nel '27 perchè non ne voleva sapere di adeguarsi, pur di emergere, al concetto fascista dell'arte . E lasciò la sua Roma incazzato come una bestia (ebbe più di qualche scontro anche fisico) per un principio sacrosanto, e cioé l'arte é libertà di pensiero . Quando questo pensiero viene "normato" il risultato lo si vede subito a Roma allo Stadio dei MARMI (E NON SOLO) . Le pose, gli atteggiamenti, le espressioni sembrano fatte, e LO ERANO anche se non letteralmente, fatte con lo stampo . E quelle statue, pur per certi aspetti "notevoli", sono la negazione della libertà di cu' l'arte dovrebbe essere espressione .

Se poi le sgallettate della politica, Cirinnà, Boldrini e quant'altre, si sentono offese per un bel culo allora per quanto mi riguarda possono tranquillamente e allegramente andarsene a fare in culo (loro e chi le veste la mattina), e pure di corsa perché il loro atteggiamento é esattamente lo stesso del fascismo dei "bei vecchi tempi" .

Immagine

QUESTA era l'idea dell'arte ai tempi se volevi emergere come artitsta ! ! !

https://www.google.it/search?q=64+statu ... wXEDW15nwM
Beh, non era brutta come arte. Non sono un esperto, quindi non so se potesse classificarsi come "neoclassiciamo" o "realismo socialista", comunque siamo in quel genere.
Non mi pare per niente brutto…
Amico mio, non é affatto questione di bello o brutto ma di libertà d'espressione e Il punto é che se non ti adeguavi alle linee guida della politica (in questo caso fascista) per l'arte la tua di scultore o altro non era arte punto e basta .

Non c'é alcuna differenza tra l'arte etica imposta e la furia "purificatrice" della feccia talebano-islamica che distrugge ogni forma d'arte-espressione-del-pensiero-libero e se l'arte é l'espressione di un pensiero e una sensibilità dell'uomo volerla normare é raba da fascismo e d comunismo e vaffanculo a chi non piace il bel culo tonico della spigolatrice .
La politica è l’arte d’impedire agli avversari di fare la loro

.........ma andare oltre no ?
Connesso
Avatar utente
nerorosso
Connesso: Sì
Messaggi: 5636
Iscritto il: 8 giu 2019, 17:34
Ha Assegnato: 3307 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2739 Mi Piace

Re: La spigolatrice

Messaggio da leggere da nerorosso »

Leno Lazzari ha scritto: 30 set 2021, 6:00
nerorosso ha scritto: 30 set 2021, 0:30
Leno Lazzari ha scritto: 29 set 2021, 20:56 Allora, cari amici, mio nonno (scultore della scuola di Francesco Jerace) lasciò l'Italia nel '27 perchè non ne voleva sapere di adeguarsi, pur di emergere, al concetto fascista dell'arte . E lasciò la sua Roma incazzato come una bestia (ebbe più di qualche scontro anche fisico) per un principio sacrosanto, e cioé l'arte é libertà di pensiero . Quando questo pensiero viene "normato" il risultato lo si vede subito a Roma allo Stadio dei MARMI (E NON SOLO) . Le pose, gli atteggiamenti, le espressioni sembrano fatte, e LO ERANO anche se non letteralmente, fatte con lo stampo . E quelle statue, pur per certi aspetti "notevoli", sono la negazione della libertà di cu' l'arte dovrebbe essere espressione .

Se poi le sgallettate della politica, Cirinnà, Boldrini e quant'altre, si sentono offese per un bel culo allora per quanto mi riguarda possono tranquillamente e allegramente andarsene a fare in culo (loro e chi le veste la mattina), e pure di corsa perché il loro atteggiamento é esattamente lo stesso del fascismo dei "bei vecchi tempi" .

Immagine

QUESTA era l'idea dell'arte ai tempi se volevi emergere come artitsta ! ! !

https://www.google.it/search?q=64+statu ... wXEDW15nwM
Beh, non era brutta come arte. Non sono un esperto, quindi non so se potesse classificarsi come "neoclassiciamo" o "realismo socialista", comunque siamo in quel genere.
Non mi pare per niente brutto…
Amico mio, non é affatto questione di bello o brutto ma di libertà d'espressione e Il punto é che se non ti adeguavi alle linee guida della politica (in questo caso fascista) per l'arte la tua di scultore o altro non era arte punto e basta .

Non c'é alcuna differenza tra l'arte etica imposta e la furia "purificatrice" della feccia talebano-islamica che distrugge ogni forma d'arte-espressione-del-pensiero-libero e se l'arte é l'espressione di un pensiero e una sensibilità dell'uomo volerla normare é raba da fascismo e d comunismo e vaffanculo a chi non piace il bel culo tonico della spigolatrice .

Io sono favorevole alla più assoluta libertà espressiva nell'arte. Sono contrario all'irregimentazione, perché questa produce solo standardizzazione, e questa non è più arte, ma produzione seriale.
C'è anche però da dire che pure l'arte irregimentata
Ha prodotto opere notevoli per la drammaticità che sapevano esprimere, li dipendeva dalla bravura dell'artista. Nei regimi totalitari vi sono stati notevoli esempi.

Purtroppo la totale libertà, unita al mercatismo, finisce per produrre mostri…

Se è vero che la libertà di espressione ha prodotto un grandissimo come Kandinsky, proibito nella Germania hitleriana in quanto considerato "arte degenerata", i tempi postbellici ci hanno regalato cose come la "merda d'artista"

https://it.m.wikipedia.org/wiki/Merda_d%27artista

Non si è mai saputo in realtà cosa contenessero le scatolette di Piero Manzoni, però una di queste ha spuntato ad una asta il prezzo di ben 275000 dollari!!!

Arte? Ho qualche dubbio…

Personalmente preferisco Kandisky, e non disprezzo nemmeno il realismo socialista, o la sua controparte neoclassicismo….
SLAVA ROSSIJA!!! 🇷🇺
Connesso
Avatar utente
RedWine
Connesso: Sì
Messaggi: 4270
Iscritto il: 9 giu 2019, 14:54
Ha Assegnato: 1051 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2493 Mi Piace

Re: La spigolatrice

Messaggio da leggere da RedWine »

nerorosso ha scritto: 30 set 2021, 14:11
Purtroppo la totale libertà, unita al mercatismo, finisce per produrre mostri…

Se è vero che la libertà di espressione ha prodotto un grandissimo come Kandinsky, proibito nella Germania hitleriana in quanto considerato "arte degenerata", i tempi postbellici ci hanno regalato cose come la "merda d'artista"

https://it.m.wikipedia.org/wiki/Merda_d%27artista

Non si è mai saputo in realtà cosa contenessero le scatolette di Piero Manzoni, però una di queste ha spuntato ad una asta il prezzo di ben 275000 dollari!!!

Arte? Ho qualche dubbio…
arte concettuale,
nel caso di "merda d'artista" l'artista esprime il concetto che l'arte moderna spinta dal mercatismo, finisce per produrre mostri… e con "merda d'artista" ne da un esempio.
purtroppo nella maggior parte delle opere di arte astratta e/o concettuale odierne non ci sta un'idea, un concetto o un'ispirazione ma un mercante.
"Non avrete nulla e sarete felici". e se non fossi felice? "non ti preoccupare, ti cureremo"
Davos agenda 2030.
Connesso
Avatar utente
Leno Lazzari
Connesso: Sì
Messaggi: 14654
Iscritto il: 10 giu 2019, 21:36
Località: Fiano Romano (RM)
Ha Assegnato: 9520 Mi Piace
Ha Ricevuto: 3716 Mi Piace

Re: La spigolatrice

Messaggio da leggere da Leno Lazzari »

nerorosso ha scritto: 30 set 2021, 14:11
Leno Lazzari ha scritto: 30 set 2021, 6:00
nerorosso ha scritto: 30 set 2021, 0:30

Beh, non era brutta come arte. Non sono un esperto, quindi non so se potesse classificarsi come "neoclassiciamo" o "realismo socialista", comunque siamo in quel genere.
Non mi pare per niente brutto…
Amico mio, non é affatto questione di bello o brutto ma di libertà d'espressione e Il punto é che se non ti adeguavi alle linee guida della politica (in questo caso fascista) per l'arte la tua di scultore o altro non era arte punto e basta .

Non c'é alcuna differenza tra l'arte etica imposta e la furia "purificatrice" della feccia talebano-islamica che distrugge ogni forma d'arte-espressione-del-pensiero-libero e se l'arte é l'espressione di un pensiero e una sensibilità dell'uomo volerla normare é raba da fascismo e d comunismo e vaffanculo a chi non piace il bel culo tonico della spigolatrice .

Io sono favorevole alla più assoluta libertà espressiva nell'arte. Sono contrario all'irregimentazione, perché questa produce solo standardizzazione, e questa non è più arte, ma produzione seriale.
C'è anche però da dire che pure l'arte irregimentata
Ha prodotto opere notevoli per la drammaticità che sapevano esprimere, li dipendeva dalla bravura dell'artista. Nei regimi totalitari vi sono stati notevoli esempi.

Purtroppo la totale libertà, unita al mercatismo, finisce per produrre mostri…

Se è vero che la libertà di espressione ha prodotto un grandissimo come Kandinsky, proibito nella Germania hitleriana in quanto considerato "arte degenerata", i tempi postbellici ci hanno regalato cose come la "merda d'artista"

https://it.m.wikipedia.org/wiki/Merda_d%27artista

Non si è mai saputo in realtà cosa contenessero le scatolette di Piero Manzoni, però una di queste ha spuntato ad una asta il prezzo di ben 275000 dollari!!!

Arte? Ho qualche dubbio…

Personalmente preferisco Kandisky, e non disprezzo nemmeno il realismo socialista, o la sua controparte neoclassicismo….
Vada senz'altro per Kandinsky, ma quella del Manzoni era l'arte di..........
Immagine

Me lo ricordo bene iil caso .
La politica è l’arte d’impedire agli avversari di fare la loro

.........ma andare oltre no ?
Rispondi