Tanta vale dirlo: la Lega ha bisogno di un nuovo Leader

Forum di discussione sulla politica italiana, i partiti e le istituzioni.
Connesso
Avatar utente
RedWine
Connesso: Sì
Messaggi: 5318
Iscritto il: 9 giu 2019, 14:54
Ha Assegnato: 1195 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2889 Mi Piace

Re: Tanta vale dirlo: la Lega ha bisogno di un nuovo Leader

Messaggio da leggere da RedWine »

Sara ha scritto: 19 feb 2021, 18:44
La differenza tra fine e strategia mi sembra diventata abbastanza "pelosa". Se le finalità di un partito, movimento o gruppo non possono rimanere immutabili rispetto ai cambiamenti storici, esse devono tuttavia mantenere riconoscibili i fondamenti caratterizzanti.
.
strategia e tattica.
la strategia seleziona l'obbiettivo (il fine) che si vuole perseguire la tattica i mezzi che di volta in volta vengono usati per ottenerlo.

come in una regata, il fine è arrivare primo, il mezzo è andare un po a destra e un po a sinistra a seconda di dove la tattica di gara suggerisce possa portare un vantaggio sull'avversario

quindi ripeto la domanda
in che maniera Salvini ha tradito i fini che si era posta la lega?

ad esempio come Berlusconi ha tradito il suo elettorato appoggiando il governo Monti pur di salvare le sue aziende.
o come Fini che ha tradito Berlusconi per rancore personale
o come il PCI/PD che ha tradito la classe produttrice

quale determinante chiaro tradimento imputi quindi a Salvini?

a pensarci gli unici coerenti sono stati i cinque stelle, infatti come sono arrivati al governo hanno sempre con costanza e continuità fatto l'esatto contrario di qualsiasi cosa avessero precedentemente giurato di fare.
"Non avrete nulla e sarete felici". e se non fossi felice? "non ti preoccupare, ti cureremo"
Davos agenda 2030.
Avatar utente
Alfa
Connesso: No
Messaggi: 6229
Iscritto il: 8 giu 2019, 16:35
Località: Toscana
Ha Assegnato: 1252 Mi Piace
Ha Ricevuto: 4058 Mi Piace
Contatta:

Re: Tanta vale dirlo: la Lega ha bisogno di un nuovo Leader

Messaggio da leggere da Alfa »

Sayon ha scritto: 19 feb 2021, 22:58 Alfa, mi hai chiesto un parere ed io te lo do, in tutta onesta'. Ma, per favore, guarda anche al comportamento di Giorgetti e Draghi mentre Salvini fa il suo discorso, perche esprimono esattamente il MIO punto di vista. Salvini sta praticamente facendo la propaganda al SUO programma e non sta mostrando alcun appoggio al programma che Draghi non ha ancora enunciato. E come dire: se fai come dico io adesso, va bene, se no e' tutto sbagliato (e quindi, sottinteso, non ti appoggero'). Questo e' un discorso che forse poteva fare la Meloni, ma non certo ilsegretario di un partito che ha pubblicamente dato il suo assenso al governo Draghi. Ti assicuro, Alfa, che questo discorso avra' dato molto fastidio a Draghi e agli stessi rappresentanti Leghisti al Governo, confermando il lato 'furbesco" ma tutto sommato ingenuo di Salvini. Perche' tradotto in parole povere significa: aspettati che io ti tradiro' come ho fatto con la CdX nel 2018, con 5Stelle nel 2019, con la Lega originale nel 2020 e con i miei stessi sostenitori di destra nel 2021. In pratica, a me il discorso di Salvini non e' piaciuto affatto.
Pensala come vuoi, questo è un inciucio assai peggiore del vecchio compromesso storico PCI-DC.
Un'ammucchiata che non ha senso nel momento in cui siamo, in quanto a turno sia il PD che la Lega faranno a bocciarsi l'uno con l'altro le proposte. Chiunque dei dei due cedesse all'altro perderebbe un casino di voti e nessuno dei due li vorrà perdere. Quindi, dopo l'accordo per il recovery, non sarà più un governo, ma un casino assai più grande di quello dell'allora "Sora Gemma".
Il problema maggiore è che in Parlamento (la casa del piacere di oggi), non ci sono "giovanotti di primo pelo", ma poltronai senza scrupoli e senza alcun ritegno !!!
.
Avatar utente
carletto3
Connesso: No
Messaggi: 8090
Iscritto il: 25 giu 2019, 2:20
Ha Assegnato: 436 Mi Piace
Ha Ricevuto: 3215 Mi Piace

Re: Tanta vale dirlo: la Lega ha bisogno di un nuovo Leader

Messaggio da leggere da carletto3 »

Alfa ha scritto: 20 feb 2021, 1:48
Sayon ha scritto: 19 feb 2021, 22:58 Alfa, mi hai chiesto un parere ed io te lo do, in tutta onesta'. Ma, per favore, guarda anche al comportamento di Giorgetti e Draghi mentre Salvini fa il suo discorso, perche esprimono esattamente il MIO punto di vista. Salvini sta praticamente facendo la propaganda al SUO programma e non sta mostrando alcun appoggio al programma che Draghi non ha ancora enunciato. E come dire: se fai come dico io adesso, va bene, se no e' tutto sbagliato (e quindi, sottinteso, non ti appoggero'). Questo e' un discorso che forse poteva fare la Meloni, ma non certo ilsegretario di un partito che ha pubblicamente dato il suo assenso al governo Draghi. Ti assicuro, Alfa, che questo discorso avra' dato molto fastidio a Draghi e agli stessi rappresentanti Leghisti al Governo, confermando il lato 'furbesco" ma tutto sommato ingenuo di Salvini. Perche' tradotto in parole povere significa: aspettati che io ti tradiro' come ho fatto con la CdX nel 2018, con 5Stelle nel 2019, con la Lega originale nel 2020 e con i miei stessi sostenitori di destra nel 2021. In pratica, a me il discorso di Salvini non e' piaciuto affatto.
Pensala come vuoi, questo è un inciucio assai peggiore del vecchio compromesso storico PCI-DC.
Un'ammucchiata che non ha senso nel momento in cui siamo, in quanto a turno sia il PD che la Lega faranno a bocciarsi l'uno con l'altro le proposte. Chiunque dei dei due cedesse all'altro perderebbe un casino di voti e nessuno dei due li vorrà perdere. Quindi, dopo l'accordo per il recovery, non sarà più un governo, ma un casino assai più grande di quello dell'allora "Sora Gemma".
Il problema maggiore è che in Parlamento (la casa del piacere di oggi), non ci sono "giovanotti di primo pelo", ma poltronai senza scrupoli e senza alcun ritegno !!!
.
Così ad occhio mi pare piu' seria la casa della sora Gemma del Parlamento......
Beer4
La realta' è solo un'allucinazione dovuta a carenza di alcol (...un saggio)
"Gli è tutto sbagliato....gli è tutto da rifa'"
Avatar utente
Salvo
Connesso: No
Messaggi: 740
Iscritto il: 20 dic 2020, 16:55
Ha Assegnato: 56 Mi Piace
Ha Ricevuto: 273 Mi Piace

Re: Tanta vale dirlo: la Lega ha bisogno di un nuovo Leader

Messaggio da leggere da Salvo »

Domani
Milioni, appalti e fatture sospette: nuova pista nell’indagine sulla Lega.
____________________

Tanto vale dirlo: la Lega ha bisogno di un nuovo lader.
Avatar utente
Gasiot
Connesso: No
Messaggi: 1720
Iscritto il: 7 feb 2021, 10:36
Ha Assegnato: 1321 Mi Piace
Ha Ricevuto: 1261 Mi Piace

Re: Tanta vale dirlo: la Lega ha bisogno di un nuovo Leader

Messaggio da leggere da Gasiot »

Salvo ha scritto: 20 feb 2021, 8:27 Domani
Milioni, appalti e fatture sospette: nuova pista nell’indagine sulla Lega.
____________________

Tanto vale dirlo: la Lega ha bisogno di un nuovo lader.
Vuol dire che ci sono elezioni in vista , che ci vuoi fare ,ormai è prassi consolidata che questo accada alla vigilia di tornate elettorali
Se un uomo è uno stupido, non lo emancipi dalla sua stupidità col mandarlo all'università. Semplicemente lo trasformi in uno stupido addestrato, dieci volte più pericoloso
Desmond Bagley
Avatar utente
Sara
Connesso: No
Messaggi: 144
Iscritto il: 27 dic 2020, 18:14
Ha Assegnato: 11 Mi Piace
Ha Ricevuto: 36 Mi Piace

Re: Tanta vale dirlo: la Lega ha bisogno di un nuovo Leader

Messaggio da leggere da Sara »

@ Redvine: quale determinante chiaro tradimento imputi quindi a Salvini?
"Tradimento"... Non userei un termine così melodrammatico: gli elettori non sono, a mio parere, assimilabili all'amato/a!
Mi sembrava di aver risposto, nel senso che la Lega, di cui è segretario, ha modificato così profondamente il suo orientamento da essere ormai tutt'altro, a partire dal simbolo. Se gradisci un discorso più dettagliato, basta un minimo di ricerca in rete.
https://www.linkiesta.it/2018/03/tutte- ... operto-it/
L’irriverente secessionista che ha scoperto il patriottismo. L’eurodeputato che insultava i napoletani e oggi cerca i voti al Sud. L’ex comunista padano che strizza l’occhio all’estrema destra. Passato con disinvoltura dalla felpa alla cravatta (...) Una giravolta lunga venticinque anni. La carriera politica di Matteo Salvini è una continua, ambigua, contraddizione. È il destino un po’ tortuoso del giovane militante benvoluto dalla vecchia guardia leghista che ha finito per rottamare il partito. L’irriverente secessionista che ha scoperto il nazionalismo. Il consigliere comunale che si rifiutava di stringere la mano al presidente della Repubblica e oggi cerca i voti del Mezzogiorno. Un politico in continua evoluzione, insomma. Una svolta dopo l’altra. È il grande limite e al tempo stesso il principale punto di forza del segretario leghista. L’ex capolista dei comunisti padani che strizza l’occhio all’estrema destra, passato con disinvoltura dalla felpa alla cravatta. Una volta gli avversari erano i meridionali? Ora sono gli immigrati clandestini. Prima se la prendeva con Roma Ladrona, adesso con Bruxelles.
E ho trovato, ne sarai lieto, addirittura una tesi di laurea su Salvini, discussa presso la paludata LUISS. Ho dato una scorsa all'indice, il termine "svolta" è ricorrente.
http://tesi.luiss.it/23897/1/631712_RENDINA_ROBERTO.pdf
Pratico la vela: una buona tattica consente di arrivare prima degli altri all'ultima boa, non di spostarla o sostituirla!
Non il possesso della conoscenza, della verità irrefutabile, fa l'uomo di scienza, ma la ricerca critica, persistente e inquieta, della verità.
K. Popper
Avatar utente
Ovidio
Connesso: No
Messaggi: 3554
Iscritto il: 25 set 2020, 17:08
Ha Assegnato: 352 Mi Piace
Ha Ricevuto: 862 Mi Piace

Re: Tanta vale dirlo: la Lega ha bisogno di un nuovo Leader

Messaggio da leggere da Ovidio »

Sara ha scritto: 20 feb 2021, 10:27
@ Redvine: quale determinante chiaro tradimento imputi quindi a Salvini?
"Tradimento"... Non userei un termine così melodrammatico: gli elettori non sono, a mio parere, assimilabili all'amato/a!
Mi sembrava di aver risposto, nel senso che la Lega, di cui è segretario, ha modificato così profondamente il suo orientamento da essere ormai tutt'altro, a partire dal simbolo. Se gradisci un discorso più dettagliato, basta un minimo di ricerca in rete.
https://www.linkiesta.it/2018/03/tutte- ... operto-it/
L’irriverente secessionista che ha scoperto il patriottismo. L’eurodeputato che insultava i napoletani e oggi cerca i voti al Sud. L’ex comunista padano che strizza l’occhio all’estrema destra. Passato con disinvoltura dalla felpa alla cravatta (...) Una giravolta lunga venticinque anni. La carriera politica di Matteo Salvini è una continua, ambigua, contraddizione. È il destino un po’ tortuoso del giovane militante benvoluto dalla vecchia guardia leghista che ha finito per rottamare il partito. L’irriverente secessionista che ha scoperto il nazionalismo. Il consigliere comunale che si rifiutava di stringere la mano al presidente della Repubblica e oggi cerca i voti del Mezzogiorno. Un politico in continua evoluzione, insomma. Una svolta dopo l’altra. È il grande limite e al tempo stesso il principale punto di forza del segretario leghista. L’ex capolista dei comunisti padani che strizza l’occhio all’estrema destra, passato con disinvoltura dalla felpa alla cravatta. Una volta gli avversari erano i meridionali? Ora sono gli immigrati clandestini. Prima se la prendeva con Roma Ladrona, adesso con Bruxelles.
E ho trovato, ne sarai lieto, addirittura una tesi di laurea su Salvini, discussa presso la paludata LUISS. Ho dato una scorsa all'indice, il termine "svolta" è ricorrente.
http://tesi.luiss.it/23897/1/631712_RENDINA_ROBERTO.pdf
Pratico la vela: una buona tattica consente di arrivare prima degli altri all'ultima boa, non di spostarla o sostituirla!
Ormeggiata a Punta Ala suppongo!
Tenere sempre a mente la „regola d‘oro“
Avatar utente
Sara
Connesso: No
Messaggi: 144
Iscritto il: 27 dic 2020, 18:14
Ha Assegnato: 11 Mi Piace
Ha Ricevuto: 36 Mi Piace

Re: Tanta vale dirlo: la Lega ha bisogno di un nuovo Leader

Messaggio da leggere da Sara »

Ormeggiata a Punta Ala suppongo!
Non farti idee plutocratiche, @Ovidio: tutt'altri ormeggi!
Non il possesso della conoscenza, della verità irrefutabile, fa l'uomo di scienza, ma la ricerca critica, persistente e inquieta, della verità.
K. Popper
Avatar utente
Ovidio
Connesso: No
Messaggi: 3554
Iscritto il: 25 set 2020, 17:08
Ha Assegnato: 352 Mi Piace
Ha Ricevuto: 862 Mi Piace

Re: Tanta vale dirlo: la Lega ha bisogno di un nuovo Leader

Messaggio da leggere da Ovidio »

Sara ha scritto: 20 feb 2021, 12:44
Ormeggiata a Punta Ala suppongo!
Non farti idee plutocratiche, @Ovidio: tutt'altri ormeggi!
AF7199B0-AED7-43D1-95C6-052AD4CFFEA3.jpeg
Non ho detto Porto Cervo!
Tenere sempre a mente la „regola d‘oro“
Connesso
Avatar utente
RedWine
Connesso: Sì
Messaggi: 5318
Iscritto il: 9 giu 2019, 14:54
Ha Assegnato: 1195 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2889 Mi Piace

Re: Tanta vale dirlo: la Lega ha bisogno di un nuovo Leader

Messaggio da leggere da RedWine »

Sara ha scritto: 20 feb 2021, 10:27
@ Redvine: quale determinante chiaro tradimento imputi quindi a Salvini?
"Tradimento"... Non userei un termine così melodrammatico: gli elettori non sono, a mio parere, assimilabili all'amato/a!
Mi sembrava di aver risposto, nel senso che la Lega, di cui è segretario, ha modificato così profondamente il suo orientamento da essere ormai tutt'altro, a partire dal simbolo. Se gradisci un discorso più dettagliato, basta un minimo di ricerca in rete.
https://www.linkiesta.it/2018/03/tutte- ... operto-it/
L’irriverente secessionista che ha scoperto il patriottismo. L’eurodeputato che insultava i napoletani e oggi cerca i voti al Sud. L’ex comunista padano che strizza l’occhio all’estrema destra. Passato con disinvoltura dalla felpa alla cravatta (...) Una giravolta lunga venticinque anni. La carriera politica di Matteo Salvini è una continua, ambigua, contraddizione. È il destino un po’ tortuoso del giovane militante benvoluto dalla vecchia guardia leghista che ha finito per rottamare il partito. L’irriverente secessionista che ha scoperto il nazionalismo. Il consigliere comunale che si rifiutava di stringere la mano al presidente della Repubblica e oggi cerca i voti del Mezzogiorno. Un politico in continua evoluzione, insomma. Una svolta dopo l’altra. È il grande limite e al tempo stesso il principale punto di forza del segretario leghista. L’ex capolista dei comunisti padani che strizza l’occhio all’estrema destra, passato con disinvoltura dalla felpa alla cravatta. Una volta gli avversari erano i meridionali? Ora sono gli immigrati clandestini. Prima se la prendeva con Roma Ladrona, adesso con Bruxelles.
E ho trovato, ne sarai lieto, addirittura una tesi di laurea su Salvini, discussa presso la paludata LUISS. Ho dato una scorsa all'indice, il termine "svolta" è ricorrente.
http://tesi.luiss.it/23897/1/631712_RENDINA_ROBERTO.pdf
Pratico la vela: una buona tattica consente di arrivare prima degli altri all'ultima boa, non di spostarla o sostituirla!
sulla tesi ci sarebbe molto da discutere, ma forse è colpa della sintesi, per valutare un partito fenomeno come quello della lega ci sarebbe bisogno di un'analisi interdisciplinare che in una tesina di laurea non puo fare, in quanto all'articolo sull'inkiesta non dubito che in rete ne troverai moltissimi simili, per valutare la lega non bisogna mai dimenticare il ruolo degli ottimamente remunerati odiatori/calunniatori presenti in modo massiccio nel mainstream e (purtroppo) nella magistratura, che vedono nella lega un nemico da abbattere e una minaccia ai loro interessi

nei due articoli citati tesi di laurea e linkiesta ho selezionato tre frasi virgolettate, quindi si spera originali
(ma in italia con i giornalisti che abbiamo non è certo)

a proposito di Salvini "comunista"
Tra le liste che parteciperanno a queste “elezioni” èpresente anche quella dei “Comunisti Padani”, l’ala più di sinistra del partito lombardo,il cui capolista èMatteo Salvini,ormai sempre più inserito all’interno della vita del partito13. Ripensando aquegli anni, ricorda:
«Quando mi danno del fascista,rido due volte. Venni individuato io daRoberto Maroni come possibile comunista della Lega,perché ero considerato quello più vicino a certi temi, anche visivamente. Il punto è che la Lega veniva votata da tutti: gente di destra, di sinistra, atei e cattolici. Bisognava organizzarsi di conseguenza».[M. Pucciarelli, 2016, p.24

ancora nel 2008, Salvini non rinnegava i suoi trascorsi. «Io non ho cambiato le mie idee – spiegava durante il raduno di Venezia di quell’anno – Perché c’è ancora bisogno di una sinistra seria in Italia. E faremo campagna elettorale su temi di sinistra che la sinistra ha abbandonato».

se difendere la manifattura, i lavoratori, e le classi lavoratrici in generale è essere comunisti, allora anch'io sono comunista, ma forse essere comunista vuole dire qualcos'altro. ma è chiaro che agli odiatori/calunniatori questo particolare sfugge.
e la lega ha forse in qualsiasi fase rinunciato a questo sua prerogativa? pur rimanendo sempre un partito moderatamente liberale

È noto che lei non apprezzi questo modello di Europa. Quale dovrebbe essere il modello verso cui quest’Unione dovrebbe tendere per migliorarsi?
"Io penso che oggi l’Europa non dovrebbe pretendere di essere più di quello che è: un tavolo permanente di negoziati che ogni partecipante ha interesse a presidiare. Finché si limita a questo genere di funzione è anche capace di favorire soluzioni alle controversie tra i suoi Paesi membri. Quando invece pretende di dettare regole standard, peraltro tramite modelli di governance assolutamente non democratici, ecco che l’Europa da sogno diventa l’incubo che abbiamo vissuto in questi anni."

rivendicare pur in modi diversi la democrazia, il federalismo, l'autogestione, sia sul piano economico che culturale è sempre stato una delle caratteristiche della lega. che si muovesse su un piano locale nazionale o continentale.
dove sono i cambiamenti sostanziali di cui parli?
"Non avrete nulla e sarete felici". e se non fossi felice? "non ti preoccupare, ti cureremo"
Davos agenda 2030.
Avatar utente
Sara
Connesso: No
Messaggi: 144
Iscritto il: 27 dic 2020, 18:14
Ha Assegnato: 11 Mi Piace
Ha Ricevuto: 36 Mi Piace

Re: Tanta vale dirlo: la Lega ha bisogno di un nuovo Leader

Messaggio da leggere da Sara »

rivendicare pur in modi diversi la democrazia, il federalismo, l'autogestione, sia sul piano economico che culturale è sempre stato una delle caratteristiche della lega. che si muovesse su un piano locale nazionale o continentale.
dove sono i cambiamenti sostanziali di cui parli?
Scusami, @RedWine, a mio parere questo è un "arrampicarsi sugli specchi". Ma ovviamente siamo entrambi liberissimi: tu di ritenere Salvini un gran democratico, e io di pensare il contrario.
Il giudizio condiviso sulla Lega ne fa tuttora un partito di destra e il Salvini che dichiarava "c’è ancora bisogno di una sinistra seria in Italia. E faremo campagna elettorale su temi di sinistra che la sinistra ha abbandonato"». rimane difficile conciliarlo con il ministro anti-immigrati, alleato in Europa con Marine Le Pen. Che ora sostenga Draghi lo trovo anche meritorio, vista la situazione: si tratta comunque dell'ennesima "svolta".
Come ho già scritto non ricordo in quale discussione, ho imparato da tempo a evitare le fatiche inutili, così chiudo qui, salutandoti cordialmente.
Non il possesso della conoscenza, della verità irrefutabile, fa l'uomo di scienza, ma la ricerca critica, persistente e inquieta, della verità.
K. Popper
Connesso
Avatar utente
serge
Connesso: Sì
Messaggi: 6879
Iscritto il: 9 giu 2019, 8:58
Ha Assegnato: 6833 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2395 Mi Piace

Re: Tanta vale dirlo: la Lega ha bisogno di un nuovo Leader

Messaggio da leggere da serge »

RedWine
a pensarci gli unici coerenti sono stati i cinque stelle, infatti come sono arrivati al governo hanno sempre con costanza e continuità fatto l'esatto contrario di qualsiasi cosa avessero precedentemente giurato di fare.
Smiling Smiling Smiling
Un autentico cretino, difficile a trovarsi in questi tempi in cui i cretini si camuffano da intelligenti. (Andrea Camilleri)
Connesso
Avatar utente
RedWine
Connesso: Sì
Messaggi: 5318
Iscritto il: 9 giu 2019, 14:54
Ha Assegnato: 1195 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2889 Mi Piace

Re: Tanta vale dirlo: la Lega ha bisogno di un nuovo Leader

Messaggio da leggere da RedWine »

Sara ha scritto: 20 feb 2021, 16:13
rivendicare pur in modi diversi la democrazia, il federalismo, l'autogestione, sia sul piano economico che culturale è sempre stato una delle caratteristiche della lega. che si muovesse su un piano locale nazionale o continentale.
dove sono i cambiamenti sostanziali di cui parli?
Scusami, @RedWine, a mio parere questo è un "arrampicarsi sugli specchi". Ma ovviamente siamo entrambi liberissimi: tu di ritenere Salvini un gran democratico, e io di pensare il contrario.
Il giudizio condiviso sulla Lega ne fa tuttora un partito di destra e il Salvini che dichiarava "c’è ancora bisogno di una sinistra seria in Italia. E faremo campagna elettorale su temi di sinistra che la sinistra ha abbandonato"». rimane difficile conciliarlo con il ministro anti-immigrati, alleato in Europa con Marine Le Pen. Che ora sostenga Draghi lo trovo anche meritorio, vista la situazione: si tratta comunque dell'ennesima "svolta".
Come ho già scritto non ricordo in quale discussione, ho imparato da tempo a evitare le fatiche inutili, così chiudo qui, salutandoti cordialmente.
nessun governo in europa ne di sinistra di centro o quello che ti pare è a favore dell'imigrazione clandestina, ma in italia gli odiatori/calunniatori hanno stabilito che chi difendere i confini, la legge, e la legalità, è di destra, fascista e antidemocratico.
gente stupida, dalla memoria cortissima e molto selettiva.
"Non avrete nulla e sarete felici". e se non fossi felice? "non ti preoccupare, ti cureremo"
Davos agenda 2030.
Connesso
Avatar utente
Valerio
Connesso: Sì
Messaggi: 6219
Iscritto il: 8 giu 2019, 20:31
Località: Messina
Ha Assegnato: 3719 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2855 Mi Piace

Re: Tanta vale dirlo: la Lega ha bisogno di un nuovo Leader

Messaggio da leggere da Valerio »

Qualunque manipolazione, se utile per (ab)battere il nemico politico ed usurpare il potere, diviene un nobile scopo nella logica distorta del sinistro. WWE.gif
Sovranità al Cittadino.
Non abbiamo un pianeta B
In onore dei pennuti heyokani: Non ereditiamo la terra dai nostri antenati, la prendiamo in prestito dai nostri figli.
Connesso
Avatar utente
Leno Lazzari
Connesso: Sì
Messaggi: 18053
Iscritto il: 10 giu 2019, 21:36
Località: Fiano Romano (RM)
Ha Assegnato: 10541 Mi Piace
Ha Ricevuto: 4305 Mi Piace

Re: Tanta vale dirlo: la Lega ha bisogno di un nuovo Leader

Messaggio da leggere da Leno Lazzari »

RedWine ha scritto: 20 feb 2021, 17:30
Sara ha scritto: 20 feb 2021, 16:13
rivendicare pur in modi diversi la democrazia, il federalismo, l'autogestione, sia sul piano economico che culturale è sempre stato una delle caratteristiche della lega. che si muovesse su un piano locale nazionale o continentale.
dove sono i cambiamenti sostanziali di cui parli?
Scusami, @RedWine, a mio parere questo è un "arrampicarsi sugli specchi". Ma ovviamente siamo entrambi liberissimi: tu di ritenere Salvini un gran democratico, e io di pensare il contrario.
Il giudizio condiviso sulla Lega ne fa tuttora un partito di destra e il Salvini che dichiarava "c’è ancora bisogno di una sinistra seria in Italia. E faremo campagna elettorale su temi di sinistra che la sinistra ha abbandonato"». rimane difficile conciliarlo con il ministro anti-immigrati, alleato in Europa con Marine Le Pen. Che ora sostenga Draghi lo trovo anche meritorio, vista la situazione: si tratta comunque dell'ennesima "svolta".
Come ho già scritto non ricordo in quale discussione, ho imparato da tempo a evitare le fatiche inutili, così chiudo qui, salutandoti cordialmente.
nessun governo in europa ne di sinistra di centro o quello che ti pare è a favore dell'imigrazione clandestina, ma in italia gli odiatori/calunniatori hanno stabilito che chi difendere i confini, la legge, e la legalità, è di destra, fascista e antidemocratico.
gente stupida, dalla memoria cortissima e molto selettiva.
Anche quì la SX italiana é ipocrita . Pronta e puntuale a puntare il ditino accusatorio sul CDX ma di
memoria corta per i suoi fallimenti .

Talmente sono ipocriti che stanno perdendo sempre più del loro elettorato .
La politica è l’arte d’impedire agli avversari di fare la loro

.........ma andare oltre no ?
Rispondi