VA DENUNCIATO PER PROCURATO ALLARME SOCIALE.

Forum di discussione sulla politica italiana, i partiti e le istituzioni.
Avatar utente
Alfa
Connesso: No
Messaggi: 6229
Iscritto il: 8 giu 2019, 16:35
Località: Toscana
Ha Assegnato: 1252 Mi Piace
Ha Ricevuto: 4058 Mi Piace
Contatta:

VA DENUNCIATO PER PROCURATO ALLARME SOCIALE.

Messaggio da leggere da Alfa »

Questo è un mio post di qualche giorno fa ( viewtopic.php?f=4&t=5919 ), dove parlavo del Dario Argento dei virologi, il virologo "Profondo Rosso", lo spargi terrore Massimo Galli.
Ma qualcuno lo paga? La magistratura dovrebbe indagare.


L'ospedale Sacco smentisce Massimo Galli, infettivologo di punta dell'istituto milanese in prima fila nella lotta contro il Covid. Il professore pochi giorni fa ha lanciato l'allarme che ha scosso e inquietato l'Italia: "Mi ritrovo ad avere il reparto invaso da nuove varianti, e questo riguarda tutta quanta l'Italia e fa facilmente prevedere che a breve avremo problemi più seri". Insomma, l'incubo inglese e la terza ondata dell'epidemia. Ma il Sacco, con un comunicato con numeri e dati aggiornati, sembra affermare il contrario: "Nel periodo dal 23 dicembre 2020 al 4 febbraio 2021, sono stati ricoverati 314 pazienti positivi a Covid. I dati raccolti hanno rilevato la presenza di 6 pazienti positivi alla variante Uk su un totale di 50 casi che, in ragione delle loro caratteristiche, sono stati sottoposti a sequenziamento".

Questo è tratto dal giornale di ieri l'altro:
Una "spruzzatina" di terrore firmata Massimo Galli, il primario infettivologo del Sacco di Milano, che dopo aver sposato le posizioni di Walter Ricciardi sul nuovo lockdown, nella mattinata di oggi, martedì 16 febbraio, ci fa sapere: "Siamo tutti d’accordo che vorremmo riaprire tutto quello che si può aprire. Però guardi caso io mi ritrovo ad avere il reparto invaso da nuove varianti, e questo riguarda tutta quanta l’Italia e fa facilmente prevedere che a breve avremo problemi più seri. Questa è la realtà attorno alla quale è inutile fare ricami". Insomma, secondo Galli il peggio deve ancora arrivare. Ovviamente, si tratta dell'effetto delle varianti.

Ma chi ti paga ???
Immagine
Connesso
Avatar utente
Leno Lazzari
Connesso: Sì
Messaggi: 18053
Iscritto il: 10 giu 2019, 21:36
Località: Fiano Romano (RM)
Ha Assegnato: 10541 Mi Piace
Ha Ricevuto: 4305 Mi Piace

Re: VA DENUNCIATO PER PROCURATO ALLARME SOCIALE.

Messaggio da leggere da Leno Lazzari »

Alfa ha scritto: 18 feb 2021, 12:05 Questo è un mio post di qualche giorno fa ( viewtopic.php?f=4&t=5919 ), dove parlavo del Dario Argento dei virologi, il virologo "Profondo Rosso", lo spargi terrore Massimo Galli.
Ma qualcuno lo paga? La magistratura dovrebbe indagare.


L'ospedale Sacco smentisce Massimo Galli, infettivologo di punta dell'istituto milanese in prima fila nella lotta contro il Covid. Il professore pochi giorni fa ha lanciato l'allarme che ha scosso e inquietato l'Italia: "Mi ritrovo ad avere il reparto invaso da nuove varianti, e questo riguarda tutta quanta l'Italia e fa facilmente prevedere che a breve avremo problemi più seri". Insomma, l'incubo inglese e la terza ondata dell'epidemia. Ma il Sacco, con un comunicato con numeri e dati aggiornati, sembra affermare il contrario: "Nel periodo dal 23 dicembre 2020 al 4 febbraio 2021, sono stati ricoverati 314 pazienti positivi a Covid. I dati raccolti hanno rilevato la presenza di 6 pazienti positivi alla variante Uk su un totale di 50 casi che, in ragione delle loro caratteristiche, sono stati sottoposti a sequenziamento".

Questo è tratto dal giornale di ieri l'altro:
Una "spruzzatina" di terrore firmata Massimo Galli, il primario infettivologo del Sacco di Milano, che dopo aver sposato le posizioni di Walter Ricciardi sul nuovo lockdown, nella mattinata di oggi, martedì 16 febbraio, ci fa sapere: "Siamo tutti d’accordo che vorremmo riaprire tutto quello che si può aprire. Però guardi caso io mi ritrovo ad avere il reparto invaso da nuove varianti, e questo riguarda tutta quanta l’Italia e fa facilmente prevedere che a breve avremo problemi più seri. Questa è la realtà attorno alla quale è inutile fare ricami". Insomma, secondo Galli il peggio deve ancora arrivare. Ovviamente, si tratta dell'effetto delle varianti.

Ma chi ti paga ???
Secondo me lo fa per amor di partito .

E' un tifoso sfegatato del PD
La politica è l’arte d’impedire agli avversari di fare la loro

.........ma andare oltre no ?
Avatar utente
Alfa
Connesso: No
Messaggi: 6229
Iscritto il: 8 giu 2019, 16:35
Località: Toscana
Ha Assegnato: 1252 Mi Piace
Ha Ricevuto: 4058 Mi Piace
Contatta:

Re: VA DENUNCIATO PER PROCURATO ALLARME SOCIALE.

Messaggio da leggere da Alfa »

Guardate anche sul Tempo di stamani: https://www.iltempo.it/attualita/2021/0 ... -26250617/

VA DENUNCIATO PER PROCURATO ALLARME E INVECE ANCHE STAMANI ERA A LA7.
L'allarme sull'ospedale Sacco di Milano invaso dalle varianti Covid non ci sarebbe. A smentire l'infettivologo dell'istituto milanese Massimo Galli è stato lo stesso istituto che ha smontato con una nota le dichiarazioni del prof. Il medico, in prima linea fin dall'inizio della pandemia di coronavirus, pochi giorni fa aveva lanciato l'allarme gettando nel panico gli italiani: "Mi ritrovo ad avere il reparto invaso da nuove varianti. Presto avremo problemi seri".

Eppure il suo ospedale, tirato in ballo, ha negato con un comunicato - che mostra numeri e dati aggiornati, - le dichiarazioni di Galli: "Nel periodo dal 23 dicembre 2020 al 4 febbraio 2021 - si legge nella nota - sono stati ricoverati 314 pazienti positivi a Covid. I dati raccolti hanno rilevato la presenza di 6 pazienti positivi alla variante Uk su un totale di 50 casi che, in ragione delle loro caratteristiche, sono stati sottoposti a sequenziamento".

E ancora: "Fino ad oggi - conclude la nota - nel Laboratorio dell'Asst è stata identificata esclusivamente cosiddetta variante inglese. Al momento, nessun sequenziamento ha evidenziato la variante brasiliana o sudafricana". "Sicuramente la presenza di varianti del virus rappresenta una preoccupazione per il mondo sanitario e questo deve indurre, da una parte, gli operatori sanitari a mantenere un'elevata attenzione per individuarne la presenza a scopo preventivo e, dall'altra, tutta la popolazione ad attenersi alle usuali misure di sicurezza per evitare il contagio da Covid-19". Poi le conclusioni (e l'affondo): "Le percentuali di varianti identificate (verificate secondo le indicazioni del ministero della Salute e dall'Iss o su controlli a campione) sono in linea con la media nazionale ed inferiori alla media regionale".
Connesso
Avatar utente
Leno Lazzari
Connesso: Sì
Messaggi: 18053
Iscritto il: 10 giu 2019, 21:36
Località: Fiano Romano (RM)
Ha Assegnato: 10541 Mi Piace
Ha Ricevuto: 4305 Mi Piace

Re: VA DENUNCIATO PER PROCURATO ALLARME SOCIALE.

Messaggio da leggere da Leno Lazzari »

Alfa ha scritto: 18 feb 2021, 13:48 Guardate anche sul Tempo di stamani: https://www.iltempo.it/attualita/2021/0 ... -26250617/

VA DENUNCIATO PER PROCURATO ALLARME E INVECE ANCHE STAMANI ERA A LA7.
L'allarme sull'ospedale Sacco di Milano invaso dalle varianti Covid non ci sarebbe. A smentire l'infettivologo dell'istituto milanese Massimo Galli è stato lo stesso istituto che ha smontato con una nota le dichiarazioni del prof. Il medico, in prima linea fin dall'inizio della pandemia di coronavirus, pochi giorni fa aveva lanciato l'allarme gettando nel panico gli italiani: "Mi ritrovo ad avere il reparto invaso da nuove varianti. Presto avremo problemi seri".

Eppure il suo ospedale, tirato in ballo, ha negato con un comunicato - che mostra numeri e dati aggiornati, - le dichiarazioni di Galli: "Nel periodo dal 23 dicembre 2020 al 4 febbraio 2021 - si legge nella nota - sono stati ricoverati 314 pazienti positivi a Covid. I dati raccolti hanno rilevato la presenza di 6 pazienti positivi alla variante Uk su un totale di 50 casi che, in ragione delle loro caratteristiche, sono stati sottoposti a sequenziamento".

E ancora: "Fino ad oggi - conclude la nota - nel Laboratorio dell'Asst è stata identificata esclusivamente cosiddetta variante inglese. Al momento, nessun sequenziamento ha evidenziato la variante brasiliana o sudafricana". "Sicuramente la presenza di varianti del virus rappresenta una preoccupazione per il mondo sanitario e questo deve indurre, da una parte, gli operatori sanitari a mantenere un'elevata attenzione per individuarne la presenza a scopo preventivo e, dall'altra, tutta la popolazione ad attenersi alle usuali misure di sicurezza per evitare il contagio da Covid-19". Poi le conclusioni (e l'affondo): "Le percentuali di varianti identificate (verificate secondo le indicazioni del ministero della Salute e dall'Iss o su controlli a campione) sono in linea con la media nazionale ed inferiori alla media regionale".
Scemo..........
Immagine

......o ubriaco ?
Immagine
La politica è l’arte d’impedire agli avversari di fare la loro

.........ma andare oltre no ?
Rispondi