Esperti e Deontologia?

Moderatori: Ovidio, heyoka

Connesso
Avatar utente
nerorosso
Connesso: Sì
Messaggi: 5854
Iscritto il: 8 giu 2019, 17:34
Ha Assegnato: 3558 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2823 Mi Piace

Re: Esperti e Deontologia?

Messaggio da leggere da nerorosso »

Holubice ha scritto: 21 feb 2021, 18:43


"L'uomo diventa libero solo quando si fa schiavo delle leggi"

(Cicerone)



Immagine
Però Holubice caro, in tuo post precedente mi fai l'esempio dei limiti di velocità che non fa testo.

L'Italia è il paese dei limiti di velocità assurdi. Rettilinei a 4 corsie senza immissioni di altre strade, in mezzo al nulla, con limite di 50 orari! Il tutto allo scopo (del Comune di cui la strada è pertinenza) di "fare cassa" in maniera "facile", visto che nessuno sano di mente andrebbe a 50 orari su siffatta strada…
SLAVA ROSSIJA!!! 🇷🇺
Holubice
Connesso: No

Re: Esperti e Deontologia?

Messaggio da leggere da Holubice »

nerorosso ha scritto: 21 feb 2021, 20:38 Però Holubice caro, in tuo post precedente mi fai l'esempio dei limiti di velocità che non fa testo.
L'Italia è il paese dei limiti di velocità assurdi. Rettilinei a 4 corsie senza immissioni di altre strade, in mezzo al nulla, con limite di 50 orari! Il tutto allo scopo (del Comune di cui la strada è pertinenza) di "fare cassa" in maniera "facile", visto che nessuno sano di mente andrebbe a 50 orari su siffatta strada…
Era un esempio come un altro. E l'ho messo perché di sopra avevo messo la barzelletta del semaforo.

In genere, quando una strada è rettilinea, e c'è un limite di velocità basso, lo hanno messo perché è un posto in cui si verificano un alto numero di incidenti. Magari quando ci passi tu (che so, alle 3 di notte) è deserta, ma in un altro orario, ci si spiantano in parecchi. Anche io ho dovuto fare 60/80 km al giorno, tutti i giorni, per raggiungere il lavoro, ed ho notato che l'andare ad un andatura tranquilla, rispettando i limiti, oppure all'impazzata come un matto, in termini di tempo facevano una differenza di 10 minuti. Io sono sempre partito semplicemente 10 minuti prima.

In tanti anni, m'è capitato solo una volta di essermi beccato un autovelox 'nascosto': ero passato a 80 orari, dove il limite era di 70 orari. Era una multa di una ventina di euro, visto che avevo ecceduto di poco. Mi son detto: è giusto, ho sbagliato, e pago. Come diceva sempre lui in quella canzone...



"... Freedom came my way one day
And I started out of town, yeah
All of a sudden I saw Sheriff John Brown
Aiming to shoot me down
So I shot, I shot, I shot him down and I say
If I am guilty I will pay (pay, pay, pay, pay, pay)..."


Se sono colpevole, pagherò...


Immagine
Connesso
Avatar utente
nerorosso
Connesso: Sì
Messaggi: 5854
Iscritto il: 8 giu 2019, 17:34
Ha Assegnato: 3558 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2823 Mi Piace

Re: Esperti e Deontologia?

Messaggio da leggere da nerorosso »

Holubice ha scritto: 22 feb 2021, 22:26
nerorosso ha scritto: 21 feb 2021, 20:38 Però Holubice caro, in tuo post precedente mi fai l'esempio dei limiti di velocità che non fa testo.
L'Italia è il paese dei limiti di velocità assurdi. Rettilinei a 4 corsie senza immissioni di altre strade, in mezzo al nulla, con limite di 50 orari! Il tutto allo scopo (del Comune di cui la strada è pertinenza) di "fare cassa" in maniera "facile", visto che nessuno sano di mente andrebbe a 50 orari su siffatta strada…
Era un esempio come un altro. E l'ho messo perché di sopra avevo messo la barzelletta del semaforo.

In genere, quando una strada è rettilinea, e c'è un limite di velocità basso, lo hanno messo perché è un posto in cui si verificano un alto numero di incidenti. Magari quando ci passi tu (che so, alle 3 di notte) è deserta, ma in un altro orario, ci si spiantano in parecchi. Anche io ho dovuto fare 60/80 km al giorno, tutti i giorni, per raggiungere il lavoro, ed ho notato che l'andare ad un andatura tranquilla, rispettando i limiti, oppure all'impazzata come un matto, in termini di tempo facevano una differenza di 10 minuti. Io sono sempre partito semplicemente 10 minuti prima.

In tanti anni, m'è capitato solo una volta di essermi beccato un autovelox 'nascosto': ero passato a 80 orari, dove il limite era di 70 orari. Era una multa di una ventina di euro, visto che avevo ecceduto di poco. Mi son detto: è giusto, ho sbagliato, e pago. Come diceva sempre lui in quella canzone...



"... Freedom came my way one day
And I started out of town, yeah
All of a sudden I saw Sheriff John Brown
Aiming to shoot me down
So I shot, I shot, I shot him down and I say
If I am guilty I will pay (pay, pay, pay, pay, pay)..."


Se sono colpevole, pagherò...


Immagine
Si, in effetti ho sperimentato anche io la stessa cosa riguardo alla velocità di percorrenza di un certo tragitto. Considera che io ho circa 30 km di tangenziale da percorrere, e che la velocità fa la differenza solo appunto alle 3 di notte, quando ci sei solo tu, e quindi andare a 90 o a 150 fa effettivamente differenza.
Viceversa in ora di punta non fa differenza alcuna. La situazione tipica è che la corsia centrale è quella in cui viaggi mediamente a circa 90 km/h, a ragionevole distanza di sicurezza, quella di destra è riservata agli imbranati, o ai trasporti eccezionali, mentre quella di sorpasso è solitamente destinata a rallentamenti di vario tipo, tra cui imbecilli che si sono tamponati, o idioti che nei 300 metri liberi che si son trovati davanti arrivano a 200 all'ora salvo poi dover frenare di botto, provocando quindi frenate a catena dietro di loro, e conseguenti congestionamenti del traffico, il tutto per arrivare circa 2 minuti prima…

PS
Ti lascio indovinare dove viaggio io… ;)
SLAVA ROSSIJA!!! 🇷🇺
Avatar utente
carletto3
Connesso: No
Messaggi: 8090
Iscritto il: 25 giu 2019, 2:20
Ha Assegnato: 436 Mi Piace
Ha Ricevuto: 3215 Mi Piace

Re: Esperti e Deontologia?

Messaggio da leggere da carletto3 »

heyoka ha scritto: 17 feb 2021, 20:46 A volte mi metto nei panni di coloro che per lavoro sono costretti a vendere ( nel senso più ampio del termine) prodotti o servizi che vanno a cozzare con la loro etica.
Penso ai bancari, agli assicuratori, ai medici?, ai farmacisti?, oltre ai normali venditori commerciali.
Fino a che punto possiamo esprimere un giudizio negativo nei loro confronti?
Un mio amico, ancora 40 anni fa, ha preferito licenziarsi da bancario e trovarsi un lavoro precario, piuttosto che essere costretto a convincere qualche cliente fiducioso in lui, a fare operazioni poco chiare.
Non sarei così negativo fossi in te....commento solo quello che mi riguarda...
Io non vendo nulla di nocivo...me ne guarderei bene..non voglio,non devo,non posso....posso consigliare una bischerata invece di un'altra perche' magari voglio finire le scorte ,ma sempre la stessa bischerata con nome diverso...ma nulla di piu' nemmeno se il totolare me lo imponesse,cosa che non ho mai sentito che si sia verificato.Almeno nel nostro caso di categoria ....non esiste.
SE pero' ti riferisci alle erboristerie allora il discorso cambia...ho visti intrugli che farebbero accapponare la pelle allo stregone della tua tribu' ,fatti pagare uno sproposito e che producevano fastidiosi effetti collaterali.La questione è duplice ...una di etica professionale...e vabbe',ma delinquenti li trovi in tutti i settori,ma rischi una penale notevole con sanzioni giudiziarie e pecuniare oltre alla radiazione dall'Ordine...
Ripeto...non esiste cio' che dici nella nostra professione.Ci sta l'errore come in tutte le cose umane....ma mai il dolo.
Nun ce prova' Heyoka....strai pisciando di fuori.Nun me fa' incazza' di serata ..stasera che manca il mio adorato spaccafegato.
Angry1
La realta' è solo un'allucinazione dovuta a carenza di alcol (...un saggio)
"Gli è tutto sbagliato....gli è tutto da rifa'"
Connesso
Avatar utente
heyoka
Connesso: Sì
Messaggi: 8355
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
Ha Assegnato: 4386 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2709 Mi Piace

Re: Esperti e Deontologia?

Messaggio da leggere da heyoka »

In tanti anni, m'è capitato solo una volta di essermi beccato un autovelox 'nascosto': ero passato a 80 orari, dove il limite era di 70 orari. Era una multa di una ventina di euro, visto che avevo ecceduto di poco. Mi son detto: è giusto, ho sbagliato, e pago.
Non se può capitare in Finlandia ma so che un Comune del Vicentino aveva taroccato i semafori x fare cassa con le multe.
Posso vantarmi x essere stato uno dei primi che ha avuto quel sospetto e ha fatto nascere il caso.
Pochi anni dopo, alle 5 del mattino mio figlio nei 500 metri di strada statale di competenza di un comune Bolzanino si è vidto recapitare una multa x essere transitato a 80 allora, dove c' era il limite dei 70. Saputo che era nato un comitato, che aveva il fondato sospetto che ci fosse un altro caso di CASSA spacciato per sicurezza ho preso contatto con il presidente di quel Comitato.
Fu allora che ho saputo che potevo fare ricorso al Giudice di pace.
Non so se questo capita anche in Finlandia ma nel mio caso ho saputo che i Giudici di pace, per quei ricorsi erano DUE.
Se ti capitava il primo ti toglieva la multa, se ti capitava il secondo la RADDOPPIAVA.
E con questo pensiero torniamo al nocciolo della questione su
ESPERTI E DEONTOLOGIA.
😩😩😩😩
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Holubice
Connesso: No

Re: Esperti e Deontologia?

Messaggio da leggere da Holubice »

heyoka ha scritto: 23 feb 2021, 21:22
In tanti anni, m'è capitato solo una volta di essermi beccato un autovelox 'nascosto': ero passato a 80 orari, dove il limite era di 70 orari. Era una multa di una ventina di euro, visto che avevo ecceduto di poco. Mi son detto: è giusto, ho sbagliato, e pago.
...
Pochi anni dopo, alle 5 del mattino mio figlio nei 500 metri di strada statale di competenza di un comune Bolzanino si è vidto recapitare una multa x essere transitato a 80 allora, dove c' era il limite dei 70. Saputo che era nato un comitato, che aveva il fondato sospetto che ci fosse un altro caso di CASSA spacciato per sicurezza ho preso contatto con il presidente di quel Comitato.
Fu allora che ho saputo che potevo fare ricorso al Giudice di pace...
Lo avedi questo ?



... è un piccolo sensore di distanza, è il cogegno che, applicato al paraurti della tua auto, ti fa quei bip, bip che ti avvertono quando stai per toccare contro l'auto parcheggiata dietro. Suoni che diventano sempre più frequenti, e più rumorosi, man mano che la distanza si riduce. Se tu fossi un appassionto di elettronica, potresti costruire un piccolo apparato domotico e/o un antifurto con un centinaio di euro, piazzando questi congegni nei punti strategi, e facendoli controllare da un ...



... microcontrollore Arduino. Bene, un pacco completo dei più comuni sensori (di temperatura, di umidità, di distanza, di suono, etc...) con i principali attuatori (ovvero braccini selezionatori, piccoli motorini elettrici, motorino passo, passo, etc...) con cui ogni appassionato può costruire un piccolo autentico automa costa, se importato dalla Cina 70 euro.



... insomma, oggigiorno questi cogegni elettronici che stano dietro agli Autovelox che ti appioppano la multa sono molto economici (anche le versioni di alta qualità) e, soprattutto, sono 'ridondanti', ovvero ci sono (magari) tre diversi sensori di distanza, ognuno dei quali calcola per conto suo a quanto stavi procedendo e solo se tutti e tre ottengono lo stesso risultato (ovvero se sia ha la certezza che il macchinario sta funzionando correttamente) solo allora la contravvenzione viene comminata.

___________________________________________

Insomma, siamo alle solite: stiamo sempre a lamentarci che sulla Penisola su cui siamo accampati non funziona un ca$$o ma poi, se il pergolato che abbaimo, piano, piano, trasformato in un appartamento in modo abusivo è il nostro, allora pretendiamo di avere un condono che lo sani (anche se è uno sputo in un occhio). La scuola deve essere efficiente e meritocratica salvo poi, se il figlio a scappare fuori mezzo scemo è il nostro, allora pretendiamo che dottore in qualche cosa ci diventi comunque, e che quello zio in politica ce lo piazzi in comune e/o regione. O alla municipalizzata alle varie ed eventuali.

Nel Paese dei Cachi...

Immagine



P.S.
Pagati quella ca$$o di multa senza tanto cianciare, e la prossima volta vai più piano. Ricorda Toro Seduto, quello che davvero vogliamo è che ci si continui a lasciar fare quel che ca$$o che ci pare ...



Immagine
Avatar utente
Ovidio
Connesso: No
Messaggi: 3554
Iscritto il: 25 set 2020, 17:08
Ha Assegnato: 352 Mi Piace
Ha Ricevuto: 862 Mi Piace

Re: Esperti e Deontologia?

Messaggio da leggere da Ovidio »

Holubice ha scritto: 24 feb 2021, 3:30
heyoka ha scritto: 23 feb 2021, 21:22
In tanti anni, m'è capitato solo una volta di essermi beccato un autovelox 'nascosto': ero passato a 80 orari, dove il limite era di 70 orari. Era una multa di una ventina di euro, visto che avevo ecceduto di poco. Mi son detto: è giusto, ho sbagliato, e pago.
...
Pochi anni dopo, alle 5 del mattino mio figlio nei 500 metri di strada statale di competenza di un comune Bolzanino si è vidto recapitare una multa x essere transitato a 80 allora, dove c' era il limite dei 70. Saputo che era nato un comitato, che aveva il fondato sospetto che ci fosse un altro caso di CASSA spacciato per sicurezza ho preso contatto con il presidente di quel Comitato.
Fu allora che ho saputo che potevo fare ricorso al Giudice di pace...
Lo avedi questo ?



... è un piccolo sensore di distanza, è il cogegno che, applicato al paraurti della tua auto, ti fa quei bip, bip che ti avvertono quando stai per toccare contro l'auto parcheggiata dietro. Suoni che diventano sempre più frequenti, e più rumorosi, man mano che la distanza si riduce. Se tu fossi un appassionto di elettronica, potresti costruire un piccolo apparato domotico e/o un antifurto con un centinaio di euro, piazzando questi congegni nei punti strategi, e facendoli controllare da un ...



... microcontrollore Arduino. Bene, un pacco completo dei più comuni sensori (di temperatura, di umidità, di distanza, di suono, etc...) con i principali attuatori (ovvero braccini selezionatori, piccoli motorini elettrici, motorino passo, passo, etc...) con cui ogni appassionato può costruire un piccolo autentico automa costa, se importato dalla Cina 70 euro.



... insomma, oggigiorno questi cogegni elettronici che stano dietro agli Autovelox che ti appioppano la multa sono molto economici (anche le versioni di alta qualità) e, soprattutto, sono 'ridondanti', ovvero ci sono (magari) tre diversi sensori di distanza, ognuno dei quali calcola per conto suo a quanto stavi procedendo e solo se tutti e tre ottengono lo stesso risultato (ovvero se sia ha la certezza che il macchinario sta funzionando correttamente) solo allora la contravvenzione viene comminata.

___________________________________________

Insomma, siamo alle solite: stiamo sempre a lamentarci che sulla Penisola su cui siamo accampati non funziona un ca$$o ma poi, se il pergolato che abbaimo, piano, piano, trasformato in un appartamento in modo abusivo è il nostro, allora pretendiamo di avere un condono che lo sani (anche se è uno sputo in un occhio). La scuola deve essere efficiente e meritocratica salvo poi, se il figlio a scappare fuori mezzo scemo è il nostro, allora pretendiamo che dottore in qualche cosa ci diventi comunque, e che quello zio in politica ce lo piazzi in comune e/o regione. O alla municipalizzata alle varie ed eventuali.

Nel Paese dei Cachi...

Immagine



P.S.
Pagati quella ca$$o di multa senza tanto cianciare, e la prossima volta vai più piano. Ricorda Toro Seduto, quello che davvero vogliamo è che ci si continui a lasciar fare quel che ca$$o che ci pare ...



Immagine
La lingua batte dove il dente duole!
Tenere sempre a mente la „regola d‘oro“
Connesso
Avatar utente
heyoka
Connesso: Sì
Messaggi: 8355
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
Ha Assegnato: 4386 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2709 Mi Piace

Re: Esperti e Deontologia?

Messaggio da leggere da heyoka »

Se il Pianeta terra sta andando a puttane, a CHI dovremo attribuirne le cause???
Io al PRIMO posto metterei gli Esperti, specie in campo finanziario, scientifico e chimico.
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Rispondi