Per riconoscenza all'uomo Silvio Berlusconi.

Forum di discussione sulla politica italiana, i partiti e le istituzioni.
Holubice
Connesso: No

Re: Per riconoscenza all'uomo Silvio Berlusconi.

Messaggio da leggere da Holubice »

Salvo ha scritto: 11 feb 2021, 16:17 Berlusconi cade: brutta contusione ma nessuna conseguenza. Dopo aver passato la notte nella clinica La Madonnina, il leader di Forza Italia è tornato nel Santuario di Arcore.
__________________
Santo e martire.
Immagine

Un vero PADRE PROSTITUENTE


Immagine
Avatar utente
Ovidio
Connesso: No
Messaggi: 3554
Iscritto il: 25 set 2020, 17:08
Ha Assegnato: 352 Mi Piace
Ha Ricevuto: 862 Mi Piace

Re: Per riconoscenza all'uomo Silvio Berlusconi.

Messaggio da leggere da Ovidio »

Holubice ha scritto: 13 feb 2021, 19:03
Ovidio ha scritto: 11 feb 2021, 9:39
No Salvo, non è un santo, è solo un uomo come tutti noi, e per certi versi meglio di noi. Rileggio bene alfa e rifletti!
Più che rileggere, io vi invito a riascoltare...



... alla bisogna, perché no... anche a rileggere...

Immagine

"... storia di un grande, e di un piccolo uomo..."



Immagine
Holubice, grazie del contributo. Sul tema ci vorrebbe un dibattito lungo e compasso. E non servirebbe nemmeno non avendo a disposizione tutti gli elementi di giudizio.

Montanelli descrive due Berlusconi, uno molto tollerante ed un manganellaro. Questi due Berlusconi non li conosco, ma ne conosco altri due, quello su posizioni chiare (ieri, molto tempo fa) e quello bizantino (da qualche anno a questa parte)
Tenere sempre a mente la „regola d‘oro“
Connesso
Avatar utente
Valerio
Connesso: Sì
Messaggi: 6180
Iscritto il: 8 giu 2019, 20:31
Località: Messina
Ha Assegnato: 3696 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2841 Mi Piace

Re: Per riconoscenza all'uomo Silvio Berlusconi.

Messaggio da leggere da Valerio »

Solo le sinistre sono capaci di "odiare" l'avversario politico. Un po' come i fascisti dei tempi andati.

Tempi che, a quanto pare, non sono mai passati dopo le foibe e le vendette partigiane. Meno male che i giovani sembrano immuni.
Sovranità al Cittadino.
Non abbiamo un pianeta B
In onore dei pennuti heyokani: Non ereditiamo la terra dai nostri antenati, la prendiamo in prestito dai nostri figli.
Holubice
Connesso: No

Re: Per riconoscenza all'uomo Silvio Berlusconi.

Messaggio da leggere da Holubice »

Ovidio ha scritto: 14 feb 2021, 9:00
Holubice, grazie del contributo. Sul tema ci vorrebbe un dibattito lungo e compasso. E non servirebbe nemmeno non avendo a disposizione tutti gli elementi di giudizio.

Montanelli descrive due Berlusconi, uno molto tollerante ed un manganellaro. Questi due Berlusconi non li conosco, ma ne conosco altri due, quello su posizioni chiare (ieri, molto tempo fa) e quello bizantino (da qualche anno a questa parte)

Io ne conosco uno solo: quello che, nelle ore concitate che seguirono la fuga di Craxi ad Hammamet, girava continuamente intorno alla sua scrivania, preoccupatissimo sul da farsi...

Immagine

... avete presente quando Zio Paperone faceva lo stesso, fino a fare una trincea rotonda, dentro il suo ufficio...?


Immagine
Holubice
Connesso: No

Re: Per riconoscenza all'uomo Silvio Berlusconi.

Messaggio da leggere da Holubice »

Valerio ha scritto: 14 feb 2021, 9:21 Solo le sinistre sono capaci di "odiare" l'avversario politico. Un po' come i fascisti dei tempi andati.
Tempi che, a quanto pare, non sono mai passati dopo le foibe e le vendette partigiane. Meno male che i giovani sembrano immuni.
Un altro pericoloso sovversivo comunista, di stretta osservanza, in tempi non sospetti, con le Orgettine molto al di là da venire, ebbe l'idea di scrivere questo libro che fu facilissimo profeta...

Immagine

Montanelli, Sartori, Guzzanti (padre), Travaglio stesso, tutta gente cresciuta alla fucina delle Frattocchie.

Immagine

C'è una destra 'per bene' che fa molto fatica ad essere rappresentata nella Penisola su cui siamo accampati. Gente che chiede altro, piuttosto di poter solo scrivere delle ca%%ate sulla propria dichiarazione dei redditi. Che in passato si è turata il naso, ma di recente ha avuto dei conati di vomito...

Immagine
Avatar utente
Alfa
Connesso: No
Messaggi: 6176
Iscritto il: 8 giu 2019, 16:35
Località: Toscana
Ha Assegnato: 1245 Mi Piace
Ha Ricevuto: 4019 Mi Piace
Contatta:

Re: Per riconoscenza all'uomo Silvio Berlusconi.

Messaggio da leggere da Alfa »

Holubice ha scritto: 13 feb 2021, 19:03
Ovidio ha scritto: 11 feb 2021, 9:39
No Salvo, non è un santo, è solo un uomo come tutti noi, e per certi versi meglio di noi. Rileggio bene alfa e rifletti!
Più che rileggere, io vi invito a riascoltare...



... alla bisogna, perché no... anche a rileggere...

Immagine

"... storia di un grande, e di un piccolo uomo..."



Immagine
Mai detto che Berlusconi sia stato un santo, l'ho scritto anche nel post iniziale, ma quando a parlare è Travaglio e per giunta lo si porta come esempio ... devo per forza aprire la bocca e più che bocca mi diventa un forno.
Un pluri mega condannato come Travaglio, sia in via civile che penale, condannato per ogni tipo di diffamazione possibile, condannato anche al carcere con pena sospesa e a sborsare centinaia di migliaia di euro .... se questi sono i tuoi idoli, potresti tenere tranquillamente Berlusconi attaccato in camera al posto del crocifisso.
Ora che ti conosco ... piuttosto leggo le memorie del Biancalani che le tue travagliate.
PS: Montanelli è stato un buon giornalista, prima che li "salisse" l'arteriosclerosi. Ricordatevi che è stato un fascista in "vita", come pure Dario Fo, altro idolo degli antifascisti e anti berlusconiani.

Fatti, non Travagliate: :geek: :geek:

Nel 2000 è stato condannato in sede civile, dopo essere stato citato in giudizio da Cesare Previti a causa di un articolo in cui Travaglio aveva definito Previti «futuro cliente di procure e tribunali» su L’Indipendente. Previti era effettivamente indagato ma a causa dell’impossibilità da parte dell’avvocato del giornale di presentare le prove in difesa di Travaglio in quanto il legale non era retribuito, il giornalista fu obbligato al risarcimento del danno quantificato in 79 milioni di lire.

Il 4 giugno 2004 è stato condannato dal Tribunale di Roma in sede civile a un totale di 85 000 euro (più 31 000 euro di spese processuali) per un errore contenuto nel libro La Repubblica delle banane scritto assieme a Peter Gomez e pubblicato nel 2001; in esso, a pagina 537, si attribuiva erroneamente all’allora neo-parlamentare di Forza Italia, Giuseppe Fallica, una condanna per false fatture che aveva invece colpito un omonimo funzionario di Publitalia. L’errore era poi stato trasposto anche su L’Espresso, il Venerdì di Repubblica e La Rinascita della Sinistra, per cui la condanna in solido, oltreché alla Editori Riuniti, è stata estesa anche al gruppo Editoriale L’Espresso. Nel 2009, dopo il ricorso in appello, la pena è stata ridotta a 15 000 euro

Il 5 aprile 2005 è stato condannato dal Tribunale di Roma in sede civile, assieme all’allora direttore dell’Unità, Furio Colombo, al pagamento di 12 000 euro più 4000 di spese processuali a Fedele Confalonieri (Mediaset) dopo averne associato il nome ad alcune indagini per ricettazione e riciclaggio, reati per i quali, invece, non era risultato inquisito.

Il 20 febbraio 2008 il Tribunale di Torino in sede civile lo ha condannato a risarcire Fedele Confalonieri e Mediaset con 26 000 euro, a causa di una critica ritenuta «eccessiva» nell’articolo “Piazzale Loreto? Magari” pubblicato nella rubrica Uliwood Party su l’Unità il 16 luglio 2006

Nel giugno 2008 è stato condannato dal Tribunale di Roma in sede civile, assieme al direttore dell’Unità, Antonio Padellaro, e a Nuova Iniziativa Editoriale, al pagamento di 12 000 euro e al pagamento di 6000 euro di spese processuali per un articolo sulla giornalista del TG1 Susanna Petruni. L’articolo descriveva la giornalista come personaggio servile verso il potere e parziale nei suoi resoconti politici. «La pubblicazione – si legge nella sentenza – difetta del requisito della continenza espressiva e pertanto ha contenuto diffamatorio»

Il 21 ottobre 2009 è stato condannato in Cassazione (Terza sezione civile, sentenza 22190) al risarcimento di 5000 euro nei confronti del giudice Filippo Verde che era stato definito «più volte inquisito e condannato» nel libro “Il manuale del perfetto inquisito”

Affermazioni giudicate diffamatorie dalla Corte in quanto riferite «in maniera incompleta e sostanzialmente alterata» visto il «mancato riferimento alla sentenza di prescrizione o, comunque, la mancata puntualizzazione del carattere non definitivo della sentenza di condanna, suscitando nel lettore l’idea che la condanna fosse definitiva (se non addirittura l’idea di una pluralità di condanne)»

Il 18 giugno 2010 è stato condannato dal Tribunale di Torino – VII sezione civile – a risarcire 16 000 euro al Presidente del Senato Renato Schifani (che aveva chiesto un risarcimento di 1 750 000 euro) per diffamazione avendo evocato la metafora del lombrico e della muffa a Che tempo che fa il 10 maggio 2008.

L’11 ottobre 2010 Travaglio è stato condannato in sede civile per diffamazione dal Tribunale di Marsala, per aver dato del “figlioccio di un boss” all’assessore regionale siciliano David Costa, arrestato con l’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa e poi assolto in appello. Travaglio è stato condannato a pagare 15 000 euro

Il 15 febbraio 2017 il giornale Il Fatto Quotidiano, diretto da Marco Travaglio, è stato condannato in primo grado dal tribunale civile di Roma per diffamazione nei confronti di Giuliano Amato. La sentenza afferma che negli articoli del Fatto, a firma di Marco Travaglio: “non può non riconoscersi la sussistenza del reato di diffamazione aggravata a mezzo stampa, sussistendone gli elementi oggettivo e soggettivo, che, come noto, il giudice civile può accertare in via incidentale”

Il 23 gennaio 2018 è stato condannato per diffamazione dal Tribunale di Roma in merito ad un editoriale su Il Fatto Quotidiano contro tre magistrati siciliani, riguardo alla latitanza di Bernardo Provenzano; la provvisionale disposta ammonta a 150 000 euro.

Il 22 ottobre 2018, il tribunale civile di Firenze lo ha condannato (in solido con la giornalista Gaia Scacciavillani e con la Società Editoriale Il Fatto) al pagamento di una somma di 95 000 euro a titolo di risarcimento per diffamazione nei confronti di Tiziano Renzi (padre di Matteo). Era stato citato in giudizio per diffamazione per due editoriali su Il Fatto Quotidiano riguardanti un processo penale per bancarotta che ha visto lo stesso imputato assolto con formula piena

Il 16 novembre 2018, in un procedimento (relativo alle parole pronunciate nel corso di un’ospitata nella trasmissione “Otto e mezzo”), Travaglio è stato condannato dal Tribunale di Firenze al pagamento di 50 000 euro per diffamazione nei confronti di Tiziano Renzi. Con riguardo a questa seconda condanna, Travaglio dichiara nel suo editoriale su Il Fatto Quotidiano del 17 Novembre 2018 di non avere avuto notizia alcuna del processo in corso contro di lui
Holubice
Connesso: No

Re: Per riconoscenza all'uomo Silvio Berlusconi.

Messaggio da leggere da Holubice »

Alfa ha scritto: 14 feb 2021, 13:11 ...
Nel 2000 è stato condannato in sede civile, dopo essere stato citato in giudizio da Cesare Previti....
....
Il 4 giugno 2004 è stato condannato dal Tribunale di Roma in sede civile a un totale di 85 000 euro (più 31 000 euro di spese processuali) per un errore contenuto nel libro La Repubblica delle banane scritto assieme a Peter Gomez ...ta a 15 000 euro
...
Il 5 aprile 2005 è stato condannato dal Tribunale di Roma in sede civile, assieme all’allora direttore dell’Unità, Furio Colombo, al pagamento di 12 000 euro più 4000 di spese processuali a Fedele Confalonieri (Mediaset) dopo averne associato il nome...
...
Il 20 febbraio 2008 il Tribunale di Torino in sede civile lo ha condannato a risarcire Fedele Confalonieri e Mediaset con 26 000 euro, a causa di una critica ritenuta «eccessiva»...
...
Nel giugno 2008 è stato condannato dal Tribunale di Roma in sede civile, assieme al direttore dell’Unità, Antonio Padellaro, e a Nuova Iniziativa Editoriale, al pagamento di 12 000 euro e al pagamento di 6000 euro di spese processuali per un articolo sulla giornalista del TG1 Susanna Petruni. L’articolo descriveva la giornalista come personaggio servile ...
...
Il 21 ottobre 2009 è stato condannato in Cassazione (Terza sezione civile, sentenza 22190) al risarcimento di 5000 euro nei confronti del giudice Filippo Verde che era stato definito «più volte inquisito e condannato» ...
...
Affermazioni giudicate diffamatorie dalla Corte in quanto riferite «in maniera incompleta e sostanzialmente alterata» ...
...
Il 18 giugno 2010 è stato condannato dal Tribunale di Torino – VII sezione civile – a risarcire 16 000 euro al Presidente del Senato Renato Schifani (che aveva chiesto un risarcimento di 1 750 000 euro) per diffamazione avendo evocato la metafora del lombrico ...
...
L’11 ottobre 2010 Travaglio è stato condannato in sede civile per diffamazione dal Tribunale di Marsala, per aver dato del “figlioccio di un boss” ...
...
Il 15 febbraio 2017 il giornale Il Fatto Quotidiano, diretto da Marco Travaglio, è stato condannato in primo grado dal tribunale civile di Roma per diffamazione nei confronti di Giuliano Amato...
...
Il 23 gennaio 2018 è stato condannato per diffamazione dal Tribunale di Roma in merito ad un editoriale su Il Fatto Quotidiano contro tre magistrati siciliani, riguardo alla latitanza di Bernardo Provenzano...
...
Il 22 ottobre 2018, il tribunale civile di Firenze lo ha condannato (in solido con la giornalista Gaia Scacciavillani e con la Società Editoriale Il Fatto) al pagamento di una somma di 95 000 euro a titolo di risarcimento per diffamazione nei confronti di Tiziano Renzi...
...
Il 16 novembre 2018, in un procedimento (relativo alle parole pronunciate nel corso di un’ospitata nella trasmissione “Otto e mezzo”), Travaglio è stato condannato dal Tribunale di Firenze al pagamento di 50 000 euro per diffamazione nei confronti di Tiziano Renzi...
...
Dagli atti processuali, risulta anche che il signor Travaglio, in concorso con il suo sodale Peter Gomez, abbiano parcheggiato le rispettive auto ben due volte in divieto di sosta, ed una vicino ad un incrocio a raso.

Alfa, tu sai come funzionano le cause per diffamazione a mezzo stampa nel Regno Unito?

Immagine

Intentare una causa miliardaria contro un giornalista che si permetta di mettere il naso in certi affari poco chiari, o molto loschi, di una multinazionale, o di un conglomerato economico finanziario con grossa potenza di fuoco è, da sempre, la miglior arma per intimidire potenziali reporter che vogliano fare per davvero, e fino in fondo, il proprio (fondamentale) mestiere. I più, quelli che non se la sentono proprio di divenire dei 'criminali, con un cursus honorum tipo quello qui sopra da te menzionato, si limitano ad un basso profilo, puntando il faro su pesci piccoli, criminali comuni, gente 'processualmente' innocua.

Anche la povera Milena Gabbanelli, che insisteva con le sue inchieste sugli sversamenti Montedison, sulle licenze di comprate alla commercializzazione dell'Aspartame (risultato quasi letale per il cervello), e tanto altro, ad un certo punto si vide togliere la copertura legale da parte della Rai. Della serie: ascolti o non ascolti, se perdi anche una sola delle cause che ti intentano, cause per milioni di euro, ti paghi tutto di tasca tua. E fu costretta ad andarsene.

Per tornare al Regno Unito, anche lì conoscono molto bene questo fenomeno ma, per far sì che la libera stampa sia davvero il cane da guardia del potere (e non da compagnia come da noi) hanno previsto una legislazione molto punitiva per le cosidette cause temerarie, ovvero quelle citazioni in giudizio fatte al solo scopo di zittire, di volta in volta, il Daily Mirror, Il Guardian, la BBC, The Indipendent. Capita anche lì che le redazioni dei giornali perdano delle cause (come il buon Travaglio e il buon Gomez) ma i soldi che il giornale incassa per tutte le cause che i loro 'persecutori' sono costretti a sborsare per le cause temerarie compre di gran lunga le uscite.

D'altronde, ci sarà pure una ragione se, quanto a libertà ed indipendenza della Stampa, noi siamo piazzati al 41° posto, dietro ai giornalisti del Ghana e del Burkina-Faso. E, non me ne volere, se molti ti leggeranno, e ti daranno retta, ci sono ottime probabilità di finire dopo lo Zimbabwe. Ti dice niente lo Zimbabwe? Dammi una attimo, che butto giù la seconda puntata...

Immagine


_________________________________________



Per approfondire:

Libertà di stampa, l’Italia al 41° posto: peggio di Ghana e Burkina Faso

Immagine

"La classifica 2020 realizzata da Reporter Without Borders in merito alla libertà di stampa nel mondo vede l’Italia al 41° posto, dietro tutte le altre maggiori potenze europee e Paesi in via di sviluppo come la Namibia e il Burkina Faso...." (CONTINUA NEL LINK)
Holubice
Connesso: No

Re: Per riconoscenza all'uomo Silvio Berlusconi.

Messaggio da leggere da Holubice »

Questo, ad esempio, sul primo canale del Ghana non è mai successo...






Immagine
Rispondi