Il mondo dei sogni.

Moderatori: Ovidio, heyoka

Avatar utente
carletto3
Connesso: No
Messaggi: 8090
Iscritto il: 25 giu 2019, 2:20
Ha Assegnato: 436 Mi Piace
Ha Ricevuto: 3215 Mi Piace

Re: Il mondo dei sogni.

Messaggio da leggere da carletto3 »

nerorosso ha scritto: 11 feb 2021, 22:03
carletto3 ha scritto: 11 feb 2021, 21:18
nerorosso ha scritto: 11 feb 2021, 21:01

Ehi, com'è che io a cena posso mangiare un'insalatina come due etti di amatriciana, e non sogno?
E se sogno, poi non mi ricordo cosa ho sognato?
Sogni...sogni...tranquillo...il cervello ,sia quello dentro il chiorbone che non si ferma mai ,come anche quello gastrointestinale....è una bestia strana e a una certa eta' (ehmmmm..... ehmmm) non ricorda tutto.....è solo un problema di eta' dei neuroni.
Comunque sii felice ...si vede che il tuo tratto gastrointestinale funziona bene e a tutta birra....
PS:Guarda che è capace di avvertirti che devi mangiare se mangi solo un'insalatina...sotto forma di crampi da fame....e allora gli incubi e i sogni ti vengono pure da sveglio.
:lol:
I crampi da fame in genere li provo al mattino, verso le 11…
Quanto alla birra, ci vado a tutta birra e pure un pò troppo, anche se non c'è limite al troppo… quanto alla questione età, magari era senescenza precoce, ma io sono almeno 30 anni che non ricordo i miei sogni…
Non preoccuparti prima o poi li ricorderai tutti insieme....e poi esistono anche i deja vu ?Mai provati?
---:)
La realta' è solo un'allucinazione dovuta a carenza di alcol (...un saggio)
"Gli è tutto sbagliato....gli è tutto da rifa'"
Avatar utente
carletto3
Connesso: No
Messaggi: 8090
Iscritto il: 25 giu 2019, 2:20
Ha Assegnato: 436 Mi Piace
Ha Ricevuto: 3215 Mi Piace

Re: Il mondo dei sogni.

Messaggio da leggere da carletto3 »

E ora vado ad usare mia tre quarti che ha finito le faccende domestiche....alla faccia vostra..!
FuckYou
La realta' è solo un'allucinazione dovuta a carenza di alcol (...un saggio)
"Gli è tutto sbagliato....gli è tutto da rifa'"
Connesso
Avatar utente
heyoka
Connesso: Sì
Messaggi: 8331
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
Ha Assegnato: 4365 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2699 Mi Piace

Re: Il mondo dei sogni.

Messaggio da leggere da heyoka »

carletto3 ha scritto: 11 feb 2021, 22:10 Porca vacca ...non mi leggi falso indiano...
Come ateo evoluzionista non credo nell'evoluzione darwiniana...credo solo alla Panspermia....dove non esiste nessuna evoluzione!!!
E non ti sto addosso a caso ,ma ringraziami che ti alimento questo filone forummistico dove puoi mostrare le tue penne in tutto il loro splendore pavonesco...Anche visto che di la' la discussione langue...mi sa che Sayonne si sia stufato dei muretti.
E' sempre piu' spento...
Beer4
PS:Certo che mi diverto...anche per far divertire Nero....è tutto un divertimento....mannaggia a te!!!!
Vedo che almeno sul fatto del divertirci siamo d' accordo.
Dopo di che lo sai che io sono grezzo. Se cominci a parlarmi fi Panspermia mi mandi in tilt. E mica ho voglia di perdere tempo ad imbarcarmi su studi che per me sono difficili e perciò noiosi.
Preferisco sempre godermi la lettura della Natura, magari in sella alla mia bici.
E quando ne ho voglia qualche scorribanda notturna nel magnifico mondo onirico.
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Avatar utente
carletto3
Connesso: No
Messaggi: 8090
Iscritto il: 25 giu 2019, 2:20
Ha Assegnato: 436 Mi Piace
Ha Ricevuto: 3215 Mi Piace

Re: Il mondo dei sogni.

Messaggio da leggere da carletto3 »

heyoka ha scritto: 11 feb 2021, 22:23
carletto3 ha scritto: 11 feb 2021, 22:10 Porca vacca ...non mi leggi falso indiano...
Come ateo evoluzionista non credo nell'evoluzione darwiniana...credo solo alla Panspermia....dove non esiste nessuna evoluzione!!!
E non ti sto addosso a caso ,ma ringraziami che ti alimento questo filone forummistico dove puoi mostrare le tue penne in tutto il loro splendore pavonesco...Anche visto che di la' la discussione langue...mi sa che Sayonne si sia stufato dei muretti.
E' sempre piu' spento...
Beer4
PS:Certo che mi diverto...anche per far divertire Nero....è tutto un divertimento....mannaggia a te!!!!
Vedo che almeno sul fatto del divertirci siamo d' accordo.
Dopo di che lo sai che io sono grezzo. Se cominci a parlarmi fi Panspermia mi mandi in tilt. E mica ho voglia di perdere tempo ad imbarcarmi su studi che per me sono difficili e perciò noiosi.
Preferisco sempre godermi la lettura della Natura, magari in sella alla mia bici.
E quando ne ho voglia qualche scorribanda notturna nel magnifico mondo onirico.
Hayokaaaaaaaaa..non mi madare ai matti ...se ti dico che io amo le cose semplici ti pare che la Pansperima possa essere difficile e complicata?
Proviamoci...così tra una pedalata e un altra ci rifletti.
IL Carletto non crede che un mollusco a forza di pedate casuali si sia trasformato in 400 mila anni in un indianone pennuto...nemmeno se lo prendi a bastonate sulla capoccia...(Evoluzione darwiniana)
Crede invece ad un'altra teoria.... che tutte le specie vegetali e animali (organiche) gia preesistano e si siano formate per la maggior parte in altri pianeti di remote Galassie e dopo esplosioni dei loro soli viaggino inglobate in capsule di ghiaccio o di metalli,nello spazio cosmico.Quando arrivano su altri pianeti dei vari sistemi se trovano le condizioni adatte si sviluppano nella loro forma originaria ,modificandosi pian piano per adattarsi all'ambiente che trovano... nei secoli...ma tutte hanno provenienza extra planetaria rispetto al pianeta dove cadono....una specie di semina dell'Universo.Carina vero?A me piace ....piu' di essere un derivato di un pesce o un anfibio o un mollusco.Cosa c'è di piu' bello di pensare che il Grande Coltivatore delle praterie universali getti a piene mani pugni di vita in tutto l'Universo...?
La realta' è solo un'allucinazione dovuta a carenza di alcol (...un saggio)
"Gli è tutto sbagliato....gli è tutto da rifa'"
Avatar utente
nerorosso
Connesso: No
Messaggi: 5849
Iscritto il: 8 giu 2019, 17:34
Ha Assegnato: 3548 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2822 Mi Piace

Re: Il mondo dei sogni.

Messaggio da leggere da nerorosso »

carletto3 ha scritto: 12 feb 2021, 18:55
heyoka ha scritto: 11 feb 2021, 22:23
carletto3 ha scritto: 11 feb 2021, 22:10 Porca vacca ...non mi leggi falso indiano...
Come ateo evoluzionista non credo nell'evoluzione darwiniana...credo solo alla Panspermia....dove non esiste nessuna evoluzione!!!
E non ti sto addosso a caso ,ma ringraziami che ti alimento questo filone forummistico dove puoi mostrare le tue penne in tutto il loro splendore pavonesco...Anche visto che di la' la discussione langue...mi sa che Sayonne si sia stufato dei muretti.
E' sempre piu' spento...
Beer4
PS:Certo che mi diverto...anche per far divertire Nero....è tutto un divertimento....mannaggia a te!!!!
Vedo che almeno sul fatto del divertirci siamo d' accordo.
Dopo di che lo sai che io sono grezzo. Se cominci a parlarmi fi Panspermia mi mandi in tilt. E mica ho voglia di perdere tempo ad imbarcarmi su studi che per me sono difficili e perciò noiosi.
Preferisco sempre godermi la lettura della Natura, magari in sella alla mia bici.
E quando ne ho voglia qualche scorribanda notturna nel magnifico mondo onirico.
Hayokaaaaaaaaa..non mi madare ai matti ...se ti dico che io amo le cose semplici ti pare che la Pansperima possa essere difficile e complicata?
Proviamoci...così tra una pedalata e un altra ci rifletti.
IL Carletto non crede che un mollusco a forza di pedate casuali si sia trasformato in 400 mila anni in un indianone pennuto...nemmeno se lo prendi a bastonate sulla capoccia...(Evoluzione darwiniana)
Crede invece ad un'altra teoria.... che tutte le specie vegetali e animali (organiche) gia preesistano e si siano formate per la maggior parte in altri pianeti di remote Galassie e dopo esplosioni dei loro soli viaggino inglobate in capsule di ghiaccio o di metalli,nello spazio cosmico.Quando arrivano su altri pianeti dei vari sistemi se trovano le condizioni adatte si sviluppano nella loro forma originaria ,modificandosi pian piano per adattarsi all'ambiente che trovano... nei secoli...ma tutte hanno provenienza extra planetaria rispetto al pianeta dove cadono....una specie di semina dell'Universo.Carina vero?A me piace ....piu' di essere un derivato di un pesce o un anfibio o un mollusco.Cosa c'è di piu' bello di pensare che il Grande Coltivatore delle praterie universali getti a piene mani pugni di vita in tutto l'Universo...?
Mi piace la teoria panspermica.
E concordo con te sulla conclusione…
SLAVA ROSSIJA!!! 🇷🇺
Avatar utente
Shamash
Connesso: No
Messaggi: 1994
Iscritto il: 9 giu 2019, 16:37
Ha Assegnato: 1124 Mi Piace
Ha Ricevuto: 1377 Mi Piace

Re: Il mondo dei sogni.

Messaggio da leggere da Shamash »

heyoka ha scritto: 10 feb 2021, 19:57 Chi è il regista dei nostri sogni?
heyoka ha scritto: 10 feb 2021, 19:57 Ma qualcuno lo ha mai visto questo inconscio. Ci ha parlato?
Eppoi se questo Inconscio è MIO, perché non riesco a capire cosa vuole dirmi nei sogni?
La spiegazione c'è e te l'ho data tempo fa, ma già allora non ti avevo persuaso, chissà ora... :grin:
In pratica, in buona misura si può confutare quanto sostenuto da Freud, seppur sia doveroso riconoscergli enormi passi avanti (oltre ad essere il padre della psicanalisi), tuttavia egli non poteva disporre delle conoscenze che gli scienziati hanno oggi, così come degli strumenti adatti per comprendere il funzionamento di quella scatola meravigliosa che ci portiamo sul collo... :P
Riporto quanto già esposto:
Shamash ha scritto: 3 nov 2020, 17:19 I sogni appaiono incomprensibili a causa di ciò che accade nel cervello durante il sonno.
Facciamo un passo indietro. Dormendo, si passa attraverso varie fasi (rilassamento/sonnolenza e poi 4 fasi distinte più quella definita REM).
La fase REM (Rapid Eye Movements) è caratterizzata da rapidi movimenti oculari, intensa attività cerebrale (simile alla veglia) e forte eccitazione (che provoca reazioni anche a livello genitale, in entrambi i sessi, non solo accelerato battito cardiaco). Questa è la fase dove, principalmente, si sogna. Nel caso ti svegliassi ricorderesti certamente il sogno, viceversa, quando questa fase avviene a metà notte, non lo ricorderesti.
Ora, veniamo alle caratteristiche che spiegano l'incoerenza e l'incomprensibilità dei sogni. Tutto parte dal prosencefalo e dal tronco encefalico, per poi interessare varie altre strutture del sistema limbico, come l'amigdala (adibita alle emozioni, ecco perché certi sogni appaiono "emotivi"). Nel frattempo, la corteccia motoria primaria è attiva, ma i segnali di movimento non giungono agli arti, dunque non vi è movimento. Ciò che a noi interessa qui è che certe aree della corteccia primaria visiva sono attive, dunque si spiega la formazione di immagini visive proprie dei sogni, ma al contempo l'attività della corteccia prefrontale (adibita a funzioni superiori, come la pianificazione, la logica, le decisioni e, in termini "brutali" la razionalità) si riduce. In pratica i segnali arrivano da altre aree, ma non vengono elaborati in modo "razionale" e dunque rimangono incomprensibili, illogici, assurdi e stravaganti. ;)
Quindi non c'è un "regista" vero e proprio, se non il cervello stesso che raccoglie vari elementi (fra cui pezzi di ricordi, simboli, timori e in generale eventi carichi di emotività) ma non è in grado di elaborarli logicamente, in modo "razionale", quindi i sogni ci sembrano strani e, spesso, senza un senso logico. Semplicemente perché...non lo hanno. Beer
«Siate il meglio di qualunque cosa siate» [Martin Luther King]
«Dove regna la saggezza, non vi è alcun conflitto tra pensiero e sentimento» [Carl Gustav Jung]
Avatar utente
Ovidio
Connesso: No
Messaggi: 3554
Iscritto il: 25 set 2020, 17:08
Ha Assegnato: 352 Mi Piace
Ha Ricevuto: 862 Mi Piace

Re: Il mondo dei sogni.

Messaggio da leggere da Ovidio »

Shamash ha scritto: 12 feb 2021, 22:24
heyoka ha scritto: 10 feb 2021, 19:57 Chi è il regista dei nostri sogni?
heyoka ha scritto: 10 feb 2021, 19:57 Ma qualcuno lo ha mai visto questo inconscio. Ci ha parlato?
Eppoi se questo Inconscio è MIO, perché non riesco a capire cosa vuole dirmi nei sogni?
La spiegazione c'è e te l'ho data tempo fa, ma già allora non ti avevo persuaso, chissà ora... :grin:
In pratica, in buona misura si può confutare quanto sostenuto da Freud, seppur sia doveroso riconoscergli enormi passi avanti (oltre ad essere il padre della psicanalisi), tuttavia egli non poteva disporre delle conoscenze che gli scienziati hanno oggi, così come degli strumenti adatti per comprendere il funzionamento di quella scatola meravigliosa che ci portiamo sul collo... :P
Riporto quanto già esposto:
Shamash ha scritto: 3 nov 2020, 17:19 I sogni appaiono incomprensibili a causa di ciò che accade nel cervello durante il sonno.
Facciamo un passo indietro. Dormendo, si passa attraverso varie fasi (rilassamento/sonnolenza e poi 4 fasi distinte più quella definita REM).
La fase REM (Rapid Eye Movements) è caratterizzata da rapidi movimenti oculari, intensa attività cerebrale (simile alla veglia) e forte eccitazione (che provoca reazioni anche a livello genitale, in entrambi i sessi, non solo accelerato battito cardiaco). Questa è la fase dove, principalmente, si sogna. Nel caso ti svegliassi ricorderesti certamente il sogno, viceversa, quando questa fase avviene a metà notte, non lo ricorderesti.
Ora, veniamo alle caratteristiche che spiegano l'incoerenza e l'incomprensibilità dei sogni. Tutto parte dal prosencefalo e dal tronco encefalico, per poi interessare varie altre strutture del sistema limbico, come l'amigdala (adibita alle emozioni, ecco perché certi sogni appaiono "emotivi"). Nel frattempo, la corteccia motoria primaria è attiva, ma i segnali di movimento non giungono agli arti, dunque non vi è movimento. Ciò che a noi interessa qui è che certe aree della corteccia primaria visiva sono attive, dunque si spiega la formazione di immagini visive proprie dei sogni, ma al contempo l'attività della corteccia prefrontale (adibita a funzioni superiori, come la pianificazione, la logica, le decisioni e, in termini "brutali" la razionalità) si riduce. In pratica i segnali arrivano da altre aree, ma non vengono elaborati in modo "razionale" e dunque rimangono incomprensibili, illogici, assurdi e stravaganti. ;)
Quindi non c'è un "regista" vero e proprio, se non il cervello stesso che raccoglie vari elementi (fra cui pezzi di ricordi, simboli, timori e in generale eventi carichi di emotività) ma non è in grado di elaborarli logicamente, in modo "razionale", quindi i sogni ci sembrano strani e, spesso, senza un senso logico. Semplicemente perché...non lo hanno. Beer
La domanda è quanto l'io influenzi il sogno. Non ho mai sognato di essere violento perché non sono violento. Non ho mai sognato di fare l'amore con un uomo perché non sono gay. Sogno per come sono, è il mio io a guidare i miei sogni, quindi i miei sogni sono fondati su una logica, quella stessa su cui è fondato il mio io. I sogni non sono frutti del puro caso. È come mantenere un motore a bassi regimi, ma il mio motore, non l'insieme casuale degli ingranaggi che compongono il motore.

A me succede come a heyoka: certe volte mi sveglio a storia incompleta, e allora mi riaddormento per conoscere il seguito. A volte la sortia è completa e appassionante. Come può un'azione casuale comporre una storia appassionante?
Tenere sempre a mente la „regola d‘oro“
Avatar utente
Shamash
Connesso: No
Messaggi: 1994
Iscritto il: 9 giu 2019, 16:37
Ha Assegnato: 1124 Mi Piace
Ha Ricevuto: 1377 Mi Piace

Re: Il mondo dei sogni.

Messaggio da leggere da Shamash »

Ovidio ha scritto: 12 feb 2021, 23:30 La domanda è quanto l'io influenzi il sogno. Non ho mai sognato di essere violento perché non sono violento. Non ho mai sognato di fare l'amore con un uomo perché non sono gay. Sogno per come sono, è il mio io a guidare i miei sogni, quindi i miei sogni sono fondati su una logica, quella stessa su cui è fondato il mio io. I sogni non sono frutti del puro caso. È come mantenere un motore a bassi regimi, ma il mio motore, non l'insieme casuale degli ingranaggi che compongono il motore.

A me succede come a heyoka: certe volte mi sveglio a storia incompleta, e allora mi riaddormento per conoscere il seguito. A volte la sortia è completa e appassionante. Come può un'azione casuale comporre una storia appassionante?
In parte ho risposto nell'intervento precedente (anche se è volutamente frutto di una vecchia "diatriba" con heyoka, nella misura in cui egli guarda con occhio scettico alla scienza e, in questo argomento, a seguito di tale esposizione aveva ribattuto con un'entità superiore pensante a cui non avevo potuto opporre nulla altro. :grin: ).

Circa l'accezione del quesito che sollevi, credo possa venire in soccorso il mitico Jung, che meglio di chiunque altro ha capito come funziona la faccenda, fra incoscio, Io e tutto il resto... In un'epoca in cui non c'era quello che c'è oggi. I suoi scritti sono davvero intensi e illuminanti, come pochi altri...
«Siate il meglio di qualunque cosa siate» [Martin Luther King]
«Dove regna la saggezza, non vi è alcun conflitto tra pensiero e sentimento» [Carl Gustav Jung]
Connesso
Avatar utente
heyoka
Connesso: Sì
Messaggi: 8331
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
Ha Assegnato: 4365 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2699 Mi Piace

Re: Il mondo dei sogni.

Messaggio da leggere da heyoka »

Quindi non c'è un "regista" vero e proprio, se non il cervello stesso che raccoglie vari elementi (fra cui pezzi di ricordi, simboli, timori e in generale eventi carichi di emotività) ma non è in grado di elaborarli logicamente, in modo "razionale", quindi i sogni ci sembrano strani e, spesso, senza un senso logico. Semplicemente perché...non lo hanno. Beer
E mi spieghi Shamash, perché il cervello si è messo in testa di fare tutto sto lavoro invece di andarsene a nanna anche lui e riposare?
Che io sappia gli occhi, la bocca, il naso, le orecchie, il cuore, i polmoni e via discorrendo hanno un loro compito ben preciso da fare, per fsr funzionare la macchina VORPO UMANO. Mica fanno il loro lavoro tanto per farlo, senza alcun senso.
E già questo mi fa pensare che ci sia un PENSIERO che gli ha programmati.
Ma che il cervello dopo aver lavorato tutto il giorno si affatichi per fare un compito che non ha alcun senso, non è normale.
Detto questo posso narrarti almeno 200 sogni che ho raccolto nei miei appunti di viaggio onirici, che il mattino dopo averli fatti nello scriverli mi son sempre sembrati delle storie senza senso, sconglusionate.
Solo più tardi, anche dopo giorni, ritornandoci sopra e con qualche flash, ecco che tutto il sogno si rivelava in modo chiarissimo, con ogni elemento, anche il più insignificante apparentemente, si incastrava simbolicamente in quel fantastico racconto onirico.
Quedto naturalmente non per tutti i sogni. Molti li ho cestinati in quanto sono rimadti invomprensibili.
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Avatar utente
Shamash
Connesso: No
Messaggi: 1994
Iscritto il: 9 giu 2019, 16:37
Ha Assegnato: 1124 Mi Piace
Ha Ricevuto: 1377 Mi Piace

Re: Il mondo dei sogni.

Messaggio da leggere da Shamash »

heyoka ha scritto: 13 feb 2021, 0:53 E mi spieghi Shamash, perché il cervello si è messo in testa di fare tutto sto lavoro invece di andarsene a nanna anche lui e riposare?
[...]
Ma che il cervello dopo aver lavorato tutto il giorno si affatichi per fare un compito che non ha alcun senso, non è normale.

Certo che è normale, perché è nella sua natura. Il cervello funziona attraverso onde ed impulsi elettrici, quindi questa attività notturna (che, generalmente, arriva ad essere anche più intensa di quella diurna (escludendo le attivazioni di gruppi di neuroni della corteccia frontale e prefrontale, durante azioni logiche e razionali o comunque complesse, o durante la produzione di linguaggio in aree specifiche) serve per fargli "scaricare" la tensione accumulata. Insomma, non dorme mai. Ovviamente ci sono numerosi altri fattori (e anche altre teorie), ma essenzialmente la linea è questa. Il fatto che i sogni siano simbolici (e moltissimi incomprensibili) è dato proprio da tutto questo: sono pezzetti presi alla rinfusa, dal cervello, e mescolati dal subconscio (che agisce fra il 60-80% e oltre, della nostra attività cerebrale, anche quando siamo coscienti).

Poi, da svegli, cerchiamo di trovare un senso (usando razionalità, logica, memoria).
Ma i sogni non sono un prodotto razionale. :oops:
«Siate il meglio di qualunque cosa siate» [Martin Luther King]
«Dove regna la saggezza, non vi è alcun conflitto tra pensiero e sentimento» [Carl Gustav Jung]
Connesso
Avatar utente
heyoka
Connesso: Sì
Messaggi: 8331
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
Ha Assegnato: 4365 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2699 Mi Piace

Re: Il mondo dei sogni.

Messaggio da leggere da heyoka »

Non è così, Shamash. Almeno non sempre.
Ti posso assicurare che nella trama fi molti sogni, ogni elemento, NESSUNO ESCLUSO, ha una sua precisa simbologia che si incastra perfettamente in tutta la storia narrata in quel sogno.
Sono come certi film dei grandi maestri del cinema.
E visto che wuando mi sveglio non mi rendo conto del significato, ciò vuol dire che non è la mia mente razionale ad aver PENSATO la trama di quel film.
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Avatar utente
Shamash
Connesso: No
Messaggi: 1994
Iscritto il: 9 giu 2019, 16:37
Ha Assegnato: 1124 Mi Piace
Ha Ricevuto: 1377 Mi Piace

Re: Il mondo dei sogni.

Messaggio da leggere da Shamash »

heyoka ha scritto: 13 feb 2021, 1:22 Non è così, Shamash. Almeno non sempre.
Funziona per tutti nello stesso modo. Seppur non sia mia intenzione voler sgretolare l'aura di fascino che ciò possa rivestire... :? :grin:
heyoka ha scritto: 13 feb 2021, 1:22 ciò vuol dire che non è la mia mente razionale ad aver PENSATO la trama di quel film.
Esatto, non è la mente razionale, è il subconscio, l'irrazionale. Qualcosa che tu (razionalmente) non puoi governare, su cui non hai controllo.
Si conosce ancora pochissimo ed è anche questo a darne ulteriore fascino al tema. LoveHeart
«Siate il meglio di qualunque cosa siate» [Martin Luther King]
«Dove regna la saggezza, non vi è alcun conflitto tra pensiero e sentimento» [Carl Gustav Jung]
Avatar utente
Ovidio
Connesso: No
Messaggi: 3554
Iscritto il: 25 set 2020, 17:08
Ha Assegnato: 352 Mi Piace
Ha Ricevuto: 862 Mi Piace

Re: Il mondo dei sogni.

Messaggio da leggere da Ovidio »

Shamash ha scritto: 13 feb 2021, 1:28
heyoka ha scritto: 13 feb 2021, 1:22 Non è così, Shamash. Almeno non sempre.
Funziona per tutti nello stesso modo. Seppur non sia mia intenzione voler sgretolare l'aura di fascino che ciò possa rivestire... :? :grin:
heyoka ha scritto: 13 feb 2021, 1:22 ciò vuol dire che non è la mia mente razionale ad aver PENSATO la trama di quel film.
Esatto, non è la mente razionale, è il subconscio, l'irrazionale. Qualcosa che tu (razionalmente) non puoi governare, su cui non hai controllo.
Si conosce ancora pochissimo ed è anche questo a darne ulteriore fascino al tema. LoveHeart
Ciao Shamash.

Se ti domando "perchè il sogno" tu citi Jung che summa summarum dice "perchè vivi la vita".

E se ti chiedo perché la vita, tu raccogli tutto l'attuale sapere scientifico e rispondi "perchè il mondo".

E se ti chiedo perché il mondo tu fai ricorso alla matematica e dici "perchè le leggi fisiche".

E se ti chiedi perché le leggi fisiche balbetti "per il caso".

E se ti chi do perché il caso ... resti snza risposta.

E resterai sempre senza risposta prchè le tue risposte sono solo descrittive, le mie domande causali.

Tu rispondi alla domanda cercando di rispondere con una falsa risposta, io ripondo affrontando il problema alla radice con "non so perché, ma un perché ci deve essere, e a questo perchè posso solo dare un nome. Logos? Pensiero? Dio?".

E a questo punto costruisco il mio pensiero osservando con la loglca (matematica) il mondo e strutturando la mia vita seguendo le istruzioni di quella madre natura che il logos, pensiero o Dio mi ha dato a guida.
Tenere sempre a mente la „regola d‘oro“
Avatar utente
carletto3
Connesso: No
Messaggi: 8090
Iscritto il: 25 giu 2019, 2:20
Ha Assegnato: 436 Mi Piace
Ha Ricevuto: 3215 Mi Piace

Re: Il mondo dei sogni.

Messaggio da leggere da carletto3 »

heyoka ha scritto: 13 feb 2021, 0:53
Quindi non c'è un "regista" vero e proprio, se non il cervello stesso che raccoglie vari elementi (fra cui pezzi di ricordi, simboli, timori e in generale eventi carichi di emotività) ma non è in grado di elaborarli logicamente, in modo "razionale", quindi i sogni ci sembrano strani e, spesso, senza un senso logico. Semplicemente perché...non lo hanno. Beer
E mi spieghi Shamash, perché il cervello si è messo in testa di fare tutto sto lavoro invece di andarsene a nanna anche lui e riposare?
Che io sappia gli occhi, la bocca, il naso, le orecchie, il cuore, i polmoni e via discorrendo hanno un loro compito ben preciso da fare, per fsr funzionare la macchina VORPO UMANO. Mica fanno il loro lavoro tanto per farlo, senza alcun senso.
E già questo mi fa pensare che ci sia un PENSIERO che gli ha programmati.
Ma che il cervello dopo aver lavorato tutto il giorno si affatichi per fare un compito che non ha alcun senso, non è normale.
Detto questo posso narrarti almeno 200 sogni che ho raccolto nei miei appunti di viaggio onirici, che il mattino dopo averli fatti nello scriverli mi son sempre sembrati delle storie senza senso, sconglusionate.
Solo più tardi, anche dopo giorni, ritornandoci sopra e con qualche flash, ecco che tutto il sogno si rivelava in modo chiarissimo, con ogni elemento, anche il più insignificante apparentemente, si incastrava simbolicamente in quel fantastico racconto onirico.
Quedto naturalmente non per tutti i sogni. Molti li ho cestinati in quanto sono rimadti invomprensibili.
Gia' ma dimentichi un fatto fondamentale ...che i neuroni e i muscoli sono due elementi completamente diversi...Uno ha un metabolismo rapidissimo e non si riproduce mai l'altro piu' lento rispetto al primo e, brutto sporcaccione, si riproduce ....uno produce pochissime scorie l'altro molte. e per eliminarle ha bisogno di un attimo di riposo.
Mettiamola così :il nerurone non è mai fermo o a riposo ....funziona senza mai fermarsi ....il muscolo ha bisogno di smaltire le scorie che produce..e ha anche il maledetto vizietto di riprodurre nuove cellule muscolari,cosa che non fa il neurone essendo sempre lo stesso dalla nascita alla morte,costringendoti quando le scorie raggiungono il limite massimo a fermarti e riposare e ha quasi terminato la sua scorta di energia disponibile (fatica).Da qua il bisogno di ingerire altra energia lenta, se cotechini o salsicce, o rapida se zuccheri complessi o semplici.
Quindi il neurone funziona a pieno regime anche quando il corpo si riposa...dovendo smaltire le pochissime scorie che produce ...il muscolo ha bisogno di piu' tempo.IL neurone ha bisogno fondamentalmente di zuccheri semplici o monosaccaridi e pochissimi aminoacidi e pochi grassi.IL muscolo ha bisogno di zuccheri,aminoacidi e lipidi in quantita' molto maggiore dei neuroni.Ergo quando il muscolo si riposa, porello ,sfiancato e affaticato ,il neurone funziona invece benissimo ....e ti fa sognare..poi per la qualita' del sogno son cazzetti tuoi...puoi sognare una nuda morbida e soffice femmina vogliosa o un Carletto arrabbiato con sottobraccio il muretto per Sayonne....
---:)
La realta' è solo un'allucinazione dovuta a carenza di alcol (...un saggio)
"Gli è tutto sbagliato....gli è tutto da rifa'"
Avatar utente
Shamash
Connesso: No
Messaggi: 1994
Iscritto il: 9 giu 2019, 16:37
Ha Assegnato: 1124 Mi Piace
Ha Ricevuto: 1377 Mi Piace

Re: Il mondo dei sogni.

Messaggio da leggere da Shamash »

Ovidio ha scritto: 13 feb 2021, 9:21 Ciao Shamash.

Se ti domando "perchè il sogno" tu citi Jung che summa summarum dice "perchè vivi la vita".

E se ti chiedo perché la vita, tu raccogli tutto l'attuale sapere scientifico e rispondi "perchè il mondo".

E se ti chiedo perché il mondo tu fai ricorso alla matematica e dici "perchè le leggi fisiche".

E se ti chiedi perché le leggi fisiche balbetti "per il caso".

E se ti chi do perché il caso ... resti snza risposta.

E resterai sempre senza risposta prchè le tue risposte sono solo descrittive, le mie domande causali.

Tu rispondi alla domanda cercando di rispondere con una falsa risposta, io ripondo affrontando il problema alla radice con "non so perché, ma un perché ci deve essere, e a questo perchè posso solo dare un nome. Logos? Pensiero? Dio?".

E a questo punto costruisco il mio pensiero osservando con la loglca (matematica) il mondo e strutturando la mia vita seguendo le istruzioni di quella madre natura che il logos, pensiero o Dio mi ha dato a guida.
Ciao Ovidio,
diciamo che le cose non stanno propriamente così, il fatto a monte è l'approccio: per me non esiste il caso.

Del resto in ambito evoluzionistico (di cui noi ne siamo un prodotto, come il resto degli animali, delle piante e del mondo tutto) il caso non c'entra: tutto ha un motivo ben preciso perché si sia evoluto in un modo e non in altri. Questo vale per la velocità del battito di ali dei colibrì, per la forza del morso dei leoni e per la nostra capacità di sognare. Che poi, gli strumenti di cui disponiamo (la scienza, il pensiero, l'analisi critica, la filosofia) non rispondano ancora (e, forse, non risponderanno mai) a tutto, ciò non significa che non esista o non abbia una spiegazione. Semplicemente non lo sappiamo o sappiamo pochissimo. Ma nel tempo si capirà. Ci vorranno secoli, ma si arriverà a sapere.
Certo che anch'io pongo la domanda a cui arrivi tu: "non so perché, ma un perché ci deve essere", ma la risposta che ottengo è nello studio rigoroso degli elementi, rifiutando il "caso", perché esso è semplicemente un termine che ci fa comodo usare quando non conosciamo qualcosa.

Considerando, oltretutto, la tua formazione da scienziato, dovresti certamente più di ogni altro qui condividere questa posizione, visto che nel tuo percorso formativo ti è stato insegnato ad attenerti alle evidenze scientifiche. Tutto ciò che non è [ancora] spiegabile, non è pura casualità. È semplicemente un nostro limite conoscitivo, di esseri che cercano di comprendere i tanti "perché" dell'esistenza con gli strumenti [limitati, ma in aumento costante a livello storico] di cui dispongono.

Se tu ad Anassimandro avessi parlato della curvatura della luce (lente gravitazionale) o a Tycho Brahe che saremmo approdati su Marte, così come a Leonardo che il sistema circolatorio non funziona come quello delle piante, ti avrebbero guardato tutti come se fossi pazzo o un visionario astruso. Anche gli scienziati contemporanei di Marconi non credevano affatto che potesse trasmettere un messaggio radio a grandi distanze... ;)
«Siate il meglio di qualunque cosa siate» [Martin Luther King]
«Dove regna la saggezza, non vi è alcun conflitto tra pensiero e sentimento» [Carl Gustav Jung]
Rispondi