Prime cavolate di Biden che faremmo bene a non imitare

Forum di discussione sulla politica italiana, i partiti e le istituzioni.
Connesso
Avatar utente
porterrockwell
Connesso: Sì
Messaggi: 3839
Iscritto il: 9 giu 2019, 11:47
Ha Assegnato: 479 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2485 Mi Piace

Prime cavolate di Biden che faremmo bene a non imitare

Messaggio da leggere da porterrockwell »

Cominciamo bene !!!!

Nello stesso giorno dell'inaugurazione del suo mandato, Joe Biden ha firmato un «Ordine esecutivo sulla prevenzione e la lotta alla discriminazione sulla base dell'identità di genere o dell'orientamento sessuale» in cui si dichiara che «Ogni persona dovrebbe essere trattata con rispetto e dignità e dovrebbe essere in grado di vivere senza paura, non importa chi sia o chi ami. I bambini dovrebbero essere in grado di apprendere senza preoccuparsi del fatto che potrebbe essere negato loro l'accesso ai bagni, agli spogliatoi o agli sport scolastici». Spieghiamo il passaggio oscuro: Biden vuole permettere che bambini, ragazzi e adulti transessuali possano scegliere in che bagno o spogliatoio della scuola andare - se maschile o femminile - e in quale squadra – maschile o femminile – giocare e allenarsi.

Il sito femminista Feminist Current ha pubblicato un articolo dal titolo «Joe Biden ha cancellato le donne? Sì, ma possiamo fermarlo», a firma dell’avvocato Kara Dansky, in cui si legge che questo Ordine esecutivo «è progettato per indurre le donne e le ragazze a pensare che ci sia qualcosa di sbagliato nel volere spazi divisi per sesso. […] Quello di cui stiamo parlando, qui, è garantire ai ragazzi di accedere ai bagni o agli spogliatoi delle ragazze o agli sport scolastici femminili. […] [L’Ordine] Ci dice che non abbiamo diritto a spazi separati per sesso. Ciò potrebbe significare che le ragazze adolescenti devono spogliarsi negli spogliatoi con uomini e ragazzi con il pene. Potrebbe significare che le detenute saranno ospitate in celle con uomini condannati che hanno violentato donne ma che ora affermano di essere donne». L’articolo continua affermando che questo atto governativo è simile ad «ogni altro tentativo di questa amministrazione di cancellare i diritti delle donne e mascherare tale cancellazione sotto la bandiera dell'antidiscriminazione».

La Dansky, poi, critica la ricostruzione di Biden secondo cui le leggi che combattono la discriminazione sessuale implicitamente combattano anche quella a danno delle persone transessuali. L’avvocato, correttamente, precisa che «una volta che proteggiamo il cosiddetto "status transgender", non siamo più in grado di proteggere il sesso». Questo, aggiungiamo noi, almeno per due motivi. Una tesi a supporto del transessualismo predica che l’appartenenza sessuale è una decisione arbitraria della persona, sganciata da qualsiasi riferimento genetico. Il sesso è quindi una costruzione autonoma della persona. Il sesso, come realtà biologica previa alla determinazione del soggetto, non ha più diritto di essere predicato. Questo è un primo vulnus alle tesi femministe: «donna» non lo sei, ma puoi solo diventarlo. In secondo luogo, ed è l’aspetto che più fa infuriare le femministe, anche gli uomini ora possono diventare «donne». Il sesso femminile, condizione per la quale le femministe si sono battute per decenni, non è quindi più appannaggio delle sole donne biologiche, ma anche degli uomini, proprio loro che per anni sono stati i nemici giurati del femminismo. Una vera beffa. In breve chi difende il transessualismo non può difendere le donne, spiega la Dansky.

Bene e chi lo spiega ciò che dice la Dansky al boldrinian group ?
Scorra come acqua il diritto e la giustizia come un torrente perenne. Amos 5,24
Connesso
Avatar utente
Vento
Connesso: Sì
Messaggi: 2689
Iscritto il: 8 giu 2019, 23:48
Ha Assegnato: 1124 Mi Piace
Ha Ricevuto: 1456 Mi Piace

Re: Prime cavolate di Biden che faremmo bene a non imitare

Messaggio da leggere da Vento »

Divertente, si stanno impiccando ai loro stessi deliri.
Ma, nella loro dimensione emotiva, le incoerenze non li turbano e con una piroetta salteranno su nuovi deliri.
Fuck Europe FuckYou by Victoria Nuland
Amen and Awoman :lol: egalité
Rispondi