Così parlava....

Forum di discussione sulla politica italiana, i partiti e le istituzioni.
Avatar utente
heyoka
Connesso: No
Messaggi: 8335
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
Ha Assegnato: 4372 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2701 Mi Piace

Così parlava....

Messaggio da leggere da heyoka »

La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Connesso
Avatar utente
Sayon
Connesso: Sì
Messaggi: 11643
Iscritto il: 9 giu 2019, 7:58
Ha Assegnato: 3687 Mi Piace
Ha Ricevuto: 4722 Mi Piace

Re: Così parlava....

Messaggio da leggere da Sayon »

SBAGLIAVA. o meglio non capi' assolutamente il carattere di Draghi
Diventato vecchio, Cossiga soffri' di problemi mentali e si dedico' a frasi sarcastiche e definizioni provocatorie non degne di lui e della carica che aveva. Te ne riporto qualcuna che avrebbero meritato varie denunce per diffamazione:
"Gli ultimi anni della presidenza furono caratterizzati da una serie di esternazioni sarcastiche e volutamente provocatorie nei confronti di alcune personalità politiche: definì Ciriaco De Mita «bugiardo, gradasso, il solito boss di provincia»[40]; Nicola Mancino uno che «se sta al mare fa un gran bene al Paese»[40]; Paolo Cirino Pomicino «un analfabeta»[40]; Michele Zolla «un analfabeta di ritorno»[40]; Antonio Gava un personaggio su cui «non infierirò mai chiamandolo camorrista o amico di camorristi come per anni hanno fatto i comunisti»[40]; Leoluca Orlando «un povero ragazzo, uno sbandato, che danneggia l'unità della lotta alla mafia, mal consigliato da un prete fanatico che crede di vivere nel Paraguay del '600» (il prete fanatico era il gesuita Ennio Pintacuda)[40]; Achille Occhetto «uno zombie con i baffi»[40]; Stefano Rodotà un «piccolo arrampicatore sociale, uomo senza radici, parvenu della politica»[40]; Luciano Violante «un piccolo Viscinski»[40]; Giorgio La Malfa «figlio impudente e imprudente d'un galantuomo»[40]; Claudio Martelli «un ragazzino»[40]; Enrico Dalfino (sindaco di Bari) un «irresponsabile e cretino»[40].
Avatar utente
Ovidio
Connesso: No
Messaggi: 3554
Iscritto il: 25 set 2020, 17:08
Ha Assegnato: 352 Mi Piace
Ha Ricevuto: 862 Mi Piace

Re: Così parlava....

Messaggio da leggere da Ovidio »

Sayon ha scritto: 5 feb 2021, 1:23 SBAGLIAVA. o meglio non capi' assolutamente il carattere di Draghi
Diventato vecchio, Cossiga soffri' di problemi mentali e si dedico' a frasi sarcastiche e definizioni provocatorie non degne di lui e della carica che aveva. Te ne riporto qualcuna che avrebbero meritato varie denunce per diffamazione:
"Gli ultimi anni della presidenza furono caratterizzati da una serie di esternazioni sarcastiche e volutamente provocatorie nei confronti di alcune personalità politiche: definì Ciriaco De Mita «bugiardo, gradasso, il solito boss di provincia»[40]; Nicola Mancino uno che «se sta al mare fa un gran bene al Paese»[40]; Paolo Cirino Pomicino «un analfabeta»[40]; Michele Zolla «un analfabeta di ritorno»[40]; Antonio Gava un personaggio su cui «non infierirò mai chiamandolo camorrista o amico di camorristi come per anni hanno fatto i comunisti»[40]; Leoluca Orlando «un povero ragazzo, uno sbandato, che danneggia l'unità della lotta alla mafia, mal consigliato da un prete fanatico che crede di vivere nel Paraguay del '600» (il prete fanatico era il gesuita Ennio Pintacuda)[40]; Achille Occhetto «uno zombie con i baffi»[40]; Stefano Rodotà un «piccolo arrampicatore sociale, uomo senza radici, parvenu della politica»[40]; Luciano Violante «un piccolo Viscinski»[40]; Giorgio La Malfa «figlio impudente e imprudente d'un galantuomo»[40]; Claudio Martelli «un ragazzino»[40]; Enrico Dalfino (sindaco di Bari) un «irresponsabile e cretino»[40].
Cossiga conosceva perfettamente il sistema ... i cagoia come li chiamava il defunto ...
Tenere sempre a mente la „regola d‘oro“
Avatar utente
heyoka
Connesso: No
Messaggi: 8335
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
Ha Assegnato: 4372 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2701 Mi Piace

Re: Così parlava....

Messaggio da leggere da heyoka »

Per me rimane il miglior PdR di sempre.
Dopo di Lui, Einaudi.
Tutto il resto Noia, se non peggio.
Faccio solo notare che la Lombardia e il NordEst che rappresentano il 35% dei popoli italici e il 70% del Pil, in 75 anni non abbia visto mai un rappresentante di questi popoli essere eletto Presidente dell' Aborto.
In compenso De Gasperi rimane l' Unico PdC, degno di essere definito Statista della Repubblica.
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Rispondi