Prostituzione: punire i clienti, non le prostitute

Forum rivolto alla Società e alle Politiche Sociali
Connesso
Avatar utente
heyoka
Connesso: Sì
Messaggi: 8337
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
Ha Assegnato: 4377 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2703 Mi Piace

Re: Prostituzione: punire i clienti, non le prostitute

Messaggio da leggere da heyoka »

nerorosso ha scritto: 12 gen 2021, 21:10
heyoka ha scritto: 12 gen 2021, 21:03 Io non mi vergogno a dire che più di una volta, ho portato un mio amico cieco a puttane! Pensa che alla terza marchetta, la prostituta, SANTA DONNA, voleva farmi un pompino gratis.
Lei voleva… e immagino che tu abbia rifiutato…

Beer4 Beer4
Non prenderla come una burla, ma in quella occasione io ho compreso che Lei voleva dimostrarmi la sua gratitudine per avergli portato un buon cliente.
Stando alla legge, compresa quella Divina, avrei fatto MALE ad accettare quella sua offerta di gratitudine.
Allo stesso tempo, Lei ci sarebbe rimasta male, se avessi rifiutato.
In fin dei conti, Lei, in quel momento mi vedeva come Suo Prossimo da amare ( nell' unico modo in cui lei era in grado di dimostrarmelo) ed io in Lei vedevo un Prossimo che avrei offeso se mi fossi rifiutato di accettare il suo dono.
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Avatar utente
Shamash
Connesso: No
Messaggi: 1998
Iscritto il: 9 giu 2019, 16:37
Ha Assegnato: 1138 Mi Piace
Ha Ricevuto: 1382 Mi Piace

Re: Prostituzione: punire i clienti, non le prostitute

Messaggio da leggere da Shamash »

Ovidio ha scritto: 10 gen 2021, 13:14 Non punirei nè i clienti nè le prostitute, ma i papponi!
Holubice ha scritto: 10 gen 2021, 15:55 La mia è semplicemente 'pietas' per queste povere ragazze che sono nel 97,4% dei casi vittime della tratta.
Esatto, è questo il punto.
Il problema di fondo è dell'illegalità, dello sfruttamento, della tratta (spesso anche minorenni), della violenza che c'è alle spalle a tutto questo fenomeno. Chi, da maggiorenne nel pieno delle proprie facoltà e volontà, in modo libero e consapevole desidera praticare tale lavoro, è giusto possa svolgerlo, così come i clienti ne possano fruire. A patto si versino le tasse, come qualsiasi altra attività lecita. Bye
«Siate il meglio di qualunque cosa siate» [Martin Luther King]
«Dove regna la saggezza, non vi è alcun conflitto tra pensiero e sentimento» [Carl Gustav Jung]
Avatar utente
nerorosso
Connesso: No
Messaggi: 5850
Iscritto il: 8 giu 2019, 17:34
Ha Assegnato: 3553 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2822 Mi Piace

Re: Prostituzione: punire i clienti, non le prostitute

Messaggio da leggere da nerorosso »

heyoka ha scritto: 12 gen 2021, 21:48
nerorosso ha scritto: 12 gen 2021, 21:10
heyoka ha scritto: 12 gen 2021, 21:03 Io non mi vergogno a dire che più di una volta, ho portato un mio amico cieco a puttane! Pensa che alla terza marchetta, la prostituta, SANTA DONNA, voleva farmi un pompino gratis.
Lei voleva… e immagino che tu abbia rifiutato…

Beer4 Beer4
Non prenderla come una burla, ma in quella occasione io ho compreso che Lei voleva dimostrarmi la sua gratitudine per avergli portato un buon cliente.
Stando alla legge, compresa quella Divina, avrei fatto MALE ad accettare quella sua offerta di gratitudine.
Allo stesso tempo, Lei ci sarebbe rimasta male, se avessi rifiutato.
In fin dei conti, Lei, in quel momento mi vedeva come Suo Prossimo da amare ( nell' unico modo in cui lei era in grado di dimostrarmelo) ed io in Lei vedevo un Prossimo che avrei offeso se mi fossi rifiutato di accettare il suo dono.
Concordo, anche io non avrei mai voluto che ci rimanesse male… ;)
SLAVA ROSSIJA!!! 🇷🇺
Connesso
Avatar utente
heyoka
Connesso: Sì
Messaggi: 8337
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
Ha Assegnato: 4377 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2703 Mi Piace

Re: Prostituzione: punire i clienti, non le prostitute

Messaggio da leggere da heyoka »

heyoka ha scritto: 12 gen 2021, 21:48
nerorosso ha scritto: 12 gen 2021, 21:10
heyoka ha scritto: 12 gen 2021, 21:03 Io non mi vergogno a dire che più di una volta, ho portato un mio amico cieco a puttane! Pensa che alla terza marchetta, la prostituta, SANTA DONNA, voleva farmi un pompino gratis.
Lei voleva… e immagino che tu abbia rifiutato…

Beer4 Beer4
Non prenderla come una burla, ma in quella occasione io ho compreso che Lei voleva dimostrarmi la sua gratitudine per avergli portato un buon cliente.
Stando alla legge, compresa quella Divina, avrei fatto MALE ad accettare quella sua offerta di gratitudine.
Allo stesso tempo, Lei ci sarebbe rimasta male, se avessi rifiutato.
In fin dei conti, Lei, in quel momento mi vedeva come Suo Prossimo da amare ( nell' unico modo in cui lei era in grado di dimostrarmelo) ed io in Lei vedevo un Prossimo che avrei offeso se mi fossi rifiutato di accettare il suo dono.
E vengo a questo MIO personale caso di TENTAZIONE, tra i milioni che ho avuto nel mio pellegrinaggio di questa vita.
Era BENE rifiutare il gesto di riconoscenza che mi stava offrendo quella prostituta in quanto come uomo sposato avrei tradito mia moglie
o era Bene accettarlo per NON offenderla?
Poteva bastarMi il fatto che la legge di Hobulice mi toglieva il Dubbio su questo mio caso di coscienza????
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Avatar utente
albatros
Connesso: No
Messaggi: 1369
Iscritto il: 25 ott 2020, 19:37
Località: Roma
Ha Assegnato: 1059 Mi Piace
Ha Ricevuto: 941 Mi Piace

Re: Prostituzione: punire i clienti, non le prostitute

Messaggio da leggere da albatros »

Allora: quello che veramente è da stroncare è il mercato delle schiave del sesso, indotte fin da minorenni con minacce e violenza fisica a prostituirsi; mi pare che non sia stato fatto molto a questo livello. Per quanto riguarda invece la decisone di prostituirsi presa liberamente, rientra per me nel campo appunto della libertà umana di decidere su se stessi, uomini o donne che si sia. In quel caso ci vorrebbe una regolamentazione come qualsiasi altra attività lavorativa. Non è che vendere il proprio corpo sia più condannabile che vendere la propria anima, come fanno ad esempio tanti politici e tanti giornalisti. Tutto il resto è pura e semplice ipocrisia.
Ci saranno sempre degli Eschimesi pronti a dettar norme su come devono comportarsi gli abitanti del Congo durante la calura.
Avatar utente
nerorosso
Connesso: No
Messaggi: 5850
Iscritto il: 8 giu 2019, 17:34
Ha Assegnato: 3553 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2822 Mi Piace

Re: Prostituzione: punire i clienti, non le prostitute

Messaggio da leggere da nerorosso »

albatros ha scritto: 27 gen 2021, 14:52 Allora: quello che veramente è da stroncare è il mercato delle schiave del sesso, indotte fin da minorenni con minacce e violenza fisica a prostituirsi; mi pare che non sia stato fatto molto a questo livello. Per quanto riguarda invece la decisone di prostituirsi presa liberamente, rientra per me nel campo appunto della libertà umana di decidere su se stessi, uomini o donne che si sia. In quel caso ci vorrebbe una regolamentazione come qualsiasi altra attività lavorativa. Non è che vendere il proprio corpo sia più condannabile che vendere la propria anima, come fanno ad esempio tanti politici e tanti giornalisti. Tutto il resto è pura e semplice ipocrisia.
Ti dirò che io considero più schifoso vendere la propria anima e la propria coscienza, che non vendere il proprio corpo, sempre naturalmente che sia una libera scelta.
Nel senso che se io, uomo o donna o lgbtqx, decido, liberamente, di vendere i miei orifizi per denaro, senza mangeria di papponi, può anche essere discutibile, ma è legittimo. Ma chi vende la propria dignità professionale, chi vende la propria "anima", come fanno tanti giornalai nostrani e non solo, questo è, SI, Imperdonabile.
SLAVA ROSSIJA!!! 🇷🇺
Connesso
Avatar utente
heyoka
Connesso: Sì
Messaggi: 8337
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
Ha Assegnato: 4377 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2703 Mi Piace

Re: Prostituzione: punire i clienti, non le prostitute

Messaggio da leggere da heyoka »

nerorosso ha scritto: 27 gen 2021, 21:15 Ti dirò che io considero più schifoso vendere la propria anima e la propria coscienza, che non vendere il proprio corpo, sempre naturalmente che sia una libera scelta.
Nel senso che se io, uomo o donna o lgbtqx, decido, liberamente, di vendere i miei orifizi per denaro, senza mangeria di papponi, può anche essere discutibile, ma è legittimo. Ma chi vende la propria dignità professionale, chi vende la propria "anima", come fanno tanti giornalai nostrani e non solo, questo è, SI, Imperdonabile.
QUOTO tutto, tranne l' Imperdonabile, in quanto NESSUNO può varcare la soglia della COSCIENZA degli altri.
Già facciamo una fatica boia nel riuscire a tenere sotto controllo e giudizio la NOSTRA coscienza.
Anche perchè, come ben diceva un bravo Guru, quale è stato Gesù,
è più facile vedere le pagliuzze negli occhi degli altri che le travi che ci sono nei nostri occhi.
Lo sò che è difficile mettersi nei panni di un Tabacci o di un Ciampolillo ma dobbiamo limitarci a darne un giudizio politico...
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Avatar utente
nerorosso
Connesso: No
Messaggi: 5850
Iscritto il: 8 giu 2019, 17:34
Ha Assegnato: 3553 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2822 Mi Piace

Re: Prostituzione: punire i clienti, non le prostitute

Messaggio da leggere da nerorosso »

heyoka ha scritto: 28 gen 2021, 10:44
nerorosso ha scritto: 27 gen 2021, 21:15 Ti dirò che io considero più schifoso vendere la propria anima e la propria coscienza, che non vendere il proprio corpo, sempre naturalmente che sia una libera scelta.
Nel senso che se io, uomo o donna o lgbtqx, decido, liberamente, di vendere i miei orifizi per denaro, senza mangeria di papponi, può anche essere discutibile, ma è legittimo. Ma chi vende la propria dignità professionale, chi vende la propria "anima", come fanno tanti giornalai nostrani e non solo, questo è, SI, Imperdonabile.
QUOTO tutto, tranne l' Imperdonabile, in quanto NESSUNO può varcare la soglia della COSCIENZA degli altri.
Già facciamo una fatica boia nel riuscire a tenere sotto controllo e giudizio la NOSTRA coscienza.
Anche perchè, come ben diceva un bravo Guru, quale è stato Gesù,
è più facile vedere le pagliuzze negli occhi degli altri che le travi che ci sono nei nostri occhi.
Lo sò che è difficile mettersi nei panni di un Tabacci o di un Ciampolillo ma dobbiamo limitarci a darne un giudizio politico...
Io mi riferivo soprattutto a giornalisti e opinionisti…
SLAVA ROSSIJA!!! 🇷🇺
Avatar utente
giaguaro
Connesso: No
Messaggi: 805
Iscritto il: 9 giu 2019, 10:49
Ha Assegnato: 939 Mi Piace
Ha Ricevuto: 437 Mi Piace

Re: Prostituzione: punire i clienti, non le prostitute

Messaggio da leggere da giaguaro »

Forse, a parte l'eventuale reintroduzione della prostituzione attraverso la riapertura dei così detti "Casini", che, tra l'altro, permetterebbe un maggior controllo anche sotto l'aspetto sanitario, sarebbe opportuno imporre alle aspiranti venditrici/venditori di sesso l'obbligo di aprire una partita IVA, come qualunque altra attività lavorativa. Per quanto riguarda il posto in cui esercitare l'attività si potrebbero inventare rioni nelle varie città più o meno grandi in cui esporsi, magari, soprattutto durante la stagione invernale, dietro le finestre/vetrine delle loro abitazioni, come pare sia avvenuto ormai da tempo immemorabile in Olanda, nella città di Hamsterdam.
Non posso insegnare niente a nessuno, posso solo cercare di farli riflettere - SOCRATE
Holubice
Connesso: No

Re: Prostituzione: punire i clienti, non le prostitute

Messaggio da leggere da Holubice »

giaguaro ha scritto: 28 gen 2021, 12:21 Forse, a parte l'eventuale reintroduzione della prostituzione attraverso la riapertura dei così detti "Casini", che, tra l'altro, permetterebbe un maggior controllo anche sotto l'aspetto sanitario, sarebbe opportuno imporre alle aspiranti venditrici/venditori di sesso l'obbligo di aprire una partita IVA, come qualunque altra attività lavorativa. Per quanto riguarda il posto in cui esercitare l'attività si potrebbero inventare rioni nelle varie città più o meno grandi in cui esporsi, magari, soprattutto durante la stagione invernale, dietro le finestre/vetrine delle loro abitazioni, come pare sia avvenuto ormai da tempo immemorabile in Olanda, nella città di Hamsterdam.
E me pare giusto...

Dopo tutto una che fa le marchette non vedo perché non debba pure versarle, le marchette...





.





.






.





.





.





.





.





.


... ai fini contributivi INPS. Anzi...

Immagine

... sarebbe da aggiungerle alle transazioni valide ai fini del Cash Back... Così l'economia riprende a tirare...


Immagine
Holubice
Connesso: No

Re: Prostituzione: punire i clienti, non le prostitute

Messaggio da leggere da Holubice »

Ritiro su...

Sareste disposti a contrastare il fenomeno dello sfruttamento della donna nella prostituzione, non colpendo solo lo sfruttamento (papponi) ma direttamente i clienti?

Immagine

___________________

La Svezia, che 20 anni fa ha deciso di passare da un sistema lassista e di laissez-faire, ad un altro fortemente repRessivo (quasi TaleBanoCarrisi...) ha visto diminuire fortemente il problema:

Svezia: pugno sempre più duro verso i clienti delle prostitute



"... Oggi in Svezia si rischiano multe e il carcere fino a un anno. L’intento dei due esponenti del governo di Centro-sinistra è di eliminare le multe dalla scala delle sanzioni. Ovvero prevedere soltanto il carcere per chi viene reputato colpevole di essere stato cliente di prostitute. I due ministri sono dell’avviso che «questo non solo comporterà pene più severe, ma fungerà anche da deterrente, poiché le informazioni resteranno sulla fedina penale più a lungo e saranno consultabili da un numero maggiore di autorità»..." (CONTINUA NEL LINK)



Oppure siete degli strenui difensori della Mar€he//a libera...?

Immagine
Rispondi