Pena capitale

Forum di discussione sulla politica italiana, i partiti e le istituzioni.
Avatar utente
nerorosso
Connesso: No
Messaggi: 5849
Iscritto il: 8 giu 2019, 17:34
Ha Assegnato: 3545 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2822 Mi Piace

Re: Pena capitale

Messaggio da leggere da nerorosso »

Shamash ha scritto: 2 gen 2021, 22:46
Salvo ha scritto: 2 gen 2021, 21:21 nerorosso.
"A me sembra molto razionale invece. Io ne faccio una questione di "interesse sociale". Qualunque tipo di società, socialista, capitalista, feudale o tribale che sia, quale interesse può avere nel mantenere in vita, una volta accertata la colpevolezza, individui tipo quelli che ho citato?"
______________

Il discorso si fa complicato. Un certo punto di vista -che trovo plausibile- ritiene che all'origine degli Stati moderni vi sia una sorta di patto (ideale) fra i cittadini, titolari di diritti connaturati alla specie umana ed il detentore del potere sovrano, in base al quale essi conferiscono al titolare del potere soltanto una parte dei loro diritti innati, e cioè quelli strettamente necessari alla pacifica convivenza sociale. Personalmente ritengo che nessun cittadino sia disposto a delegare al potere sovrano anche la propria vita, per la semplice ragione che se si perde la vita viene meno in radice la finalità utilitaristica del contratto sociale (la più drastica delle sanzioni a carico, fra i partecipanti ad un gioco collettivo, del trasgressore delle regole non può mai contemplare la soppressione del giocatore trasgressore).
Avete ragione entrambi, tuttavia partendo da accezioni differenti.
Prima di tutto bisognerebbe analizzare la questione sotto la luce delle profonde differenze dei sistemi penitenziari USA/Europa, dove da un lato si perde lo status commettendo atti criminali (si rompe il "patto" con lo Stato) e dall'altro vi è una primaria necessità riabilitativa nella società civile.
A tal proposito può essere attuale e illuminante il pensiero di Alexis de Tocqueville che si dedicò specificamente a questo studio, effettuando un viaggio negli USA per comprenderne i risvolti e poterne applicare i principi al sistema francese.
Ebbene, da un lato vi è la necessità di privare la società di individui "irrecuperabili", mentre dall'altro è imperativo abolire anche l'ergastolo proprio in virtù dell'esigenza di reinserimento nella società, attraverso una rieducazione e il lavoro.
Come in tutte le questioni, dunque, credo che il "giusto" stia nel mezzo, seppur una pena capitale sia eccessiva, dall'altro si possa reputare necessario evitare il reinserimento nella società di chi effettivamente non potrebbe giovarne da un'eventuale educazione.
Bisogna distinguere. Io parlo di "casi limite", persone sicuramente non recuperabili alla vita sociale, che se reinserite sarebbero letteralmente "mine vaganti" nelle quali potrebbe imbattersi chiunque sia abbastanza sfortunato.
Il recupero sociale è possibile, certo, ma lo può essere per il delinquentello ai primi crimini (che non vadano comunque oltre una certa entità), sicuramete diventa impossibile per casi come i due che cito.
In questi casi che fare? È più "umano" rinchiuderli a vita in una prigione, in cui dovranno essere tenuti per sempre in isolamento per proteggerli dagli altri detenuti, o forse meglio sopprimerli?
Io continuo a propendere per la soppressione…
SLAVA ROSSIJA!!! 🇷🇺
Avatar utente
nerorosso
Connesso: No
Messaggi: 5849
Iscritto il: 8 giu 2019, 17:34
Ha Assegnato: 3545 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2822 Mi Piace

Re: Pena capitale

Messaggio da leggere da nerorosso »

Sayon ha scritto: 2 gen 2021, 23:48
CaneSciolto ha scritto: 2 gen 2021, 20:45 Lisa Montgomery uccise una signora incinta e ne rapì il feto. L'esecuzione è fissata per il 12 gennaio. Che bravi quesi buonisti, vorrei vedere se codesta merda di essere umano, che non chiamo nemmeno donna, avesse fatto quello che ha fatto a vostra moglie, alla vostra fidanzata, a vostra madre o ad una vostra sorella...tutti smpre bravi col culo degli altri!!!! FuckYou FuckYou FuckYou
La pena di morte non e' altro che un omicidio premedidato, ovvero chi (come appunto Trump ta facendo al momento) facilita l' esecuzione non e' altro che un complice di un assassinio.
E sai qual'e la differenza?
Che chi ha commesso un'omicisio, una brutalita' come in questo caso agi' in un momento dki passione o di ira o anche di calcolo per qualche motivo, anche osceno. Ma chi fa l' esecuzione capitale lo fa solo per vendetta o per "dare un esempio"ovvero lui , e chi lo facilita e adirittura persone come te che esaltano il gesto, un CRIMINALE o un potenziale criminale. Cane sciolto, tu non lo sai, ma ai miei occhi tusei una persona pericolosa che potrebbe commettere un omicidio, essendo totalmente assente di principi morali. Stai lonatno da me e dalla mia famiglia.
Sayon, a volte mi sembri provenire da un altro pianeta…

Qui si sta parlando del fatto che la pena di morte sia etica o meno in particolari casi. In particolare
Io cito due "mostri" giunti agli onori delle cronache in tutto il mondo, Jeffrey Dhamer in U$A e Andrej Cikatilo nell'ex URSS.
Costoro commisero atti ripugnanti e indicibili, che solo a leggerli ti fanno rabbrividire.
Il russo è stato giustamente condannato a morte e giustiziato, mentre all'americano sono stati comminati tanti ergastoli quante sono state le sue vittime.
Ora, io vorrei farti notare l'ipocrisia della cosa, consistente nel fatto che metterlo in una prigione con gli altri detenuti, significa in realtà una condanna a morte indiretta, perchè la "legge del carcere" in questi casi non perdona, e infatti Dhamer è stato poi ucciso da un altro detenuto…
SLAVA ROSSIJA!!! 🇷🇺
Connesso
Avatar utente
CaneSciolto
Connesso: Sì
Messaggi: 2631
Iscritto il: 9 giu 2019, 9:13
Località: Roma
Ha Assegnato: 286 Mi Piace
Ha Ricevuto: 1531 Mi Piace

Re: Pena capitale

Messaggio da leggere da CaneSciolto »

Sayon ha scritto: 2 gen 2021, 23:48
CaneSciolto ha scritto: 2 gen 2021, 20:45 Lisa Montgomery uccise una signora incinta e ne rapì il feto. L'esecuzione è fissata per il 12 gennaio. Che bravi quesi buonisti, vorrei vedere se codesta merda di essere umano, che non chiamo nemmeno donna, avesse fatto quello che ha fatto a vostra moglie, alla vostra fidanzata, a vostra madre o ad una vostra sorella...tutti smpre bravi col culo degli altri!!!! FuckYou FuckYou FuckYou
La pena di morte non e' altro che un omicidio premedidato, ovvero chi (come appunto Trump ta facendo al momento) facilita l' esecuzione non e' altro che un complice di un assassinio.
E sai qual'e la differenza?
Che chi ha commesso un'omicisio, una brutalita' come in questo caso agi' in un momento dki passione o di ira o anche di calcolo per qualche motivo, anche osceno. Ma chi fa l' esecuzione capitale lo fa solo per vendetta o per "dare un esempio"ovvero lui , e chi lo facilita e adirittura persone come te che esaltano il gesto, un CRIMINALE o un potenziale criminale. Cane sciolto, tu non lo sai, ma ai miei occhi tusei una persona pericolosa che potrebbe commettere un omicidio, essendo totalmente assente di principi morali. Stai lonatno da me e dalla mia famiglia.

...a Sayon, sai come se dice a Roma? ma chi te se incula!!!! (tradotto: stai tranquillo, non ti considero affatto e se ti considerassi lo farei ancor meno di un paio d'etti di carrube) FuckYou FuckYou FuckYou
Connesso
Avatar utente
serge
Connesso: Sì
Messaggi: 6637
Iscritto il: 9 giu 2019, 8:58
Ha Assegnato: 6646 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2344 Mi Piace

Re: Pena capitale

Messaggio da leggere da serge »

Studente ha scritto: 2 gen 2021, 17:09 io sono contrario perché dati alla mano non ha funzione deterrente e non "ripara" nulla
Per quanto un delitto sia eerato non é con la pena capitale che ripari il torto
Non credo che la pena capitale serva da deterrente.Tuttavia,sono un convinto assertore del fatto che chi uccide vada punito alla stessa maniera,cioè con la morte. Naturalmente,a parte gli omicidi colposi.
Bye
Un autentico cretino, difficile a trovarsi in questi tempi in cui i cretini si camuffano da intelligenti. (Andrea Camilleri)
Connesso
Avatar utente
serge
Connesso: Sì
Messaggi: 6637
Iscritto il: 9 giu 2019, 8:58
Ha Assegnato: 6646 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2344 Mi Piace

Re: Pena capitale

Messaggio da leggere da serge »

heyoka ha scritto: 2 gen 2021, 18:13
Studente ha scritto: 2 gen 2021, 17:09 io sono contrario perché dati alla mano non ha funzione deterrente e non "ripara" nulla
Per quanto un delitto sia eerato non é con la pena capitale che ripari il torto
Io la metterei solo nel caso di furto.
Pena che non viene applicata se il reo restituisce il DOPPIO di quello che ha rubato.
In un solo colpo sparirebbero i Falsi Invalidi, quelli che timbrano il cartellino e vanno al mare, i funzionari che chiedono la mazzetta, i truffatori, compresi quelli delle banche, dei farmaci farlocchi, e via dicendo.
In questi casi ritengo la pena di morte esagerata. Tuttavia,una condanna esemplare forse servirebbe,specie se accompagnata da una buona sanzione corporale.......
Angry1
Un autentico cretino, difficile a trovarsi in questi tempi in cui i cretini si camuffano da intelligenti. (Andrea Camilleri)
Avatar utente
Crossfire
Connesso: No
Messaggi: 1397
Iscritto il: 9 nov 2020, 16:45
Località: Italia
Ha Assegnato: 581 Mi Piace
Ha Ricevuto: 592 Mi Piace

Re: Pena capitale

Messaggio da leggere da Crossfire »

serge ha scritto: 3 gen 2021, 11:33
Studente ha scritto: 2 gen 2021, 17:09 io sono contrario perché dati alla mano non ha funzione deterrente e non "ripara" nulla
Per quanto un delitto sia eerato non é con la pena capitale che ripari il torto
Non credo che la pena capitale serva da deterrente.Tuttavia,sono un convinto assertore del fatto che chi uccide vada punito alla stessa maniera,cioè con la morte. Naturalmente,a parte gli omicidi colposi.
Bye
I sistemi a deterrente non funzionano mai.
Ma ci sono crimini che, parere personale, non si potrebbe mai perdonare. Nemmeno dopo cento anni. E se certi esseri viventi (umani é dir troppo) arrivano a efferatezze tanto oscene, il recupero é illusione. Non tutti possono essere recuperati. Un ladro puoi recuperarlo in qualche modo (diciamo che c'é una possibilità in base a mille varianti). Un assassino che cannibalizza il vicino no.
Poshibel 'na cavra de het quintai. [Moreschi]
"Mi fregate di poco, ho settantotto anni" [E. De Bono]
Connesso
Avatar utente
serge
Connesso: Sì
Messaggi: 6637
Iscritto il: 9 giu 2019, 8:58
Ha Assegnato: 6646 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2344 Mi Piace

Re: Pena capitale

Messaggio da leggere da serge »

nerorosso ha scritto: 3 gen 2021, 0:19
Shamash ha scritto: 2 gen 2021, 22:46
Salvo ha scritto: 2 gen 2021, 21:21 nerorosso.
"A me sembra molto razionale invece. Io ne faccio una questione di "interesse sociale". Qualunque tipo di società, socialista, capitalista, feudale o tribale che sia, quale interesse può avere nel mantenere in vita, una volta accertata la colpevolezza, individui tipo quelli che ho citato?"
______________

Il discorso si fa complicato. Un certo punto di vista -che trovo plausibile- ritiene che all'origine degli Stati moderni vi sia una sorta di patto (ideale) fra i cittadini, titolari di diritti connaturati alla specie umana ed il detentore del potere sovrano, in base al quale essi conferiscono al titolare del potere soltanto una parte dei loro diritti innati, e cioè quelli strettamente necessari alla pacifica convivenza sociale. Personalmente ritengo che nessun cittadino sia disposto a delegare al potere sovrano anche la propria vita, per la semplice ragione che se si perde la vita viene meno in radice la finalità utilitaristica del contratto sociale (la più drastica delle sanzioni a carico, fra i partecipanti ad un gioco collettivo, del trasgressore delle regole non può mai contemplare la soppressione del giocatore trasgressore).
Avete ragione entrambi, tuttavia partendo da accezioni differenti.
Prima di tutto bisognerebbe analizzare la questione sotto la luce delle profonde differenze dei sistemi penitenziari USA/Europa, dove da un lato si perde lo status commettendo atti criminali (si rompe il "patto" con lo Stato) e dall'altro vi è una primaria necessità riabilitativa nella società civile.
A tal proposito può essere attuale e illuminante il pensiero di Alexis de Tocqueville che si dedicò specificamente a questo studio, effettuando un viaggio negli USA per comprenderne i risvolti e poterne applicare i principi al sistema francese.
Ebbene, da un lato vi è la necessità di privare la società di individui "irrecuperabili", mentre dall'altro è imperativo abolire anche l'ergastolo proprio in virtù dell'esigenza di reinserimento nella società, attraverso una rieducazione e il lavoro.
Come in tutte le questioni, dunque, credo che il "giusto" stia nel mezzo, seppur una pena capitale sia eccessiva, dall'altro si possa reputare necessario evitare il reinserimento nella società di chi effettivamente non potrebbe giovarne da un'eventuale educazione.
Bisogna distinguere. Io parlo di "casi limite", persone sicuramente non recuperabili alla vita sociale, che se reinserite sarebbero letteralmente "mine vaganti" nelle quali potrebbe imbattersi chiunque sia abbastanza sfortunato.
Il recupero sociale è possibile, certo, ma lo può essere per il delinquentello ai primi crimini (che non vadano comunque oltre una certa entità), sicuramete diventa impossibile per casi come i due che cito.
In questi casi che fare? È più "umano" rinchiuderli a vita in una prigione, in cui dovranno essere tenuti per sempre in isolamento per proteggerli dagli altri detenuti, o forse meglio sopprimerli?
Io continuo a propendere per la soppressione…
CONCORDO
Un autentico cretino, difficile a trovarsi in questi tempi in cui i cretini si camuffano da intelligenti. (Andrea Camilleri)
Avatar utente
Studente
Connesso: No
Messaggi: 412
Iscritto il: 9 nov 2020, 12:14
Ha Assegnato: 9 Mi Piace
Ha Ricevuto: 46 Mi Piace

Re: Pena capitale

Messaggio da leggere da Studente »

IO nn credo al recupero di certe persone. Cred peró che essere ingabbiati a 30-40 ani e morire di vecchiaia in isolamento sia peggio che farli fuori subito, e quindi dato che persone del genere godono a infliggere sofferenze che soffrano in isolamento il resto della loro vita. Se fossi un parente di una vittima godrei molto di piu a saperlo seppellito a vita senza poter parlare con nessuno che appenderlo a una forca o sederlo su una sedia elettrica etc etc
Un popolo perdente é ossessionato dal proprio passato
Un popolo vincente é ossessionato dal proprio futuro
Connesso
Avatar utente
heyoka
Connesso: Sì
Messaggi: 8239
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
Ha Assegnato: 4291 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2658 Mi Piace

Re: Pena capitale

Messaggio da leggere da heyoka »

serge ha scritto: 3 gen 2021, 11:33
Studente ha scritto: 2 gen 2021, 17:09 io sono contrario perché dati alla mano non ha funzione deterrente e non "ripara" nulla
Per quanto un delitto sia eerato non é con la pena capitale che ripari il torto
Non credo che la pena capitale serva da deterrente.Tuttavia,sono un convinto assertore del fatto che chi uccide vada punito alla stessa maniera,cioè con la morte. Naturalmente,a parte gli omicidi colposi.
Bye
Contrario in modo ASSOLUTO al pena di morte per i delitti passionali, anche i più efferati come il caso di Erika.
Favorevole alla Pena di MORTE in tutti i casi dove il reo si rifiuta di risarcire il DOPPIO del danno causato.
Favorevole anche nel caso sia lo stesso reo confesso a Volerla.
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Avatar utente
Studente
Connesso: No
Messaggi: 412
Iscritto il: 9 nov 2020, 12:14
Ha Assegnato: 9 Mi Piace
Ha Ricevuto: 46 Mi Piace

Re: Pena capitale

Messaggio da leggere da Studente »

heyoka ha scritto: 3 gen 2021, 14:22
Favorevole anche nel caso sia lo stesso reo confesso a Volerla.
Proprio per non farlo contento io gli darei isolamento a vita. Sai come esci pazzo dop qualche giorno che on puoi parlare ocn nesuo? Ai tempi del KGB ti sbattevano in isolamento completo come forma di tortura per farti uscire fuori di melone, e se io fossi un parente della vittima sarei contento di sapere che si pasa 30-40-50 anni completamente in isolamento e devasastato psicologicamente, sarei molto piu contento che sapere che lo fanno fuori e mettono fine alle sue sofferenze
Un popolo perdente é ossessionato dal proprio passato
Un popolo vincente é ossessionato dal proprio futuro
Connesso
Avatar utente
heyoka
Connesso: Sì
Messaggi: 8239
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
Ha Assegnato: 4291 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2658 Mi Piace

Re: Pena capitale

Messaggio da leggere da heyoka »

Studente ha scritto: 3 gen 2021, 14:29
heyoka ha scritto: 3 gen 2021, 14:22
Favorevole anche nel caso sia lo stesso reo confesso a Volerla.
Proprio per non farlo contento io gli darei isolamento a vita. Sai come esci pazzo dop qualche giorno che on puoi parlare ocn nesuo? Ai tempi del KGB ti sbattevano in isolamento completo come forma di tortura per farti uscire fuori di melone, e se io fossi un parente della vittima sarei contento di sapere che si pasa 30-40-50 anni completamente in isolamento e devasastato psicologicamente, sarei molto piu contento che sapere che lo fanno fuori e mettono fine alle sue sofferenze
Io non riesco a godere delle torture. Neanche di quelle che a volte sono l' unico mezzo per ottenere risultati positivi.
Non dimentichiamo di quanto è complicato l' animo umano. Ci sono delle persone che godono addirittura ad essere torturate.
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Avatar utente
Studente
Connesso: No
Messaggi: 412
Iscritto il: 9 nov 2020, 12:14
Ha Assegnato: 9 Mi Piace
Ha Ricevuto: 46 Mi Piace

Re: Pena capitale

Messaggio da leggere da Studente »

heyoka ha scritto: 3 gen 2021, 14:41

Io non riesco a godere delle torture. Neanche di quelle che a volte sono l' unico mezzo per ottenere risultati positivi.
Non dimentichiamo di quanto è complicato l' animo umano. Ci sono delle persone che godono addirittura ad essere torturate.
Purtroppo a volte servono. Hai presente come abbiamo sconfitto le BR? Non con "il diritto" ma prendnedo il manuale di interrogazione dell inquisizione e applicandolo, hai presente il "prof. De Tormentis"?
Un popolo perdente é ossessionato dal proprio passato
Un popolo vincente é ossessionato dal proprio futuro
Connesso
Avatar utente
heyoka
Connesso: Sì
Messaggi: 8239
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
Ha Assegnato: 4291 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2658 Mi Piace

Re: Pena capitale

Messaggio da leggere da heyoka »

Studente ha scritto: 3 gen 2021, 14:46
heyoka ha scritto: 3 gen 2021, 14:41

Io non riesco a godere delle torture. Neanche di quelle che a volte sono l' unico mezzo per ottenere risultati positivi.
Non dimentichiamo di quanto è complicato l' animo umano. Ci sono delle persone che godono addirittura ad essere torturate.
Purtroppo a volte servono. Hai presente come abbiamo sconfitto le BR? Non con "il diritto" ma prendnedo il manuale di interrogazione dell inquisizione e applicandolo, hai presente il "prof. De Tormentis"?
Hai detto BENE, PURTROPPO!
Ecco perchè, PER FORTUNA, non riesco a sopportare quei TROTONI di Buonisti.
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Connesso
Avatar utente
RedWine
Connesso: Sì
Messaggi: 5196
Iscritto il: 9 giu 2019, 14:54
Ha Assegnato: 1171 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2836 Mi Piace

Re: Pena capitale

Messaggio da leggere da RedWine »

Studente ha scritto: 3 gen 2021, 11:48 IO nn credo al recupero di certe persone. Cred peró che essere ingabbiati a 30-40 ani e morire di vecchiaia in isolamento sia peggio che farli fuori subito, e quindi dato che persone del genere godono a infliggere sofferenze che soffrano in isolamento il resto della loro vita. Se fossi un parente di una vittima godrei molto di piu a saperlo seppellito a vita senza poter parlare con nessuno che appenderlo a una forca o sederlo su una sedia elettrica etc etc
si chiama vendetta, cosa che il sistema di giustizia civile tende a evitare.
per risolvere in qualche modo con la pena di morte bisognerebbe applicarla estensivamente, con forti rischi che anche innocenti siano giustiziati, applicarla solo per i casi eclatanti crea piu problemi di quanti ne risolva
concordo che bisognerebbe distinguere le persone recuperabili da coloro che non possono esserlo, lavorare e investire per recuperare al meglio i primi, e lasciare gli inrecuperabili al loro destino, ma senza particolare sadismo, cosa ne ricaviamo dalla loro sofferenza?
"Non avrete nulla e sarete felici". e se non fossi felice? "non ti preoccupare, ti cureremo"
Davos agenda 2030.
Connesso
Avatar utente
Sayon
Connesso: Sì
Messaggi: 11469
Iscritto il: 9 giu 2019, 7:58
Ha Assegnato: 3595 Mi Piace
Ha Ricevuto: 4657 Mi Piace

Re: Pena capitale

Messaggio da leggere da Sayon »

heyoka ha scritto: 3 gen 2021, 14:41
Studente ha scritto: 3 gen 2021, 14:29
heyoka ha scritto: 3 gen 2021, 14:22
Favorevole anche nel caso sia lo stesso reo confesso a Volerla.
Proprio per non farlo contento io gli darei isolamento a vita. Sai come esci pazzo dop qualche giorno che on puoi parlare ocn nesuo? Ai tempi del KGB ti sbattevano in isolamento completo come forma di tortura per farti uscire fuori di melone, e se io fossi un parente della vittima sarei contento di sapere che si pasa 30-40-50 anni completamente in isolamento e devasastato psicologicamente, sarei molto piu contento che sapere che lo fanno fuori e mettono fine alle sue sofferenze
Io non riesco a godere delle torture. Neanche di quelle che a volte sono l' unico mezzo per ottenere risultati positivi.
Non dimentichiamo di quanto è complicato l' animo umano. Ci sono delle persone che godono addirittura ad essere torturate.
Non vi vedo convinti CONTRO la pena di morte, e allora ve lo spiego meglio. Innanzituto nessuna tolleranza verso ogni tipo di crimne, soprattuto quelli alla Dahmer (antropofago e multilo), alla donna che ne sventra un altro e cosi via, Fanno schifo e vanno isolati perche lotre che ripugnanti potrebbero ripeterlo. Capito questo andiamo al sodo: SE PER VOI LA PENA DI MORTE E" GIUSTIFICATA, ammazzateli voi stessi. Lo dico sul serio. Chiamiamo Cane sciolto e gli diciamo: ecco un coltello, una pistola, una forca, una sedia elettrica. Vai facci un favore, scegli tu, e fallo fuori a questa carogna. Oppure a NerorossO: guarda questo e' un caso "soeciale" un vero mostro: ecco una pistola, ammazzalo. Ce ne sono altri: via via ecco la VOSTRA opportunita' di seguire la VOSTRA logica. Questi sono tutti scelti perche pluri-assassini senza speranza: vieni tu, si proprio tu buonissimo Heyoca, per favore ammazzami questo, caso veramente speciale. E allora ditemi: perche non lo fareste? Non vi sembra che sia un omicidio premedidato, fatto a mente fredda? e se voi non lo fate, perche ESIGETE che lo faccia lo Stato, ovvero un altra persona, per voi?
Rispondi