Il "Recovery fund" non è dietro l'angolo.

Discussioni riguardanti la politica europea
Avatar utente
Sara
Connesso: No
Messaggi: 140
Iscritto il: 27 dic 2020, 18:14
Ha Assegnato: 11 Mi Piace
Ha Ricevuto: 35 Mi Piace

Il "Recovery fund" non è dietro l'angolo.

Messaggio da leggere da Sara »

Così vengono chiamati i 209 miliardi di euro che l'Europa ci ha assegnato, citati in continuazione da politici e media, quasi li avessimo già in tasca.
In verità il nome è sbagliato . Il piano all'interno di Next Gen Eu si chiama RRF, Recovery and Resilience "Facility", né fund e nemmeno found, come molti pronunciano.
Si tratta appunto di una "facility"ed è sottoposta a molte condizioni. I progetti devono perseguire determinati obiettivi (come per es. il miglioramento dell'ambiente) e saranno valutati. Se non li raggiungono, i rimborsi verranno negati o ridotti. E noi siamo in ritardo già nella formulazione: lo ricordava anche oggi il commissario Gentiloni e a rischio di perdere i finanziamenti.
Inizialmente, infatti, dei 209 miliardi sarà erogato solo il 10% -per la partenza- e il rimanente man mano che si procederà come sopra.
A quanto ritrovo in rete, nel periodo 2014​-20 l'Italia ha avuto 44.8mld di fondi e ne abbiamo spesi non più del 38% con incapacità di spesa record delle regioni con più necessità (peggio di noi solo la Croazia).
Inoltre quei soldi dovranno almeno in parte essere restituiti, con le modalità previste dai "meccanismi" europei.


Avatar utente
Studente
Connesso: No
Messaggi: 432
Iscritto il: 9 nov 2020, 12:14
Ha Assegnato: 9 Mi Piace
Ha Ricevuto: 46 Mi Piace

Re: Il "Recovery fund" non è dietro l'angolo.

Messaggio da leggere da Studente »

é un occasione della madonna ma purtroppo:
- L Italia non ha idea di cosa vuole essere nel 2030
- LA maggior parte delle menti decenti son emigrate
- I nostri funzionari sono di grado cosi scadente che non sapranno rendicontare le spese*
alla fine gli italiani se lo piglieranno nel culo come sempre

*ho fato il lobbista e quindi mi sn inerfacciato con funzionari in DE, NL, a BXL e in IT: i funzionari piu scadenti e impreparati li ho trovati in IT e nessuno potrá essre licenziato perché non é riuscito a spendere i soldi


Un popolo perdente é ossessionato dal proprio passato
Un popolo vincente é ossessionato dal proprio futuro
Avatar utente
giaguaro
Connesso: Sì
Messaggi: 602
Iscritto il: 9 giu 2019, 10:49
Ha Assegnato: 723 Mi Piace
Ha Ricevuto: 257 Mi Piace

Re: Il "Recovery fund" non è dietro l'angolo.

Messaggio da leggere da giaguaro »

Sara ha scritto: ↑30 dic 2020, 17:28 Così vengono chiamati i 209 miliardi di euro che l'Europa ci ha assegnato, citati in continuazione da politici e media, quasi li avessimo già in tasca.
In verità il nome è sbagliato . Il piano all'interno di Next Gen Eu si chiama RRF, Recovery and Resilience "Facility", né fund e nemmeno found, come molti pronunciano.
Si tratta appunto di una "facility"ed è sottoposta a molte condizioni. I progetti devono perseguire determinati obiettivi (come per es. il miglioramento dell'ambiente) e saranno valutati. Se non li raggiungono, i rimborsi verranno negati o ridotti. E noi siamo in ritardo già nella formulazione: lo ricordava anche oggi il commissario Gentiloni e a rischio di perdere i finanziamenti.
Inizialmente, infatti, dei 209 miliardi sarà erogato solo il 10% -per la partenza- e il rimanente man mano che si procederà come sopra.
A quanto ritrovo in rete, nel periodo 2014​-20 l'Italia ha avuto 44.8mld di fondi e ne abbiamo spesi non più del 38% con incapacità di spesa record delle regioni con più necessità (peggio di noi solo la Croazia).
Inoltre quei soldi dovranno almeno in parte essere restituiti, con le modalità previste dai "meccanismi" europei.
Smiling LoveHeart

Benvenuta gentilissima Sara. Auguri di buon lavoro .... e logicamente per un sereno Nuovo Anno.
Sono d'accordo con Te per quanto riguarda questo Tuo interessantissimo intervento. La cosa andrebbe programmata e realizzata con urgenza e competenza. Ma, con la situazione politica in cui ci siamo venuti a trovare in questi ultimi tempi, non credo che la cosa potrà essere realizzabile, né nel breve, né nel lungo termine.
Purtroppo la politica italiana, ormai da molto tempo, tende a premiare i bisogni dei propri elettori, piuttosto che a studiare un programma di sviluppo e di crescita che ci riporti ai livelli di un passato ormai perduto.

Bye Bye


Non posso insegnare niente a nessuno, posso solo cercare di farli riflettere - SOCRATE
Avatar utente
Sara
Connesso: No
Messaggi: 140
Iscritto il: 27 dic 2020, 18:14
Ha Assegnato: 11 Mi Piace
Ha Ricevuto: 35 Mi Piace

Re: Il "Recovery fund" non è dietro l'angolo.

Messaggio da leggere da Sara »

Grazie, giaguaro, auguri a tutti noi per un nuovo anno migliore del precedente Beer . Visto com'è andato il 2020 BangHead , In teoria non ci vorrebbe molto, ma converrà comunque incrociare le dita!
Dello strombazzato recovery mi preoccupa la lentezza e la genericità dei progetti che circolano. Tra l'altro, ho l'impressione che gli economisti di professione non intervengano volentieri sull'argomento. Il più attivo appare questo blog di Giuseppe Pennisi, a me poco noto.
https://formiche.net/2020/12/recovery-f ... i-pennisi/
E non mi sono del tutto chiari neppure i motivi per cui viene rifiutato (Conte, 5stelle e altri) il MES "sanitario", i cui miliardi (39,se non sbaglio) sarebbero subito disponibili, a interessi bassissimi. Ecco due pareri contrapposti: https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/1 ... i/5980014/ http://temi.repubblica.it/micromega-onl ... ondizioni/
Nessun paese l'ha finora richiesto, in che induce comunque in sospetto...


Avatar utente
giaguaro
Connesso: Sì
Messaggi: 602
Iscritto il: 9 giu 2019, 10:49
Ha Assegnato: 723 Mi Piace
Ha Ricevuto: 257 Mi Piace

Re: Il "Recovery fund" non è dietro l'angolo.

Messaggio da leggere da giaguaro »

Gentilissima Sara, ho dato uno sguardo ai vari articoli che hai postato e mi sembra di capire che, purtroppo, nessuno, al momento, ha certezze sulla convenienza o meno di questo intervento economico da parte dell'EU.
Come dice il sig. Pennisi: . "Occorre fornire una «visione politica» degli obiettivi e della strategia, specificazione dei progetti indicando quali parametri di valutazione e quali criteri di scelta sono stati impiegati" o dovranno essere impiegati!
Credo anch'io che, per affrontare nel modo migliore possibile, un impegno economico così importante, sia assolutamente indispensabile che i nostri governanti studino nei minimi particolari un progetto ben definito e accurato, allo scopo di poter garantire una crescita di produttività che dia garanzie certe di poter avere la possibilità di restituire nei termini e nei modi dovuti questi importanti finanziamenti.
Speriamo bene!

Bye


Non posso insegnare niente a nessuno, posso solo cercare di farli riflettere - SOCRATE
Avatar utente
Ovidio
Connesso: No
Messaggi: 2424
Iscritto il: 25 set 2020, 17:08
Ha Assegnato: 215 Mi Piace
Ha Ricevuto: 503 Mi Piace

Re: Il "Recovery fund" non è dietro l'angolo.

Messaggio da leggere da Ovidio »

Sara ha scritto: ↑30 dic 2020, 17:28 Così vengono chiamati i 209 miliardi di euro che l'Europa ci ha assegnato, citati in continuazione da politici e media, quasi li avessimo già in tasca.
In verità il nome è sbagliato . Il piano all'interno di Next Gen Eu si chiama RRF, Recovery and Resilience "Facility", né fund e nemmeno found, come molti pronunciano.
Si tratta appunto di una "facility"ed è sottoposta a molte condizioni. I progetti devono perseguire determinati obiettivi (come per es. il miglioramento dell'ambiente) e saranno valutati. Se non li raggiungono, i rimborsi verranno negati o ridotti. E noi siamo in ritardo già nella formulazione: lo ricordava anche oggi il commissario Gentiloni e a rischio di perdere i finanziamenti.
Inizialmente, infatti, dei 209 miliardi sarà erogato solo il 10% -per la partenza- e il rimanente man mano che si procederà come sopra.
A quanto ritrovo in rete, nel periodo 2014​-20 l'Italia ha avuto 44.8mld di fondi e ne abbiamo spesi non più del 38% con incapacità di spesa record delle regioni con più necessità (peggio di noi solo la Croazia).
Inoltre quei soldi dovranno almeno in parte essere restituiti, con le modalità previste dai "meccanismi" europei.
Ciao Sara, grazie per la precisazione sul significato dell'acronimo RRF. Un appunto indiretto alla pochezza della nostra informazione giornalisica, mediatica, politica.

Per quanto riguarda i finanziamenti, prima di tutto li darei in modo esclusivo mirati allo sviluppo di nuove tecnologie e per progetti mirati a promuoverli.

In secondo luogo li darei tutti a fondo perduto, ma solo per quei progetti che, a ultimazione avvenuta, abbiano mostrato di aver raggiunto il risultato atteso promesso.

I finanziameni per progetti risultati inefficaci debbono esere restituiti, ma snza interessi.

Una visione utopica?


Tenere sempre a mente la „regola d‘oro“
Avatar utente
Ovidio
Connesso: No
Messaggi: 2424
Iscritto il: 25 set 2020, 17:08
Ha Assegnato: 215 Mi Piace
Ha Ricevuto: 503 Mi Piace

Re: Il "Recovery fund" non è dietro l'angolo.

Messaggio da leggere da Ovidio »

Ovidio ha scritto: ↑4 gen 2021, 16:19
Sara ha scritto: ↑30 dic 2020, 17:28 Così vengono chiamati i 209 miliardi di euro che l'Europa ci ha assegnato, citati in continuazione da politici e media, quasi li avessimo già in tasca.
In verità il nome è sbagliato . Il piano all'interno di Next Gen Eu si chiama RRF, Recovery and Resilience "Facility", né fund e nemmeno found, come molti pronunciano.
Si tratta appunto di una "facility"ed è sottoposta a molte condizioni. I progetti devono perseguire determinati obiettivi (come per es. il miglioramento dell'ambiente) e saranno valutati. Se non li raggiungono, i rimborsi verranno negati o ridotti. E noi siamo in ritardo già nella formulazione: lo ricordava anche oggi il commissario Gentiloni e a rischio di perdere i finanziamenti.
Inizialmente, infatti, dei 209 miliardi sarà erogato solo il 10% -per la partenza- e il rimanente man mano che si procederà come sopra.
A quanto ritrovo in rete, nel periodo 2014​-20 l'Italia ha avuto 44.8mld di fondi e ne abbiamo spesi non più del 38% con incapacità di spesa record delle regioni con più necessità (peggio di noi solo la Croazia).
Inoltre quei soldi dovranno almeno in parte essere restituiti, con le modalità previste dai "meccanismi" europei.
Ciao Sara, grazie per la precisazione sul significato dell'acronimo RRF. Un appunto indiretto alla pochezza della nostra informazione giornalisica, mediatica, politica.

Per quanto riguarda i finanziamenti, prima di tutto li darei in modo esclusivo per lo sviluppo di nuove tecnologie e per progetti mirati a promuoverli.

In secondo luogo li darei tutti a fondo perduto, ma solo per quei progetti che, a ultimazione avvenuta, abbiano mostrato di aver raggiunto il risultato promesso.

I finanziameni per progetti risultati inefficaci debbono esere restituiti, ma senza interessi.

Una visione troppo utopica? Non credo!


Tenere sempre a mente la „regola d‘oro“
Avatar utente
giaguaro
Connesso: Sì
Messaggi: 602
Iscritto il: 9 giu 2019, 10:49
Ha Assegnato: 723 Mi Piace
Ha Ricevuto: 257 Mi Piace

Re: Il "Recovery fund" non è dietro l'angolo.

Messaggio da leggere da giaguaro »

Gentilissima Sara, mi dispiace che abbia abbandonato la discussione senza farci conoscere il Tuo punto di vista su questa discussione che hai aperto il 30 dicembre. Spero che non si tratti di un problema di salute.
Ogni discussione ci porta ad esprimere il nostro parere, spesso diverso da quello degli altri interlocutori. Mi piacerebbe molto sapere come la pensi Tu. Potresti avere ragione e convincere anche chi ha un altro modo di vedere le cose ..... Ti prego, facci sapere.

LoveHeart Bye


Non posso insegnare niente a nessuno, posso solo cercare di farli riflettere - SOCRATE
Avatar utente
heyoka
Connesso: No
Messaggi: 5998
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
Ha Assegnato: 2127 Mi Piace
Ha Ricevuto: 1136 Mi Piace

Re: Il "Recovery fund" non è dietro l'angolo.

Messaggio da leggere da heyoka »

giaguaro ha scritto: ↑7 gen 2021, 19:19 Gentilissima Sara, mi dispiace che abbia abbandonato la discussione senza farci conoscere il Tuo punto di vista su questa discussione che hai aperto il 30 dicembre. Spero che non si tratti di un problema di salute.
Ogni discussione ci porta ad esprimere il nostro parere, spesso diverso da quello degli altri interlocutori. Mi piacerebbe molto sapere come la pensi Tu. Potresti avere ragione e convincere anche chi ha un altro modo di vedere le cose ..... Ti prego, facci sapere.

LoveHeart Bye
Ho paura che l' abbiamo persa.


La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Avatar utente
Ovidio
Connesso: No
Messaggi: 2424
Iscritto il: 25 set 2020, 17:08
Ha Assegnato: 215 Mi Piace
Ha Ricevuto: 503 Mi Piace

Re: Il "Recovery fund" non è dietro l'angolo.

Messaggio da leggere da Ovidio »

heyoka ha scritto: ↑7 gen 2021, 19:45
giaguaro ha scritto: ↑7 gen 2021, 19:19 Gentilissima Sara, mi dispiace che abbia abbandonato la discussione senza farci conoscere il Tuo punto di vista su questa discussione che hai aperto il 30 dicembre. Spero che non si tratti di un problema di salute.
Ogni discussione ci porta ad esprimere il nostro parere, spesso diverso da quello degli altri interlocutori. Mi piacerebbe molto sapere come la pensi Tu. Potresti avere ragione e convincere anche chi ha un altro modo di vedere le cose ..... Ti prego, facci sapere.

LoveHeart Bye
Ho paura che l' abbiamo persa.
Non capisco perché? Qualcuno di noi l'ha attaccata in modo non corretto?


Tenere sempre a mente la „regola d‘oro“
Avatar utente
heyoka
Connesso: No
Messaggi: 5998
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
Ha Assegnato: 2127 Mi Piace
Ha Ricevuto: 1136 Mi Piace

Re: Il "Recovery fund" non è dietro l'angolo.

Messaggio da leggere da heyoka »

Ovidio ha scritto: ↑7 gen 2021, 19:57
heyoka ha scritto: ↑7 gen 2021, 19:45
giaguaro ha scritto: ↑7 gen 2021, 19:19 Gentilissima Sara, mi dispiace che abbia abbandonato la discussione senza farci conoscere il Tuo punto di vista su questa discussione che hai aperto il 30 dicembre. Spero che non si tratti di un problema di salute.
Ogni discussione ci porta ad esprimere il nostro parere, spesso diverso da quello degli altri interlocutori. Mi piacerebbe molto sapere come la pensi Tu. Potresti avere ragione e convincere anche chi ha un altro modo di vedere le cose ..... Ti prego, facci sapere.

LoveHeart Bye
Ho paura che l' abbiamo persa.
Non capisco perché? Qualcuno di noi l'ha attaccata in modo non corretto?
Prova chiedere a CaneSciolto...


La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Avatar utente
giaguaro
Connesso: Sì
Messaggi: 602
Iscritto il: 9 giu 2019, 10:49
Ha Assegnato: 723 Mi Piace
Ha Ricevuto: 257 Mi Piace

Re: Il "Recovery fund" non è dietro l'angolo.

Messaggio da leggere da giaguaro »

Credo che a tutti noi faccia piacere avere come amiche dialoganti, sia la gentilissima e competente "Rosanna", che la costruttiva gentilissima "Grazia". Forse ci sarà anche qualche altra amica di cui adesso mi sfugge la presenza, ma mi meraviglia molto dover constatare che, soprattutto le donne, dopo alcuni interventi nel Forum, scompaiano senza un'apparente giustificazione.
Forse sarebbe più costruttivo se qualcuna di loro ce ne facesse capire la ragione; così, se fosse necessario e ragionevole, potremmo modificare i nostri comportamenti.
Gentile Sara, ti prego, facci sapere ...

LoveHeart Bye


Non posso insegnare niente a nessuno, posso solo cercare di farli riflettere - SOCRATE
Avatar utente
Ovidio
Connesso: No
Messaggi: 2424
Iscritto il: 25 set 2020, 17:08
Ha Assegnato: 215 Mi Piace
Ha Ricevuto: 503 Mi Piace

Re: Il "Recovery fund" non è dietro l'angolo.

Messaggio da leggere da Ovidio »

giaguaro ha scritto: ↑8 gen 2021, 19:21 Credo che a tutti noi faccia piacere avere come amiche dialoganti, sia la gentilissima e competente "Rosanna", che la costruttiva gentilissima "Grazia". Forse ci sarà anche qualche altra amica di cui adesso mi sfugge la presenza, ma mi meraviglia molto dover constatare che, soprattutto le donne, dopo alcuni interventi nel Forum, scompaiano senza un'apparente giustificazione.
Forse sarebbe più costruttivo se qualcuna di loro ce ne facesse capire la ragione; così, se fosse necessario e ragionevole, potremmo modificare i nostri comportamenti.
Gentile Sara, ti prego, facci sapere ...

LoveHeart Bye
Si, facci sapere! E poi heyoka ti aveva messo in guardia dicendo che qui non si fanno sconti a nessuno/a. Donna avvisata, mezzo salvata! LoveHeart Bye


Tenere sempre a mente la „regola d‘oro“
Avatar utente
Sara
Connesso: No
Messaggi: 140
Iscritto il: 27 dic 2020, 18:14
Ha Assegnato: 11 Mi Piace
Ha Ricevuto: 35 Mi Piace

Re: Il "Recovery fund" non è dietro l'angolo.

Messaggio da leggere da Sara »

Grazie dell'interessamento! Non mi avete "persa", sono una tipa resistente :lol: ma parecchio occupata.
A margine, e non mi riferisco a questa discussione, preferisco le buone maniere... Mi hanno insegnato che la forma è anche sostanza e trovo giusto il precetto. Magari la pensavano così anche Rosanna, Grazia e altre amiche "eclissate". Le avrei conosciute volentieri; quando posso darò un'occhiata ai loro post, al caso ritorno sul tema.
Quanto al recovery, sono rimasta arretrata, più o meno a questa fase delle "sei missioni" (https://www.fasi.biz/it/notizie/strateg ... ienza.html), né ho approfondito le richieste di Renzi. La sue proteste sono palesemente strumentali, ma potrebbero avere qualche base tecnica.
Se qualcuno ha tempo e voglia di approfondire, leggerò volentieri.


Avatar utente
Ovidio
Connesso: No
Messaggi: 2424
Iscritto il: 25 set 2020, 17:08
Ha Assegnato: 215 Mi Piace
Ha Ricevuto: 503 Mi Piace

Re: Il "Recovery fund" non è dietro l'angolo.

Messaggio da leggere da Ovidio »

È difficile entrare nel merito visto che solo pochi eletti hanno avuto modo di conoscere nei dettagli le proposte di Conte.

A Narni due giorni orsono una frana a ridosso di una scarpata sulla linea ferroviaria ha causato il deragliamento del treno. Solo per un colpo di fortuna non si sono avute vittime.

Proposta per la messa in sicurezza?

Col recovery fund!

Se questo è il suo utilizzo! Utilizzarlo per opere di normale manutenzione!

La mia impressione è che non abbiano una pallida idea di come promuovere lo sviluppo!


Tenere sempre a mente la „regola d‘oro“
Rispondi