LA GRANDE SCENEGGIATA DEL VACCINO COVID !

Forum di discussione sulla politica italiana, i partiti e le istituzioni.
Avatar utente
CaneSciolto
Connesso: No
Messaggi: 2622
Iscritto il: 9 giu 2019, 9:13
Località: Roma
Ha Assegnato: 284 Mi Piace
Ha Ricevuto: 1530 Mi Piace

LA GRANDE SCENEGGIATA DEL VACCINO COVID !

Messaggio da leggere da CaneSciolto »

La grande sceneggiata del vaccino covid prevedeva tre passaggi fondamentali. 1) La dispersione di un virus altamente contagioso ma relativamente poco letale, che fosse in grado di mettere in crisi i sistemi sanitari dei vari paesi, diffondendo il panico nelle varie popolazioni. 2) Una serie infinita di restrizioni, che andavano dal lockdown integrale a misure relativamente più lievi, in modo da abituare la popolazione dei vari paesi alla “dittatura del virus”. Si trattava cioè di condizionare intere popolazioni all’idea che ora fosse il virus a decidere ciò che noi possiamo fare e non fare nella nostra vita, abituandoci progressivamente a rinunciare in modo permanente ai nostri diritti costituzionali. 3) La soppressione, l’oscuramento, e il rifiuto sistematico di qualunque eventuale cura a basso costo che potesse emergere nel frattempo (v. plasmaferesi, idrossiclorochina, eccetera), in modo da condizionare la popolazione a pensare che il vaccino potrà essere l’unica via di salvezza per tornare ad una vita normale.
Una volta ottenuto tutto ciò (mentre nel frattempo le case farmaceutiche lavoravano a testa bassa per impostare la produzione di miliardi di fiale da distribuire nel mondo) ora manca soltanto un ultimo passaggio perchè la sceneggiata si concluda: l’approvazione del vaccino, che deve essere ritenuto “sicuro ed efficace” dalle varie agenzie del farmaco nazionali e internazionali.
Naturalmente, sappiamo tutti benissimo che la fase dell’approvazione è solo una sceneggiata all’interno della sceneggiata: nessun può veramente credere che le agenzie del farmaco avrebbero in qualunque modo fatto da ostacolo alla approvazione dei vaccini, visto che sono le stesse case farmaceutiche che controllano la FDA, l’EMA, l’AIFA eccetera.
Fino ad ora il vaccino della Pfitzer è stato approvato dalla agenzia del farmaco del Regno Unito e dalla FDA americana. Ora tocca appunto alla EMA, l’agenzia europea, che porrà il suo sigillo di garanzia entro la prossima settimana.
Naturalmente, nessuno all’interno della EMA potrà essere ritenuto responsabile in caso di reazioni avverse, anche letali, al vaccino. Né tantomeno potranno essere ritenute responsabili le varie case farmaceutiche che lo mettono sul mercato.
Gli unici “responsabili” per quello che ci accadrà saremo noi, che saremmo obbligati a vaccinarci sotto ricatto, e che saremo poi obbligati a “ricompensarci” con i nostri stessi soldi (quelli delle tasse) nel caso dovessimo restare menomati dalle vaccinazioni stesse.
Ed è qui che la grande sceneggiata rischia di trasformarsi in grande tragedia. FuckYou
Avatar utente
carletto3
Connesso: No
Messaggi: 8090
Iscritto il: 25 giu 2019, 2:20
Ha Assegnato: 436 Mi Piace
Ha Ricevuto: 3215 Mi Piace

Re: LA GRANDE SCENEGGIATA DEL VACCINO COVID !

Messaggio da leggere da carletto3 »

CaneSciolto ha scritto: 19 dic 2020, 4:49 La grande sceneggiata del vaccino covid prevedeva tre passaggi fondamentali. 1) La dispersione di un virus altamente contagioso ma relativamente poco letale, che fosse in grado di mettere in crisi i sistemi sanitari dei vari paesi, diffondendo il panico nelle varie popolazioni. 2) Una serie infinita di restrizioni, che andavano dal lockdown integrale a misure relativamente più lievi, in modo da abituare la popolazione dei vari paesi alla “dittatura del virus”. Si trattava cioè di condizionare intere popolazioni all’idea che ora fosse il virus a decidere ciò che noi possiamo fare e non fare nella nostra vita, abituandoci progressivamente a rinunciare in modo permanente ai nostri diritti costituzionali. 3) La soppressione, l’oscuramento, e il rifiuto sistematico di qualunque eventuale cura a basso costo che potesse emergere nel frattempo (v. plasmaferesi, idrossiclorochina, eccetera), in modo da condizionare la popolazione a pensare che il vaccino potrà essere l’unica via di salvezza per tornare ad una vita normale.
Una volta ottenuto tutto ciò (mentre nel frattempo le case farmaceutiche lavoravano a testa bassa per impostare la produzione di miliardi di fiale da distribuire nel mondo) ora manca soltanto un ultimo passaggio perchè la sceneggiata si concluda: l’approvazione del vaccino, che deve essere ritenuto “sicuro ed efficace” dalle varie agenzie del farmaco nazionali e internazionali.
Naturalmente, sappiamo tutti benissimo che la fase dell’approvazione è solo una sceneggiata all’interno della sceneggiata: nessun può veramente credere che le agenzie del farmaco avrebbero in qualunque modo fatto da ostacolo alla approvazione dei vaccini, visto che sono le stesse case farmaceutiche che controllano la FDA, l’EMA, l’AIFA eccetera.
Fino ad ora il vaccino della Pfitzer è stato approvato dalla agenzia del farmaco del Regno Unito e dalla FDA americana. Ora tocca appunto alla EMA, l’agenzia europea, che porrà il suo sigillo di garanzia entro la prossima settimana.
Naturalmente, nessuno all’interno della EMA potrà essere ritenuto responsabile in caso di reazioni avverse, anche letali, al vaccino. Né tantomeno potranno essere ritenute responsabili le varie case farmaceutiche che lo mettono sul mercato.
Gli unici “responsabili” per quello che ci accadrà saremo noi, che saremmo obbligati a vaccinarci sotto ricatto, e che saremo poi obbligati a “ricompensarci” con i nostri stessi soldi (quelli delle tasse) nel caso dovessimo restare menomati dalle vaccinazioni stesse.
Ed è qui che la grande sceneggiata rischia di trasformarsi in grande tragedia. FuckYou
Potrei anche concordare se riuscissimo a sapere o anche solo immaginare,chi possa essere il "Gran Maestro" di tale macchinazione globale....E' molto piu' credibile l'immaginare che in alcune Nazioni i governi abbiano colto al balzo l'occasione "virus" per attuare quello che solo potevano sognare...
E il tocco finale ,a tutto l'ambaradan non è cio' che scrivi come ultimo passaggio,ma l'OBBLIGO diretto o indiretto alla vaccinazione che rappresenterebbe in pieno il colpo di genio di un finale degno di un folle dittatore....(Con annesso libretto con i tuoi dati personali sanitari e dell'elenco delle vaccinazioni)
Ma sarebbe impossibile l'obbligo,perche in questo caso la responsabilita' di eventuali effetti avversi ricadrebbe tutta esclusivamente su chi ti ha obbligato a iniettarti una qualunque sostanza contro la tua volonta'..
Amen
La realta' è solo un'allucinazione dovuta a carenza di alcol (...un saggio)
"Gli è tutto sbagliato....gli è tutto da rifa'"
Avatar utente
CaneSciolto
Connesso: No
Messaggi: 2622
Iscritto il: 9 giu 2019, 9:13
Località: Roma
Ha Assegnato: 284 Mi Piace
Ha Ricevuto: 1530 Mi Piace

Re: LA GRANDE SCENEGGIATA DEL VACCINO COVID !

Messaggio da leggere da CaneSciolto »

carletto3 ha scritto: 19 dic 2020, 5:40
CaneSciolto ha scritto: 19 dic 2020, 4:49 La grande sceneggiata del vaccino covid prevedeva tre passaggi fondamentali. 1) La dispersione di un virus altamente contagioso ma relativamente poco letale, che fosse in grado di mettere in crisi i sistemi sanitari dei vari paesi, diffondendo il panico nelle varie popolazioni. 2) Una serie infinita di restrizioni, che andavano dal lockdown integrale a misure relativamente più lievi, in modo da abituare la popolazione dei vari paesi alla “dittatura del virus”. Si trattava cioè di condizionare intere popolazioni all’idea che ora fosse il virus a decidere ciò che noi possiamo fare e non fare nella nostra vita, abituandoci progressivamente a rinunciare in modo permanente ai nostri diritti costituzionali. 3) La soppressione, l’oscuramento, e il rifiuto sistematico di qualunque eventuale cura a basso costo che potesse emergere nel frattempo (v. plasmaferesi, idrossiclorochina, eccetera), in modo da condizionare la popolazione a pensare che il vaccino potrà essere l’unica via di salvezza per tornare ad una vita normale.
Una volta ottenuto tutto ciò (mentre nel frattempo le case farmaceutiche lavoravano a testa bassa per impostare la produzione di miliardi di fiale da distribuire nel mondo) ora manca soltanto un ultimo passaggio perchè la sceneggiata si concluda: l’approvazione del vaccino, che deve essere ritenuto “sicuro ed efficace” dalle varie agenzie del farmaco nazionali e internazionali.
Naturalmente, sappiamo tutti benissimo che la fase dell’approvazione è solo una sceneggiata all’interno della sceneggiata: nessun può veramente credere che le agenzie del farmaco avrebbero in qualunque modo fatto da ostacolo alla approvazione dei vaccini, visto che sono le stesse case farmaceutiche che controllano la FDA, l’EMA, l’AIFA eccetera.
Fino ad ora il vaccino della Pfitzer è stato approvato dalla agenzia del farmaco del Regno Unito e dalla FDA americana. Ora tocca appunto alla EMA, l’agenzia europea, che porrà il suo sigillo di garanzia entro la prossima settimana.
Naturalmente, nessuno all’interno della EMA potrà essere ritenuto responsabile in caso di reazioni avverse, anche letali, al vaccino. Né tantomeno potranno essere ritenute responsabili le varie case farmaceutiche che lo mettono sul mercato.
Gli unici “responsabili” per quello che ci accadrà saremo noi, che saremmo obbligati a vaccinarci sotto ricatto, e che saremo poi obbligati a “ricompensarci” con i nostri stessi soldi (quelli delle tasse) nel caso dovessimo restare menomati dalle vaccinazioni stesse.
Ed è qui che la grande sceneggiata rischia di trasformarsi in grande tragedia. FuckYou
...non e' solo UN gran maestro, ma TANTI grandi maestri;

Potrei anche concordare se riuscissimo a sapere o anche solo immaginare,chi possa essere il "Gran Maestro" di tale macchinazione globale....E' molto piu' credibile l'immaginare che in alcune Nazioni i governi abbiano colto al balzo l'occasione "virus" per attuare quello che solo potevano sognare...
E il tocco finale ,a tutto l'ambaradan non è cio' che scrivi come ultimo passaggio,ma l'OBBLIGO diretto o indiretto alla vaccinazione che rappresenterebbe in pieno il colpo di genio di un finale degno di un folle dittatore....(Con annesso libretto con i tuoi dati personali sanitari e dell'elenco delle vaccinazioni)
Ma sarebbe impossibile l'obbligo,perche in questo caso la responsabilita' di eventuali effetti avversi ricadrebbe tutta esclusivamente su chi ti ha obbligato a iniettarti una qualunque sostanza contro la tua volonta'..
Amen
...non e' solo UN gran maestro, ma TANTI grandi maestri; ...per quanto concerne l'obbligatorieta', ne riparleremo! FuckYou
Avatar utente
Ovidio
Connesso: No
Messaggi: 3554
Iscritto il: 25 set 2020, 17:08
Ha Assegnato: 352 Mi Piace
Ha Ricevuto: 862 Mi Piace

Re: LA GRANDE SCENEGGIATA DEL VACCINO COVID !

Messaggio da leggere da Ovidio »

CaneSciolto ha scritto: 19 dic 2020, 4:49 La grande sceneggiata del vaccino covid prevedeva tre passaggi fondamentali. 1) La dispersione di un virus altamente contagioso ma relativamente poco letale, che fosse in grado di mettere in crisi i sistemi sanitari dei vari paesi, diffondendo il panico nelle varie popolazioni. 2) Una serie infinita di restrizioni, che andavano dal lockdown integrale a misure relativamente più lievi, in modo da abituare la popolazione dei vari paesi alla “dittatura del virus”. Si trattava cioè di condizionare intere popolazioni all’idea che ora fosse il virus a decidere ciò che noi possiamo fare e non fare nella nostra vita, abituandoci progressivamente a rinunciare in modo permanente ai nostri diritti costituzionali. 3) La soppressione, l’oscuramento, e il rifiuto sistematico di qualunque eventuale cura a basso costo che potesse emergere nel frattempo (v. plasmaferesi, idrossiclorochina, eccetera), in modo da condizionare la popolazione a pensare che il vaccino potrà essere l’unica via di salvezza per tornare ad una vita normale.
Una volta ottenuto tutto ciò (mentre nel frattempo le case farmaceutiche lavoravano a testa bassa per impostare la produzione di miliardi di fiale da distribuire nel mondo) ora manca soltanto un ultimo passaggio perchè la sceneggiata si concluda: l’approvazione del vaccino, che deve essere ritenuto “sicuro ed efficace” dalle varie agenzie del farmaco nazionali e internazionali.
Naturalmente, sappiamo tutti benissimo che la fase dell’approvazione è solo una sceneggiata all’interno della sceneggiata: nessun può veramente credere che le agenzie del farmaco avrebbero in qualunque modo fatto da ostacolo alla approvazione dei vaccini, visto che sono le stesse case farmaceutiche che controllano la FDA, l’EMA, l’AIFA eccetera.
Fino ad ora il vaccino della Pfitzer è stato approvato dalla agenzia del farmaco del Regno Unito e dalla FDA americana. Ora tocca appunto alla EMA, l’agenzia europea, che porrà il suo sigillo di garanzia entro la prossima settimana.
Naturalmente, nessuno all’interno della EMA potrà essere ritenuto responsabile in caso di reazioni avverse, anche letali, al vaccino. Né tantomeno potranno essere ritenute responsabili le varie case farmaceutiche che lo mettono sul mercato.
Gli unici “responsabili” per quello che ci accadrà saremo noi, che saremmo obbligati a vaccinarci sotto ricatto, e che saremo poi obbligati a “ricompensarci” con i nostri stessi soldi (quelli delle tasse) nel caso dovessimo restare menomati dalle vaccinazioni stesse.
Ed è qui che la grande sceneggiata rischia di trasformarsi in grande tragedia. FuckYou
Fantapolitica!
Tenere sempre a mente la „regola d‘oro“
Avatar utente
CaneSciolto
Connesso: No
Messaggi: 2622
Iscritto il: 9 giu 2019, 9:13
Località: Roma
Ha Assegnato: 284 Mi Piace
Ha Ricevuto: 1530 Mi Piace

Re: LA GRANDE SCENEGGIATA DEL VACCINO COVID !

Messaggio da leggere da CaneSciolto »

Ovidio ha scritto: 19 dic 2020, 9:12
CaneSciolto ha scritto: 19 dic 2020, 4:49 La grande sceneggiata del vaccino covid prevedeva tre passaggi fondamentali. 1) La dispersione di un virus altamente contagioso ma relativamente poco letale, che fosse in grado di mettere in crisi i sistemi sanitari dei vari paesi, diffondendo il panico nelle varie popolazioni. 2) Una serie infinita di restrizioni, che andavano dal lockdown integrale a misure relativamente più lievi, in modo da abituare la popolazione dei vari paesi alla “dittatura del virus”. Si trattava cioè di condizionare intere popolazioni all’idea che ora fosse il virus a decidere ciò che noi possiamo fare e non fare nella nostra vita, abituandoci progressivamente a rinunciare in modo permanente ai nostri diritti costituzionali. 3) La soppressione, l’oscuramento, e il rifiuto sistematico di qualunque eventuale cura a basso costo che potesse emergere nel frattempo (v. plasmaferesi, idrossiclorochina, eccetera), in modo da condizionare la popolazione a pensare che il vaccino potrà essere l’unica via di salvezza per tornare ad una vita normale.
Una volta ottenuto tutto ciò (mentre nel frattempo le case farmaceutiche lavoravano a testa bassa per impostare la produzione di miliardi di fiale da distribuire nel mondo) ora manca soltanto un ultimo passaggio perchè la sceneggiata si concluda: l’approvazione del vaccino, che deve essere ritenuto “sicuro ed efficace” dalle varie agenzie del farmaco nazionali e internazionali.
Naturalmente, sappiamo tutti benissimo che la fase dell’approvazione è solo una sceneggiata all’interno della sceneggiata: nessun può veramente credere che le agenzie del farmaco avrebbero in qualunque modo fatto da ostacolo alla approvazione dei vaccini, visto che sono le stesse case farmaceutiche che controllano la FDA, l’EMA, l’AIFA eccetera.
Fino ad ora il vaccino della Pfitzer è stato approvato dalla agenzia del farmaco del Regno Unito e dalla FDA americana. Ora tocca appunto alla EMA, l’agenzia europea, che porrà il suo sigillo di garanzia entro la prossima settimana.
Naturalmente, nessuno all’interno della EMA potrà essere ritenuto responsabile in caso di reazioni avverse, anche letali, al vaccino. Né tantomeno potranno essere ritenute responsabili le varie case farmaceutiche che lo mettono sul mercato.
Gli unici “responsabili” per quello che ci accadrà saremo noi, che saremmo obbligati a vaccinarci sotto ricatto, e che saremo poi obbligati a “ricompensarci” con i nostri stessi soldi (quelli delle tasse) nel caso dovessimo restare menomati dalle vaccinazioni stesse.
Ed è qui che la grande sceneggiata rischia di trasformarsi in grande tragedia. FuckYou
Fantapolitica!
...Spesso la realta' supera la fantapolitica!!! SapeVATelo! FuckYou
Connesso
Avatar utente
Sayon
Connesso: Sì
Messaggi: 11390
Iscritto il: 9 giu 2019, 7:58
Ha Assegnato: 3560 Mi Piace
Ha Ricevuto: 4632 Mi Piace

Re: LA GRANDE SCENEGGIATA DEL VACCINO COVID !

Messaggio da leggere da Sayon »

Canscio', finora non ne hai azzeccata UNA (1)? Non eri tu quello che diceva che Trump aveva vinto, e Che stavano mettendo in prigione Biden? Con te basta dire il contrario di quello che dici, per essere sempre dal lato dela ragione.
Rispondi