Chicago Teachers Union: un chiaro esempio dell'America di Biden

Discussioni inerenti la politica internazionale
Connesso
Avatar utente
porterrockwell
Connesso: Sì
Messaggi: 3847
Iscritto il: 9 giu 2019, 11:47
Ha Assegnato: 481 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2488 Mi Piace

Chicago Teachers Union: un chiaro esempio dell'America di Biden

Messaggio da leggere da porterrockwell »

L'Unione degli Insegnanti di Chicago esultava ai primi di novembre.

https://www.ctulocal1.org/posts/thank-y ... democracy/

Congratulazioni al presidente eletto Joe Biden e al vicepresidente eletto Kamala Harris. La loro vittoria in queste elezioni non è solo trasformativa per il nostro paese, ma per gli elettori neri e marroni di Chicago - e in città come Chicago - che hanno partecipato alle urne e hanno usato la loro più potente leva di cambiamento per aiutare a riportare il nostro paese alla normalità.
Sono stati i lavoratori schiavi neri e le popolazioni indigene che hanno ricostruito gli Stati Uniti dopo la guerra rivoluzionaria, e sono i loro discendenti che stanno ricostruendo il nostro paese dopo quattro anni di guerra alla democrazia di Donald Trump.

Già l'impostazione radical globalista pataccara è limpida.

Ma ai dipendenti statali a stipendio assicurato l'ipotesi di riapertura delle scuole non va a genio e guardate cosa ti dicono e come vengono criticati:

https://reason.com/2020/12/06/chicago-t ... -misogyny/

La Chicago Teachers Union, che rappresenta oltre 28.000 educatori nella terza città più grande della nazione, ha twittato domenica: "La spinta alla riapertura delle scuole è radicata nel sessismo, razzismo e misoginia".
Questo è stato l'intero tweet; il sindacato non ha fornito ulteriori commenti o dichiarazioni di chiarimento. Non è stato riconosciuto che molte persone che sostengono che le scuole dovrebbero riaprire lo stanno facendo in buona fede. Un portavoce del sindacato non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

Affermare che il sessismo, il razzismo o qualsiasi altro tipo di fenomeno sono alla "radice" della spinta alla riapertura (finora infruttuosa) è assurdo e offensivo. I genitori stressati che vogliono rimandare i propri figli in classe non sono motivati ​​dall'animus verso gli insegnanti, e certamente non sono motivati ​​dall'animus verso le donne o le minoranze. In effetti, molte persone che vogliono la riapertura delle scuole sono donne e minoranze. Le chiusure legate alla pandemia hanno colpito in modo sproporzionato le famiglie dei centri urbani che dipendono dall'istruzione pubblica. I ragazzini di colore sono tra i più colpiti. Più di 800.000 donne hanno abbandonato la forza lavoro durante la pandemia, in gran parte perché ora devono prendersi cura dei propri figli.

Data questa realtà, sarebbe più corretto affermare che la spinta a mantenere le scuole chiuse è razzista e sessista, sebbene la causa principale delle continue chiusure non sia il razzismo o il sessismo, ma piuttosto l'enorme potere politico dei sindacati degli insegnanti, che hanno esercitato pressioni i funzionari distrettuali devono attenersi all'istruzione virtuale anche se altri dipendenti essenziali tornano al lavoro. Gli insegnanti delle scuole pubbliche, dopotutto, continuano a ricevere uno stipendio a prescindere, il che significa che il loro sindacato ha pochissimi incentivi a correre qualsiasi rischio, indipendentemente da quanto possa essere inferiore alla qualità dell'istruzione a distanza.

Vale la pena ricordare che lo sforzo per mantenere le scuole chiuse non è fondato sulla scienza: tutti, da Anthony Fauci al senatore Rand Paul (R-Ky.), Concordano sul fatto che molti distretti dovrebbero procedere verso la riapertura caso per caso. L'evidenza mostra che le aule non sono una fonte significativa di diffusione per COVID-19.

Se gli educatori pubblici non sono disposti a fornire il tipo di istruzione che le famiglie vogliono e di cui i bambini hanno bisogno, allora sarebbe preferibile restituire i soldi in modo che i genitori possano fare scelte informate sulla scolarizzazione e poterla pagare. Non c'è niente di razzista o sessista in questo. Al contrario.
Scorra come acqua il diritto e la giustizia come un torrente perenne. Amos 5,24
Rispondi