Cosa ne pensate di Greta Thunberg?(parei,opinioni positive o negative)

Forum di discussione sulla politica italiana, i partiti e le istituzioni.
Avatar utente
Ovidio
Connesso: No
Messaggi: 3554
Iscritto il: 25 set 2020, 17:08
Ha Assegnato: 352 Mi Piace
Ha Ricevuto: 862 Mi Piace

Re: Cosa ne pensate di Greta Thunberg?(parei,opinioni positive o negative)

Messaggio da leggere da Ovidio »

RedWine ha scritto: 6 dic 2020, 22:11
Ovidio ha scritto: 6 dic 2020, 20:01
Tolomeo era un filosofo, non uno scienziato. Non era uno sprovveduto, ma certamente un grande pensatore, il cui pensiero ha condizionato tutto il sapere, come pure il peniero di Aristotele, per via di San Tommaso e Sant'Agostino.

All'epoca di Tolomeo c'era dialettica in molti campi, ma non si parlava di scienza, piuttosto di filosofia.
scusa, ma mi sai indicare nella sua opera dove sta la filosofia?
https://www.ottante.it/2009/10/07/luniv ... o-tolomeo/
Ovidio ha scritto: 6 dic 2020, 20:01 Anche Pitagora era un filosofo.

E per tornare ad Aristotele, lui spiegava la teoria del moto non in base a osservazioni, ma su pure speculazioni. Aristotele non era uno scienziato, ma un filosofo!

Per lui un moto continuava a persistere sinchè una forza agiva sul corpo.

Alla domanda perché una freccia continuasse a sfrecciare nell'aria, benchè la corda dell' arco non agisse più sulla freccia, rispondeva che era l'azione dell'aria a continuare ad agire sulla freccia.

Pure elucubrazioni mentali. Tra l'altro Federico ll, grande apassionato di caccia con il falco, nel suo trattato al riguardo dice che le affermazioni di Aristotele sul volo del falco indicano come Aristotele non abbia mai analizzato dal vivo il volo del falco. Anche per questo fu 'bannato' dalla chiesa: criticare Aristotele! Giammai.

Ma fate come volete, come più vi piace. Volete Tolomeo e Aristotele scienziati! Accomodatevi pure. Ma non avrete mai capito cos'è scienza.

Tra l'altro, nel medioevo, le materie di insegnamento erano: arti, medicina, diritto, teologia. Mai nominata la scienza!
ma per tè cos'è la scienza?
è noto che con il sapere attuale i medici medioevali non avevano capito assolutamente nulla, ma erano medici o cosa?
plinio era un naturalista anche se credeva che i delfini fossero pesci?
ipazia era una matematica?
prima di Galileo non esisteva la scienza? pensi che Galileo sia partito da zero?
forse dovresti correggere wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/Storia_della_scienza
Amico mio, ho fatto il fisico in ricerca di base, in ricerca applicativa, in industria, e le mie conoscenze in questo campo non passano per wikipedia. Non so le tue.
Tanti saluti
Tenere sempre a mente la „regola d‘oro“
Connesso
Avatar utente
RedWine
Connesso: Sì
Messaggi: 5279
Iscritto il: 9 giu 2019, 14:54
Ha Assegnato: 1191 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2876 Mi Piace

Re: Cosa ne pensate di Greta Thunberg?(parei,opinioni positive o negative)

Messaggio da leggere da RedWine »

Ovidio ha scritto: 6 dic 2020, 23:18 Amico mio, ho fatto il fisico in ricerca di base, in ricerca applicativa, in industria, e le mie conoscenze in questo campo non passano per wikipedia. Non so le tue.
Tanti saluti
ricerca di base? in quale campo? e cosa centra con quello di cui stiamo parlando?
la tua mi sembra un po una risposta alla marchese del grillo
https://youtu.be/pkFiolEfP44
quello di cui stiamo parlando è questo
https://www.amazon.it/origini-del-pensi ... B00CRGNRN2
"Non avrete nulla e sarete felici". e se non fossi felice? "non ti preoccupare, ti cureremo"
Davos agenda 2030.
Avatar utente
Ovidio
Connesso: No
Messaggi: 3554
Iscritto il: 25 set 2020, 17:08
Ha Assegnato: 352 Mi Piace
Ha Ricevuto: 862 Mi Piace

Re: Cosa ne pensate di Greta Thunberg?(parei,opinioni positive o negative)

Messaggio da leggere da Ovidio »

RedWine ha scritto: 6 dic 2020, 23:55
Ovidio ha scritto: 6 dic 2020, 23:18 Amico mio, ho fatto il fisico in ricerca di base, in ricerca applicativa, in industria, e le mie conoscenze in questo campo non passano per wikipedia. Non so le tue.
Tanti saluti
ricerca di base? in quale campo? e cosa centra con quello di cui stiamo parlando?
la tua mi sembra un po una risposta alla marchese del grillo
https://youtu.be/pkFiolEfP44
quello di cui stiamo parlando è questo
https://www.amazon.it/origini-del-pensi ... B00CRGNRN2
Buona lettura!
Tenere sempre a mente la „regola d‘oro“
Avatar utente
giampieros
Connesso: No
Messaggi: 735
Iscritto il: 17 giu 2019, 20:07
Ha Assegnato: 302 Mi Piace
Ha Ricevuto: 386 Mi Piace

Re: Cosa ne pensate di Greta Thunberg?(parei,opinioni positive o negative)

Messaggio da leggere da giampieros »

Ovidio ha scritto: 6 dic 2020, 23:18
RedWine ha scritto: 6 dic 2020, 22:11
Ovidio ha scritto: 6 dic 2020, 20:01
Tolomeo era un filosofo, non uno scienziato. Non era uno sprovveduto, ma certamente un grande pensatore, il cui pensiero ha condizionato tutto il sapere, come pure il peniero di Aristotele, per via di San Tommaso e Sant'Agostino.

All'epoca di Tolomeo c'era dialettica in molti campi, ma non si parlava di scienza, piuttosto di filosofia.
scusa, ma mi sai indicare nella sua opera dove sta la filosofia?
https://www.ottante.it/2009/10/07/luniv ... o-tolomeo/
Ovidio ha scritto: 6 dic 2020, 20:01 Anche Pitagora era un filosofo.

E per tornare ad Aristotele, lui spiegava la teoria del moto non in base a osservazioni, ma su pure speculazioni. Aristotele non era uno scienziato, ma un filosofo!

Per lui un moto continuava a persistere sinchè una forza agiva sul corpo.

Alla domanda perché una freccia continuasse a sfrecciare nell'aria, benchè la corda dell' arco non agisse più sulla freccia, rispondeva che era l'azione dell'aria a continuare ad agire sulla freccia.

Pure elucubrazioni mentali. Tra l'altro Federico ll, grande apassionato di caccia con il falco, nel suo trattato al riguardo dice che le affermazioni di Aristotele sul volo del falco indicano come Aristotele non abbia mai analizzato dal vivo il volo del falco. Anche per questo fu 'bannato' dalla chiesa: criticare Aristotele! Giammai.

Ma fate come volete, come più vi piace. Volete Tolomeo e Aristotele scienziati! Accomodatevi pure. Ma non avrete mai capito cos'è scienza.

Tra l'altro, nel medioevo, le materie di insegnamento erano: arti, medicina, diritto, teologia. Mai nominata la scienza!
ma per tè cos'è la scienza?
è noto che con il sapere attuale i medici medioevali non avevano capito assolutamente nulla, ma erano medici o cosa?
plinio era un naturalista anche se credeva che i delfini fossero pesci?
ipazia era una matematica?
prima di Galileo non esisteva la scienza? pensi che Galileo sia partito da zero?
forse dovresti correggere wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/Storia_della_scienza
Amico mio, ho fatto il fisico in ricerca di base, in ricerca applicativa, in industria, e le mie conoscenze in questo campo non passano per wikipedia. Non so le tue.
Tanti saluti
Visto che "hai fatto il fisico", staremo tutti zitti. Voglio solo dirti che non è questo il luogo dove vantare lauree, master, ricerca di base etc. Per queste cose ci sono le riviste scientifiche. Un forum di politica non è il posto adatto. Se ti può interessare, la scienza esisteva anche prima di Galileo, dopo Galileo infatti si parla di "scienza moderna". Nella Grecia classica, la dicotomia fra filosofia e scienza non esisteva, pensiamo a Democrito che si studia nella storia della filosofia... più scienziato di lui...
Io abito a Roma e vado ogni tanto all'Accademia dei Lincei, come ascoltatore naturalmente... anche perché l'ingresso è libero ed a gratis! ...Se tu dovessi tenere una qualche conferenza, fammelo sapere, sarò felice di venirti a sentire. Ecco, lì puoi rendere pubblici tutti i tuoi titoli accademici, evita però di farlo nel forum, non ci fai una bella figura. Siete solo in tre a vantare studi superiore: gli altri due non ti dico chi sono perché dovresti già averlo capito da solo. In questo Forum siete solo in tre a rendere pubblici i vostri titolo accademici, ad usarli come fossero armi "di verità"...in realtà sono molti più di tre i frequentatori del forum ad essere laureati...solo che intelligentemente non lo dicono perché non è il posto appropriato
per dirlo.
P.S. continuerò a parlare di "cambiamenti climatici" e dello stato attuale delle conoscenze scientifiche. Te lo dico così eviti di perdere tempo a leggermi. Non sono un geologo, non sono un climatologo, non ho nemmeno una laurea in fisica, ti consiglio di leggere altro.

Ps:2 Tanti anni fa, quando la prima delle mie figlie stava per laurearsi in medicina, una collega un bel po' più anziana di lei già laureata in odontoiatria, ebbe una discussione con un docente che le disse "ma come fa a non saperlo? Che è stupida!"
-Ma come si permette! Questa è la seconda laurea che prendo! Sono già laureata in odontoiatria....
- Va beh, va beh, le chiedo scusa... non se la prenda... vorrà dire che sarà una stupida con due lauree!
Avatar utente
Shamash
Connesso: No
Messaggi: 1994
Iscritto il: 9 giu 2019, 16:37
Ha Assegnato: 1124 Mi Piace
Ha Ricevuto: 1377 Mi Piace

Re: Cosa ne pensate di Greta Thunberg?(parei,opinioni positive o negative)

Messaggio da leggere da Shamash »

Interessante come il dibattito si sia spostato progressivamente da Greta al valore intrinseco della scienza.
Questa [a mio avviso sbagliata] dicotomia, che si è prodotta a partire generalmente da Descartes, ha portato solo guai. La scienza e la filosofia perseguono i medesimi obiettivi, solo che lo fanno imboccando strade diverse. In tutti i casi, infatti, vi è il desiderio di conoscenza, ma adoperando strumenti diversi. Un tempo ciò era normale, ossia non vi era una tale netta differenziazione, poi c'è stata questa cesura.

Tornando alla tematica, è chiaro che il messaggio di fondo di Greta (e di tutte le persone come lei che si battono pubblicamente per uno scopo simile) sia fondamentalmente corretto, proprio perché è palese che bisogna intervenire e farlo alla svelta per salvare il nostro pianeta. Tuttavia, alle spalle ci sono (o ci possono essere) acuti lucratori e quindi diviene un comportamento losco, atto solo all'arricchimento personale (sfruttando l'immagine spesso ignara di questi ragazzini).
«Siate il meglio di qualunque cosa siate» [Martin Luther King]
«Dove regna la saggezza, non vi è alcun conflitto tra pensiero e sentimento» [Carl Gustav Jung]
Avatar utente
Ovidio
Connesso: No
Messaggi: 3554
Iscritto il: 25 set 2020, 17:08
Ha Assegnato: 352 Mi Piace
Ha Ricevuto: 862 Mi Piace

Re: Cosa ne pensate di Greta Thunberg?(parei,opinioni positive o negative)

Messaggio da leggere da Ovidio »

giampieros ha scritto: 7 dic 2020, 15:14
Ovidio ha scritto: 6 dic 2020, 23:18
RedWine ha scritto: 6 dic 2020, 22:11

scusa, ma mi sai indicare nella sua opera dove sta la filosofia?
https://www.ottante.it/2009/10/07/luniv ... o-tolomeo/

ma per tè cos'è la scienza?
è noto che con il sapere attuale i medici medioevali non avevano capito assolutamente nulla, ma erano medici o cosa?
plinio era un naturalista anche se credeva che i delfini fossero pesci?
ipazia era una matematica?
prima di Galileo non esisteva la scienza? pensi che Galileo sia partito da zero?
forse dovresti correggere wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/Storia_della_scienza
Amico mio, ho fatto il fisico in ricerca di base, in ricerca applicativa, in industria, e le mie conoscenze in questo campo non passano per wikipedia. Non so le tue.
Tanti saluti
Visto che "hai fatto il fisico", staremo tutti zitti. Voglio solo dirti che non è questo il luogo dove vantare lauree, master, ricerca di base etc. Per queste cose ci sono le riviste scientifiche. Un forum di politica non è il posto adatto. Se ti può interessare, la scienza esisteva anche prima di Galileo, dopo Galileo infatti si parla di "scienza moderna". Nella Grecia classica, la dicotomia fra filosofia e scienza non esisteva, pensiamo a Democrito che si studia nella storia della filosofia... più scienziato di lui...
Io abito a Roma e vado ogni tanto all'Accademia dei Lincei, come ascoltatore naturalmente... anche perché l'ingresso è libero ed a gratis! ...Se tu dovessi tenere una qualche conferenza, fammelo sapere, sarò felice di venirti a sentire. Ecco, lì puoi rendere pubblici tutti i tuoi titoli accademici, evita però di farlo nel forum, non ci fai una bella figura. Siete solo in tre a vantare studi superiore: gli altri due non ti dico chi sono perché dovresti già averlo capito da solo. In questo Forum siete solo in tre a rendere pubblici i vostri titolo accademici, ad usarli come fossero armi "di verità"...in realtà sono molti più di tre i frequentatori del forum ad essere laureati...solo che intelligentemente non lo dicono perché non è il posto appropriato
per dirlo.
P.S. continuerò a parlare di "cambiamenti climatici" e dello stato attuale delle conoscenze scientifiche. Te lo dico così eviti di perdere tempo a leggermi. Non sono un geologo, non sono un climatologo, non ho nemmeno una laurea in fisica, ti consiglio di leggere altro.

Ps:2 Tanti anni fa, quando la prima delle mie figlie stava per laurearsi in medicina, una collega un bel po' più anziana di lei già laureata in odontoiatria, ebbe una discussione con un docente che le disse "ma come fa a non saperlo? Che è stupida!"
-Ma come si permette! Questa è la seconda laurea che prendo! Sono già laureata in odontoiatria....
- Va beh, va beh, le chiedo scusa... non se la prenda... vorrà dire che sarà una stupida con due lauree!
Non parlo delle mie poche conoscenze che raramente. Chi si loda si imbroda. Solo che in tanti anni di lavoro e in tanti libri di scienza letti e stuiati per motivi di lavoro, non ho mai trovato un accenno a teorie scientifiche aristoteliche o tolemaiche. In tanti libri i filosofia, invece, a piè sospinto. (Non parlo di matematica per altri motivi). Galileo al contrario viene sempre e ripetutamente citato. Lui è uno scienziato, gli altri due no!

Il fatto è che non voglio salire in cattedra ovunque e sempre. Se fossi muratore, farei discussioni sulla murtura solo con i muratorori, ma salirei in cattedra come muratore illustrando cosa è la muraura.

Se fossi muratore non mi vergognerei di esserlo e dirlo.

Sono un fisico, non mi vergogno di esserlo e dirlo, non ho mai insegnato al liceo fisica, ma ho sempre fatto fisica teorica e sperimentale in molti campi scientifici ed applicativi, ho lavorato con e collaborato a gruppi scientifici di alto livello internazinale (si può dire senza venir tacciato di sicumera?), quindi se si parla di scienza, primo mi presento, altrimenti si pensa che vendo fumo, secondo mi sento abilitato a salire in cattredra. Se le mie lezioni non vi piacciono, potete uscire dall'aula. Nessuno vi trattiene.

Ma non mi venite a rompere i coglioni con quello che avete sentito dire o letto!

Anche se lo avesse detto un premio nobel o un luminare riconosciuto come tale dai colleghi, non mi farebbe cambiare opinione. Ne ho conosciuto personalmente molti, compreso Rubbia, Zichichi o Amaldi. Non sono stato sempre in accordo con loro e con altri su idee di carattere generale, e quindi ... se vi va bene, bene, altrimenti ognuno si tiene le sue opinioni.

P. S. Il tema scienza non l'ho iniziato io, non è mio costume, come scienzato, andare fuori tema. La mia è stata solo una reazione ad un concetto che ritenevo e ritengo errato!
Tenere sempre a mente la „regola d‘oro“
Avatar utente
Ovidio
Connesso: No
Messaggi: 3554
Iscritto il: 25 set 2020, 17:08
Ha Assegnato: 352 Mi Piace
Ha Ricevuto: 862 Mi Piace

Re: Cosa ne pensate di Greta Thunberg?(parei,opinioni positive o negative)

Messaggio da leggere da Ovidio »

Shamash ha scritto: 7 dic 2020, 15:26 Interessante come il dibattito si sia spostato progressivamente da Greta al valore intrinseco della scienza.
Questa [a mio avviso sbagliata] dicotomia, che si è prodotta a partire generalmente da Descartes, ha portato solo guai. La scienza e la filosofia perseguono i medesimi obiettivi, solo che lo fanno imboccando strade diverse. In tutti i casi, infatti, vi è il desiderio di conoscenza, ma adoperando strumenti diversi. Un tempo ciò era normale, ossia non vi era una tale netta differenziazione, poi c'è stata questa cesura.

Tornando alla tematica, è chiaro che il messaggio di fondo di Greta (e di tutte le persone come lei che si battono pubblicamente per uno scopo simile) sia fondamentalmente corretto, proprio perché è palese che bisogna intervenire e farlo alla svelta per salvare il nostro pianeta. Tuttavia, alle spalle ci sono (o ci possono essere) acuti lucratori e quindi diviene un comportamento losco, atto solo all'arricchimento personale (sfruttando l'immagine spesso ignara di questi ragazzini).
Filosofia etimologicamente significa "amore per la sapienza".

È un'amore che anima i pensatori, gli scienziati, i frequentatori del forum e che,come dice a mio parere giustamente Shamash, viene perseguito seguendo vie diverse.

Si prtecipa al forum proprio per amore di ... sapienza.

Ma non bisogna mischiare le carte!

Nel forum credo siano pochi i geologi che possano fare affermazioni a ragion veduta. Gli altri, io per primo, posono solo esprimere pure opinini.

Comunque mi pare che i cambiamenti climatici siano sotto gli occhi di tutti. Quello che non è chiaro, è la causa.

Rubbia parla di cause naturali, ma è solo una sua opinione, che non conivido.

Greta parla di interventi mirati, che non penso verranno mai messi in pratica.

Non parlo di energie alternative, ma di disboscamento, inquinamento ottico, acustico, ambientale, depauperamento di risorse non rinnovabili.

Cosa penso? distruggeremo il nostro pianeta e poi (anzi, pima) andremo a colonizzarne altri.

Prepariamoci ad una nuova odissea!
Tenere sempre a mente la „regola d‘oro“
Avatar utente
giampieros
Connesso: No
Messaggi: 735
Iscritto il: 17 giu 2019, 20:07
Ha Assegnato: 302 Mi Piace
Ha Ricevuto: 386 Mi Piace

Re: Cosa ne pensate di Greta Thunberg?(parei,opinioni positive o negative)

Messaggio da leggere da giampieros »

Ovidio ha scritto: 7 dic 2020, 16:28
Shamash ha scritto: 7 dic 2020, 15:26 Interessante come il dibattito si sia spostato progressivamente da Greta al valore intrinseco della scienza.
Questa [a mio avviso sbagliata] dicotomia, che si è prodotta a partire generalmente da Descartes, ha portato solo guai. La scienza e la filosofia perseguono i medesimi obiettivi, solo che lo fanno imboccando strade diverse. In tutti i casi, infatti, vi è il desiderio di conoscenza, ma adoperando strumenti diversi. Un tempo ciò era normale, ossia non vi era una tale netta differenziazione, poi c'è stata questa cesura.

Tornando alla tematica, è chiaro che il messaggio di fondo di Greta (e di tutte le persone come lei che si battono pubblicamente per uno scopo simile) sia fondamentalmente corretto, proprio perché è palese che bisogna intervenire e farlo alla svelta per salvare il nostro pianeta. Tuttavia, alle spalle ci sono (o ci possono essere) acuti lucratori e quindi diviene un comportamento losco, atto solo all'arricchimento personale (sfruttando l'immagine spesso ignara di questi ragazzini).
Filosofia etimologicamente significa "amore per la sapienza".

È un'amore che anima i pensatori, gli scienziati, i frequentatori del forum e che,come dice a mio parere giustamente Shamash, viene perseguito seguendo vie diverse.

Si prtecipa al forum proprio per amore di ... sapienza.

Ma non bisogna mischiare le carte!

Nel forum credo siano pochi i geologi che possano fare affermazioni a ragion veduta. Gli altri, io per primo, posono solo esprimere pure opinini.

Comunque mi pare che i cambiamenti climatici siano sotto gli occhi di tutti. Quello che non è chiaro, è la causa.

Rubbia parla di cause naturali, ma è solo una sua opinione, che non conivido.

Greta parla di interventi mirati, che non penso verranno mai messi in pratica.

Non parlo di energie alternative, ma di disboscamento, inquinamento ottico, acustico, ambientale, depauperamento di risorse non rinnovabili.

Cosa penso? distruggeremo il nostro pianeta e poi (anzi, pima) andremo a colonizzarne altri.

Prepariamoci ad una nuova odissea!
UN AMORE Ovidio, si scrive un amore, senza apostrofo. E' una regola grammaticale che si studia alle elementari.
"UN" davanti ai nomi maschili: un uomo, un albero, un insegnante (se è un uomo); "UN'" davanti ai nomi femminili: un'orchidea, un'orgia, un'insegnante (se è una donna).
E non sono nemmeno un professore di lettere...
Avatar utente
Ovidio
Connesso: No
Messaggi: 3554
Iscritto il: 25 set 2020, 17:08
Ha Assegnato: 352 Mi Piace
Ha Ricevuto: 862 Mi Piace

Re: Cosa ne pensate di Greta Thunberg?(parei,opinioni positive o negative)

Messaggio da leggere da Ovidio »

giampieros ha scritto: 7 dic 2020, 17:54
Ovidio ha scritto: 7 dic 2020, 16:28
Shamash ha scritto: 7 dic 2020, 15:26 Interessante come il dibattito si sia spostato progressivamente da Greta al valore intrinseco della scienza.
Questa [a mio avviso sbagliata] dicotomia, che si è prodotta a partire generalmente da Descartes, ha portato solo guai. La scienza e la filosofia perseguono i medesimi obiettivi, solo che lo fanno imboccando strade diverse. In tutti i casi, infatti, vi è il desiderio di conoscenza, ma adoperando strumenti diversi. Un tempo ciò era normale, ossia non vi era una tale netta differenziazione, poi c'è stata questa cesura.

Tornando alla tematica, è chiaro che il messaggio di fondo di Greta (e di tutte le persone come lei che si battono pubblicamente per uno scopo simile) sia fondamentalmente corretto, proprio perché è palese che bisogna intervenire e farlo alla svelta per salvare il nostro pianeta. Tuttavia, alle spalle ci sono (o ci possono essere) acuti lucratori e quindi diviene un comportamento losco, atto solo all'arricchimento personale (sfruttando l'immagine spesso ignara di questi ragazzini).
Filosofia etimologicamente significa "amore per la sapienza".

È un'amore che anima i pensatori, gli scienziati, i frequentatori del forum e che,come dice a mio parere giustamente Shamash, viene perseguito seguendo vie diverse.

Si prtecipa al forum proprio per amore di ... sapienza.

Ma non bisogna mischiare le carte!

Nel forum credo siano pochi i geologi che possano fare affermazioni a ragion veduta. Gli altri, io per primo, posono solo esprimere pure opinini.

Comunque mi pare che i cambiamenti climatici siano sotto gli occhi di tutti. Quello che non è chiaro, è la causa.

Rubbia parla di cause naturali, ma è solo una sua opinione, che non conivido.

Greta parla di interventi mirati, che non penso verranno mai messi in pratica.

Non parlo di energie alternative, ma di disboscamento, inquinamento ottico, acustico, ambientale, depauperamento di risorse non rinnovabili.

Cosa penso? distruggeremo il nostro pianeta e poi (anzi, pima) andremo a colonizzarne altri.

Prepariamoci ad una nuova odissea!
UN AMORE Ovidio, si scrive un amore, senza apostrofo. E' una regola grammaticale che si studia alle elementari.
"UN" davanti ai nomi maschili: un uomo, un albero, un insegnante (se è un uomo); "UN'" davanti ai nomi femminili: un'orchidea, un'orgia, un'insegnante (se è una donna).
E non sono nemmeno un professore di lettere...
Quando hai ragione hai ragione!

Ma, carissimo Giampieros, se vuoi trovare errori in quello che penso, dico o scrivo, perdi il tuo tempo. Basta chiedermelo, ed io ti risponderò che sono pieno di errori e che, se li intravedo, povo a correggerli. Ma non tutti. Ad alcuni ci sono proprio affezionato!

Comunque se non intravedo errori proseguo per la mia strada, anche se ad occhi di altri è sbagliata. Ma questo è quello che facciamo tutti, anche i così detti santi!
Tenere sempre a mente la „regola d‘oro“
Avatar utente
giampieros
Connesso: No
Messaggi: 735
Iscritto il: 17 giu 2019, 20:07
Ha Assegnato: 302 Mi Piace
Ha Ricevuto: 386 Mi Piace

Re: Cosa ne pensate di Greta Thunberg?(parei,opinioni positive o negative)

Messaggio da leggere da giampieros »

Ovidio ha scritto: 7 dic 2020, 18:02
giampieros ha scritto: 7 dic 2020, 17:54
Ovidio ha scritto: 7 dic 2020, 16:28
Filosofia etimologicamente significa "amore per la sapienza".

È un'amore che anima i pensatori, gli scienziati, i frequentatori del forum e che,come dice a mio parere giustamente Shamash, viene perseguito seguendo vie diverse.

Si prtecipa al forum proprio per amore di ... sapienza.

Ma non bisogna mischiare le carte!

Nel forum credo siano pochi i geologi che possano fare affermazioni a ragion veduta. Gli altri, io per primo, posono solo esprimere pure opinini.

Comunque mi pare che i cambiamenti climatici siano sotto gli occhi di tutti. Quello che non è chiaro, è la causa.

Rubbia parla di cause naturali, ma è solo una sua opinione, che non conivido.

Greta parla di interventi mirati, che non penso verranno mai messi in pratica.

Non parlo di energie alternative, ma di disboscamento, inquinamento ottico, acustico, ambientale, depauperamento di risorse non rinnovabili.

Cosa penso? distruggeremo il nostro pianeta e poi (anzi, pima) andremo a colonizzarne altri.

Prepariamoci ad una nuova odissea!
UN AMORE Ovidio, si scrive un amore, senza apostrofo. E' una regola grammaticale che si studia alle elementari.
"UN" davanti ai nomi maschili: un uomo, un albero, un insegnante (se è un uomo); "UN'" davanti ai nomi femminili: un'orchidea, un'orgia, un'insegnante (se è una donna).
E non sono nemmeno un professore di lettere...
Quando hai ragione hai ragione!

Ma, carissimo Giampieros, se vuoi trovare errori in quello che penso, dico o scrivo, perdi il tuo tempo. Basta chiedermelo, ed io ti risponderò che sono pieno di errori e che, se li intravedo, povo a correggerli. Ma non tutti. Ad alcuni ci sono proprio affezionato!

Comunque se non intravedo errori proseguo per la mia stradgli errorti che faccio in maniera più che copiosa a, anche se ad occhi di altri è sbagliata. Ma questo è quello che facciamo tutti, anche i così detti santi!
Se qualcuno mi fa notare gli errori che commetto in maniera più che copiosa, non posso che ringraziarlo. Non molto tempo fa, una gentile forumista (non di questo forum) mi fece notare che sbagliavo regolarmente alcuni accenti sui monosillabi. L'ho ringraziata ed adesso non li sbaglio più.
Quello che non mi piace è opporre ad un ragionamento, un titolo accademico. E' giusta la cosa che dico IO perché IO ho i titoli per dirla.
C'è un aforisma inglese che suona più o meno così:

In Italia l'autorevolezza di una affermazione dipende dall'autorità di chi la dice.
In Inghilterra l'autorità di una persona dipende dall'autorevolezza di ciò che dice.


L'amico inglese che me la disse non usò l'esempio di Italia ed Inghilterra. Quello lo uso io.
Avatar utente
Ovidio
Connesso: No
Messaggi: 3554
Iscritto il: 25 set 2020, 17:08
Ha Assegnato: 352 Mi Piace
Ha Ricevuto: 862 Mi Piace

Re: Cosa ne pensate di Greta Thunberg?(parei,opinioni positive o negative)

Messaggio da leggere da Ovidio »

giampieros ha scritto: 7 dic 2020, 18:48
Ovidio ha scritto: 7 dic 2020, 18:02
giampieros ha scritto: 7 dic 2020, 17:54

UN AMORE Ovidio, si scrive un amore, senza apostrofo. E' una regola grammaticale che si studia alle elementari.
"UN" davanti ai nomi maschili: un uomo, un albero, un insegnante (se è un uomo); "UN'" davanti ai nomi femminili: un'orchidea, un'orgia, un'insegnante (se è una donna).
E non sono nemmeno un professore di lettere...
Quando hai ragione hai ragione!

Ma, carissimo Giampieros, se vuoi trovare errori in quello che penso, dico o scrivo, perdi il tuo tempo. Basta chiedermelo, ed io ti risponderò che sono pieno di errori e che, se li intravedo, povo a correggerli. Ma non tutti. Ad alcuni ci sono proprio affezionato!

Comunque se non intravedo errori proseguo per la mia stradgli errorti che faccio in maniera più che copiosa a, anche se ad occhi di altri è sbagliata. Ma questo è quello che facciamo tutti, anche i così detti santi!
Se qualcuno mi fa notare gli errori che commetto in maniera più che copiosa, non posso che ringraziarlo. Non molto tempo fa, una gentile forumista (non di questo forum) mi fece notare che sbagliavo regolarmente alcuni accenti sui monosillabi. L'ho ringraziata ed adesso non li sbaglio più.
Quello che non mi piace è opporre ad un ragionamento, un titolo accademico. E' giusta la cosa che dico IO perché IO ho i titoli per dirla.
C'è un aforisma inglese che suona più o meno così:

In Italia l'autorevolezza di una affermazione dipende dall'autorità di chi la dice.
In Inghilterra l'autorità di una persona dipende dall'autorevolezza di ciò che dice.


L'amico inglese che me la disse non usò l'esempio di Italia ed Inghilterra. Quello lo uso io.
Mi puoi dire se le questioni di base su cui disutimo sono:
1. Tolomeo ... è / non è ... uno scienziato
2. Il pensiero di Galileo ... era /non era ... condiviso dagli scienziati dell'epoca

?????

La mia opinine al riguardo è:
1. Tolomeo non era uno scienziato
2. Gli scienziati dell'epoca di Galileo (non i teologi) condividevano il suo pensiero (Galileo seguitò in nero a comunicare con il resto di Europa)

Perchè sostengo questo? Perchè io non giudico la scienza da profano, ma da scienziato.

Perché sono uno scienziato? Perchè ho molte pubblicazioni in riviste scienifiche ad alto impact factor, e perché ho lavorato tutta una vita in centri di ricerca sientifica di base ed applicata. E di queste cose il mio intrlocutore ne deve tener conto. Poi può pensare quello che vuole, ma se non è uno scienziato, non può pensare da scienziato, non essendolo mai stato.

Può pensare in modo diverso, ma se mi contesta, deve entrare in discussione, alla quale sono sempre aperto, ma fino ad un certo punto.
Tenere sempre a mente la „regola d‘oro“
Holubice
Connesso: No

Re: Cosa ne pensate di Greta Thunberg?(parei,opinioni positive o negative)

Messaggio da leggere da Holubice »

Michelangelo ha scritto: 4 dic 2020, 10:59 ...
Le nazioni che inquinano di più sono India e Cina. Ma né Greta, né nessun altro ambientalista incallito, osa fare la ramanzina a queste nazioni.
Ad esempio, la Cina produce il 90% dell'inquinamento di plastica nei mari, mentre in Europa si fanno le pulci a chi produce articoli in plastica( bottiglie, piatti, bicchieri...cannucce). Quindi, non ha senso fare una battaglia feroce sull'inquinamento "occidentale", se poi nei paesi asiatici continuano a produrre il GROSSO dell'inquinamento del Pianeta, non avendo - loro - alcuna regola o rispetto per l'ambiente ( e nessuno li sanziona)...
La Cina sta prendendo molto seriamente il problema ambientale...

Immagine

... perché, già ora, in certe giornate non hanno letteralmente più aria per respirare. Per loro non è un problema imminente: hanno già qualcuno che li sta strozzando. E, in questi casi, non conta se sei un misero ciabattino pechinese, oppure il primo ministro: non respirano tutti e due. Ecco perché stanno facendo investimenti colossali nelle rinnovabili, nella ricerca delle batterie ecologiche e veloci (le sole che consentono di assicurare continuità all'eolico e al fotovoltaico). A titolo di esempio, guarda che cosa stanno combinando qui:

In Cina il più grande parco eolico del pianeta con 20 GW

Immagine

"... Nel 2012 la potenza eolica installata nel mondo ha superato i 270 GW; circa un quarto si trova in Cina, dove nella provincia desertica di Gansu è in costuzione il più grande parco eolico del pianeta. Il parco occupa un'area di circa 2000 km², equivalente a una provincia media italiana. (1)
Attualmente sono stati installati 6 GW e i lavori procedono al ritmo di 36 nuove turbine al giorno, con l'obiettivo di raggiungere entro il 2020 un totale di 20 GW. Per farsi un'idea, si tratta del triplo della potenza attualmente installata in Italia.
Poiché la zona è molto ventosa (la producibilità si aggira intorno alle 2500 h/anno), a progetto ultimato verranno prodotti 50 TWh all'anno (5 volte la produzione italiana).
E' stato necessario costruire un opportuno sistema di controllo per riequilibrare l'output delle turbine, in modo da non superare la potenza di trasmissione delle linee elettriche che è limitato (si fa per dire) a 1,5 GW.
La produzione di questo parco eolico equivale più o meno a quella di 6 centrali nucleari da 1 GW,ma il costo del progetto (12 miliardi di €) equivale ad una volta e mezzo quanto sta pagando la Francia per costruire il reattore di Flamanville..." (CONTINUA NEL LINK)


La sfida ambientale, il morire o il no morire soffocati, si gioca tutta nella ricerca applicata alle nuove batterie. Io, che sono un signore di mezza età, potrei anche fregarmene. Greta no.

Immagine
Connesso
Avatar utente
Michelangelo
Connesso: Sì
Messaggi: 2260
Iscritto il: 23 giu 2019, 15:00
Ha Assegnato: 3447 Mi Piace
Ha Ricevuto: 1444 Mi Piace

Re: Cosa ne pensate di Greta Thunberg?(parei,opinioni positive o negative)

Messaggio da leggere da Michelangelo »

Holubice ha scritto: 7 dic 2020, 20:23
La Cina sta prendendo molto seriamente il problema ambientale...

Immagine

... perché, già ora, in certe giornate non hanno letteralmente più aria per respirare. Per loro non è un problema imminente: hanno già qualcuno che li sta strozzando. E, in questi casi, non conta se sei un misero ciabattino pechinese, oppure il primo ministro: non respirano tutti e due. Ecco perché stanno facendo investimenti colossali nelle rinnovabili, nella ricerca delle batterie ecologiche e veloci (le sole che consentono di assicurare continuità all'eolico e al fotovoltaico). A titolo di esempio, guarda che cosa stanno combinando qui:

In Cina il più grande parco eolico del pianeta con 20 GW
..La sfida ambientale, il morire o il no morire soffocati, si gioca tutta nella ricerca applicata alle nuove batterie. Io, che sono un signore di mezza età, potrei anche fregarmene. Greta no.

Immagine
Non sapevo che la Cina fosse così impegnata nelle energie rinnovabili( eolico e fotovoltaico). Ma del resto era inevitabile che si dessero da fare, osservando quella foto panoramica! ( sconvolgente!)
Ma, parrebbe che in questi ultimi anni, a causa di tutti questi investimenti, siano ora carichi di debiti e stiano tornando sui loro passi.

Copio uno stralcio di un recente articolo, sull'argomento:
"Gli investimenti di Pechino in energie rinnovabili sono scesi da 76 miliardi di dollari nella prima metà del 2017 a 29 miliardi nella prima metà del 2019. L’apporto dei nuovi impianti di energia solare è calato dai 53 gigawatt del 2017 ai 40 stimati quest’anno. L’obiettivo cinese di raggiungere il picco di emissioni nel 2030, per poi iniziare il calo resta, ma di questo passo rimarrà sulla carta.
L’economia in frenata, la guerra commerciale con gli Usa, la rivolta di Hong Kong avrebbero, tutte, contribuito a far sì che, come dice a Hook Li Shuo, consigliere di Greenpeace, «ci sia meno spazio per l’agenda verde». Gli ultimi due fattori hanno anche alimentato un nazionalismo che ha messo tra gli obiettivi polemici anche Greta Thunberg, bollata da molti internauti cinesi come un’agente dell’Occidente. Il clima, insomma, per i pianificatori di Pechino non è più una priorità. Semmai lo è «stabilizzare l’economia», dice Kevin Tu, ex China program manager all’Agenzia internazionale per l’energia (Iea). Il che spiega perché la Cina stia di nuovo puntando sul carbone, il più inquinante (ma anche il meno caro) dei combustibili fossili.
Certo, come ha sottolineato l’Onu, la Cina non è l’unica a dare il cattivo esempio. Ma se non tornerà ad essere la guida della green economy, il pianeta ha poche speranze."
Articolo completo:
https://www.corriere.it/economia/consum ... 1850.shtml

Eh sì, i tempi sono maturi e dovranno adeguarsi tutti a questo tipo di progetti.
P.S. In ogni caso, gradiremmo che tali cinesi avessero la stessa solerzia ( nell'aver deciso di ridurre il "fossile" a vantaggio del "rinnovabile") nel porre rimedio ai loro "usi e costumi" ( come la miriade di mercatini lerci, con vendita di animali vivi )che generano la nascita di questi simpatici virus,( Made in Cina) che gentilmente omaggiano poi anche a noi.
“Un popolo che dimentica i fasti del patriottismo è un popolo in decadenza. Il passato segna i doveri dell’avvenire.”
Francesco Crispi
Avatar utente
nerorosso
Connesso: No
Messaggi: 5849
Iscritto il: 8 giu 2019, 17:34
Ha Assegnato: 3548 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2822 Mi Piace

Re: Cosa ne pensate di Greta Thunberg?(parei,opinioni positive o negative)

Messaggio da leggere da nerorosso »

Michelangelo ha scritto: 7 dic 2020, 21:52
Holubice ha scritto: 7 dic 2020, 20:23
La Cina sta prendendo molto seriamente il problema ambientale...

Immagine

... perché, già ora, in certe giornate non hanno letteralmente più aria per respirare. Per loro non è un problema imminente: hanno già qualcuno che li sta strozzando. E, in questi casi, non conta se sei un misero ciabattino pechinese, oppure il primo ministro: non respirano tutti e due. Ecco perché stanno facendo investimenti colossali nelle rinnovabili, nella ricerca delle batterie ecologiche e veloci (le sole che consentono di assicurare continuità all'eolico e al fotovoltaico). A titolo di esempio, guarda che cosa stanno combinando qui:

In Cina il più grande parco eolico del pianeta con 20 GW
..La sfida ambientale, il morire o il no morire soffocati, si gioca tutta nella ricerca applicata alle nuove batterie. Io, che sono un signore di mezza età, potrei anche fregarmene. Greta no.

Immagine
Non sapevo che la Cina fosse così impegnata nelle energie rinnovabili( eolico e fotovoltaico). Ma del resto era inevitabile che si dessero da fare, osservando quella foto panoramica! ( sconvolgente!)
Ma, parrebbe che in questi ultimi anni, a causa di tutti questi investimenti, siano ora carichi di debiti e stiano tornando sui loro passi.

Copio uno stralcio di un recente articolo, sull'argomento:
"Gli investimenti di Pechino in energie rinnovabili sono scesi da 76 miliardi di dollari nella prima metà del 2017 a 29 miliardi nella prima metà del 2019. L’apporto dei nuovi impianti di energia solare è calato dai 53 gigawatt del 2017 ai 40 stimati quest’anno. L’obiettivo cinese di raggiungere il picco di emissioni nel 2030, per poi iniziare il calo resta, ma di questo passo rimarrà sulla carta.
L’economia in frenata, la guerra commerciale con gli Usa, la rivolta di Hong Kong avrebbero, tutte, contribuito a far sì che, come dice a Hook Li Shuo, consigliere di Greenpeace, «ci sia meno spazio per l’agenda verde». Gli ultimi due fattori hanno anche alimentato un nazionalismo che ha messo tra gli obiettivi polemici anche Greta Thunberg, bollata da molti internauti cinesi come un’agente dell’Occidente. Il clima, insomma, per i pianificatori di Pechino non è più una priorità. Semmai lo è «stabilizzare l’economia», dice Kevin Tu, ex China program manager all’Agenzia internazionale per l’energia (Iea). Il che spiega perché la Cina stia di nuovo puntando sul carbone, il più inquinante (ma anche il meno caro) dei combustibili fossili.
Certo, come ha sottolineato l’Onu, la Cina non è l’unica a dare il cattivo esempio. Ma se non tornerà ad essere la guida della green economy, il pianeta ha poche speranze."
Articolo completo:
https://www.corriere.it/economia/consum ... 1850.shtml

Eh sì, i tempi sono maturi e dovranno adeguarsi tutti a questo tipo di progetti.
P.S. In ogni caso, gradiremmo che tali cinesi avessero la stessa solerzia ( nell'aver deciso di ridurre il "fossile" a vantaggio del "rinnovabile") nel porre rimedio ai loro "usi e costumi" ( come la miriade di mercatini lerci, con vendita di animali vivi )che generano la nascita di questi simpatici virus,( Made in Cina) che gentilmente omaggiano poi anche a noi.
Però Michelangelo io fino a non molti anni fa, ho visto nelle nostrane fiere di paese animali vivi, tipo conigli o galline, in vendita. Ovviamente tutti nelle loro ristrette gabbiette.
E allora di che parliamo? Sono abitudini secolari, e tutta sta pandemia mi pare tanto un'invenzione…
SLAVA ROSSIJA!!! 🇷🇺
Avatar utente
Sayon
Connesso: No
Messaggi: 11605
Iscritto il: 9 giu 2019, 7:58
Ha Assegnato: 3675 Mi Piace
Ha Ricevuto: 4715 Mi Piace

Re: Cosa ne pensate di Greta Thunberg?(parei,opinioni positive o negative)

Messaggio da leggere da Sayon »

nerorosso ha scritto: 7 dic 2020, 23:22
Michelangelo ha scritto: 7 dic 2020, 21:52
Holubice ha scritto: 7 dic 2020, 20:23
La Cina sta prendendo molto seriamente il problema ambientale...

Immagine

... perché, già ora, in certe giornate non hanno letteralmente più aria per respirare. Per loro non è un problema imminente: hanno già qualcuno che li sta strozzando. E, in questi casi, non conta se sei un misero ciabattino pechinese, oppure il primo ministro: non respirano tutti e due. Ecco perché stanno facendo investimenti colossali nelle rinnovabili, nella ricerca delle batterie ecologiche e veloci (le sole che consentono di assicurare continuità all'eolico e al fotovoltaico). A titolo di esempio, guarda che cosa stanno combinando qui:

In Cina il più grande parco eolico del pianeta con 20 GW
..La sfida ambientale, il morire o il no morire soffocati, si gioca tutta nella ricerca applicata alle nuove batterie. Io, che sono un signore di mezza età, potrei anche fregarmene. Greta no.

Immagine
Non sapevo che la Cina fosse così impegnata nelle energie rinnovabili( eolico e fotovoltaico). Ma del resto era inevitabile che si dessero da fare, osservando quella foto panoramica! ( sconvolgente!)
Ma, parrebbe che in questi ultimi anni, a causa di tutti questi investimenti, siano ora carichi di debiti e stiano tornando sui loro passi.

Copio uno stralcio di un recente articolo, sull'argomento:
"Gli investimenti di Pechino in energie rinnovabili sono scesi da 76 miliardi di dollari nella prima metà del 2017 a 29 miliardi nella prima metà del 2019. L’apporto dei nuovi impianti di energia solare è calato dai 53 gigawatt del 2017 ai 40 stimati quest’anno. L’obiettivo cinese di raggiungere il picco di emissioni nel 2030, per poi iniziare il calo resta, ma di questo passo rimarrà sulla carta.
L’economia in frenata, la guerra commerciale con gli Usa, la rivolta di Hong Kong avrebbero, tutte, contribuito a far sì che, come dice a Hook Li Shuo, consigliere di Greenpeace, «ci sia meno spazio per l’agenda verde». Gli ultimi due fattori hanno anche alimentato un nazionalismo che ha messo tra gli obiettivi polemici anche Greta Thunberg, bollata da molti internauti cinesi come un’agente dell’Occidente. Il clima, insomma, per i pianificatori di Pechino non è più una priorità. Semmai lo è «stabilizzare l’economia», dice Kevin Tu, ex China program manager all’Agenzia internazionale per l’energia (Iea). Il che spiega perché la Cina stia di nuovo puntando sul carbone, il più inquinante (ma anche il meno caro) dei combustibili fossili.
Certo, come ha sottolineato l’Onu, la Cina non è l’unica a dare il cattivo esempio. Ma se non tornerà ad essere la guida della green economy, il pianeta ha poche speranze."
Articolo completo:
https://www.corriere.it/economia/consum ... 1850.shtml

Eh sì, i tempi sono maturi e dovranno adeguarsi tutti a questo tipo di progetti.
P.S. In ogni caso, gradiremmo che tali cinesi avessero la stessa solerzia ( nell'aver deciso di ridurre il "fossile" a vantaggio del "rinnovabile") nel porre rimedio ai loro "usi e costumi" ( come la miriade di mercatini lerci, con vendita di animali vivi )che generano la nascita di questi simpatici virus,( Made in Cina) che gentilmente omaggiano poi anche a noi.
Però Michelangelo io fino a non molti anni fa, ho visto nelle nostrane fiere di paese animali vivi, tipo conigli o galline, in vendita. Ovviamente tutti nelle loro ristrette gabbiette.
E allora di che parliamo? Sono abitudini secolari, e tutta sta pandemia mi pare tanto un'invenzione…
Non ci credi? Il graffio che ti fa un pappagallo puo' essere mortale. I cani ed altri possono avere la rabbia (molto pericolosa), la carne di scimia puo' darti l' ebola, i pipistrelli sono pericolissimi (un mio amico speleologo e' quasi morto per aver "respirato" la polvere della cacca dei pipistrelli, i visoni e i furetti (ma anche i gatti) possono ricevere e trasmettere C-19. Le pandemie sono una piaga che a distanza di anny funestano il mondo. Mi madre perse due fratelli per la "spagnola" . Hai dimenticato la "vacca pazza"che si trasmetteva con il midolo spinale delle vacche> Gli uccelli (attento alle galline!) trasmettono Clamidiosi, salmonella, tubercolosi, candida e giardiasi. Per non parlare dei topi! Gli animali (TUTTI) possono trasmettere malattie, e se queste sono sconosciute faranno STRAGI e pandemie.
Rispondi