Facebook e Twitter in ginocchio sui ceci crudi davanti alla sinistra globalista

Forum di discussione sulla politica italiana, i partiti e le istituzioni.
porterrockwell
Senatore
Messaggi: 1889
Iscritto il: 9 giu 2019, 11:47
1
Has thanked: 120 times
Ti Piace: 647 times

Facebook e Twitter in ginocchio sui ceci crudi davanti alla sinistra globalista

Messaggio da leggere da porterrockwell »

https://www.atlanticoquotidiano.it/quot ... ta-cinese/

.....i social network, da opportunità per esprimersi liberamente, sono diventati i nuovi censori e, di fatto, organi di informazione politicizzata – ovviamente di sinistra, come tutti i media mainstream. Ma come è stato possibile?

Senz’altro si sono piegati davanti ad una vera e propria campagna orchestrata dalla sinistra politica e dai media tradizionali Usa, che li ha indotti a cambiare le loro policies e i loro algoritmi. Non con la polizia e la censura di Stato, ma con il tiro incrociato di piazze urlanti, boicottaggi organizzati e stigma sociale.

Ma è anche vero che gli stessi vertici di Twitter e Facebook sono stati ben lieti di assecondare queste pressioni. D’altra parte, com’è noto, l’ideologia progressista è dominante nella Silicon Valley: dai ceo fino all’ultimo dei programmatori, passando per i responsabili della comunicazione, sono tutti di sinistra e qualcuno in posti di primo piano può persino vantare esperienze negli staff di Joe Biden e Kamala Harris.

Tutto, guarda caso, ha inizio dopo la vittoria di Trump nel 2016. Da allora è nata la psicosi delle fake news, della propaganda russa e dei big data (“innovazione”, finché ad usarli era stato Obama nel 2012). Così Twitter e Facebook sono finiti sotto processo. Ed essendosi convinti di aver contribuito in misura determinante alla vittoria di Trump, hanno deciso che dovevano espiare la loro colpa. L’intento era chiarissimo: costringerli ad allinearsi agli standard politici di un media liberal, a costo di andare contro gli utenti. E si sono piegati, accettando di selezionare le notizie e di organizzarne la gerarchia, e persino di decidere la copertura, positiva o negativa, da dare ai candidati presidenziali. Insomma, quello che fa qualunque editore..............

E leggetevi pure il resto di questa porcheria globalista
Avatar utente
Sayon
Senatore
Messaggi: 4726
Iscritto il: 9 giu 2019, 7:58
1
Has thanked: 64 times
Ti Piace: 427 times

Re: Facebook e Twitter in ginocchio sui ceci crudi davanti alla sinistra globalista

Messaggio da leggere da Sayon »

Ma cosa dici? Lo sai che Trump ha usato Twitter OGNI GIORNO pr spargere le sue frottole. Lo ha fatto per tutti e 4 gli anni del suo mandato. Ed ha fatto cancellare da Twitter due giorni fa una foto normalissima di lui che parlava da un tavolino perche la riteneva non consona. Quindi prima Twitter era OK, e oggi no?
porterrockwell
Senatore
Messaggi: 1889
Iscritto il: 9 giu 2019, 11:47
1
Has thanked: 120 times
Ti Piace: 647 times

Re: Facebook e Twitter in ginocchio sui ceci crudi davanti alla sinistra globalista

Messaggio da leggere da porterrockwell »

Sayon ha scritto: 3 dic 2020, 20:48 Ma cosa dici? Lo sai che Trump ha usato Twitter OGNI GIORNO pr spargere le sue frottole. Lo ha fatto per tutti e 4 gli anni del suo mandato. Ed ha fatto cancellare da Twitter due giorni fa una foto normalissima di lui che parlava da un tavolino perche la riteneva non consona. Quindi prima Twitter era OK, e oggi no?
Se leggi bene il mio post non leggi che Trump non usa Twitter, ma si parla di distinguo e censure fatte a Trump quando poi non ne fatto alla dittatura cinese . Sayon sei politicamente astigmatico
Rispondi