Una nazione di dèi

Forum di discussione sulla politica italiana, i partiti e le istituzioni.
Connesso
Avatar utente
Sayon
Connesso: Sì
Messaggi: 11390
Iscritto il: 9 giu 2019, 7:58
Ha Assegnato: 3560 Mi Piace
Ha Ricevuto: 4632 Mi Piace

Re: Una nazione di dèi

Messaggio da leggere da Sayon »

albatros ha scritto: 28 nov 2020, 21:10 La "cultura" aiuta, ma più di tutto aiutano doti come l'intuito, la sensibilità umana, la capacità di programmare...Doti purtroppo assai rare in un politico al giorno d'oggi. Perché si affermano l'egoismo, la mancanza di scrupoli, l'interesse privato, l'atteggiamento ipocrita e parolaio. Discorso trito e ritrito, ma fondamentalmente vero.
Caro albatros, il mio punto alla fine e' questo. In Italia, nessuno puo fare il dottore, l'idraulico, il professore, il meccanico senza avere fatto degli studi ed esperienza specifica. E invece TUTTI possono fare i politici visto che non c'e' alcunn linite a chi vuole esserlo. Per secoli il "governare" era riservato ai migliori . In Italia invece i migliori scappano via e restano i giovanotti de belle speranze, senza cultura, senza esperienza, senza qualita'. E putrroppo gli elettori, da noi, non hanno il palato fino: se fa rumore, piace anche per colpa dei nostri giornalisti (quelli nuovi) tutti pagati per espreimere lodi e critiche a seconda del "padrone" che hanno.
Avatar utente
albatros
Connesso: No
Messaggi: 1369
Iscritto il: 25 ott 2020, 19:37
Località: Roma
Ha Assegnato: 1059 Mi Piace
Ha Ricevuto: 941 Mi Piace

Re: Una nazione di dèi

Messaggio da leggere da albatros »

Sayon ha scritto: 29 nov 2020, 6:12
albatros ha scritto: 28 nov 2020, 21:10 La "cultura" aiuta, ma più di tutto aiutano doti come l'intuito, la sensibilità umana, la capacità di programmare...Doti purtroppo assai rare in un politico al giorno d'oggi. Perché si affermano l'egoismo, la mancanza di scrupoli, l'interesse privato, l'atteggiamento ipocrita e parolaio. Discorso trito e ritrito, ma fondamentalmente vero.
Caro albatros, il mio punto alla fine e' questo. In Italia, nessuno puo fare il dottore, l'idraulico, il professore, il meccanico senza avere fatto degli studi ed esperienza specifica. E invece TUTTI possono fare i politici visto che non c'e' alcunn linite a chi vuole esserlo. Per secoli il "governare" era riservato ai migliori . In Italia invece i migliori scappano via e restano i giovanotti de belle speranze, senza cultura, senza esperienza, senza qualita'. E putrroppo gli elettori, da noi, non hanno il palato fino: se fa rumore, piace anche per colpa dei nostri giornalisti (quelli nuovi) tutti pagati per espreimere lodi e critiche a seconda del "padrone" che hanno.
OK, ma dimentichi nella tua analisi un punto fondamentale: QUALE SCELTA l'elettorato possiede oggi come oggi fra i vari politici dei vari partiti? NON VOTARE è una scelta apprezzabile? Infatti si dice "scelgo per il meno peggio", oppure "scelgo per quelli che si oppongono ad altri che proprio non sopporto", quindi una scelta in negativo. Io ad esempio ho escluso totalmente PD e 5 stelle dalle mie possibili scelte. A votare ci vado, non fosse altro che per abitudine di una vita, ma ormai con assai scarso entusiasmo. Le parole non corrispondono ai fatti, oggi concordo quasi totalmente con tante affermazioni della Meloni, ma di fatto non me la sono sposata e sono sempre pronto a cambiare idea.
Ripeto, purtroppo NON ESISTE una vera, possibile scelta.
Ci saranno sempre degli Eschimesi pronti a dettar norme su come devono comportarsi gli abitanti del Congo durante la calura.
Connesso
Avatar utente
RedWine
Connesso: Sì
Messaggi: 5132
Iscritto il: 9 giu 2019, 14:54
Ha Assegnato: 1163 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2821 Mi Piace

Re: Una nazione di dèi

Messaggio da leggere da RedWine »

Ovidio ha scritto: 28 nov 2020, 18:55
Io non mi fido della così detta "intellighentia".

Un buon filosofo, nonostante quello che diceva Plone, non è a priori un buon politico. Neppure un buon matematico, o ingegnere, o ...

Un buon politico può essere anche un analfabeta, ma deve saper sentire e giudicare.
per sentire e giudicare, devi avere gli strumenti culturali per farlo.
io sono contrario al valore legale del titolo di studio, ho visto fin troppi cretini laureati, ma non ho mai visto un solo analfabeta, o analfabeta di ritorno dato cha almeno le scuole dell'obbligo le abbiamo fatte tutti, che si possa definire intelligente, a meno che non si scambi una certa furbizia da maneggioni per intelligenza.
come non si puo operare al cuore con solo dei coltelli da cucina, per pensare in modo intelligente ci si deve dotare degli strumenti corretti.
"Non avrete nulla e sarete felici". e se non fossi felice? "non ti preoccupare, ti cureremo"
Davos agenda 2030.
Avatar utente
carletto3
Connesso: No
Messaggi: 8090
Iscritto il: 25 giu 2019, 2:20
Ha Assegnato: 436 Mi Piace
Ha Ricevuto: 3215 Mi Piace

Re: Una nazione di dèi

Messaggio da leggere da carletto3 »

Vedo che tutti ci girate intorno....quello che occorre è solo il sano e intelligente BUONSENSO...cosa che manca quasi a tutti,essendo merce rarissima.
BUONSENSO:"Capacità naturale dell'individuo di giudicare rettamente, spec. in vista delle necessità pratiche"
, che puo' essere dote naturale dell'ignorante come del superlaureato....
PS :Dote unica e preziosa delle buone Casalinghe di Voghera....
La realta' è solo un'allucinazione dovuta a carenza di alcol (...un saggio)
"Gli è tutto sbagliato....gli è tutto da rifa'"
Avatar utente
Ovidio
Connesso: No
Messaggi: 3554
Iscritto il: 25 set 2020, 17:08
Ha Assegnato: 352 Mi Piace
Ha Ricevuto: 862 Mi Piace

Re: Una nazione di dèi

Messaggio da leggere da Ovidio »

carletto3 ha scritto: 29 nov 2020, 11:10 Vedo che tutti ci girate intorno....quello che occorre è solo il sano e intelligente BUONSENSO...cosa che manca quasi a tutti,essendo merce rarissima.
BUONSENSO:"Capacità naturale dell'individuo di giudicare rettamente, spec. in vista delle necessità pratiche"
, che puo' essere dote naturale dell'ignorante come del superlaureato....
PS :Dote unica e preziosa delle buone Casalinghe di Voghera....
Veniamo tutti a Voghera per aiutarle a riprocheare!

Ma a parte gli scherzi ... hai ragione. E poi, chi può capire la povertà se non l'ha mai provata!
Tenere sempre a mente la „regola d‘oro“
Rispondi