Rivolta in atto con sequestro.

Forum di discussione sulla politica italiana, i partiti e le istituzioni.
Avatar utente
Alfa
Connesso: No
Messaggi: 6186
Iscritto il: 8 giu 2019, 16:35
Località: Toscana
Ha Assegnato: 1246 Mi Piace
Ha Ricevuto: 4023 Mi Piace
Contatta:

Rivolta in atto con sequestro.

Messaggio da leggere da Alfa »

Una rivolta è in corso da circa un’ora nel centro di accoglienza di via Riserva Nuova, in via Riserva Nuova 219, in zona Prenestino. Gli immigrati si sono chiusi all’interno della struttura sequestrando i dipendenti della cooperativa. All’origine della protesta ci sarebbe, secondo quanto apprende l’Adnkronos, il permesso ad uscire negato dall’Asl a causa della presenza tra loro di positivi al Coronavirus. Sul posto gli agenti del reparto mobile della Polizia di Stato.

FPS Polizia di Stato: “Prima o poi ci scapperà il morto fra i colleghi, e sarà piena responsabilità di chi non interviene per cambiare le regole assurde della sorveglianza in questi luoghi dove, in questo periodo di emergenza sanitaria, operiamo in un limbo normativo e operativo che non ci consente di agire per fermare chi vuole allontanarsi”.

“Ci chiediamo come sia possibile a Roma continuare a fingere che tutto questo non stia accadendo. Ci sono in Italia centri non adatti all’emergenza sanitaria, da cui si sono allontanati migranti in quarantena e persino migranti positivi. Noi siamo in giro intere giornate a cercarli e tentare di riprenderli, intanto rischiamo contagi assieme ai cittadini che, però, devono essere molto ligi altrimenti passano i guai. La solita assurda ipocrisia”
Connesso
Avatar utente
Michelangelo
Connesso: Sì
Messaggi: 2263
Iscritto il: 23 giu 2019, 15:00
Ha Assegnato: 3453 Mi Piace
Ha Ricevuto: 1444 Mi Piace

Re: Rivolta in atto con sequestro.

Messaggio da leggere da Michelangelo »

Alfa ha scritto: 22 ott 2020, 19:56 Una rivolta è in corso da circa un’ora nel centro di accoglienza di via Riserva Nuova, in via Riserva Nuova 219, in zona Prenestino. Gli immigrati si sono chiusi all’interno della struttura sequestrando i dipendenti della cooperativa. All’origine della protesta ci sarebbe, secondo quanto apprende l’Adnkronos, il permesso ad uscire negato dall’Asl a causa della presenza tra loro di positivi al Coronavirus. Sul posto gli agenti del reparto mobile della Polizia di Stato.

FPS Polizia di Stato: “Prima o poi ci scapperà il morto fra i colleghi, e sarà piena responsabilità di chi non interviene per cambiare le regole assurde della sorveglianza in questi luoghi dove, in questo periodo di emergenza sanitaria, operiamo in un limbo normativo e operativo che non ci consente di agire per fermare chi vuole allontanarsi”.

“Ci chiediamo come sia possibile a Roma continuare a fingere che tutto questo non stia accadendo. Ci sono in Italia centri non adatti all’emergenza sanitaria, da cui si sono allontanati migranti in quarantena e persino migranti positivi. Noi siamo in giro intere giornate a cercarli e tentare di riprenderli, intanto rischiamo contagi assieme ai cittadini che, però, devono essere molto ligi altrimenti passano i guai. La solita assurda ipocrisia”
Pazzesco! :shock: Ormai anche le Forze dell'Ordine si stanno accorgendo che seguire gli ordini anti- italiani di questi individui , nuocerà a tutti, loro compresi.
“Un popolo che dimentica i fasti del patriottismo è un popolo in decadenza. Il passato segna i doveri dell’avvenire.”
Francesco Crispi
Connesso
Avatar utente
Vento
Connesso: Sì
Messaggi: 2683
Iscritto il: 8 giu 2019, 23:48
Ha Assegnato: 1122 Mi Piace
Ha Ricevuto: 1454 Mi Piace

Re: Rivolta in atto con sequestro.

Messaggio da leggere da Vento »

BASTA!!!

E' folle, è un incantesimo da cui il paese non riesce a uscire. La sinistra intimorisce gli animi al punto di poter imporre la scelta folle di aprire i confini, di capovolgere l'ordine in disordine, costringendo gli italiani a pensare che questo sia il bene morale. Questa è pazzia e lo dimostra il fatto che avviene solo qui. Gli europei ci trattano per quello che siamo, dei rimbambiti, e ci lasciano sprofondare per loro convenienza.
Eppure un giorno salterà fuori qualcuno che abbia il coraggio di dire: BASTA!
E' vero c'è Salvini e gliene sono grato, ma non basta, è stato demonizzato e neutralizzato, il matto del villaggio. Occorre una voce nuova, fuori dal coro, un vecchio saggio. Possibile non ci sia nessuno?
Fuck Europe FuckYou by Victoria Nuland
Amen and Awoman :lol: egalité
Rispondi