Totalitarismi

Forum di discussione sulla politica italiana, i partiti e le istituzioni.
Mugik
Connesso: No

Totalitarismi

Messaggio da leggere da Mugik »

Credo si possa parlare di 2 totalitarismi risorgenti ,quello tradizionale del novecento ,a mio parere velleitario ,nostalgico,pittoresca coreografia ,scimiottamento acefalo ,di forme sociali tramontate ,interpretato da sprovveduti ignari della natura di cio che vorrebbero sconfiggere ,quello di cui gramsci diceva:quando una tragedia della storia si ripresenta,la 2 volta si capovolge in farsa
E Quello 2.0 emanazione delle convulsioni del capitale sciolto da vincoli ,assoluto ,suadente ,accettato come intrascendibile ,fatale -quello super ideologico che si crede nn ideologico o addirittura anti ideologico
Infatti la furbata di salvini è combattere il neo autoritarismo glamur 2.0 degli zar della finanza sovranazionale ,con un altro autoritarismo meno sofisticato
Ritagliandosi 2 parti in commedia , fascista post novecenteco e antifascista del terzo millennio
Prima che gli imbecilli che lo votano lo capiscano la frittata sarà fatta

il nazional-socialismo e stato il delirio di onnipotenza collettivo
,una massiccia regressione verso l'animale,
il baratro piu profondo dentro il quale stava sprofondando l'umanità intera
E ora piu dei rigurgiti di personaggi pittoreschi, esaltati antagonisti apparenti
dei loro stessi disconosciuti eredi
Che in forme mutate perseguono qli stessi obiettivi,c'è da aver paura
delle ultime evoluzioni del capitale fattosi assoluto,a cio bisogna resistere
Connesso
Avatar utente
Sayon
Connesso: Sì
Messaggi: 11390
Iscritto il: 9 giu 2019, 7:58
Ha Assegnato: 3561 Mi Piace
Ha Ricevuto: 4632 Mi Piace

Re: Totalitarismi

Messaggio da leggere da Sayon »

Mugik ha scritto: 20 giu 2020, 20:06 Credo si possa parlare di 2 totalitarismi risorgenti ,quello tradizionale del novecento ,a mio parere velleitario ,nostalgico,pittoresca coreografia ,scimiottamento acefalo ,di forme sociali tramontate ,interpretato da sprovveduti ignari della natura di cio che vorrebbero sconfiggere ,quello di cui gramsci diceva:quando una tragedia della storia si ripresenta,la 2 volta si capovolge in farsa
E Quello 2.0 emanazione delle convulsioni del capitale sciolto da vincoli ,assoluto ,suadente ,accettato come intrascendibile ,fatale -quello super ideologico che si crede nn ideologico o addirittura anti ideologico
Infatti la furbata di salvini è combattere il neo autoritarismo glamur 2.0 degli zar della finanza sovranazionale ,con un altro autoritarismo meno sofisticato
Ritagliandosi 2 parti in commedia , fascista post novecenteco e antifascista del terzo millennio
Prima che gli imbecilli che lo votano lo capiscano la frittata sarà fatta

il nazional-socialismo e stato il delirio di onnipotenza collettivo
,una massiccia regressione verso l'animale,
il baratro piu profondo dentro il quale stava sprofondando l'umanità intera
E ora piu dei rigurgiti di personaggi pittoreschi, esaltati antagonisti apparenti
dei loro stessi disconosciuti eredi
Che in forme mutate perseguono qli stessi obiettivi,c'è da aver paura
delle ultime evoluzioni del capitale fattosi assoluto,a cio bisogna resistere
Il totalitarismo di ispirazione comunista non ha alcun connotato "nostalgico". Sono state delle dittature degradanti che hanno uccciso milioni di persone favorendo solo minuscoli gruppi di "pseudo-comunisti" al potere. Le dittature di destra sono anch'esse disgustose, la diffrenza e' che invece di un "gruppo" di militanti serve solo a soddisfare le pretese e vanita' di un'unica persona. Colui che si sente, non si sa poi perche', l' unto del Signore.
Connesso
Avatar utente
serge
Connesso: Sì
Messaggi: 6594
Iscritto il: 9 giu 2019, 8:58
Ha Assegnato: 6608 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2330 Mi Piace

Re: Totalitarismi

Messaggio da leggere da serge »

Sayon ha scritto: 20 giu 2020, 23:19
Mugik ha scritto: 20 giu 2020, 20:06 Credo si possa parlare di 2 totalitarismi risorgenti ,quello tradizionale del novecento ,a mio parere velleitario ,nostalgico,pittoresca coreografia ,scimiottamento acefalo ,di forme sociali tramontate ,interpretato da sprovveduti ignari della natura di cio che vorrebbero sconfiggere ,quello di cui gramsci diceva:quando una tragedia della storia si ripresenta,la 2 volta si capovolge in farsa
E Quello 2.0 emanazione delle convulsioni del capitale sciolto da vincoli ,assoluto ,suadente ,accettato come intrascendibile ,fatale -quello super ideologico che si crede nn ideologico o addirittura anti ideologico
Infatti la furbata di salvini è combattere il neo autoritarismo glamur 2.0 degli zar della finanza sovranazionale ,con un altro autoritarismo meno sofisticato
Ritagliandosi 2 parti in commedia , fascista post novecenteco e antifascista del terzo millennio
Prima che gli imbecilli che lo votano lo capiscano la frittata sarà fatta

il nazional-socialismo e stato il delirio di onnipotenza collettivo
,una massiccia regressione verso l'animale,
il baratro piu profondo dentro il quale stava sprofondando l'umanità intera
E ora piu dei rigurgiti di personaggi pittoreschi, esaltati antagonisti apparenti
dei loro stessi disconosciuti eredi
Che in forme mutate perseguono qli stessi obiettivi,c'è da aver paura
delle ultime evoluzioni del capitale fattosi assoluto,a cio bisogna resistere
Il totalitarismo di ispirazione comunista non ha alcun connotato "nostalgico". Sono state delle dittature degradanti che hanno uccciso milioni di persone favorendo solo minuscoli gruppi di "pseudo-comunisti" al potere. Le dittature di destra sono anch'esse disgustose, la diffrenza e' che invece di un "gruppo" di militanti serve solo a soddisfare le pretese e vanita' di un'unica persona. Colui che si sente, non si sa poi perche', l' unto del Signore.
Questa l'ho già sentita,non ricordo da Chi.......
Bye
Quando i ricchi si fanno la guerra tra loro, sono i poveri a morire.(Jean-Paul Sartre)
Mugik
Connesso: No

Re: Totalitarismi

Messaggio da leggere da Mugik »

Sayon ha scritto: 20 giu 2020, 23:19
Mugik ha scritto: 20 giu 2020, 20:06 Credo si possa parlare di 2 totalitarismi risorgenti ,quello tradizionale del novecento ,a mio parere velleitario ,nostalgico,pittoresca coreografia ,scimiottamento acefalo ,di forme sociali tramontate ,interpretato da sprovveduti ignari della natura di cio che vorrebbero sconfiggere ,quello di cui gramsci diceva:quando una tragedia della storia si ripresenta,la 2 volta si capovolge in farsa
E Quello 2.0 emanazione delle convulsioni del capitale sciolto da vincoli ,assoluto ,suadente ,accettato come intrascendibile ,fatale -quello super ideologico che si crede nn ideologico o addirittura anti ideologico
Infatti la furbata di salvini è combattere il neo autoritarismo glamur 2.0 degli zar della finanza sovranazionale ,con un altro autoritarismo meno sofisticato
Ritagliandosi 2 parti in commedia , fascista post novecenteco e antifascista del terzo millennio
Prima che gli imbecilli che lo votano lo capiscano la frittata sarà fatta

il nazional-socialismo e stato il delirio di onnipotenza collettivo
,una massiccia regressione verso l'animale,
il baratro piu profondo dentro il quale stava sprofondando l'umanità intera
E ora piu dei rigurgiti di personaggi pittoreschi, esaltati antagonisti apparenti
dei loro stessi disconosciuti eredi
Che in forme mutate perseguono qli stessi obiettivi,c'è da aver paura
delle ultime evoluzioni del capitale fattosi assoluto,a cio bisogna resistere
Il totalitarismo di ispirazione comunista non ha alcun connotato "nostalgico". Sono state delle dittature degradanti che hanno uccciso milioni di persone favorendo solo minuscoli gruppi di "pseudo-comunisti" al potere. Le dittature di destra sono anch'esse disgustose, la diffrenza e' che invece di un "gruppo" di militanti serve solo a soddisfare le pretese e vanita' di un'unica persona. Colui che si sente, non si sa poi perche', l' unto del Signore.
A me pare una visione riduttiva questa
nazifascismo e comunismo partono da premesse opposte
IL comunismo fu per la prima volta portato al potere da un piccolo gruppo di intellettuali guidati da lenin e ispirati a marx in uno sterminato paese nel quale vi erano premesse rivoluzionarie, per lo stato semifeudale in cui era rimasto ,quasi completamente privo di classe operaia (,e qui bisognerebbe aprire una parentesi interessante)
iL nazifascismo in germania fu il frutto di varie componenti .culturali ,economiche,e nazionaliste e conquisto' il potere con regolari libere elezioni popolari,
Il comunismo è stato in partenza "il sogno di una cosa" la ricerca di una ulteriorità nobilitante ,l'illusoria ricerca dell''inveramento delle parole d'ordine della rivoluzione francese
Il nazifascismo fu programmaticamente pulsione aggressiva .volontà di dominio ,esaltazione collettiva della forza ,super ominismo della razza ariana
Il capitolo morti è specchietto per allodole ,in quanto per ragioni diverse si contano a milioni in tutti qli schieramenti ,cristianesimo compreso
Connesso
Avatar utente
heyoka
Connesso: Sì
Messaggi: 8179
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
Ha Assegnato: 4262 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2630 Mi Piace

Re: Totalitarismi

Messaggio da leggere da heyoka »

Mugik ha scritto: 21 giu 2020, 10:59


A me pare una visione riduttiva questa
nazifascismo e comunismo partono da premesse opposte
IL comunismo fu per la prima volta portato al potere da un piccolo gruppo di intellettuali guidati da lenin e ispirati a marx in uno sterminato paese nel quale vi erano premesse rivoluzionarie, per lo stato semifeudale in cui era rimasto ,quasi completamente privo di classe operaia (,e qui bisognerebbe aprire una parentesi interessante)
iL nazifascismo in germania fu il frutto di varie componenti .culturali ,economiche,e nazionaliste e conquisto' il potere con regolari libere elezioni popolari,
Il comunismo è stato in partenza "il sogno di una cosa" la ricerca di una ulteriorità nobilitante ,l'illusoria ricerca dell''inveramento delle parole d'ordine della rivoluzione francese
Il nazifascismo fu programmaticamente pulsione aggressiva .volontà di dominio ,esaltazione collettiva della forza ,super ominismo della razza ariana
Il capitolo morti è specchietto per allodole ,in quanto per ragioni diverse si contano a milioni in tutti qli schieramenti ,cristianesimo compreso



Analisi abbastanza condivisibile.Come sei stato, giustamente, misericordioso nei confronti della rivoluzione bolscevica credo però tu non abbia usata la stessa misericordia "storica" nei confronti del Nazismo, Credo infatti che con lo stesso e condivisibile metro misericordioso che hai usato nei confronti del nobile tentativo Comunista sovietico, dovresti usarlo anche nei confronti della rivoluzione Hitleriana ( in fondo le Lobby Ebraiche erano un problema) e a maggior ragione per quella ancor più nobile Mussoliniana.
Nella Russia Zarista i problemi da estirpare erano giustamente quelli che hai elencato.
Molto diversi erano i problemi del capitalismo Italiano e TEDESCO del primo dopoguerra e la soluzione Sovietica, se poteva essere congrua per la situazione economica e sociale delle popolazioni russe, a me sembra non potessero essere altrettanto congrue e benefiche per le popolazioni germaniche ed italiche.
Verosimilmente, sia Hitler e con maggior illuminazione Mussolini avevano fatto un capolavoro politico.
Il meglio che si poteva fare in quella situazione.
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Mugik
Connesso: No

Re: Totalitarismi

Messaggio da leggere da Mugik »

heyoka ha scritto: 21 giu 2020, 12:48
Mugik ha scritto: 21 giu 2020, 10:59


A me pare una visione riduttiva questa
nazifascismo e comunismo partono da premesse opposte
IL comunismo fu per la prima volta portato al potere da un piccolo gruppo di intellettuali guidati da lenin e ispirati a marx in uno sterminato paese nel quale vi erano premesse rivoluzionarie, per lo stato semifeudale in cui era rimasto ,quasi completamente privo di classe operaia (,e qui bisognerebbe aprire una parentesi interessante)
iL nazifascismo in germania fu il frutto di varie componenti .culturali ,economiche,e nazionaliste e conquisto' il potere con regolari libere elezioni popolari,
Il comunismo è stato in partenza "il sogno di una cosa" la ricerca di una ulteriorità nobilitante ,l'illusoria ricerca dell''inveramento delle parole d'ordine della rivoluzione francese
Il nazifascismo fu programmaticamente pulsione aggressiva .volontà di dominio ,esaltazione collettiva della forza ,super ominismo della razza ariana
Il capitolo morti è specchietto per allodole ,in quanto per ragioni diverse si contano a milioni in tutti qli schieramenti ,cristianesimo compreso



Analisi abbastanza condivisibile.Come sei stato, giustamente, misericordioso nei confronti della rivoluzione bolscevica credo però tu non abbia usata la stessa misericordia "storica" nei confronti del Nazismo, Credo infatti che con lo stesso e condivisibile metro misericordioso che hai usato nei confronti del nobile tentativo Comunista sovietico, dovresti usarlo anche nei confronti della rivoluzione Hitleriana ( in fondo le Lobby Ebraiche erano un problema) e a maggior ragione per quella ancor più nobile Mussoliniana.
Nella Russia Zarista i problemi da estirpare erano giustamente quelli che hai elencato.
Molto diversi erano i problemi del capitalismo Italiano e TEDESCO del primo dopoguerra e la soluzione Sovietica, se poteva essere congrua per la situazione economica e sociale delle popolazioni russe, a me sembra non potessero essere altrettanto congrue e benefiche per le popolazioni germaniche ed italiche.
Verosimilmente, sia Hitler e con maggior illuminazione Mussolini avevano fatto un capolavoro politico.
Il meglio che si poteva fare in quella situazione.
NN mi pare di nn essere stato benevolo con nessuno ,ho riportato fatti,differenze e antitetiche ispirazioni ideali
Permettimi di considerare quelle che tu chiami" rivoluzione hitleriana e a maggior ragione per quella ancor più nobile Mussoliniana."
Rivoluzioni regressive , in opposizione al lavoro ,ai lavoratori e ai loro diritti ,portatrici di ideologie programmaticamente aggressive
alla ricerca del virile superuomo e del'impero prevaricatore
Insomma una sciagura senza neppure le umanitarie intenzioni iniziali del comunismo poi miseramente fallito ,ma senza mai arrivare
neppure ad avvicinare quel "male assoluto ,sperimentato in anteprima mondiale grazie al nazifascimo con la fabbrica della morte
Connesso
Avatar utente
heyoka
Connesso: Sì
Messaggi: 8179
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
Ha Assegnato: 4262 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2630 Mi Piace

Re: Totalitarismi

Messaggio da leggere da heyoka »

A dire la verità io ho usato l' aggettivo misericordioso.
E di questo devo ringraziare gli insegnamenti ricevuti da mia nonna.
A dodici anni lavorava ai telai della Tiberghien di Verona. Mi parlava di 10 ore di lavoro ai telai e dopo aveva 4 km da fare a piedi x tornare a casa. Non so se fosse tutto vero quello che mi raccontava ma so che mi diceva di aver frequentato solo la terza elementare e che a Nove anni era a servizio in una casa di un nobile.
Mia nonna mi diceva sempre che tra il DIRE e il FARE c' è di mezzo il mare.
E questo lo diceva, in altro modo, anche il tuo K. Marx che dopp aver scritto un ottimo trattato di filosofia economica e politica, quale è Il Capitale, ha avuto la saggezza di scrivere che:
LE STRADE DELL INFERNO SONO LASTRICATE DI BUONE INTENZIONI.

Per tornare allora ai tempi di mia nonna bambina che lavorava 10 ore ai telai della Tiberghien rispetto a quello che ha fatto la rivoluzione fascista 20 anni dopo, posso parlarti delle 48 ore settimanali, delle ferie, dell' Inps, dell' Onmi, delle colonie per i figli degli operai.
Questo non x voler essere benevolo ma per essere obbiettivo e NON PARANOICO, come lo sono molti Rossi.
E a proposito di rossi mia nonna affermava che il più buono dei rossi aveva ucciso il padre. 🤣
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Mugik
Connesso: No

Re: Totalitarismi

Messaggio da leggere da Mugik »

heyoka ha scritto: 21 giu 2020, 15:00 A dire la verità io ho usato l' aggettivo misericordioso.
E di questo devo ringraziare gli insegnamenti ricevuti da mia nonna.
A dodici anni lavorava ai telai della Tiberghien di Verona. Mi parlava di 10 ore di lavoro ai telai e dopo aveva 4 km da fare a piedi x tornare a casa. Non so se fosse tutto vero quello che mi raccontava ma so che mi diceva di aver frequentato solo la terza elementare e che a Nove anni era a servizio in una casa di un nobile.
Mia nonna mi diceva sempre che tra il DIRE e il FARE c' è di mezzo il mare.
E questo lo diceva, in altro modo, anche il tuo K. Marx che dopp aver scritto un ottimo trattato di filosofia economica e politica, quale è Il Capitale, ha avuto la saggezza di scrivere che:
LE STRADE DELL INFERNO SONO LASTRICATE DI BUONE INTENZIONI.

Per tornare allora ai tempi di mia nonna bambina che lavorava 10 ore ai telai della Tiberghien rispetto a quello che ha fatto la rivoluzione fascista 20 anni dopo, posso parlarti delle 48 ore settimanali, delle ferie, dell' Inps, dell' Onmi, delle colonie per i figli degli operai.
Questo non x voler essere benevolo ma per essere obbiettivo e NON PARANOICO, come lo sono molti Rossi.
E a proposito di rossi mia nonna affermava che il più buono dei rossi aveva ucciso il padre. 🤣
Misericordioso è piu che buono
L'orario di lavoro fu portato a 8 h al giorno il 20 febbraio 1919.
L'accordo fu stipulato fra la Federazione degli industriali metallurgici e la FIOM
Siamo in pieno biennio rosso(1919 1921) e i sindacati nn erano ancora stati aboliti, per essere sostituiti dalle corporazioni ,strumenti nella totale disponibilità del padronato
Tua nonna o piu facilmente tu ,confondi il rosso politico coi rosso tricologico
Quel detto è conosciuto in tutta italia
" LE STRADE DELL INFERNO SONO LASTRICATE DI BUONE INTENZIONI." Marx nn si è mai sognato di dire una roba simile ,almeno pubblicamente
Sorvolo sul fatto che il tuo benefattore assieme ai sindacati ha abolito pure il parlamento,la libera stampa ,il diritto di opinione .perseguitato e ucciso qli oppositori e vietato ogni dissenso pubblico contro il regime.Per evitare equivoci dico subito che sono cosciente che cio è successo pure in russia
Io nn ti ho offeso dandoti del paranoico
Sospetto che tu sia all'oscuro di tale significato
CMQ se vuoi litigare dillo apertamente ,che io ti lascio dire tutto cio che vuoi evitando di risponderti
Connesso
Avatar utente
heyoka
Connesso: Sì
Messaggi: 8179
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
Ha Assegnato: 4262 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2630 Mi Piace

Re: Totalitarismi

Messaggio da leggere da heyoka »

Siamo TUTTI paranoici......poco o tanto. E con questo spero tu non lo sia così tanto da sentirti offeso da un un pò di SANA ironia.
Quella del "rosso" tricologico era ironico.... ma se ci pensi bene ci può stare anche in senso politico.
Non dirmi che anche l' Onmi, ,le colonie, le ferie, l' Inps e non so quante altre riforme sociali fatte dal fascismo, sono tutte conquiste della CGil.
Per quanto riguardo gli omicidi politici vuoi che facciamo l' elenco di quelli fatti durante la Democrazia.
E nel conto non metto quelli eseguiti dalle Brigate Rosse e affini.
Questo per dire che non esiste un modello politico che elimina tutti i problemi del mondo e dei poveri.
Anche perchè sarebbe la MORTE dell' Uomo ( questa è una delle mie tante paranoie).
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Mugik
Connesso: No

Re: Totalitarismi

Messaggio da leggere da Mugik »

Mugik ha scritto: 21 giu 2020, 15:49
heyoka ha scritto: 21 giu 2020, 15:00 A dire la verità io ho usato l' aggettivo misericordioso.
E di questo devo ringraziare gli insegnamenti ricevuti da mia nonna.
A dodici anni lavorava ai telai della Tiberghien di Verona. Mi parlava di 10 ore di lavoro ai telai e dopo aveva 4 km da fare a piedi x tornare a casa. Non so se fosse tutto vero quello che mi raccontava ma so che mi diceva di aver frequentato solo la terza elementare e che a Nove anni era a servizio in una casa di un nobile.
Mia nonna mi diceva sempre che tra il DIRE e il FARE c' è di mezzo il mare.
E questo lo diceva, in altro modo, anche il tuo K. Marx che dopp aver scritto un ottimo trattato di filosofia economica e politica, quale è Il Capitale, ha avuto la saggezza di scrivere che:
LE STRADE DELL INFERNO SONO LASTRICATE DI BUONE INTENZIONI.

Per tornare allora ai tempi di mia nonna bambina che lavorava 10 ore ai telai della Tiberghien rispetto a quello che ha fatto la rivoluzione fascista 20 anni dopo, posso parlarti delle 48 ore settimanali, delle ferie, dell' Inps, dell' Onmi, delle colonie per i figli degli operai.
Questo non x voler essere benevolo ma per essere obbiettivo e NON PARANOICO, come lo sono molti Rossi.
E a proposito di rossi mia nonna affermava che il più buono dei rossi aveva ucciso il padre. 🤣
Misericordioso è piu che buono
L'orario di lavoro fu portato a 8 h al giorno il 20 febbraio 1919.
L'accordo fu stipulato fra la Federazione degli industriali metallurgici e la FIOM
Siamo in pieno biennio rosso(1919 1921) e i sindacati nn erano ancora stati aboliti, per essere sostituiti dalle corporazioni ,strumenti nella totale disponibilità del padronato
Tua nonna o piu facilmente tu ,confondi il rosso politico coi rosso tricologico
Quel detto è conosciuto in tutta italia
" LE STRADE DELL INFERNO SONO LASTRICATE DI BUONE INTENZIONI." Marx nn si è mai sognato di dire una roba simile ,almeno pubblicamente
Sorvolo sul fatto che il tuo benefattore assieme ai sindacati ha abolito pure il parlamento,la libera stampa ,il diritto di opinione .perseguitato e ucciso qli oppositori e vietato ogni dissenso pubblico contro il regime.Per evitare equivoci dico subito che sono cosciente che cio è successo pure in russia
Io nn ti ho offeso dandoti del paranoico
Sospetto che tu sia all'oscuro di tale significato
CMQ se vuoi litigare dillo apertamente ,che io ti lascio dire tutto cio che vuoi evitando di risponderti
Prova a mettere sul piatto della bilancia cio che ha dato zio benito all'italia e cio che ha tolto e vedrai che uno dei 2 piatti della bilancia arriverà a trovare il petrolio
La paranoia è malattia tipica dei capi di regimi totalitari ,per sopravvivere sono costretti a immaginare complotti dietro ogni angolo
Fare della sana ironia a mezzo stampa ,nn è cosi facile come credi,tu piu che altro sei bravo a farla a posteriori
Connesso
Avatar utente
Vento
Connesso: Sì
Messaggi: 2628
Iscritto il: 8 giu 2019, 23:48
Ha Assegnato: 1092 Mi Piace
Ha Ricevuto: 1429 Mi Piace

Re: Totalitarismi

Messaggio da leggere da Vento »

Il comunismo è stato in partenza "il sogno di una cosa" la ricerca di una ulteriorità nobilitante ,l'illusoria ricerca dell''inveramento delle parole d'ordine della rivoluzione francese
Il nazifascismo fu programmaticamente pulsione aggressiva .volontà di dominio ,esaltazione collettiva della forza ,super ominismo della razza ariana


Chiedi ai tedeschi, che se lo ricordano, cos’è stato il comunismo in Germania. In Baviera, dove fecero fuori molta gente di destra (che poi ovviamente si vendicherà, con gli interessi), e costituirono la repubblica rossa bavarese. Così a Berlino e ovunque i comunisti cercarono di distruggere la società tedesca e scatenarono la reazione, che diventerà poi nazista. Altro che sogno, ulteriorità nobilitante; diedero il via al secolo di sangue e merda, che distruggerà l’Europa (per sempre). Bravi. Grazie.
Fuck Europe FuckYou by Victoria Nuland
Amen and Awoman :lol: egalité
Connesso
Avatar utente
heyoka
Connesso: Sì
Messaggi: 8179
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
Ha Assegnato: 4262 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2630 Mi Piace

Re: Totalitarismi

Messaggio da leggere da heyoka »

Vento ha scritto: 21 giu 2020, 18:36 Il comunismo è stato in partenza "il sogno di una cosa" la ricerca di una ulteriorità nobilitante ,l'illusoria ricerca dell''inveramento delle parole d'ordine della rivoluzione francese
Il nazifascismo fu programmaticamente pulsione aggressiva .volontà di dominio ,esaltazione collettiva della forza ,super ominismo della razza ariana


Chiedi ai tedeschi, che se lo ricordano, cos’è stato il comunismo in Germania. In Baviera, dove fecero fuori molta gente di destra (che poi ovviamente si vendicherà, con gli interessi), e costituirono la repubblica rossa bavarese. Così a Berlino e ovunque i comunisti cercarono di distruggere la società tedesca e scatenarono la reazione, che diventerà poi nazista. Altro che sogno, ulteriorità nobilitante; diedero il via al secolo di sangue e merda, che distruggerà l’Europa (per sempre). Bravi. Grazie.
NIENTE di nuovo sotto il sole diceva Qohelet, ancora 3500 anni fa.
Mi permetto di aggiungere un rigo ai suoi celebri ed illuminanti versetti sui tempi:
C' è un tempo per il Comunismo e uno per Nazismo.. WWE.gif
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Mugik
Connesso: No

Re: Totalitarismi

Messaggio da leggere da Mugik »

Vento ha scritto: 21 giu 2020, 18:36 Il comunismo è stato in partenza "il sogno di una cosa" la ricerca di una ulteriorità nobilitante ,l'illusoria ricerca dell''inveramento delle parole d'ordine della rivoluzione francese
Il nazifascismo fu programmaticamente pulsione aggressiva .volontà di dominio ,esaltazione collettiva della forza ,super ominismo della razza ariana


Chiedi ai tedeschi, che se lo ricordano, cos’è stato il comunismo in Germania. In Baviera, dove fecero fuori molta gente di destra (che poi ovviamente si vendicherà, con gli interessi), e costituirono la repubblica rossa bavarese. Così a Berlino e ovunque i comunisti cercarono di distruggere la società tedesca e scatenarono la reazione, che diventerà poi nazista. Altro che sogno, ulteriorità nobilitante; diedero il via al secolo di sangue e merda, che distruggerà l’Europa (per sempre). Bravi. Grazie.
Caro vento a te piace farti la storia su misura
Il nazifascismo è nato principalmente sulle ceneri della repubblica di weimar in un primo tempo indebolita dagli esosi debiti di guerra della pace di versailles ,poi dopo anni mentre stava riprendendosi ci penso'il capitalismo usa a darle il colpo di grazia con la grande crisi del 1929
Il tutto condito da un nazionalismo frutto del vento culturale che ha interessato tutta l'europa
Connesso
Avatar utente
Vento
Connesso: Sì
Messaggi: 2628
Iscritto il: 8 giu 2019, 23:48
Ha Assegnato: 1092 Mi Piace
Ha Ricevuto: 1429 Mi Piace

Re: Totalitarismi

Messaggio da leggere da Vento »

Mugik ha scritto: 21 giu 2020, 19:24
Vento ha scritto: 21 giu 2020, 18:36 Il comunismo è stato in partenza "il sogno di una cosa" la ricerca di una ulteriorità nobilitante ,l'illusoria ricerca dell''inveramento delle parole d'ordine della rivoluzione francese
Il nazifascismo fu programmaticamente pulsione aggressiva .volontà di dominio ,esaltazione collettiva della forza ,super ominismo della razza ariana


Chiedi ai tedeschi, che se lo ricordano, cos’è stato il comunismo in Germania. In Baviera, dove fecero fuori molta gente di destra (che poi ovviamente si vendicherà, con gli interessi), e costituirono la repubblica rossa bavarese. Così a Berlino e ovunque i comunisti cercarono di distruggere la società tedesca e scatenarono la reazione, che diventerà poi nazista. Altro che sogno, ulteriorità nobilitante; diedero il via al secolo di sangue e merda, che distruggerà l’Europa (per sempre). Bravi. Grazie.
Caro vento a te piace farti la storia su misura
Il nazifascismo è nato principalmente sulle ceneri della repubblica di weimar in un primo tempo indebolita dagli esosi debiti di guerra della pace di versailles ,poi dopo anni mentre stava riprendendosi ci penso'il capitalismo usa a darle il colpo di grazia con la grande crisi del 1929
Il tutto condito da un nazionalismo frutto del vento culturale che ha interessato tutta l'europa
Dalle mie variegate letture storiche mi sono fatto un'idea circa la crisi dell'Europa. Il virus del caos nasce nella rivoluzione francese, dai giacobini, le cui vedute saranno ispirazione per il grande avvelenatore, il tuo Marx, che seminerà l'odio nelle società europee. Almeno dall'inizio del novecento i movimenti rivoluzionari comunisti esplodono qua e la ed in Russia danno luogo alla prima rivoluzione nel '5, fallita, dopo la sconfitta coi giapponesi. Anche da noi e ovunque la politica diventa sempre più violenta.
Poi gli imperi perdono la testa ed iniziano l'assurda guerra mondiale, vero suicidio dell'Europa. Dalle sue rovine emergono i comunisti, a cominciare dalla Russia dove si sostituiscono allo Stato zarista, mentre in Germania la lotta sarà feroce, ma i tedeschi, freschi di guerra, non si fanno travolgere e reagiscono vigorosamente, dando vita al nazionalsocialismo. Così in Italia nasce il partito comunista nel '21, cui seguirà la marcia su Roma nel '22.
Anche un analfabeta si rende conto del ruolo dei movimenti rivoluzionari comunisti, che tentano di rovesciare i legittimi regimi esistenti con la violenza, provocando la reazione, ovviamente altrettanto violenta, dei movimenti nazionalisti, con esiti vari. Vorresti accurare gli Stati di essersi difesi dalla rivoluzione? Ne è derivato il secolo delle dittature, dei totalitarismi. Quelli di destra travolti dalla guerra, quelli di sinistra dalla fine della guerra fredda. Residuano strani soggetti, come i comunisti italiani, protetti dall'URSS, ma che non ne seguono il destino nel '91, bensì si attaccano come un corpo estraneo alla democrazia italiana. Marginali per la conventio ad excludendum, seguono la lunga, astuta strategia mafiosa indicata da Gramsci, infiltrando le istituzioni, dalla scuola alla magistratura, fino a Palamara, con la quale controllano ormai la vita politica.
Sono gli unici comunisti che ce l'hanno fatta, oltre ai cinesi. Naturalmente sono stati costretti a camuffarsi da democratici e ora perfino da liberisti, per sopravvivere nel contesto europeo di solide democrazie. Veri professionisti della politica, mercenari del potere. Chapeau!
Fuck Europe FuckYou by Victoria Nuland
Amen and Awoman :lol: egalité
Rispondi