Prima gli italiani

Forum di discussione sulla politica italiana, i partiti e le istituzioni.
Avatar utente
Valerio
Connesso: No
Messaggi: 6103
Iscritto il: 8 giu 2019, 20:31
Località: Messina
Ha Assegnato: 3639 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2813 Mi Piace

Re: Prima gli italiani

Messaggio da leggere da Valerio »

Diciamocelo: Salvini lo abbiamo anche criticato (pure io, ma con benevolenza), ma non si può negare che in certe cose è andato proprio alla grande!

Tornerà. Smiling

E agli scontenti posso solo dire : "mi spiaseeee" :mrgreen:
Sovranità al Cittadino.
Non abbiamo un pianeta B
In onore dei pennuti heyokani: Non ereditiamo la terra dai nostri antenati, la prendiamo in prestito dai nostri figli.
Connesso
Avatar utente
heyoka
Connesso: Sì
Messaggi: 8178
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
Ha Assegnato: 4262 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2630 Mi Piace

Re: Prima gli italiani

Messaggio da leggere da heyoka »

Valerio ha scritto: 11 apr 2020, 14:31 Diciamocelo: Salvini lo abbiamo anche criticato (pure io, ma con benevolenza), ma non si può negare che in certe cose è andato proprio alla grande!

Tornerà. Smiling

E agli scontenti posso solo dire : "mi spiaseeee" :mrgreen:
Però Sayon ha ragione quando dice che Salvini forse non è adatto a fare il capitano.
Lui è il miglior centravanti di sfondamento in assoluto ma il capitano deve essere un centrocampista.
In Lega vedo più adeguato un Giorgetti o per restare alla vecchia guardia un Maroni.
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Avatar utente
carletto3
Connesso: No
Messaggi: 8090
Iscritto il: 25 giu 2019, 2:20
Ha Assegnato: 436 Mi Piace
Ha Ricevuto: 3215 Mi Piace

Re: Prima gli italiani

Messaggio da leggere da carletto3 »

Guardate che chi scrive di riconfermare i contratti a tempo per le "Vendemmie" al Centro e al Nord almeno,non sbaglia...mica è tanto peregrina questa proposta...e' una pratica comunissima nelle aziende agricole di una certa rilevanza...sono per lo piu' romeni e moldavi,polacchi e ungheresi che giungono qua in autobus in pcchetti preconfezionati dalla loro agenzie di collocamento, con un contratto a tempo e finita la "vendemmia " ripartono...tutto organizzato e regolare.Adesso è tutto bloccato e ortaggi e frutta marciranno nei campi.I neretti non vogliono sporcarsi le manine sante....e allora cosa facciamo?
La realta' è solo un'allucinazione dovuta a carenza di alcol (...un saggio)
"Gli è tutto sbagliato....gli è tutto da rifa'"
Avatar utente
Valerio
Connesso: No
Messaggi: 6103
Iscritto il: 8 giu 2019, 20:31
Località: Messina
Ha Assegnato: 3639 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2813 Mi Piace

Re: Prima gli italiani

Messaggio da leggere da Valerio »

heyoka ha scritto: 11 apr 2020, 19:49
Valerio ha scritto: 11 apr 2020, 14:31 Diciamocelo: Salvini lo abbiamo anche criticato (pure io, ma con benevolenza), ma non si può negare che in certe cose è andato proprio alla grande!

Tornerà. Smiling

E agli scontenti posso solo dire : "mi spiaseeee" :mrgreen:
Però Sayon ha ragione quando dice che Salvini forse non è adatto a fare il capitano.
Lui è il miglior centravanti di sfondamento in assoluto ma il capitano deve essere un centrocampista.
In Lega vedo più adeguato un Giorgetti o per restare alla vecchia guardia un Maroni.
Ma basta con 'sto Maroni! Ma che ha fatto di buono?

Ci sono tanti leghisti in gamba, potete trovare di meglio!
Sovranità al Cittadino.
Non abbiamo un pianeta B
In onore dei pennuti heyokani: Non ereditiamo la terra dai nostri antenati, la prendiamo in prestito dai nostri figli.
Avatar utente
Valerio
Connesso: No
Messaggi: 6103
Iscritto il: 8 giu 2019, 20:31
Località: Messina
Ha Assegnato: 3639 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2813 Mi Piace

Re: Prima gli italiani

Messaggio da leggere da Valerio »

carletto3 ha scritto: 11 apr 2020, 20:00 Guardate che chi scrive di riconfermare i contratti a tempo per le "Vendemmie" al Centro e al Nord almeno,non sbaglia...mica è tanto peregrina questa proposta...e' una pratica comunissima nelle aziende agricole di una certa rilevanza...sono per lo piu' romeni e moldavi,polacchi e ungheresi che giungono qua in autobus in pcchetti preconfezionati dalla loro agenzie di collocamento, con un contratto a tempo e finita la "vendemmia " ripartono...tutto organizzato e regolare.Adesso è tutto bloccato e ortaggi e frutta marciranno nei campi.I neretti non vogliono sporcarsi le manine sante....e allora cosa facciamo?
Il problema é che in questi lavori non è facile mantenere le misure di sicurezza biologica, sia per gli operatori che per il prodotto.
Sovranità al Cittadino.
Non abbiamo un pianeta B
In onore dei pennuti heyokani: Non ereditiamo la terra dai nostri antenati, la prendiamo in prestito dai nostri figli.
luce allievi
Connesso: No

Re: Prima gli italiani

Messaggio da leggere da luce allievi »

marinogiuliocesare ha scritto: 9 apr 2020, 20:30 Prima gli italiani! Giusto. Però ora che ci mancano i 200.000 immigrati per raccogliere i nostri pomodori e le nostre verdure, dove e chi li trova i 200.000 italiani disposti a fare quei lavori?
In questi giorni di virus abbiamo scoperto che la nostra esistenza di persone e di società si basa sul lavoro più umile dei lavoratori più umili.
Lavare i pavimenti di un ospedale, vuotare le padelle degli ammalati, ritirare i rifiuti, pulire le strade, caricare le merci sui camion, ..., ..., ..., lavorare la terra, raccogliere i prodotti della terra.
Magari potremmo cominciare a pensare che questi lavoratori, per quanto umili, per quanto addetti a lavori umili, devono essere pagati e garantiti in modo dignitoso.
Se non ci pensiamo adesso perchè non ci conviene, perchè diminuirebbero i nostri guadagni, dovremo pensarci in futuro quando la situazione oggettiva verrà a prenderci per la gola.
In fondo si tratta di una pura vertenza sindacale: qualcuno che adesso si mangia una fetta di torta più grande si dovrà accontentare (per amore o per forza) di una fetta di torta più piccola.
Connesso
Avatar utente
heyoka
Connesso: Sì
Messaggi: 8178
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
Ha Assegnato: 4262 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2630 Mi Piace

Re: Prima gli italiani

Messaggio da leggere da heyoka »

Benvenuta Luce.
Speriamo di non beccarci oltre il limite, visto che ci siamo già beccati in altro forum.
🤩🤩🤩
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Avatar utente
Gasiot2
Connesso: No
Messaggi: 697
Iscritto il: 8 giu 2019, 22:01
Ha Assegnato: 219 Mi Piace
Ha Ricevuto: 222 Mi Piace

Re: Prima gli italiani

Messaggio da leggere da Gasiot2 »

luce allievi ha scritto: 12 apr 2020, 12:08
marinogiuliocesare ha scritto: 9 apr 2020, 20:30 Prima gli italiani! Giusto. Però ora che ci mancano i 200.000 immigrati per raccogliere i nostri pomodori e le nostre verdure, dove e chi li trova i 200.000 italiani disposti a fare quei lavori?
In questi giorni di virus abbiamo scoperto che la nostra esistenza di persone e di società si basa sul lavoro più umile dei lavoratori più umili.
Lavare i pavimenti di un ospedale, vuotare le padelle degli ammalati, ritirare i rifiuti, pulire le strade, caricare le merci sui camion, ..., ..., ..., lavorare la terra, raccogliere i prodotti della terra.
Magari potremmo cominciare a pensare che questi lavoratori, per quanto umili, per quanto addetti a lavori umili, devono essere pagati e garantiti in modo dignitoso.
Se non ci pensiamo adesso perchè non ci conviene, perchè diminuirebbero i nostri guadagni, dovremo pensarci in futuro quando la situazione oggettiva verrà a prenderci per la gola.
In fondo si tratta di una pura vertenza sindacale: qualcuno che adesso si mangia una fetta di torta più grande si dovrà accontentare (per amore o per forza) di una fetta di torta più piccola.
Ciao luce .. bentornata
Il tuo ragionamento ha una logica condivisibile , però tra quelli che hai elencato ci sarebbe da dire qualcosa in più sugli addetti a raccogliere i prodotti agricoli
Le aziende serie mettono in regola anche con gruppi di persone che si organizzano dall' estero , in certe zone del sud si sa che questo non avviene
Epperò troppo raramente si legge di imprenditori castigati per l'uso perenne di lavoro nero
Invece si dovrebbe controllare i campi con elicotteri o droni , come avviene oggi con questa clausura forzata o come avviene per le vendemmie al nord
Gli altri soggetti che hai citato invece sono abbastanza protetti lavorando in città ed in cooperative anche se le buste paga non sono certo entusiasmanti
“Se un uomo è uno stupido, non lo emancipi dalla sua stupidità col mandarlo all'università. Semplicemente lo trasformi in uno stupido addestrato, dieci volte più pericoloso.”
DESMOND BAGLEY
Connesso
Avatar utente
heyoka
Connesso: Sì
Messaggi: 8178
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
Ha Assegnato: 4262 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2630 Mi Piace

Re: Prima gli italiani

Messaggio da leggere da heyoka »

Rosanna ha scritto: 10 apr 2020, 0:59 No, Alfa. Non farlo. Anche gli Idioti si rendono utili...qualche volta.
Sibillina e perversa. 🤔
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
luce allievi
Connesso: No

Re: Prima gli italiani

Messaggio da leggere da luce allievi »

Gasiot ha scritto: 12 apr 2020, 12:54 Ciao luce .. bentornata
Il tuo ragionamento ha una logica condivisibile , però tra quelli che hai elencato ci sarebbe da dire qualcosa in più sugli addetti a raccogliere i prodotti agricoli
Le aziende serie mettono in regola anche con gruppi di persone che si organizzano dall' estero , in certe zone del sud si sa che questo non avviene
Epperò troppo raramente si legge di imprenditori castigati per l'uso perenne di lavoro nero
Invece si dovrebbe controllare i campi con elicotteri o droni , come avviene oggi con questa clausura forzata o come avviene per le vendemmie al nord
Gli altri soggetti che hai citato invece sono abbastanza protetti lavorando in città ed in cooperative anche se le buste paga non sono certo entusiasmanti
Grazie!

Intendevo dire che nelle varie filiere produttive (e in particolare quella agro-alimentare) ci sono alcuni attori troppo forti e altri attori troppo deboli.
Da una parte ci sono schiavi sfruttati e agricoltori che non coprono le spese, dall'altra parte ci sono intermediari, industriali, commercianti, MAFIOSI che si arricchiscono.
Anche a prescindere dal fenomeno mafioso, la suddivisione della torta deve essere ricontrattata.
Agli agricoltori devono arrivare più soldi, gli schiavi devono essere rimpiazzati da manodopera pagata e garantita in modo dignitoso.
Questo non solo per una questione sindacale e di LEGALITA' ma anche per un calcolo macroeconomico.
Se si aumentano i redditi e le garanzie dei lavoratori, aumentano i consumi e aumenta il PIL.
E' la vecchia e sempre valida "politica dei redditi".
Rosanna
Connesso: No

Re: Prima gli italiani

Messaggio da leggere da Rosanna »

heyoka ha scritto: 12 apr 2020, 13:17
Rosanna ha scritto: 10 apr 2020, 0:59 No, Alfa. Non farlo. Anche gli Idioti si rendono utili...qualche volta.
Sibillina e perversa. 🤔
😂😂😂😂
Avatar utente
carletto3
Connesso: No
Messaggi: 8090
Iscritto il: 25 giu 2019, 2:20
Ha Assegnato: 436 Mi Piace
Ha Ricevuto: 3215 Mi Piace

Re: Prima gli italiani

Messaggio da leggere da carletto3 »

Valerio ha scritto: 12 apr 2020, 8:19
carletto3 ha scritto: 11 apr 2020, 20:00 Guardate che chi scrive di riconfermare i contratti a tempo per le "Vendemmie" al Centro e al Nord almeno,non sbaglia...mica è tanto peregrina questa proposta...e' una pratica comunissima nelle aziende agricole di una certa rilevanza...sono per lo piu' romeni e moldavi,polacchi e ungheresi che giungono qua in autobus in pcchetti preconfezionati dalla loro agenzie di collocamento, con un contratto a tempo e finita la "vendemmia " ripartono...tutto organizzato e regolare.Adesso è tutto bloccato e ortaggi e frutta marciranno nei campi.I neretti non vogliono sporcarsi le manine sante....e allora cosa facciamo?
Il problema é che in questi lavori non è facile mantenere le misure di sicurezza biologica, sia per gli operatori che per il prodotto.
Valerio...che fai mi pigli in giro?Nelle serre un filare a testa,scorrendo invertiti ..e lo stesso nei campi,lo stesso un albero a testa per le ciliege ,e lo stesso per le fragole,cetrioli, zucchine ecc.....mai un lavoro è stato piu' sano di quello,contro le infezioni le distanze di sicurezza sarebbero piu' che sufficienti......poi una volta raccolta mentre passa sui nastri trasportatori si irrora di "Amuchina anche artigianale " e il gioco è fatto. Per me sarebbe l'unico lavoro tra tutti gli altri che garantirebbe una certa sicurezza.
La realta' è solo un'allucinazione dovuta a carenza di alcol (...un saggio)
"Gli è tutto sbagliato....gli è tutto da rifa'"
Avatar utente
nerorosso
Connesso: No
Messaggi: 5848
Iscritto il: 8 giu 2019, 17:34
Ha Assegnato: 3543 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2821 Mi Piace

Re: Prima gli italiani

Messaggio da leggere da nerorosso »

carletto3 ha scritto: 13 apr 2020, 1:54
Valerio ha scritto: 12 apr 2020, 8:19
carletto3 ha scritto: 11 apr 2020, 20:00 Guardate che chi scrive di riconfermare i contratti a tempo per le "Vendemmie" al Centro e al Nord almeno,non sbaglia...mica è tanto peregrina questa proposta...e' una pratica comunissima nelle aziende agricole di una certa rilevanza...sono per lo piu' romeni e moldavi,polacchi e ungheresi che giungono qua in autobus in pcchetti preconfezionati dalla loro agenzie di collocamento, con un contratto a tempo e finita la "vendemmia " ripartono...tutto organizzato e regolare.Adesso è tutto bloccato e ortaggi e frutta marciranno nei campi.I neretti non vogliono sporcarsi le manine sante....e allora cosa facciamo?
Il problema é che in questi lavori non è facile mantenere le misure di sicurezza biologica, sia per gli operatori che per il prodotto.
Valerio...che fai mi pigli in giro?Nelle serre un filare a testa,scorrendo invertiti ..e lo stesso nei campi,lo stesso un albero a testa per le ciliege ,e lo stesso per le fragole,cetrioli, zucchine ecc.....mai un lavoro è stato piu' sano di quello,contro le infezioni le distanze di sicurezza sarebbero piu' che sufficienti......poi una volta raccolta mentre passa sui nastri trasportatori si irrora di "Amuchina anche artigianale " e il gioco è fatto. Per me sarebbe l'unico lavoro tra tutti gli altri che garantirebbe una certa sicurezza.
Da sto punto di vista siamo molto più a rischio noi lavoratori della logistica.
SLAVA ROSSIJA!!! 🇷🇺
Avatar utente
carletto3
Connesso: No
Messaggi: 8090
Iscritto il: 25 giu 2019, 2:20
Ha Assegnato: 436 Mi Piace
Ha Ricevuto: 3215 Mi Piace

Re: Prima gli italiani

Messaggio da leggere da carletto3 »

nerorosso ha scritto: 13 apr 2020, 2:03
carletto3 ha scritto: 13 apr 2020, 1:54
Valerio ha scritto: 12 apr 2020, 8:19
carletto3 ha scritto: 11 apr 2020, 20:00 Guardate che chi scrive di riconfermare i contratti a tempo per le "Vendemmie" al Centro e al Nord almeno,non sbaglia...mica è tanto peregrina questa proposta...e' una pratica comunissima nelle aziende agricole di una certa rilevanza...sono per lo piu' romeni e moldavi,polacchi e ungheresi che giungono qua in autobus in pcchetti preconfezionati dalla loro agenzie di collocamento, con un contratto a tempo e finita la "vendemmia " ripartono...tutto organizzato e regolare.Adesso è tutto bloccato e ortaggi e frutta marciranno nei campi.I neretti non vogliono sporcarsi le manine sante....e allora cosa facciamo?
Il problema é che in questi lavori non è facile mantenere le misure di sicurezza biologica, sia per gli operatori che per il prodotto.
Valerio...che fai mi pigli in giro?Nelle serre un filare a testa,scorrendo invertiti ..e lo stesso nei campi,lo stesso un albero a testa per le ciliege ,e lo stesso per le fragole,cetrioli, zucchine ecc.....mai un lavoro è stato piu' sano di quello,contro le infezioni le distanze di sicurezza sarebbero piu' che sufficienti......poi una volta raccolta mentre passa sui nastri trasportatori si irrora di "Amuchina anche artigianale " e il gioco è fatto. Per me sarebbe l'unico lavoro tra tutti gli altri che garantirebbe una certa sicurezza.
Da sto punto di vista siamo molto più a rischio noi lavoratori della logistica.
Certo.....!!! Tocchi piu' roba infetta te di un raccoglitore di frutta.....
La realta' è solo un'allucinazione dovuta a carenza di alcol (...un saggio)
"Gli è tutto sbagliato....gli è tutto da rifa'"
Avatar utente
nerorosso
Connesso: No
Messaggi: 5848
Iscritto il: 8 giu 2019, 17:34
Ha Assegnato: 3543 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2821 Mi Piace

Re: Prima gli italiani

Messaggio da leggere da nerorosso »

carletto3 ha scritto: 13 apr 2020, 2:11
nerorosso ha scritto: 13 apr 2020, 2:03
carletto3 ha scritto: 13 apr 2020, 1:54
Valerio ha scritto: 12 apr 2020, 8:19

Il problema é che in questi lavori non è facile mantenere le misure di sicurezza biologica, sia per gli operatori che per il prodotto.
Valerio...che fai mi pigli in giro?Nelle serre un filare a testa,scorrendo invertiti ..e lo stesso nei campi,lo stesso un albero a testa per le ciliege ,e lo stesso per le fragole,cetrioli, zucchine ecc.....mai un lavoro è stato piu' sano di quello,contro le infezioni le distanze di sicurezza sarebbero piu' che sufficienti......poi una volta raccolta mentre passa sui nastri trasportatori si irrora di "Amuchina anche artigianale " e il gioco è fatto. Per me sarebbe l'unico lavoro tra tutti gli altri che garantirebbe una certa sicurezza.
Da sto punto di vista siamo molto più a rischio noi lavoratori della logistica.
Certo.....!!! Tocchi piu' roba infetta te di un raccoglitore di frutta.....
Mah, la mia posizione è particolare. Faccio il carrellista stoccatore, cioè colui che stocca sugli scaffali, le pedane di merce ricevuta.
Lavoro al reparto surgelati, di cui puoi immaginare la temperatura, chiuso in una cabina.
Da che è iniziata l'emergenza, la mia vita non è cambiata di una virgola. Esco di casa alle 7, torno verso le 17 o 18 o anche 19, mi rilasso un pochino, dopo cena faccio due passeggiate con le mie due femmine canidi (Lola e Wendy), e concludo la mia serata scrivendo sul forum o altrove o leggendo qualcosa in rete.
SLAVA ROSSIJA!!! 🇷🇺
Rispondi