Come si invia una proposta di Articolo deilettori

Se hai qualche problema e vuoi una risposta online scrivi il relativo post qui.
Avatar utente
Vento
Messaggi: 414
Iscritto il: 8 giu 2019, 23:48
Has thanked: 58 times
Ti Piace: 79 times

Come si invia una proposta di Articolo deilettori

Messaggio da leggere da Vento »

Scusate ma non capisco come si invia una proposta per la rubrica Articoli dei lettori. Provo ad incollarne uno qui.

Cosa vuol dire democrazia ?

L’alternanza delle politiche non è confusione, ma dialettica, ma questo in Italia non lo capisce quasi nessuno. Nessuno sa cosa sia la democrazia, perché nessuno lo insegna nelle scuole. Io l’ho capito solo all’università, quando ho avuto la fortuna di avere come docente Giovanni Sartori. Qui le elezioni sono viste come rivoluzioni, non come pacifiche scelte di politiche via via più adeguate all’interesse comune. Non esiste la politica giusta, esistono politiche più o meno adeguate al momento. Eppure la Svizzera è vicina!

Purtroppo questa ignoranza non è solo italiana, ma anche europea. A Bruxell si è formata una classe politica portatrice di una visione politica, da lungo tempo. Poiché le cose cambiano, nuovi problemi arrivano, oggi molti sentono la necessità di una visione diversa, specie sul tema sicurezza e confini. La classe al potere invece non accetta tale necessità, quindi contrasta la democrazia e intriga per impedire l’emergere di una nuova politica e classe dirigente europea. Questo avviene anche nei paesi più influenti, come la Germania. Così vediamo la trasformista Merkel che da leader conservatore è diventata leader della sinistra e che intriga all’interno per impedire l’emergere di politiche alternative, demonizzando gli avversari (AdF), e altrettanto fa all’esterno, demonizzando il nostro Salvini.

Questa è negazione della democrazia e non ci sono ragioni a giustificazione. Non ci sono fascisti né comunisti in giro, anche se la vocazioni non mancano di certo, specie se si continua ad impedire la democrazia. Non si può demonizzare l’avversario politico, dandogli del fascista, e sentirsi così autorizzati a sospendere la democrazia, come sta avvenendo. Purtroppo la propaganda della sinistra acceca anche qualcuno della destra, che confonde la classe politica della sinistra, con le istituzioni europee, delle quali quelli si sono semplicemente impadroniti. Criticare i sovranisti perché si oppongono a questa classe politica antidemocratica è ingiusto. Al contrario sono proprio loro gli unici che si preoccupano dello strapotere di tale classe e della sospensione in atto della democrazia, cercando di costruire una forza alternativa, quindi contro la classe dominante. Così si fa in democrazia,


La democrazia è una tecnica di gestione della cosa pubblica, basata su delega, elezione e rotazione del potere. Il primo requisito della democrazia è l’alternanza. Alternanza dei politici, delle politiche e delle visioni sottostanti. Quindi presuppone la convinzione che non esistano verità uniche, ma che invece varie e mutevoli siano le scelte possibili. E questa è una complicazione, ma è anche la forza della democrazia, capace (quando funziona) di trovare la soluzione opportuna nelle mutevoli situazioni, attraverso la dialettica delle diverse opinioni, risolta con il meccanismo elettorale.

La democrazia è come un veliero, che viaggia con venti variabili, ovviamente zigzagando, ma comunque progredendo, a fatica, verso la meta. Se procedesse diritto, seguendo un solo vento, andrebbe a sbattere. Questo non viene però capito dalle élites della sinistra, che è solo uno dei venti politici possibili, non l’unico come loro si ostinano a credere, diventando così un problema per la democrazia.

Purtroppo nel nostro paese non si insegna cos’è la democrazia e si finisce per confonderla con l’anarchia. Si pensa infatti che l’autorità non debba esistere nella democrazia e questo porta al caos italiano. La democrazia deve invece essere autorevole, ma non autoritaria e la soluzione sta semplicemente nel rispetto delle opinioni diverse e nell’ALTERNANZA al potere, cosa che qui proprio non si riesce a capire, perché si è intimamente totalitari.

L'obiettivo finale del virus dell'egalité giacobina è la distruzione della democrazia. Siamo tutti uguali, quindi chi ha idee diverse è un'anomalia da eliminare, non deve esistere. La sinistra trova disgustosa, anzi inconcepibile, la democrazia, che è dialettica tra parti politiche diverse, che la differenza la richiede, che senza differenza non può funzionare, né esistere. Altro che uguaglianza!

Questo è il loro gioco, il gioco che da sempre fanno i comunisti. Provocare con la loro aggressività reazioni violente, svegliare attitudini 'fasciste', per poter poi dire: "avete visto che avevamo ragione?". E così si rafforzano e perpetuano. La democrazia non solo non gli piace, ma non la sanno vivere. Hanno bisogno di scontri totalitari, è l'unica dimensione che conoscono e sanno vivere.
Avatar utente
nerorosso
Messaggi: 1540
Iscritto il: 8 giu 2019, 17:34
Has thanked: 175 times
Ti Piace: 250 times

Re: Come si invia una proposta di Articolo deilettori

Messaggio da leggere da nerorosso »

Ti ho risposto in privato.
PATRIA O MUERTE!!!

(Fidel Castro)
Rispondi