Incidenti gravi e la Giustizia Italiana

Forum di discussione sulla politica italiana, i partiti e le istituzioni.
Connesso
Avatar utente
Sayon
Connesso: Sì
Messaggi: 11469
Iscritto il: 9 giu 2019, 7:58
Ha Assegnato: 3595 Mi Piace
Ha Ricevuto: 4657 Mi Piace

Re: Incidenti gravi e la Giustizia Italiana

Messaggio da leggere da Sayon »

nerorosso ha scritto: 11 feb 2020, 23:50
Sayon ha scritto: 11 feb 2020, 21:32
carletto3 ha scritto: 11 feb 2020, 20:51
nerorosso ha scritto: 11 feb 2020, 20:34

Certo Sayon, tutto bello in teoria.
Ma se quel che manca per la doverosa manutenzione o conduzione di qualsivoglia apparato tecnico viene fatto intenzionalmente mancare? Proprio da quei manager che tu incensi e difendi? Con le solite motivazioni poi: come scrive giustamente cuneoman: benefit, dividendi, tornaconto personale…
Che bello.......Nero ,ora divertitio un po' te con Sayon e Cuneo che io ci sto invecchiando precocemente con 'sti due.....
Beh, per riuscirci, cominciate a dire cose sensate. Quando costruivo gallerie, io acchiappavo il minatore che non usava il casco e quello che usava la dinamite per prendere i pesci nei laghi, e gli davo un avvertimento: se lo fai ancora una volta sei licenziato. E costruimmo una galleria di 20 km senza un morto. Ma per voi dovrei essere io ad andare in galera se uno di questi collioni lo faceva senza che nessuno se ne accorgesse e ne rimanesse ferito. Non fa una grinza no? La colpa e' sempre del management, sia se avviene un incidente sia se li licenzia. La responsabilita' personale non esiste piu'.
My two cents: guarda caso ho da poco fatto il corso sulla sicurezza, che nel nostro caso riguarda soprattutto l'uso di mezzi elevatori e quello del corretto uso dei DPI oltre che quello della conoscenza basica dei vari rischi che possono essere presenti nei vari ambienti che si possono incontrare.
Nel nostro ambiente è assolutamente vietato entrare nelle aree di lavoro senza scarpe antinfortunistiche. Se putacaso tu vai in giro in scarpe ginniche e ti schiacciano un piede con un carrello, l'INAIL nemmeno ti riconosce l'infortunio, perchè le scarpe ti sono state fornite e tu non le hai messe. Diverso sarebbe se non ti fossero state fornite.
Ancora diverso è il caso che riguarda la manutenzione che richiede pezzi di ricambio. Se io segnalo che il mio carrello segnala batteria sganciata nonostante il meccanismo funzioni correttamente, significa che il sensore ha qualche problema, e quindi dovrebbe essere sostituito, anche se il primo intervento basato sulla generica segnalazione può non sapere prima della diagnostica di cosa effettivamente si tratta. Se una volta effettuato l'intervento, accertato che il meccanismo di aggancio funziona il problema è il sensore il cui ricambio deve essere ordinato, il meccanico tampona la situazione con un "ponte" giusto per mettere il carrello in condizioni operative, se succede qualcosa (impossibile) di chi è la responsabilità? Della committente che non ordina il ricambio perché troppo costoso, del noleggiatore che non mette il ricambio perché esula dalla manutenzione ordinaria, o dell'ultima ruota del carro, il meccanico che ha la disposizione di mettere in assetto operativo il mezzo, anche se con mezzi di fortuna?

PS
Qui si parla di cosa da poco, il ponticello mi permette di usare il carrello in assoluta sicurezza, il guasto riguarda solo il fatto che se il sensore segnala erroneamente "batteria sganciata" il carrello viaggia alla velocità più bassa possibile, praticamente inutilizzabile…
Un caso limite insomma.
Ovviamente se la sicurezza di un mezzo è pregiudicata questo viene bloccato in attesa di accettazione preventivo.
Beh allora sfondate una porta aperta. Io non sto difendendo il management che commette errori a danno dei lavoratori. Logico che in quel caso che venga condannato. Ma io in Italia ho visto troppi casi dove la responsabilita' dei lavoratori e' del tutto ignorata, e il management o le persone politicamente incorrette vengono accusate e in alcuni casi condannati. Se scrivo questo e' proprio perche' alla fine, in Cassazione, verranno lasciati liberi anche loro proprio perche' non hanno avuto responsabilita' specifiche. Nel frattempo hanno perso soldi, lavoro, prestigio e salute. Io quindi difendo solo le persone oneste ed insisto sulle responsabilita' individuali che non possono essere ignorate solo perche' si e' pagati poco.
Connesso
Avatar utente
serge
Connesso: Sì
Messaggi: 6637
Iscritto il: 9 giu 2019, 8:58
Ha Assegnato: 6646 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2344 Mi Piace

Re: Incidenti gravi e la Giustizia Italiana

Messaggio da leggere da serge »

A mio avviso,da quel poco che è dato sapere PARE che la responsabilità del disastro sia da attribuire a una tragica leggerezza umana......
Bye
Un autentico cretino, difficile a trovarsi in questi tempi in cui i cretini si camuffano da intelligenti. (Andrea Camilleri)
Rispondi