Consigliere leghista insulta Pertini

Forum di discussione sulla politica italiana, i partiti e le istituzioni.
Avatar utente
cuneoman
Connesso: No
Messaggi: 879
Iscritto il: 16 ago 2019, 23:39

Re: Consigliere leghista insulta Pertini

Messaggio da leggere da cuneoman »

Sayon ha scritto: 29 gen 2020, 15:49 Bravo cosi mi piaci. Ti comporti come una persona normale. Ora tieni conto che dopo il 1943, Mussolini era' gia' stato esautorato dal potere dagli stessi fascisti e confinato sul Gran Sasso. La repubblica di Salo' non contava nulla, Era solo un'invenzione dei nazisti che usarono Mussolini come un fantoccio. La Petacci non era un delinquente armato: era una donna innamorata e basta. Gli ex fascisti uccisi fra il 1943 e 1949 erano in maggioranza ragazzi di leva o gente civile che era tornata al lavoro e voleva vivere in pace. I profughi dell' Erirea, Etiopia,, Istria e Dalmazia non erano fascisti ma ITALIANI che hanno creato in Africa e in Europa opere bellissime (Asmara e' l'unica citta' Africana considerata patrimonio universale). L' Italia e' stata , per colpa dei partigian comunisti, l' unica nazione che ha perso la guerra, Giappone e Germania hanno recuperato il loro territorio e considerati neo alleati fedeli agli USA e alleati. L' Italia no, per "merito" dei partigiani amici di Stalin e di Tito ed indifferenti persino alle foibe, sempre dimenticate dai PdR come Pertini o Napolitano. Il DANNO fatto dai partigiani agli italiani, nonostante le cerimonie cerchino di affermare il contrario, e' di molto superiore a quello fatto dagli alleati e nazisti messi insieme. Sono passati 75 anni e graze a Pertini & co. siamo ancora divisi e cantando "Bella Ciao". Dovremmo solo vergognarci, altro che celebrare.
Non è andata prorpio cos'. per 20 anni i fascisti hanno fatto i loro porci comodi, uccidendo, malmenando, togliendo beni al popolo e qualunque diritto di giustizia. Poi ci fu la guerra, e Mussolini ha l'enorme colpa di essersi alleato con un pazzo, sapendo che lo fosse. Oltre a mandare in Russia i nostri a morire, senza l'abbigliamento adatto, ecc ecc.
Sulla Repubblica di Salò, è facile (neanche tanto se vedi) nel 2020, molto meno nel 1945.

Quindi non difendo ma capisco tutti gli italiani, partigiani o meno, che si sono vendicati per ciò che hanno subito per 25 anni; per la fame; per i parenti morti; per le rappresaglie fasciste e nazista; per il Re che è scappato fregandosene del popolo, senza neanche dare ordini. Questo era il contesto storico, a cui sono seguite amnistie di ogni genere, il che ha rafforzato l'idea di farsi giustizia da soli.

Raccontata in questo modo, la storia cambia parecchio.
Mio padre diceva sempre "infierire sul cadavere di un morto è indecente, neanche su quello di Mussolini. Ma se non lo avessero ucciso, ora sarebbe di nuovo al governo". E credo che avesse ragione, oppure sarebbe fuggito grazie agli amici e ora sarebbe su qualche costa a godersi tranquillamente i suoi ultimi giorni.
Avatar utente
cuneoman
Connesso: No
Messaggi: 879
Iscritto il: 16 ago 2019, 23:39

Re: Consigliere leghista insulta Pertini

Messaggio da leggere da cuneoman »

Tornando al primo post, pare che la Lega per fortuna si sia dissociata.

Veniamo alle 2 accuse:

- Assassino.
Se si intende in periodo di guerra, sì, come mezza Italia. E almeno lui stava dalla parte giusta.

- Brigatista rosso.
Questo invece è un insulto gratuito completamente slegato dalla realtà, il solito "incitamento all'odio" che in tanti vogliono negare, ma alla fine sempre lì torniamo. Si parlava di intitolare una strada a Pertini, la propaganda spinge a fare affermazioni forti, poi magari qualcuno ci crede e emula.
:roll:
Avatar utente
Socialism
Connesso: No
Messaggi: 67
Iscritto il: 26 gen 2020, 3:06

Re: Consigliere leghista insulta Pertini

Messaggio da leggere da Socialism »

cuneoman ha scritto: 29 gen 2020, 16:38 Tornando al primo post, pare che la Lega per fortuna si sia dissociata.

Veniamo alle 2 accuse:

- Assassino.
Se si intende in periodo di guerra, sì, come mezza Italia. E almeno lui stava dalla parte giusta.

- Brigatista rosso.
Questo invece è un insulto gratuito completamente slegato dalla realtà, il solito "incitamento all'odio" che in tanti vogliono negare, ma alla fine sempre lì torniamo. Si parlava di intitolare una strada a Pertini, la propaganda spinge a fare affermazioni forti, poi magari qualcuno ci crede e emula.
:roll:
Condivido pienamente.
Per quanto riguarda Sayon, quando afferma che i partigiani italiani hanno fatto più danni del nazismo... credo che adesso stiamo esagerando un tantino!
Connesso
Avatar utente
Sayon
Connesso: Sì
Messaggi: 11643
Iscritto il: 9 giu 2019, 7:58
Ha Assegnato: 3687 Mi Piace
Ha Ricevuto: 4722 Mi Piace

Re: Consigliere leghista insulta Pertini

Messaggio da leggere da Sayon »

Socialism ha scritto: 29 gen 2020, 17:13
cuneoman ha scritto: 29 gen 2020, 16:38 Tornando al primo post, pare che la Lega per fortuna si sia dissociata.

Veniamo alle 2 accuse:

- Assassino.
Se si intende in periodo di guerra, sì, come mezza Italia. E almeno lui stava dalla parte giusta.

- Brigatista rosso.
Questo invece è un insulto gratuito completamente slegato dalla realtà, il solito "incitamento all'odio" che in tanti vogliono negare, ma alla fine sempre lì torniamo. Si parlava di intitolare una strada a Pertini, la propaganda spinge a fare affermazioni forti, poi magari qualcuno ci crede e emula.
:roll:
Condivido pienamente.
Per quanto riguarda Sayon, quando afferma che i partigiani italiani hanno fatto più danni del nazismo... credo che adesso stiamo esagerando un tantino!
Quello che vedi come esagerazione, diventa piu comprensibile se pensi a quanto ha PERSO l' Italia nel dopoguerra per aver avuto il piu grande partito comunista d' Europa, innamorandosi del Baffone e perdonando ogni cosa a Tito. Non solo ha perso tutte le colonie (unico Stato Europeo che costrui qualcosa, invece che rubare) Africane , e tuutti gli investimenti fatti (gli Inglesi quando subentrarono all Italia in Eritrea RUBARONO i cavi della teleferica piu lunga del mondo e tutti i binari della ferrovia -meravigliosa - che collegava Asmara 2500mt slm fino al mar Rosso. Ma ha perso anche la Dalmazia, Istria e parte della Venezia Giulia con Trieste e Gorizia che hano perso tutta la loro provincia. I Francesi invece che persero la guerra ed ebbero persino un governo Petain pro-Nazi furono considerati "vincitori". E i nostri partigiani allora perche non furono considerati "vincitori"? Evidentemente si dedicarono piu a uccidere gli italiani "fascisti" (alla fine della guerra!) che non i nazisti. E quando lo fecero fecero piu danno agli Italiani (vedi Fosse Ardeatine) che non ai Tedeschi, in seguito alle rappresaglie dei nazisti. ASSURDO quello che dici riguardo Mussolini che sarebbe tornato al potere. Si continua ad ignorare che fu DEPOSTO e IMPRIGIONATO dai fascisti stessi e che di potere non ne aveva piu nulla. A guerra finita, il potere spettava alla Monarchia (niente di strano ce l' hanno ancora Spagna, Gran Bretagna, Olanda, Belgio) legalmente, ma ci sarebbero state le elezioni e il popolo avrebbe scelto LIBERAMENTE i partiti in lizza : DC e PCI soprattutto. Caro Socialista io suggerisco a tutti di seguire la propria testa e non i suggerimenti interessati e faziosi che vengono da destra e sinistra. La verita' ESISTE a non e' mai quella suggerita dai politici ma e' quella che troviamo noi stessi, usando diligenza ed onesta'. I 'partigiani" e i PdR comunisti ci hanno imposto di considerare EROI ai partigiani evitando di evocare dei loro molteplici errori e crudelta' verso altri Italiani non belligeranti. Hanno cosi creato una colossale BUGIA che continuano a perpetuare a danno soprattutto dei giovani che non riescono a scoprire la verita' sulle tante vergogne del primo dopoguerra italiano.
Avatar utente
Ghino di Tacco
Connesso: No
Messaggi: 105
Iscritto il: 15 set 2019, 22:23
Ha Ricevuto: 2 Mi Piace

Re: Consigliere leghista insulta Pertini

Messaggio da leggere da Ghino di Tacco »

Una guerra e soprattutto una guerra civile non è mai un bel affare!!
Soprattutto se poi a questa ci aggiungiamo una guerra in corso tra due eserciti stranieri!!
E aggiungiamoci pure dopo una guerra condotta dall'italia senza adeguati mezzi e su fronti troppo vasti!
Con il disastro dell'Armir
Dopo 20 anni di dittatura!
Con le leggi raziali che l'italia fortemente cattolica non capì e che crearono una profonda frattura tra regime e popolazione.
E potrei continuare ……
Pertini?
Voi al suo posto che avreste fatto?
È dall’ironia che comincia la libertà.
Victor Hugo
Connesso
Avatar utente
Sayon
Connesso: Sì
Messaggi: 11643
Iscritto il: 9 giu 2019, 7:58
Ha Assegnato: 3687 Mi Piace
Ha Ricevuto: 4722 Mi Piace

Re: Consigliere leghista insulta Pertini

Messaggio da leggere da Sayon »

Ghino di Tacco ha scritto: 29 gen 2020, 18:32 Una guerra e soprattutto una guerra civile non è mai un bel affare!!
Soprattutto se poi a questa ci aggiungiamo una guerra in corso tra due eserciti stranieri!!
E aggiungiamoci pure dopo una guerra condotta dall'italia senza adeguati mezzi e su fronti troppo vasti!
Con il disastro dell'Armir
Dopo 20 anni di dittatura!
Con le leggi raziali che l'italia fortemente cattolica non capì e che crearono una profonda frattura tra regime e popolazione.
E potrei continuare ……
Pertini?
Voi al suo posto che avreste fatto?
Fossi stato Pertini, alla fine della guerra avrei condannato ogni partigiano che avesse commesso un eccidio verso un altro italiano. Si trattava infatti di reati criminali.
Piu tardi, se io fossi Pertini PdR, avrei organizzato una riconciliazione del popolo, chiuso l' ANPI perche ormai non necessario, fatto un monumento alle vittime della guerra civile,, condonati ma RIVELATI al pubblico ogni eccidio da parte di fascisti e partigiani avvenuti dopo la guerra. E a;llora mi avrebbero fatto un monumento come Padre della Patria, denominato strade e piazze con i nomi di ogni vittima deele due parti a cominciare da Aldo Moro. Tutte queste cose io le ho viste fare da una persona che io ho incontrato PRIMA che divenisse famoso, appena uscito dal carcere: Nelson Mandela. Se lo fece lui che pure passo piu di 25 anni in carcere, avrebbe potuto farlo Pertini che invece a preferito perpetuare la leggenda dei ex-fascisti mostri e partigiani eroi con l' aureola in testa.
Avatar utente
cuneoman
Connesso: No
Messaggi: 879
Iscritto il: 16 ago 2019, 23:39

Re: Consigliere leghista insulta Pertini

Messaggio da leggere da cuneoman »

Va bene avere opinioni personali, ma la Francia HA VINTO LA GUERRA anche se grazie ai paesi che l'hanno liberata;
l'Italia HA PERSO LA GUERRA, visto che il pelatone ha deciso di seguire il pazzo, pur sapendo della nostra arretratezza e inefficienza militare, già dimostrata in Abissinia.

Poi Pertini nel 1945 non era nessuno, allora diamo la colpa ai governi che sono partiti con le amnistie, oppure fa più comodo condannare il PdR che ci da più fastidio nei 70 anni dopo la guerra? Perchè prima di Pertini di PdR e di governi ce ne sono stati molti.

Poi se volevamo una giustizia di Stato e non una "fai da te" avremmo dovuto fare come i paesi sconfitti che hai citato, processare e fucilare ogni fascista che si fosse macchiato di crimini, e allora dopo anche i partigiani, che però se avessero avuto una giustizia di Stato allora forse... Parliamo della fine della guerra, non di quello che è successo durante la guerra, a parte crimini gratuiti o vere e proprie stragi deliberate.

PS Alessandra Mussolini è stata in parlamento per decenni, senza mai rinnegare quanto fatto dal suo illustre parente, anzi, giustificandolo. Siamo sicuri che un Benito vivo non sarebbe tornato in breve tempo al governo, come fantoccio o come leader, ma sempre con le stesse idee autoritarie?? Guardiamo al MSI, AN e agli anni di piombo, con tanto di Golpe Borghese, Piano Solo e Rosa dei Venti...
Avatar utente
Gasiot2
Connesso: No
Messaggi: 697
Iscritto il: 8 giu 2019, 22:01
Ha Assegnato: 219 Mi Piace
Ha Ricevuto: 222 Mi Piace

Re: Consigliere leghista insulta Pertini

Messaggio da leggere da Gasiot2 »

Fin qui la discussione è stata interessante , concordo con Sayon sul danno che han fatto "certi" partigiani dopo la guerra mentre invece sul compagno Pertini la vedo un po' differente
Premesso che l'Italia aveva un disperato bisogno di eroi , Pertini rientrava nell'esiguo numero di possibili protagonisti soprattutto perché sapeva rendersi simpatico alla gente
Poi gli insulti son sempre da condannare e sul fatto di intitolare una via al personaggio in questione non ci sono appigli per negarlo... è stato presidente dello stato e questo basta.... Mica era solo in segretario di partito come Berlinguer
“Se un uomo è uno stupido, non lo emancipi dalla sua stupidità col mandarlo all'università. Semplicemente lo trasformi in uno stupido addestrato, dieci volte più pericoloso.”
DESMOND BAGLEY
Connesso
Avatar utente
Sayon
Connesso: Sì
Messaggi: 11643
Iscritto il: 9 giu 2019, 7:58
Ha Assegnato: 3687 Mi Piace
Ha Ricevuto: 4722 Mi Piace

Re: Consigliere leghista insulta Pertini

Messaggio da leggere da Sayon »

Socialism ha scritto: 29 gen 2020, 14:18 Scusami Carletto. Il fatto che Pertini non abbia reso omaggio agli italiani infoibati dal regime comunista titino, può dipendere dal fatto che certe cose, erano ben occultate dai poteri forti che le mettevano in atto.
Bada bene, non sto trovando una scusante o una giustificazione.
Sai molto meglio di me che certe cose, solo col passare degli anni sono venute alla luce e ti faccio alcuni esempi:
--Dalle deportazioni naziste ai campi di sterminio, nessuno sapeva niente, fino a quando questi non sono stati scoperti.
--Oppure la Russia di Stalin, creduta dai comunisti italiani un paradiso, fino a quando non si è scoperto chi era veramente Stalin e i 2 milioni di comunisti e socialisti uccisi durante il suo governo che si contrapponevano alla sua linea di pensiero. La fame e la povertà in URSS.
--Il regime di Pol Pot in Cambogia, che ti condannava a morte se solo portavi gli occhiali.
--Il rovesciamento del governo Socialista di Salvatore Allende in Cile ad opera del tiranno fascista Pinochet, anche in questo caso, delitto coperto dalla CIA, dalla Chiesa e dalla Democrazia Cristiana...
--Il delitto di Aldo Moro, eseguito materialmente dalle BR, dopo 30 anni si scopre che CIA e DC erano i mandanti...

Con questo, probabile che Pertini (è un mio pensiero azzardato) anche da Presidente della Repubblica, sapesse poco o nulla dei massacri che avvenivano in Jugoslavia, anche perché scatenati ancora una volta, dalla follia omicida di Benito Mussolini...
Scusa Socialismo toglimi una curiosita'. Mi sembri talmente impregnato dalla propaganda della sinistra e cosi' digiuno di come realmente si svolsero i fatti nell' immediato dopoguerra, che devi essere molto giovane. Questo puo' scusare la tua ignoranza, ma non la rendizione dei fatti come realmente avvennero. Parli di un periodo che tu non conosci ma che molti (o almeno alcuni) di noi del Forum hanno vissuto attraverso le parole di chi le aveva vissute 2-10 anni prima come i propri genitori o i rappresentanti politici dell' immediato dopoguerra. Il tuo concetto di quella che tu chiami "dittatura fascista" e' veramente da ... ragazzino. Di un giovane nato negli anni 80 o persino piu tardi che ha ascoltato la propaganda vitriolica di chi vuole fare una deliberata falsa rappresentazione di quel periodo. Stai attento: non parli mica con un "fascista". Mio padre stave per essere deportato dai nazisti e salvo' la vita a un paracadutista neozelandese durante l'occupazione nazista, rischiando ancora una volta la vita. Ed io nei giorni d'oggi persino condanno lo sbandamento della Lega verso la destra. Ma a me interessa la verita', e non le baggianate che tu come un pappaGalli continui a ripetere. Devi ASSOLUTAMENTE staccarti da questi propagandisti infelici, ed andare a studiare per conto tuo e da testi svariati sul come si svolgeva la vita negli anni 30, ovvero nell' ORRIBILE periodo fascista. Allora comincerai a capire qualcosa, a parlare di meno e a dire cose giuste e sensate. La propaganda, sia essa di destra o sinistra, OFFENDE le persone che sanno. La tua gioventu' non giustifica il tuo entusiasmo nel dire cose sbagliate. Studia e di solo la verita' e sarai soddisfatto di te stesso. BangHead
Avatar utente
carletto3
Connesso: No
Messaggi: 8090
Iscritto il: 25 giu 2019, 2:20
Ha Assegnato: 436 Mi Piace
Ha Ricevuto: 3215 Mi Piace

Re: Consigliere leghista insulta Pertini

Messaggio da leggere da carletto3 »

Sayon ha scritto: 30 gen 2020, 2:51
Socialism ha scritto: 29 gen 2020, 14:18 Scusami Carletto. Il fatto che Pertini non abbia reso omaggio agli italiani infoibati dal regime comunista titino, può dipendere dal fatto che certe cose, erano ben occultate dai poteri forti che le mettevano in atto.
Bada bene, non sto trovando una scusante o una giustificazione.
Sai molto meglio di me che certe cose, solo col passare degli anni sono venute alla luce e ti faccio alcuni esempi:
--Dalle deportazioni naziste ai campi di sterminio, nessuno sapeva niente, fino a quando questi non sono stati scoperti.
--Oppure la Russia di Stalin, creduta dai comunisti italiani un paradiso, fino a quando non si è scoperto chi era veramente Stalin e i 2 milioni di comunisti e socialisti uccisi durante il suo governo che si contrapponevano alla sua linea di pensiero. La fame e la povertà in URSS.
--Il regime di Pol Pot in Cambogia, che ti condannava a morte se solo portavi gli occhiali.
--Il rovesciamento del governo Socialista di Salvatore Allende in Cile ad opera del tiranno fascista Pinochet, anche in questo caso, delitto coperto dalla CIA, dalla Chiesa e dalla Democrazia Cristiana...
--Il delitto di Aldo Moro, eseguito materialmente dalle BR, dopo 30 anni si scopre che CIA e DC erano i mandanti...

Con questo, probabile che Pertini (è un mio pensiero azzardato) anche da Presidente della Repubblica, sapesse poco o nulla dei massacri che avvenivano in Jugoslavia, anche perché scatenati ancora una volta, dalla follia omicida di Benito Mussolini...
Scusa Socialismo toglimi una curiosita'. Mi sembri talmente impregnato dalla propaganda della sinistra e cosi' digiuno di come realmente si svolsero i fatti nell' immediato dopoguerra, che devi essere molto giovane. Questo puo' scusare la tua ignoranza, ma non la rendizione dei fatti come realmente avvennero. Parli di un periodo che tu non conosci ma che molti (o almeno alcuni) di noi del Forum hanno vissuto attraverso le parole di chi le aveva vissute 2-10 anni prima come i propri genitori o i rappresentanti politici dell' immediato dopoguerra. Il tuo concetto di quella che tu chiami "dittatura fascista" e' veramente da ... ragazzino. Di un giovane nato negli anni 80 o persino piu tardi che ha ascoltato la propaganda vitriolica di chi vuole fare una deliberata falsa rappresentazione di quel periodo. Stai attento: non parli mica con un "fascista". Mio padre stave per essere deportato dai nazisti e salvo' la vita a un paracadutista neozelandese durante l'occupazione nazista, rischiando ancora una volta la vita. Ed io nei giorni d'oggi persino condanno lo sbandamento della Lega verso la destra. Ma a me interessa la verita', e non le baggianate che tu come un pappaGalli continui a ripetere. Devi ASSOLUTAMENTE staccarti da questi propagandisti infelici, ed andare a studiare per conto tuo e da testi svariati sul come si svolgeva la vita negli anni 30, ovvero nell' ORRIBILE periodo fascista. Allora comincerai a capire qualcosa, a parlare di meno e a dire cose giuste e sensate. La propaganda, sia essa di destra o sinistra, OFFENDE le persone che sanno. La tua gioventu' non giustifica il tuo entusiasmo nel dire cose sbagliate. Studia e di solo la verita' e sarai soddisfatto di te stesso. BangHead
Sayonne....perche' maltratti così Socialism ?
Invece io lo trovo ben educato,abbastanza informato,aperto a tutte le discussioni e mai avendo preconcetti o con la voglia di importi la sua opinione ...(non come fa qualcun altro...vero Sayon?)
Il non aver vissuto quel periodo forse ti da' piu' liberta' obiettiva di chi l'ha vissuto.
Io ,ad esempio,e qua pecco di superbia ...(ma non andro' all'Inferno essendo ateo),credo che la storia di quel periodo,pur non avendola vissuta, la conosca meglio di te..basta sapersi informare,da piu' fonti e tutte di diverso orientamento politico....ma poi traendone le TUE convinzioni dopo averle analizzate e ponderate.
Anche Socialism avra' le sue idee...giuste o sbagliate che siano..sta a te non maltrattare le persone ma spiegare loro dove ,come e perche' stanno sbagliano e non fare solo osservazioni generiche quando non sei d'accordo su cio' che dicono.
Mannaggia a te ....cosa mi fai scrivere alle 7,30 del mattino....ma rimani sempre il mio bersaglio preferito....sappilo.
La realta' è solo un'allucinazione dovuta a carenza di alcol (...un saggio)
"Gli è tutto sbagliato....gli è tutto da rifa'"
Avatar utente
carletto3
Connesso: No
Messaggi: 8090
Iscritto il: 25 giu 2019, 2:20
Ha Assegnato: 436 Mi Piace
Ha Ricevuto: 3215 Mi Piace

Re: Consigliere leghista insulta Pertini

Messaggio da leggere da carletto3 »

cuneoman ha scritto: 29 gen 2020, 15:39
carletto3 ha scritto: 29 gen 2020, 14:58 La Presidenza Pertini avvenne dal 9 luglio 1978 – 29 giugno 1985-.Niente fu occultato ,chi avrebbe dovuto sapere ,sapeva....non ci sono scusanti.
Quindi negli anni di piombo, veramente sarebbe stato il caso di aggiungere altre micce?
Difatti la riscoperta delle Foibe ci fu dopo la caduta del muro di Berlino, quando ormai il comunismo non era più un problema. E alla fine come sempre, si preferirono avere rapporti esteri buoni, pur ingoiando qualche rospo, che dare una giustizia storica e morale.
Poi anche alle destre non è che facesse tanto piacere ricordare cosa facevano i fascisti in Jugoslavia, uno dei motivi che porto alle Foibe, e con questo certo non lo giustifico.

Aggiungo una citazione:
Il 24 aprile 1975, Giovanni Leone, allora presidente delle Repubblica Italiana, partecipò alle celebrazioni per il tentennale della Liberazione di Trieste alla Risiera di San Sabba e il giorno seguente presso la foiba di Basovizza, deponendo una corona di alloro: questo gesto provocò a distanza di poche ore una forte nota di protesta jugoslava tramite l'agenzia di stampa Tanjug e la corona venne rubata e bruciata
Ma porca vacca infame......
Nessuno si sarebbe indignato e tantomeno avrebbe acceso micce se Pertini si fosse "dimenticato" di andare a rendere omaggio alla salma di Tito dopo la sua morte,e a baciare pure la bandiera e la salma .
Gli atti di "omaggio" di questo genere mi producono un travaso di bile e di rabbia pensando agli infoibati italiani.
Che bisogno aveva a Maggio del 1980 di andare ad omaggiare la salma di Tito?Per di piu' non come privato cittadino ma come presidente della Repubblica Italiana?
Sarebbe come se Netaniau andasse a rendere omaggio a un gerarca nazista deceduto....
La realta' è solo un'allucinazione dovuta a carenza di alcol (...un saggio)
"Gli è tutto sbagliato....gli è tutto da rifa'"
Avatar utente
cuneoman
Connesso: No
Messaggi: 879
Iscritto il: 16 ago 2019, 23:39

Re: Consigliere leghista insulta Pertini

Messaggio da leggere da cuneoman »

carletto3 ha scritto: 30 gen 2020, 7:37 Ma porca vacca infame......
Nessuno si sarebbe indignato e tantomeno avrebbe acceso micce se Pertini si fosse "dimenticato" di andare a rendere omaggio alla salma di Tito dopo la sua morte,e a baciare pure la bandiera e la salma .
Gli atti di "omaggio" di questo genere mi producono un travaso di bile e di rabbia pensando agli infoibati italiani.
Che bisogno aveva a Maggio del 1980 di andare ad omaggiare la salma di Tito?Per di piu' non come privato cittadino ma come presidente della Repubblica Italiana?
Sarebbe come se Netaniau andasse a rendere omaggio a un gerarca nazista deceduto....
Su queste cose sono troppo giovane per avere riferimenti diretti:
https://www.open.online/2019/02/10/la-f ... e-di-tito/
daniele-bufala-tito-pertini.jpg
E' a questa foto che ti riferisci?
Avatar utente
cuneoman
Connesso: No
Messaggi: 879
Iscritto il: 16 ago 2019, 23:39

Re: Consigliere leghista insulta Pertini

Messaggio da leggere da cuneoman »

Sayon ha scritto: 30 gen 2020, 2:51 Scusa Socialismo toglimi una curiosita'. Mi sembri talmente impregnato dalla propaganda della sinistra e cosi' digiuno di come realmente si svolsero i fatti nell' immediato dopoguerra, che devi essere molto giovane. Questo puo' scusare la tua ignoranza, ma non la rendizione dei fatti come realmente avvennero. Parli di un periodo che tu non conosci ma che molti (o almeno alcuni) di noi del Forum hanno vissuto attraverso le parole di chi le aveva vissute 2-10 anni prima come i propri genitori o i rappresentanti politici dell' immediato dopoguerra. Il tuo concetto di quella che tu chiami "dittatura fascista" e' veramente da ... ragazzino. Di un giovane nato negli anni 80 o persino piu tardi che ha ascoltato la propaganda vitriolica di chi vuole fare una deliberata falsa rappresentazione di quel periodo. Stai attento: non parli mica con un "fascista". Mio padre stave per essere deportato dai nazisti e salvo' la vita a un paracadutista neozelandese durante l'occupazione nazista, rischiando ancora una volta la vita. Ed io nei giorni d'oggi persino condanno lo sbandamento della Lega verso la destra. Ma a me interessa la verita', e non le baggianate che tu come un pappaGalli continui a ripetere. Devi ASSOLUTAMENTE staccarti da questi propagandisti infelici, ed andare a studiare per conto tuo e da testi svariati sul come si svolgeva la vita negli anni 30, ovvero nell' ORRIBILE periodo fascista. Allora comincerai a capire qualcosa, a parlare di meno e a dire cose giuste e sensate. La propaganda, sia essa di destra o sinistra, OFFENDE le persone che sanno. La tua gioventu' non giustifica il tuo entusiasmo nel dire cose sbagliate. Studia e di solo la verita' e sarai soddisfatto di te stesso. BangHead
Io sono uno di questi, e parlando almeno della Provincia di Cuneo, ben prima della guerra, i fascisti erano quelli che andavano in giro a pestare, uccidere e impossessarsi di proprietà dei poveri italiani che tiravano a campare. Chi protestava o solo "non ringraziava" rischiava di essere malmenato da gruppi di fascisti, fino a diventare storpio, anche solo per il loro piacere personale. Quando parlavi dovevi stare ben attento a chi sentiva. Perdere il posto di lavoro era una delle prime cose se non andavi ad ascoltare compiaciuto i comizi. Per essere mandato al confino non doveva esserci nessun processo o prova, bastava solo una decisione autonoma della polizia locale. Questo serviva anche per eliminare rivali in amore o terrieri, una semplice scusa inventata di sana pianta con l'avvallo di un amico nel fascio.

Diciamocela tutta, si viveva nella povertà e nel terrore, sapendo che tutto quello che avevi poteva essere perso in qualunque momento se non stavi attento.
Avatar utente
cuneoman
Connesso: No
Messaggi: 879
Iscritto il: 16 ago 2019, 23:39

Re: Consigliere leghista insulta Pertini

Messaggio da leggere da cuneoman »

cuneoman ha scritto: 30 gen 2020, 16:08 Su queste cose sono troppo giovane per avere riferimenti diretti:
https://www.open.online/2019/02/10/la-f ... e-di-tito/

daniele-bufala-tito-pertini.jpg

E' a questa foto che ti riferisci?
Può darsi che sia realmente accaduto qualcosa di simile, appena ho tempo approfondirò
Connesso
Avatar utente
serge
Connesso: Sì
Messaggi: 6836
Iscritto il: 9 giu 2019, 8:58
Ha Assegnato: 6799 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2386 Mi Piace

Re: Consigliere leghista insulta Pertini

Messaggio da leggere da serge »

carletto3 ha scritto: 30 gen 2020, 7:27
Sayon ha scritto: 30 gen 2020, 2:51
Socialism ha scritto: 29 gen 2020, 14:18 Scusami Carletto. Il fatto che Pertini non abbia reso omaggio agli italiani infoibati dal regime comunista titino, può dipendere dal fatto che certe cose, erano ben occultate dai poteri forti che le mettevano in atto.
Bada bene, non sto trovando una scusante o una giustificazione.
Sai molto meglio di me che certe cose, solo col passare degli anni sono venute alla luce e ti faccio alcuni esempi:
--Dalle deportazioni naziste ai campi di sterminio, nessuno sapeva niente, fino a quando questi non sono stati scoperti.
--Oppure la Russia di Stalin, creduta dai comunisti italiani un paradiso, fino a quando non si è scoperto chi era veramente Stalin e i 2 milioni di comunisti e socialisti uccisi durante il suo governo che si contrapponevano alla sua linea di pensiero. La fame e la povertà in URSS.
--Il regime di Pol Pot in Cambogia, che ti condannava a morte se solo portavi gli occhiali.
--Il rovesciamento del governo Socialista di Salvatore Allende in Cile ad opera del tiranno fascista Pinochet, anche in questo caso, delitto coperto dalla CIA, dalla Chiesa e dalla Democrazia Cristiana...
--Il delitto di Aldo Moro, eseguito materialmente dalle BR, dopo 30 anni si scopre che CIA e DC erano i mandanti...

Con questo, probabile che Pertini (è un mio pensiero azzardato) anche da Presidente della Repubblica, sapesse poco o nulla dei massacri che avvenivano in Jugoslavia, anche perché scatenati ancora una volta, dalla follia omicida di Benito Mussolini...
Scusa Socialismo toglimi una curiosita'. Mi sembri talmente impregnato dalla propaganda della sinistra e cosi' digiuno di come realmente si svolsero i fatti nell' immediato dopoguerra, che devi essere molto giovane. Questo puo' scusare la tua ignoranza, ma non la rendizione dei fatti come realmente avvennero. Parli di un periodo che tu non conosci ma che molti (o almeno alcuni) di noi del Forum hanno vissuto attraverso le parole di chi le aveva vissute 2-10 anni prima come i propri genitori o i rappresentanti politici dell' immediato dopoguerra. Il tuo concetto di quella che tu chiami "dittatura fascista" e' veramente da ... ragazzino. Di un giovane nato negli anni 80 o persino piu tardi che ha ascoltato la propaganda vitriolica di chi vuole fare una deliberata falsa rappresentazione di quel periodo. Stai attento: non parli mica con un "fascista". Mio padre stave per essere deportato dai nazisti e salvo' la vita a un paracadutista neozelandese durante l'occupazione nazista, rischiando ancora una volta la vita. Ed io nei giorni d'oggi persino condanno lo sbandamento della Lega verso la destra. Ma a me interessa la verita', e non le baggianate che tu come un pappaGalli continui a ripetere. Devi ASSOLUTAMENTE staccarti da questi propagandisti infelici, ed andare a studiare per conto tuo e da testi svariati sul come si svolgeva la vita negli anni 30, ovvero nell' ORRIBILE periodo fascista. Allora comincerai a capire qualcosa, a parlare di meno e a dire cose giuste e sensate. La propaganda, sia essa di destra o sinistra, OFFENDE le persone che sanno. La tua gioventu' non giustifica il tuo entusiasmo nel dire cose sbagliate. Studia e di solo la verita' e sarai soddisfatto di te stesso. BangHead
Sayonne....perche' maltratti così Socialism ?
Invece io lo trovo ben educato,abbastanza informato,aperto a tutte le discussioni e mai avendo preconcetti o con la voglia di importi la sua opinione ...(non come fa qualcun altro...vero Sayon?)
Il non aver vissuto quel periodo forse ti da' piu' liberta' obiettiva di chi l'ha vissuto.
Io ,ad esempio,e qua pecco di superbia ...(ma non andro' all'Inferno essendo ateo),credo che la storia di quel periodo,pur non avendola vissuta, la conosca meglio di te..basta sapersi informare,da piu' fonti e tutte di diverso orientamento politico....ma poi traendone le TUE convinzioni dopo averle analizzate e ponderate.
Anche Socialism avra' le sue idee...giuste o sbagliate che siano..sta a te non maltrattare le persone ma spiegare loro dove ,come e perche' stanno sbagliano e non fare solo osservazioni generiche quando non sei d'accordo su cio' che dicono.
Mannaggia a te ....cosa mi fai scrivere alle 7,30 del mattino....ma rimani sempre il mio bersaglio preferito....sappilo.
Smiling Smiling Smiling
Un autentico cretino, difficile a trovarsi in questi tempi in cui i cretini si camuffano da intelligenti. (Andrea Camilleri)
Rispondi