Andiamo avanti.

Forum di discussione sulla politica italiana, i partiti e le istituzioni.
Connesso
Avatar utente
Valerio
Connesso: Sì
Messaggi: 6219
Iscritto il: 8 giu 2019, 20:31
Località: Messina
Ha Assegnato: 3719 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2855 Mi Piace

Re: Andiamo avanti.

Messaggio da leggere da Valerio »

Caro Matteo, come avevo previsto, ti aspettavano al varco. Appena avete cominciato a criticarli, in maniera poco furba, subito sono partite le accuse di sciacallaggio.

Possibile mai che voi leghisti dobbiate sempre essere così impulsivi?

Gli argomenti devono essere:
incapacità del ministro della salute, e quindi governo che annaspa
carenza di strutture per i tagli alla sanità
mancanza di immediata risposta a fornire i kit diagnostici a tutte le strutture sul territorio nazionale
assoluta mancanza di progettazione di cinture sanitarie da parte della protezione civile
Spallanzani unico centro italiano per le malattie infettive, nonostante in passato abbiamo già avuto SARS, Mucca pazza, nuovo Morbillo, Tifo e Colera.
Sovranità al Cittadino.
Non abbiamo un pianeta B
In onore dei pennuti heyokani: Non ereditiamo la terra dai nostri antenati, la prendiamo in prestito dai nostri figli.
Connesso
Avatar utente
Valerio
Connesso: Sì
Messaggi: 6219
Iscritto il: 8 giu 2019, 20:31
Località: Messina
Ha Assegnato: 3719 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2855 Mi Piace

Re: Andiamo avanti.

Messaggio da leggere da Valerio »

Stamani il solito giornalaio del Fatto accusa Renzi di lavorare per Salvini. Beer4

L'idea che propugna è che attaccando il governo su Prescrizione e su inattività decisionale farebbe il gioco del nemico leghista.

In realtà ho scoperto stamani che Renzi sta veramente aiutando l'altro Matteo, come? Con grande enfasi la irruente Bellanova ha annunciato la decisione di Italia Viva (che ancora qualche giornalaio confonde con Italia dei Valori per via dell'acronimo) di non appoggiare il governatore Emiliano. È fatta! Ora, caro Salvini, la Puglia è una strada in discesa. Beer
Sovranità al Cittadino.
Non abbiamo un pianeta B
In onore dei pennuti heyokani: Non ereditiamo la terra dai nostri antenati, la prendiamo in prestito dai nostri figli.
Connesso
Avatar utente
Valerio
Connesso: Sì
Messaggi: 6219
Iscritto il: 8 giu 2019, 20:31
Località: Messina
Ha Assegnato: 3719 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2855 Mi Piace

Re: Andiamo avanti.

Messaggio da leggere da Valerio »

Beer4

Udite udite! (Messaggio per i grillini) sembra che il genio pacioccone che ha salvato le vostre poltrone, usando come pretesto l'incredibile (4%) successo elettorale in Emilia Romagna, ora voglia rivedere la distribuzione dei ministri fino ad un nuovo presidente del consiglio, eliminando il mellifluo Conte.

Ma voi non lo consentirete, vero? Non lo avete consentito a Salvini quando prese il 40% alle europee, e voi siete gente seria, tutta d'un pezzo, che mantenete ben saldo il vantaggio del numero dei parlamentari, inclusi quelli espulsi e quelli passati al gruppo misto!

Beer
Sovranità al Cittadino.
Non abbiamo un pianeta B
In onore dei pennuti heyokani: Non ereditiamo la terra dai nostri antenati, la prendiamo in prestito dai nostri figli.
Avatar utente
cuneoman
Connesso: No
Messaggi: 879
Iscritto il: 16 ago 2019, 23:39

Re: Andiamo avanti.

Messaggio da leggere da cuneoman »

Valerio ha scritto: 30 gen 2020, 13:24 Mi chiedo come mai nessuno parla di cosa c'era prima di quella dittatura. Nessuno parla di una nazione distrutta da una guerra che aveva vinto con soldati guidati da generali idioti che ordinavano decimazioni se si ritiravano per non finire massacrati dalle mitragliatrici.

Generali che non li guidarono mai in battaglia, che avevano un trattamento privilegiato. E, finita la guerra "vinta" la nazione si trovò anche a perdere territorio.

Un Re inetto che stava portando i comunisti al potere, un "dittatore" socialista che ridiede dignità ad un popolo di straccioni che non aveva più niente, e gli diede lavoro, dignità, previdenza sociale, case popolari, terreni agricoli al posto delle paludi, cibo perfino al sud martoriato dai "piemontesi" e lotta alla mafia nascente ed al brigantaggio usato dai proprietari terrieri per tenere sottomessi i servi della gleba in meridione.

Ma sì, si è meritato di finire appeso a testa in giù. Ed oggi quel popolo ingrato si merita Zingaretti, Mortadella ed il Monte dei Paschi. E di fare il lustrascarpe in Europa. Di più non è dato.
Questa però è la favola del Mulino Bianco e dimentichi che Mussolini era un interventista favorevole alla guerra, Se fossimo stati neutrali (WW1) l'Italia non avrebbe avuto tutti quei morti e quei soldi spesi e forse ci saremmo pure arricchiti vendendo approvvigionamenti ai paesi in guerra!!

PS Durante il fascismo si viveva di merda, il resto è propaganda fascista!!
Avatar utente
cuneoman
Connesso: No
Messaggi: 879
Iscritto il: 16 ago 2019, 23:39

Re: Andiamo avanti.

Messaggio da leggere da cuneoman »

Sayon ha scritto: 30 gen 2020, 19:21 Io ho parlato del decennio 30-40 ovvero in pieno periodo fascista e sotto l' autorita' del Re d'Italia. A me sembra che i morti ammazzati per motivi politici siano stati molto meno che i morti ammazzati per motivi politici fra il 1943 e il 1950 ovvero nel periodo di dopoguerra in cui l' Italia era protetta dai partigiani. O mi sbaglio?
Ma solo perchè li aveva già epurati tutti prima, hai dimenticato il periodo 1919-1930!!!
«Mentre i galantuomini sono nelle loro case a dormire, arrivano i camions di fascisti nei paeselli, nelle campagne, nelle frazioni composte di poche centinaia di abitanti; arrivano accompagnati naturalmente dai capi dell'agraria locale, sempre guidati da essi, perché altrimenti non sarebbe possibile conoscere nell'oscurità in mezzo alla campagna sperduta la casetta del capolega o il povero miserello ufficio di collocamento, si presentano davanti alla casetta e si sente l'ordine: "Circondate la casa!" Sono venti, sono cento persone armate di fucili e rivoltelle. Si chiama il capolega e gli si intima di scendere; se il capolega non discende, gli si dice: "Se non scendi ti bruciamo la casa, tua moglie, i tuoi figlioli". Il capolega discende: se apre la porta lo pigliano, lo legano, lo portano sul camion, gli fanno passare le torture più inenarrabili, fingendo di ammazzarlo, di annegarlo, poi lo abbandonano in mezzo alla campagna, nudo, legato ad un albero. Se il capolega è un uomo di fegato e non apre e adopera le armi per la sua difesa, allora è l'assassinio immeditato che si consuma nel cuore della notte. Cento contro uno. Questo è il sistema del Polesine.» (Giacomo Matteotti)
Facciamo l'elenco di quanti politici, anche del Parlamento Italiano sono stati, picchiati, minacciati di morte, mandati a confino, costretti all'esilio? Dimentichi le leggi per chi la pensava diversamente dal fascismo?
Connesso
Avatar utente
serge
Connesso: Sì
Messaggi: 6879
Iscritto il: 9 giu 2019, 8:58
Ha Assegnato: 6833 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2395 Mi Piace

Re: Andiamo avanti.

Messaggio da leggere da serge »

cuneoman ha scritto: 3 feb 2020, 8:03
Sayon ha scritto: 30 gen 2020, 19:21 Io ho parlato del decennio 30-40 ovvero in pieno periodo fascista e sotto l' autorita' del Re d'Italia. A me sembra che i morti ammazzati per motivi politici siano stati molto meno che i morti ammazzati per motivi politici fra il 1943 e il 1950 ovvero nel periodo di dopoguerra in cui l' Italia era protetta dai partigiani. O mi sbaglio?
Ma solo perchè li aveva già epurati tutti prima, hai dimenticato il periodo 1919-1930!!!
«Mentre i galantuomini sono nelle loro case a dormire, arrivano i camions di fascisti nei paeselli, nelle campagne, nelle frazioni composte di poche centinaia di abitanti; arrivano accompagnati naturalmente dai capi dell'agraria locale, sempre guidati da essi, perché altrimenti non sarebbe possibile conoscere nell'oscurità in mezzo alla campagna sperduta la casetta del capolega o il povero miserello ufficio di collocamento, si presentano davanti alla casetta e si sente l'ordine: "Circondate la casa!" Sono venti, sono cento persone armate di fucili e rivoltelle. Si chiama il capolega e gli si intima di scendere; se il capolega non discende, gli si dice: "Se non scendi ti bruciamo la casa, tua moglie, i tuoi figlioli". Il capolega discende: se apre la porta lo pigliano, lo legano, lo portano sul camion, gli fanno passare le torture più inenarrabili, fingendo di ammazzarlo, di annegarlo, poi lo abbandonano in mezzo alla campagna, nudo, legato ad un albero. Se il capolega è un uomo di fegato e non apre e adopera le armi per la sua difesa, allora è l'assassinio immeditato che si consuma nel cuore della notte. Cento contro uno. Questo è il sistema del Polesine.» (Giacomo Matteotti)
Facciamo l'elenco di quanti politici, anche del Parlamento Italiano sono stati, picchiati, minacciati di morte, mandati a confino, costretti all'esilio? Dimentichi le leggi per chi la pensava diversamente dal fascismo?
e le leggi razziali del 1938............
BangHead
Un autentico cretino, difficile a trovarsi in questi tempi in cui i cretini si camuffano da intelligenti. (Andrea Camilleri)
Connesso
Avatar utente
Valerio
Connesso: Sì
Messaggi: 6219
Iscritto il: 8 giu 2019, 20:31
Località: Messina
Ha Assegnato: 3719 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2855 Mi Piace

Re: Andiamo avanti.

Messaggio da leggere da Valerio »

cuneoman ha scritto: 3 feb 2020, 7:15
Valerio ha scritto: 30 gen 2020, 13:24 Mi chiedo come mai nessuno parla di cosa c'era prima di quella dittatura. Nessuno parla di una nazione distrutta da una guerra che aveva vinto con soldati guidati da generali idioti che ordinavano decimazioni se si ritiravano per non finire massacrati dalle mitragliatrici.

Generali che non li guidarono mai in battaglia, che avevano un trattamento privilegiato. E, finita la guerra "vinta" la nazione si trovò anche a perdere territorio.

Un Re inetto che stava portando i comunisti al potere, un "dittatore" socialista che ridiede dignità ad un popolo di straccioni che non aveva più niente, e gli diede lavoro, dignità, previdenza sociale, case popolari, terreni agricoli al posto delle paludi, cibo perfino al sud martoriato dai "piemontesi" e lotta alla mafia nascente ed al brigantaggio usato dai proprietari terrieri per tenere sottomessi i servi della gleba in meridione.

Ma sì, si è meritato di finire appeso a testa in giù. Ed oggi quel popolo ingrato si merita Zingaretti, Mortadella ed il Monte dei Paschi. E di fare il lustrascarpe in Europa. Di più non è dato.
Questa però è la favola del Mulino Bianco e dimentichi che Mussolini era un interventista favorevole alla guerra, Se fossimo stati neutrali (WW1) l'Italia non avrebbe avuto tutti quei morti e quei soldi spesi e forse ci saremmo pure arricchiti vendendo approvvigionamenti ai paesi in guerra!!

PS Durante il fascismo si viveva di merda, il resto è propaganda fascista!!
Sciocchezze. Ricordati che Mussolini ammassó truppe al confine con l'Austria e fermó l'invasione tedesca.

Poi quell'imbecille di Chamberlain (anche Churchill aveva questo concetto di lui) rifiutó di riconoscere l'Italia fra i vincitori della WW1, le truppe furono ritirate, senza che l'Italia entrasse in guerra con nessuno, e l'Austria fu invasa.

Io so come si viveva in Italia durante il fascismo. Tu no. E Mussolini aveva già avuto le sue colonie. In una delle quali sono nato, e mi ricordo ancora I soldati italiani durante il protettorato. Tu?
Sovranità al Cittadino.
Non abbiamo un pianeta B
In onore dei pennuti heyokani: Non ereditiamo la terra dai nostri antenati, la prendiamo in prestito dai nostri figli.
Avatar utente
cuneoman
Connesso: No
Messaggi: 879
Iscritto il: 16 ago 2019, 23:39

Re: Andiamo avanti.

Messaggio da leggere da cuneoman »

Valerio ha scritto: 3 feb 2020, 12:25 Sciocchezze. Ricordati che Mussolini ammassó truppe al confine con l'Austria e fermó l'invasione tedesca.

Poi quell'imbecille di Chamberlain (anche Churchill aveva questo concetto di lui) rifiutó di riconoscere l'Italia fra i vincitori della WW1, le truppe furono ritirate, senza che l'Italia entrasse in guerra con nessuno, e l'Austria fu invasa.

Io so come si viveva in Italia durante il fascismo. Tu no. E Mussolini aveva già avuto le sue colonie. In una delle quali sono nato, e mi ricordo ancora I soldati italiani durante il protettorato. Tu?
Di cosa parli, dell'annessione austriaca alla Germania? Perchè quella avvenne ugualmente pochi anni dopo quando Hitler capì quanto era ridicolo il nostro esercito, lo fece senza neanche interpellare il Duce!!
Se invece è riferito alla guerra, non capisco, noi siamo stati invasi completamente dagli amici tedeschi, che hanno fatto di tutto in Italia. Questo non è un errore, si era visto chi era Hitler e come si comportava, è come allearsi oggi a certi estremisti europei e poi seguirli anche in caso di una guerra!!

Vivere in una colonia, da vincitore, è ben diverso da vivere nella povertà di chi finanziava quelle guerre e quelle persone. Qui si viveva alla giornata, sapendo di potere perdere tutto in qualunque momento per una parola detta di troppo o per una angheria del fascio. Come essere mandato a Confino per una semplice voce di omosessualità o di essere socialista o di non aver chinato la testa quando dovevi.
Connesso
Avatar utente
RedWine
Connesso: Sì
Messaggi: 5318
Iscritto il: 9 giu 2019, 14:54
Ha Assegnato: 1195 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2889 Mi Piace

Re: Andiamo avanti.

Messaggio da leggere da RedWine »

cuneoman ha scritto: 3 feb 2020, 8:03
Sayon ha scritto: 30 gen 2020, 19:21 Io ho parlato del decennio 30-40 ovvero in pieno periodo fascista e sotto l' autorita' del Re d'Italia. A me sembra che i morti ammazzati per motivi politici siano stati molto meno che i morti ammazzati per motivi politici fra il 1943 e il 1950 ovvero nel periodo di dopoguerra in cui l' Italia era protetta dai partigiani. O mi sbaglio?
Ma solo perchè li aveva già epurati tutti prima, hai dimenticato il periodo 1919-1930!!!
«Mentre i galantuomini sono nelle loro case a dormire, arrivano i camions di fascisti nei paeselli, nelle campagne, nelle frazioni composte di poche centinaia di abitanti; arrivano accompagnati naturalmente dai capi dell'agraria locale, sempre guidati da essi, perché altrimenti non sarebbe possibile conoscere nell'oscurità in mezzo alla campagna sperduta la casetta del capolega o il povero miserello ufficio di collocamento, si presentano davanti alla casetta e si sente l'ordine: "Circondate la casa!" Sono venti, sono cento persone armate di fucili e rivoltelle. Si chiama il capolega e gli si intima di scendere; se il capolega non discende, gli si dice: "Se non scendi ti bruciamo la casa, tua moglie, i tuoi figlioli". Il capolega discende: se apre la porta lo pigliano, lo legano, lo portano sul camion, gli fanno passare le torture più inenarrabili, fingendo di ammazzarlo, di annegarlo, poi lo abbandonano in mezzo alla campagna, nudo, legato ad un albero. Se il capolega è un uomo di fegato e non apre e adopera le armi per la sua difesa, allora è l'assassinio immeditato che si consuma nel cuore della notte. Cento contro uno. Questo è il sistema del Polesine.» (Giacomo Matteotti)
Facciamo l'elenco di quanti politici, anche del Parlamento Italiano sono stati, picchiati, minacciati di morte, mandati a confino, costretti all'esilio? Dimentichi le leggi per chi la pensava diversamente dal fascismo?
Copio dall’introduzione a “Squadristi. Protagonisti e tecniche della violenza fascista 1919-1922” di mimmo franzinelli.
Mi pare che da qualche parte ce ne sia un’estratto online

La diffusione a macchia d’olio dello squadrismo era stata proceduta da un biennio di violenza “rossa” dai caratteri di massa, collegato direttamente a scioperi operai e a vertenze bracciantili, l’esito sanguinoso delle proteste popolari fu il tipico delitto di folla, seguito da repressioni non meno cruente della forza pubblica a cui rispondevano nuove manifestazioni…..
…..
il massimalismo, attaccando confusamente lo stato borghese senza essere in grado di imporre un’alternativa, lo delegittimò; la metodica avversione alla forza pubblica scavo un incolmabile fossato d’odio fra socialsti, ...(e forze dell’oridine)…. Esauritesi la spinta propulsiva della sinistra agrari e imprenditori finanziarono e incoraggiarono su larga scale le bande armate….
….
il fenomeno squadrista è piu complesso e sfaccettato di quanto non lo si sia rappresentato. E porta con se alcuni miti da sfatare. Non è vero che a sinistra ci fossero solo vittime inermi, come pure non risponde a realtà che la violenza fosse patrimonio di una parte sola: i “sovversivi” si difesero e agirono con puntate offensive, per quanto armi, tecniche e condizioni lo consentissero. È infondato sostenere che i fascisti aggredissero a freddo e muovessero all’attacco in dieci contro uno: diversi di loro morirono per i colpi di franchi tiratori. Il movimento fascista ebbe la forza di trasformare i suoi caduti in martiri, traendo da quelle morti uno slancio politico organizzativo notevolissimo. La stampa d’opinione agevolò questo fenomeno trattando in modo diverso l’uccisione di una camicia nera o di un “sovversivo”
"Non avrete nulla e sarete felici". e se non fossi felice? "non ti preoccupare, ti cureremo"
Davos agenda 2030.
Avatar utente
cuneoman
Connesso: No
Messaggi: 879
Iscritto il: 16 ago 2019, 23:39

Re: Andiamo avanti.

Messaggio da leggere da cuneoman »

Certo, ma è come la guerra partigiani Vs fascisti.

Negli scioperi post WW1 i contadini e gli operai protestavano contro i salari da fame che arricchivano pochi e contro le eccessive ore di lavoro, per guadagnare diritti. I fascisti invece appoggiavano i ricchi proprietari terrieri e industriali per sottomettere il popolo produttivo, cioè i poveri.

E se il primo squadrismo era forse ad armi pari (parliamone), il secondo era appoggiato dallo Stato, dalla polizia e dalla magistratura. In pratica un operaio poteva morire senza che neanche ci fossero indagini, mentre se a morire erano i fascisti c'era una intera stampa e propaganda dietro, oltre a punire in modo fisico o legale chi aveva osato reagire. Esistevano già le rappresaglie.
Ecco, non era proprio la stessa cosa, ne nei metodi ne nelle motivazioni

PS Sempre da Wikipedia alla voce Squadrismo:
Lo squadrismo fu un fenomeno politico-sociale verificatosi in Italia a partire dal 1919 che consistette nell'uso di squadre d'azione paramilitari armate che avevano lo scopo d’intimidire e reprimere violentemente gli avversari politici, specialmente quelli appartenenti al movimento operaio. Lo squadrismo fu in breve tempo assorbito dal fascismo che lo usò come strumento della propria affermazione
Avatar utente
cuneoman
Connesso: No
Messaggi: 879
Iscritto il: 16 ago 2019, 23:39

Re: Andiamo avanti.

Messaggio da leggere da cuneoman »

Con riferimento al primo semestre del 1921 sono state contate, in generale, 726 distruzioni operate dalle squadre fasciste: 17 giornali e tipografie, 59 case del popolo, 119 camere del lavoro, 107 cooperative, 83 leghe contadine, 8 società mutue, 141 sezioni socialiste o comuniste, 100 circoli di cultura, 10 biblioteche popolari o teatri, 28 sindacati operai, 53 circoli operai ricreativi, una università popolare[34].

Secondo la stima di uno storico, fra il 1921 e il 1922 i fascisti uccisero in tutto circa tremila persone[35]. Secondo un'altra stima, circa cinquecento o seicento furono le vittime della violenza fascista nel solo 1921[36].

Gli squadristi uccisi fra il 1919 e la Marcia su Roma furono in tutto 425, di cui 4 nel 1919, 36 nel 1920, 232 nel 1921 e 153 fra il 1º gennaio ed il 31 ottobre 1922
https://it.wikipedia.org/wiki/Squadrismo
Connesso
Avatar utente
Valerio
Connesso: Sì
Messaggi: 6219
Iscritto il: 8 giu 2019, 20:31
Località: Messina
Ha Assegnato: 3719 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2855 Mi Piace

Re: Andiamo avanti.

Messaggio da leggere da Valerio »

Io non capisco perché ti affanni ad attaccare tanto il Fascismo.

Pensi che ai giorni nostri esista ancora?

O forse desideri rinfocolare la guerra civile fra gli assassini di sinistra e gli assassini di destra?
Sovranità al Cittadino.
Non abbiamo un pianeta B
In onore dei pennuti heyokani: Non ereditiamo la terra dai nostri antenati, la prendiamo in prestito dai nostri figli.
Connesso
Avatar utente
Valerio
Connesso: Sì
Messaggi: 6219
Iscritto il: 8 giu 2019, 20:31
Località: Messina
Ha Assegnato: 3719 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2855 Mi Piace

Re: Andiamo avanti.

Messaggio da leggere da Valerio »

Matteo, vorresti avere la compiacenza di spiegare come mai, nel caso della BP Vicenza e MPS, gli obbligazionisti siano stati equiparati agli azionisti nel sostenere i debiti di quelle banche, mentre invece, nel caso della Banca Popolare di Bari, cassaforte dell'ANM e di molti magistrati, non si sia neanche sfiorato l'argomento?

Io non voglio sembrare partigiano, ma purtroppo sono uno degli ultimi che credono nell'art. 1 della Costituzione.

È forse intervenuta una qualche modifica estemporanea della suddetta? :(
Sovranità al Cittadino.
Non abbiamo un pianeta B
In onore dei pennuti heyokani: Non ereditiamo la terra dai nostri antenati, la prendiamo in prestito dai nostri figli.
Connesso
Avatar utente
heyoka
Connesso: Sì
Messaggi: 8355
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
Ha Assegnato: 4386 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2709 Mi Piace

Re: Andiamo avanti.

Messaggio da leggere da heyoka »

Valerio ha scritto: 4 feb 2020, 9:01 Matteo, vorresti avere la compiacenza di spiegare come mai, nel caso della BP Vicenza e MPS, gli obbligazionisti siano stati equiparati agli azionisti nel sostenere i debiti di quelle banche, mentre invece, nel caso della Banca Popolare di Bari, cassaforte dell'ANM e di molti magistrati, non si sia neanche sfiorato l'argomento?

Io non voglio sembrare partigiano, ma purtroppo sono uno degli ultimi che credono nell'art. 1 della Costituzione.

È forse intervenuta una qualche modifica estemporanea della suddetta? :(
Ti fai troppe domande, Valerio.
Impara da Cuneoman.
Lui ha soli risposte precofenzionate.
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Avatar utente
cuneoman
Connesso: No
Messaggi: 879
Iscritto il: 16 ago 2019, 23:39

Re: Andiamo avanti.

Messaggio da leggere da cuneoman »

Valerio ha scritto: 4 feb 2020, 9:01 Matteo, vorresti avere la compiacenza di spiegare come mai, nel caso della BP Vicenza e MPS, gli obbligazionisti siano stati equiparati agli azionisti nel sostenere i debiti di quelle banche, mentre invece, nel caso della Banca Popolare di Bari, cassaforte dell'ANM e di molti magistrati, non si sia neanche sfiorato l'argomento?

Io non voglio sembrare partigiano, ma purtroppo sono uno degli ultimi che credono nell'art. 1 della Costituzione.

È forse intervenuta una qualche modifica estemporanea della suddetta? :(
Perchè lì governava il PD salva banchieri e ora al governo c'è il M5S?
Rispondi