"Chi scappa dalla guerra è mio fratello".

Forum di discussione sulla politica italiana, i partiti e le istituzioni.
Avatar utente
Giurista
Connesso: No
Messaggi: 137
Iscritto il: 8 giu 2019, 21:15
Località: Napoli

"Chi scappa dalla guerra è mio fratello".

Messaggio da leggere da Giurista »

Ci dice che chi scappa dalla guerra è suo ( nostro ) fratello e per questo ha diritto ad essere accolto.

Poi si complimenta con Trump con questo messaggio su Twitter:
"Donne e uomini liberi devono ringraziare il presidente Trump e la democrazia americana per aver eliminato #Soleimani, uno degli uomini più pericolosi e spietati al mondo, un terrorista islamico, un nemico dell’Occidente, di Israele, dei diritti e delle libertà.
@realDonaldTrump"

Ora mi chiedo:
Se dovesse scoppiare una guerra tra l'America e il Medio Oriente, quanti fratelli dovremo accogliere?

Per chi non l'avesse capito questi sono "pensieri e parole" di Salvini.
La democrazia è il potere di un popolo informato.
Alexis de Tocqueville

Non condivido la tua idea, ma darei la vita perche' tu la possa esprimere.
Voltaire
Connesso
Avatar utente
Sayon
Connesso: Sì
Messaggi: 11668
Iscritto il: 9 giu 2019, 7:58
Ha Assegnato: 3695 Mi Piace
Ha Ricevuto: 4734 Mi Piace

Re: "Chi scappa dalla guerra è mio fratello".

Messaggio da leggere da Sayon »

Giurista ha scritto: 4 gen 2020, 0:41 Ci dice che chi scappa dalla guerra è suo ( nostro ) fratello e per questo ha diritto ad essere accolto.

Poi si complimenta con Trump con questo messaggio su Twitter:
"Donne e uomini liberi devono ringraziare il presidente Trump e la democrazia americana per aver eliminato #Soleimani, uno degli uomini più pericolosi e spietati al mondo, un terrorista islamico, un nemico dell’Occidente, di Israele, dei diritti e delle libertà.
@realDonaldTrump"

Ora mi chiedo:
Se dovesse scoppiare una guerra tra l'America e il Medio Oriente, quanti fratelli dovremo accogliere?

Per chi non l'avesse capito questi sono "pensieri e parole" di Salvini.
Credo che Salvini apra la bocca e parli. Dubito che pensi a quello che dice. Perche' se avesse un cervello pensante, a parte le implicazioni di una guerra e rifugiati mussulmani, avrebbe tenuto la bocca CHIUSA. In questi casi meglio non dire una parola per non essere subito schedati come nemici dell' Iran P.S. Questo e' perche' ho tanta paura di Salvini. E' una persona impulsiva che puo fare danni disastrosi (anche a se stesso e al suo partito, come gia' fatto).
Connesso
Avatar utente
heyoka
Connesso: Sì
Messaggi: 8337
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
Ha Assegnato: 4377 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2703 Mi Piace

Re: "Chi scappa dalla guerra è mio fratello".

Messaggio da leggere da heyoka »

Giurista ha scritto: 4 gen 2020, 0:41 Ci dice che chi scappa dalla guerra è suo ( nostro ) fratello e per questo ha diritto ad essere accolto.

Poi si complimenta con Trump con questo messaggio su Twitter:
"Donne e uomini liberi devono ringraziare il presidente Trump e la democrazia americana per aver eliminato #Soleimani, uno degli uomini più pericolosi e spietati al mondo, un terrorista islamico, un nemico dell’Occidente, di Israele, dei diritti e delle libertà.
@realDonaldTrump"

Ora mi chiedo:
Se dovesse scoppiare una guerra tra l'America e il Medio Oriente, quanti fratelli dovremo accogliere?

Per chi non l'avesse capito questi sono "pensieri e parole" di Salvini.
Se la guerra è ineluttabile si deve fare.
Di pari se ci saranno dei fratelli che scappano da quella guerra li dovremo accogliere giustamennte.
Non capisco la tua obiezione Giurista.
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Connesso
Avatar utente
heyoka
Connesso: Sì
Messaggi: 8337
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
Ha Assegnato: 4377 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2703 Mi Piace

Re: "Chi scappa dalla guerra è mio fratello".

Messaggio da leggere da heyoka »

Se ci sono dei fratelli che FANNO FINTA fi scappare dalla guerra per invaderci e sottometterci è giusto combatterli vome vuole Salvini e fare la guerra a quei nostri politici di Sinistra che sono vome quei KOLLIONI di Troiani Buonisti che hanno fatto entrare dentro le MURA della loro città il cavallo del loro più astuto nemico.
ULISSE.
Se i Troiani avessero dato ascolto al loro SALVINI, quale era la saggia Cassandra, non avrebbero perso quella guerra.
Lo stesso FORSE sarebbe successo se i nativi americani avessero ascoltato il razzista e xenofobo capo pellerossa
METACOMET.
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Avatar utente
Giurista
Connesso: No
Messaggi: 137
Iscritto il: 8 giu 2019, 21:15
Località: Napoli

Re: "Chi scappa dalla guerra è mio fratello".

Messaggio da leggere da Giurista »

heyoka ha scritto: 4 gen 2020, 8:13
Giurista ha scritto: 4 gen 2020, 0:41 Ci dice che chi scappa dalla guerra è suo ( nostro ) fratello e per questo ha diritto ad essere accolto.

Poi si complimenta con Trump con questo messaggio su Twitter:
"Donne e uomini liberi devono ringraziare il presidente Trump e la democrazia americana per aver eliminato #Soleimani, uno degli uomini più pericolosi e spietati al mondo, un terrorista islamico, un nemico dell’Occidente, di Israele, dei diritti e delle libertà.
@realDonaldTrump"

Ora mi chiedo:
Se dovesse scoppiare una guerra tra l'America e il Medio Oriente, quanti fratelli dovremo accogliere?

Per chi non l'avesse capito questi sono "pensieri e parole" di Salvini.
Se la guerra è ineluttabile si deve fare.
Di pari se ci saranno dei fratelli che scappano da quella guerra li dovremo accogliere giustamennte.
Non capisco la tua obiezione Giurista.
La mia obiezione riguarda un pensiero mai coerente.
Perché chi scappa dalla guerra dovrebbe integrarsi meglio rispetto a chi è un semplice migrante economico?
Se fai politica al grido di " prima gli italiani", dove il focus è limitare l'immigrazione, a cosa serve schierarsi a favore di un attacco militare (da oltreoceano) che potrebbe riversare in Italia migliaia di rifugiati?
Qual è l'interesse dell'Italia?

Preferisco il silenzio dei 5s che a una presa di posizione cosi netta che, tra l'altro, riscontrerebbe anche le ostilità della Russia che si ha capito la portata di un'eventuale conflitto.
La democrazia è il potere di un popolo informato.
Alexis de Tocqueville

Non condivido la tua idea, ma darei la vita perche' tu la possa esprimere.
Voltaire
Avatar utente
Giurista
Connesso: No
Messaggi: 137
Iscritto il: 8 giu 2019, 21:15
Località: Napoli

Re: "Chi scappa dalla guerra è mio fratello".

Messaggio da leggere da Giurista »

heyoka ha scritto: 4 gen 2020, 8:19 Se ci sono dei fratelli che FANNO FINTA fi scappare dalla guerra per invaderci e sottometterci è giusto combatterli vome vuole Salvini e fare la guerra a quei nostri politici di Sinistra che sono vome quei KOLLIONI di Troiani Buonisti che hanno fatto entrare dentro le MURA della loro città il cavallo del loro più astuto nemico.
ULISSE.
Se i Troiani avessero dato ascolto al loro SALVINI, quale era la saggia Cassandra, non avrebbero perso quella guerra.
Lo stesso FORSE sarebbe successo se i nativi americani avessero ascoltato il razzista e xenofobo capo pellerossa
METACOMET.
Il punto non è l'immigrazione di per sé.
Vorrei capire i reali i interessi dell'Italia e cosa c'è da essere grati a Trump per quell'attacco.
Non riusciamo a garantire la democrazia a casa nostra ma ci preoccupiamo di ciò che avviene in Medioriente?
La democrazia è il potere di un popolo informato.
Alexis de Tocqueville

Non condivido la tua idea, ma darei la vita perche' tu la possa esprimere.
Voltaire
Connesso
Avatar utente
RedWine
Connesso: Sì
Messaggi: 5317
Iscritto il: 9 giu 2019, 14:54
Ha Assegnato: 1194 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2885 Mi Piace

Re: "Chi scappa dalla guerra è mio fratello".

Messaggio da leggere da RedWine »

Giurista ha scritto: 4 gen 2020, 9:17
heyoka ha scritto: 4 gen 2020, 8:19 Se ci sono dei fratelli che FANNO FINTA fi scappare dalla guerra per invaderci e sottometterci è giusto combatterli vome vuole Salvini e fare la guerra a quei nostri politici di Sinistra che sono vome quei KOLLIONI di Troiani Buonisti che hanno fatto entrare dentro le MURA della loro città il cavallo del loro più astuto nemico.
ULISSE.
Se i Troiani avessero dato ascolto al loro SALVINI, quale era la saggia Cassandra, non avrebbero perso quella guerra.
Lo stesso FORSE sarebbe successo se i nativi americani avessero ascoltato il razzista e xenofobo capo pellerossa
METACOMET.
Il punto non è l'immigrazione di per sé.
Vorrei capire i reali i interessi dell'Italia e cosa c'è da essere grati a Trump per quell'attacco.
Non riusciamo a garantire la democrazia a casa nostra ma ci preoccupiamo di ciò che avviene in Medioriente?
le conseguenze di queste azioni potranno essere valutate solo in futuro, e al di la della propaganda noi non conosciamo le reali motivazioni che hanno spinto il presidente a prendere quella decisione.
per ora trump si è comportato MOLTO meglio del suo predecessore "'l'ignobel per la pace" che ha realmente e non solo potenzialmente causato centinaia di migliaia di morti e milioni di profughi.
Salvini poteva fare l'ipocrita come da tradizione italica oppure appoggiare il governo americano, spero solo che tra gli ipocriti politici e responsabili italiani non ci sia gente che simpatizza per il regime teocratico iraniano.
"Non avrete nulla e sarete felici". e se non fossi felice? "non ti preoccupare, ti cureremo"
Davos agenda 2030.
Avatar utente
Giurista
Connesso: No
Messaggi: 137
Iscritto il: 8 giu 2019, 21:15
Località: Napoli

Re: "Chi scappa dalla guerra è mio fratello".

Messaggio da leggere da Giurista »

RedWine ha scritto: 4 gen 2020, 9:43
Giurista ha scritto: 4 gen 2020, 9:17
heyoka ha scritto: 4 gen 2020, 8:19 Se ci sono dei fratelli che FANNO FINTA fi scappare dalla guerra per invaderci e sottometterci è giusto combatterli vome vuole Salvini e fare la guerra a quei nostri politici di Sinistra che sono vome quei KOLLIONI di Troiani Buonisti che hanno fatto entrare dentro le MURA della loro città il cavallo del loro più astuto nemico.
ULISSE.
Se i Troiani avessero dato ascolto al loro SALVINI, quale era la saggia Cassandra, non avrebbero perso quella guerra.
Lo stesso FORSE sarebbe successo se i nativi americani avessero ascoltato il razzista e xenofobo capo pellerossa
METACOMET.
Il punto non è l'immigrazione di per sé.
Vorrei capire i reali i interessi dell'Italia e cosa c'è da essere grati a Trump per quell'attacco.
Non riusciamo a garantire la democrazia a casa nostra ma ci preoccupiamo di ciò che avviene in Medioriente?
le conseguenze di queste azioni potranno essere valutate solo in futuro, e al di la della propaganda noi non conosciamo le reali motivazioni che hanno spinto il presidente a prendere quella decisione.
per ora trump si è comportato MOLTO meglio del suo predecessore "'l'ignobel per la pace" che ha realmente e non solo potenzialmente causato centinaia di migliaia di morti e milioni di profughi.
Salvini poteva fare l'ipocrita come da tradizione italica oppure appoggiare il governo americano, spero solo che tra gli ipocriti politici e responsabili italiani non ci sia gente che simpatizza per il regime teocratico iraniano.
Come tu dici, non conoscendo le motivazioni dell'attacco (possiamo desumere qualcosa) anche prendere una posizione è pericoloso. Lo è soprattutto per i contingenti italiani in Medio Oriente.
La democrazia è il potere di un popolo informato.
Alexis de Tocqueville

Non condivido la tua idea, ma darei la vita perche' tu la possa esprimere.
Voltaire
Avatar utente
Alfa
Connesso: No
Messaggi: 6225
Iscritto il: 8 giu 2019, 16:35
Località: Toscana
Ha Assegnato: 1252 Mi Piace
Ha Ricevuto: 4053 Mi Piace
Contatta:

Re: "Chi scappa dalla guerra è mio fratello".

Messaggio da leggere da Alfa »

A Trump non gliene frega niente dell'Iraq, lo ha fatto solo per distogliere lo sguardo dai suoi casini, proprio come tentò Clinton subito dopo il "bocchino".
Per me è un citrullo che nella vita ha avuto una fortuna sfacciata e stop.
A me non va di accogliere nessuno, ho già la casa piena e non posso andar fuori io, da casa mia per i guai degli altri.
Avatar utente
Giurista
Connesso: No
Messaggi: 137
Iscritto il: 8 giu 2019, 21:15
Località: Napoli

Re: "Chi scappa dalla guerra è mio fratello".

Messaggio da leggere da Giurista »

Alfa ha scritto: 4 gen 2020, 9:50 A Trump non gliene frega niente dell'Iraq, lo ha fatto solo per distogliere lo sguardo dai suoi casini, proprio come tentò Clinton subito dopo il "bocchino".
Per me è un citrullo che nella vita ha avuto una fortuna sfacciata e stop.
A me non va di accogliere nessuno, ho già la casa piena e non posso andar fuori io, da casa mia per i guai degli altri.
E questo sarà il pensiero predominante nel caso ciò si avveri. Non ha senso schierarsi. Meglio stare in silenzio.

PS: Iran non Iraq....😁
La democrazia è il potere di un popolo informato.
Alexis de Tocqueville

Non condivido la tua idea, ma darei la vita perche' tu la possa esprimere.
Voltaire
Avatar utente
Shamash
Connesso: No
Messaggi: 1998
Iscritto il: 9 giu 2019, 16:37
Ha Assegnato: 1138 Mi Piace
Ha Ricevuto: 1382 Mi Piace

Re: "Chi scappa dalla guerra è mio fratello".

Messaggio da leggere da Shamash »

Giurista ha scritto: 4 gen 2020, 9:47 non conoscendo le motivazioni dell'attacco (possiamo desumere qualcosa) anche prendere una posizione è pericoloso. Lo è soprattutto per i contingenti italiani in Medio Oriente.
Esatto, non è il momento delle tifoserie, come ha fatto Salvini (pur non ricoprendo ruoli ufficiali). Encomiabile, invece, l'intervento della Meloni, per restare sempre negli ambienti di destra, dove l'importanza di un percorso di pacificazione dell’area e un ruolo decisivo dell'Europa.

Quel che preoccupa di più è invece Di Maio, che ha in mano un Ministero assai delicato e, considerando le sue spiccate qualità, il grande passato di caratura internazionale, abilità strategiche e diplomatiche eccelse quale profondo conoscitore delle dinamiche estere, rischierà di farci bombardare quanto prima... :roll:
«Siate il meglio di qualunque cosa siate» [Martin Luther King]
«Dove regna la saggezza, non vi è alcun conflitto tra pensiero e sentimento» [Carl Gustav Jung]
Connesso
Avatar utente
RedWine
Connesso: Sì
Messaggi: 5317
Iscritto il: 9 giu 2019, 14:54
Ha Assegnato: 1194 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2885 Mi Piace

Re: "Chi scappa dalla guerra è mio fratello".

Messaggio da leggere da RedWine »

Alfa ha scritto: 4 gen 2020, 9:50 A Trump non gliene frega niente dell'Iraq, lo ha fatto solo per distogliere lo sguardo dai suoi casini, proprio come tentò Clinton subito dopo il "bocchino".
Per me è un citrullo che nella vita ha avuto una fortuna sfacciata e stop.
A me non va di accogliere nessuno, ho già la casa piena e non posso andar fuori io, da casa mia per i guai degli altri.
la tensione tra iran e usa non l'ha certo inventata trump, sono anni che si scambiano reciprocamente regali al tritolo
ci possono essere varie motivazioni plausibili, ad esempio la ritorsione per il tentato assalto all'ambasciata americana, informazioni su future attività terroristiche, e anche... l'immagine interna di trump in vista della campagna elettorale, ma certo non la darei come motivazione principale o piu probabile.
"Non avrete nulla e sarete felici". e se non fossi felice? "non ti preoccupare, ti cureremo"
Davos agenda 2030.
Connesso
Avatar utente
Michelangelo
Connesso: Sì
Messaggi: 2265
Iscritto il: 23 giu 2019, 15:00
Ha Assegnato: 3459 Mi Piace
Ha Ricevuto: 1444 Mi Piace

Re: "Chi scappa dalla guerra è mio fratello".

Messaggio da leggere da Michelangelo »

Shamash ha scritto: 4 gen 2020, 10:02
Giurista ha scritto: 4 gen 2020, 9:47 non conoscendo le motivazioni dell'attacco (possiamo desumere qualcosa) anche prendere una posizione è pericoloso. Lo è soprattutto per i contingenti italiani in Medio Oriente.
Esatto, non è il momento delle tifoserie, come ha fatto Salvini (pur non ricoprendo ruoli ufficiali). Encomiabile, invece, l'intervento della Meloni, per restare sempre negli ambienti di destra, dove l'importanza di un percorso di pacificazione dell’area e un ruolo decisivo dell'Europa.

Quel che preoccupa di più è invece Di Maio, che ha in mano un Ministero assai delicato e, considerando le sue spiccate qualità, il grande passato di caratura internazionale, abilità strategiche e diplomatiche eccelse quale profondo conoscitore delle dinamiche estere, rischierà di farci bombardare quanto prima... :roll:
CONDIVIDO! Smiling sia l'apprezzamento per le dichiarazioni della Meloni( sempre impeccabile), che l'analisi-preoccupazione sul ruolo di Di maio :!: :?
“Un popolo che dimentica i fasti del patriottismo è un popolo in decadenza. Il passato segna i doveri dell’avvenire.”
Francesco Crispi
Avatar utente
Giurista
Connesso: No
Messaggi: 137
Iscritto il: 8 giu 2019, 21:15
Località: Napoli

Re: "Chi scappa dalla guerra è mio fratello".

Messaggio da leggere da Giurista »

RedWine ha scritto: 4 gen 2020, 10:14
Alfa ha scritto: 4 gen 2020, 9:50 A Trump non gliene frega niente dell'Iraq, lo ha fatto solo per distogliere lo sguardo dai suoi casini, proprio come tentò Clinton subito dopo il "bocchino".
Per me è un citrullo che nella vita ha avuto una fortuna sfacciata e stop.
A me non va di accogliere nessuno, ho già la casa piena e non posso andar fuori io, da casa mia per i guai degli altri.
la tensione tra iran e usa non l'ha certo inventata trump, sono anni che si scambiano reciprocamente regali al tritolo
ci possono essere varie motivazioni plausibili, ad esempio la ritorsione per il tentato assalto all'ambasciata americana, informazioni su future attività terroristiche, e anche... l'immagine interna di trump in vista della campagna elettorale, ma certo non la darei come motivazione principale o piu probabile.
Di certo l'Italia centra ben poco.
La democrazia è il potere di un popolo informato.
Alexis de Tocqueville

Non condivido la tua idea, ma darei la vita perche' tu la possa esprimere.
Voltaire
Avatar utente
cuneoman
Connesso: No
Messaggi: 879
Iscritto il: 16 ago 2019, 23:39

Re: "Chi scappa dalla guerra è mio fratello".

Messaggio da leggere da cuneoman »

Non è che aver fatto fuori Gheddafi ci abbia portato cose buone dal punto di vista immigratorio...
RedWine ha scritto: 4 gen 2020, 10:14la tensione tra iran e usa non l'ha certo inventata trump, sono anni che si scambiano reciprocamente regali al tritolo
ci possono essere varie motivazioni plausibili, ad esempio la ritorsione per il tentato assalto all'ambasciata americana, informazioni su future attività terroristiche, e anche... l'immagine interna di trump in vista della campagna elettorale, ma certo non la darei come motivazione principale o piu probabile.
Il discorso Iran era già chiuso, è stato Trump a rinnegare i trattati e a accendere la miccia. Vedremo come andrà a finire, ma Obama aveva già risolto il problema. E noi italiani avevamo parecchi interessi in Iran, ora ci dobbiamo sorbire pure l'embargo con perdite milionarie
Rispondi