La misura è colma

Forum di discussione sulla politica italiana, i partiti e le istituzioni.
Avatar utente
serge
Connesso: No
Messaggi: 7042
Iscritto il: 9 giu 2019, 8:58
Ha Assegnato: 6980 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2427 Mi Piace

La misura è colma

Messaggio da leggere da serge »

Un personaggio a capo di un Movimento che predicava la chiusura della ILVA per costruire in loco un parco giochi,in questi giorni sta proclamando ai quattro venti la possibilità di una “dura” azione legale nei confronti della Società multinazionale che intende abbandonare la gestione dello stabilimento di Taranto. Questi è lo stesso individuo che,dopo avere firmato un accordo in qualità di Ministro della Repubblica, lo ha in parte smentito cededendo alle pressioni di alcuni imbecilli compagni di cordata. Con quale faccia tosta questo “signore” ha il coraggio ora di ponteficare? Pensa forse che gli italiani siano degli imbecilli? A onor del vero,molti cittadini si sono lasciati abbagliare da questo nuovo salvatore della patria per poi iniziare a cambiare idea.
E' ora che il PD si svegli dal proprio letargo e reagisca concretamente nei confronti della banda di incapaci che pretendono di governare il Paese. Non dimentichiamo il famoso detto che recita: "è ladro anche chi tiene il sacco"
Grazie per l'attenzione.
Bye
Il mondo è un posto pericoloso, non a causa di quelli che compiono azioni malvagie ma per quelli che osservano senza fare nulla.(Albert Einstein)
Avatar utente
carletto3
Connesso: No
Messaggi: 8090
Iscritto il: 25 giu 2019, 2:20
Ha Assegnato: 436 Mi Piace
Ha Ricevuto: 3215 Mi Piace

Re: La misura è colma

Messaggio da leggere da carletto3 »

Sante parole....ma gli Italioti hanno la testa dura e se poi tra questi ci sono pure i trinariciuti non abbiamo speranza....saremo fottuti a sangue da comici,poltronari e cybernautici.
StreamingTears
La realta' è solo un'allucinazione dovuta a carenza di alcol (...un saggio)
"Gli è tutto sbagliato....gli è tutto da rifa'"
Avatar utente
Alfa
Connesso: No
Messaggi: 6476
Iscritto il: 8 giu 2019, 16:35
Località: Toscana
Ha Assegnato: 1274 Mi Piace
Ha Ricevuto: 4201 Mi Piace
Contatta:

Re: La misura è colma

Messaggio da leggere da Alfa »

serge ha scritto: 17 nov 2019, 12:04 Un personaggio a capo di un Movimento che predicava la chiusura della ILVA per costruire in loco un parco giochi,in questi giorni sta proclamando ai quattro venti la possibilità di una “dura” azione legale nei confronti della Società multinazionale che intende abbandonare la gestione dello stabilimento di Taranto. Questi è lo stesso individuo che,dopo avere firmato un accordo in qualità di Ministro della Repubblica, lo ha in parte smentito cededendo alle pressioni di alcuni imbecilli compagni di cordata. Con quale faccia tosta questo “signore” ha il coraggio ora di ponteficare? Pensa forse che gli italiani siano degli imbecilli? A onor del vero,molti cittadini si sono lasciati abbagliare da questo nuovo salvatore della patria per poi iniziare a cambiare idea.
E' ora che il PD si svegli dal proprio letargo e reagisca concretamente nei confronti della banda di incapaci che pretendono di governare il Paese. Non dimentichiamo il famoso detto che recita: "è ladro anche chi tiene il sacco"
Grazie per l'attenzione.
Bye
Caro Serge, che ti vuoi aspettare da un individuo (scemo) che metteva in dubbio la conquista della luna, i vaccini, la terra non è tonda e faceva fare la comuniune con i grilli secchi ai suoi imbecilli pentastellati?
Avatar utente
cuneoman
Connesso: No
Messaggi: 879
Iscritto il: 16 ago 2019, 23:39

Re: La misura è colma

Messaggio da leggere da cuneoman »

serge ha scritto: 17 nov 2019, 12:04 Un personaggio a capo di un Movimento che predicava la chiusura della ILVA per costruire in loco un parco giochi,in questi giorni sta proclamando ai quattro venti la possibilità di una “dura” azione legale nei confronti della Società multinazionale che intende abbandonare la gestione dello stabilimento di Taranto. Questi è lo stesso individuo che,dopo avere firmato un accordo in qualità di Ministro della Repubblica, lo ha in parte smentito cededendo alle pressioni di alcuni imbecilli compagni di cordata. Con quale faccia tosta questo “signore” ha il coraggio ora di ponteficare? Pensa forse che gli italiani siano degli imbecilli? A onor del vero,molti cittadini si sono lasciati abbagliare da questo nuovo salvatore della patria per poi iniziare a cambiare idea.
E' ora che il PD si svegli dal proprio letargo e reagisca concretamente nei confronti della banda di incapaci che pretendono di governare il Paese. Non dimentichiamo il famoso detto che recita: "è ladro anche chi tiene il sacco"
Grazie per l'attenzione.
Bye
C'era già una discussione aperta in cui avevo posto queste questioni:

- C'è un contratto firmato, pare che sia l'ILVA a volerlo infrangere. C'è chi dice che l'eliminazione dell'esenzione all'azione penale non lo invalidi perchè non contemplato al suo interno e chi dice di sì. Magari sarebbe utile approfondire, perchè questo è determinante.
- Pare che AM sia solo affittuaria ora, ma se spegnesse gli impianti come sta dicendo di voler fare farebbe chiudere l'ILVA. Ecco, questo penso proprio che non lo possa fare.
- Di Maio ha fatto un ottimo contratto, diciamo che ha solo firmato il precedente con qualche piccola modifica, è la Costituzione Italiana che ha fatto il resto. Nessuno può essere sopra la legge, far morire persone solo per scopi lucrativi o di occupazione, parlo degli incidenti sul lavoro in Ilva, non delle morti per cosa respirano. ILVA fin'ora non ha mantenuto l'accordo fatto, non ha iniziato a rimettere a norma gli impianti come previsto dagli impianti, da qui il giudizio dei magistrati e del governo. L'immunità esiste se provi a risolvere i problemi nel tempo transitorio per farlo, ma se per 7 anni (prima ancora di AM) non è stata spostata neanche una pietra in questa direzione... SETTE ANNI con svariati morti in questo periodo.
Connesso
Avatar utente
Sayon
Connesso: Sì
Messaggi: 11908
Iscritto il: 9 giu 2019, 7:58
Ha Assegnato: 3799 Mi Piace
Ha Ricevuto: 4852 Mi Piace

Re: La misura è colma

Messaggio da leggere da Sayon »

serge ha scritto: 17 nov 2019, 12:04 Un personaggio a capo di un Movimento che predicava la chiusura della ILVA per costruire in loco un parco giochi,in questi giorni sta proclamando ai quattro venti la possibilità di una “dura” azione legale nei confronti della Società multinazionale che intende abbandonare la gestione dello stabilimento di Taranto. Questi è lo stesso individuo che,dopo avere firmato un accordo in qualità di Ministro della Repubblica, lo ha in parte smentito cededendo alle pressioni di alcuni imbecilli compagni di cordata. Con quale faccia tosta questo “signore” ha il coraggio ora di ponteficare? Pensa forse che gli italiani siano degli imbecilli? A onor del vero,molti cittadini si sono lasciati abbagliare da questo nuovo salvatore della patria per poi iniziare a cambiare idea.
E' ora che il PD si svegli dal proprio letargo e reagisca concretamente nei confronti della banda di incapaci che pretendono di governare il Paese. Non dimentichiamo il famoso detto che recita: "è ladro anche chi tiene il sacco"
Grazie per l'attenzione.
Bye
Caro Serge s'e' molto da lavorare, sia a sinistra che a destra. Nel mio modo di vedere, i lunghi anni piddini , imposti per tenere lontano ed annullare Berlusconi, hanno determinato una reazione "popolare" che e' sfociato nell' innominabile governo gialloverde, un fritto misto con capi maleducati, presuntusoi e balordi, visti come salvatori della patria. Lo strascico di quegli anni perdura, con una reazione sinistra al successo popolare della destra. Ma i capi politici creati in precedenza rimangono e la politica continuera' ad essere screanzata, dilettantesca e improvvisata fino a quando verranno sostituiti da persone migliori che io ancora non vedo in evidenza in alcun partito. Spero nel sindaco di Venezia, se lo faranno parlare, che sembra avere sufficiente personalita', ma l'amicizia con Berlusconi, personaggio ancora di estremo valore ma combattuto sia dalla destra che dalla sinistra, lo sta gia' ostacolando.
Connesso
Avatar utente
RedWine
Connesso: Sì
Messaggi: 5385
Iscritto il: 9 giu 2019, 14:54
Ha Assegnato: 1201 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2927 Mi Piace

Re: La misura è colma

Messaggio da leggere da RedWine »

cuneoman ha scritto: 17 nov 2019, 14:15
C'era già una discussione aperta in cui avevo posto queste questioni:

- C'è un contratto firmato, pare che sia l'ILVA a volerlo infrangere. C'è chi dice che l'eliminazione dell'esenzione all'azione penale non lo invalidi perchè non contemplato al suo interno e chi dice di sì. Magari sarebbe utile approfondire, perchè questo è determinante.
lo scudo penale era stato creato a difesa dei commissari, nel contratto AM richiamava esplicitamente il mantenimento in vigore di tali norme

..... "Arcelor proprio nelle scorse settimane era infatti tornata a chiedere “certezza del diritto” e aveva ricordato di aver acquistato l’Ilva sulla base di regole concordate con il governo italiano. Ricordiamo infatti che pur non essendo stata ovviamente inserita nel contratto firmato tra le parti, durante i vari tavoli svolti a Roma, la multinazionale aveva posto come imprescindibile la presenza dell’immunità penale, in quanto nessun investitore avrebbe acquistato il sito di Taranto con la certezza di essere indagato in materia ambientale il giorno dopo essere arrivati, a causa della mancata attuazione di un Piano stabilito anni addietro."
https://www.corriereditaranto.it/2019/0 ... icazione3/
"Non avrete nulla e sarete felici". e se non fossi felice? "non ti preoccupare, ti cureremo"
Davos agenda 2030.
Avatar utente
cuneoman
Connesso: No
Messaggi: 879
Iscritto il: 16 ago 2019, 23:39

Re: La misura è colma

Messaggio da leggere da cuneoman »

RedWine ha scritto: 17 nov 2019, 15:38
cuneoman ha scritto: 17 nov 2019, 14:15
C'era già una discussione aperta in cui avevo posto queste questioni:

- C'è un contratto firmato, pare che sia l'ILVA a volerlo infrangere. C'è chi dice che l'eliminazione dell'esenzione all'azione penale non lo invalidi perchè non contemplato al suo interno e chi dice di sì. Magari sarebbe utile approfondire, perchè questo è determinante.
lo scudo penale era stato creato a difesa dei commissari, nel contratto AM richiamava esplicitamente il mantenimento in vigore di tali norme

..... "Arcelor proprio nelle scorse settimane era infatti tornata a chiedere “certezza del diritto” e aveva ricordato di aver acquistato l’Ilva sulla base di regole concordate con il governo italiano. Ricordiamo infatti che pur non essendo stata ovviamente inserita nel contratto firmato tra le parti, durante i vari tavoli svolti a Roma, la multinazionale aveva posto come imprescindibile la presenza dell’immunità penale, in quanto nessun investitore avrebbe acquistato il sito di Taranto con la certezza di essere indagato in materia ambientale il giorno dopo essere arrivati, a causa della mancata attuazione di un Piano stabilito anni addietro."
https://www.corriereditaranto.it/2019/0 ... icazione3/
Bene, perchè è questo di cui dovremmo parlare. ti posto lo stesso video, che ho messo nell'altra discusione: https://youtu.be/lJMmZTHQ080

Ora, io non so se quanto detto sia vero, ma il discorso è:
Per i reati passati sicuramente AM non è processabile.
Per i reati futuri lo deve essere per forza.
Per i reati correnti dipende e non è molto chiaro.

Se domani muore un operaio per i processi in corso, che possono essere cambiati solo dopo mesi, anni di sostituzioni o modifiche impianti, per forza AM NON DEVE ESSERE PROCESSABILE. A mio giudizio.
Se però dopo 7 anni dell'ILVA o 1 anno di AM niente è stato fatto per iniziare a mettere in sicurezza i processi lavorativi AM DEVE ESSERE PROCESSATA E CONDANNATA.
E' un punto chiave di cui non ho competenze.

Faccio un esempio italiano eclatante, Fininvest è stata dichiarata illegale dal 1984, proroga su proroga, promesse su promesse, aste delle frequenze, vari interventi della Corte Costituzionale disattese, si è arrivati fino al 2008 con sentenze mai applicate. Certo, non c'erano morti ne feriti, ma sono anche passati 24 di illegalità, ingiustizie, non applicazioni delle leggi italiane.

Non volevo essere OT, volevo solo dire che in caso di pericolo costante, quotidiano, con morti pregresse, non si possono aspettare decine di anni per INIZIARE a fare qualcosa. Sono migliaia di persone che ogni giorno vanno a lavorare e non si sa se torneranno a casa. Beh, qualcuno lavora anche negli uffici, ma ci siamo capiti!! :)

Nell'altra discussione ho postato un articolo che parlava di 6 morti in 3 anni, l'ultimo bruciato vivo durante una colata di metallo fuso, da cui tutte le sentenze dei magistrati per spegnere gli altoforni ecc. ecc.
Connesso
Avatar utente
Sayon
Connesso: Sì
Messaggi: 11908
Iscritto il: 9 giu 2019, 7:58
Ha Assegnato: 3799 Mi Piace
Ha Ricevuto: 4852 Mi Piace

Re: La misura è colma

Messaggio da leggere da Sayon »

RedWine ha scritto: 17 nov 2019, 15:38
cuneoman ha scritto: 17 nov 2019, 14:15
C'era già una discussione aperta in cui avevo posto queste questioni:

- C'è un contratto firmato, pare che sia l'ILVA a volerlo infrangere. C'è chi dice che l'eliminazione dell'esenzione all'azione penale non lo invalidi perchè non contemplato al suo interno e chi dice di sì. Magari sarebbe utile approfondire, perchè questo è determinante.
lo scudo penale era stato creato a difesa dei commissari, nel contratto AM richiamava esplicitamente il mantenimento in vigore di tali norme

..... "Arcelor proprio nelle scorse settimane era infatti tornata a chiedere “certezza del diritto” e aveva ricordato di aver acquistato l’Ilva sulla base di regole concordate con il governo italiano. Ricordiamo infatti che pur non essendo stata ovviamente inserita nel contratto firmato tra le parti, durante i vari tavoli svolti a Roma, la multinazionale aveva posto come imprescindibile la presenza dell’immunità penale, in quanto nessun investitore avrebbe acquistato il sito di Taranto con la certezza di essere indagato in materia ambientale il giorno dopo essere arrivati, a causa della mancata attuazione di un Piano stabilito anni addietro."
https://www.corriereditaranto.it/2019/0 ... icazione3/
Contratto quindi all' Italiana. C'e' lo scudo penale ma anche l' obbligo di prendere misure eccezionali. Manca chiarezza. Basterebbe fare un elenco delle opere eccezionali da fare, in ordine di tempo, garantendo uno scudo penale per un periodo pre-determinato . Ad esempio, ridurre le emissioni di gas pericolosi (lista degli stessi) del ...% entro 7 anni Quindi 7 anni di scudo penale per consentire questa operazione. Lo scudo penale cade alla fine dei 7 anni o alla data di esecuzione del provvedimento. Evidentemente questa chiarezza non esiste nel contratto oppore la giustizia italiana sta interferendo con l'operazione.
Avatar utente
cuneoman
Connesso: No
Messaggi: 879
Iscritto il: 16 ago 2019, 23:39

Re: La misura è colma

Messaggio da leggere da cuneoman »

Sayon ha scritto: 17 nov 2019, 15:56 Contratto quindi all' Italiana. C'e' lo scudo penale ma anche l' obbligo di prendere misure eccezionali. Manca chiarezza. Basterebbe fare un elenco delle opere eccezionali da fare, in ordine di tempo, garantendo uno scudo penale per un periodo pre-determinato . Ad esempio, ridurre le emissioni di gas pericolosi (lista degli stessi) del ...% entro 7 anni Quindi 7 anni di scudo penale per consentire questa operazione. Lo scudo penale cade alla fine dei 7 anni o alla data di esecuzione del provvedimento. Evidentemente questa chiarezza non esiste nel contratto oppore la giustizia italiana sta interferendo con l'operazione.
Questo non lo so, ma è anche vero che se devi fare dei lavori e dopo un anno non hai neanche iniziato, dopo 6 in cui nessuno ha fatto nulla, penso che il dubbio venga.
Poi se ora AM vuol far spegnere i forni uccidendo un'azienda non sua, forse qualche altro dubbio viene. E se nel frattempo sta investendo miliardi in India per altre acciaierie, anche la scusa della crisi mondiale viene meno.
Guarda il video, pare che la seconda classificata nell'acquisto di Ilva ora sia a comandare in AM.

Noi sappiamo le cose dai giornali e commenti TV, ma sotto sotto la cosa è ben più complessa.
AM a costo zero ha fatto fuori uno dei più grandi produttori europei di acciaio e si è si è accaparrata tutti i suoi clienti. E che ci siano dei politici italiani che la appoggino anzichè fare chiarezza, oltre a dargli forza, non fanno certo il bene dell'Italia.
Connesso
Avatar utente
RedWine
Connesso: Sì
Messaggi: 5385
Iscritto il: 9 giu 2019, 14:54
Ha Assegnato: 1201 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2927 Mi Piace

Re: La misura è colma

Messaggio da leggere da RedWine »

cuneoman ha scritto: 17 nov 2019, 15:54
RedWine ha scritto: 17 nov 2019, 15:38
cuneoman ha scritto: 17 nov 2019, 14:15
C'era già una discussione aperta in cui avevo posto queste questioni:

- C'è un contratto firmato, pare che sia l'ILVA a volerlo infrangere. C'è chi dice che l'eliminazione dell'esenzione all'azione penale non lo invalidi perchè non contemplato al suo interno e chi dice di sì. Magari sarebbe utile approfondire, perchè questo è determinante.
lo scudo penale era stato creato a difesa dei commissari, nel contratto AM richiamava esplicitamente il mantenimento in vigore di tali norme

..... "Arcelor proprio nelle scorse settimane era infatti tornata a chiedere “certezza del diritto” e aveva ricordato di aver acquistato l’Ilva sulla base di regole concordate con il governo italiano. Ricordiamo infatti che pur non essendo stata ovviamente inserita nel contratto firmato tra le parti, durante i vari tavoli svolti a Roma, la multinazionale aveva posto come imprescindibile la presenza dell’immunità penale, in quanto nessun investitore avrebbe acquistato il sito di Taranto con la certezza di essere indagato in materia ambientale il giorno dopo essere arrivati, a causa della mancata attuazione di un Piano stabilito anni addietro."
https://www.corriereditaranto.it/2019/0 ... icazione3/
Bene, perchè è questo di cui dovremmo parlare. ti posto lo stesso video, che ho messo nell'altra discusione: https://youtu.be/lJMmZTHQ080
no, per pietà, travaglio no!
"Non avrete nulla e sarete felici". e se non fossi felice? "non ti preoccupare, ti cureremo"
Davos agenda 2030.
Avatar utente
cuneoman
Connesso: No
Messaggi: 879
Iscritto il: 16 ago 2019, 23:39

Re: La misura è colma

Messaggio da leggere da cuneoman »

RedWine ha scritto: 17 nov 2019, 17:12 no, per pietà, travaglio no!
So che a voi non piace travaglio, ma purtroppo è uno dei pochi che (secondo me) dice le cose come stanno.
Ho letto il tuo link e alla fine ne è una conferma in parte, il piano ambientale doveva ultimarsi nel settembre 2019, non so cosa si è fatto ma siamo ancora in alto mare. Inoltre prima parla di controlli trimestrali per verificare l'avanzare dei lavori, ma a questo punto è chiaro che è tutta fuffa.
ogni qual volta nelle loro ispezioni trimestrali per verificare il regolare stato di attuazione degli interventi, i tecnici di ISPRA ed ARPA Puglia avessero registrato dei ritardi o delle inadempienze, quest’utime si sarebbero prima commutare in diffide da parte del ministero dell’Ambiente e poi in multe onerose nei confronti della società Ilva, qualora anche le diffide fossero cadute nel vuoto. Di fatto era questo l’aspetto che si andava a congelare con l’introduzione dell’immmunità penale, in quanto la mancata attuazione delle prescrizioni ambientali diventava un vero e proprio reato penale, proprio perché l’inquinamento prodotto dall’Ilva comportava il verificarsi di episodi di malattie e morti nei lavoratori e nei cittadini.
Dopo 7 anni penso che abbiano sforato un tantino, come nel mio esempio Fininvest che avevo citato, quindi le premesse per l'immunità avevano un senso per procedere con i lavori, ma se tutto resta immutato e dopo 7 anni non si procede con il piano previsto dagli accordi, ILVA e/o AM e i loro responsabili NON "dovrebbero" avere diritto all'immunità.
Avatar utente
serge
Connesso: No
Messaggi: 7042
Iscritto il: 9 giu 2019, 8:58
Ha Assegnato: 6980 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2427 Mi Piace

Re: La misura è colma

Messaggio da leggere da serge »

A mio avviso,quello che sta accadendo conferma la PERICOLOSITA' dei grillini. Bisogna IMMEDIATAMENTE porre costoro nella condizione di non procurare ulteriori danni al Paese: vanno IMMEDIATAMENTE messi all'angolo! Bisogna andare SUBITO al voto,a costo di non approvare la manovra finanziaria(!) ed andare all'esercizio provvisorio,. D'altra parte,cosa può uscire di buono dalla discussione di 1700 emendamenti (sic) presentati dagli stessi che pochi giorni or sono la hanno licenziata? Basta con il ricatto dell'aumento della IVA: il destino dell'Italia è importante e fra tanti aumenti aumenti già programmati,un più uno meno........
Angry1
Il mondo è un posto pericoloso, non a causa di quelli che compiono azioni malvagie ma per quelli che osservano senza fare nulla.(Albert Einstein)
Connesso
Avatar utente
Sayon
Connesso: Sì
Messaggi: 11908
Iscritto il: 9 giu 2019, 7:58
Ha Assegnato: 3799 Mi Piace
Ha Ricevuto: 4852 Mi Piace

Re: La misura è colma

Messaggio da leggere da Sayon »

cuneoman ha scritto: 17 nov 2019, 16:42
Sayon ha scritto: 17 nov 2019, 15:56 Contratto quindi all' Italiana. C'e' lo scudo penale ma anche l' obbligo di prendere misure eccezionali. Manca chiarezza. Basterebbe fare un elenco delle opere eccezionali da fare, in ordine di tempo, garantendo uno scudo penale per un periodo pre-determinato . Ad esempio, ridurre le emissioni di gas pericolosi (lista degli stessi) del ...% entro 7 anni Quindi 7 anni di scudo penale per consentire questa operazione. Lo scudo penale cade alla fine dei 7 anni o alla data di esecuzione del provvedimento. Evidentemente questa chiarezza non esiste nel contratto oppore la giustizia italiana sta interferendo con l'operazione.
Questo non lo so, ma è anche vero che se devi fare dei lavori e dopo un anno non hai neanche iniziato, dopo 6 in cui nessuno ha fatto nulla, penso che il dubbio venga.
Poi se ora AM vuol far spegnere i forni uccidendo un'azienda non sua, forse qualche altro dubbio viene. E se nel frattempo sta investendo miliardi in India per altre acciaierie, anche la scusa della crisi mondiale viene meno.
Guarda il video, pare che la seconda classificata nell'acquisto di Ilva ora sia a comandare in AM.

Noi sappiamo le cose dai giornali e commenti TV, ma sotto sotto la cosa è ben più complessa.
AM a costo zero ha fatto fuori uno dei più grandi produttori europei di acciaio e si è si è accaparrata tutti i suoi clienti. E che ci siano dei politici italiani che la appoggino anzichè fare chiarezza, oltre a dargli forza, non fanno certo il bene dell'Italia.
Finche' in Italia non si seguono leggi internazionali e si aderisce ai libri di appalto, queste situazioni si ripeteranno sempre. io posso capire i comenti di Cuneoman ed altri perche sono ragionamenti basati su una logica delle persone comuni. Ma negli appalti internazionali questa logica non esiste. Esiste solo quella scritta nel contratto. Stiamo dando un pessimo esempio al mondo sia con l' ALITALIA che con la ex ILVA: popolo di pasticcioni, con interferenze politiche e enti giuridici non previsti. Non sto affatto esonerando le critiche del Contrattore ma qnche le critiche devono essere sostenute, non da logica nostrana, ma dai libri d' appalto e di contratto. Pensate che persino le grandi mprese italiane lo hanno capito: se prendi un lavoro in Italia, fai il furbo; se lo prendi al' estero, segui le regole. Consiglierei a Di Maio e ministri di andarsene a casa prima che il Contrattore si rivolga alla Corte Internazionale d' arbitrato (ICC) o altro ente specificato nel contratto. Stiamo perdendo TUTTO in Italia. Ogni anno scompaiono imprese, prodotti, ragazzi in gamba, marchi ed industrie. Si vede chiaramente che ci sono stati 9 anni di sinistra al potere+ ZERO sviluppo, ZERO importanza all' imprenditorato, inutili sforzi d' assistenza ai "poveri" invece che creare posti di lavoro.
Rosanna
Connesso: No

Re: La misura è colma

Messaggio da leggere da Rosanna »

serge ha scritto: 17 nov 2019, 12:04 Un personaggio a capo di un Movimento che predicava la chiusura della ILVA per costruire in loco un parco giochi,in questi giorni sta proclamando ai quattro venti la possibilità di una “dura” azione legale nei confronti della Società multinazionale che intende abbandonare la gestione dello stabilimento di Taranto. Questi è lo stesso individuo che,dopo avere firmato un accordo in qualità di Ministro della Repubblica, lo ha in parte smentito cededendo alle pressioni di alcuni imbecilli compagni di cordata. Con quale faccia tosta questo “signore” ha il coraggio ora di ponteficare? Pensa forse che gli italiani siano degli imbecilli? A onor del vero,molti cittadini si sono lasciati abbagliare da questo nuovo salvatore della patria per poi iniziare a cambiare idea.
E' ora che il PD si svegli dal proprio letargo e reagisca concretamente nei confronti della banda di incapaci che pretendono di governare il Paese. Non dimentichiamo il famoso detto che recita: "è ladro anche chi tiene il sacco"
Grazie per l'attenzione.
Bye
Condivido in toto il tuo pensiero.
Rispondi