Il Washington Post delinea la dolente situazione Ucraina. Spero che i beccaccioni si aggiornino

Forum di discussione sulla politica italiana, i partiti e le istituzioni.
Avatar utente
porterrockwell
Connesso: No
Messaggi: 3878
Iscritto il: 9 giu 2019, 11:47
Ha Assegnato: 488 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2508 Mi Piace

Il Washington Post delinea la dolente situazione Ucraina. Spero che i beccaccioni si aggiornino

Messaggio da leggere da porterrockwell »

https://www.washingtonpost.com/world/20 ... -shortage/

Di questo lungo articolo il seguente sito analizza i punti dolenti

http://italiaeilmondo.com/2023/03/17/il ... w-korybko/


* Kiev dubita tranquillamente che la sua tanto sbandierata controffensiva avrà successo

– “La qualità delle forze militari ucraine, un tempo considerate un vantaggio sostanziale rispetto alla Russia, è stata degradata da un anno di perdite che hanno portato molti dei combattenti più esperti fuori dal campo di battaglia, portando alcuni funzionari ucraini a mettere in dubbio la prontezza di Kiev nell’organizzare la tanto attesa offensiva di primavera”.

* L’Occidente stima che le perdite dell’Ucraina siano quasi 10 volte superiori a quelle dichiarate da Kiev

– “Funzionari statunitensi ed europei hanno stimato che ben 120.000 soldati ucraini sono stati uccisi o feriti dall’inizio dell’invasione russa all’inizio dello scorso anno… Il generale Valery Zaluzhny, comandante in capo dell’Ucraina, ha detto in agosto che quasi 9.000 dei suoi soldati erano morti. A dicembre, Mykhailo Podolyak, un consigliere di Zelensky, ha detto che il numero era salito a 13.000”.

* Le Forze Armate Ucraine (UAF) sono più deboli sotto tutti i punti di vista di quanto non lo siano mai state prima.

– “Statistiche a parte, l’afflusso di reclute inesperte, portate per tamponare le perdite, ha cambiato il profilo delle forze ucraine, che soffrono anche di una carenza di base di munizioni, compresi i proiettili di artiglieria e le bombe da mortaio, secondo il personale militare sul campo”.

* Tutti i veterani sono già stati uccisi o feriti e sono rimaste solo le reclute inesperte.

– Un soldato che è sopravvissuto a sei mesi di combattimento e un soldato che viene da un poligono di tiro sono due soldati diversi. È il cielo e la terra. E ci sono solo pochi soldati con esperienza di combattimento”, ha aggiunto Kupol. Purtroppo sono già tutti morti o feriti”.

* Kiev continuerà a lanciare la sua controffensiva nonostante i timori che le sue truppe vengano massacrate.

– “Si crede sempre in un miracolo”, ha detto [Kupol]. O ci sarà un massacro e dei cadaveri o sarà una controffensiva professionale. Ci sono due opzioni. In ogni caso ci sarà una controffensiva”.

* La coalizione di carri armati della NATO è puramente simbolica e non cambierà nulla

– “Un alto funzionario del governo ucraino, che ha parlato a condizione di anonimato per essere sincero, ha definito il numero di carri armati promessi dall’Occidente una quantità “simbolica””.

* Anche gli alti funzionari ucraini sanno che la prossima controffensiva è suicida

– “Non abbiamo né le persone né le armi”, ha aggiunto l’alto funzionario. E conoscete il rapporto: Quando sei all’offensiva, perdi il doppio o il triplo delle persone. Non possiamo permetterci di perdere così tante persone”.

* Le ultime reclute di Kiev scappano dai russi perché non sanno letteralmente come combattere

– Kupol, che ha acconsentito a farsi fotografare e ha detto di aver capito che avrebbe potuto subire un contraccolpo personale per aver dato una valutazione franca, ha descritto di essere andato in battaglia con soldati appena arruolati che non avevano mai lanciato una granata, che abbandonavano prontamente le loro posizioni sotto il fuoco e che non avevano fiducia nel maneggiare le armi da fuoco”.

* Oltre 100 miliardi di dollari di aiuti non sono stati sufficienti per addestrare ed equipaggiare adeguatamente l’UAF.

– “Abbiamo bisogno di istruttori NATO in tutti i nostri centri di addestramento, e i nostri istruttori devono essere mandati laggiù nelle trincee. Perché hanno fallito nel loro compito”. [Kupol] ha descritto gravi carenze di munizioni, tra cui la mancanza di bombe da mortaio semplici e granate per gli MK 19 di fabbricazione statunitense”.

* I funzionari ucraini sono in overdose di copium invece di implementare con urgenza soluzioni sistemiche

– “Siete in prima linea”, ha detto Kupol. Vengono verso di te e non c’è niente con cui sparare”. Kupol ha detto che Kiev deve concentrarsi su una migliore preparazione delle nuove truppe in modo sistematico. È come se tutto ciò che facciamo fosse rilasciare interviste e dire alla gente che abbiamo già vinto, solo un po’ più lontano, due settimane, e vinceremo”, ha detto.”

* Le nuove reclute perdono la calma in trincea a causa dei bombardamenti incessanti della Russia

– “I bombardamenti sono così intensi a volte, [Dmytro, un soldato ucraino che il Post identifica solo con il nome di battesimo per motivi di sicurezza,] ha detto, che un soldato ha un attacco di panico, e poi ‘gli altri lo prendono’. La prima volta che ha visto i suoi commilitoni molto scossi, ha detto Dmytro, ha cercato di convincerli della realtà dei rischi. La volta successiva, ha detto, “sono scappati dalla posizione”. Non li biasimo”, ha detto. Erano così confusi”.

* Kiev nasconde all’Occidente il conteggio delle vittime per paura che glielo taglino per la sconfitta

– “Un funzionario tedesco, che ha parlato a condizione di anonimato per essere sincero, ha detto che Berlino stima che le vittime ucraine, compresi i morti e i feriti, siano fino a 120.000. Non condividono le informazioni con noi perché non si fidano di noi”, ha detto il funzionario”.

* Il comandante delle forze di terra ucraine ammette che le reclute russe sono meglio addestrate delle sue.

– “Nonostante le notizie di combattenti russi mobilitati e non addestrati che vengono lanciati in battaglia, (il col. gen. Oleksandr) Syrsky, (comandante delle forze di terra dell’Ucraina) ha detto che quelli che stanno arrivando sono ben preparati. Dobbiamo vivere e combattere in queste realtà”, ha detto. Certo, è problematico per noi”.

* Kiev ha rifiutato il consiglio degli Stati Uniti e ha continuato a gettare migliaia di persone nel tritacarne di Artyomovsk/”Bakhmut”.

– “Date le pesanti perdite che l’Ucraina sta subendo [a Bakhmut], i funzionari di Washington hanno messo in dubbio il rifiuto di Kiev di ritirarsi. Gli Stati Uniti hanno consigliato all’Ucraina di ritirarsi dalla città almeno da gennaio, ha detto il funzionario statunitense”.

* Molti degli ufficiali ucraini addestrati dagli USA negli ultimi nove anni sono già stati uccisi

– “L’Ucraina ha perso molti dei suoi ufficiali minori che hanno ricevuto l’addestramento degli Stati Uniti negli ultimi nove anni, erodendo un corpo di leader che ha contribuito a distinguere gli ucraini dai loro nemici russi all’inizio dell’invasione, ha detto il funzionario ucraino. Ora, ha detto il funzionario, queste forze devono essere sostituite. Molti di loro sono stati uccisi”, ha detto il funzionario.

* I volontari ucraini si sono volatilizzati e ora sono solo i reclutati forzati a combattere

– “All’inizio dell’invasione, gli ucraini si sono precipitati a offrirsi volontari per il servizio militare, ma ora gli uomini di tutto il Paese che non si sono arruolati hanno cominciato a temere di vedersi consegnare per strada le liste di leva. Il servizio di sicurezza interno ucraino ha recentemente chiuso gli account Telegram che aiutavano gli ucraini a evitare i luoghi in cui le autorità distribuivano le convocazioni”.

* I funzionari del Pentagono stanno già ridimensionando le aspettative sulla portata della controffensiva di Kiev.

– “Anche con nuovi equipaggiamenti e addestramento, i funzionari militari statunitensi considerano le forze ucraine insufficienti per attaccare lungo tutto il gigantesco fronte, dove la Russia ha eretto difese sostanziali, quindi le truppe vengono addestrate a sondare i punti deboli che consentono loro di sfondare con carri armati e veicoli blindati”.

* La guerra per procura sarà probabilmente persa a meno che Kiev non sferri un colpo da ko contro la Russia molto presto.

-I funzionari statunitensi hanno dichiarato di aspettarsi che l’offensiva ucraina inizi a fine aprile o all’inizio di maggio e sono consapevoli dell’urgenza di rifornire Kiev, perché una guerra prolungata potrebbe favorire la Russia, che ha più persone, denaro e produzione di armi”.
Scorra come acqua il diritto e la giustizia come un torrente perenne. Amos 5,24
Avatar utente
Sayon
Connesso: No
Messaggi: 11883
Iscritto il: 9 giu 2019, 7:58
Ha Assegnato: 3791 Mi Piace
Ha Ricevuto: 4843 Mi Piace

Re: Il Washington Post delinea la dolente situazione Ucraina. Spero che i beccaccioni si aggiornino

Messaggio da leggere da Sayon »

porterrockwell ha scritto: 17 mar 2023, 10:32 https://www.washingtonpost.com/world/20 ... -shortage/

Di questo lungo articolo il seguente sito analizza i punti dolenti

http://italiaeilmondo.com/2023/03/17/il ... w-korybko/


* Kiev dubita tranquillamente che la sua tanto sbandierata controffensiva avrà successo

– “La qualità delle forze militari ucraine, un tempo considerate un vantaggio sostanziale rispetto alla Russia, è stata degradata da un anno di perdite che hanno portato molti dei combattenti più esperti fuori dal campo di battaglia, portando alcuni funzionari ucraini a mettere in dubbio la prontezza di Kiev nell’organizzare la tanto attesa offensiva di primavera”.

* L’Occidente stima che le perdite dell’Ucraina siano quasi 10 volte superiori a quelle dichiarate da Kiev

– “Funzionari statunitensi ed europei hanno stimato che ben 120.000 soldati ucraini sono stati uccisi o feriti dall’inizio dell’invasione russa all’inizio dello scorso anno… Il generale Valery Zaluzhny, comandante in capo dell’Ucraina, ha detto in agosto che quasi 9.000 dei suoi soldati erano morti. A dicembre, Mykhailo Podolyak, un consigliere di Zelensky, ha detto che il numero era salito a 13.000”.

* Le Forze Armate Ucraine (UAF) sono più deboli sotto tutti i punti di vista di quanto non lo siano mai state prima.

– “Statistiche a parte, l’afflusso di reclute inesperte, portate per tamponare le perdite, ha cambiato il profilo delle forze ucraine, che soffrono anche di una carenza di base di munizioni, compresi i proiettili di artiglieria e le bombe da mortaio, secondo il personale militare sul campo”.

* Tutti i veterani sono già stati uccisi o feriti e sono rimaste solo le reclute inesperte.

– Un soldato che è sopravvissuto a sei mesi di combattimento e un soldato che viene da un poligono di tiro sono due soldati diversi. È il cielo e la terra. E ci sono solo pochi soldati con esperienza di combattimento”, ha aggiunto Kupol. Purtroppo sono già tutti morti o feriti”.

* Kiev continuerà a lanciare la sua controffensiva nonostante i timori che le sue truppe vengano massacrate.

– “Si crede sempre in un miracolo”, ha detto [Kupol]. O ci sarà un massacro e dei cadaveri o sarà una controffensiva professionale. Ci sono due opzioni. In ogni caso ci sarà una controffensiva”.

* La coalizione di carri armati della NATO è puramente simbolica e non cambierà nulla

– “Un alto funzionario del governo ucraino, che ha parlato a condizione di anonimato per essere sincero, ha definito il numero di carri armati promessi dall’Occidente una quantità “simbolica””.

* Anche gli alti funzionari ucraini sanno che la prossima controffensiva è suicida

– “Non abbiamo né le persone né le armi”, ha aggiunto l’alto funzionario. E conoscete il rapporto: Quando sei all’offensiva, perdi il doppio o il triplo delle persone. Non possiamo permetterci di perdere così tante persone”.

* Le ultime reclute di Kiev scappano dai russi perché non sanno letteralmente come combattere

– Kupol, che ha acconsentito a farsi fotografare e ha detto di aver capito che avrebbe potuto subire un contraccolpo personale per aver dato una valutazione franca, ha descritto di essere andato in battaglia con soldati appena arruolati che non avevano mai lanciato una granata, che abbandonavano prontamente le loro posizioni sotto il fuoco e che non avevano fiducia nel maneggiare le armi da fuoco”.

* Oltre 100 miliardi di dollari di aiuti non sono stati sufficienti per addestrare ed equipaggiare adeguatamente l’UAF.

– “Abbiamo bisogno di istruttori NATO in tutti i nostri centri di addestramento, e i nostri istruttori devono essere mandati laggiù nelle trincee. Perché hanno fallito nel loro compito”. [Kupol] ha descritto gravi carenze di munizioni, tra cui la mancanza di bombe da mortaio semplici e granate per gli MK 19 di fabbricazione statunitense”.

* I funzionari ucraini sono in overdose di copium invece di implementare con urgenza soluzioni sistemiche

– “Siete in prima linea”, ha detto Kupol. Vengono verso di te e non c’è niente con cui sparare”. Kupol ha detto che Kiev deve concentrarsi su una migliore preparazione delle nuove truppe in modo sistematico. È come se tutto ciò che facciamo fosse rilasciare interviste e dire alla gente che abbiamo già vinto, solo un po’ più lontano, due settimane, e vinceremo”, ha detto.”

* Le nuove reclute perdono la calma in trincea a causa dei bombardamenti incessanti della Russia

– “I bombardamenti sono così intensi a volte, [Dmytro, un soldato ucraino che il Post identifica solo con il nome di battesimo per motivi di sicurezza,] ha detto, che un soldato ha un attacco di panico, e poi ‘gli altri lo prendono’. La prima volta che ha visto i suoi commilitoni molto scossi, ha detto Dmytro, ha cercato di convincerli della realtà dei rischi. La volta successiva, ha detto, “sono scappati dalla posizione”. Non li biasimo”, ha detto. Erano così confusi”.

* Kiev nasconde all’Occidente il conteggio delle vittime per paura che glielo taglino per la sconfitta

– “Un funzionario tedesco, che ha parlato a condizione di anonimato per essere sincero, ha detto che Berlino stima che le vittime ucraine, compresi i morti e i feriti, siano fino a 120.000. Non condividono le informazioni con noi perché non si fidano di noi”, ha detto il funzionario”.

* Il comandante delle forze di terra ucraine ammette che le reclute russe sono meglio addestrate delle sue.

– “Nonostante le notizie di combattenti russi mobilitati e non addestrati che vengono lanciati in battaglia, (il col. gen. Oleksandr) Syrsky, (comandante delle forze di terra dell’Ucraina) ha detto che quelli che stanno arrivando sono ben preparati. Dobbiamo vivere e combattere in queste realtà”, ha detto. Certo, è problematico per noi”.

* Kiev ha rifiutato il consiglio degli Stati Uniti e ha continuato a gettare migliaia di persone nel tritacarne di Artyomovsk/”Bakhmut”.

– “Date le pesanti perdite che l’Ucraina sta subendo [a Bakhmut], i funzionari di Washington hanno messo in dubbio il rifiuto di Kiev di ritirarsi. Gli Stati Uniti hanno consigliato all’Ucraina di ritirarsi dalla città almeno da gennaio, ha detto il funzionario statunitense”.

* Molti degli ufficiali ucraini addestrati dagli USA negli ultimi nove anni sono già stati uccisi

– “L’Ucraina ha perso molti dei suoi ufficiali minori che hanno ricevuto l’addestramento degli Stati Uniti negli ultimi nove anni, erodendo un corpo di leader che ha contribuito a distinguere gli ucraini dai loro nemici russi all’inizio dell’invasione, ha detto il funzionario ucraino. Ora, ha detto il funzionario, queste forze devono essere sostituite. Molti di loro sono stati uccisi”, ha detto il funzionario.

* I volontari ucraini si sono volatilizzati e ora sono solo i reclutati forzati a combattere

– “All’inizio dell’invasione, gli ucraini si sono precipitati a offrirsi volontari per il servizio militare, ma ora gli uomini di tutto il Paese che non si sono arruolati hanno cominciato a temere di vedersi consegnare per strada le liste di leva. Il servizio di sicurezza interno ucraino ha recentemente chiuso gli account Telegram che aiutavano gli ucraini a evitare i luoghi in cui le autorità distribuivano le convocazioni”.

* I funzionari del Pentagono stanno già ridimensionando le aspettative sulla portata della controffensiva di Kiev.

– “Anche con nuovi equipaggiamenti e addestramento, i funzionari militari statunitensi considerano le forze ucraine insufficienti per attaccare lungo tutto il gigantesco fronte, dove la Russia ha eretto difese sostanziali, quindi le truppe vengono addestrate a sondare i punti deboli che consentono loro di sfondare con carri armati e veicoli blindati”.

* La guerra per procura sarà probabilmente persa a meno che Kiev non sferri un colpo da ko contro la Russia molto presto.

-I funzionari statunitensi hanno dichiarato di aspettarsi che l’offensiva ucraina inizi a fine aprile o all’inizio di maggio e sono consapevoli dell’urgenza di rifornire Kiev, perché una guerra prolungata potrebbe favorire la Russia, che ha più persone, denaro e produzione di armi”.
Essendo il Washington Post molto vicino ai Dems, questo significa che negli USA comincia a formarsi e consolidarsi una forte spinta verso il cambiare tattica e finirla con ilfinanziare l'Ucraina . La guerra sta danneggiando piu l' Occidente che non la Russia, E Biden sta vacillandosempre di piu. mentre fra i Repubblicani sta affiorando De Santis, che della guerra non parla mai.
Rispondi