Orgia di sangue dal Paese che consideriamo "buono"

Forum di discussione sulla politica italiana, i partiti e le istituzioni.
Connesso
Avatar utente
Sayon
Connesso: Sì
Messaggi: 10753
Iscritto il: 9 giu 2019, 7:58
Ha Assegnato: 3283 Mi Piace
Ha Ricevuto: 4407 Mi Piace

Orgia di sangue dal Paese che consideriamo "buono"

Messaggio da leggere da Sayon »

Il Paese pazzo che vuole insegnarci chi e' buono e chi e' cattivo. Ogni giorno negli USA ci sono sparatorie. Questa che includo e' stata fatta da un tizio con videocamera che ha ammazzato le prme due persone in un supermercato per mostrare come si fa." E' Tutto vero" diceva e sparava. Questa e' una nazione violenta non solo dentro le sue mura, ma violenta contro il mondo. Confonderla per una "democrazia" da esportazione e' un grosso errore. Gli USa non posseggono "diplomazia" , usano missili, bombe e torture verso chi ritengono "cattivo"


Sparatoria in diretta su Facebook a Memphis. La polizia di Memphis ha annunciato di aver arrestato il 19enne afroamericano Ezekiel D. Kelly, sospettato delle sparatorie avvenute nella città del Tennessee. Le autorità hanno dato l’annuncio sull’account Twitter del Dipartimento di polizia di Memphis. Revocando l’allerta che chiedeva ai residenti di Ivan Road e Hodge Road di rimanere al sicuro nelle proprie case. Il 19enne è considerato autore di almeno due sparatorie nella città a bordo di un’auto Nissan Infiniti o un suv grigio metallizzato Toyota. Nella prima sparatoria, a una pompa di benzina, è rimasta ferita una donna che è stata subito portata in ospedale. Sul suo account Twitter la polizia ha pubblicato la foto dell’uomo ricercato. Kelly ha raccontato sul social di aver fatto fuoco su cinque persone, probabilmente scelte a caso. Un uomo è stato ucciso nel pomeriggio, pochi minuti dopo una donna è rimasta ferita. La polizia ha chiesto ai cittadini di restare al riparo. Almeno una delle sparatorie, dice la polizia di Memphis, è stata trasmessa in diretta sul social network. . All’origine della vicenda una questione di scommesse.

Nel filmato che gira sui social network, Kelly dice: «Arrivo e lo faccio a modo mio, e con la telecamera. Cosa ha detto questo negro? Lo faccio davvero, davvero, sentite me, questo è sul serio. Lo giuro su mia madre, pensate che io stia scherzando? Adesso vi faccio vedere questa cosa sta per succedere veramente». Successivamente l’uomo punta la pistola e spara due volte a un altro uomo in piedi dentro quello che sembra un supermarket. A quel punto le immagini si fanno confuse mentre il killer urla «L’ho fatto!».

In parallelo, e' un'orgia di sangue

* New York, sparatoria a Brooklyn: ucciso un 15enne appena uscito da scuola
* Usa, agente uccide un afroamericano disarmato nel suo letto: le immagini della bodycam – Il video
* California, la polizia uccide un 23 enne afroamericano in fuga – Il video
* Akron, la polizia uccide un afroamericano disarmato con 60 colpi. Decretato lo stato d’emergenza – Il video
*Sparatoria a Highland Park, la polizia: «Era pianificata da settimane. Nel 2019 il killer voleva uccidere la famiglia»
*Biden annuncia misure contro l’uso delle armi da fuoco: «Sono un’epidemia, una fonte di imbarazzo per gli Usa nel mondo»
* Patrick Lyoya: l’afroamericano ucciso a colpi di pistola dalla polizia Usa mentre era a terra – Il video
[/i]
Connesso
Avatar utente
nerorosso
Connesso: Sì
Messaggi: 5768
Iscritto il: 8 giu 2019, 17:34
Ha Assegnato: 3440 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2787 Mi Piace

Re: Orgia di sangue dal Paese che consideriamo "buono"

Messaggio da leggere da nerorosso »

Sayon ha scritto: 8 set 2022, 19:13 Il Paese pazzo che vuole insegnarci chi e' buono e chi e' cattivo. Ogni giorno negli USA ci sono sparatorie. Questa che includo e' stata fatta da un tizio con videocamera che ha ammazzato le prme due persone in un supermercato per mostrare come si fa." E' Tutto vero" diceva e sparava. Questa e' una nazione violenta non solo dentro le sue mura, ma violenta contro il mondo. Confonderla per una "democrazia" da esportazione e' un grosso errore. Gli USa non posseggono "diplomazia" , usano missili, bombe e torture verso chi ritengono "cattivo"


Sparatoria in diretta su Facebook a Memphis. La polizia di Memphis ha annunciato di aver arrestato il 19enne afroamericano Ezekiel D. Kelly, sospettato delle sparatorie avvenute nella città del Tennessee. Le autorità hanno dato l’annuncio sull’account Twitter del Dipartimento di polizia di Memphis. Revocando l’allerta che chiedeva ai residenti di Ivan Road e Hodge Road di rimanere al sicuro nelle proprie case. Il 19enne è considerato autore di almeno due sparatorie nella città a bordo di un’auto Nissan Infiniti o un suv grigio metallizzato Toyota. Nella prima sparatoria, a una pompa di benzina, è rimasta ferita una donna che è stata subito portata in ospedale. Sul suo account Twitter la polizia ha pubblicato la foto dell’uomo ricercato. Kelly ha raccontato sul social di aver fatto fuoco su cinque persone, probabilmente scelte a caso. Un uomo è stato ucciso nel pomeriggio, pochi minuti dopo una donna è rimasta ferita. La polizia ha chiesto ai cittadini di restare al riparo. Almeno una delle sparatorie, dice la polizia di Memphis, è stata trasmessa in diretta sul social network. . All’origine della vicenda una questione di scommesse.

Nel filmato che gira sui social network, Kelly dice: «Arrivo e lo faccio a modo mio, e con la telecamera. Cosa ha detto questo negro? Lo faccio davvero, davvero, sentite me, questo è sul serio. Lo giuro su mia madre, pensate che io stia scherzando? Adesso vi faccio vedere questa cosa sta per succedere veramente». Successivamente l’uomo punta la pistola e spara due volte a un altro uomo in piedi dentro quello che sembra un supermarket. A quel punto le immagini si fanno confuse mentre il killer urla «L’ho fatto!».

In parallelo, e' un'orgia di sangue

* New York, sparatoria a Brooklyn: ucciso un 15enne appena uscito da scuola
* Usa, agente uccide un afroamericano disarmato nel suo letto: le immagini della bodycam – Il video
* California, la polizia uccide un 23 enne afroamericano in fuga – Il video
* Akron, la polizia uccide un afroamericano disarmato con 60 colpi. Decretato lo stato d’emergenza – Il video
*Sparatoria a Highland Park, la polizia: «Era pianificata da settimane. Nel 2019 il killer voleva uccidere la famiglia»
*Biden annuncia misure contro l’uso delle armi da fuoco: «Sono un’epidemia, una fonte di imbarazzo per gli Usa nel mondo»
* Patrick Lyoya: l’afroamericano ucciso a colpi di pistola dalla polizia Usa mentre era a terra – Il video
[/i]
E la cosa tragica è che le elite politiche europoidi stanno andando dietro, spinte dalla Polonia e dai "baltici", prediletti oltreoceano, alla guerra per procura della NATO-U$A "fino all'ultimo ucraino". Intanto ha iniziato la Repubblica Ceca, ha continuato la Germania, e a quando da noi le manifestazioni contro le dissennate politiche e sanzioni dei cagnolini NATO che agiscono da proconsoli del padrone coloniale?

PS
Con la Meloni, campione di atlantismo ed europeismo, non cambierà niente, se non in peggio…
SLAVA ROSSIJA!!! 🇷🇺
Rispondi