Paura della Russia

Forum di discussione sulla politica italiana, i partiti e le istituzioni.
Avatar utente
Ovidio
Connesso: No
Messaggi: 3547
Iscritto il: 25 set 2020, 17:08
Ha Assegnato: 351 Mi Piace
Ha Ricevuto: 849 Mi Piace

Paura della Russia

Messaggio da leggere da Ovidio »

Da il giornale: Fatti, non parole!
"Quando ero un parlamentare della delegazione italiana nella Nato, ricordo che a Washington si discuteva soltanto se accogliere la richiesta americana di chiudere la Nato perché inutile e costosa, mentre le nazioni dell'Est europeo dicevano di avere allora e per sempre paura della Russia. Che può fare in ogni momento ciò che ha fatto il 24 febbraio all'Ucraina e in passato alla Georgia, alla Cecenia, alla Germania comunista nel 1953, all'Ungheria nel 1956, alla Cecoslovacchia nel 1968, alla Polonia costretta all'auto-golpe, e poi all'Afghanistan. Ricordiamolo: non è la Nato che «si vuole allargare», ma sono le nazioni che - terrorizzate dalla Russia - supplicano la Nato di accoglierle."


Tenere sempre a mente la „regola d‘oro“
Avatar utente
Leno Lazzari
Connesso: Sì
Messaggi: 7171
Iscritto il: 10 giu 2019, 21:36
Località: Fiano Romano (RM)
Ha Assegnato: 5204 Mi Piace
Ha Ricevuto: 1731 Mi Piace

Re: Paura della Russia

Messaggio da leggere da Leno Lazzari »

Ovidio ha scritto: 13 mag 2022, 9:37 Da il giornale: Fatti, non parole!
"Quando ero un parlamentare della delegazione italiana nella Nato, ricordo che a Washington si discuteva soltanto se accogliere la richiesta americana di chiudere la Nato perché inutile e costosa, mentre le nazioni dell'Est europeo dicevano di avere allora e per sempre paura della Russia. Che può fare in ogni momento ciò che ha fatto il 24 febbraio all'Ucraina e in passato alla Georgia, alla Cecenia, alla Germania comunista nel 1953, all'Ungheria nel 1956, alla Cecoslovacchia nel 1968, alla Polonia costretta all'auto-golpe, e poi all'Afghanistan. Ricordiamolo: non è la Nato che «si vuole allargare», ma sono le nazioni che - terrorizzate dalla Russia - supplicano la Nato di accoglierle."
Ed ecco spiegato il motivo per cui la Finlandia ha fatto richiesta di inclusione .

Davvero troppo fresca in loro la memoria di ciò che é la realtà russa .


La politica è l’arte d’impedire agli avversari di fare la loro

.........ma andare oltre no ?
Avatar utente
heyoka
Connesso: No
Messaggi: 7418
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
Ha Assegnato: 2999 Mi Piace
Ha Ricevuto: 1717 Mi Piace

Re: Paura della Russia

Messaggio da leggere da heyoka »

Ovidio ha scritto: 13 mag 2022, 9:37 Da il giornale: Fatti, non parole!
"Quando ero un parlamentare della delegazione italiana nella Nato, ricordo che a Washington si discuteva soltanto se accogliere la richiesta americana di chiudere la Nato perché inutile e costosa, mentre le nazioni dell'Est europeo dicevano di avere allora e per sempre paura della Russia. Che può fare in ogni momento ciò che ha fatto il 24 febbraio all'Ucraina e in passato alla Georgia, alla Cecenia, alla Germania comunista nel 1953, all'Ungheria nel 1956, alla Cecoslovacchia nel 1968, alla Polonia costretta all'auto-golpe, e poi all'Afghanistan. Ricordiamolo: non è la Nato che «si vuole allargare», ma sono le nazioni che - terrorizzate dalla Russia - supplicano la Nato di accoglierle."
Io Ovidio, più che di qualche parlamentare mi fido sempre dell' Intramontabile QOELET, e del suo saggio parlare dei tempi.


Dal libro del Qoèlet (Qo 3,1–11)

Tutto ha il suo momento, e ogni evento ha il suo tempo sotto il cielo.
C’è un tempo per nascere e un tempo per morire,
un tempo per piantare e un tempo per sradicare quel che si è piantato.
Un tempo per uccidere e un tempo per curare,
un tempo per demolire e un tempo per costruire.
Un tempo per piangere e un tempo per ridere,
un tempo per fare lutto e un tempo per danzare.
Un tempo per gettare sassi e un tempo per raccoglierli,
un tempo per abbracciare e un tempo per astenersi dagli abbracci.
Un tempo per cercare e un tempo per perdere,
un tempo per conservare e un tempo per buttar via.
Un tempo per strappare e un tempo per cucire,
un tempo per tacere e un tempo per parlare.
Un tempo per amare e un tempo per odiare,
un tempo per la guerra e un tempo per la pace.
Che guadagno ha chi si dà da fare con fatica?
Ho considerato l’occupazione che Dio ha dato agli uomini perché vi si affatichino. Egli ha fatto bella ogni cosa a suo tempo; inoltre ha posto nel loro cuore la durata dei tempi, senza però che gli uomini possano trovare la ragione di ciò che Dio compie dal principio alla fine.





La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Avatar utente
Mary
Connesso: No
Messaggi: 30
Iscritto il: 13 giu 2019, 22:45
Ha Ricevuto: 42 Mi Piace

Re: Paura della Russia

Messaggio da leggere da Mary »

I pucciosi progressisti ci fanno sapere che è colpa di Putin se le due sciroccate del nord Europa vogliono entrare nella Nato. Povere, si sentono minacciate. Tutto questo senza considerare che:

1) Le trattative per l'entrata nella Nato, sono in corso, sottobanco, da parecchio, la faccenda in ballo è il controllo delle risorse minerarie nell'area.
Insomma, gli americani 'sto Putin che non riescono a manovrare a piacimento, come facevano con l'ubriacone Eltsin, lo devono far fuori per varie ragioni: i metalli del Polo Nord, i commerci in esclusiva con l'Europa.

2) C'è una totale inversione del nesso di causa ed effetto. In Ucraina è successo quel che è successo mica perché questa non faceva parte della Nato, per cui Putin ha pensato: ehi, questi sono indifesi, mo' me li magno. Esattamente il contrario: è successo perché il governo ucraino scalpitava per entrarci. Quindi casomai, con la loro mossa, le due cerebrolese non stanno mettendo in sicurezza i loro paesi, ma li stanno esponendo a un rischio enorme.
L'abilità di questa gente di non capire un cazzo MAI è qualcosa di sovrannaturale


Avatar utente
Leno Lazzari
Connesso: Sì
Messaggi: 7171
Iscritto il: 10 giu 2019, 21:36
Località: Fiano Romano (RM)
Ha Assegnato: 5204 Mi Piace
Ha Ricevuto: 1731 Mi Piace

Re: Paura della Russia

Messaggio da leggere da Leno Lazzari »

Mary ha scritto: 13 mag 2022, 18:00 I pucciosi progressisti ci fanno sapere che è colpa di Putin se le due sciroccate del nord Europa vogliono entrare nella Nato. Povere, si sentono minacciate. Tutto questo senza considerare che:

1) Le trattative per l'entrata nella Nato, sono in corso, sottobanco, da parecchio, la faccenda in ballo è il controllo delle risorse minerarie nell'area.
Insomma, gli americani 'sto Putin che non riescono a manovrare a piacimento, come facevano con l'ubriacone Eltsin, lo devono far fuori per varie ragioni: i metalli del Polo Nord, i commerci in esclusiva con l'Europa.

2) C'è una totale inversione del nesso di causa ed effetto. In Ucraina è successo quel che è successo mica perché questa non faceva parte della Nato, per cui Putin ha pensato: ehi, questi sono indifesi, mo' me li magno. Esattamente il contrario: è successo perché il governo ucraino scalpitava per entrarci. Quindi casomai, con la loro mossa, le due cerebrolese non stanno mettendo in sicurezza i loro paesi, ma li stanno esponendo a un rischio enorme.
L'abilità di questa gente di non capire un cazzo MAI è qualcosa di sovrannaturale
Non capiranno un cazzo mai e di niente la i finlandesi per la quasi totalità della popolazione, troppo fresca nella memoria la passata occupazione, e non hanno alcuna intenzione di tornare sotto il tallone russo .

E forse loro ne sanno qualcoserellina più di noi sul perchè e il percome di quei moniti minacciosi rivoltigli da Putin .

Che un capo di stato straniero pretenda di prendere impunemente a pesci in faccia un paese altro, libero, indipendente e democratico dicendogli quello che può o non può fare é una cosa che non sta ne in cielo ne in terra .

Che poi quì da noi qualcuno si permetta di fare le pulci agli ucraini che si difendono in casa loro oppure agli svedesi e i finlandesi che chiedono aiuto fa soltanto .

E comunque sia Biden che Johnson fanno cagare .


La politica è l’arte d’impedire agli avversari di fare la loro

.........ma andare oltre no ?
Avatar utente
Vento
Connesso: Sì
Messaggi: 1362
Iscritto il: 8 giu 2019, 23:48
Ha Assegnato: 491 Mi Piace
Ha Ricevuto: 666 Mi Piace

Re: Paura della Russia

Messaggio da leggere da Vento »

Ovidio ha scritto: 13 mag 2022, 9:37 Da il giornale: Fatti, non parole!
"Quando ero un parlamentare della delegazione italiana nella Nato, ricordo che a Washington si discuteva soltanto se accogliere la richiesta americana di chiudere la Nato perché inutile e costosa, mentre le nazioni dell'Est europeo dicevano di avere allora e per sempre paura della Russia. Che può fare in ogni momento ciò che ha fatto il 24 febbraio all'Ucraina e in passato alla Georgia, alla Cecenia, alla Germania comunista nel 1953, all'Ungheria nel 1956, alla Cecoslovacchia nel 1968, alla Polonia costretta all'auto-golpe, e poi all'Afghanistan. Ricordiamolo: non è la Nato che «si vuole allargare», ma sono le nazioni che - terrorizzate dalla Russia - supplicano la Nato di accoglierle."
Grande scorrettezza confondere due epoche storiche e relativi attori. L'URSS era più che la Russia, un movimento internazionale comunista con molti attori oltre la Russia, che certo era il principale. Era un organismo simile all'attuale NATO, che è, almeno apparentemente, un club di paesi cd democratici, che vogliono imporsi al mondo e diffondere la loro ideologia democratista. In realtà è tutto teatro e si tratta semplicemente dell'impero USA, che però usa il teatro democratico per mobilitare altri paesi a favore dei propri interessi. Mica male eh? Forse anche l'URSS era uno strumento dell'impero russo, travolto dalla rivoluzione ma covante sotto le ceneri, che sarebbe prima o poi tornato. Insomma URSS e NATO sono due soggetti molto simili e assai pericolosi per il resto del mondo. Del primo ci siamo liberati, speriamo che sia così anche per il secondo.


Amen and Awoman :lol: egalité

Fuck the EU FuckYou by Victoria Nuland
Avatar utente
Leno Lazzari
Connesso: Sì
Messaggi: 7171
Iscritto il: 10 giu 2019, 21:36
Località: Fiano Romano (RM)
Ha Assegnato: 5204 Mi Piace
Ha Ricevuto: 1731 Mi Piace

Re: Paura della Russia

Messaggio da leggere da Leno Lazzari »

...."Del primo ci siamo liberati, speriamo che sia così anche per il secondo.".....

Immagine

....e una volta arrivato aspetta .


La politica è l’arte d’impedire agli avversari di fare la loro

.........ma andare oltre no ?
Avatar utente
Olga Luchinovskaya
Connesso: No
Messaggi: 62
Iscritto il: 24 feb 2022, 9:01
Località: Matera
Ha Assegnato: 97 Mi Piace
Ha Ricevuto: 98 Mi Piace

Re: Paura della Russia

Messaggio da leggere da Olga Luchinovskaya »

Leno Lazzari ha scritto: 13 mag 2022, 21:13

Non capiranno un cazzo mai e di niente la i finlandesi per la quasi totalità della popolazione, troppo fresca nella memoria la passata occupazione, e non hanno alcuna intenzione di tornare sotto il tallone russo .
Visto che sei un'esperto, raccontaci per favore della occupazione della Finlandia. E quando è stata sotto il tallone russo?


Avatar utente
RedWine
Connesso: Sì
Messaggi: 2680
Iscritto il: 9 giu 2019, 14:54
Ha Assegnato: 693 Mi Piace
Ha Ricevuto: 1351 Mi Piace

Re: Paura della Russia

Messaggio da leggere da RedWine »

Olga Luchinovskaya ha scritto: 14 mag 2022, 8:20
Leno Lazzari ha scritto: 13 mag 2022, 21:13

Non capiranno un cazzo mai e di niente la i finlandesi per la quasi totalità della popolazione, troppo fresca nella memoria la passata occupazione, e non hanno alcuna intenzione di tornare sotto il tallone russo .
Visto che sei un'esperto, raccontaci per favore della occupazione della Finlandia. E quando è stata sotto il tallone russo?
da wiki
"La Finlandia fece parte del Regno di Svezia dal XII secolo al 1809, quando divenne un granducato autonomo all'interno dell'Impero russo fino alla rivoluzione del 1917. Il 6 dicembre di quell'anno la Finlandia ottenne l'indipendenza, seguita da una guerra civile terminata con la sconfitta dei "Rossi" filo-bolscevichi da parte dei filo-conservatori "Bianchi" sostenuti dall'Impero tedesco."
ma probabilmente la paura dei finlandesi riguardo alla russia fa riferimento alla cosi detta "guerra d'inverno"
https://it.wikipedia.org/wiki/Guerra_d%27inverno
essere un nano, e avere come vicino di casa un gigante è una posizione piuttosto scomoda che giustifica sospetto e paura, ma questo non dovrebbe indurre a indurre comportamenti patologici e autolesionisti, la russia non ha bisogno dei territori finlandesi e svedesi, e in finlandia o svezia non ci sono minoranze russe che possano giustificare tensioni sociali, e la russia non è piu l'unione sovietica tesa a imporre un proprio ordine sociale e politico.


Si precisa come al singolo o alla collettività, spetti la resistenza contro lo stato, se esso, avvelendosi della sua veste di sovranità tenta di menomare i diritti sanciti dalla Costituzione e dalle leggi.
Aldo Moro, 13 Dicembre 1946
Avatar utente
RedWine
Connesso: Sì
Messaggi: 2680
Iscritto il: 9 giu 2019, 14:54
Ha Assegnato: 693 Mi Piace
Ha Ricevuto: 1351 Mi Piace

Re: Paura della Russia

Messaggio da leggere da RedWine »

Ovidio ha scritto: 13 mag 2022, 9:37 Da il giornale: Fatti, non parole!
"Quando ero un parlamentare della delegazione italiana nella Nato, ricordo che a Washington si discuteva soltanto se accogliere la richiesta americana di chiudere la Nato perché inutile e costosa, mentre le nazioni dell'Est europeo dicevano di avere allora e per sempre paura della Russia. Che può fare in ogni momento ciò che ha fatto il 24 febbraio all'Ucraina e in passato alla Georgia, alla Cecenia, alla Germania comunista nel 1953, all'Ungheria nel 1956, alla Cecoslovacchia nel 1968, alla Polonia costretta all'auto-golpe, e poi all'Afghanistan. Ricordiamolo: non è la Nato che «si vuole allargare», ma sono le nazioni che - terrorizzate dalla Russia - supplicano la Nato di accoglierle."
ok. questi i titoli del nosto campione russo, ora passiamo al competitor americano, chi vincerà la sfida?
Beer4 Beer4 Beer4
Lista degli interventi degli USA nel Mondo dopo la Seconda Guerra Mondiale:

Bombardamenti:
– Cina 1945-6
– Corea 1950-3
– Guatemala 1954
– Indonesia 1958
– Cuba 1959-61
– Guatemala 1960
– Vietnam 1961-73
– Congo 1964
– Laos 1964-73
– Perù 1965
– Cambogia 1969-70
– Guatemala 1967-69
– Grenada 1983
– Libano 1983-84
– Libia 1986
– El Salvador anni ‘80
– Nicaragua anni ‘80
– Iran 1987
– Panama 1989
– Iraq 1991-2002
– Kuwait 1991
– Somalia 1993
– Bosnia 1994-5
– Sudan 1998
– Afghanistan 1998
– Jugoslavia 1999
– Afghanistan 2001-?…
– Iraq 2003-?…

Utilizzo di armi non convenzionali:
– Uranio impoverito:
Utilizzo nella guerra del Golfo 1991 e in Jugoslavia 1999
Afghanistan 2001-?
– Bombe a grappolo:
Utilizzo in Laos 1965-73, Vietnam 1961-1973, Cambogia 1969-70, Jugoslavia 1999, Afghanistan dal 2001 in poi

Aggressioni chimiche e batteriologiche contro paesi stranieri:
– Bahamas anni ’40-50 (esperimento: segreto di stato)
–Canada 1953 (esperimento: diffusione di solfuro di zinco-cadmio sulla città di Winnipeg)
–Cina e Corea anni ’50 (attacco batteriologico, bombardamenti con napalm)
–Corea anni ’60 (cospargimento dell’erbicida diossinico Agent Orange)
–Vietnam anni ’60-70 (cospargimento dell’erbicida diossinico Agent Orange, bombardamenti con napalm)
–Laos anni ’70 (utilizzo di gas nervino Sarin, Cbu-15 o Gb)
–Panama anni ’40-90 (vari test di Agent Orange, Iprite, VX, Sarin, Cianuro di idrogeno e altri gas nervini ed erbicidi)
–Cuba anni ’50-60 (probabile diffusione di zanzare portatrici di febbri dengue e febbre emorragica poi effettivamente verificatesi; contaminazione dello zucchero; contaminazione di allevamenti di tacchini con il morbo di Newcastle; contaminazione degli allevamenti di maiali con virus della febbre del maiale africano; varie contaminazioni delle coltivazioni.

Appoggio ad aggressioni chimiche e batteriologhe di altri paesi:
– Egitto anni ’60 (addestramento e supporto all’attacco con gas venefici sullo Yemen)
– Sudafrica anni ’70 (addestramento e supporto)
– Iraq 1984-89 (addestramento ed esportazione dei progetti e delle attrezzature necessarie a produrre virus e batteri e installarli su testate missilistiche, nonché degli stessi virus e batteri Bacillus Antracis (Antrace), Clostridium Botulinum (Botulino), Citoplasma Capsulatum Brucella Melitensis, Clostridium Perfringens, Clostridium Tetani (Tetano).

Test chimici sulla popolazione interna:
– New York 1950 (test per provocare epidemie di ruggine dei cereali)
–San Francisco 1957 (test di attacchi batteriologici di Bacilllus globigii e Serratia marcescens)
–Minneapolis 1953 (test di rilasci di zinco-cadmio)
–St. Louis 1953 (test di rilasci di zinco-cadmio)
–Washington DC 1953 (test di rilasci di zinco-cadmio)
–Florida 1955 (test di epidemia di pertosse)
–Florida 1956-58 (test di diffusione di zanzare)
–New York City 1956 (test di irrorazione nella metropolitana del Bacillus subtilis variant niger)
–Chicago 1960 (test di irrorazione nella metropolitana del Bacillus subtilis variant niger)

Sperimentazione dirette su persone: migliaia di esperimenti di sostanze chimiche e batteriologiche, agenti nervini, radiazioni nucleari, droghe su persone parzialmente inconsapevoli.

Tortura:
– Grecia anni ’40-70 (Cia: addestramento e attrezzature per la tortura)
– Iran anni ’50-79 (Cia: costituzione e addestramento della Savak, la polizia segreta)
–Germania anni ’50 (tortura direttamente praticata dalla Cia)
– Vietnam anni ’60-70 (tortura direttamente praticata dalla Cia e dall’Esercito)
–Bolivia 1967 (Cia: supervisione e addestramento)
–Uruguay anni ’60-70 (Cia e Agenzia internazionale per lo sviluppo: addestramento)
–Brasile anni ’60 (Cia e Agenzia internazionale per lo sviluppo: addestramento)
–Guatemala anni ’60-90 (Cia: addestramento e attrezzature)
–El Salvador anni ’80 (Cia: addestramento e attrezzature)
–Honduras anni ’80 (Cia ed Esercito: addestramento, attrezzature e «operatività»)
–Panama anni ’90 (tortura direttamente praticata dall’Esercito USA)
–Iraq 2003/04 (tortura direttamente praticata dall’Esercito USA)

– “Black Sites” in Afghanistan, Thailandia, Romania, Polonia, Lituania, ecc. tra il 2002 3 il 2008 (tortura praticata dalla Cia).

Sovvertimento delle elezioni in paesi stranieri:
– Filippine anni ‘50
– Libano anni ‘50
– Indonesia 1955
– Vietnam 1955
– Guyana 1953-64
– Giappone 1958- anni ‘70
– Nepal 1959
– Laos 1960
– Brasile 1962
– Rep. Dominicana 1962
– Guatemala 1963
– Bolivia 1966
– Cile 1964
– Portogallo 1975
– Australia 1974
– Giamaica 1976
– Panama 1984, 1989
– Nicaragua 1984, 1990
– Haiti 1987-88
– Bulgaria 1990-92
– Albania 1991-92
– Russia 1996
– Mongolia 1996
– Bosnia 1998

La Corte Internazionale di Giustizia dell’Aja nel 1986 ha condannato gli USA per terrorismo nella questione dei finanziamenti ai Contras e dell’impiego della CIA e di apparati dell’esercito nel Nicaragua sandinista.


Si precisa come al singolo o alla collettività, spetti la resistenza contro lo stato, se esso, avvelendosi della sua veste di sovranità tenta di menomare i diritti sanciti dalla Costituzione e dalle leggi.
Aldo Moro, 13 Dicembre 1946
Avatar utente
serge
Connesso: No
Messaggi: 4726
Iscritto il: 9 giu 2019, 8:58
Ha Assegnato: 4344 Mi Piace
Ha Ricevuto: 1416 Mi Piace

Re: Paura della Russia

Messaggio da leggere da serge »

RedWine ha scritto: 14 mag 2022, 8:52
Ovidio ha scritto: 13 mag 2022, 9:37 Da il giornale: Fatti, non parole!
"Quando ero un parlamentare della delegazione italiana nella Nato, ricordo che a Washington si discuteva soltanto se accogliere la richiesta americana di chiudere la Nato perché inutile e costosa, mentre le nazioni dell'Est europeo dicevano di avere allora e per sempre paura della Russia. Che può fare in ogni momento ciò che ha fatto il 24 febbraio all'Ucraina e in passato alla Georgia, alla Cecenia, alla Germania comunista nel 1953, all'Ungheria nel 1956, alla Cecoslovacchia nel 1968, alla Polonia costretta all'auto-golpe, e poi all'Afghanistan. Ricordiamolo: non è la Nato che «si vuole allargare», ma sono le nazioni che - terrorizzate dalla Russia - supplicano la Nato di accoglierle."
ok. questi i titoli del nosto campione russo, ora passiamo al competitor americano, chi vincerà la sfida?
Beer4 Beer4 Beer4
Lista degli interventi degli USA nel Mondo dopo la Seconda Guerra Mondiale:

Bombardamenti:
– Cina 1945-6
– Corea 1950-3
– Guatemala 1954
– Indonesia 1958
– Cuba 1959-61
– Guatemala 1960
– Vietnam 1961-73
– Congo 1964
– Laos 1964-73
– Perù 1965
– Cambogia 1969-70
– Guatemala 1967-69
– Grenada 1983
– Libano 1983-84
– Libia 1986
– El Salvador anni ‘80
– Nicaragua anni ‘80
– Iran 1987
– Panama 1989
– Iraq 1991-2002
– Kuwait 1991
– Somalia 1993
– Bosnia 1994-5
– Sudan 1998
– Afghanistan 1998
– Jugoslavia 1999
– Afghanistan 2001-?…
– Iraq 2003-?…

Utilizzo di armi non convenzionali:
– Uranio impoverito:
Utilizzo nella guerra del Golfo 1991 e in Jugoslavia 1999
Afghanistan 2001-?
– Bombe a grappolo:
Utilizzo in Laos 1965-73, Vietnam 1961-1973, Cambogia 1969-70, Jugoslavia 1999, Afghanistan dal 2001 in poi

Aggressioni chimiche e batteriologiche contro paesi stranieri:
– Bahamas anni ’40-50 (esperimento: segreto di stato)
–Canada 1953 (esperimento: diffusione di solfuro di zinco-cadmio sulla città di Winnipeg)
–Cina e Corea anni ’50 (attacco batteriologico, bombardamenti con napalm)
–Corea anni ’60 (cospargimento dell’erbicida diossinico Agent Orange)
–Vietnam anni ’60-70 (cospargimento dell’erbicida diossinico Agent Orange, bombardamenti con napalm)
–Laos anni ’70 (utilizzo di gas nervino Sarin, Cbu-15 o Gb)
–Panama anni ’40-90 (vari test di Agent Orange, Iprite, VX, Sarin, Cianuro di idrogeno e altri gas nervini ed erbicidi)
–Cuba anni ’50-60 (probabile diffusione di zanzare portatrici di febbri dengue e febbre emorragica poi effettivamente verificatesi; contaminazione dello zucchero; contaminazione di allevamenti di tacchini con il morbo di Newcastle; contaminazione degli allevamenti di maiali con virus della febbre del maiale africano; varie contaminazioni delle coltivazioni.

Appoggio ad aggressioni chimiche e batteriologhe di altri paesi:
– Egitto anni ’60 (addestramento e supporto all’attacco con gas venefici sullo Yemen)
– Sudafrica anni ’70 (addestramento e supporto)
– Iraq 1984-89 (addestramento ed esportazione dei progetti e delle attrezzature necessarie a produrre virus e batteri e installarli su testate missilistiche, nonché degli stessi virus e batteri Bacillus Antracis (Antrace), Clostridium Botulinum (Botulino), Citoplasma Capsulatum Brucella Melitensis, Clostridium Perfringens, Clostridium Tetani (Tetano).

Test chimici sulla popolazione interna:
– New York 1950 (test per provocare epidemie di ruggine dei cereali)
–San Francisco 1957 (test di attacchi batteriologici di Bacilllus globigii e Serratia marcescens)
–Minneapolis 1953 (test di rilasci di zinco-cadmio)
–St. Louis 1953 (test di rilasci di zinco-cadmio)
–Washington DC 1953 (test di rilasci di zinco-cadmio)
–Florida 1955 (test di epidemia di pertosse)
–Florida 1956-58 (test di diffusione di zanzare)
–New York City 1956 (test di irrorazione nella metropolitana del Bacillus subtilis variant niger)
–Chicago 1960 (test di irrorazione nella metropolitana del Bacillus subtilis variant niger)

Sperimentazione dirette su persone: migliaia di esperimenti di sostanze chimiche e batteriologiche, agenti nervini, radiazioni nucleari, droghe su persone parzialmente inconsapevoli.

Tortura:
– Grecia anni ’40-70 (Cia: addestramento e attrezzature per la tortura)
– Iran anni ’50-79 (Cia: costituzione e addestramento della Savak, la polizia segreta)
–Germania anni ’50 (tortura direttamente praticata dalla Cia)
– Vietnam anni ’60-70 (tortura direttamente praticata dalla Cia e dall’Esercito)
–Bolivia 1967 (Cia: supervisione e addestramento)
–Uruguay anni ’60-70 (Cia e Agenzia internazionale per lo sviluppo: addestramento)
–Brasile anni ’60 (Cia e Agenzia internazionale per lo sviluppo: addestramento)
–Guatemala anni ’60-90 (Cia: addestramento e attrezzature)
–El Salvador anni ’80 (Cia: addestramento e attrezzature)
–Honduras anni ’80 (Cia ed Esercito: addestramento, attrezzature e «operatività»)
–Panama anni ’90 (tortura direttamente praticata dall’Esercito USA)
–Iraq 2003/04 (tortura direttamente praticata dall’Esercito USA)

– “Black Sites” in Afghanistan, Thailandia, Romania, Polonia, Lituania, ecc. tra il 2002 3 il 2008 (tortura praticata dalla Cia).

Sovvertimento delle elezioni in paesi stranieri:
– Filippine anni ‘50
– Libano anni ‘50
– Indonesia 1955
– Vietnam 1955
– Guyana 1953-64
– Giappone 1958- anni ‘70
– Nepal 1959
– Laos 1960
– Brasile 1962
– Rep. Dominicana 1962
– Guatemala 1963
– Bolivia 1966
– Cile 1964
– Portogallo 1975
– Australia 1974
– Giamaica 1976
– Panama 1984, 1989
– Nicaragua 1984, 1990
– Haiti 1987-88
– Bulgaria 1990-92
– Albania 1991-92
– Russia 1996
– Mongolia 1996
– Bosnia 1998

La Corte Internazionale di Giustizia dell’Aja nel 1986 ha condannato gli USA per terrorismo nella questione dei finanziamenti ai Contras e dell’impiego della CIA e di apparati dell’esercito nel Nicaragua sandinista.
Smiling Caro amico,ti ringrazio per averci ricordato i misfatti dei "democratici"(sic) americani,ritenuti i "gendarmi del mondo". Non dimentichiamo che questi strani,a dir poco, nostri alleati hanno commesso CRIMINI in tutto il globo.Eppoi pretendono di salvare l'universo dai "cattivi"
MA PER FAVORE !


Io sono qui per provare qualcosa in cui credo: che la guerra è inutile e sciocca, la più bestiale prova di idiozia della razza terrestre. (Oriana Fallaci)
Avatar utente
serge
Connesso: No
Messaggi: 4726
Iscritto il: 9 giu 2019, 8:58
Ha Assegnato: 4344 Mi Piace
Ha Ricevuto: 1416 Mi Piace

Re: Paura della Russia

Messaggio da leggere da serge »

[Leno Lazzari]
Che un capo di stato straniero pretenda di prendere impunemente a pesci in faccia un paese altro, libero, indipendente e democratico dicendogli quello che può o non può fare é una cosa che non sta ne in cielo ne in terra .
Naturalmente ti riferisci agli USA anche nei nostri confronti, vero caro amico........
ciao
Bye


Io sono qui per provare qualcosa in cui credo: che la guerra è inutile e sciocca, la più bestiale prova di idiozia della razza terrestre. (Oriana Fallaci)
Avatar utente
Sayon
Connesso: Sì
Messaggi: 7177
Iscritto il: 9 giu 2019, 7:58
Ha Assegnato: 1243 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2012 Mi Piace

Re: Paura della Russia

Messaggio da leggere da Sayon »

serge ha scritto: 14 mag 2022, 11:02 [Leno Lazzari]
Che un capo di stato straniero pretenda di prendere impunemente a pesci in faccia un paese altro, libero, indipendente e democratico dicendogli quello che può o non può fare é una cosa che non sta ne in cielo ne in terra .
Naturalmente ti riferisci agli USA anche nei nostri confronti, vero caro amico........
ciao
Bye
Per chi conosce l' inglese e vuol sapere i risultati dei bombardamenti USA sulle popolazioni civili:\

https://www.nytimes.com/spotlight/2022- ... gone-wrong


Avatar utente
Mary
Connesso: No
Messaggi: 30
Iscritto il: 13 giu 2019, 22:45
Ha Ricevuto: 42 Mi Piace

Re: Paura della Russia

Messaggio da leggere da Mary »

Russia e Finlandia hanno 1.340 km di frontiera in comune. La frontiera finlandese dista da S. Pietroburgo 392 km, 1000 km da Mosca. Un missile ipersonico percorre 392 o 1000 km in un batter d'occhio (es., il Kinzhal russo raggiunge Mach 10, 12.350 kmh). Perché i dirigenti finlandesi vogliono mettersi nel mirino delle atomiche russe? Perché?


Avatar utente
Leno Lazzari
Connesso: Sì
Messaggi: 7171
Iscritto il: 10 giu 2019, 21:36
Località: Fiano Romano (RM)
Ha Assegnato: 5204 Mi Piace
Ha Ricevuto: 1731 Mi Piace

Re: Paura della Russia

Messaggio da leggere da Leno Lazzari »

Olga Luchinovskaya ha scritto: 14 mag 2022, 8:20
Leno Lazzari ha scritto: 13 mag 2022, 21:13

Non capiranno un cazzo mai e di niente la i finlandesi per la quasi totalità della popolazione, troppo fresca nella memoria la passata occupazione, e non hanno alcuna intenzione di tornare sotto il tallone russo .
Visto che sei un'esperto, raccontaci per favore della occupazione della Finlandia. E quando è stata sotto il tallone russo?
Non mi piace ripetermi ma forse non hai letto l'altro post (che non so più quale e dove sia) in cui avevo accennato alla faccenda ma quì ti allego un link in merito .

https://it.rbth.com/storia/84573-ma-la ... %C3%A8-mai

.......ma nel caso che dovessi ritenerlo inaffidabile vai anche tu su Google e scegli tu .


La politica è l’arte d’impedire agli avversari di fare la loro

.........ma andare oltre no ?
Rispondi