leggere libri

Discussioni di vario genere riguardanti l'istruzione, la cultura, la letteratura o poesia.
Avatar utente
Gasiot
Messaggi: 925
Iscritto il: 8 giu 2019, 22:01
Has thanked: 12 times
Ti Piace: 21 times

leggere libri

Messaggio da leggere da Gasiot »

credo che si potrebbe dividere la gente in due gruppi,
chi ha letto meno di dieci libri, e chi piu di mille.
Parto da questa affermazione presa in altra discussione per affrontare l'argomento libreria nella sede opportuna
Mettere in evidenza libri alle spalle di chi si propone come intervistato o comunque dispensatore di opinioni importanti è del tutto normale ,un pò come status symbol
Ricordo che anni fà in commercio c'erano scatole di cartone che riproducevano all'esterno intere enciclopedie ,le compravano i nuovi ricchi per darsi un tono
Nella mia vita c'è stato il tempo per leggere ed il tempo in cui proprio non ne avevo il tempo ,oggi da pensionato vivo una situazione strana , ne compro una dozzina all'anno , rigorosamente nei mercatini di seconda mano perchè i prezzi dei nuovi sono esagerati e soprattutto perchè ho pochi riferimenti di autori da cercare
E già .perche un libro, come qualunque altra storia ,prima di essere letto devo capire da che pulpito viene tutto quel che leggo ,con quale scopo l'autore mi racconta le sue interpretazioni o filosofie

p.s continuo dopo
“Se un uomo è uno stupido, non lo emancipi dalla sua stupidità col mandarlo all'università. Semplicemente lo trasformi in uno stupido addestrato, dieci volte più pericoloso.”
DESMOND BAGLEY

Avatar utente
Gasiot
Messaggi: 925
Iscritto il: 8 giu 2019, 22:01
Has thanked: 12 times
Ti Piace: 21 times

Re: leggere libri

Messaggio da leggere da Gasiot »

E cosi facendo mi faccio delle domande banali ,ad esempio ,leggendo libri di enzo biagi o del divo saviano in ritardo di anni mi viene in testa ....come mai con tutte questa abbondanza di particolari sulle vicende raccontate non ho notato arresti e/o condanne ai protagonisti di quei libri?
Poi ci sono le storie o romanzi più o meno inventati da autori sconosciuti , ne ho letti molti perchè non mi costavano nulla ma mi sono serviti lo stesso per comprendere come vedevano il mondo gli autori
Questi erano libri pubblicati da case editrici molto di sinistra che non comprava nessuno e finivano al villaggio del libro , una iniziativa culturale sempre di sinistra che è qui vicino a me , periodicamente ne finivano pacchi alla discarica dove mi era facile recuperarli
Cosi ho avuto la possibilità di leggere il mondo come lo descrivevano loro , un elogio alla cannabis e livore verso le forze dell'ordine che traspariva in ogni storia romanzata

Trovo la lettura in genere molto bella ed utile ,ma non necessariamente deve avvenire tramite un libro , quando sono qui in italia preferisco piccoli sprazzi come spesso mi fornisce grazia nel suo spazio o altri editoriali che trovo in giro nel web, mentre invece quando mi trasferisco fuori da questo mondo pieno di impegni e mi isolo nelle filippine posso dedicarmi alla lettura di libri interi
“Se un uomo è uno stupido, non lo emancipi dalla sua stupidità col mandarlo all'università. Semplicemente lo trasformi in uno stupido addestrato, dieci volte più pericoloso.”
DESMOND BAGLEY

Rispondi