Sayonne.......e adesso che dici?

Forum di discussione sulla politica italiana, i partiti e le istituzioni.
Avatar utente
carletto3
Messaggi: 2849
Iscritto il: 25 giu 2019, 2:20
Has thanked: 90 times
Ti Piace: 495 times

Re: Sayonne.......e adesso che dici?

Messaggio da leggere da carletto3 »

Sayon ha scritto: 11 feb 2020, 14:57
Alfa ha scritto: 11 feb 2020, 11:43
RedWine ha scritto: 11 feb 2020, 11:42
cuneoman ha scritto: 10 feb 2020, 21:20 Beer4 Ma lo sai che la Gran Bretagna non è ancora uscita dall'euro vero? O pensavi che le cavallette fossero sul confine appena che Jhonson o la Merkel gli davano il via!! Ne riparliamo tra un anno o 2, non ci sono ancora ne i trattati ne gli accordi commerciali... Vedremo cosa accadrà, diamo tempo!!
E non dico che sarà una mega-catastrofe, ma parlare adesso che senso ha??
e se c'è una cosa certa è che non ne uscirà mai.
Beer4 Beer4
Tranquillo, non ti fare la pipì addosso cuneoman è solo una "sardina". Comunque ora in gran bretagna avranno un bel da fare, dovranno ricambiare tutti gli euro con le sterline, speriamo che non l'abbiano buttate via, ma conservate bene. :mrgreen:
Io sono empre stato amico degli Inglesi. Ho ottimi ricordi del mio lavoro con loro. Conosco i loro difetti e le loro qualita'. Una di queste e' la capacita' di "soffrire" senza lamentarsi e di accettare condizioni anche brutali con sopportazione. Cosa che gli Italiani invece non sanno fare. Quindi gli Inglesi faranno di tutto per sopravvivere il post Brexit, senza lamentarsi dell'azione del loro Governo. E dei severi inconvenienti, limitazioni, disagi he questo presentera'. Ma gli Italiani? Noi ci lamentiamo anche dei migliori governi, anzi facciamo di tutto per mandarli via, ma come reagiremmo nel caso di una ipotetica Italexit? Si prepari, chi la otterra', ad essere sepolto dalla rabbia di un intero Paese. Per questo che, a parte le confuse proposte di salvini, nessuno altro ne parla. Uscire dalla EU per l' Italia sarebbe un calvario insostenibile, per avere poi quali risultati? Di perdere il mercato Europeo e pagare il triplo quello che necessariamente dovremo importare?
Sayon....
MI sono sempre domandato il perche' la gente apre bocca senza pensare prima di aprirla....mah....sara' sempre uno dei misteri irrisolti del genere umano....e pure per me.
Allora:sai perche' soffrono in silenzio gli inglesi?
Perche' ogni loro decisione difficile e anche sbagliata l'hanno presa loro,autonomamente con un referendum a volte,nessun governo è riuscito ad imporre loro mai nulla...e una decisione quella della Brexit presa con un referendum e comunque vada è la volonta' della maggioranza dei cittadini ....come si addice ad ogni democrazia seria che sia tale.Non il governo ha deciso di uscire dall'Europa ....ma il popolo stesso e sanno che se andra' male sara' per loro colpa e soffriranno e stringeranno i denti in silenzio,come si addice a un popolo serio e che mai e poi mai si autodefinirebbe Sardina!!!!!|!|!
Anche per noi ci sara' un referendum in caso di volonta' di uscire ,e sara' il popolo a deciderlo eventualmente e non un Prodi (o un Salvini ) qualsiasi....
Perdere i mercati?Ma fammi ridere.........scommetto che dopo la Brexit nel mondo non si berra' piu' birra e wisky inglesi,non si usera' piu' la lana inglese,i medicinali brevettati inglesi,e il petrolio che viene estratto nei suoi mari.....le Jaguar ,le Bentley,Roll Royce ecc...ecc...La Borsa di Londra ,una tra le tre piu' importanti borse mondiali andra' in rovina ..il turismo a rotoli e non si andra' piu' a studiare l'inglese in Inghilterra.....sai tutte fonti di guadagni paurosi...pensa se l'Inghilterra decidesse di svalutare un pochetto la Sterlina dove finirebbe l'Europa.....e con la sua uscita lo potrebbero anche fare.
http://inghilterra.ilreporter.com/inghilterra/economia/
I mercati determinano l'economia e non il contrario.....io compro dove mi conviene e vendo al maggior offerente....me ne sbatto dei suoi governi della sua politica....business are busines.
La realta' è solo un'allucinazione dovuta a carenza di alcol (...un saggio)
Avatar utente
Sayon
Messaggi: 3114
Iscritto il: 9 giu 2019, 7:58
Has thanked: 13 times
Ti Piace: 141 times

Re: Sayonne.......e adesso che dici?

Messaggio da leggere da Sayon »

carletto3 ha scritto: 12 feb 2020, 4:05
Sayon ha scritto: 11 feb 2020, 14:57
Alfa ha scritto: 11 feb 2020, 11:43
RedWine ha scritto: 11 feb 2020, 11:42 e se c'è una cosa certa è che non ne uscirà mai.
Beer4 Beer4
Tranquillo, non ti fare la pipì addosso cuneoman è solo una "sardina". Comunque ora in gran bretagna avranno un bel da fare, dovranno ricambiare tutti gli euro con le sterline, speriamo che non l'abbiano buttate via, ma conservate bene. :mrgreen:
Io sono empre stato amico degli Inglesi. Ho ottimi ricordi del mio lavoro con loro. Conosco i loro difetti e le loro qualita'. Una di queste e' la capacita' di "soffrire" senza lamentarsi e di accettare condizioni anche brutali con sopportazione. Cosa che gli Italiani invece non sanno fare. Quindi gli Inglesi faranno di tutto per sopravvivere il post Brexit, senza lamentarsi dell'azione del loro Governo. E dei severi inconvenienti, limitazioni, disagi he questo presentera'. Ma gli Italiani? Noi ci lamentiamo anche dei migliori governi, anzi facciamo di tutto per mandarli via, ma come reagiremmo nel caso di una ipotetica Italexit? Si prepari, chi la otterra', ad essere sepolto dalla rabbia di un intero Paese. Per questo che, a parte le confuse proposte di salvini, nessuno altro ne parla. Uscire dalla EU per l' Italia sarebbe un calvario insostenibile, per avere poi quali risultati? Di perdere il mercato Europeo e pagare il triplo quello che necessariamente dovremo importare?
Sayon....
MI sono sempre domandato il perche' la gente apre bocca senza pensare prima di aprirla....mah....sara' sempre uno dei misteri irrisolti del genere umano....e pure per me.
Allora:sai perche' soffrono in silenzio gli inglesi?
Perche' ogni loro decisione difficile e anche sbagliata l'hanno presa loro,autonomamente con un referendum a volte,nessun governo è riuscito ad imporre loro mai nulla...e una decisione quella della Brexit presa con un referendum e comunque vada è la volonta' della maggioranza dei cittadini ....come si addice ad ogni democrazia seria che sia tale.Non il governo ha deciso di uscire dall'Europa ....ma il popolo stesso e sanno che se andra' male sara' per loro colpa e soffriranno e stringeranno i denti in silenzio,come si addice a un popolo serio e che mai e poi mai si autodefinirebbe Sardina!!!!!|!|!
Anche per noi ci sara' un referendum in caso di volonta' di uscire ,e sara' il popolo a deciderlo eventualmente e non un Prodi (o un Salvini ) qualsiasi....
Perdere i mercati?Ma fammi ridere.........scommetto che dopo la Brexit nel mondo non si berra' piu' birra e wisky inglesi,non si usera' piu' la lana inglese,i medicinali brevettati inglesi,e il petrolio che viene estratto nei suoi mari.....le Jaguar ,le Bentley,Roll Royce ecc...ecc...La Borsa di Londra ,una tra le tre piu' importanti borse mondiali andra' in rovina ..il turismo a rotoli e non si andra' piu' a studiare l'inglese in Inghilterra.....sai tutte fonti di guadagni paurosi...pensa se l'Inghilterra decidesse di svalutare un pochetto la Sterlina dove finirebbe l'Europa.....e con la sua uscita lo potrebbero anche fare.
http://inghilterra.ilreporter.com/inghilterra/economia/
I mercati determinano l'economia e non il contrario.....io compro dove mi conviene e vendo al maggior offerente....me ne sbatto dei suoi governi della sua politica....business are busines.
Mai come in questo caso vale la parola "vedremo".
Quello pero' che vale per gli UK, non vale per l' Italia. Siamo diversissimi. E se loro hanno virtu' di obbedienza, tolleranza, accettazione, adattamento noi quelle virtu' non le abbiamo. E come ci lamentiamo a non finire della EU attuale, ci lamenteremo a non finire dell'eventuale (ma basicamente impossibile) uscita dalla stessa. In compenso, malgrado le nostre differenze regionali, l' Italia e' MOLTO PIU nazione che non la Gran Bretagna. Noi abbiamo i terroni e i polentoni, ma loro hanno nazioni intere come Scozia ed Irlanda alle quali la parola "British" non e' gradita, come noi crediamo che lo sia.
Avatar utente
carletto3
Messaggi: 2849
Iscritto il: 25 giu 2019, 2:20
Has thanked: 90 times
Ti Piace: 495 times

Re: Sayonne.......e adesso che dici?

Messaggio da leggere da carletto3 »

Sayon ha scritto: 12 feb 2020, 15:14
carletto3 ha scritto: 12 feb 2020, 4:05
Sayon ha scritto: 11 feb 2020, 14:57
Alfa ha scritto: 11 feb 2020, 11:43
Tranquillo, non ti fare la pipì addosso cuneoman è solo una "sardina". Comunque ora in gran bretagna avranno un bel da fare, dovranno ricambiare tutti gli euro con le sterline, speriamo che non l'abbiano buttate via, ma conservate bene. :mrgreen:
Io sono empre stato amico degli Inglesi. Ho ottimi ricordi del mio lavoro con loro. Conosco i loro difetti e le loro qualita'. Una di queste e' la capacita' di "soffrire" senza lamentarsi e di accettare condizioni anche brutali con sopportazione. Cosa che gli Italiani invece non sanno fare. Quindi gli Inglesi faranno di tutto per sopravvivere il post Brexit, senza lamentarsi dell'azione del loro Governo. E dei severi inconvenienti, limitazioni, disagi he questo presentera'. Ma gli Italiani? Noi ci lamentiamo anche dei migliori governi, anzi facciamo di tutto per mandarli via, ma come reagiremmo nel caso di una ipotetica Italexit? Si prepari, chi la otterra', ad essere sepolto dalla rabbia di un intero Paese. Per questo che, a parte le confuse proposte di salvini, nessuno altro ne parla. Uscire dalla EU per l' Italia sarebbe un calvario insostenibile, per avere poi quali risultati? Di perdere il mercato Europeo e pagare il triplo quello che necessariamente dovremo importare?
Sayon....
MI sono sempre domandato il perche' la gente apre bocca senza pensare prima di aprirla....mah....sara' sempre uno dei misteri irrisolti del genere umano....e pure per me.
Allora:sai perche' soffrono in silenzio gli inglesi?
Perche' ogni loro decisione difficile e anche sbagliata l'hanno presa loro,autonomamente con un referendum a volte,nessun governo è riuscito ad imporre loro mai nulla...e una decisione quella della Brexit presa con un referendum e comunque vada è la volonta' della maggioranza dei cittadini ....come si addice ad ogni democrazia seria che sia tale.Non il governo ha deciso di uscire dall'Europa ....ma il popolo stesso e sanno che se andra' male sara' per loro colpa e soffriranno e stringeranno i denti in silenzio,come si addice a un popolo serio e che mai e poi mai si autodefinirebbe Sardina!!!!!|!|!
Anche per noi ci sara' un referendum in caso di volonta' di uscire ,e sara' il popolo a deciderlo eventualmente e non un Prodi (o un Salvini ) qualsiasi....
Perdere i mercati?Ma fammi ridere.........scommetto che dopo la Brexit nel mondo non si berra' piu' birra e wisky inglesi,non si usera' piu' la lana inglese,i medicinali brevettati inglesi,e il petrolio che viene estratto nei suoi mari.....le Jaguar ,le Bentley,Roll Royce ecc...ecc...La Borsa di Londra ,una tra le tre piu' importanti borse mondiali andra' in rovina ..il turismo a rotoli e non si andra' piu' a studiare l'inglese in Inghilterra.....sai tutte fonti di guadagni paurosi...pensa se l'Inghilterra decidesse di svalutare un pochetto la Sterlina dove finirebbe l'Europa.....e con la sua uscita lo potrebbero anche fare.
http://inghilterra.ilreporter.com/inghilterra/economia/
I mercati determinano l'economia e non il contrario.....io compro dove mi conviene e vendo al maggior offerente....me ne sbatto dei suoi governi della sua politica....business are busines.
Mai come in questo caso vale la parola "vedremo".
Quello pero' che vale per gli UK, non vale per l' Italia. Siamo diversissimi. E se loro hanno virtu' di obbedienza, tolleranza, accettazione, adattamento noi quelle virtu' non le abbiamo. E come ci lamentiamo a non finire della EU attuale, ci lamenteremo a non finire dell'eventuale (ma basicamente impossibile) uscita dalla stessa. In compenso, malgrado le nostre differenze regionali, l' Italia e' MOLTO PIU nazione che non la Gran Bretagna. Noi abbiamo i terroni e i polentoni, ma loro hanno nazioni intere come Scozia ed Irlanda alle quali la parola "British" non e' gradita, come noi crediamo che lo sia.
Certo...se non moriamo nel frattempo,avremo modo di riparlarne.
Gli inglesi differiscono da noi,non per l'obbedienza,che non preferiscono affatto,ma perche' hanno scelto tutto quello che hanno...Monarchia compresa.
A noi tutto è stato imposto...niente viene da una scelta consapevole e accettata....Prova a dire a un Toscano che è un Italiano.....poi ti renderai conto della realta'.
In quanto a voler tenere uniti popoli diversi per forza ottieni solo discordia e malumori profondi....non si cancellano secoli e secoli di odio,guerre,sudore morti e sangue per decreto....
La realta' è solo un'allucinazione dovuta a carenza di alcol (...un saggio)
Avatar utente
Sayon
Messaggi: 3114
Iscritto il: 9 giu 2019, 7:58
Has thanked: 13 times
Ti Piace: 141 times

Re: Sayonne.......e adesso che dici?

Messaggio da leggere da Sayon »

carletto3 ha scritto: 12 feb 2020, 19:11
Sayon ha scritto: 12 feb 2020, 15:14
carletto3 ha scritto: 12 feb 2020, 4:05
Sayon ha scritto: 11 feb 2020, 14:57

Io sono empre stato amico degli Inglesi. Ho ottimi ricordi del mio lavoro con loro. Conosco i loro difetti e le loro qualita'. Una di queste e' la capacita' di "soffrire" senza lamentarsi e di accettare condizioni anche brutali con sopportazione. Cosa che gli Italiani invece non sanno fare. Quindi gli Inglesi faranno di tutto per sopravvivere il post Brexit, senza lamentarsi dell'azione del loro Governo. E dei severi inconvenienti, limitazioni, disagi he questo presentera'. Ma gli Italiani? Noi ci lamentiamo anche dei migliori governi, anzi facciamo di tutto per mandarli via, ma come reagiremmo nel caso di una ipotetica Italexit? Si prepari, chi la otterra', ad essere sepolto dalla rabbia di un intero Paese. Per questo che, a parte le confuse proposte di salvini, nessuno altro ne parla. Uscire dalla EU per l' Italia sarebbe un calvario insostenibile, per avere poi quali risultati? Di perdere il mercato Europeo e pagare il triplo quello che necessariamente dovremo importare?
Sayon....
MI sono sempre domandato il perche' la gente apre bocca senza pensare prima di aprirla....mah....sara' sempre uno dei misteri irrisolti del genere umano....e pure per me.
Allora:sai perche' soffrono in silenzio gli inglesi?
Perche' ogni loro decisione difficile e anche sbagliata l'hanno presa loro,autonomamente con un referendum a volte,nessun governo è riuscito ad imporre loro mai nulla...e una decisione quella della Brexit presa con un referendum e comunque vada è la volonta' della maggioranza dei cittadini ....come si addice ad ogni democrazia seria che sia tale.Non il governo ha deciso di uscire dall'Europa ....ma il popolo stesso e sanno che se andra' male sara' per loro colpa e soffriranno e stringeranno i denti in silenzio,come si addice a un popolo serio e che mai e poi mai si autodefinirebbe Sardina!!!!!|!|!
Anche per noi ci sara' un referendum in caso di volonta' di uscire ,e sara' il popolo a deciderlo eventualmente e non un Prodi (o un Salvini ) qualsiasi....
Perdere i mercati?Ma fammi ridere.........scommetto che dopo la Brexit nel mondo non si berra' piu' birra e wisky inglesi,non si usera' piu' la lana inglese,i medicinali brevettati inglesi,e il petrolio che viene estratto nei suoi mari.....le Jaguar ,le Bentley,Roll Royce ecc...ecc...La Borsa di Londra ,una tra le tre piu' importanti borse mondiali andra' in rovina ..il turismo a rotoli e non si andra' piu' a studiare l'inglese in Inghilterra.....sai tutte fonti di guadagni paurosi...pensa se l'Inghilterra decidesse di svalutare un pochetto la Sterlina dove finirebbe l'Europa.....e con la sua uscita lo potrebbero anche fare.
http://inghilterra.ilreporter.com/inghilterra/economia/
I mercati determinano l'economia e non il contrario.....io compro dove mi conviene e vendo al maggior offerente....me ne sbatto dei suoi governi della sua politica....business are busines.
Mai come in questo caso vale la parola "vedremo".
Quello pero' che vale per gli UK, non vale per l' Italia. Siamo diversissimi. E se loro hanno virtu' di obbedienza, tolleranza, accettazione, adattamento noi quelle virtu' non le abbiamo. E come ci lamentiamo a non finire della EU attuale, ci lamenteremo a non finire dell'eventuale (ma basicamente impossibile) uscita dalla stessa. In compenso, malgrado le nostre differenze regionali, l' Italia e' MOLTO PIU nazione che non la Gran Bretagna. Noi abbiamo i terroni e i polentoni, ma loro hanno nazioni intere come Scozia ed Irlanda alle quali la parola "British" non e' gradita, come noi crediamo che lo sia.
Certo...se non moriamo nel frattempo,avremo modo di riparlarne.
Gli inglesi differiscono da noi,non per l'obbedienza,che non preferiscono affatto,ma perche' hanno scelto tutto quello che hanno...Monarchia compresa.
A noi tutto è stato imposto...niente viene da una scelta consapevole e accettata....Prova a dire a un Toscano che è un Italiano.....poi ti renderai conto della realta'.
In quanto a voler tenere uniti popoli diversi per forza ottieni solo discordia e malumori profondi....non si cancellano secoli e secoli di odio,guerre,sudore morti e sangue per decreto....
Gli Italiani sono stati visti come ITALIANI per secoli dagli altri popoli anche quando in effeti l' Italia era un'arlecchinata di granducati, repubbliche, regni e staterelli. Siamo noi ITaliani ad essere TANTO STUPIDI da non considerarci Italiani. Questo perche Toscani o Veneti o Calabresi preferiamo "protestare" invece che cercare di stare uniti. Ho una PESSIMA opinione di chi NON si considera Italiano. La strana cosa che a volte a dichiararlo sono i " sovranisti". Parlano di sovranita' e poi non ammettano neanche di essere Italiani. E' come andare a un incontro di boxe e dire " colpiscimi qui al mento" e abbassare le braccia. Dispiace io, avendo vissuto tantissimo all' estero' mi sento invece ITALIANO< UN ITALIANO VERO E ME NE VANTO E ME NE SONO VANTATO DAVANTI A OGNI PAESE DEL MONDO>
Avatar utente
heyoka
Messaggi: 3019
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
Has thanked: 894 times
Ti Piace: 373 times

Re: Sayonne.......e adesso che dici?

Messaggio da leggere da heyoka »

Caro Sayon, un mio vicino di casa è un militare statunitense.
Non ci crederai ma nella targa della sua auto non c' è la sctitta USA ma per intero c' è scritto North Dakota.
Gli ho chiesto il perché e Lui mi ha risposto che Usa vuole dire
Stati Uniti d' America.
E il North Dakota è uno dei più di 50 stati AUTONOMI della Confederazione.
Pensa che i loro fratelli Dakotani del Sud hanno ancora la Pena di morte nelle loro leggi penali mentre loro le hanno cancellate da più di 50 anni.
Nessuno conosce la strada per conciliare comunità e individuo.
( Mugik)
Avatar utente
carletto3
Messaggi: 2849
Iscritto il: 25 giu 2019, 2:20
Has thanked: 90 times
Ti Piace: 495 times

Re: Sayonne.......e adesso che dici?

Messaggio da leggere da carletto3 »

Sayon ha scritto: 14 feb 2020, 1:04
carletto3 ha scritto: 12 feb 2020, 19:11
Sayon ha scritto: 12 feb 2020, 15:14

Gli Italiani sono stati visti come ITALIANI per secoli dagli altri popoli anche quando in effeti l' Italia era un'arlecchinata di granducati, repubbliche, regni e staterelli. Siamo noi ITaliani ad essere TANTO STUPIDI da non considerarci Italiani. Questo perche Toscani o Veneti o Calabresi preferiamo "protestare" invece che cercare di stare uniti. Ho una PESSIMA opinione di chi NON si considera Italiano. La strana cosa che a volte a dichiararlo sono i " sovranisti". Parlano di sovranita' e poi non ammettano neanche di essere Italiani. E' come andare a un incontro di boxe e dire " colpiscimi qui al mento" e abbassare le braccia. Dispiace io, avendo vissuto tantissimo all' estero' mi sento invece ITALIANO< UN ITALIANO VERO E ME NE VANTO E ME NE SONO VANTATO DAVANTI A OGNI PAESE DEL MONDO>
Non mi hai capito....come al solito.
Certo che sono un italiano quando vado all'estero......e me ne vanto anch'io.
Ma se tu,italiano,mi chiedi come desidero essere definito io metto avanti sempre....Sono Toscano!!!!!! Addirittura Senese!
Non possiamo essere o sentirci uniti in Italia....abbiamo secoli e secoli di storia alle spalle che non puoi e non devi mai ignorare.
Lacrime,sangue e sudore ci caratterizzano...noi da Montaperti addirittura con Firenze....e Guelfi e Ghibellini mica sono state noccioline.....cosa mi unisce ,poi a un Calabrese o a un Trentino ,lo sai solo te.....non parliamo la stessa lingua,non abbiamo gli stessi usi e costumi,non vediamo le stesse cose in maniera univoca.....ma perche' dovremmo sentirci uniti?Solo perche' abitiamo nella stessa penisola?Perche' ci sono stati i Savoia e Garibaldi?Questa italianita' che tu vorresti in tutti sappi che non esiste...esiste solo quando siamo all'estero,come nelle partite di calcio sempre divisi tra squadre e uniti quando gioca la nazionale....ma dopo disuniti di nuovo.
Ma guarda la GB...Inghilterra,Scozia,Galles e Regno Unito, Irlanda e volendo ci sarebbe anche l'Islanda ma fa razza a se'....... La Penisola Iberica comprende Spagna, Portogallo e Andorra e anche qua si sta per staccare la Catalogna ; la Scandinavia Svezia, Norvegia e Finlandia....,ma questa identita' dove la vedi?
A' Sayonneeeeeeeeeeeeee.....ma sei proprio de coccio direbbe Heyoca che si sente italiano come te ti senti un lepidottero.
La realta' è solo un'allucinazione dovuta a carenza di alcol (...un saggio)
Avatar utente
Sayon
Messaggi: 3114
Iscritto il: 9 giu 2019, 7:58
Has thanked: 13 times
Ti Piace: 141 times

Re: Sayonne.......e adesso che dici?

Messaggio da leggere da Sayon »

heyoka ha scritto: 14 feb 2020, 9:54 Caro Sayon, un mio vicino di casa è un militare statunitense.
Non ci crederai ma nella targa della sua auto non c' è la sctitta USA ma per intero c' è scritto North Dakota.
Gli ho chiesto il perché e Lui mi ha risposto che Usa vuole dire
Stati Uniti d' America.
E il North Dakota è uno dei più di 50 stati AUTONOMI della Confederazione.
Pensa che i loro fratelli Dakotani del Sud hanno ancora la Pena di morte nelle loro leggi penali mentre loro le hanno cancellate da più di 50 anni.
Bravo, ma prova a dire al NordDakotano che lui NON E" AMERICANO. Ti mandera' immediatamente a quel Paese e s'incazzera' pure con te. Gli americani sono il contrario degli Italiani: per loro essere AMERICANI e' tutto. Restano felici delle loro differenze , ma non rinunzierebbero mai all' etichetta AMERICANO. Invece leggi i posti di qualche toscanaccio, trevigiano e mugugnatori vari e ti diranno esattamente l' opposto. Non vogliono essere considerati Italiani, o almeno cosi' affermano.
Avatar utente
Valerio
Messaggi: 2715
Iscritto il: 8 giu 2019, 20:31
Località: Messina
Has thanked: 647 times
Ti Piace: 417 times

Re: Sayonne.......e adesso che dici?

Messaggio da leggere da Valerio »

carletto3 ha scritto: 10 feb 2020, 20:34 O mio caro gufetto ,vate malefico delle fortune altrui....perche' non leggi i dati?
http://blog.ilgiornale.it/pasini/2020/0 ... -crescita/
Usciamo anche noi....soffriremo un paio d'anni ,ma poi esporteremo di tutto e di piu' ...... anche te volendo....
Pensa al mercato Russo....e a quello interno e alle esportazioni potendo fare quello che ci pare e come ci pare.....
In culo all'Europa.....
Oltre al titolo è bene leggere anche il testo.

Sono due i parametri di rilievo.

La fiducia dei consumatori salita del 5,1% e la Corporate tax al 20%, con tendenza al ribasso fino al 17%.

Due miracoli che in Italia sarebbero inimmaginabili anche uscendo dall'Europa Unita. E poi bisognerebbe considerare che la Gran Bretagna non ha mai aderito alla moneta unica europea, mantenendo saldamente la sua Sovranità Monetaria.

Noi, invece, siamo con un PIL in discesa, un Debito Pubblico che ha immobilizzato ogni azione politica, un welfare distrutto, profonde divisioni sociali e politiche, e una fetta della popolazione che arriva addirittura a negare il Capitalismo.

In una parola: siamo fottuti. Bandiera bianca. Il Liberismo ha vinto, grazie alle sinistre che hanno venduto il popolo italiano per diventare i boiardi di stato.
La prova? Quali industrie accetterebbe di rientrare in Italia, o di avviare nuovi stabilimenti, in un paese caotico e diviso, privo di Giustizia, Corrotto, asfissiato dalla Burocrazia, senza Consumo Interno, senza risorse umane di eccellenza, invaso da stranieri inutili e con governi ridicoli?
Sovranità al Cittadino.
Non abbiamo un pianeta B
In onore dei pennuti heyokani: Non ereditiamo la terra dai nostri antenati, la prendiamo in prestito dai nostri figli.
Avatar utente
Valerio
Messaggi: 2715
Iscritto il: 8 giu 2019, 20:31
Località: Messina
Has thanked: 647 times
Ti Piace: 417 times

Re: Sayonne.......e adesso che dici?

Messaggio da leggere da Valerio »

Sayon ha scritto: 14 feb 2020, 21:36
heyoka ha scritto: 14 feb 2020, 9:54 Caro Sayon, un mio vicino di casa è un militare statunitense.
Non ci crederai ma nella targa della sua auto non c' è la sctitta USA ma per intero c' è scritto North Dakota.
Gli ho chiesto il perché e Lui mi ha risposto che Usa vuole dire
Stati Uniti d' America.
E il North Dakota è uno dei più di 50 stati AUTONOMI della Confederazione.
Pensa che i loro fratelli Dakotani del Sud hanno ancora la Pena di morte nelle loro leggi penali mentre loro le hanno cancellate da più di 50 anni.
Bravo, ma prova a dire al NordDakotano che lui NON E" AMERICANO. Ti mandera' immediatamente a quel Paese e s'incazzera' pure con te. Gli americani sono il contrario degli Italiani: per loro essere AMERICANI e' tutto. Restano felici delle loro differenze , ma non rinunzierebbero mai all' etichetta AMERICANO. Invece leggi i posti di qualche toscanaccio, trevigiano e mugugnatori vari e ti diranno esattamente l' opposto. Non vogliono essere considerati Italiani, o almeno cosi' affermano.
In poche parole, gli americani sono federalisti e gli europei no. E gli italiani, più di tutti i toscani, lo sono ancora meno.
Sovranità al Cittadino.
Non abbiamo un pianeta B
In onore dei pennuti heyokani: Non ereditiamo la terra dai nostri antenati, la prendiamo in prestito dai nostri figli.
Avatar utente
Valerio
Messaggi: 2715
Iscritto il: 8 giu 2019, 20:31
Località: Messina
Has thanked: 647 times
Ti Piace: 417 times

Re: Sayonne.......e adesso che dici?

Messaggio da leggere da Valerio »

cuneoman ha scritto: 10 feb 2020, 21:57 Cito solo una "cagata pazzesca" di alcuni giornali mesi fa...
Quelli che sostenevano il disastro, dicevano che solo per i medicinali era un problema perchè prodotti fuori dalla Gran Bretagna e in caso di HardBrexit sarebbero stati senza in tempo zero...

...come se prima di fare una uscita così azzardata non potessero fare scorta, quindi le sovrapproduzioni citate da Sayon, anche per evitare possibili dazi o problemi vari... Non è andata così, ma certo non potevano aspettare l'ultimo giorno per sapere come è andata!!

Torno a dire, ha senso parlarne ora?
E come quando il 5 marzo 2018 i giornalai davano contro al governo giallo-verde, come se fosse colpa loro per quello che succedeva!!
E' come ora per quelli della Lega che criticano i dati del PIL, si sono dimenticati chi governava fino a ieri? Davvero pensano che i dati attuali sono colpa di questo governo e non forse di quello passato? Pensano che chi arriva in un giorno condiziona tutto il paese solo per esserci??
E in questo non discolpo certo il M5S che giallo-verde o giallo-rosso, non può certo dare la colpa al governo precedente!! 8-)
Questa sui medicinali è una grandissima sciocchezza. La ricerca e la produzione di farmaci non è in mani europee.

USA e Svizzera detengono il monopolio mondiale della produzione di farmaci. Ed i pochi farmaci tedeschi sono, comunque, disponibili sul mercato globale.
Sovranità al Cittadino.
Non abbiamo un pianeta B
In onore dei pennuti heyokani: Non ereditiamo la terra dai nostri antenati, la prendiamo in prestito dai nostri figli.
Rispondi