Putin: "Occidente vuole dettare le sue regole a mondo"

Forum di discussione sulla politica italiana, i partiti e le istituzioni.
Connesso
Avatar utente
Sayon
Connesso: Sì
Messaggi: 11848
Iscritto il: 9 giu 2019, 7:58
Ha Assegnato: 3775 Mi Piace
Ha Ricevuto: 4831 Mi Piace

Putin: "Occidente vuole dettare le sue regole a mondo"

Messaggio da leggere da Sayon »

Ha perfettamente ragione. E vorrei che qualcuno mi spiegasse perche le regole, il modo di vita, le fissazioni, le anomalie degli USA debbano essere considerate come sempre accettabili e da adottare anche da noi. Anche perche' nessuna delle regole e modo di via su descritte possono realmente essere considerate ideali o moralmente valide. Al contrario, caratteristiche quali belligeranza, violenza ed uso delle armi, esagerato edonismo ed uso di droghe, arroganza e larvato razzismo possono essere considerate "buone" o degne di essere imitate. Il mondo ha bisogno di liberta', e questa liberta' significa non essere obbligati a dire si ad ogni azione di una nazione dominante; non avere basi militari sul proprio suolo; liberta di provare schifo o orrore verso comportamenti innaturali; liberta' di non volere ogni persona armata come vicino; liberta' di poter dire "Buon Natale" e non Buone festivita'; liberta' di dire NO, noi non aiutiamo nessuno con le armi, siamo una nazione pacifica; liberta' di avere conflitti con un'altra nazione senza l' interferenza di altre nazioni. Le regole, le mode, le fissazioni, il modo di vita dovrebbero essere NOSTRE e non scimmiottate da chi e' di gran lunga peggio di noi.
Avatar utente
lio141
Connesso: No
Messaggi: 422
Iscritto il: 1 feb 2023, 10:34
Ha Assegnato: 13 Mi Piace
Ha Ricevuto: 207 Mi Piace

Re: Putin: "Occidente vuole dettare le sue regole a mondo"

Messaggio da leggere da lio141 »

secondo me ,nelle parole di putin c'è delvero
Connesso
Avatar utente
RedWine
Connesso: Sì
Messaggi: 5369
Iscritto il: 9 giu 2019, 14:54
Ha Assegnato: 1200 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2914 Mi Piace

Re: Putin: "Occidente vuole dettare le sue regole a mondo"

Messaggio da leggere da RedWine »

Sayon ha scritto: 9 mag 2023, 23:22 Ha perfettamente ragione. E vorrei che qualcuno mi spiegasse perche le regole, il modo di vita, le fissazioni, le anomalie degli USA debbano essere considerate come sempre accettabili e da adottare anche da noi. Anche perche' nessuna delle regole e modo di via su descritte possono realmente essere considerate ideali o moralmente valide. Al contrario, caratteristiche quali belligeranza, violenza ed uso delle armi, esagerato edonismo ed uso di droghe, arroganza e larvato razzismo possono essere considerate "buone" o degne di essere imitate. Il mondo ha bisogno di liberta', e questa liberta' significa non essere obbligati a dire si ad ogni azione di una nazione dominante; non avere basi militari sul proprio suolo; liberta di provare schifo o orrore verso comportamenti innaturali; liberta' di non volere ogni persona armata come vicino; liberta' di poter dire "Buon Natale" e non Buone festivita'; liberta' di dire NO, noi non aiutiamo nessuno con le armi, siamo una nazione pacifica; liberta' di avere conflitti con un'altra nazione senza l' interferenza di altre nazioni. Le regole, le mode, le fissazioni, il modo di vita dovrebbero essere NOSTRE e non scimmiottate da chi e' di gran lunga peggio di noi.
"liberta' di avere conflitti con un'altra nazione senza l' interferenza di altre nazioni."
magari questo no.
il problema non sta nel diritto della comunità internazionale di interferire in un conflitto (al fine di risolverlo o pacificarlo) ma che la potenza attualmente militarmente egemone nel mondo pretenda sempre di risolvere la situazione a suo favore e con le sue regole per i suoi interessi, e non ammettendo interferenze quando, come spesso avviene, è lei stessa a innescare il conflitto o aggredire un altro stato per un qualsivoglia motivo decida di farlo.
"Non avrete nulla e sarete felici". e se non fossi felice? "non ti preoccupare, ti cureremo"
Davos agenda 2030.
Connesso
Avatar utente
Sayon
Connesso: Sì
Messaggi: 11848
Iscritto il: 9 giu 2019, 7:58
Ha Assegnato: 3775 Mi Piace
Ha Ricevuto: 4831 Mi Piace

Re: Putin: "Occidente vuole dettare le sue regole a mondo"

Messaggio da leggere da Sayon »

RedWine ha scritto: 10 mag 2023, 14:08
Sayon ha scritto: 9 mag 2023, 23:22 Ha perfettamente ragione. E vorrei che qualcuno mi spiegasse perche le regole, il modo di vita, le fissazioni, le anomalie degli USA debbano essere considerate come sempre accettabili e da adottare anche da noi. Anche perche' nessuna delle regole e modo di via su descritte possono realmente essere considerate ideali o moralmente valide. Al contrario, caratteristiche quali belligeranza, violenza ed uso delle armi, esagerato edonismo ed uso di droghe, arroganza e larvato razzismo possono essere considerate "buone" o degne di essere imitate. Il mondo ha bisogno di liberta', e questa liberta' significa non essere obbligati a dire si ad ogni azione di una nazione dominante; non avere basi militari sul proprio suolo; liberta di provare schifo o orrore verso comportamenti innaturali; liberta' di non volere ogni persona armata come vicino; liberta' di poter dire "Buon Natale" e non Buone festivita'; liberta' di dire NO, noi non aiutiamo nessuno con le armi, siamo una nazione pacifica; liberta' di avere conflitti con un'altra nazione senza l' interferenza di altre nazioni. Le regole, le mode, le fissazioni, il modo di vita dovrebbero essere NOSTRE e non scimmiottate da chi e' di gran lunga peggio di noi.
"liberta' di avere conflitti con un'altra nazione senza l' interferenza di altre nazioni."
magari questo no.
il problema non sta nel diritto della comunità internazionale di interferire in un conflitto (al fine di risolverlo o pacificarlo) ma che la potenza attualmente militarmente egemone nel mondo pretenda sempre di risolvere la situazione a suo favore e con le sue regole per i suoi interessi, e non ammettendo interferenze quando, come spesso avviene, è lei stessa a innescare il conflitto o aggredire un altro stato per un qualsivoglia motivo decida di farlo.
L' unico organismo che dovrebbe avere il diritto di intervenire, ma solo per creare la pace, sono le Nazioni Unite (UN), perche l' intervento di altre nazioni solo crea un inasprimento ed allargamento del conflitto. Inoltre e' inconcepibile che siano sempre gli USA a decidere quali siano le guerre "ingiuste". Io non dimentico l'orribile bombardamento dell' Iraq fatto ORE prima che gli UN confermassero che non c'erano bombe batteriologiche,e sud una nazione non in grado di difendersi e comunque senza provocazione. E il trattamento, orribile , meschino, deliberatamente umiliante fatto a Saddam Hussein, per non parlare delle oscenita' commesse a Guantanamo (corpi nudi accatastati uno sopra l' altro, poveracci appesi con un cappuccio in testa con elettrodi alle palle, gente sequestrata per decine di anni senza prove). E' inutile negare che gli USA fanno quello che gli pare ormai da 70 anni e che nessuno possa protestare per non correre rischi di essere considerato "nemico dell' America". Questa guerra e' regionale e le cause per la stessa possono anche essere considerate valide, visto il gtrattamentodel Donbss e Crimea da parte di un governo eletto dopo un illegale colpo di stato. Se stati ASSURDI come il Kosovo mussulmano o la Macedonia del Nord furono creati dopo un intervento NATO , anche la Crimea e il Donbass hanno diritto ad autonomia o a scegliersi con chi stare.
Connesso
Avatar utente
RedWine
Connesso: Sì
Messaggi: 5369
Iscritto il: 9 giu 2019, 14:54
Ha Assegnato: 1200 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2914 Mi Piace

Re: Putin: "Occidente vuole dettare le sue regole a mondo"

Messaggio da leggere da RedWine »

Sayon ha scritto: 10 mag 2023, 19:22
RedWine ha scritto: 10 mag 2023, 14:08 "liberta' di avere conflitti con un'altra nazione senza l' interferenza di altre nazioni."
magari questo no.
il problema non sta nel diritto della comunità internazionale di interferire in un conflitto (al fine di risolverlo o pacificarlo) ma che la potenza attualmente militarmente egemone nel mondo pretenda sempre di risolvere la situazione a suo favore e con le sue regole per i suoi interessi, e non ammettendo interferenze quando, come spesso avviene, è lei stessa a innescare il conflitto o aggredire un altro stato per un qualsivoglia motivo decida di farlo.
L' unico organismo che dovrebbe avere il diritto di intervenire, ma solo per creare la pace, sono le Nazioni Unite (UN), perche l' intervento di altre nazioni solo crea un inasprimento ed allargamento del conflitto. Inoltre e' inconcepibile che siano sempre gli USA a decidere quali siano le guerre "ingiuste". Io non dimentico l'orribile bombardamento dell' Iraq fatto ORE prima che gli UN confermassero che non c'erano bombe batteriologiche,e sud una nazione non in grado di difendersi e comunque senza provocazione. E il trattamento, orribile , meschino, deliberatamente umiliante fatto a Saddam Hussein, per non parlare delle oscenita' commesse a Guantanamo (corpi nudi accatastati uno sopra l' altro, poveracci appesi con un cappuccio in testa con elettrodi alle palle, gente sequestrata per decine di anni senza prove). E' inutile negare che gli USA fanno quello che gli pare ormai da 70 anni e che nessuno possa protestare per non correre rischi di essere considerato "nemico dell' America". Questa guerra e' regionale e le cause per la stessa possono anche essere considerate valide, visto il gtrattamentodel Donbss e Crimea da parte di un governo eletto dopo un illegale colpo di stato. Se stati ASSURDI come il Kosovo mussulmano o la Macedonia del Nord furono creati dopo un intervento NATO , anche la Crimea e il Donbass hanno diritto ad autonomia o a scegliersi con chi stare.
è quello che dicevo. (diritto della comunità internazionale di interferire in un conflitto (al fine di risolverlo o pacificarlo))
anche se le nazioni unite si stanno rivelando un organismo burocratico e ferragginoso fondamentalmente inefficace, specie dove sono coinvolte le grandi potenze che possono alternativamente mettere il veto o ignorarne le risoluzioni.
"Non avrete nulla e sarete felici". e se non fossi felice? "non ti preoccupare, ti cureremo"
Davos agenda 2030.
Rispondi