RESURREZIONE.

Moderatori: heyoka, Ovidio

Avatar utente
heyoka
Senatore
Messaggi: 5235
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
1
Has thanked: 1685 times
Ti Piace: 856 times

RESURREZIONE.

Messaggio da leggere da heyoka »

Dobbiamo essere grati alla scienza che ci sta aiutando a riscoprire una fede più adulta. Una fede più rispettosa di Dio e di noi stessi. Una fede che pur rimanendo fedele al suo fulcro originario, non appaia ai nostri contemporanei e a noi stessi come un qualcosa di anacronistico. Gli scienziati sono giunti a constatare come tutta la materia dalla più piccola e semplice particella alla più grande, si sia costituita attraverso una lunghissima ed elaboratissima evoluzione (13 miliardi di anni). L’universo viene descritto come un immenso agglomerato di energia, animata fin dagli inizi da una Corrente Ordinatrice che passando attraverso profonde mutazioni e sensazionali sconvolgimenti, mediante un continuo relazionarsi dei vari elementi, si é evoluta sempre ulteriormente, fino a trasformarsi da energia inerte, in energia vitale, psichica e spirituale. Gli scienziati avrebbero quindi dimostrato come nel cosmo si attui un continuo fermento di novità, una indomabile forza propulsiva che lo sospinge, tra alti e bassi, verso una meta sempre più alta e complessa benché misteriosa.
La teologia moderna avvalendosi di queste scoperte scientifiche ha iniziato a vedere il famoso “paradiso terrestre” non più come una realtà che abbiamo alle spalle ma come un Progetto di Comunione e di Amore Universale e Cosmico (Il Regno di Dio) da realizzare e da portare a compimento. Un autentico rovesciamento di prospettiva. E’ vero che il mondo, ancora relativamente giovane, é imperfetto, intriso di fragilità, di infermità e di peccato, ma é anche un mondo in cui la Corrente Amorosa ed Ordinatrice di Dio, dagli inizi sta instancabilmente operando. Un mondo in continua, frenetica evoluzione, che soffre nel travaglio del parto, ma le cui crisi, lacerazioni e perfino morti, si rivelano come nuove opportunità, momenti di crescita e di accelerazione di processi, in vista di una Pienezza di Relazione e di Comunione.
La scienza quantica ha dimostrato in particolare che la materia é costituita da minutissime particelle dette "quanti", che sotto le sembianze di onde elettromagnetiche si intersecano e si aggrovigliano ad elevatissima velocità. A seconda della loro velocità e del modo in cui si compenetrano, queste particelle danno forma ad oggetti che a noi appaiono come più o meno solidi e che pur mantenendo la propria peculiarità, hanno a che vedere con il tutto e ad ogni momento.
Una interdipendenza che induce la scrittrice agnostica Luisa Muraro ad affermare che "perfino i nostri desideri hanno un impatto sul reale”. Sulla stessa linea Simon Weil asseriva che " Ogni nostro pensiero produce un mutamento nella nostra anima ed in quella degli altri". Il filosofo Piero Ferrucci ribadisce il medesimo concetto scrivendo che "anche l'immagine che noi ci facciamo di noi stessi o di un'altra persona tende ad influenzarla positivamente o negativamente." Il Budda stesso affermava che "il Karma, (la realtà esistente), é l'intenzione". Noi di conseguenza plasmiamo sia il mondo interiore che esteriore e lo stesso futuro in base alle nostre intenzioni, ai nostri desideri ed alle nostre convinzioni. Pavel Florenskij giunge a sostenere che: "Tutto passa ma tutto rimane. Niente si perde, niente svanisce ma si conserva in qualche modo e da qualche parte anche se noi cessiamo di percepirlo. Così pure le grandi imprese, i grandi gesti di eroismo, di donazione e di amore, anche se tutti li avessero dimenticati, in qualche maniera rimangono e continuano a dare i loro frutti." Affermazioni queste in profonda sintonia con quanto afferma papa Francesco nella sua Esortazione Apostolica "Gaudete et exsultate": "La schiera dei santi, compresi i santi anonimi della porta accanto, ci protegge, ci sostiene, ci accompagna".
Tutto questo ci invita a vedere la Resurrezione, che per Giovanni si realizza già nella glorificazione del Cristo Gesù che per amore e con amore muore sulla croce, come il compimento di una vita vissuta da vero Figlio, rivelazione di un Dio che ci è Padre e Madre. Una vita, la Sua, squisitamente umana, donata a tutti e fino a morirne. Alla luce di quello che ci dice la scienza, potremmo descrivere la Resurrezione di Gesù come una effusione di energia vitale, una ondata rigeneratrice di vita, diciamo pure una ventata di cellule elettromagnetiche cariche di positività e d’amore, che si riversano sull’intera umanità presente e futura. E questo, al fine di sorreggere ed alimentare quella Corrente Amorosa che Dio ha effuso fin dagli inizi sulla creazione, per condurla, con la nostra collaborazione e mediante una lunga, spesso anche travagliata evoluzione, al suo compimento in quel Regno in cui “ Egli sarà tutto in tutti”. Una visione della Resurrezione che troviamo estremamente coinvolgente, dinamizzante e bella.
Secondo i Vangeli, nessuno è stato testimone diretto della Resurrezione di Gesù, mentre gli evangelisti ci descrivono ampiamente gli effetti che essa ha prodotto in loro. Come lo indica molto bene per esempio il brano dei discepoli di Emmaus, costoro sono giunti a percepirlo, a sperimentarlo come vivo e risorto una volta ritornati all’ “Emmaus” del loro quotidiano. Ogni qualvolta, animati dal Soffio del suo Spirito d’Amore, si dimostravano disposti a vedere un compagno di viaggio, un fratello, una sorella, in chiunque incontravano sul loro cammino. Ogni qualvolta lo percepivano presente e palpitante nell’ascolto della sua Parola,”non fremeva il nostro cuore mentre egli ci parlava ?” Ed in modo del tutto speciale, ogni qualvolta si ritrovavano a spezzare il pane nella loro comunità, ritrovando la forza di “spezzarsi” a loro volta gli uni per gli altri.
E non è forse vero che ogni qualvolta anche noi ci mostriamo accoglienti del nostro prossimo e capaci di cura nei confronti del creato… Ogni qualvolta approfondiamo con passione la Sua Parola… Ogni qualvolta celebriamo l’Eucarestia con la nostra comunità, per continuare a concretizzarla nel nostro quotidiano lavandoci i piedi gli uni gli altri… Non é forse vero che ci sentiamo a nostra volta come il Cristo e nel Cristo Gesù, vivi, veri, realizzati, gioiosi, pienamente umani, altrettanti Figli?
E’ la prova certa e tangibile che il Cristo é veramente vivo ed insieme a tutti i nostri cari che ci hanno preceduti, continua a portare avanti con noi quell’entusiasmante e dinamizzante progetto di Pienezza Filiale Universale e Cosmica che Dio, da vero Padre e da vera Madre, mediante il suo Spirito, fin dagli inizi ha immesso nella sua creazione. Quando Mons. Romero fu ucciso in San Salvador, il popolo iniziò a cantare: “Los que viven con amor y mueren por la justicia no estàn muertos sino vivos”.
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Avatar utente
nerorosso
Senatore
Messaggi: 2688
Iscritto il: 8 giu 2019, 17:34
1
Has thanked: 573 times
Ti Piace: 565 times

Re: RESURREZIONE.

Messaggio da leggere da nerorosso »

heyoka ha scritto: 4 apr 2021, 7:14 Dobbiamo essere grati alla scienza che ci sta aiutando a riscoprire una fede più adulta. Una fede più rispettosa di Dio e di noi stessi. Una fede che pur rimanendo fedele al suo fulcro originario, non appaia ai nostri contemporanei e a noi stessi come un qualcosa di anacronistico. Gli scienziati sono giunti a constatare come tutta la materia dalla più piccola e semplice particella alla più grande, si sia costituita attraverso una lunghissima ed elaboratissima evoluzione (13 miliardi di anni). L’universo viene descritto come un immenso agglomerato di energia, animata fin dagli inizi da una Corrente Ordinatrice che passando attraverso profonde mutazioni e sensazionali sconvolgimenti, mediante un continuo relazionarsi dei vari elementi, si é evoluta sempre ulteriormente, fino a trasformarsi da energia inerte, in energia vitale, psichica e spirituale. Gli scienziati avrebbero quindi dimostrato come nel cosmo si attui un continuo fermento di novità, una indomabile forza propulsiva che lo sospinge, tra alti e bassi, verso una meta sempre più alta e complessa benché misteriosa.
La teologia moderna avvalendosi di queste scoperte scientifiche ha iniziato a vedere il famoso “paradiso terrestre” non più come una realtà che abbiamo alle spalle ma come un Progetto di Comunione e di Amore Universale e Cosmico (Il Regno di Dio) da realizzare e da portare a compimento. Un autentico rovesciamento di prospettiva. E’ vero che il mondo, ancora relativamente giovane, é imperfetto, intriso di fragilità, di infermità e di peccato, ma é anche un mondo in cui la Corrente Amorosa ed Ordinatrice di Dio, dagli inizi sta instancabilmente operando. Un mondo in continua, frenetica evoluzione, che soffre nel travaglio del parto, ma le cui crisi, lacerazioni e perfino morti, si rivelano come nuove opportunità, momenti di crescita e di accelerazione di processi, in vista di una Pienezza di Relazione e di Comunione.
La scienza quantica ha dimostrato in particolare che la materia é costituita da minutissime particelle dette "quanti", che sotto le sembianze di onde elettromagnetiche si intersecano e si aggrovigliano ad elevatissima velocità. A seconda della loro velocità e del modo in cui si compenetrano, queste particelle danno forma ad oggetti che a noi appaiono come più o meno solidi e che pur mantenendo la propria peculiarità, hanno a che vedere con il tutto e ad ogni momento.
Una interdipendenza che induce la scrittrice agnostica Luisa Muraro ad affermare che "perfino i nostri desideri hanno un impatto sul reale”. Sulla stessa linea Simon Weil asseriva che " Ogni nostro pensiero produce un mutamento nella nostra anima ed in quella degli altri". Il filosofo Piero Ferrucci ribadisce il medesimo concetto scrivendo che "anche l'immagine che noi ci facciamo di noi stessi o di un'altra persona tende ad influenzarla positivamente o negativamente." Il Budda stesso affermava che "il Karma, (la realtà esistente), é l'intenzione". Noi di conseguenza plasmiamo sia il mondo interiore che esteriore e lo stesso futuro in base alle nostre intenzioni, ai nostri desideri ed alle nostre convinzioni. Pavel Florenskij giunge a sostenere che: "Tutto passa ma tutto rimane. Niente si perde, niente svanisce ma si conserva in qualche modo e da qualche parte anche se noi cessiamo di percepirlo. Così pure le grandi imprese, i grandi gesti di eroismo, di donazione e di amore, anche se tutti li avessero dimenticati, in qualche maniera rimangono e continuano a dare i loro frutti." Affermazioni queste in profonda sintonia con quanto afferma papa Francesco nella sua Esortazione Apostolica "Gaudete et exsultate": "La schiera dei santi, compresi i santi anonimi della porta accanto, ci protegge, ci sostiene, ci accompagna".
Tutto questo ci invita a vedere la Resurrezione, che per Giovanni si realizza già nella glorificazione del Cristo Gesù che per amore e con amore muore sulla croce, come il compimento di una vita vissuta da vero Figlio, rivelazione di un Dio che ci è Padre e Madre. Una vita, la Sua, squisitamente umana, donata a tutti e fino a morirne. Alla luce di quello che ci dice la scienza, potremmo descrivere la Resurrezione di Gesù come una effusione di energia vitale, una ondata rigeneratrice di vita, diciamo pure una ventata di cellule elettromagnetiche cariche di positività e d’amore, che si riversano sull’intera umanità presente e futura. E questo, al fine di sorreggere ed alimentare quella Corrente Amorosa che Dio ha effuso fin dagli inizi sulla creazione, per condurla, con la nostra collaborazione e mediante una lunga, spesso anche travagliata evoluzione, al suo compimento in quel Regno in cui “ Egli sarà tutto in tutti”. Una visione della Resurrezione che troviamo estremamente coinvolgente, dinamizzante e bella.
Secondo i Vangeli, nessuno è stato testimone diretto della Resurrezione di Gesù, mentre gli evangelisti ci descrivono ampiamente gli effetti che essa ha prodotto in loro. Come lo indica molto bene per esempio il brano dei discepoli di Emmaus, costoro sono giunti a percepirlo, a sperimentarlo come vivo e risorto una volta ritornati all’ “Emmaus” del loro quotidiano. Ogni qualvolta, animati dal Soffio del suo Spirito d’Amore, si dimostravano disposti a vedere un compagno di viaggio, un fratello, una sorella, in chiunque incontravano sul loro cammino. Ogni qualvolta lo percepivano presente e palpitante nell’ascolto della sua Parola,”non fremeva il nostro cuore mentre egli ci parlava ?” Ed in modo del tutto speciale, ogni qualvolta si ritrovavano a spezzare il pane nella loro comunità, ritrovando la forza di “spezzarsi” a loro volta gli uni per gli altri.
E non è forse vero che ogni qualvolta anche noi ci mostriamo accoglienti del nostro prossimo e capaci di cura nei confronti del creato… Ogni qualvolta approfondiamo con passione la Sua Parola… Ogni qualvolta celebriamo l’Eucarestia con la nostra comunità, per continuare a concretizzarla nel nostro quotidiano lavandoci i piedi gli uni gli altri… Non é forse vero che ci sentiamo a nostra volta come il Cristo e nel Cristo Gesù, vivi, veri, realizzati, gioiosi, pienamente umani, altrettanti Figli?
E’ la prova certa e tangibile che il Cristo é veramente vivo ed insieme a tutti i nostri cari che ci hanno preceduti, continua a portare avanti con noi quell’entusiasmante e dinamizzante progetto di Pienezza Filiale Universale e Cosmica che Dio, da vero Padre e da vera Madre, mediante il suo Spirito, fin dagli inizi ha immesso nella sua creazione. Quando Mons. Romero fu ucciso in San Salvador, il popolo iniziò a cantare: “Los que viven con amor y mueren por la justicia no estàn muertos sino vivos”.
Heyokkone, il link?

Quando si posta il testo di un articolo il regolamento prevede si debba postare il relativo link alla fonte.

E tu sei pure un moderatore, seppure "di sezione"…
PATRIA O MUERTE!!!

(Fidel Castro)
Avatar utente
heyoka
Senatore
Messaggi: 5235
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
1
Has thanked: 1685 times
Ti Piace: 856 times

Re: RESURREZIONE.

Messaggio da leggere da heyoka »

non esiste nessun link, Nerorosso.
Questa che ho postato è una riflessione di un ex monaco del deserto amico di un mio amico.
L' ho ricevuto come dono di Pasqua.
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Avatar utente
nerorosso
Senatore
Messaggi: 2688
Iscritto il: 8 giu 2019, 17:34
1
Has thanked: 573 times
Ti Piace: 565 times

Re: RESURREZIONE.

Messaggio da leggere da nerorosso »

heyoka ha scritto: 8 apr 2021, 22:29 non esiste nessun link, Nerorosso.
Questa che ho postato è una riflessione di un ex monaco del deserto amico di un mio amico.
L' ho ricevuto come dono di Pasqua.
Mi sembrava non fosse farina del tuo sacco…

Beer4

A parte gli scherzi, il tuo stile di scrittura è diverso, per questo pensavo fosse il riporto di un articolo preso su qualche "link"… ;)
PATRIA O MUERTE!!!

(Fidel Castro)
Avatar utente
Ovidio
Senatore
Messaggi: 2423
Iscritto il: 25 set 2020, 17:08
Has thanked: 217 times
Ti Piace: 492 times

Re: RESURREZIONE.

Messaggio da leggere da Ovidio »

nerorosso ha scritto: 8 apr 2021, 23:40
heyoka ha scritto: 8 apr 2021, 22:29 non esiste nessun link, Nerorosso.
Questa che ho postato è una riflessione di un ex monaco del deserto amico di un mio amico.
L' ho ricevuto come dono di Pasqua.
Mi sembrava non fosse farina del tuo sacco…

Beer4

A parte gli scherzi, il tuo stile di scrittura è diverso, per questo pensavo fosse il riporto di un articolo preso su qualche "link"… ;)
Al livello di Sgarbi che riconosce autentico un Caravaggio e un da Vinci apocrifo anche se non firmati!
Tenere sempre a mente la „regola d‘oro“
Avatar utente
heyoka
Senatore
Messaggi: 5235
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
1
Has thanked: 1685 times
Ti Piace: 856 times

Re: RESURREZIONE.

Messaggio da leggere da heyoka »

Al livello di Sgarbi che riconosce autentico un Caravaggio e un da Vinci apocrifo anche se non firmati!
Era più che evidente che non era mio.
Per i termini usati, per ortografia, per scarsità di usi delle maiuscole....
Diciamo che condivido molto il contenuto.

Pensa Ovidio, che quasi in contemporanea con la scoperta di Nerorosso, una mia amica, cui avevo postato per Pasqua, questo messaggio di Resurrezione, mi ha mandato questo wattsapp :

Giorgio Palu'
Presidente dell'AIFA è il tuo sosia ...è identico a Te!!! 🙂 Stessa espressione mentre parla!!! 🙂


Ma proprio al Presidente dell' AIFA, devo assomigliare???? 😩😩😩😩😩😩😩
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Avatar utente
heyoka
Senatore
Messaggi: 5235
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
1
Has thanked: 1685 times
Ti Piace: 856 times

Re: RESURREZIONE.

Messaggio da leggere da heyoka »

E tu sei pure un moderatore, seppure "di sezione"…
Fare il moderatore lo sai bene che non è un ruolo che mi appartiene.
Io sono un provocatore, un' Heyoka. 😁😁
Io non sono mica Giorgio Palu'????
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Avatar utente
Ovidio
Senatore
Messaggi: 2423
Iscritto il: 25 set 2020, 17:08
Has thanked: 217 times
Ti Piace: 492 times

Re: RESURREZIONE.

Messaggio da leggere da Ovidio »

heyoka ha scritto: 9 apr 2021, 6:56
Al livello di Sgarbi che riconosce autentico un Caravaggio e un da Vinci apocrifo anche se non firmati!
Era più che evidente che non era mio.
Per i termini usati, per ortografia, per scarsità di usi delle maiuscole....
Diciamo che condivido molto il contenuto.

Pensa Ovidio, che quasi in contemporanea con la scoperta di Nerorosso, una mia amica, cui avevo postato per Pasqua, questo messaggio di Resurrezione, mi ha mandato questo wattsapp :

Giorgio Palu'
Presidente dell'AIFA è il tuo sosia ...è identico a Te!!! 🙂 Stessa espressione mentre parla!!! 🙂


Ma proprio al Presidente dell' AIFA, devo assomigliare???? 😩😩😩😩😩😩😩
Ma era un complimento! A caval donato ...
Tenere sempre a mente la „regola d‘oro“
Avatar utente
heyoka
Senatore
Messaggi: 5235
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
1
Has thanked: 1685 times
Ti Piace: 856 times

Re: RESURREZIONE.

Messaggio da leggere da heyoka »

Lo so che era un complimento!!!
Ma ti immagini cosa potrebbe succedermi nel caso entrassi nella farmacia di Carletto e mi scambiasse per il Presidente Aifa?
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Avatar utente
heyoka
Senatore
Messaggi: 5235
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
1
Has thanked: 1685 times
Ti Piace: 856 times

Re: RESURREZIONE.

Messaggio da leggere da heyoka »

L’universo viene descritto come un immenso agglomerato di energia, animata fin dagli inizi da una Corrente Ordinatrice che passando attraverso profonde mutazioni e sensazionali sconvolgimenti, mediante un continuo relazionarsi dei vari elementi, si é evoluta sempre ulteriormente, fino a trasformarsi da energia inerte, in energia vitale, psichica e spirituale.
Su questo sono molto d' accordo.
Ma PRIMA?????
Cosa ha indotto questa immensa materia compressa in un minuscolo spazio ad esplodere?
Dicono che la sofferenza e la voglia di libertà aguzzino la mente, il pensiero e l' ingegno.
Che sia questa l' origine?
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Rispondi