Il mondo dei sogni.

Moderatori: Ovidio, heyoka

Avatar utente
heyoka
Senatore
Messaggi: 4691
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
1
Has thanked: 1472 times
Ti Piace: 662 times

Re: Il mondo dei sogni.

Messaggio da leggere da heyoka »

Michelangelo ha scritto: 21 feb 2021, 19:19 Pensi che ci sia necessariamente un regista? Non è detto.
Ma non è detto nemmeno il contrario. Io mi ricordo di aver visto dei film, dove non riuscivo a capirci niente e ti assicuro che nella locandina c' era scritto il nome del regista. E più il film era incomprensibile e più il regista era famoso.
Ancora meglio con i dipinti di arte moderna. Una confusione di colori messi qua e là, ma erano opere di grandi artisti e quei quattro scarabocchi valevano una fortuna. E poi dovevi pagare un' altra bella cifra per trovare l' esperto che te li spiegava.
E nessuno ha mai messo in dubbio che quei scarabocchi o quei film non avessero un AUTORE.
Com' è che quando questi capolavori non hanno un autore Umano, vi fate venire tutte queste PATURNIE negazioniste?
Il cervello, durante il sonno, sputa fuori( spesso alla rinfusa) tutto quello che ha immagazzinato nell'hard disk cerebrale: passioni, fobie, traumi (relativi alla nostra parte adulta) e situazioni mai vissute, fantasiose ( relative - deduco - alla parte infantile, che continua ad essere attiva in noi).
Oppure, il regista - o meglio - il "responsabile" dei nostri sogni sconclusionati, potrebbe essere il precedente proprietario della nostra anima, che intrufolandosi furtivamente durante il sonno ( ovvero, quando noi abbassiamo la guardia e non siamo più Padroni del nostro corpo /cervello ), genera un corto circuito di pensieri e elaborazioni.
* Questa Sezione è contagiosa! Ma che sto a dì ? :?
Il precedente proprietario? icon_climb2
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Avatar utente
Michelangelo
Deputato
Messaggi: 1317
Iscritto il: 23 giu 2019, 15:00
1
Has thanked: 1045 times
Ti Piace: 426 times

Re: Il mondo dei sogni.

Messaggio da leggere da Michelangelo »

heyoka ha scritto: 22 feb 2021, 0:22
Michelangelo ha scritto: 21 feb 2021, 19:19
[...]Oppure, il regista - o meglio - il "responsabile" dei nostri sogni sconclusionati, potrebbe essere il precedente proprietario della nostra anima, che intrufolandosi furtivamente durante il sonno ( ovvero, quando noi abbassiamo la guardia e non siamo più Padroni del nostro corpo /cervello ), genera un corto circuito di pensieri e elaborazioni.
* Questa Sezione è contagiosa! Ma che sto a dì ? :?
Il precedente proprietario? icon_climb2
:mrgreen:
Mi riferivo all'ipotesi della "reincarnazione".
Alcuni sostengono che tutti potremmo aver vissuto( o forse solo alcuni di noi) una precedente vita ( in altre vesti).
Ad avvalorare questa tesi, avanzo questa ipotesi( pur consapevole che possa essere discutibile):
Analizzando la mia "storia": Quando ero un infante ( in particolare dai 10 ai 13 anni ) avevo una passione incondizionata e irrazionale verso il disegno e la scultura ( e predisposizione naturale; abilità creative insolite ) e talvolta - tale e tanta era la passione sopracitata - che, pur essendo un bambino dal carattere molto "solare" , quando subentrava prepotentemente l'estro creativo, preferivo rimanere in casa a completare un disegno o una scultura; stregato dal fascino dell'ARTE.
N.B. Tutto ciò, pur essendo un grande appassionato di calcio( pure bravino) e avendo un campetto da calcetto a 20 metri da casa mia. Gli amichetti mi citofonavo per aggregarmi a giocare con loro , ma io - a volte - preferivo rimanere a disegnare. FOLLIA pura! ( mi viene da pensare oggi) :?
ERGO: Oggi, seppur tale passione artistica mi sia rimasta, non farei MAI una simile rinuncia ( a favore dell'ARTE). E dunque, mi sovviene il dubbio che - quando ero un infante - subivo le "pressioni" di qualche entità (artista reincarnato), FISSATO con il disegno la scultura e tutt'ora ,costui, penso che sia ancora presente e magari mi rompe le balle durante il sonno e/o tenta ( con scarsi risultati) di "dominarmi" in altre circostanze :grin:
“Un popolo che dimentica i fasti del patriottismo è un popolo in decadenza. Il passato segna i doveri dell’avvenire.”
Francesco Crispi
Avatar utente
heyoka
Senatore
Messaggi: 4691
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
1
Has thanked: 1472 times
Ti Piace: 662 times

Re: Il mondo dei sogni.

Messaggio da leggere da heyoka »

Stanotte provo chiedere al "responsabile" irrazionale che vive dentro di me, cosa ne pensa. Anche se hai ragione sul discorso che fai sulla "sintesi" . Magari anche i sogni sono come gli avatar. Un flash di immagini sintetiche.
Niente da fare, Michelangelo.
Stanotte sono stato svegliato 4 volte, dopo aver visto dei sogni. Tutti abbastanza chiari nella costruzione e nella simbologia.
Ma nessuno mi ha portato alla questione sul mio avatar. Trattavano tutti questioni più inerenti a questioni familiari.
Però mi sembra di aver "INTUITO" una specie di voce che mi invitava a tenere l' avatar attuale.
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Avatar utente
heyoka
Senatore
Messaggi: 4691
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
1
Has thanked: 1472 times
Ti Piace: 662 times

Re: Il mondo dei sogni.

Messaggio da leggere da heyoka »

Mi riferivo all'ipotesi della "reincarnazione".
Alcuni sostengono che tutti potremmo aver vissuto( o forse solo alcuni di noi) una precedente vita ( in altre vesti).
Sulla cosiddetta reincarnazione io ho elaborato una mia ipotesi, che mette in pace la mia mente, che ha sempre la
OSSESSIONE di annodare i fili pendenti che continuo a cercare in giro.
Ed è questa:
Secondo me, il nostro corpo è come una automobile che andiamo a comperare dal nostro concessionario di fiducia.
L' auto ci serve per poter muoverci.
Quante auto possiamo usare nella nostra vita?
Certo che se ci comportiamo come quel mio amico che per salvare la sua auto che stava precipitando sul burrone ci ha rimesdo la pelle Lui, mica si è comportato saggiamente.
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Avatar utente
Michelangelo
Deputato
Messaggi: 1317
Iscritto il: 23 giu 2019, 15:00
1
Has thanked: 1045 times
Ti Piace: 426 times

Re: Il mondo dei sogni.

Messaggio da leggere da Michelangelo »

heyoka ha scritto: 22 feb 2021, 11:44 Niente da fare, Michelangelo.
Stanotte sono stato svegliato 4 volte, dopo aver visto dei sogni. Tutti abbastanza chiari nella costruzione e nella simbologia.
Ma nessuno mi ha portato alla questione sul mio avatar. Trattavano tutti questioni più inerenti a questioni familiari.
Però mi sembra di aver "INTUITO" una specie di voce che mi invitava a tenere l' avatar attuale.
:grin: Sì, secondo me, quella "voce" è quella giusta; da seguire. ;)
Sulla cosiddetta reincarnazione io ho elaborato una mia ipotesi, che mette in pace la mia mente, che ha sempre la
OSSESSIONE di annodare i fili pendenti che continuo a cercare in giro.
Ed è questa:
Secondo me, il nostro corpo è come una automobile che andiamo a comperare dal nostro concessionario di fiducia.
L' auto ci serve per poter muoverci.
Quante auto possiamo usare nella nostra vita?
Certo che se ci comportiamo come quel mio amico che per salvare la sua auto che stava precipitando sul burrone ci ha rimesdo la pelle Lui, mica si è comportato saggiamente.
Su questa ultima frase, ogni riferimento a quelli che si aggrappano ai vaccini e altri rimedi anti-Covid - per non perire - è puramente VOLUTO! ( suppongo) :grin:

Per il resto, l'esempio dell'automobile, lo trovo azzeccato: ovvero, che ci sia una unica anima che prosegue il suo cammino, per secoli o millenni, prendendo in prestito il corpo di un numero non precisato di individui. Presupponendo - nella tua versione heyoka - che il corpo preso in prestito, sia solo un involucro.
Mentre, io, sospetto che ci sia una anima "vecchia"(secolare/millenaria), che si intrufoli ogni volta nel corpo di un nuovo nato, MA che questo "novizio" non abbia SOLO un corpo in grado di seguire le direttive, ma abbia, a sua volta, una SUA anima. E qualora questa fosse una anima "OSTICA", poco malleabile rispetto al "BOSS"(anima veterana), sorgerebbero non pochi grattacapi( conflitti "gerarchici" :P ).
“Un popolo che dimentica i fasti del patriottismo è un popolo in decadenza. Il passato segna i doveri dell’avvenire.”
Francesco Crispi
Avatar utente
heyoka
Senatore
Messaggi: 4691
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
1
Has thanked: 1472 times
Ti Piace: 662 times

Re: Il mondo dei sogni.

Messaggio da leggere da heyoka »

Questo è uno dei tanti sogni che ho catalogato nel mio diario dei sogni.
Mi trovo al mare con mia moglie e la convinco di fare una specie di pellegrinaggio in un santuario che si trova sulla cima di una collina che sovrasta quella località. Lei non è per niente entusiasta della proposta ma io insisto e allora prendiamo una bici tandem, così la fatica di pedalare la faccio io quasi interamente.
Nonostante questo mia moglie continua a lamentarsi e vuole scendere. Io noncurante della sua ritrosia insisto per convincerla tanto più che mi faccio carico di sopportare tutta la fatica e continuo a spingere sui pedali. Nel frattempo la strada entra prima in un bosco fitto e poi entra in una specie di galleria. Devo lasciare la bici che la galleria ha diverse diramazione tutte a scalini e mi accorgo che mia moglie non è più con me. Evidentemente è scesa molto prima ed io non ci ho fatto caso. Il luogo è magico, illuminato da qualche fioca luce di qualche candela. Ad un tratto mi trovo all’ interno di una grande chiesa in stile gotico con ai lati diversi confessionali dove ai lati sostano in attesa del loro turno, vari gruppetti di fedeli. Mi accorgo che alla mia destra c’ è un confessionale libero e mi accosto. Mi riceve un vecchio frate francescano con una lunga barba bianca al quale mi rivolgo per la confessione. Mi accorgo subito però che è abbastanza sordo ed allora mi tocca alzare il volume della voce per dargli modo di ascoltarmi.
In quel mentre sbircio fuori dal confessionale e vedo che si è accostata per il turno dopo di me, una giovane suora vestita di bianco che mi guarda e mi sorride facendomi capire che anche non volendo stava ascoltando anche Lei la mia confessione.
Allora mi alzo e mi ritrovo con altri pellegrini nella mensa a loro riservata e vengo servito a tavola, come gli altri, dalla giovane suora che aveva ascoltato " involontariamente" la mia confessione.
Subito dopo mi ritrovo a dormire in una piccola cameretta con un letto singolo. La stanza è tutta buia e filtra solo una piccola luce dal buco della serratura. Sto per addormentarmi quando noto che la porta viene socchiusa lentamente facendo entrare un fascio di luce sempre più grande man mano che si apre. Con stupore ed apprensione vedo entrare nella mia stanza la giovane suora che aveva ascoltato la mia confessione e che poi mi aveva servito a cena. Lei mi guarda con sorriso molto dolce ma io sono un pò imbarazzato e le chiedo cosa è venuta a fare nella mia camera, visto che oltretutto ero nudo.
Al che Lei mi risponde che quella è anche la sua camera e spogliandosi entra nel mio letto.
Io sempre più imbarazzato ma allo stesso tempo compiaciuto anche se impietrito le faccio posto e lei si accoccola sul mio corpo accarezzandomi e stringendosi a me.
Io non so cosa fare e la lascio fare perché naturalmente provo immenso piacere e calore. Le sue mani e la sua bocca si avvicinano dolcemente alle mie parti più intime e in quel mentre la porta della stanza si apre di nuovo piano piano e vedo che entra una suora più anziana e grassoccia ma anche Lei con uno sguardo dolce e sorridente si avvicina alla suora la prende per la mano e la fa uscire dal mio letto. La aiuta a rivestirsi e guardandomi entrambe con un dolce sorriso, lasciano la stanza.


Questo è un sogno che ho avuto più di 20 anni fà.
Accetto commenti ed interpretazioni :grin:
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Avatar utente
carletto3
Senatore
Messaggi: 4207
Iscritto il: 25 giu 2019, 2:20
1
Has thanked: 159 times
Ti Piace: 900 times

Re: Il mondo dei sogni.

Messaggio da leggere da carletto3 »

heyoka ha scritto: 25 feb 2021, 10:02 Questo è uno dei tanti sogni che ho catalogato nel mio diario dei sogni.
Mi trovo al mare con mia moglie e la convinco di fare una specie di pellegrinaggio in un santuario che si trova sulla cima di una collina che sovrasta quella località. Lei non è per niente entusiasta della proposta ma io insisto e allora prendiamo una bici tandem, così la fatica di pedalare la faccio io quasi interamente.
Nonostante questo mia moglie continua a lamentarsi e vuole scendere. Io noncurante della sua ritrosia insisto per convincerla tanto più che mi faccio carico di sopportare tutta la fatica e continuo a spingere sui pedali. Nel frattempo la strada entra prima in un bosco fitto e poi entra in una specie di galleria. Devo lasciare la bici che la galleria ha diverse diramazione tutte a scalini e mi accorgo che mia moglie non è più con me. Evidentemente è scesa molto prima ed io non ci ho fatto caso. Il luogo è magico, illuminato da qualche fioca luce di qualche candela. Ad un tratto mi trovo all’ interno di una grande chiesa in stile gotico con ai lati diversi confessionali dove ai lati sostano in attesa del loro turno, vari gruppetti di fedeli. Mi accorgo che alla mia destra c’ è un confessionale libero e mi accosto. Mi riceve un vecchio frate francescano con una lunga barba bianca al quale mi rivolgo per la confessione. Mi accorgo subito però che è abbastanza sordo ed allora mi tocca alzare il volume della voce per dargli modo di ascoltarmi.
In quel mentre sbircio fuori dal confessionale e vedo che si è accostata per il turno dopo di me, una giovane suora vestita di bianco che mi guarda e mi sorride facendomi capire che anche non volendo stava ascoltando anche Lei la mia confessione.
Allora mi alzo e mi ritrovo con altri pellegrini nella mensa a loro riservata e vengo servito a tavola, come gli altri, dalla giovane suora che aveva ascoltato " involontariamente" la mia confessione.
Subito dopo mi ritrovo a dormire in una piccola cameretta con un letto singolo. La stanza è tutta buia e filtra solo una piccola luce dal buco della serratura. Sto per addormentarmi quando noto che la porta viene socchiusa lentamente facendo entrare un fascio di luce sempre più grande man mano che si apre. Con stupore ed apprensione vedo entrare nella mia stanza la giovane suora che aveva ascoltato la mia confessione e che poi mi aveva servito a cena. Lei mi guarda con sorriso molto dolce ma io sono un pò imbarazzato e le chiedo cosa è venuta a fare nella mia camera, visto che oltretutto ero nudo.
Al che Lei mi risponde che quella è anche la sua camera e spogliandosi entra nel mio letto.
Io sempre più imbarazzato ma allo stesso tempo compiaciuto anche se impietrito le faccio posto e lei si accoccola sul mio corpo accarezzandomi e stringendosi a me.
Io non so cosa fare e la lascio fare perché naturalmente provo immenso piacere e calore. Le sue mani e la sua bocca si avvicinano dolcemente alle mie parti più intime e in quel mentre la porta della stanza si apre di nuovo piano piano e vedo che entra una suora più anziana e grassoccia ma anche Lei con uno sguardo dolce e sorridente si avvicina alla suora la prende per la mano e la fa uscire dal mio letto. La aiuta a rivestirsi e guardandomi entrambe con un dolce sorriso, lasciano la stanza.


Questo è un sogno che ho avuto più di 20 anni fà.
Accetto commenti ed interpretazioni :grin:
E' un chiaro sintomo di frustrazione sessuale mio caro Heyoka...se non fosse così il sogno doveva terminare con al suora rotondetta che si spogliava e si infilav anche lei nel letto...e cominciava la danza erotica a tre con acrobazie degne di un Marchese De sade....così somiglia solo ad un
"somnum interruptum" ...una cosa tristissima per un indianone ancora in forma smagliate.
PS:il sogno era tuo mica della suorina piu' anzianotta...
Beer4
La realta' è solo un'allucinazione dovuta a carenza di alcol (...un saggio)
Avatar utente
heyoka
Senatore
Messaggi: 4691
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
1
Has thanked: 1472 times
Ti Piace: 662 times

Re: Il mondo dei sogni.

Messaggio da leggere da heyoka »

E' un chiaro sintomo di frustrazione sessuale mio caro Heyoka...se non fosse così il sogno doveva terminare con al suora rotondetta che si spogliava e si infilav anche lei nel letto...e cominciava la danza erotica a tre con acrobazie degne di un Marchese De sade....così somiglia solo ad un
"somnum interruptum" ...una cosa tristissima per un indianone ancora in forma smagliate.
PS:il sogno era tuo mica della suorina piu' anzianotta...
È una chiave interpretativa probabile.
Ma il sogno contiene molte altre scene da interpretare.
E nel sogno bisogna cercare di annodare tutte le situazioni e simbologie.
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Avatar utente
Michelangelo
Deputato
Messaggi: 1317
Iscritto il: 23 giu 2019, 15:00
1
Has thanked: 1045 times
Ti Piace: 426 times

Re: Il mondo dei sogni.

Messaggio da leggere da Michelangelo »

heyoka ha scritto: 25 feb 2021, 10:02 Questo è uno dei tanti sogni che ho catalogato nel mio diario dei sogni.
[...] Sto per addormentarmi quando noto che la porta viene socchiusa lentamente facendo entrare un fascio di luce sempre più grande man mano che si apre. Con stupore ed apprensione vedo entrare nella mia stanza la giovane suora che aveva ascoltato la mia confessione e che poi mi aveva servito a cena. Lei mi guarda con sorriso molto dolce ma io sono un pò imbarazzato e le chiedo cosa è venuta a fare nella mia camera, visto che oltretutto ero nudo.
Al che Lei mi risponde che quella è anche la sua camera e spogliandosi entra nel mio letto.
Io sempre più imbarazzato ma allo stesso tempo compiaciuto anche se impietrito le faccio posto e lei si accoccola sul mio corpo accarezzandomi e stringendosi a me.
Io non so cosa fare e la lascio fare perché naturalmente provo immenso piacere e calore. Le sue mani e la sua bocca si avvicinano dolcemente alle mie parti più intime e in quel mentre la porta della stanza si apre di nuovo piano piano e vedo che entra una suora più anziana e grassoccia ma anche Lei con uno sguardo dolce e sorridente si avvicina alla suora la prende per la mano e la fa uscire dal mio letto. La aiuta a rivestirsi e guardandomi entrambe con un dolce sorriso, lasciano la stanza.


Questo è un sogno che ho avuto più di 20 anni fà.
Accetto commenti ed interpretazioni :grin:
Gran bel sogno! :roll:
Trattasi di comunissimo sogno erotico, modello Tinto Brass. 8-)
Interpretazione: voglia di trasgressione fornicante; libertà; promiscuità e consapevolezza di non poterla assecondare, allo stato attuale delle cose.
“Un popolo che dimentica i fasti del patriottismo è un popolo in decadenza. Il passato segna i doveri dell’avvenire.”
Francesco Crispi
Rispondi