Perché alcuni uomini maltrattano le donne?

Forum rivolto alla Società e alle Politiche Sociali
Avatar utente
Sayon
Senatore
Messaggi: 4726
Iscritto il: 9 giu 2019, 7:58
1
Has thanked: 64 times
Ti Piace: 427 times

Uominu italiani; BASTA COMPORTARSI COME SCIMMIE ASSASSINE

Messaggio da leggere da Sayon »

BASTA, BASTA! E' inutile negare che in Italia non ci sia FEMMINICIDIO. C'e' perche' ci sono troppe vittime femminili ed il motivo e' semplice. Gli uomini italiani si stano comportando come BESTIE, intellettualmente inferiori comunque alle donne italiane. Tutto cio' per un eccesso di presunzione che gli impedisce di vedere nella donna delle qualita' che , per la loro stupidita', credono appartengano solo agli uomini. Non e' cosi'. L' uomo sara' piu' aggressivo, piu' grosso, piu' manesco ma sta dimostrando nel nostro Paese di esserr dcisamente inferiore alla donna per quanto riguarda l' intelligenza pura e il modo di comportarsi in un mondo non piu' limitato alle scimmie ma ad esseri superiori. Da cambiare c'e tutto: l' ateggiamento maschile in politica, nella societa', nei matrimoni , nelle relazionisia di lavoro che affettivo. Sono pertanto d' accordo per un insasprimento delle pene per chiunque usi violenza, anche verbale, verso le donne e il trattamento dei picchiatori ed assassini alla stegua dei peggiori criminali: carcere duro, ergastolo e premeditazione. Se 'uomo si comporta come una bestia feroce, deve essere trattato e punito come una bestia feroce. Difese ad oltranza come anche le donne fanno lo stesso, dispiace ma non filano. Le statistiche dimostrano il contfario e in Italia e' in corso una vera epidemia omicida.
Avatar utente
RedWine
Deputato
Messaggi: 1491
Iscritto il: 9 giu 2019, 14:54
1
Has thanked: 333 times
Ti Piace: 438 times

Re: Uominu italiani; BASTA COMPORTARSI COME SCIMMIE ASSASSINE

Messaggio da leggere da RedWine »

Sayon ha scritto: 23 feb 2021, 17:17 Le statistiche dimostrano il contfario e in Italia e' in corso una vera epidemia omicida.
potrei (piu o meno) essere d'accordo su tutto il resto, ma, me le faresti vedere queste statistiche?
a mè risulta che l'italia sia uno dei paesi piu tranquilli del mondo anche sotto questo aspetto.
Se non crediamo nella libertà di espressione per le persone che disprezziamo, non ci crediamo affatto N.Chomsky
Salvo
Deputato
Messaggi: 727
Iscritto il: 20 dic 2020, 16:55
Has thanked: 55 times
Ti Piace: 262 times

Re: Uominu italiani; BASTA COMPORTARSI COME SCIMMIE ASSASSINE

Messaggio da leggere da Salvo »

La realtà è purtroppo più tragica: alla base dei c.d. femminicidi c'è l'immaturità acquisita e galoppante del genere maschile degli ultimi anni. E' come una sorta di involuzione genetica: invece di progredire, il maschio (almeno quello italico) regredisce sensibilmente. Il maschio (italico) si avvicina sempre più ai bambini capricciosi, quelli che se gli togli il giocattolino dalle mani scatenano un casino della madonna e non c'è verso di tranquillizzarli. La donna, per le nuove generazioni di maschi (italici), è come il giocattolino dei bambini: se il giocattolino si rompe o glielo strappano di mano il bimbetto non si dà pace. Il bambino si limita a strillare e fare i capricci, il maschio (italico), che per ragioni anagrafiche dispone di altri strumenti, uccide. La sua 'puerilità' assassina si dimostra inequivocabilmente al momento della costruzione della sua 'difesa': architetta alibi e marchingegni distrattivi tanto perfetti che vengono sgamati in poche ore. Eppure, nonostante questo, i femminicidi continuano: chiaro segno che il genere maschile (italico) è in caduta libera. Più che le carceri ci vorrebbero i vecchi istituti correttivi per minori deviati, con il loro personale ed i loro metodi pedagogici.
Sara
Candidato Politico
Messaggi: 143
Iscritto il: 27 dic 2020, 18:14
Has thanked: 11 times
Ti Piace: 35 times

Re: Uominu italiani; BASTA COMPORTARSI COME SCIMMIE ASSASSINE

Messaggio da leggere da Sara »

Il numero dei femminicidi in Italia rimane stabile, mentre è diminuito quello delle donne uccise per atti criminali di altro tipo. (https://www.ilsole24ore.com/art/eures-s ... to-ADJAxL4).
Il confronto con gli altri paesi riesce poco attendibile, perché non tutti hanno introdotto questo tipo di classificazione.
La parola “femminicidio” è la traduzione dell’Inglese “feminicide”, reso popolare da due femministe: Jill Radford e Diana Russell, che nel 1992 hanno pubblicato il libro Femicide, The Politics of Woman Killing (“Femminicidio – L’aspetto politico dell’omicidio delle donne”). Il termine è stato aggiunto a Le Petit Robert solo nel 2015. Il femminicidio è l’omicidio di una donna o di una giovane ragazza per il solo motivo di essere femmina. L’omicidio può essere commesso da chiunque. L’assassino, dunque, non è per forza un uomo. Così, un femminicidio è l’omicidio di una donna, allo stesso modo in cui un infanticidio è l’assassinio di un bambino, eccetera. (http://www.lejournalinternational.info/ ... europeens/)
Sara
Candidato Politico
Messaggi: 143
Iscritto il: 27 dic 2020, 18:14
Has thanked: 11 times
Ti Piace: 35 times

Perché alcuni uomini maltrattano le donne?

Messaggio da leggere da Sara »

COME RICONOSCERE UN UOMO VIOLENTO
In un Paese, l’Italia, dove siamo a quasi un femminicidio ogni tre giorni, è il caso di farsi, tutti e senza semplificazioni, una domanda preventiva: Si può riconoscere in anticipo un uomo tendenzialmente violento? Le donne hanno la possibilità di rendersi conto, da alcuni segnali inequivocabili, i rischi che possono correre con un certo tipo di uomini? Sono in grado, sempre attraverso gesti espliciti, di capire che stanno sprecando la salute, i sentimenti, e in qualche caso anche la vita?
Tutti gli esperti che abbiamo consultato su queste domande hanno fornito la stessa e univoca risposta: sì, è possibile. E hanno indicato alcune spie forti e chiare, perfino semplici da decifrare in chiave anti-violenza. Dall’intolleranza del linguaggio alla tendenza al vittimismo. Dalla gelosia ossessiva, indice di un’idea di “possesso” della donna, a paronoie di vario genere. Dall’abuso di alcol, o droghe, all’abitudine di denigrare, in modo esplicito, la propria compagna. Ed è all’interno della vischiosità di questi comportamenti che cova, per poi esplodere, la violenza contro le donne, fino al gesto estremo del femminicidio.
Un'esperienza di volontariato mi ha consentito di conoscere diverse donne maltrattate; la fisionomia degli uomini che le maltrattavano mi è invece nota solo in base ai loro resoconti. In rete abbondano i siti che ne parlano, come quello del brano citato (https://www.nonsprecare.it/violenza-don ... oni-uomini), esistono centri per il loro recupero, eccetera.
In questo forum abbondano gli uomini: qualcuno conosce/ha conosciuto/pensa di poter essere/ un uomo maltrattante?
Sara
Candidato Politico
Messaggi: 143
Iscritto il: 27 dic 2020, 18:14
Has thanked: 11 times
Ti Piace: 35 times

Re: Uominu italiani; BASTA COMPORTARSI COME SCIMMIE ASSASSINE

Messaggio da leggere da Sara »

Ho aperto una discussione sull'argomento in "politiche sociali"
Salvo
Deputato
Messaggi: 727
Iscritto il: 20 dic 2020, 16:55
Has thanked: 55 times
Ti Piace: 262 times

Re: Uominu italiani; BASTA COMPORTARSI COME SCIMMIE ASSASSINE

Messaggio da leggere da Salvo »

Sayon:
"[...] Sono pertanto d' accordo per un inasprimento delle pene per chiunque usi violenza, anche verbale, verso le donne e il trattamento dei picchiatori ed assassini alla stregua dei peggiori criminali: carcere duro, ergastolo e premeditazione. Se 'uomo si comporta come una bestia feroce, deve essere trattato e punito come una bestia feroce [..]".
___________________________

Uno Stato deve restare Stato, freddo e lucido, anche di fronte alla bestia feroce. Peraltro, per fronteggiare una bestia feroce, non è neanche necessario diventare bestia feroce. Basta applicare con correttezza e serietà le norme penali già esistenti, che per gli omicidi aggravati da premeditazione prevedono la pena dell’ergastolo. Il problema è la legislazione penale di contorno, di supporto, quella sovranazionale e la giurisprudenza (cioè le sentenze) à la page. Tutto dipende da una distorsiva interpretazione della funzione rieducativa della pena (art. 27, co. 3 Cost.), che ‘traduce’ la rieducazione in perdonismo buonista (di matrice cattolica e liberalradicale) sull’erroneo presupposto che la detenzione carceraria sia per definizione incompatibile con la rieducazione del condannato. Già a livello accademico, ormai da molti anni, ed a caduta nella pratica giudiziaria, si è affermata una cultura penalistica che considera la detenzione carceraria come un residuo di barbarie, indegno di una società civilmente evoluta. Di qui ogni sforzo intellettivo per superare questo lascito medievale. Si potrebbe anche convenire sulla ragionevolezza di questo principio se si trovasse uno strumento sostitutivo, al passo dei tempi, idoneo ed efficace allo scopo di prevenire, in via generale, la commissione dei reati, dissuadendo i potenziali trasgressori. Finché questo strumento innovativo non viene trovato, inventato, si dovrà purtroppo continuare ad utilizzare, in maniera civile e non bestiale, il vecchio strumento penitenziario. Ed i processi non devono essere, in molti, troppi casi, una lunga sceneggiata che finisce con il calo del sipario (prescrizione).
Avatar utente
nerorosso
Senatore
Messaggi: 2722
Iscritto il: 8 giu 2019, 17:34
1
Has thanked: 592 times
Ti Piace: 571 times

Re: Perché alcuni uomini maltrattano le donne?

Messaggio da leggere da nerorosso »

Sara ha scritto: 23 feb 2021, 18:14
COME RICONOSCERE UN UOMO VIOLENTO
In un Paese, l’Italia, dove siamo a quasi un femminicidio ogni tre giorni, è il caso di farsi, tutti e senza semplificazioni, una domanda preventiva: Si può riconoscere in anticipo un uomo tendenzialmente violento? Le donne hanno la possibilità di rendersi conto, da alcuni segnali inequivocabili, i rischi che possono correre con un certo tipo di uomini? Sono in grado, sempre attraverso gesti espliciti, di capire che stanno sprecando la salute, i sentimenti, e in qualche caso anche la vita?
Tutti gli esperti che abbiamo consultato su queste domande hanno fornito la stessa e univoca risposta: sì, è possibile. E hanno indicato alcune spie forti e chiare, perfino semplici da decifrare in chiave anti-violenza. Dall’intolleranza del linguaggio alla tendenza al vittimismo. Dalla gelosia ossessiva, indice di un’idea di “possesso” della donna, a paronoie di vario genere. Dall’abuso di alcol, o droghe, all’abitudine di denigrare, in modo esplicito, la propria compagna. Ed è all’interno della vischiosità di questi comportamenti che cova, per poi esplodere, la violenza contro le donne, fino al gesto estremo del femminicidio.
Un'esperienza di volontariato mi ha consentito di conoscere diverse donne maltrattate; la fisionomia degli uomini che le maltrattavano mi è invece nota solo in base ai loro resoconti. In rete abbondano i siti che ne parlano, come quello del brano citato (https://www.nonsprecare.it/violenza-don ... oni-uomini), esistono centri per il loro recupero, eccetera.
In questo forum abbondano gli uomini: qualcuno conosce/ha conosciuto/pensa di poter essere/ un uomo maltrattante?
Io non lo sono, credo nel dialogo se l'altra parte corrisponde…
Conosco però un paio di casi di maltrattamenti fisici e/o psicologici.

PS
Esistono però anche molte donne che maltrattano psicologicamente i loro uomini...
PATRIA O MUERTE!!!

(Fidel Castro)
Avatar utente
nerorosso
Senatore
Messaggi: 2722
Iscritto il: 8 giu 2019, 17:34
1
Has thanked: 592 times
Ti Piace: 571 times

Re: Uominu italiani; BASTA COMPORTARSI COME SCIMMIE ASSASSINE

Messaggio da leggere da nerorosso »

Sara ha scritto: 23 feb 2021, 18:17 Ho aperto una discussione sull'argomento in "politiche sociali"
Unisco questa alla tua.
PATRIA O MUERTE!!!

(Fidel Castro)
Avatar utente
nerorosso
Senatore
Messaggi: 2722
Iscritto il: 8 giu 2019, 17:34
1
Has thanked: 592 times
Ti Piace: 571 times

Re: Perché alcuni uomini maltrattano le donne?

Messaggio da leggere da nerorosso »

OT
Mi piacerebbe capire perchè l'unione di topic ti sposta i post in questa maniera indegna… BangHead
PATRIA O MUERTE!!!

(Fidel Castro)
Rispondi