Prostituzione: punire i clienti, non le prostitute

Forum rivolto alla Società e alle Politiche Sociali
Avatar utente
Holubice
Deputato
Messaggi: 809
Iscritto il: 9 apr 2020, 14:11
Ti Piace: 109 times

Prostituzione: punire i clienti, non le prostitute

Messaggio da leggere da Holubice »

Colpire i clienti e non le prostitute: il modello svedese piace all'Ue ma non a tutti

Immagine

"... Colpire il cliente e non la prostituta: è questa la ricetta svedese per affrontare il tema della prostituzione. Né tolleranza né liberalizzazione, quindi, ma un giro di vite che a fine febbraio è stato preso come modello anche dal Parlamento Europeo. Non senza polemiche. Clienti nel mirino La Svezia ha modificato la propria legislazione in materia nel 1999. Il principio di base è che la compravendita del sesso è una forma di violenza, svilisce l’essere umano e mina la parità di genere. Il paese ha depenalizzato l’attività di chi si prostituisce, ma ha vietato l’acquisto di sesso. In altre parole, a commettere un reato è il cliente: un modo alternativo per scoraggiare il commercio sessuale. Studi: prostituzione in calo dopo l'introduzione della legge Secondo alcuni studi, gli effetti sono stati evidenti. Nel Paese il numero di persone che si prostituiscono sarebbe un decimo rispetto alla vicina Danimarca, dove acquistare sesso è legale e la popolazione è inferiore. La legge ha anche avuto effetti sull'opinione pubblica: nel 1996 il 45% delle donne e il 20% degli uomini erano a favore della criminalizzazione dell'acquisto di sesso da parte degli uomini, mentre nel 2008 il 79% delle donne e il 60% degli uomini erano favorevoli alla normativa. Secondo la polizia svedese, il provvedimento ha esercitato un notevole effetto deterrente sulla tratta a fini di sfruttamento sessuale..." (CONTINUA NEL LINK)


Che ne diete...?


https://www.amicidilazzaro.it/index.php ... a-svedese/


Immagine
"Ricordatevi sempre che nel nostro Parlamento siedono i nostri rappresentanti. E che ci rappresentano benissimo"
(Indro Montanelli)
Avatar utente
heyoka
Senatore
Messaggi: 4719
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
1
Has thanked: 1482 times
Ti Piace: 666 times

Re: Prostituzione: punire i clienti, non le prostitute

Messaggio da leggere da heyoka »

Holubice ha scritto: 10 gen 2021, 12:51 Colpire i clienti e non le prostitute: il modello svedese piace all'Ue ma non a tutti

Immagine

"... Colpire il cliente e non la prostituta: è questa la ricetta svedese per affrontare il tema della prostituzione. Né tolleranza né liberalizzazione, quindi, ma un giro di vite che a fine febbraio è stato preso come modello anche dal Parlamento Europeo. Non senza polemiche. Clienti nel mirino La Svezia ha modificato la propria legislazione in materia nel 1999. Il principio di base è che la compravendita del sesso è una forma di violenza, svilisce l’essere umano e mina la parità di genere. Il paese ha depenalizzato l’attività di chi si prostituisce, ma ha vietato l’acquisto di sesso. In altre parole, a commettere un reato è il cliente: un modo alternativo per scoraggiare il commercio sessuale. Studi: prostituzione in calo dopo l'introduzione della legge Secondo alcuni studi, gli effetti sono stati evidenti. Nel Paese il numero di persone che si prostituiscono sarebbe un decimo rispetto alla vicina Danimarca, dove acquistare sesso è legale e la popolazione è inferiore. La legge ha anche avuto effetti sull'opinione pubblica: nel 1996 il 45% delle donne e il 20% degli uomini erano a favore della criminalizzazione dell'acquisto di sesso da parte degli uomini, mentre nel 2008 il 79% delle donne e il 60% degli uomini erano favorevoli alla normativa. Secondo la polizia svedese, il provvedimento ha esercitato un notevole effetto deterrente sulla tratta a fini di sfruttamento sessuale..." (CONTINUA NEL LINK)


Che ne diete...?


https://www.amicidilazzaro.it/index.php ... a-svedese/


Contrario!!!!
La Prostituzione va legalizzata e CONTROLLATA.
Nel senso che se una donna o Uomo, è maggiorenne nel pieno delle sue facoltà mentali ed economiche, non vedo perchè NON possa decidere di prostitursi. L'IPOCRISIA , tipica dei cervelli bacati dei Sinistri è di dire ad una Prostituta che ha il diritto di aprire un negozio ma si proibisci ai clienti di ACCEDERVI.

Immagine
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Avatar utente
Ovidio
Senatore
Messaggi: 2130
Iscritto il: 25 set 2020, 17:08
Has thanked: 203 times
Ti Piace: 394 times

Re: Prostituzione: punire i clienti, non le prostitute

Messaggio da leggere da Ovidio »

Non punirei nè i clienti nè le prostitute, ma i papponi!
Tenere sempre a mente la „regola d‘oro“
Avatar utente
nerorosso
Senatore
Messaggi: 2406
Iscritto il: 8 giu 2019, 17:34
1
Has thanked: 456 times
Ti Piace: 469 times

Re: Prostituzione: punire i clienti, non le prostitute

Messaggio da leggere da nerorosso »

heyoka ha scritto: 10 gen 2021, 12:58
Holubice ha scritto: 10 gen 2021, 12:51 Colpire i clienti e non le prostitute: il modello svedese piace all'Ue ma non a tutti

Immagine

"... Colpire il cliente e non la prostituta: è questa la ricetta svedese per affrontare il tema della prostituzione. Né tolleranza né liberalizzazione, quindi, ma un giro di vite che a fine febbraio è stato preso come modello anche dal Parlamento Europeo. Non senza polemiche. Clienti nel mirino La Svezia ha modificato la propria legislazione in materia nel 1999. Il principio di base è che la compravendita del sesso è una forma di violenza, svilisce l’essere umano e mina la parità di genere. Il paese ha depenalizzato l’attività di chi si prostituisce, ma ha vietato l’acquisto di sesso. In altre parole, a commettere un reato è il cliente: un modo alternativo per scoraggiare il commercio sessuale. Studi: prostituzione in calo dopo l'introduzione della legge Secondo alcuni studi, gli effetti sono stati evidenti. Nel Paese il numero di persone che si prostituiscono sarebbe un decimo rispetto alla vicina Danimarca, dove acquistare sesso è legale e la popolazione è inferiore. La legge ha anche avuto effetti sull'opinione pubblica: nel 1996 il 45% delle donne e il 20% degli uomini erano a favore della criminalizzazione dell'acquisto di sesso da parte degli uomini, mentre nel 2008 il 79% delle donne e il 60% degli uomini erano favorevoli alla normativa. Secondo la polizia svedese, il provvedimento ha esercitato un notevole effetto deterrente sulla tratta a fini di sfruttamento sessuale..." (CONTINUA NEL LINK)


Che ne diete...?


https://www.amicidilazzaro.it/index.php ... a-svedese/


Contrario!!!!
La Prostituzione va legalizzata e CONTROLLATA.
Nel senso che se una donna o Uomo, è maggiorenne nel pieno delle sue facoltà mentali ed economiche, non vedo perchè NON possa decidere di prostitursi. L'IPOCRISIA , tipica dei cervelli bacati dei Sinistri è di dire ad una Prostituta che ha il diritto di aprire un negozio ma si proibisci ai clienti di ACCEDERVI.

Immagine
Esatto. Mi pare di un'ipocrisia allucinante permettere di vendere un prodotto, perfino benefico che il sesso è benefico, e poi proibire di comprarlo.
Purtroppo sono PolCor, non ci si può aspettare di meglio...
PATRIA O MUERTE!!!

(Fidel Castro)
Avatar utente
Holubice
Deputato
Messaggi: 809
Iscritto il: 9 apr 2020, 14:11
Ti Piace: 109 times

Re: Prostituzione: punire i clienti, non le prostitute

Messaggio da leggere da Holubice »

heyoka ha scritto: 10 gen 2021, 12:58
Contrario!!!!
La Prostituzione va legalizzata e CONTROLLATA.
Nel senso che se una donna o Uomo, è maggiorenne nel pieno delle sue facoltà mentali ed economiche, non vedo perchè NON possa decidere di prostitursi. L'IPOCRISIA , tipica dei cervelli bacati dei Sinistri è di dire ad una Prostituta che ha il diritto di aprire un negozio ma si proibisci ai clienti di ACCEDERVI.

Immagine

Leggi bene...
...Come ha raccontato in un’intervista Gunilla Ekberg, l’avvocata femminista che aveva lavorato al disegno di legge, «fino ad un certo momento avevamo considerato la prostituzione come un fenomeno a sé stante. La svolta è avvenuta quando ci siamo rese conto che si trattava invece di una delle forme della violenza maschile nei confronti del nostro sesso». Avevano portato a questo risultato non tanto le analisi teoriche, quanto i molti studi e ricerche fatti negli anni precedenti sulle prostitute svedesi. In tutte le loro storie, in un modo o nell’altro, c’erano abusi familiari infantili, stupri subiti da amici di famiglia o compagni di scuola o condizioni di disagio estremo e di emarginazione sociale. In altre parole, nel contesto svedese erano molto rare le donne che facevano della prostituzione una libera scelta di vita. Ed ecco allora il testo che proibisce “l’acquisto di prestazioni sessuali”, punendo anche penalmente chi compra sesso ma non chi lo offre e che viene considerata invece una vittima da proteggere e aiutare...
Perché qui ci si deve mettere d'accordo con il cervello: fare le marchette è una attività buona ed ammissibile, oppure no? Se non lo è, perché punire chi mette in piedi lo sfruttamento della prostituzione, e non chi la consuma?

Forse perché rischieremmo di perseguire qualche milione di uomini solo nella Penisola su cui siamo accampati...? Tu parli di ipocrisia, sì, ce n'è tanta, ma non dove dici tu...


Immagine
"Ricordatevi sempre che nel nostro Parlamento siedono i nostri rappresentanti. E che ci rappresentano benissimo"
(Indro Montanelli)
Avatar utente
Ovidio
Senatore
Messaggi: 2130
Iscritto il: 25 set 2020, 17:08
Has thanked: 203 times
Ti Piace: 394 times

Re: Prostituzione: punire i clienti, non le prostitute

Messaggio da leggere da Ovidio »

nerorosso ha scritto: 10 gen 2021, 13:21
heyoka ha scritto: 10 gen 2021, 12:58
Holubice ha scritto: 10 gen 2021, 12:51 Colpire i clienti e non le prostitute: il modello svedese piace all'Ue ma non a tutti

Immagine

"... Colpire il cliente e non la prostituta: è questa la ricetta svedese per affrontare il tema della prostituzione. Né tolleranza né liberalizzazione, quindi, ma un giro di vite che a fine febbraio è stato preso come modello anche dal Parlamento Europeo. Non senza polemiche. Clienti nel mirino La Svezia ha modificato la propria legislazione in materia nel 1999. Il principio di base è che la compravendita del sesso è una forma di violenza, svilisce l’essere umano e mina la parità di genere. Il paese ha depenalizzato l’attività di chi si prostituisce, ma ha vietato l’acquisto di sesso. In altre parole, a commettere un reato è il cliente: un modo alternativo per scoraggiare il commercio sessuale. Studi: prostituzione in calo dopo l'introduzione della legge Secondo alcuni studi, gli effetti sono stati evidenti. Nel Paese il numero di persone che si prostituiscono sarebbe un decimo rispetto alla vicina Danimarca, dove acquistare sesso è legale e la popolazione è inferiore. La legge ha anche avuto effetti sull'opinione pubblica: nel 1996 il 45% delle donne e il 20% degli uomini erano a favore della criminalizzazione dell'acquisto di sesso da parte degli uomini, mentre nel 2008 il 79% delle donne e il 60% degli uomini erano favorevoli alla normativa. Secondo la polizia svedese, il provvedimento ha esercitato un notevole effetto deterrente sulla tratta a fini di sfruttamento sessuale..." (CONTINUA NEL LINK)


Che ne diete...?


https://www.amicidilazzaro.it/index.php ... a-svedese/


Contrario!!!!
La Prostituzione va legalizzata e CONTROLLATA.
Nel senso che se una donna o Uomo, è maggiorenne nel pieno delle sue facoltà mentali ed economiche, non vedo perchè NON possa decidere di prostitursi. L'IPOCRISIA , tipica dei cervelli bacati dei Sinistri è di dire ad una Prostituta che ha il diritto di aprire un negozio ma si proibisci ai clienti di ACCEDERVI.

Immagine
Esatto. Mi pare di un'ipocrisia allucinante permettere di vendere un prodotto, perfino benefico che il sesso è benefico, e poi proibire di comprarlo.
Purtroppo sono PolCor, non ci si può aspettare di meglio...
Io la metterei nell'assistenza sanitaria gratuita!
Tenere sempre a mente la „regola d‘oro“
Avatar utente
Ovidio
Senatore
Messaggi: 2130
Iscritto il: 25 set 2020, 17:08
Has thanked: 203 times
Ti Piace: 394 times

Re: Prostituzione: punire i clienti, non le prostitute

Messaggio da leggere da Ovidio »

Holubice ha scritto: 10 gen 2021, 13:52
heyoka ha scritto: 10 gen 2021, 12:58
Contrario!!!!
La Prostituzione va legalizzata e CONTROLLATA.
Nel senso che se una donna o Uomo, è maggiorenne nel pieno delle sue facoltà mentali ed economiche, non vedo perchè NON possa decidere di prostitursi. L'IPOCRISIA , tipica dei cervelli bacati dei Sinistri è di dire ad una Prostituta che ha il diritto di aprire un negozio ma si proibisci ai clienti di ACCEDERVI.

Immagine

Leggi bene...
...Come ha raccontato in un’intervista Gunilla Ekberg, l’avvocata femminista che aveva lavorato al disegno di legge, «fino ad un certo momento avevamo considerato la prostituzione come un fenomeno a sé stante. La svolta è avvenuta quando ci siamo rese conto che si trattava invece di una delle forme della violenza maschile nei confronti del nostro sesso». Avevano portato a questo risultato non tanto le analisi teoriche, quanto i molti studi e ricerche fatti negli anni precedenti sulle prostitute svedesi. In tutte le loro storie, in un modo o nell’altro, c’erano abusi familiari infantili, stupri subiti da amici di famiglia o compagni di scuola o condizioni di disagio estremo e di emarginazione sociale. In altre parole, nel contesto svedese erano molto rare le donne che facevano della prostituzione una libera scelta di vita. Ed ecco allora il testo che proibisce “l’acquisto di prestazioni sessuali”, punendo anche penalmente chi compra sesso ma non chi lo offre e che viene considerata invece una vittima da proteggere e aiutare...
Perché qui ci si deve mettere d'accordo con il cervello: fare le marchette è una attività buona ed ammissibile, oppure no? Se non lo è, perché punire chi mette in piedi lo sfruttamento della prostituzione, e non chi la consuma?

Forse perché rischieremmo di perseguire qualche milione di uomini solo nella Penisola su cui siamo accampati...? Tu parli di ipocrisia, sì, ce n'è tanta, ma non dove dici tu...


Immagine
fare le marchette è una attività buona ed ammissibile!
Tenere sempre a mente la „regola d‘oro“
Avatar utente
heyoka
Senatore
Messaggi: 4719
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
1
Has thanked: 1482 times
Ti Piace: 666 times

Re: Prostituzione: punire i clienti, non le prostitute

Messaggio da leggere da heyoka »

Ovidio ha scritto: 10 gen 2021, 13:53
nerorosso ha scritto: 10 gen 2021, 13:21
heyoka ha scritto: 10 gen 2021, 12:58

Contrario!!!!
La Prostituzione va legalizzata e CONTROLLATA.
Nel senso che se una donna o Uomo, è maggiorenne nel pieno delle sue facoltà mentali ed economiche, non vedo perchè NON possa decidere di prostitursi. L'IPOCRISIA , tipica dei cervelli bacati dei Sinistri è di dire ad una Prostituta che ha il diritto di aprire un negozio ma si proibisci ai clienti di ACCEDERVI.

Immagine
Esatto. Mi pare di un'ipocrisia allucinante permettere di vendere un prodotto, perfino benefico che il sesso è benefico, e poi proibire di comprarlo.
Purtroppo sono PolCor, non ci si può aspettare di meglio...
Io la metterei nell'assistenza sanitaria gratuita!
Frena!!! Solo in determinati casi e per soggetti indigenti.
Io non mi vergogno a dire che più di una volta, ho portato un mio amico cieco a puttane! Pensa che alla terza marchetta, la prostituta, SANTA DONNA, voleva farmi un pompino gratis.
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Avatar utente
nerorosso
Senatore
Messaggi: 2406
Iscritto il: 8 giu 2019, 17:34
1
Has thanked: 456 times
Ti Piace: 469 times

Re: Prostituzione: punire i clienti, non le prostitute

Messaggio da leggere da nerorosso »

Holubice ha scritto: 10 gen 2021, 13:52
heyoka ha scritto: 10 gen 2021, 12:58
Contrario!!!!
La Prostituzione va legalizzata e CONTROLLATA.
Nel senso che se una donna o Uomo, è maggiorenne nel pieno delle sue facoltà mentali ed economiche, non vedo perchè NON possa decidere di prostitursi. L'IPOCRISIA , tipica dei cervelli bacati dei Sinistri è di dire ad una Prostituta che ha il diritto di aprire un negozio ma si proibisci ai clienti di ACCEDERVI.

Immagine

Leggi bene...
...Come ha raccontato in un’intervista Gunilla Ekberg, l’avvocata femminista che aveva lavorato al disegno di legge, «fino ad un certo momento avevamo considerato la prostituzione come un fenomeno a sé stante. La svolta è avvenuta quando ci siamo rese conto che si trattava invece di una delle forme della violenza maschile nei confronti del nostro sesso». Avevano portato a questo risultato non tanto le analisi teoriche, quanto i molti studi e ricerche fatti negli anni precedenti sulle prostitute svedesi. In tutte le loro storie, in un modo o nell’altro, c’erano abusi familiari infantili, stupri subiti da amici di famiglia o compagni di scuola o condizioni di disagio estremo e di emarginazione sociale. In altre parole, nel contesto svedese erano molto rare le donne che facevano della prostituzione una libera scelta di vita. Ed ecco allora il testo che proibisce “l’acquisto di prestazioni sessuali”, punendo anche penalmente chi compra sesso ma non chi lo offre e che viene considerata invece una vittima da proteggere e aiutare...
Perché qui ci si deve mettere d'accordo con il cervello: fare le marchette è una attività buona ed ammissibile, oppure no? Se non lo è, perché punire chi mette in piedi lo sfruttamento della prostituzione, e non chi la consuma?

Forse perché rischieremmo di perseguire qualche milione di uomini solo nella Penisola su cui siamo accampati...? Tu parli di ipocrisia, sì, ce n'è tanta, ma non dove dici tu...


Immagine
L'ipocrisia sta proprio nel permettere la prostituzione ma contemporaneamente vietare il consumo di questa. Mi spieghi dov'è il senso di questa cosa? Se un prodotto (qualsivoglia) è in libera vendita, deve essere libera anche l'acquisizione di questo.
Del resto, nel testo da te citato, si dice chiaramente che chi ha lavorato al disegno di legge è un'avvocatessa femminista [aborro l'"abominevole neologismo" (Napolitano dixit a proposito delle idiozie lessicali di Boldrini) "avvocata"], e questo dice tutto sui presupposti ideologici della vicenda.
PATRIA O MUERTE!!!

(Fidel Castro)
Avatar utente
Holubice
Deputato
Messaggi: 809
Iscritto il: 9 apr 2020, 14:11
Ti Piace: 109 times

Re: Prostituzione: punire i clienti, non le prostitute

Messaggio da leggere da Holubice »

heyoka ha scritto: 10 gen 2021, 14:00
Frena!!! Solo in determinati casi e per soggetti indigenti.
Io non mi vergogno a dire che più di una volta, ho portato un mio amico cieco a puttane! Pensa che alla terza marchetta, la prostituta, SANTA DONNA, voleva farmi un pompino gratis.

Immagine
(Grande Capo Nuvola Rossa che si reca nella via del meretricio, in una immagine di repertorio)


Immagine
"Ricordatevi sempre che nel nostro Parlamento siedono i nostri rappresentanti. E che ci rappresentano benissimo"
(Indro Montanelli)
Rispondi