Il futuro dell'Energia

Discussioni sul mondo del lavoro e sull'economia italiana

Re: Il futuro dell'Energia

Messaggioda Nuages » 10/12/2018, 11:21

Purtroppo è così.
I sistemi comunista e Liberale ormai sono obsoleti, per equilibrare la convivenza umana sul pianeta bisognerà inventarsi nuove strategie che purtroppo non vedo all'orizzonte, a cominciare dall'Europa dove ognuno cerca di portare acqua al suo mulino mentre affondiamo tutti insieme.
Bisognerà che i governi centrali abbiano il potere di governare le banche centrali per poter stampare valuta da distribuire alle masse, con nello stesso tempo un azione di creazione di nuovi servizi dove impiegare gente, in quanto che la coesione sociale è direttamente collegata con l'appagamento che i vari individui hanno nel rendersi utili alla società. Il concetto di diritto al lavoro è sacrosanto, ma andrà rivisto con i nuovi canoni che impone la società industrializzata, che con i nuovi metodi di produzione ci copre di ogni cosa, ormai l'offerta è fuori controllo, bisognerà regolamentare ai luvelli che ci impone la globalizzazione dei flussi di merce, è impensabile nel prossimo futuro lasciare questo in mano solo al mercato. Il Dio Mercato che ci piaccia o no ha fatto il suo tempo, nel giro di 150 anni ha bruciato le sue tappe ed adesso sta facendo terra bruciata dietro di lui..... Purtroppo non sento nulla dai vari Governi Europei o extra Europei che affronti con serietà questo aspetto del nostro avvenire su questa Terra!!!!
Nuages
politico
 
Messaggi: 133
Iscritto il: 09/02/2011, 23:02

Re: Il futuro dell'Energia

Messaggioda vento » 10/12/2018, 12:23

cuneoman ha scritto: Fin'ora i vecchi lavori sono stati sostituiti da nuovi, ma non c'è garanzia che capiti anche stavolta, anzi. E nel periodo di assestamento le masse ed i governi sono a rischio

Vero. Meglio. Non era questo il sogno, ridurre o eliminare il lavoro? Bisognerà imparare a gestire razionalmente la riproduzione degli umani, in sincronia con il crescere dell'automazione. A questo dovrebbe pensare l'Onu, invece di seminare caos e distruggere le istituzioni statali.
vento
politico
 
Messaggi: 960
Iscritto il: 01/02/2016, 19:10

Re: Il futuro dell'Energia

Messaggioda vento » 10/12/2018, 12:40

Nuages ha scritto:Purtroppo è così.
I sistemi comunista e Liberale ormai sono obsoleti, per equilibrare la convivenza umana sul pianeta bisognerà inventarsi nuove strategie che purtroppo non vedo all'orizzonte, a cominciare dall'Europa dove ognuno cerca di portare acqua al suo mulino mentre affondiamo tutti insieme.
Bisognerà che i governi centrali abbiano il potere di governare le banche centrali per poter stampare valuta da distribuire alle masse, con nello stesso tempo un azione di creazione di nuovi servizi dove impiegare gente, in quanto che la coesione sociale è direttamente collegata con l'appagamento che i vari individui hanno nel rendersi utili alla società. Il concetto di diritto al lavoro è sacrosanto, ma andrà rivisto con i nuovi canoni che impone la società industrializzata, che con i nuovi metodi di produzione ci copre di ogni cosa, ormai l'offerta è fuori controllo, bisognerà regolamentare ai luvelli che ci impone la globalizzazione dei flussi di merce, è impensabile nel prossimo futuro lasciare questo in mano solo al mercato. Il Dio Mercato che ci piaccia o no ha fatto il suo tempo, nel giro di 150 anni ha bruciato le sue tappe ed adesso sta facendo terra bruciata dietro di lui..... Purtroppo non sento nulla dai vari Governi Europei o extra Europei che affronti con serietà questo aspetto del nostro avvenire su questa Terra!!!!

Trovo insopportabile la pubblicità aggressiva e la valanga di oggetti spazzatura. Il mercato è l'istituzione più arcaica che abbiamo, ma purtroppo sembra insostituibile, come ci ha insegnato la sciagurata esperienza comunista. Metterlo in discussione significa mettere in discussione la libertà individuale.
vento
politico
 
Messaggi: 960
Iscritto il: 01/02/2016, 19:10

Re: Il futuro dell'Energia

Messaggioda Nuages » 11/12/2018, 0:11

Speriamo nel risveglio delle nuove generazioni!!!!
Nuages
politico
 
Messaggi: 133
Iscritto il: 09/02/2011, 23:02

Re: Il futuro dell'Energia

Messaggioda Nuages » 21/12/2018, 18:03

Nel medio lungo periodo, se così si può dire, la situazione geopolitica mondiale vede che gli USA si stanno ritirando nel loro guscio e la Russia si mette sulla difensiva malgrado le chiacchere di Putin. La nuova potenza imperiale e planetaria é la Cina, in quanto hanno l'ideologia, la potenza umana e materiale e la voglia di dominare il mondo. Ha detto Peyrefitte: "Quando la Cina si sveglierà, il mondo tremerà." Sono all'opera energie e forze tremende che si contenderanno il dominio del mondo da conquistare o con la tecnologia (multinazionali proprietarie) oppure manu militare (la Cina). Chi arriverà per prima? Ai posteri l'ardua sentenza. Quello che è sicuro che ci sono all'opera forze immense, di fronte alle quali Italia ed Europa costituiscono barattoli di latta. L'UE é debolissima e lo sarà ancora di più se non si allea con la Russia. In questi equilibrii gli scenari energetici sono fondamentali, e vediamo che gli idrocarburi sono importanti per Usa, Russia ed Europa, la Cina invece fa uso nelle sue Centrali per produzione elettrica di solo carbone, che creano un inquinamento fortissimo tanto che hanno fermato la costruzione delle loro ultime 150 centrali a carbone, in Cina vi è una mortalità altissima per inquinamento tanto che hanno tolto i limiti per mettere al mondo figli per compensare le morti da inquinamento!! La Cina se ne frega del Petrolio e del Gas e deve trovare altre soluzione per produrre l'energia che gli serve senza passare dal carbone, per cui i Cinesi sono fortemente interessati alle LENR, ma non hanno i cervelli per svilupparle, e lo sanno!!!
Lo sviluppo della scienza e tecnologia LENR saranno quindi nel prossimo futuro una leva potentissima per riequilibrare le potenze mondiali, che giocano tutte sul breve termine, senza rendersi conto che sul medio lungo periodo siamo TUTTI fregati, in quanto che le tecnologie a supporto del nostro vivere quotidiano sono idrovore energetiche, e l'equilibrio ambientale del pianeta Terra non riuscirà più a reggere per molto tempo l'impatto con i residui della combustione che continuiamo a buttare nel nostro ambiente.
Invece nel breve periodo, vediamo ad esempio che la soluzione di puntare sull' Auto Elettrica, serve solo per prendere tempo, in realtà come aveva già detto anche il grande Sergio Marchionne, l'elettrico può servire solo come nicchia, ma per i grandi numeri non regge con le attuali tecnologie che abbiamo a disposizione, ad esempio come accumulatore a rapida carica ci sarebbe la soluzione delle batterie al graphene, ma quanto costano? E poi non ci sarebbe abbastanza grafite al mondo per costruire tutte le batterie che servirebbero, dove smaltirle???. Per alimentare il parco macchine elettriche servirebbero poi anche altre centrali per produzione di energia elettrica, ed a meno delle soluzione nucleare a fissione, sposteremmo solo il luogo dove creare inquinamento!!!!!! La soluzione definitiva potrebbe essere rappresentata dalla Scienza e Tecnologia LENR, che è dietro l'angolo che spinge, ma troppi interessi di parte per ora la tengono ancora relegata al palo e derisa. A causa dei Cambiamenti Climatici comunque i tempi sono sempre più maturi, e presto da qualche parte nel mondo la Scienza e Tecnologia LENR troverà il suo sbocco nella società!!!!
Nuages
politico
 
Messaggi: 133
Iscritto il: 09/02/2011, 23:02

Re: Il futuro dell'Energia

Messaggioda Nuages » 27/01/2019, 17:51

Speriamo nell'evoluzione umana!!!! Contro gli stupidi anche gli Dei si arrendono!!!
Nuages
politico
 
Messaggi: 133
Iscritto il: 09/02/2011, 23:02

Re: Il futuro dell'Energia

Messaggioda Nuages » 05/03/2019, 14:42

Il Futuro è alle porte, niente e nessuno ha il potere e/o la forza di fermarlo.
Il Futuro si chiama "nuova energia dallo spazio", la nuova fisica ci porterà verso confini che adesso non possiamo neanche immaginarci!!!
I Ricercatori "VERI" sono già da temnpo su questa pista!!!!
Nuages
politico
 
Messaggi: 133
Iscritto il: 09/02/2011, 23:02

Re: Il futuro dell'Energia

Messaggioda heyoka » 05/03/2019, 14:52

Nuages ha scritto:Speriamo nell'evoluzione umana!!!!
Contro gli stupidi anche gli Dei si arrendono!!!

Non sono a conoscenza delle scoperte di cui parli.
Mi pare di capire comunque che l' evoluzione Umana, assieme alla stupidità ha avuto modo di portare a conoscenza queste scoperte sul futuro dell' ENERGIA di cui parli.
Gli DEI dunque non si sono arresi all' Uomo ( che forse sono gli stessi dei nascosti in esso).
Come penso, il gioco è sempre bello ed entusiasmante per entrambi i soggetti che lo praticano. occhietto
È più pericolosamente falso Chi non dice tutta la verità, rispetto a chi dice solo bugie.
Avatar utente
heyoka
politico
 
Messaggi: 8718
Iscritto il: 22/11/2011, 15:51

Re: Il futuro dell'Energia

Messaggioda Nuages » 05/03/2019, 17:35

Il Futuro Non si può fermre.
Da qualche parte nel mondo la vera innovazione verrà a galla, ed allora sarà una BELLA GIOSTRA!!!!!
Il futuro energetico arriva dallo SPAZIO che non è vuoto ma è pieno di etere!!! La nuova fisica spiega che il vuoto è pieno di "etere" che è energia pura , il problema è come arrivare a spillare energia gratuita e pulita dallo spazio, vuoto quantico etere ecc. ecc. Nelle scritture dell’antica India dei Veda, il termine “Etere” veniva citato in diversi modi tra cui: Prana e Akasha. In greco Aether significa “splendore”, fluida sorgente di energia universale: Plasma, Tessuto, Rete, che pervade tutto l'Universo.
La sua esistenza è molto controversa, tanto che nel secolo scorso la scienza ufficiale in uno storico esperimento di Michelson-Morley del 1887 sancì la sua inesistenza non avendo potuto rilevarlo.
Prima dell’avvento della fisica quantistica vi era il modello di atomo detto “Magnetron” di Niels Bohr (1885-1962), dove si riteneva che gli atomi fossero costituiti da un nucleo centrale attorno al quale ad una enorme distanza ruotassero gli elettroni, lo spazio tra il nucleo e gli elettroni era considerato vuoto, e quindi negava l’esistenza dell’etere.
Il modello di atomo “Magnetron” risulta essere fuorviante in quanto, tanto per cominciare non giustifica la materia oscura che rappresenta il 94% dell’Universo, e tiene insieme le galassie.
Inoltre una grande quantità di esperimenti scientifici conferma che le cosiddette “particelle” si comportano come se fossero delle onde, tale controverso fatto ci porta verso il paradosso del gatto di Schroedinger ed il principio di indeterminazione di Heisenberg, entrambi i quali ci dicono che gli atomi non sono oggetti reali, ma rappresentano solamente una probabilità a livello quantico.
Viktor Schauberger (1885-1958), pensava che l’etere fosse l’energia primigenia, da cui tramite innumerevoli vortici tutto ha origine, comprese le cariche elettriche che costituiscono vortici primordiali dell’etere che hanno una simmetria assiale, per cui gli elettroni ed i protoni tendono a respingersi solo quando i loro assi sono contrapposti, e si attraggono quando i loro assi sono affiancati dando vita al campo elettrico.
Per Schauberger la forza di attrazione non risiede nei corpi in quanto non è propria della materia, e quindi ad esempio la gravità non risiede nella massa della Terra. La forza è sempre esterna, risiede ovunque nello spazio e solo gli aggregati della materia ne possono determinare l’azione che si muove attraverso le dimensioni, seguendo la geometria a spirale logaritmica che ritroviamo ovunque in natura, in certi fiori, in certe conchiglie, negli uragani, nelle galassie ecc.
Per Nikola Tesla (1856 1943), l’etere è portatore di luce e riempie lo spazio, agisce come forza creativa che dà la vita, viaggia in turbini infinitesimali prossimi alla velocità della luce, per cui quando la materia solida viaggia attraverso lo spazio subisce il vento dell’etere, e le differenze in potenziali elettrici provocano dei cambiamenti nel dislocamento elettromagnetico all’interno della massa e del vento dell’etere. Il campo elettrico della terra crea il dislocamento magnetico all’interno dell’etere e lo accumula all’interno del campo elettrico della terra. La differenza tra il dislocamento magnetico all’interno di una massa ed il dislocamento magnetico fuori della massa dell’etere per Tesla rappresenta la gravità.
Nuages
politico
 
Messaggi: 133
Iscritto il: 09/02/2011, 23:02

Precedente

Torna a Economia e Lavoro

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 73 ospiti