Pagina 4 di 4

Re: Biden=Trumpff

Inviato: 21 mar 2021, 16:04
da nerorosso
Shamash ha scritto: 18 mar 2021, 18:46 Eccellente la risposta di Putin!
Soprattutto dove dice:
"So che gli Stati Uniti, la leadership statunitense, è generalmente incline ad avere certe relazioni con noi, ma sulle questioni che interessano gli stessi Stati Uniti e alle loro condizioni. Pensano che siamo uguali a loro ma siamo diversi. Abbiamo un codice genetico, culturale e morale diverso. Ma sappiamo come difendere i nostri interessi. E lavoreremo con loro, ma nei campi che ci interessano e alle condizioni che riteniamo vantaggiose per noi stessi. E loro dovranno tenerne conto"
Quando avremo un Premier in Italia capace di rispondere in questo modo?!
Eccellente esempio di sovranismo, eleganza e fermezza. Chapeau!
Il punto è proprio questo: la Russia è ancora un paese sovrano mentre l'Italia altro non è che un servo dei servi, subordinato al suo essere servo pure ad altri servi, vedi Francia e Germania.

Peggio di noi solo la Polonia e i "baltici".

Re: La guerra tra Putin e Biden? Una guerra tra puttane...

Inviato: 21 mar 2021, 16:08
da Shamash
nerorosso ha scritto: 21 mar 2021, 16:04 Il punto è proprio questo: la Russia è ancora un paese sovrano mentre l'Italia altro non è che un servo dei servi, subordinato al suo essere servo pure ad altri servi, vedi Francia e Germania.

Peggio di noi solo la Polonia e i "baltici".
Purtroppo è tutto vero.
La Russia può vantare un senso di appartenenza, storico e culturale, che noi possiamo solo sognarci.
Lo hanno dimostrato varie volte durante il loro passato, col culmine durante la Rivoluzione del '17 e, ancor più, quando Hitler li ha attaccati.
Certo, dirai, hanno tutt'altra potenza in termini economici, di risorse naturali, bellica, industriale e così via, tuttavia la vera forza risiede nella cultura, nel senso comune di appartenenza di un popolo fiero di esser parte di tutto ciò.
Noi? Lasciamo perdere...

Re: Biden=Trumpff

Inviato: 23 mar 2021, 8:58
da RedWine
nerorosso ha scritto: 21 mar 2021, 16:04
Shamash ha scritto: 18 mar 2021, 18:46 Eccellente la risposta di Putin!
Soprattutto dove dice:
"So che gli Stati Uniti, la leadership statunitense, è generalmente incline ad avere certe relazioni con noi, ma sulle questioni che interessano gli stessi Stati Uniti e alle loro condizioni. Pensano che siamo uguali a loro ma siamo diversi. Abbiamo un codice genetico, culturale e morale diverso. Ma sappiamo come difendere i nostri interessi. E lavoreremo con loro, ma nei campi che ci interessano e alle condizioni che riteniamo vantaggiose per noi stessi. E loro dovranno tenerne conto"
Quando avremo un Premier in Italia capace di rispondere in questo modo?!
Eccellente esempio di sovranismo, eleganza e fermezza. Chapeau!
Il punto è proprio questo: la Russia è ancora un paese sovrano mentre l'Italia altro non è che un servo dei servi, subordinato al suo essere servo pure ad altri servi, vedi Francia e Germania.

Peggio di noi solo la Polonia e i "baltici".
veramente la Polonia ha ancora la sua moneta, nonostante gli accordi rifiuta fermamente di aderire all'euro, (non sono cosi deficenti da autocastrarsi) e si arricchisce alle nostre spalle.
https://www.limesonline.com/come-la-pol ... icca/57070
e recentemente ha mandato a FuckYou l'unione che pretendeva di impicciarsi nelle sue leggi sulla gestione della magistratura.

Re: La guerra tra Putin e Biden? Una guerra tra puttane...

Inviato: 30 mar 2021, 23:11
da Holubice
Shamash ha scritto: 21 mar 2021, 16:08
Purtroppo è tutto vero.
La Russia può vantare un senso di appartenenza, storico e culturale, che noi possiamo solo sognarci.
Lo hanno dimostrato varie volte durante il loro passato, col culmine durante la Rivoluzione del '17 e, ancor più, quando Hitler li ha attaccati.
Certo, dirai, hanno tutt'altra potenza in termini economici, di risorse naturali, bellica, industriale e così via, tuttavia la vera forza risiede nella cultura, nel senso comune di appartenenza di un popolo fiero di esser parte di tutto ciò.
Noi? Lasciamo perdere...
A mio modesto modo di vedere...

Se l'America non fosse entrata in guerra, ovvero se i Giapponesi non avessero attaccato a Perl Harbor, ovvero se l'Unione Sovietica e l'Inghilterra avessero dovuto fronteggiare da sole le avanzate della Wehrmacht ...

Immagine

... a quest'ora avremmo già una Unione Europea con sia una moneta unica, sia un unico sistema bancario, sia un'unica tassazione... E la moneta unica sarebbe (già da mo') stata questa...

Immagine


Immagine

Re: La guerra tra Putin e Biden? Una guerra tra puttane...

Inviato: 31 mar 2021, 10:16
da Shamash
Holubice ha scritto: 30 mar 2021, 23:11 A mio modesto modo di vedere...

Se l'America non fosse entrata in guerra, ovvero se i Giapponesi non avessero attaccato a Perl Harbor, ovvero se l'Unione Sovietica e l'Inghilterra avessero dovuto fronteggiare da sole le avanzate della Wehrmacht ...

... a quest'ora avremmo già una Unione Europea con sia una moneta unica, sia un unico sistema bancario, sia un'unica tassazione... E la moneta unica sarebbe (già da mo') stata questa...
Immagine
Sì, certamente, è molto probabile.
Tuttavia, senza entrare nella specificità storica, tale citazione vuole fare riferimento sul lato squisitamente culturale, sullo spirito, sul senso di appartenenza di un popolo che ha lottato in un assedio durato quasi due anni e mezzo (Assedio di Leningrado, oggi San Pietroburgo, durante l'Operazione Barbarossa, dove i tedeschi hanno subito una cocente sconfitta) e ha vinto. Certo, entrano in gioco anche vari altri fattori (condizioni climatiche particolarmente rigide, truppe tedesche "smistate" su vari fronti, l'Armata Rossa che certamente non era composta da sprovveduti e così via), tuttavia ciò che ha impressionato tutti è la reazione di questo popolo.
Per agire così, coesi e motivati, servono elementi di unione che noi ancora oggi possiamo solo sognare.

Re: La guerra tra Putin e Biden? Una guerra tra puttane...

Inviato: 1 apr 2021, 2:02
da Holubice
Shamash ha scritto: 31 mar 2021, 10:16 Sì, certamente, è molto probabile.
Tuttavia, senza entrare nella specificità storica, tale citazione vuole fare riferimento sul lato squisitamente culturale, sullo spirito, sul senso di appartenenza di un popolo che ha lottato in un assedio durato quasi due anni e mezzo (Assedio di Leningrado, oggi San Pietroburgo, durante l'Operazione Barbarossa, dove i tedeschi hanno subito una cocente sconfitta) e ha vinto. Certo, entrano in gioco anche vari altri fattori (condizioni climatiche particolarmente rigide, truppe tedesche "smistate" su vari fronti, l'Armata Rossa che certamente non era composta da sprovveduti e così via), tuttavia ciò che ha impressionato tutti è la reazione di questo popolo.
Per agire così, coesi e motivati, servono elementi di unione che noi ancora oggi possiamo solo sognare.


"Nell'Armata Rossa ci voleva molto più coraggio a ritirarsi, che ad avanzare..."
(Stalin)


Immagine