Siamo frutto di un Pensiero?

Discussioni riguardanti i temi religiosi e non.
Avatar utente
Ovidio
Senatore
Messaggi: 2442
Iscritto il: 25 set 2020, 17:08
Has thanked: 218 times
Ti Piace: 501 times

Re: Siamo frutto di un Pensiero?

Messaggio da leggere da Ovidio »

Shamash ha scritto: 27 feb 2021, 19:02 No, certo. Ma seguendo la scienza mi pare tutto molto più logico, seppur non tutto sia ancora spiegabile.
Viceversa, è come affidarsi al lancio della monetina. Oltre ad essere certamente improbabile (logicamente parlando) la presenza di qualcosa che, previamente, ha gettato le basi e addirittura previsto tutto questo.
A me l'apporto della scienza non sembra affatto un apporto alla logica. Ti so dire come un corpo si muove in un campo gravitazionale, ma non credo che la scienza potrà mai rispondere alla domanda base ... perchè due corpi si attraggono.

Grazie alla scienza ti posso calcolare i livelli energetici dell'atomo di idrogeno, ma la scienza non mi potrà mai ripondere perché due cariche negative si respingono, mentre una positiva ed una negativa si attrggono.

Credo che sia la stesa cosa sia anche in biologia. Cos'è che spinge una pianta a crescere?
Tenere sempre a mente la „regola d‘oro“
Avatar utente
Shamash
Deputato
Messaggi: 968
Iscritto il: 9 giu 2019, 16:37
1
Has thanked: 142 times
Ti Piace: 411 times

Re: Siamo frutto di un Pensiero?

Messaggio da leggere da Shamash »

Ovidio ha scritto: 27 feb 2021, 19:42 A me l'apporto della scienza non sembra affatto un apporto alla logica.
Mi riferisco al fatto che possa fornire risposte (e costruzione di ipotesi) che si basano sull'osservazione, sugli esperimenti e su un'analisi specifica. Cercare le risposte altrove (entità superiori o comunque al di là della nostra comprensione/azione/volontà) può essere fuorviante nella risoluzione del problema specifico. Insomma, basiamoci su ciò di cui abbiamo certezza, usando gli strumenti che conosciamo.
E, ripeto, in qualità di scienziato dovresti sposare questa linea più di ogni altro qui, proprio per la tua formazione ed esperienza, al di là della fede. Smiling
«Siate il meglio di qualunque cosa siate» [Martin Luther King]
«Dove regna la saggezza, non vi è alcun conflitto tra pensiero e sentimento» [Carl Gustav Jung]
Avatar utente
heyoka
Senatore
Messaggi: 5293
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
1
Has thanked: 1705 times
Ti Piace: 879 times

Re: Siamo frutto di un Pensiero?

Messaggio da leggere da heyoka »

Shamash ha scritto: 28 feb 2021, 10:00
Ovidio ha scritto: 27 feb 2021, 19:42 A me l'apporto della scienza non sembra affatto un apporto alla logica.
Mi riferisco al fatto che possa fornire risposte (e costruzione di ipotesi) che si basano sull'osservazione, sugli esperimenti e su un'analisi specifica. Cercare le risposte altrove (entità superiori o comunque al di là della nostra comprensione/azione/volontà) può essere fuorviante nella risoluzione del problema specifico. Insomma, basiamoci su ciò di cui abbiamo certezza, usando gli strumenti che conosciamo.
E, ripeto, in qualità di scienziato dovresti sposare questa linea più di ogni altro qui, proprio per la tua formazione ed esperienza, al di là della fede. Smiling
Cosa fai, Shamash! INTIMIDISCI???
Non è che mi fai il Giletti della situazione che ha urlato al medico Amici di ABIURARE la sua posizione sul fatto che non servono i vaccini?
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Avatar utente
Ovidio
Senatore
Messaggi: 2442
Iscritto il: 25 set 2020, 17:08
Has thanked: 218 times
Ti Piace: 501 times

Re: Siamo frutto di un Pensiero?

Messaggio da leggere da Ovidio »

Shamash ha scritto: 28 feb 2021, 10:00
Ovidio ha scritto: 27 feb 2021, 19:42 A me l'apporto della scienza non sembra affatto un apporto alla logica.
Mi riferisco al fatto che possa fornire risposte (e costruzione di ipotesi) che si basano sull'osservazione, sugli esperimenti e su un'analisi specifica. Cercare le risposte altrove (entità superiori o comunque al di là della nostra comprensione/azione/volontà) può essere fuorviante nella risoluzione del problema specifico. Insomma, basiamoci su ciò di cui abbiamo certezza, usando gli strumenti che conosciamo.
E, ripeto, in qualità di scienziato dovresti sposare questa linea più di ogni altro qui, proprio per la tua formazione ed esperienza, al di là della fede. Smiling
Si, ti dò ragione. Nella scienza ci si deve rivolgere solo all'osservazione. Volevo solo dire che a parte le risposte scientifiche che mi soddisfano, rimangono aperte le risposte su temi di fondo, temi che esulano dal campo scientifico, ma che ci coinvolgono.

Spesso gli atei dicono che i credenti lo sono per viltà. No so se la mia sia viltà. So solo che senza il mio intimo credere perderei il senso della vita. E questo sì che mi fa paura!
Tenere sempre a mente la „regola d‘oro“
Avatar utente
Shamash
Deputato
Messaggi: 968
Iscritto il: 9 giu 2019, 16:37
1
Has thanked: 142 times
Ti Piace: 411 times

Re: Siamo frutto di un Pensiero?

Messaggio da leggere da Shamash »

heyoka ha scritto: 28 feb 2021, 10:13 Cosa fai, Shamash! INTIMIDISCI???
Non è che mi fai il Giletti della situazione che ha urlato al medico Amici di ABIURARE la sua posizione sul fatto che non servono i vaccini?
Ma no, anzi! Spiegavo solamente il mio punto di vista, in relazione al tuo intervento in cui apportavi alla discussione il ruolo della GEP mentre io sostenevo la sua improbabile esistenza. :oops:
Ovidio ha scritto: 28 feb 2021, 10:18 rimangono aperte le risposte su temi di fondo, temi che esulano dal campo scientifico, ma che ci coinvolgono.
Certo, e come giustamente dicevi, molto probabilmente resteranno per sempre senza risposta. Il problema che sollevavo era appunto riferito a dove cercare tali risposte. Nel momento in cui vengono cercate al di fuori di un campo così ben strutturato (come quello scientifico) si corre l'inevitabile rischio di non ottenerle comunque. Smiling
Ovidio ha scritto: 28 feb 2021, 10:18 Spesso gli atei dicono che i credenti lo sono per viltà.
La fede è qualcosa di eccezionale, sia come dialogo interiore che come condotta di vita. Non credo assolutamente alla viltà, ma anzi nutro profonda ammirazione (nonché rispetto, ovviamente) per qualsiasi fede, perché essa sa insegnare e mostrare un percorso più ricco di valori e capace di accompagnarci in modo meno arido lungo il percorso della vita. ;)
«Siate il meglio di qualunque cosa siate» [Martin Luther King]
«Dove regna la saggezza, non vi è alcun conflitto tra pensiero e sentimento» [Carl Gustav Jung]
Rispondi