La confessione del traditore

Avatar utente
heyoka
Senatore
Messaggi: 3503
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
1
Has thanked: 1200 times
Ti Piace: 499 times

Re: La confessione del traditore

Messaggio da leggere da heyoka »

L'indirizzo IP, da solo, non identifica una persona fisica (bensì semmai una macchina).
Posso confermare, in quanto ero appena entrato come utente, in questo forum, e mi divertivo a prendere x il culo, un moderatore di Sinistra, molto suscettibile.
So che ha fatto in modo che il computer con cui mi collegavo, fosse inagibile a collegarsi al forum.
Solo che quel computer non era il mio ma quello della biblioteca.
😅😅😅😅😅
Chissà che fine ha fatto quella Macchietta di Moderatore.
Rosanna se li ricorda ancora.
Nessuno conosce la strada per conciliare comunità e individuo.
( Mugik)
Mugik
Consigliere
Messaggi: 275
Iscritto il: 8 giu 2020, 22:55
Has thanked: 2 times
Ti Piace: 33 times

Re: La confessione del traditore

Messaggio da leggere da Mugik »

Shamash ha scritto: 14 nov 2020, 17:06
giaguaro ha scritto: 14 nov 2020, 11:45 Anche perchè non siamo qui per litigare, ma semplicemente per partecipare alle discussioni che vengono aperte e per intervenire non appena si ha qualcosa di costrittivo da dire, cercando di evitare di perdere il controllo e di offendere chi non la pensa come noi.
Concordo. Lo scopo di un forum è il dibattito, il confronto fra persone in modo civile ed educato.
In Forum Politico abbiamo a cuore l'importanza del rispetto reciproco, elemento imprescindibile in qualsiasi rapporto umano.
Si può dire qualunque cosa e anche dissentire profondamente dall'opinione altrui, ma il rispetto non deve mai mancare. Smiling
Mugik ha scritto: 14 nov 2020, 16:20 il mio indirizzo IP ,il che equivarrebbe ad aver rivelato pubblicamente la mia identità
L'indirizzo IP, da solo, non identifica una persona fisica (bensì semmai una macchina).
Per l'identificazione servono molti altri dati a cui possono accedere solo le Forze dell'Ordine (su preciso mandato e a fronte di reati), le c.d. “LEA” (Law Enforcemente Agencies), chiedendo tali informazioni al provider ed effettuando numerose altre verifiche. Tali informazioni, dunque, solamente dall'IP non sono rilevabili per noi cittadini. Viene da sé, dunque, che l'indirizzo IP, da solo, non è un dato personale, perché identifica un sistema o più sistemi e non chi probabilmente li sta usando. Oltre a ciò, vi sono IP dinamici, che cambiano ad ogni sessione, così come metodi del tutto leciti che "modificano" l'IP originale. Il provider che fornisce il servizio conosce ovviamente tali dati, ma li rende disponibili unicamente alle Forze dell'Ordine in precise circostanze e a norma di legge.

Buona prosecuzione...e fate i bravi. ;)
Senti gia che sei capitato qui dovresti diRE AL TANGHERO che mi tenga fuori dai suoi maneggi da stamberga ,nn si capisce manco come si sia permesso di coinvolgermi nelle sue beghe i da pianerottolo condominiale
Mi sapresti dire dove starebbe dove starebbe la ratio ?
Io francamente nn la vedo.se nn ipotizzando narcisismo giudiziario in personalità bullocentrica
Per cio che riguarda l'IP se associata all 'ora e data di rilevamento ,che lui ha implicitamente fornito ,Consente rilevamento dati identitari con nn troppe difficoltà a chiunque
abbia un minimo di competenza web,PER QUESTO è ILLEGALE RILASCIARRLI SPECIE A ENTI DI DIRITTO PRIVATO
cosa c'è di piu nobile che uscire sconfitti da una battaglia persa in partenza?
e di piu infamante di vincere perchè si combatte con la parte piu forte?

la vita stessa è una battaglia persa in partenza
come la vacanza è il viaggio la vittoria è la lotta
Mugik
Consigliere
Messaggi: 275
Iscritto il: 8 giu 2020, 22:55
Has thanked: 2 times
Ti Piace: 33 times

Re: La confessione del traditore

Messaggio da leggere da Mugik »

heyoka ha scritto: 14 nov 2020, 17:48
L'indirizzo IP, da solo, non identifica una persona fisica (bensì semmai una macchina).
Posso confermare, in quanto ero appena entrato come utente, in questo forum, e mi divertivo a prendere x il culo, un moderatore di Sinistra, molto suscettibile.
So che ha fatto in modo che il computer con cui mi collegavo, fosse inagibile a collegarsi al forum.
Solo che quel computer non era il mio ma quello della biblioteca.
😅😅😅😅😅
Chissà che fine ha fatto quella Macchietta di Moderatore.
Rosanna se li ricorda ancora.
sI D'ACCORDO MA DIETRO LA MACCHINA iN DATA E ORA precisa c'è sempre un essere umano abbonato con nome cognome codice fiscale
Inoltre la macchina puo essere fisicamente collocata sempre nello stesso posto
A questo punto individuarti è un gioco
cosa c'è di piu nobile che uscire sconfitti da una battaglia persa in partenza?
e di piu infamante di vincere perchè si combatte con la parte piu forte?

la vita stessa è una battaglia persa in partenza
come la vacanza è il viaggio la vittoria è la lotta
Avatar utente
Shamash
Consigliere
Messaggi: 629
Iscritto il: 9 giu 2019, 16:37
1
Has thanked: 94 times
Ti Piace: 298 times

Re: La confessione del traditore

Messaggio da leggere da Shamash »

Mugik ha scritto: 14 nov 2020, 17:49 Senti gia che sei capitato qui dovresti diRE AL TANGHERO che mi tenga fuori dai suoi maneggi da stamberga ,nn si capisce manco come si sia permesso di coinvolgermi nelle sue beghe i da pianerottolo condominiale
Mi sapresti dire dove starebbe dove starebbe la ratio ?
Io francamente nn la vedo.se nn ipotizzando narcisismo giudiziario in personalità bullocentrica
Non a caso ho invitato tutti alla pacatezza e al confronto equilibrato. ;)
Mugik ha scritto: 14 nov 2020, 17:49 Per cio che riguarda l'IP se associata all 'ora e data di rilevamento ,che lui ha implicitamente fornito ,Consente rilevamento dati identitari con nn troppe difficoltà a chiunque
abbia un minimo di competenza web,PER QUESTO è ILLEGALE RILASCIARRLI SPECIE A ENTI DI DIRITTO PRIVATO
Rinnovo, in merito, quanto già sostenuto. Da un mero indirizzo IP non si può risalire all'identità di un individuo (semmai alla macchina, al sistema o ai sistemi cui appartiene lo strumento, ma è un dato molto generico). Solo il tuo provider (ossia Telecom, Vodafone, WindTre, Iliad e così via) con cui hai stipulato il contratto di fornitura servizi internet ti conosce.
Le Forze dell'Ordine possono, attraverso numerose varie analisi e dietro mandato di un magistrato, chiedere tali dati personali al tuo provider.
Raccolte tutte le informazioni, sapranno chi sei e dove trovarti. Per chiunque altro, ciò non è possibile.
Oltretutto, come già detto, tu puoi disporre di un indirizzo IP dinamico (e solitamente è così, per noi privati) che cambia ad ogni tua connessione, così come usare metodi che "mascherano" alterando il tuo reale IP, in modo del tutto lecito, come ad esempio una VPN o la rete TOR.
In tal caso, il tuo IP sembrerà magari provenire dall'Ungheria, quando invece tu sei, ad esempio, a Sassari o a Bologna.
Da quel mero dato, dunque, chiunque vedrà solo un numero e, con una ricerca una località generica, perché fa capo al server a cui ti colleghi, non proprio a casa tua (o che può benissimo essere fasulla). Le Forze dell'Ordine, invece, anche grazie al tuo provider sapranno che ti chiami John Clark, abiti a Vienna e al numero civico 999 di InternetStraße.
Per approfondire, una buona di un avvocato esperto in queste faccende. Bye
«Siate il meglio di qualunque cosa siate» [Martin Luther King]
«Dove regna la saggezza, non vi è alcun conflitto tra pensiero e sentimento» [Carl Gustav Jung]
Mugik
Consigliere
Messaggi: 275
Iscritto il: 8 giu 2020, 22:55
Has thanked: 2 times
Ti Piace: 33 times

Re: La confessione del traditore

Messaggio da leggere da Mugik »

Shamash ha scritto: 14 nov 2020, 18:05
Mugik ha scritto: 14 nov 2020, 17:49 Senti gia che sei capitato qui dovresti diRE AL TANGHERO che mi tenga fuori dai suoi maneggi da stamberga ,nn si capisce manco come si sia permesso di coinvolgermi nelle sue beghe i da pianerottolo condominiale
Mi sapresti dire dove starebbe dove starebbe la ratio ?
Io francamente nn la vedo.se nn ipotizzando narcisismo giudiziario in personalità bullocentrica
Non a caso ho invitato tutti alla pacatezza e al confronto equilibrato. ;)
Mugik ha scritto: 14 nov 2020, 17:49 Per cio che riguarda l'IP se associata all 'ora e data di rilevamento ,che lui ha implicitamente fornito ,Consente rilevamento dati identitari con nn troppe difficoltà a chiunque
abbia un minimo di competenza web,PER QUESTO è ILLEGALE RILASCIARRLI SPECIE A ENTI DI DIRITTO PRIVATO
Rinnovo, in merito, quanto già sostenuto. Da un mero indirizzo IP non si può risalire all'identità di un individuo (semmai alla macchina, al sistema o ai sistemi cui appartiene lo strumento, ma è un dato molto generico). Solo il tuo provider (ossia Telecom, Vodafone, WindTre, Iliad e così via) con cui hai stipulato il contratto di fornitura servizi internet ti conosce.
Le Forze dell'Ordine possono, attraverso numerose varie analisi e dietro mandato di un magistrato, chiedere tali dati personali al tuo provider.
Raccolte tutte le informazioni, sapranno chi sei e dove trovarti. Per chiunque altro, ciò non è possibile.
Oltretutto, come già detto, tu puoi disporre di un indirizzo IP dinamico (e solitamente è così, per noi privati) che cambia ad ogni tua connessione, così come usare metodi che "mascherano" alterando il tuo reale IP, in modo del tutto lecito, come ad esempio una VPN o la rete TOR.
In tal caso, il tuo IP sembrerà magari provenire dall'Ungheria, quando invece tu sei, ad esempio, a Sassari o a Bologna.
Da quel mero dato, dunque, chiunque vedrà solo un numero e, con una ricerca una località generica, perché fa capo al server a cui ti colleghi, non proprio a casa tua (o che può benissimo essere fasulla). Le Forze dell'Ordine, invece, anche grazie al tuo provider sapranno che ti chiami John Clark, abiti a Vienna e al numero civico 999 di InternetStraße.
Per approfondire, una buona di un avvocato esperto in queste faccende. Bye
Mi pare CMQ perlomeno tardivo il tuo intervento.
NN ti bastavano le truculente soperchierie agite ieri dal tanghero?
O il quito vivere ti fa attaccare l'asino dove vuole il padrone?
Che poi in questo caso sarebbero l'identico imbecille
cosa c'è di piu nobile che uscire sconfitti da una battaglia persa in partenza?
e di piu infamante di vincere perchè si combatte con la parte piu forte?

la vita stessa è una battaglia persa in partenza
come la vacanza è il viaggio la vittoria è la lotta
Mugik
Consigliere
Messaggi: 275
Iscritto il: 8 giu 2020, 22:55
Has thanked: 2 times
Ti Piace: 33 times

Re: La confessione del traditore

Messaggio da leggere da Mugik »

Shamash ha scritto: 14 nov 2020, 18:05
Mugik ha scritto: 14 nov 2020, 17:49 Senti gia che sei capitato qui dovresti diRE AL TANGHERO che mi tenga fuori dai suoi maneggi da stamberga ,nn si capisce manco come si sia permesso di coinvolgermi nelle sue beghe i da pianerottolo condominiale
Mi sapresti dire dove starebbe dove starebbe la ratio ?
Io francamente nn la vedo.se nn ipotizzando narcisismo giudiziario in personalità bullocentrica
Non a caso ho invitato tutti alla pacatezza e al confronto equilibrato. ;)
Mugik ha scritto: 14 nov 2020, 17:49 Per cio che riguarda l'IP se associata all 'ora e data di rilevamento ,che lui ha implicitamente fornito ,Consente rilevamento dati identitari con nn troppe difficoltà a chiunque
abbia un minimo di competenza web,PER QUESTO è ILLEGALE RILASCIARRLI SPECIE A ENTI DI DIRITTO PRIVATO
Rinnovo, in merito, quanto già sostenuto. Da un mero indirizzo IP non si può risalire all'identità di un individuo (semmai alla macchina, al sistema o ai sistemi cui appartiene lo strumento, ma è un dato molto generico). Solo il tuo provider (ossia Telecom, Vodafone, WindTre, Iliad e così via) con cui hai stipulato il contratto di fornitura servizi internet ti conosce.
Le Forze dell'Ordine possono, attraverso numerose varie analisi e dietro mandato di un magistrato, chiedere tali dati personali al tuo provider.
Raccolte tutte le informazioni, sapranno chi sei e dove trovarti. Per chiunque altro, ciò non è possibile.
Oltretutto, come già detto, tu puoi disporre di un indirizzo IP dinamico (e solitamente è così, per noi privati) che cambia ad ogni tua connessione, così come usare metodi che "mascherano" alterando il tuo reale IP, in modo del tutto lecito, come ad esempio una VPN o la rete TOR.
In tal caso, il tuo IP sembrerà magari provenire dall'Ungheria, quando invece tu sei, ad esempio, a Sassari o a Bologna.
Da quel mero dato, dunque, chiunque vedrà solo un numero e, con una ricerca una località generica, perché fa capo al server a cui ti colleghi, non proprio a casa tua (o che può benissimo essere fasulla). Le Forze dell'Ordine, invece, anche grazie al tuo provider sapranno che ti chiami John Clark, abiti a Vienna e al numero civico 999 di InternetStraße.
Per approfondire, una buona di un avvocato esperto in queste faccende. Bye
Mi pare CMQ perlomeno tardivo il tuo intervento.
NN ti bastavano le truculente soperchierie agite ieri dal tanghero?
O il quito vivere ti fa attaccare l'asino dove vuole il padrone?
Che poi in questo caso sarebbero l'identico imbecille
cosa c'è di piu nobile che uscire sconfitti da una battaglia persa in partenza?
e di piu infamante di vincere perchè si combatte con la parte piu forte?

la vita stessa è una battaglia persa in partenza
come la vacanza è il viaggio la vittoria è la lotta
Avatar utente
Alfa
Senatore
Messaggi: 3371
Iscritto il: 8 giu 2019, 16:35
1
Has thanked: 409 times
Ti Piace: 1150 times

Re: La confessione del traditore

Messaggio da leggere da Alfa »

Mugik ha scritto: 14 nov 2020, 17:56
heyoka ha scritto: 14 nov 2020, 17:48
Posso confermare, in quanto ero appena entrato come utente, in questo forum, e mi divertivo a prendere x il culo, un moderatore di Sinistra, molto suscettibile.
So che ha fatto in modo che il computer con cui mi collegavo, fosse inagibile a collegarsi al forum.
Solo che quel computer non era il mio ma quello della biblioteca.
😅😅😅😅😅
Chissà che fine ha fatto quella Macchietta di Moderatore.
Rosanna se li ricorda ancora.
sI D'ACCORDO MA DIETRO LA MACCHINA iN DATA E ORA precisa c'è sempre un essere umano abbonato con nome cognome codice fiscale
Inoltre la macchina puo essere fisicamente collocata sempre nello stesso posto
A questo punto individuarti è un gioco
.
... Mi pare CMQ perlomeno tardivo il tuo intervento.
NN ti bastavano le truculente soperchierie agite ieri dal tanghero?
O il quito vivere ti fa attaccare l'asino dove vuole il padrone?
Che poi in questo caso sarebbero l'identico imbecille
L'imbecille ti costa un po' di lookdown e poi, lo vai a dire a chi ti ha dato la puppa.
Proseguendo
Ricordo al <<signore>> in questione, che sia al momento dell'iscrizione che nell'inviare ogni post ha accettato in pieno Regolamento di questo forum, per cui ... che cazzo vuole questo signore?
Si lamenta di regole che lui stesso ha sottoscritto !!!
Se non sono di suo gradimento può sempre togliersi dai coglioni e chiedere la cancellazione.
Eccolo qua il Regolamento che questo <signore> ha accettato, tanto per schiarire le idee:
viewtopic.php?p=6#p6

In esso è scritto:
Con l'iscrizione e la partecipazione alle discussioni accetti inoltre, la divulgazione a mezzo di pubblicazione del tuo indirizzo IP oltre ai relativi dati di connessione, che potrà essere reso visibile in ogni tuo singolo post-messaggio pubblico, da parte dell'amministrazione qualora questa lo ritenga opportuno e senza ulteriori autorizzazioni da parte tua.
Chiunque, previa lettura ed accettazione integrale del Regolamento, può liberamente iscriversi al presente Forum, indicando un Nome Utente, una password di accesso ed un indirizzo e-mail attivo.

CREDO CHE LA DISCUSSIONE DEBBA FINIRE QUI.
Avatar utente
Shamash
Consigliere
Messaggi: 629
Iscritto il: 9 giu 2019, 16:37
1
Has thanked: 94 times
Ti Piace: 298 times

Re: La confessione del traditore

Messaggio da leggere da Shamash »

Mugik ha scritto: 14 nov 2020, 18:17 Mi pare CMQ perlomeno tardivo il tuo intervento.
NN ti bastavano le truculente soperchierie agite ieri dal tanghero?
O il quito vivere ti fa attaccare l'asino dove vuole il padrone?
Che poi in questo caso sarebbero l'identico imbecille
Lo Staff non è un inquisitore.
Visto che, si presume, si sia fra persone adulte e ragionevoli, si tende in prima battuta a far sì che esse stesse comprendano che non è necessario andare oltre i limiti. Quando, invece, ciò non accade, lo Staff interviene.
Non è questione di padroni, né soprattutto epiteti gratuiti che non vengono tollerati, nei riguardi di chiunque.
Vi è un Regolamento e ci si appella, in primis, alla ragionevolezza di tutti.
Oltretutto, era doveroso chiarire anche i quesiti sollevati.

Mi auguro sia tutto risolto, cogliendo anche l'occasione per tutti di tornare in topic.
«Siate il meglio di qualunque cosa siate» [Martin Luther King]
«Dove regna la saggezza, non vi è alcun conflitto tra pensiero e sentimento» [Carl Gustav Jung]
Bloccato