Sondaggio sull'uscita dall'Unione Europea e dall'Euro

Ogni utente può creare in questo spazio il proprio Sondaggio esclusivamente a carattere Politico da proporre a votazione libera a tutti gli utenti e visitatori Ospiti del Forum

Sei favorevole che l'Italia esca dalla Unione Europea e dall'Euro?

Puoi scegliere tra 1

 
 
Guarda risultati

cuneoman
Messaggi: 1190
Iscritto il: 16 ago 2019, 23:39

Re: Sondaggio sull'uscita dall'Unione Europea e dall'Euro

Messaggio da leggere da cuneoman »

Valerio ha scritto:
11 gen 2020, 13:58
E perché mai ci dovrebbe essere uno scontro quando due leaders diversi parlano?

È proprio necessario? A me sembra che ognuno dovrebbe dire la sua, punto e basta. A cosa serve la replica? A litigare e far vedere chi ce l'ha più duro?

Una tribuna politica non dovrebbe essere un'area in cui scontrarsi.

Se tu dici come la pensi tu, perché mai ti dovrei contraddire? Per dimostrare che io so' forte e tu sei scemo?

Tu dici come la pensi tu, io dico come la penso io, e ciao. Poi ognuno sceglie la linea che preferisce!

Rinfacciarsi i reciproci e presunti errori è una cosa inelegante ed incivile.
Io mi riferivo a un confronto civile con domande e risposte ai principali leader di partito, con lo stesso tempo per rispondere, senza sovrapporre le voci, spiegando i programmi e magari dando anche spazio a domande reciproche. un sistema all'americana dove non contano gli slogan ma uno spiega cosa vuole fare al governo e perchè vuole essere votato. Io includerei anche i partiti minori, ora con 5 partiti forti sarebbe certo più interessante di molte trasmissioni odierne

Avatar utente
Valerio
Messaggi: 1705
Iscritto il: 8 giu 2019, 20:31
Località: Messina

Re: Sondaggio sull'uscita dall'Unione Europea e dall'Euro

Messaggio da leggere da Valerio »

Ma in un confronto, anche se civile, lo scopo non è relazionare di quelli che sono i propri programmi o di quello che si è realizzato o proposto.

Il confronto ha sempre come obiettivo la prevalenza sull'avversario.

Finalizzato a catturare il consenso, piuttosto che a coinvolgere l'elettore sulle proprie scelte e impostazioni. E si risolve sempre in un attacco al nemico.

Meglio che ognuno parli da solo, lasciando poi alle tifoserie mediatiche il gioco sporco.
Sovranità al Cittadino.
Non abbiamo un pianeta B

Avatar utente
Michelangelo
Messaggi: 476
Iscritto il: 23 giu 2019, 15:00

Re: Sondaggio sull'uscita dall'Unione Europea e dall'Euro

Messaggio da leggere da Michelangelo »

L'argomento no Euro/ no UE, purtroppo, è considerato tabù in TV.
Nei giornali e in TV sono tutti schierati a favore del globalismo. Nessuno troverà informazioni chiare e ed esaustive nei media canonici.

Più che cambiare il modo di dialogare in TV( che comunque indubbiamente è molto caotico e finalizzato a fare audience), i cittadini dovrebbero cambiare la loro forma mentis: essere più propensi a dubitare della menzogna colossale che fosse vitale entrare nell'Euro e nell'Unione Europea e dunque più propensi a credere a quei pochi che diffondono informazioni opposte alle solite balle che sostengono tutti i politici.
Un politico che dichiara-minaccia " dobbiamo uscire dall'euro o dall'Europa" spaventa la massa . Ergo: potrebbe far perdere voti. Dunque, gli conviene rimanere allineato allo slogan globalista " dobbiamo rimanere in Europa o dobbiamo cambiarla" ( pur sapendo che non è vero; se fosse vero, in tutti questi anni di UE qualcuno sarebbe già riuscito a migliorarla; invece è sempre peggiorata).
Dovrà essere PRIMA il cittadino ad acquisire questa consapevolezza ( realista) che, uscire, sarà la nostra unica salvezza e solo a quel punto il politico potrà osare parlare di NO EURO-NO UE.
Non a caso, quelli che ne parlano, sono quelli che non hanno ambizioni (ossessive) di voti o di potere: Rizzo, Bagnai, Borghi, Paragone.
P.S. comunque, leggendo i commenti su You Tube, noto che i cittadini si stanno convincendo sempre di più che dovremmo al più presto uscire da questa gabbia letale.
“Un popolo che dimentica i fasti del patriottismo è un popolo in decadenza. Il passato segna i doveri dell’avvenire.”
Francesco Crispi

cuneoman
Messaggi: 1190
Iscritto il: 16 ago 2019, 23:39

Re: Sondaggio sull'uscita dall'Unione Europea e dall'Euro

Messaggio da leggere da cuneoman »

Valerio ha scritto:
12 gen 2020, 8:53
Ma in un confronto, anche se civile, lo scopo non è relazionare di quelli che sono i propri programmi o di quello che si è realizzato o proposto.

Il confronto ha sempre come obiettivo la prevalenza sull'avversario.

Finalizzato a catturare il consenso, piuttosto che a coinvolgere l'elettore sulle proprie scelte e impostazioni. E si risolve sempre in un attacco al nemico.

Meglio che ognuno parli da solo, lasciando poi alle tifoserie mediatiche il gioco sporco.
E' esattamente il contrario! In un comizio puoi dire cosa vuoi, che il debito non esiste, che l'uomo non è mai andato sulla luna, che i comunisti vogliono invadere l'Italia con i carriarmati, che stiamo combattendo la mafia...
I giornalisti dovrebbero fare delle domande, che spesso non esistono o sono sviate. La "seconda domanda" sarebbe proprio quella che torna al tema, cioè dire "ma lei non ha risposto" oppure "ma come pensa di fare ciò che promette" o anche "e allora perchè non lo ha fatto quando era al governo in maggioranza" o "ma i dati reali non sono quelli da lei enunciati" o "la storia non è andata nel modo da lei spiegato". Quindi poche domande e senza infastidire troppo,a altro che domande imbarazzanti ma lecite o incalzanti, in quel caso si diventa il nemico quando in realtà è puro giornalismo.

In un dibattito a 2 i temi sono quelli dei programmi, mica si parla del niente. E i 2 contendenti su possono fare le domande che ho citato sopra, visto che i giornalisti non esistono più.

cuneoman
Messaggi: 1190
Iscritto il: 16 ago 2019, 23:39

Re: Sondaggio sull'uscita dall'Unione Europea e dall'Euro

Messaggio da leggere da cuneoman »

Michelangelo ha scritto:
12 gen 2020, 9:34
L'argomento no Euro/ no UE, purtroppo, è considerato tabù in TV.
Nei giornali e in TV sono tutti schierati a favore del globalismo. Nessuno troverà informazioni chiare e ed esaustive nei media canonici.

Più che cambiare il modo di dialogare in TV( che comunque indubbiamente è molto caotico e finalizzato a fare audience), i cittadini dovrebbero cambiare la loro forma mentis: essere più propensi a dubitare della menzogna colossale che fosse vitale entrare nell'Euro e nell'Unione Europea e dunque più propensi a credere a quei pochi che diffondono informazioni opposte alle solite balle che sostengono tutti i politici.
Un politico che dichiara-minaccia " dobbiamo uscire dall'euro o dall'Europa" spaventa la massa . Ergo: potrebbe far perdere voti. Dunque, gli conviene rimanere allineato allo slogan globalista " dobbiamo rimanere in Europa o dobbiamo cambiarla" ( pur sapendo che non è vero; se fosse vero, in tutti questi anni di UE qualcuno sarebbe già riuscito a migliorarla; invece è sempre peggiorata).
Dovrà essere PRIMA il cittadino ad acquisire questa consapevolezza ( realista) che, uscire, sarà la nostra unica salvezza e solo a quel punto il politico potrà osare parlare di NO EURO-NO UE.
Non a caso, quelli che ne parlano, sono quelli che non hanno ambizioni (ossessive) di voti o di potere: Rizzo, Bagnai, Borghi, Paragone.
P.S. comunque, leggendo i commenti su You Tube, noto che i cittadini si stanno convincendo sempre di più che dovremmo al più presto uscire da questa gabbia letale.
Se ne parla poco anche perchè sono pochi gli economisti che lo sostengono, è come se dovessero mandare in Tv persone che dicono che i vaccini fanno male e i cambiamenti climatici non esistono. Però secondo me proprio per questo motivo servirebbe un ottimo confronto da esperti di alto livello per fare un confronto non demagogico. Con dati reali e situazioni economiche provate in passato. Il tutto trasmesso in prima serata. E invece nulla, effettivamente certi argomenti sono tabù,

PS Solo perchè ora va tutto male non vuol dire che con l'Italia "libera" staremmo meglio, la crisi del 2009 ha colpito tutto il mondo e noi facevamo pena già da un ventennio, ben prima dell'Euro

Avatar utente
Shamash
Messaggi: 259
Iscritto il: 9 giu 2019, 16:37

Re: Sondaggio sull'uscita dall'Unione Europea e dall'Euro

Messaggio da leggere da Shamash »

Sondaggio molto interessante, perché consente di disquisire su molte tematiche che ruotano attorno ad un unico concetto: l'Europa.
Ho votato per:
Sì, sarei favorevole all'uscita dalla UE e dall'Euro, ma solo se l'Italia dimostrasse di avere un valido piano di ripresa post- Italexit.
Ora spieghiamo i motivi.
È pacifico che l'UE, così com'è e com'è stata strutturata sino ad ora, sia fallimentare, inadeguata e addirittura deleteria per vari Paesi.
Un'unione fra Stati [sovrani] con una moneta unica [con eque condizioni] è certamente un grande vantaggio a livello macro-economico e anche in termini difensivi, giuridici e migratori, tuttavia affinché funzioni, devono sussistere varie condizioni di cui invece, ad oggi, non vi è traccia:
1) un sistema basato su una Confederazione di Stati sovrani, con la supremazia della Costituzione di ogni Paese su qualunque decisione europea;
2) unione monetaria, utile in campo commerciale con altre macro-regioni, ma a pari condizioni;
3) seria tutela dei prodotti tipici e delle eccellenze di ogni Paese, come il Made in Italy, da proteggere e valorizzare;
4) un efficace piano di investimenti pubblici per migliorare le infrastrutture e la crescita;
5) politiche atte ad agevolare la burocrazia e renderla più omogenea [e snella] in tutti i Paesi aderenti.

Veniamo ora alla Moneta Unica. Si è detto poc'anzi che è certamente utile, ma nella fattispecie dell'Italia [così come per la Francia] è stata di gran lunga penalizzante, mentre per altri Paesi, come la Germania, è stato un vero e proprio regalo.
Vi sono che parlano di cifre scandalose, perse dall'Italia, mentre nello stesso periodo la Germania prosperava e guadagnava.
Alla luce di tutto ciò, sarebbe quindi opportuno chiedere misure compensative ai Paesi che hanno beneficiato dell'Euro e che diano più respiro a chi invece è stato messo in ginocchio.

L'Italia, quindi, potrebbe giovare da una potenziale "Italexit" nella misura in cui fosse ben gestita e governata, con un impianto sovranista capace di adoperarsi per migliorare il Paese e proteggere le nostre eccellenze, apprezzate e desiderate in tutto il pianeta [prodotti, il Made in Italy, la creatività italiana, l'artigianalità, passando poi per l'immenso patrimonio culturale, unico al mondo]. Viceversa, alle condizioni attuali, sarebbe un disastro senza eguali, che ci getterebbe ulteriormente nel fango e senza prospettive future.
«Siate il meglio di qualunque cosa siate» [Martin Luther King]
«Dove regna la saggezza, non vi è alcun conflitto tra pensiero e sentimento» [Carl Gustav Jung]

Avatar utente
Valerio
Messaggi: 1705
Iscritto il: 8 giu 2019, 20:31
Località: Messina

Re: Sondaggio sull'uscita dall'Unione Europea e dall'Euro

Messaggio da leggere da Valerio »

cuneoman ha scritto:
12 gen 2020, 21:04
Valerio ha scritto:
12 gen 2020, 8:53
Ma in un confronto, anche se civile, lo scopo non è relazionare di quelli che sono i propri programmi o di quello che si è realizzato o proposto.

Il confronto ha sempre come obiettivo la prevalenza sull'avversario.

Finalizzato a catturare il consenso, piuttosto che a coinvolgere l'elettore sulle proprie scelte e impostazioni. E si risolve sempre in un attacco al nemico.

Meglio che ognuno parli da solo, lasciando poi alle tifoserie mediatiche il gioco sporco.
E' esattamente il contrario! In un comizio puoi dire cosa vuoi, che il debito non esiste, che l'uomo non è mai andato sulla luna, che i comunisti vogliono invadere l'Italia con i carriarmati, che stiamo combattendo la mafia...
I giornalisti dovrebbero fare delle domande, che spesso non esistono o sono sviate. La "seconda domanda" sarebbe proprio quella che torna al tema, cioè dire "ma lei non ha risposto" oppure "ma come pensa di fare ciò che promette" o anche "e allora perchè non lo ha fatto quando era al governo in maggioranza" o "ma i dati reali non sono quelli da lei enunciati" o "la storia non è andata nel modo da lei spiegato". Quindi poche domande e senza infastidire troppo,a altro che domande imbarazzanti ma lecite o incalzanti, in quel caso si diventa il nemico quando in realtà è puro giornalismo.

In un dibattito a 2 i temi sono quelli dei programmi, mica si parla del niente. E i 2 contendenti su possono fare le domande che ho citato sopra, visto che i giornalisti non esistono più.
Il comizio è l'indottrinamento dei cretini.

Io stavo parlando delle Tribune politiche, e delle risposte che i politici danno alla base che li interroga.

Buttarla in caciara è il classico metodo di sfuggire alle domande dei Cittadini Sovrani.
Sovranità al Cittadino.
Non abbiamo un pianeta B

cuneoman
Messaggi: 1190
Iscritto il: 16 ago 2019, 23:39

Re: Sondaggio sull'uscita dall'Unione Europea e dall'Euro

Messaggio da leggere da cuneoman »

Valerio ha scritto:
13 gen 2020, 11:49
Il comizio è l'indottrinamento dei cretini.

Io stavo parlando delle Tribune politiche, e delle risposte che i politici danno alla base che li interroga.

Buttarla in caciara è il classico metodo di sfuggire alle domande dei Cittadini Sovrani.
Ok, ma i partiti che la buttano in caciara e fanno solo comizi sono PD, FI, Lega... Spesso senza contradditorio... Forza Italia ha vissuto un decennio con Santanchè, Sgarbi e una caterva di ministri che non facevano finire una frase agli avversari, al loro turno parlavano delle farfalle... E' lì che è nata la Tv spazzatura finchè la gente non si è stufata, guardando altro. Poi sono nate le trasmissioni a tema unico come quelle di Rete4 e i comizi tipo Salvini dove puoi dire e fare quello che ti pare. Certo, questi sono sempre esistiti, ma non erano mai stati l'attività principale di un partito, quasi l'unica.

Da qui, lasciando a ognuno di continuare la strategia che preferisce, almeno sotto elezioni mi piacerebbe sentire un confronto alla pari con argomenti che interessano agli italiani e ogni tanto anche qualche domanda intelligente

Avatar utente
Valerio
Messaggi: 1705
Iscritto il: 8 giu 2019, 20:31
Località: Messina

Re: Sondaggio sull'uscita dall'Unione Europea e dall'Euro

Messaggio da leggere da Valerio »

cuneoman ha scritto:
13 gen 2020, 12:15
Valerio ha scritto:
13 gen 2020, 11:49
Il comizio è l'indottrinamento dei cretini.

Io stavo parlando delle Tribune politiche, e delle risposte che i politici danno alla base che li interroga.

Buttarla in caciara è il classico metodo di sfuggire alle domande dei Cittadini Sovrani.
Ok, ma i partiti che la buttano in caciara e fanno solo comizi sono PD, FI, Lega... Spesso senza contradditorio... Forza Italia ha vissuto un decennio con Santanchè, Sgarbi e una caterva di ministri che non facevano finire una frase agli avversari, al loro turno parlavano delle farfalle... E' lì che è nata la Tv spazzatura finchè la gente non si è stufata, guardando altro. Poi sono nate le trasmissioni a tema unico come quelle di Rete4 e i comizi tipo Salvini dove puoi dire e fare quello che ti pare. Certo, questi sono sempre esistiti, ma non erano mai stati l'attività principale di un partito, quasi l'unica.

Da qui, lasciando a ognuno di continuare la strategia che preferisce, almeno sotto elezioni mi piacerebbe sentire un confronto alla pari con argomenti che interessano agli italiani e ogni tanto anche qualche domanda intelligente
L'unico modo di realizzare un tale miracolo sarebbe di preparare 10 domande uguali ai partiti. Ed in trasmissione dare modo ad ogni rappresentante di esporre le proprie risposte. Senza interferenze, chiudendo in cabine i rappresentanti, in modo che non si vedano e non si sentano.

Ai giornalisti il compito di fare le domande in maniera interessante e coinvolgente, affinché gli spettatori non cambino canale.

Magari, alla fine, dare modo ai politici di conoscere le risposte altrui e lasciare che si scateni una gazzarra, a tempi preordinati, per dare un po' di vivacità al confronto. Ma con un solo microfono attivo per ogni intervento di durata massima inflessibilmente determinata.

Io non riesco a sopportarli quando parlano tutti assieme, e cambio canale.

D'altronde gente così indisciplinata é giusto che venga chiusa in gabbia.
Sovranità al Cittadino.
Non abbiamo un pianeta B

Avatar utente
heyoka
Messaggi: 1656
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41

Re: Sondaggio sull'uscita dall'Unione Europea e dall'Euro

Messaggio da leggere da heyoka »

Quotone x Valerio!!
👍👍👍

Rispondi