Italia Oggi valuta la burocrazia UE

Discussioni riguardanti la politica europea
Avatar utente
porterrockwell
Senatore
Connesso: No
Messaggi: 2033
Iscritto il: 9 giu 2019, 11:47
Ha Assegnato: 139 Mi Piace
Ha Ricevuto: 768 Mi Piace

Italia Oggi valuta la burocrazia UE

Messaggio da leggere da porterrockwell »

Spetta innanzi tutto a chi vuole bene all'Europa, riconoscendone il ruolo imprescindibile in questa fase storica, sottolineare i limiti nelle vicende dell'epidemia e dei vaccini, al fine di renderne pi√Ļ efficace il funzionamento. Anche perch√© spesso ci si lamenta giustamente delle inefficienze della nostra burocrazia ed √® davvero una iattura se ad essa si sovrappongono altri mal funzionamenti. Poich√© l'Europa sta sempre pi√Ļ acquisendo un ruolo centrale, √® importante che il suo apparato burocratico non diventi un costoso ostacolo.
Vanno bene le scuse di Ursula von der Leyen per i madornali errori commessi nei contratti per l'approvvigionamento dei vaccini ma sarebbe utile conoscere se e quali provvedimenti sono stati presi per evitare il ripetersi di tali mancanze. Non guasterebbe inoltre una riflessione sul perch√© di questa d√©faillance e sulla reale capacit√† operativa della struttura funzionariale europea che dovrebbe sovrintendere ai meccanismi gestionali. Se √® giusto continuare a chiedere un'Europa pi√Ļ presente e integrata lo √® altrettanto sollecitare una capacit√† di funzionamento adeguata a tale ruolo. Ci√≤ che non √® avvenuto in questo frangente.

C'√® stata confusione negli organi tecnici, a cominciare dall'Agenzia del farmaco, con messaggi e decisioni contraddittori, non si √® riusciti (anche per questo) a tenere compatta l'Unione, con Paesi che si sono dissociati e hanno preferito andare per loro conto, si √® scoperto di deroghe che hanno consentito a qualche Paese approvvigionamenti al di fuori di quelli centralizzati. In pratica sempre si √® andati alla rincorsa del virus anzich√© cercare di prevenirlo. √ą vero che si √® trattato di un'emergenza che ha colto di sorpresa ma va aggiunto che solo in parte questo giustifica le incertezze e gli errori commessi a Bruxelles.

Anche gli Usa e Uk (tralasciamo Israele che ha una propria specificità) si sono trovati alle prese con un evento sconosciuto eppure hanno dato risposte che stanno consentendo alle loro società di rialzarsi mentre l'Europa ancora si dibatte in una sorta di labirinto. L'Unione europea ha 43 mila dipendenti tra Commissione, segretariato e consiglio, la sola spesa di gestione per mantenere la macchina Ue ammonta a 10 miliardi di euro l'anno, di essi quasi 3 se ne vanno per pagare il personale. Non è fuori luogo chiedere che vi si metta mano e pretendere efficienza.


Rispondi