Green Pass esteso a tutti i lavoratori: ennesima follia italica

Forum di discussione sulla politica italiana, i partiti e le istituzioni.
Avatar utente
Shamash
Deputato
Connesso: No
Messaggi: 1098
Iscritto il: 9 giu 2019, 16:37
Ha Assegnato: 184 Mi Piace
Ha Ricevuto: 506 Mi Piace

Green Pass esteso a tutti i lavoratori: ennesima follia italica

Messaggio da leggere da Shamash »

Si apprende dalle recenti decisioni del nostro "amato" Governo che il Green Pass sarà presto esteso a tutti, nei luoghi di lavoro (siano essi pubblici o privati). Con sanzioni pesanti da comminare senza distinzione.

L'Italia è, nemmeno a dirlo, il Paese dell'UE con le regole più restrittive e, dati alla mano, ciò sarebbe del tutto superfluo.
Altri Paesi hanno addirittura abbassato le restrizioni sino in certi casi ad eliminarle, come Danimarca, Svezia, Inghilterra e Spagna (che non rende obbligatorio il Green Pass).

Tale strumento è, diciamolo chiaramente, un modo subdolo, meschino e mascalzone di imporre la vaccinazione che, ad oggi, non sarebbe possibile.
Infatti, giuridicamente, la nostra Costituzione non prevede l'obbligo di vaccinarsi, se non con una legge apposita. Tuttavia, attualmente, il vaccino per il Covid-19 non è un vaccino approvato in via definitiva perché non ha ancora completato il suo regolare decorso della sperimentazione. A tal fine, quindi, per poterlo effettuare bisogna firmare il consenso informato. Purtroppo però, nessuno può essere adeguatamente e totalmente informato, perché non se ne conoscono ancora gli effetti nel medio e lungo termine.
Quindi? Parliamo di una sorta di sperimentazione di massa a cui viene estorto un consenso non correttamente informato.

Ricordo che a seguito del Processo di Norimberga e poi ripreso dalla Dichiarazione di Helsinki, così come dalla Dichiarazione dell'Unesco, non è possibile procedere con la sperimentazione sull'uomo senza un corretto e libero consenso informato.

Qui si rischia di tornare all'epoca delle malefatte del Dr. Mengele... ma, a differenza di quello che accadde allora in cui erano vittime innocenti e ignare, ora siamo noi a prestarci volentieri a tali barbarie. Assurdo.

Facciamo chiarezza. In questo intervento non si vuole parlare di bontà del vaccino, utilità del medesimo né delle sue caratteristiche farmacologiche. Si parla di provvedimenti politici assolutamente condannabili nella forma e nella sostanza che limitano in modo drastico la libertà dei cittadini, nonché della possibilità di lavorare. E gli effetti di tali folli provvedimenti si vedranno molto presto.

Non parliamo poi dei costi da sostenere per tutti coloro che non possono vaccinarsi e dunque devono effettuare il tampone.
In molti Paesi è gratuito, mentre in Italia (salvo i prezzi calmierati per determinate sparute categorie) costa un salasso.

Fonte: https://www.ansa.it/sito/notizie/politi ... d81da.html


«Siate il meglio di qualunque cosa siate» [Martin Luther King]
«Dove regna la saggezza, non vi è alcun conflitto tra pensiero e sentimento» [Carl Gustav Jung]
Avatar utente
Leno Lazzari
Senatore
Connesso: Sì
Messaggi: 3375
Iscritto il: 10 giu 2019, 21:36
Località: Fiano Romano (RM)
Ha Assegnato: 2441 Mi Piace
Ha Ricevuto: 791 Mi Piace

Re: Green Pass esteso a tutti i lavoratori: ennesima follia italica

Messaggio da leggere da Leno Lazzari »

Pongo una domanda, con premessa .

Il governo ha il dovere di addivenire a una soluzione dell'epidemia . E che ci sia penso siamo tutti d'accordo .

La premessa......... epidemia a parte, da sempre ce piace de fa come c....o ce pare, e le regole sono giuste ma sempre solo per gli altri .

In posti di lavoro, faccio l'esempio degli uffici anagrafici di Roma, molto frequentati e dove molti impiegati sono a diretto contatto col pubblico, sarà il caso o no ALMENO TENTARE di mettere quanto più possibile un freno ai contagi ?

........visto che comunque altri sistemi più collaudati non ce ne sono ?

P.S. Non sono sicuro della cifra ma mi pare che in mattinata in TV abbiano parlato degli studenti di ottanta classi mandati a casa in quarantena .


La politica è l’arte d’impedire agli avversari di fare la loro

.........ma andare oltre no ?
Avatar utente
Shamash
Deputato
Connesso: No
Messaggi: 1098
Iscritto il: 9 giu 2019, 16:37
Ha Assegnato: 184 Mi Piace
Ha Ricevuto: 506 Mi Piace

Re: Green Pass esteso a tutti i lavoratori: ennesima follia italica

Messaggio da leggere da Shamash »

Leno Lazzari ha scritto: ↑16 set 2021, 21:58 sarà il caso o no ALMENO TENTARE di mettere quanto più possibile un freno ai contagi ?
Certo, ovviamente. Ma il Green Pass non frena i contagi.
Ricordo che viene rilasciato a seguito di vaccinazione (completamento del ciclo o, secondo i più recenti desideri, già dopo la prima dose), tampone della validità di 48h (si pensa di estenderlo a 72h) o guarigione.
In tutti questi casi (soprattutto il primo e l'ultimo) puoi benissimo contrarre ancora il virus e trasmetterlo ad altri.

Resta valido quindi il comportamento corretto da adottare: mascherine al chiuso (almeno FFP2), igiene e nei luoghi di lavoro a contatto con il pubblico (come quello che citi) appositi strumenti (barriere di vetro o simili) e frequenti igienizzazioni degli ambienti, oltre all'aerazione (fondamentale).

Le scuole sono un problema. Basterebbe anche in tal senso adottare comportamenti adeguati di igiene e soprattutto installare aeratori con pulizia dell'aria costante (come quelli che hanno già adottato per gli aerei, per intenderci). Ma, si sa, costano. E non ci sono soldi nemmeno per riparare le scuole, figuriamoci per aerarle...


«Siate il meglio di qualunque cosa siate» [Martin Luther King]
«Dove regna la saggezza, non vi è alcun conflitto tra pensiero e sentimento» [Carl Gustav Jung]
Avatar utente
Leno Lazzari
Senatore
Connesso: Sì
Messaggi: 3375
Iscritto il: 10 giu 2019, 21:36
Località: Fiano Romano (RM)
Ha Assegnato: 2441 Mi Piace
Ha Ricevuto: 791 Mi Piace

Re: Green Pass esteso a tutti i lavoratori: ennesima follia italica

Messaggio da leggere da Leno Lazzari »

Shamash ha scritto: ↑16 set 2021, 22:31
Leno Lazzari ha scritto: ↑16 set 2021, 21:58 sarà il caso o no ALMENO TENTARE di mettere quanto più possibile un freno ai contagi ?
Certo, ovviamente. Ma il Green Pass non frena i contagi.
Ricordo che viene rilasciato a seguito di vaccinazione (completamento del ciclo o, secondo i più recenti desideri, già dopo la prima dose), tampone della validità di 48h (si pensa di estenderlo a 72h) o guarigione.
In tutti questi casi (soprattutto il primo e l'ultimo) puoi benissimo contrarre ancora il virus e trasmetterlo ad altri.

Resta valido quindi il comportamento corretto da adottare: mascherine al chiuso (almeno FFP2), igiene e nei luoghi di lavoro a contatto con il pubblico (come quello che citi) appositi strumenti (barriere di vetro o simili) e frequenti igienizzazioni degli ambienti, oltre all'aerazione (fondamentale).

Le scuole sono un problema. Basterebbe anche in tal senso adottare comportamenti adeguati di igiene e soprattutto installare aeratori con pulizia dell'aria costante (come quelli che hanno già adottato per gli aerei, per intenderci). Ma, si sa, costano. E non ci sono soldi nemmeno per riparare le scuole, figuriamoci per aerarle...
Se é per questo i contagi non li ferma neanche la vaccinazione, o la masherina, e nemmeno il distanziamento, ma un po' tutte quattro le misure insieme saranno pure meglio che lasciarlo libero di scorrazzare .

E voglia il cielo che sia così perchè la prospettiva alternativa potrebbe essere un nuovo lockdowns quando anche lockdowns localizzati non ce ne possiamo più permettere .

Sarò cinico, e anche insensibile, ma quando leggo di un no vax duro e puro che ci stira gli zoccoli non riesco più a provare neanche un po' di umana pietà .


La politica è l’arte d’impedire agli avversari di fare la loro

.........ma andare oltre no ?
Avatar utente
Shamash
Deputato
Connesso: No
Messaggi: 1098
Iscritto il: 9 giu 2019, 16:37
Ha Assegnato: 184 Mi Piace
Ha Ricevuto: 506 Mi Piace

Re: Green Pass esteso a tutti i lavoratori: ennesima follia italica

Messaggio da leggere da Shamash »

Infatti servono regole ferree di distanziamento, igiene e comportamento corretto.
Il Green Pass, da solo, non serve. Anzi, vedo abitualmente nelle grandi città masse di persone che, forti della vaccinazione, si sentono liberi di girare senza mascherina in mezzo a centinaia o migliaia di altri. Senza timore.

Serve maggiore consapevolezza e correttezza (sociale), non sistemi di dubbia utilità che di fatto non portano a nulla.


«Siate il meglio di qualunque cosa siate» [Martin Luther King]
«Dove regna la saggezza, non vi è alcun conflitto tra pensiero e sentimento» [Carl Gustav Jung]
Avatar utente
nerorosso
Senatore
Connesso: Sì
Messaggi: 3470
Iscritto il: 8 giu 2019, 17:34
Ha Assegnato: 934 Mi Piace
Ha Ricevuto: 1045 Mi Piace

Re: Green Pass esteso a tutti i lavoratori: ennesima follia italica

Messaggio da leggere da nerorosso »

Shamash ha scritto: ↑16 set 2021, 23:13 Infatti servono regole ferree di distanziamento, igiene e comportamento corretto.
Il Green Pass, da solo, non serve. Anzi, vedo abitualmente nelle grandi città masse di persone che, forti della vaccinazione, si sentono liberi di girare senza mascherina in mezzo a centinaia o migliaia di altri. Senza timore.

Serve maggiore consapevolezza e correttezza (sociale), non sistemi di dubbia utilità che di fatto non portano a nulla.
Io e i miei colleghi da tempi non sospetti non ci mascheriamo e nemmeno ci distanziamo e nessuno si è ammalato. Anche se sempre più creduloni si stanno vaccinando, cogliendo l'occasione per farsi pure qualche giorno di mutua oltre al giorno di ferie garantito…

Ciascuno tragga le sue conclusioni in merito alla veridicità della "pandemia"…


PATRIA O MUERTE!!!

(Fidel Castro)
Avatar utente
nerorosso
Senatore
Connesso: Sì
Messaggi: 3470
Iscritto il: 8 giu 2019, 17:34
Ha Assegnato: 934 Mi Piace
Ha Ricevuto: 1045 Mi Piace

Re: Green Pass esteso a tutti i lavoratori: ennesima follia italica

Messaggio da leggere da nerorosso »

Shamash ha scritto: ↑16 set 2021, 21:23 Si apprende dalle recenti decisioni del nostro "amato" Governo che il Green Pass sarà presto esteso a tutti, nei luoghi di lavoro (siano essi pubblici o privati). Con sanzioni pesanti da comminare senza distinzione.

L'Italia è, nemmeno a dirlo, il Paese dell'UE con le regole più restrittive e, dati alla mano, ciò sarebbe del tutto superfluo.
Altri Paesi hanno addirittura abbassato le restrizioni sino in certi casi ad eliminarle, come Danimarca, Svezia, Inghilterra e Spagna (che non rende obbligatorio il Green Pass).

Tale strumento è, diciamolo chiaramente, un modo subdolo, meschino e mascalzone di imporre la vaccinazione che, ad oggi, non sarebbe possibile.
Infatti, giuridicamente, la nostra Costituzione non prevede l'obbligo di vaccinarsi, se non con una legge apposita. Tuttavia, attualmente, il vaccino per il Covid-19 non è un vaccino approvato in via definitiva perché non ha ancora completato il suo regolare decorso della sperimentazione. A tal fine, quindi, per poterlo effettuare bisogna firmare il consenso informato. Purtroppo però, nessuno può essere adeguatamente e totalmente informato, perché non se ne conoscono ancora gli effetti nel medio e lungo termine.
Quindi? Parliamo di una sorta di sperimentazione di massa a cui viene estorto un consenso non correttamente informato.

Ricordo che a seguito del Processo di Norimberga e poi ripreso dalla Dichiarazione di Helsinki, così come dalla Dichiarazione dell'Unesco, non è possibile procedere con la sperimentazione sull'uomo senza un corretto e libero consenso informato.

Qui si rischia di tornare all'epoca delle malefatte del Dr. Mengele... ma, a differenza di quello che accadde allora in cui erano vittime innocenti e ignare, ora siamo noi a prestarci volentieri a tali barbarie. Assurdo.

Facciamo chiarezza. In questo intervento non si vuole parlare di bontà del vaccino, utilità del medesimo né delle sue caratteristiche farmacologiche. Si parla di provvedimenti politici assolutamente condannabili nella forma e nella sostanza che limitano in modo drastico la libertà dei cittadini, nonché della possibilità di lavorare. E gli effetti di tali folli provvedimenti si vedranno molto presto.

Non parliamo poi dei costi da sostenere per tutti coloro che non possono vaccinarsi e dunque devono effettuare il tampone.
In molti Paesi è gratuito, mentre in Italia (salvo i prezzi calmierati per determinate sparute categorie) costa un salasso.

Fonte: https://www.ansa.it/sito/notizie/politi ... d81da.html
Il lasciapassare verde altro non è che un obbligo vaccinale surrettizio.
D3finito che i nostri (s)governanti non avrebbero mai la faccia e il coraggio di imporre per legge l'obbligo, tantopiù che in questo modo la responsabilità, anche risarcitoria, sarebbe loro, hanno optato per l'emarginazione da tutte o quasi le normali attività dei dissenzienti. Il che mi sembra piuttosto vile e ipocrita.
Posto che personalmente ritengo il "covid", o meglio la "narrazione covid", se non una farsa quantomeno una gigantesca esagerazione, credo che i loro fini ultimi siano ben altri che non il "contenimento della pandemia".

Comunque a quanto pare al mondo c'è chi sta facendo pure di peggio, tipo la Slovenia…

https://www.byoblu.com/2021/09/16/slove ... arlamento/

PS
Anche Uzbekistan e altri tre paesi hanno reso obbligatorio il "vaccino", ma non mi pare siano proprio fulgidi esempi di "democrazia", posto che questa parola significhi ancora qualcosa…


PATRIA O MUERTE!!!

(Fidel Castro)
Avatar utente
Leno Lazzari
Senatore
Connesso: Sì
Messaggi: 3375
Iscritto il: 10 giu 2019, 21:36
Località: Fiano Romano (RM)
Ha Assegnato: 2441 Mi Piace
Ha Ricevuto: 791 Mi Piace

Re: Green Pass esteso a tutti i lavoratori: ennesima follia italica

Messaggio da leggere da Leno Lazzari »

nerorosso ha scritto: ↑17 set 2021, 0:03
Shamash ha scritto: ↑16 set 2021, 21:23 Si apprende dalle recenti decisioni del nostro "amato" Governo che il Green Pass sarà presto esteso a tutti, nei luoghi di lavoro (siano essi pubblici o privati). Con sanzioni pesanti da comminare senza distinzione.

L'Italia è, nemmeno a dirlo, il Paese dell'UE con le regole più restrittive e, dati alla mano, ciò sarebbe del tutto superfluo.
Altri Paesi hanno addirittura abbassato le restrizioni sino in certi casi ad eliminarle, come Danimarca, Svezia, Inghilterra e Spagna (che non rende obbligatorio il Green Pass).

Tale strumento è, diciamolo chiaramente, un modo subdolo, meschino e mascalzone di imporre la vaccinazione che, ad oggi, non sarebbe possibile.
Infatti, giuridicamente, la nostra Costituzione non prevede l'obbligo di vaccinarsi, se non con una legge apposita. Tuttavia, attualmente, il vaccino per il Covid-19 non è un vaccino approvato in via definitiva perché non ha ancora completato il suo regolare decorso della sperimentazione. A tal fine, quindi, per poterlo effettuare bisogna firmare il consenso informato. Purtroppo però, nessuno può essere adeguatamente e totalmente informato, perché non se ne conoscono ancora gli effetti nel medio e lungo termine.
Quindi? Parliamo di una sorta di sperimentazione di massa a cui viene estorto un consenso non correttamente informato.

Ricordo che a seguito del Processo di Norimberga e poi ripreso dalla Dichiarazione di Helsinki, così come dalla Dichiarazione dell'Unesco, non è possibile procedere con la sperimentazione sull'uomo senza un corretto e libero consenso informato.

Qui si rischia di tornare all'epoca delle malefatte del Dr. Mengele... ma, a differenza di quello che accadde allora in cui erano vittime innocenti e ignare, ora siamo noi a prestarci volentieri a tali barbarie. Assurdo.

Facciamo chiarezza. In questo intervento non si vuole parlare di bontà del vaccino, utilità del medesimo né delle sue caratteristiche farmacologiche. Si parla di provvedimenti politici assolutamente condannabili nella forma e nella sostanza che limitano in modo drastico la libertà dei cittadini, nonché della possibilità di lavorare. E gli effetti di tali folli provvedimenti si vedranno molto presto.

Non parliamo poi dei costi da sostenere per tutti coloro che non possono vaccinarsi e dunque devono effettuare il tampone.
In molti Paesi è gratuito, mentre in Italia (salvo i prezzi calmierati per determinate sparute categorie) costa un salasso.

Fonte: https://www.ansa.it/sito/notizie/politi ... d81da.html
Il lasciapassare verde altro non è che un obbligo vaccinale surrettizio.
D3finito che i nostri (s)governanti non avrebbero mai la faccia e il coraggio di imporre per legge l'obbligo, tantopiù che in questo modo la responsabilità, anche risarcitoria, sarebbe loro, hanno optato per l'emarginazione da tutte o quasi le normali attività dei dissenzienti. Il che mi sembra piuttosto vile e ipocrita.
Posto che personalmente ritengo il "covid", o meglio la "narrazione covid", se non una farsa quantomeno una gigantesca esagerazione, credo che i loro fini ultimi siano ben altri che non il "contenimento della pandemia".

Comunque a quanto pare al mondo c'è chi sta facendo pure di peggio, tipo la Slovenia…

https://www.byoblu.com/2021/09/16/slove ... arlamento/

PS
Anche Uzbekistan e altri tre paesi hanno reso obbligatorio il "vaccino", ma non mi pare siano proprio fulgidi esempi di "democrazia", posto che questa parola significhi ancora qualcosa…
Se é per questo, dopo l'assist della Von Der Leyen ieri s'é aggiunto un elogio sperticato, e non so se mi spiego, di tal Anthony Fauci .

Caro amico, tu parli di narrazione ma io non posso non ricordare che per Covid sono venuti a mancare due miei amici e tre conoscenti . Non posso dimenticare che la figlia ex collega di mia moglie (oggi 56enne) ha perso la madre e poco c'è mancato anche il padre e lei stessa dopo sei mesi é a tutti gli effetti in long Covid .

Insomma, come in altre termini ho già scritto, tamponi, GP, mascherine,.......togliamoci sto dente una volta per tutte perchè economicamente stiamo messi già abbastanza male e la povertà vera (non quella di certi paraculi del RdC) é a percentuali mai registrate prima .

A proposito di RdC, e lo volevo dire ma me ne sono sempre dimenticato, ai tempi della Repubblica e poi dell'Impero Romano ai nulla tenenti ci pensava l'Annona, termine che oggi fa vedere rosso a molti . Ma non era soltanto il sistema di tassazione ma anche l'autorità incaricata del controllo delle misure dei commercianti che già allora se le inventavano di cotte e crude tra dosatori e stadere truccate .

Immagine


La politica è l’arte d’impedire agli avversari di fare la loro

.........ma andare oltre no ?
Avatar utente
Leno Lazzari
Senatore
Connesso: Sì
Messaggi: 3375
Iscritto il: 10 giu 2019, 21:36
Località: Fiano Romano (RM)
Ha Assegnato: 2441 Mi Piace
Ha Ricevuto: 791 Mi Piace

Re: Green Pass esteso a tutti i lavoratori: ennesima follia italica

Messaggio da leggere da Leno Lazzari »

Shamash ha scritto: ↑16 set 2021, 23:13 Infatti servono regole ferree di distanziamento, igiene e comportamento corretto.
Il Green Pass, da solo, non serve. Anzi, vedo abitualmente nelle grandi città masse di persone che, forti della vaccinazione, si sentono liberi di girare senza mascherina in mezzo a centinaia o migliaia di altri. Senza timore.

Serve maggiore consapevolezza e correttezza (sociale), non sistemi di dubbia utilità che di fatto non portano a nulla.
Shamash, diciamolo onestamente, tu non hai fermato ste masse per chiedere individualmente se fossero vaccinate o meno . E sono pronto a scommettere che non vi siano dati inequivocabili che questi si comportino come dici e di sicuro io, covidizzato e vaccinato, adesso che i nipotini sono tornati all'asilo, non sto per nulla tranquillo viste le varianti che bucano la protezione del vaccino.

E le varianti, dice l'immunologia, sono l'evoluzione del Covid 19 che per sopravvivere (come ogni organismo vivente più o meno complesso) si modifica, si adatta alle nuove condizioni che trova e a determinare questa evoluzione sono il combinato vaccino che fa si che meno gente viene contagiata e i comportamenti di troppi idioti in barba alle più elementari regole di buonsenso . Quì mi riferisco agli spritz a Campo de' Fiori, lungo i navigli etc .

Grosse responsabilità nella proliferazione ce l'hanno, e solo Napoli quì ha fatto qualcosa, i mezzi di trasporto pubblico che chi vive a Roma (io ormai vivo in campagna da anni) mi dice che sono appena un po' meno affollati di una volta ma sempre inverosimilmente pieni sono .

Molti si lamentano per il GP che a loro dire sarebbe un'imposizione illegittima e subdola (ma il TAR ha sentenziato che questo non lede in alcun modo la privacy e quant'altro) e magari sono anche contrari anche a mascherine e vaccino, e anche considerando che in se nessuna di queste misure da se é risolutiva ma é innegabile a rigor di logica e di buonsenso che tutte combinate lo sarebbero ma si sa, noi italiani abbiamo il senso civico degli zingari, e allora di cosa stiamo parlando ?


La politica è l’arte d’impedire agli avversari di fare la loro

.........ma andare oltre no ?
Avatar utente
Shamash
Deputato
Connesso: No
Messaggi: 1098
Iscritto il: 9 giu 2019, 16:37
Ha Assegnato: 184 Mi Piace
Ha Ricevuto: 506 Mi Piace

Re: Green Pass esteso a tutti i lavoratori: ennesima follia italica

Messaggio da leggere da Shamash »

Leno Lazzari ha scritto: ↑18 set 2021, 5:51 Shamash, diciamolo onestamente, tu non hai fermato ste masse per chiedere individualmente se fossero vaccinate o meno . E sono pronto a scommettere che non vi siano dati inequivocabili che questi si comportino come dici e di sicuro io, covidizzato e vaccinato, adesso che i nipotini sono tornati all'asilo, non sto per nulla tranquillo viste le varianti che bucano la protezione del vaccino.
Certamente non ho fermato e chiesto a ogni individuo se fosse vaccinato o meno, tuttavia - dati alla mano - circa l'80% degli adulti italiani sono vaccinati, quindi incontrando 100 persone è verosimile che la maggioranza sia appunto vaccinata. Ora, aggiungi il fatto che all'aperto non è obbligatorio l'uso della mascherina e noterai moltissime persone girare senza, anche in contesti non certo invitanti. Ti suggerisco di fare un giro nelle grandi città, a tua scelta, il fine settimana. Meglio con il bel tempo. Vedrai orde di persone girare spensierate e pochissimi useranno buonsenso in merito a distanziamento, mascherina, igiene. Soprattutto giovani.
Leno Lazzari ha scritto: ↑18 set 2021, 5:51E le varianti, dice l'immunologia, sono l'evoluzione del Covid 19 che per sopravvivere (come ogni organismo vivente più o meno complesso) si modifica, si adatta alle nuove condizioni che trova e a determinare questa evoluzione sono il combinato vaccino che fa si che meno gente viene contagiata e i comportamenti di troppi idioti in barba alle più elementari regole di buonsenso . Quì mi riferisco agli spritz a Campo de' Fiori, lungo i navigli etc .
Sì esatto. Il virus cerca in ogni modo di sopravvivere. Ecco perché sottolineo in continuazione che è determinante adottare comportamenti corretti e frutto di buonsenso.
Leno Lazzari ha scritto: ↑18 set 2021, 5:51 Grosse responsabilità nella proliferazione ce l'hanno, e solo Napoli quì ha fatto qualcosa, i mezzi di trasporto pubblico che chi vive a Roma (io ormai vivo in campagna da anni) mi dice che sono appena un po' meno affollati di una volta ma sempre inverosimilmente pieni sono .
Confermo. I trasporti locali sono un grosso problema e, seppur operino al 50% della capienza, vi sono comunque sempre situazioni di rischio. Non parliamo poi nelle ore di punta.
Leno Lazzari ha scritto: ↑18 set 2021, 5:51Molti si lamentano per il GP che a loro dire sarebbe un'imposizione illegittima e subdola (ma il TAR ha sentenziato che questo non lede in alcun modo la privacy e quant'altro) e magari sono anche contrari anche a mascherine e vaccino, e anche considerando che in se nessuna di queste misure da se é risolutiva ma é innegabile a rigor di logica e di buonsenso che tutte combinate lo sarebbero ma si sa, noi italiani abbiamo il senso civico degli zingari, e allora di cosa stiamo parlando ?
Il Green Pass è evidentemente un'imposizione indiretta alla vaccinazione. Non lo dico io, ma è stato confermato dai nostri governanti che peraltro sono scettici anche nei confronti dei tamponi gratuiti perché - a loro dire - incentivano il non vaccinarsi. Poteva essere uno strumento utile, se ben gestito. Invece si trasforma in un metodo discriminatorio (non parlo dei no vax, bensì di tutte quelle persone che non possono vaccinarsi per motivi di salute e che devono girare con documenti sanitari che lo dimostrino, ogni volta), lesivo della libertà personale e, non ultimo, della possibilità di lavorare. Vedrai che, presto, verrà preso di mira anche il telelavoro o smart working. Perché potrebbe essere visto come un modo per eludere il Green Pass e lavorare tranquillamente senza.


«Siate il meglio di qualunque cosa siate» [Martin Luther King]
«Dove regna la saggezza, non vi è alcun conflitto tra pensiero e sentimento» [Carl Gustav Jung]
Avatar utente
serge
Senatore
Connesso: Sì
Messaggi: 3288
Iscritto il: 9 giu 2019, 8:58
Ha Assegnato: 2422 Mi Piace
Ha Ricevuto: 851 Mi Piace

Re: Green Pass esteso a tutti i lavoratori: ennesima follia italica

Messaggio da leggere da serge »

nerorosso ha scritto: ↑16 set 2021, 23:41
Shamash ha scritto: ↑16 set 2021, 23:13 Infatti servono regole ferree di distanziamento, igiene e comportamento corretto.
Il Green Pass, da solo, non serve. Anzi, vedo abitualmente nelle grandi città masse di persone che, forti della vaccinazione, si sentono liberi di girare senza mascherina in mezzo a centinaia o migliaia di altri. Senza timore.

Serve maggiore consapevolezza e correttezza (sociale), non sistemi di dubbia utilità che di fatto non portano a nulla.
Io e i miei colleghi da tempi non sospetti non ci mascheriamo e nemmeno ci distanziamo e nessuno si è ammalato. Anche se sempre più creduloni si stanno vaccinando, cogliendo l'occasione per farsi pure qualche giorno di mutua oltre al giorno di ferie garantito…

Ciascuno tragga le sue conclusioni in merito alla veridicità della "pandemia"…
Certamente è un complotto mondiale organizzato da...................Boh!
Bye


Il dubbio cresce con la conoscenza.(Johann Wolfgang von Goethe)
Rispondi